51617–51632 di 62912 risultati

Una donna chiamata Bonbon

Una donna viene uccisa nello scompartimento di un treno sul quale viaggia anche Andrea Martini. Il commissario viene coinvolto nelle indagini e ottiene un primo successo identificando la vittima: si chiamava Bonbon. Il commissario si sente impegnato a condurre le indagini e ottiene un primo successo identificando la vittima: si chiamava Bonbon. Una ex attrice che si era messa in pericolo andando a frugare nelle vicende private di una ricca famiglia. Martini viene a sapere che, all’origine di tutta la storia, c’è il suicidio di una cara amica di Bonbon. Scoprire le ragioni di quel suicidio, e le successive implicazioni dell’assassinio dell’ex attrice, diventerà compito del commissario. Ma le persone indiziate sono pericolose. Il segreto che devono difendere è di vitale importanza e, per difenderlo, non esitano a uccidere ancora. L’indagine sarà lunga, difficile, ricca di colpi di scena, e la soluzione del caso del tutto imprevedibile

Una donna armata: Esperimenti siriani

Terzo romanzo del ciclo Canopus in Argos, Esperimenti siriani continua a raccontare la storia dell’evoluzione di Shikasta, la Terra, e dell’umanità tenuta sotto scacco da due civiltà extraterrestri molto avanzate, Sirius e Canopus. Attraverso la narrazione in prima persona di Ambien, donna indomita e combattiva, alto ufficiale dell’esercito, conosciamo il punto di vista dei membri di Sirius sulla colonizzazione, e allo stesso tempo assistiamo al tormento interiore della donna, sempre meno convinta dei metodi dei colonizzatori e dei ripetuti esperimenti condotti sui terrestri. Un risveglio morale che sarà il punto di partenza di un doloroso percorso in cui ogni certezza vacilla e che la porterà a prendere coscienza della superiorità della civiltà rivale, l’impero di Canopus. Un’audace visione dell’umanità e della storia, la conferma per i lettori di Doris Lessing che per sopravvivere bisogna imparare ad aprire la mente a modi di pensare e sentire diversi dal nostro.

(source: Bol.com)

La donna alla finestra

Anna Fox vive rinchiusa nella sua casa di New York e la sola idea di mettere piede fuori dalla porta rischia di provocarle un attacco di panico.
Passa le sue giornate vagando da una stanza all’altra con un bicchiere di Pinot in mano, chattando con uomini sconosciuti, guardando vecchi film noir – la sua passione – e soprattutto… spiando i vicini con l’aiuto della sua Nikon D5500. Nel mirino ora ci sono i Russell, che da poco si sono trasferiti nella villetta al lato opposto del parco. Una madre, un padre e un ragazzino adolescente: la famiglia perfetta, quella che Anna rivorrebbe con sé.
Una notte però alla finestra dei Russell, Anna assiste a qualcosa di terribile, qualcosa di così sconvolgente che sgretolerà il suo fragile equilibrio e metterà a nudo la verità che ha sepolto per mesi.
Ma il giorno dopo un dubbio spaventoso si insinua nella sua mente: la scena che ha visto è reale o frutto della sua immaginazione? Qualcuno è davvero in pericolo o a terrorizzarla è solo la sua paranoia?
Diabolico, potente e pieno di colpi di scena, *La donna alla finestra *è un thriller psicologico sofisticato e magistrale, degno del miglior Hitchcock.
**
### Sinossi
Anna Fox vive rinchiusa nella sua casa di New York e la sola idea di mettere piede fuori dalla porta rischia di provocarle un attacco di panico.
Passa le sue giornate vagando da una stanza all’altra con un bicchiere di Pinot in mano, chattando con uomini sconosciuti, guardando vecchi film noir – la sua passione – e soprattutto… spiando i vicini con l’aiuto della sua Nikon D5500. Nel mirino ora ci sono i Russell, che da poco si sono trasferiti nella villetta al lato opposto del parco. Una madre, un padre e un ragazzino adolescente: la famiglia perfetta, quella che Anna rivorrebbe con sé.
Una notte però alla finestra dei Russell, Anna assiste a qualcosa di terribile, qualcosa di così sconvolgente che sgretolerà il suo fragile equilibrio e metterà a nudo la verità che ha sepolto per mesi.
Ma il giorno dopo un dubbio spaventoso si insinua nella sua mente: la scena che ha visto è reale o frutto della sua immaginazione? Qualcuno è davvero in pericolo o a terrorizzarla è solo la sua paranoia?
Diabolico, potente e pieno di colpi di scena, *La donna alla finestra *è un thriller psicologico sofisticato e magistrale, degno del miglior Hitchcock.

La donna alla finestra

Anna Fox vive rinchiusa nella sua casa di New York e la sola idea di mettere piede fuori dalla porta rischia di provocarle un attacco di panico.

Passa le sue giornate vagando da una stanza all’altra con un bicchiere di Pinot in mano, chattando con uomini sconosciuti, guardando vecchi film noir – la sua passione – e soprattutto… spiando i vicini con l’aiuto della sua Nikon D5500. Nel mirino ora ci sono i Russell, che da poco si sono trasferiti nella villetta al lato opposto del parco. Una madre, un padre e un ragazzino adolescente: la famiglia perfetta, quella che Anna rivorrebbe con sé.

Una notte però alla finestra dei Russell, Anna assiste a qualcosa di terribile, qualcosa di così sconvolgente che sgretolerà il suo fragile equilibrio e metterà a nudo la verità che ha sepolto per mesi.

Ma il giorno dopo un dubbio spaventoso si insinua nella sua mente: la scena che ha visto è reale o frutto della sua immaginazione? Qualcuno è davvero in pericolo o a terrorizzarla è solo la sua paranoia?

Diabolico, potente e pieno di colpi di scena, La donna alla finestra è un thriller psicologico sofisticato e magistrale, degno del miglior Hitchcock.

(source: Bol.com)

Don Gallo Social Club

«Belin, finalmente grazie al mio staff sono su Tuitte!»
In omaggio il libro
SPERANDO IN FRANCESCO
Il twitter-pensierosu Papa Bergoglio e la sua Chiesa
I comandamenti civili del don Gallo-pensiero finalmente raccolti in un “breviario di strada”: i temi della giustizia sociale, della valorizzazione delle donne, dell’omosessualità, le battaglie contro il proibizionismo, le prese di posizione politiche e, come sempre, il suo grande amore per gli ultimi.
Messaggi e appelli che chiamano in causa anche i big della politica e della cultura, attraversando i sentieri della tecnologia, dei nuovi media e dei social network: per il Don – secondo uomo religioso in Italia per numero di followers, subito dopo il papa – un’altra occasione per stare in contatto con il suo popolo.
**
### Sinossi
«Belin, finalmente grazie al mio staff sono su Tuitte!»
In omaggio il libro
SPERANDO IN FRANCESCO
Il twitter-pensierosu Papa Bergoglio e la sua Chiesa
I comandamenti civili del don Gallo-pensiero finalmente raccolti in un “breviario di strada”: i temi della giustizia sociale, della valorizzazione delle donne, dell’omosessualità, le battaglie contro il proibizionismo, le prese di posizione politiche e, come sempre, il suo grande amore per gli ultimi.
Messaggi e appelli che chiamano in causa anche i big della politica e della cultura, attraversando i sentieri della tecnologia, dei nuovi media e dei social network: per il Don – secondo uomo religioso in Italia per numero di followers, subito dopo il papa – un’altra occasione per stare in contatto con il suo popolo.

Don Chisciotte della Mancia

Don Chisciotte viene universalmente considerato il primo romanzo moderno. Una satira brillante che racconta le avventure – e le disavventure – di don Chisciotte, anziano gentiluomo di campagna, e Sancio Pancia, contadino e scudiero.

Il capolavoro di Cervantes ha riscosso un successo enorme, è stato tradotto in tutte le lingue moderne ed è stato stampato in centinaia di edizioni diverse. Dal Don Chisciotte sono stati tratti film, poemi sinfonici, opere teatrali e, recentemente, anche CDROM e siti Internet.

Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare.

Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.

(source: Bol.com)

Don Chisciotte della Mancia

Don Chisciotte della Mancia by Miguel de Cervantes
“Don Chisciotte della Mancia” (titolo originale in lingua spagnola: “El ingenioso hidalgo don Quijote de la Mancha”) è la più rilevante opera letteraria dello scrittore spagnolo Miguel de Cervantes Saavedra, e una delle più importanti nella storia della letteratura. Il protagonista della vicenda – un uomo sulla cinquantina, forte di corporatura, asciutto di corpo e di viso – è un hidalgo spagnolo di nome Alonso Quijano, morbosamente appassionato di romanzi cavallereschi. Le letture lo condizionano a tal punto da trascinarlo in un mondo fantastico, nel quale si convince di essere chiamato a diventare un cavaliere errante. Si mette quindi in viaggio, come gli eroi dei romanzi, per difendere i deboli e riparare i torti. Alonso diventa così il cavaliere don Chisciotte della Mancia e inizia a girare per la Spagna. Nella sua follia, Don Chisciotte trascina con sé un contadino del posto, Sancio Panza, cui promette il governo di un’isola a patto che gli faccia da scudiero.
L’autore
Miguel de Cervantes Saavedra (Alcalá de Henares, 29 settembre 1547 – Madrid, 22 aprile 1616) è stato uno scrittore, romanziere, poeta, drammaturgo e militare spagnolo. È universalmente noto per essere l’autore del romanzo Don Chisciotte della Mancia, uno dei capolavori della letteratura mondiale di ogni tempo. In quest’opera, pubblicata in due volumi nel 1605 e nel 1615, l’autore prende di mira con l’arma della satira e dell’ironia i romanzi cavallereschi e la società del suo tempo.
Traduzione a cura di Alfredo Giannini
Alfredo Giannini (Pisa 1865 – 1939) è stato un letterato, traduttore e saggista italiano. È noto soprattutto per le versioni dalla lingua spagnola, tra cui Don Chisciotte.

Dominic. Mai e per sempre

“Per ogni errore fatto, per ogni attimo lasciato andare via c’è sempre una soluzione. Ho sbagliato nella vita, Dio solo sa quanto. Mi sono sporcato le mani di atti ignobili, ho strappato anime e divorato cuori. Ho toccato il fondo e non c’è modo di risalire. Ma non cerco perdono, non cerco compassione. Voglio solo una cosa, una donna da tutta la vita e non c’è niente e nessuno che possa fermarmi.”

Dominic: mai e per sempre vol.2

Per ogni errore fatto, per ogni attimo lasciato andare via c’è sempre una soluzione. Ho sbagliato nella vita, Dio solo sa quanto. Mi sono sporcato le mani di atti ignobili, ho strappato anime e divorato cuori. Ho toccato il fondo e non c’è modo di risalire. Ma non cerco perdono, non cerco compassione. Voglio solo una cosa, una donna da tutta la vita e non c’è niente e nessuno che possa fermarmi. Serie MAI E PER SEMPRE: -Angel -mai e per sempre- vol.1 -Dominic -mai e per sempre- vol.2 Per rimanere in contatto con l’autrice: [email protected]
**

Domenica

Domenica by Ilaria Bernardini
Una giovane coppia. Estate. Davanti, un weekend senza bambino. Una festa da amici. Lui flirta con un’altra, bevono molto. A casa si seducono. C’è un senso di sfida e meccanicità. Si spiano. Domenica, è giorno fatto. Arriva una telefonata: il bambino è stato ricoverato in ospedale, è svenuto e i nonni sono con lui. La città torrida è bloccata da una maratona. Inizia la loro corsa faticosa, storta, infinita. Il vecchio cane malato viene lasciato a casa. Domenica è una storia scavata nella contemporaneità che racconta con ritmo implacabile i suoi personaggi, braccandoli là dove covano vitalità e paura, rabbia e intelligenza, passando dall’uno all’altra, in un’allucinata presa diretta. Come Hitchcock ben sapeva, la suspense più forte è quella che scaturisce dalla vita di coppia.

‘Domani è un altro giorno’, disse Rossella O’Hara

Pace è una parola che la Bambina non concepisce. La sente usare qualche volta a scuola ‘quando la Maestra ordina: ”Fate la pace”, che vuol dire stringere la mano a un Antipatico o addirittura uno Stronzo che durante l’intervallo ti ha pestato perché hai risposto con un calcio alla sua tirata di trecce. Macché pace. Le Bambine sono fatte per la Guerra’. Con questo spirito battagliero e dissacrante, la Bambina affronta il mondo dei Grandi.
Dalla sua stanno straordinari insegnanti: le scene dei baci di Via col vento le fanno intuire i misteri dell’anatomia, una pila di ‘Grand Hotel’ le apre gli occhi sulla metafisica, I ragazzi della via Paal le rivelano i trucchi della strategia, le canzoni di Fred Buscaglione le mostrano i meccanismi sociologici degli anni Cinquanta.
All’improvviso la sua vita è sfiorata da una tragedia: una compagna di giochi muore cadendo da una finestra. Si tratta di un incidente o qualcuno l’ha fatta cadere? O, addirittura, si è uccisa?… La Bambina vuole sciogliere questo mistero.
Capace di eroismi da Giovanna d’Arco e di funambolici salti sugli abissi, tenta di farsi giustizia da sé, sapendo bene che non potrà contare sull’aiuto di nessuno tranne di due solitari come lei: Bis, la sorella gemella che nessuno vede, e il timido Agnusdèi, vittima di un padre sadico.
Alla fine, nel momento di traversare la linea d’ombra dell’infanzia, quando le si chiede di rinunciare ai sogni, la Bambina decide di disobbedire infilandosi ‘scarpette rosse’.
(source: Bol.com)

Una domanda di matrimonio

Una storia d’amore bizzarra, durata in silenzio per una vita e conclusa con una domanda di matrimonio in un cimitero. Una storia di fedeltà ai propri sentimenti, ma anche di infatuazioni e lacerazioni mai sopite in cui, ancora una volta, Saul Bellow dà vita a un gruppo di straordinari personaggi, figli di un’America “ipercivilizzata” in cui si esprime il disordine della nostra epoca. A cominciare dal protagonista e narratore Harry Trellman. Un osservatore di prima classe che “trova piacere nell’osservare i comportamenti e le motivazioni della gente”. E dalla donna da lui amata, con cui scopre di aver sempre avuto, senza mai riuscire a comunicargliela, un’intensa reale “affinità”.
**

Dolore e ragione

*Dolore e ragione* apparve a New York nel 1995, poche settimane prima della scomparsa dell’autore – e così offrendosi inevitabilmente come opera testamentaria. Di fatto, leggendo i tre grandi saggi su Frost, Hardy e Rilke che fanno da perno al libro, risulta difficile immaginare un grado ulteriore di comprensione: sono prove stupefacenti di come si possa leggere e illuminare un testo passo per passo, sillaba per sillaba, quasi aderendo alla tensione muscolare della mano del poeta che scrive. Accostando i saggi qui presentati a quelli su W.H. Auden, Marina Cvetaeva e Konstantinos Kavafis pubblicati in precedenza, vedremo delinearsi un paesaggio della poesia moderna nuovo e idiosincratico, ben più convincente di quelli offerti dalle varie scuole accademiche. Ma parlare di questi autori, per Brodskij, ha sempre significato parlare di tutto e del tutto, poiché per lui la poesia era «l’unica assicurazione disponibile contro la volgarità del cuore umano». Per questo non volle mai pubblicare un volume di saggi strettamente letterari e preferì vagare nel tempo, che è il vero *medium* del pensiero, unendo l’accidentalità autobiografica e l’evocazione delle ombre, che qui convergono nella memorabile *Lettera a Orazio*.

Dollari, maledetti dollari

Nora, ti voglio ancora bene. Sam Cameron non avrebbe mai dovuto lasciarsi sfuggire una confessione simile. Nora, ormai, è la moglie di suo fratello Lyman, e Sam è ritornato, dopo una lunga assenza, soltanto per parlare d’affari con il fratello. Ma di fronte a quella donna che si mostra delusa e pentita, non resiste. Allora lei lo supplica. Allora non andare alla polizia! Sam, arrivando a Haddamsport con il suo sloop, ha trovato su una barchetta alla deriva un vecchio moribondo che, palesemente, è stato torturato. Lo ha portato a terra, ma è stato aggredito e tramortito. E il giorno dopo, il vecchio è scomparso. Quando lo sconsigliano d’insistere nel suo interessamento e, soprattutto, quando gli fanno capire che suo fratello ha commesso un omicidio, Sam non pensa altro che a proteggerlo. Ma perchè qualcuno vuole morto Sam? E di chi è il mucchio di dollari che Lyman vuol far consegnare a Sam? Un groviglio di odii, amori, interessi, avventure nella migliore tradizione di Edward S. Aarons.