51505–51520 di 63547 risultati

INGLESE: Imparare L’Inglese 300% Meglio

**Impara a Parlare in Inglese in Pochi Mesi, Invece di Anni! Grazie a Queste 69 Semplici Tecniche…**
**Vuoi imparare a parlare in inglese fluentemente come un madrelingua?** Vuoi iniziare a parlare facilmente e con sicurezza, impressionando tutti per la velocità in cui hai imparato l’Inglese così velocemente? Ti piacerebbe ricordare velocemente e permanentemente parole nuove e la loro pronuncia? Se è così, allora Impara l’Inglese 300% più Veloce – 69 Suggerimenti per Parlare in Inglese come un Madrelingua! è il libro che fa per te!
* Impara l’Inglese 300% più Veloce – 69 Suggerimenti per Parlare in Inglese come un Madrelingua! è disponibile per il Download Ora
Imparerai i tre errori più gravi che il 99% di chi sta imparando l’inglese commette costringendoli a metterci anni. Scopri i trucchi di memoria dei mastri dell’apprendimento delle lingue, gli stessi trucchi che loro usano per memorizzare centinaia di parole al giorno.
Impara l’Inglese 300% più Veloce – 69 Suggerimenti ti insegna anche come concentrarti sulle parole giuste e sulle parti del linguaggio più importanti, per non sprecare tempo e per far si che, sin dalla prima lezione, parlerai con sicurezza. In più troverai the 21 risorse migliori sul web per chi sta imparando l’inglese – questi tesori da soli ti faranno imparare 300% più veloce!
**Scaricalo Ora per la Lettura Immediata Scorrendo verso l’alto e Cliccando sul Tasto Compra**
Buona lettura, e buona fortuna!
*

L’Inglese Parlato

Alzi la mano lo studente che non si e mai chiesto come si dicano le parolacce in Inglese e che non e mai andato a sbirciarle nel dizionario o su internet.
Qui ne sono raccolte molte, suddivise per comodita in tre sezioni: le esclamazioni di rabbia/fastidio/frustrazione, gli insulti e infine le “dirty words” in ambito sessuale.
Parola d’ordine: divertirsi e – per una volta – bando alle formalita
Dello stesso autore
Imparare L’inglese: 100 domande utili per ogni occasione”
(source: Bol.com)

L’inganno di Opal

Il genio criminale di Artemis Fowl è tornato ed è più criminale che mai visto che, dopo l’ultima avventura, dalla sua mente è stato spazzato via ogni ricordo del Popolo. Anche Opal Koboi, però, è tornata: la perfida folletta che ha lasciato in prigione un suo clone e ora è libera e assetata di vendetta. Intanto lui, fuorilegge per tradizione familiare, sta preparando un colpo da maestro per rubare un famoso dipinto impressionista a una banca tedesca…

L’inganno delle tenebre

**Neanche il buio riesce a nascondere un’infinita scia di sangue**
«*Trascina il lettore lontano nelle tenebre… una vera tela di ragno dove dominano la paura e la menzogna.*»
**Lire**
«*Dà assoluta dipendenza, ancora più del “Rituale del male”… Jean-Christophe Grangé padroneggia il suo intrigo alla perfezione*»
**Le Parisien**
«*Grangé firma non solo un thriller formidabile, pieno di colpi di scena e rivelazioni stupefacenti, ma anche un grande racconto d’avventura, scandito da un respiro romanzesco impressionante.*»
**Le Figaro Magazine**
«*Jean-Christophe Grangé è un maestro del thriller.*»
**Stefano Montefiori, «La Lettura»**
Con fatica Erwan scende la scaletta dell’aereo che lo ha portato a Lubumbashi. Non riesce a respirare:  la polvere gli si appiccica in gola. Rossa, come il sangue che impregna quella terra. Il sangue che l’Uomo Chiodo ha versato quarant’anni prima. E che ancora non ha smesso di scorrere.
Sulle tracce del diabolico serial killer, Erwan, comandante della prestigiosa squadra Omicidi di Parigi, è ritornato in Congo, nel cuore della terra che ha fatto la fortuna della sua famiglia, i Morvan. Erwan e Grégoire, padre e figlio, sono determinati a mettere la parola fine alla spirale di tenebre che da decenni sembra perseguitarli e destinarli alla perdizione: ancora una volta passato e presente, lontano e vicino, si confondono in un incubo di macabri rituali e lugubri rivelazioni. Ma per Erwan scoprire la verità sull’Uomo Chiodo significa soprattutto fare luce sulla storia della propria famiglia e sulla sua stessa identità. Che cosa lega Grégoire alla morte della donna che per ultima, quarant’anni prima, ha conosciuto la follia omicida dell’Uomo Chiodo? Come ha fatto suo padre a fermarlo? Come si è arricchito? Chi è veramente? E mentre l’Africa rifiuta ostinatamente di appagare la sete di verità di Erwan, per la terza volta l’Uomo Chiodo ritorna a colpire, a migliaia di chilometri di distanza. In Francia. E questa volta il suo obiettivo è più chiaro che mai: sterminare i Morvan.
**Dopo lo straordinario successo del *Rituale del ma******le***, tradotto in trenta lingue e per settimane in testa alle classifiche dei bestseller, **Jean-Christophe Grangé torna a ridare vita all’Uomo Chiodo**, uno dei suoi personaggi insieme più inquietanti e avvincenti. E, questa volta, si tratta di una sfida senza via d’uscita. Dal cuore tenebroso dell’Africa fino alle piovose prospettive parigine, la lotta per la sopravvivenza dei Morvan è iniziata.
**
### Sinossi
**Neanche il buio riesce a nascondere un’infinita scia di sangue**
«*Trascina il lettore lontano nelle tenebre… una vera tela di ragno dove dominano la paura e la menzogna.*»
**Lire**
«*Dà assoluta dipendenza, ancora più del “Rituale del male”… Jean-Christophe Grangé padroneggia il suo intrigo alla perfezione*»
**Le Parisien**
«*Grangé firma non solo un thriller formidabile, pieno di colpi di scena e rivelazioni stupefacenti, ma anche un grande racconto d’avventura, scandito da un respiro romanzesco impressionante.*»
**Le Figaro Magazine**
«*Jean-Christophe Grangé è un maestro del thriller.*»
**Stefano Montefiori, «La Lettura»**
Con fatica Erwan scende la scaletta dell’aereo che lo ha portato a Lubumbashi. Non riesce a respirare:  la polvere gli si appiccica in gola. Rossa, come il sangue che impregna quella terra. Il sangue che l’Uomo Chiodo ha versato quarant’anni prima. E che ancora non ha smesso di scorrere.
Sulle tracce del diabolico serial killer, Erwan, comandante della prestigiosa squadra Omicidi di Parigi, è ritornato in Congo, nel cuore della terra che ha fatto la fortuna della sua famiglia, i Morvan. Erwan e Grégoire, padre e figlio, sono determinati a mettere la parola fine alla spirale di tenebre che da decenni sembra perseguitarli e destinarli alla perdizione: ancora una volta passato e presente, lontano e vicino, si confondono in un incubo di macabri rituali e lugubri rivelazioni. Ma per Erwan scoprire la verità sull’Uomo Chiodo significa soprattutto fare luce sulla storia della propria famiglia e sulla sua stessa identità. Che cosa lega Grégoire alla morte della donna che per ultima, quarant’anni prima, ha conosciuto la follia omicida dell’Uomo Chiodo? Come ha fatto suo padre a fermarlo? Come si è arricchito? Chi è veramente? E mentre l’Africa rifiuta ostinatamente di appagare la sete di verità di Erwan, per la terza volta l’Uomo Chiodo ritorna a colpire, a migliaia di chilometri di distanza. In Francia. E questa volta il suo obiettivo è più chiaro che mai: sterminare i Morvan.
**Dopo lo straordinario successo del *Rituale del ma******le***, tradotto in trenta lingue e per settimane in testa alle classifiche dei bestseller, **Jean-Christophe Grangé torna a ridare vita all’Uomo Chiodo**, uno dei suoi personaggi insieme più inquietanti e avvincenti. E, questa volta, si tratta di una sfida senza via d’uscita. Dal cuore tenebroso dell’Africa fino alle piovose prospettive parigine, la lotta per la sopravvivenza dei Morvan è iniziata.

L’inganno delle tenebre – Episodio 5

«*Dà assoluta dipendenza, ancora più del “Rituale del male”… Jean-Christophe Grangé padroneggia il suo intrigo alla perfezione.*»
**Le Parisien**
«*Grangé firma non solo un thriller formidabile, pieno di tragici colpi di scena e rivelazioni stupefacenti, ma anche un grande racconto d’avventura, scandito da un respiro romanzesco impressionante.*»
**Le Figaro Magazine**
«*Trascina il lettore ancora più lontano nelle tenebre africane… una vera tela di ragno dove dominano la paura, la violenza e la menzogna.*»
**Lire**
«*Letteratura ad alto tasso di adrenalina, ma non solo: il modo in cui Grangé dipinge, di libro in libro, un’umanità delle tenebre fa pensare alla tragedia greca.*»
**L’Obs**
**IL SEGUITO DELLO STRAORDINARIO BESTSELLER IL RITUALE DEL MALE, TRADOTTO IN TRENTA LINGUE, PER SETTIMANE IN TESTA ALLE CLASSIFICHE **
****Erwan, comandante della prestigiosa squadra Omicidi di Parigi, è ritornato in Congo, nel cuore della terra che ha fatto la fortuna della sua famiglia, i Morvan. Erwan e Grégoire, padre e figlio, sono determinati a mettere la parola fine alla spirale di tenebre che da decenni sembra perseguitarli e destinarli alla perdizione: ancora una volta passato e presente, lontano e vicino, si confondono in un incubo di macabri rituali e lugubri rivelazioni. Ma per Erwan scoprire la verità sull’Uomo Chiodo significa soprattutto fare luce sulla storia della propria famiglia e sulla sua stessa identità. Che cosa lega Grégoire alla morte della donna che per ultima, trent’anni prima, ha conosciuto la follia omicida dell’Uomo Chiodo? Come ha fatto suo padre a fermarlo? Come si è arricchito? Chi è veramente? E mentre l’Africa rifiuta ostinatamente di appagare la sete di verità di Erwan, per la terza volta l’Uomo Chiodo ritorna a colpire, a migliaia di chilometri di distanza. In Francia. E questa volta il suo obiettivo è più chiaro che mai: sterminare i Morvan.
Dopo lo straordinario successo di *Il rituale del male*, tradotto in trenta lingue e per settimane in testa alle classifiche dei bestseller più venduti, Jean-Christophe Grangé torna a dare vita all’Uomo Chiodo, uno dei suoi personaggi insieme più inquietanti e avvincenti. E, questa volta, si tratta di una sfida senza via d’uscita. Dal cuore tenebroso dell’Africa fino alle piovose prospettive parigine, la lotta per la sopravvivenza dei Morvan è iniziata.
Episodio 5
A Parigi, l’indagine clandestina di Audrey e Gaëlle sta dando i suoi frutti: Éric Katz non è chi dice di essere e sembra in qualche modo implicato nei fatti di sangue accaduti in settembre, come provano alcuni fascicoli del suo archivio. In Africa, Erwan è arrivato a Lontano ma viene fatto prigioniero dai tutsi e si ritrova nel fuoco incrociato fra l’esercito regolare e i guerriglieri…
**
### Sinossi
«*Dà assoluta dipendenza, ancora più del “Rituale del male”… Jean-Christophe Grangé padroneggia il suo intrigo alla perfezione.*»
**Le Parisien**
«*Grangé firma non solo un thriller formidabile, pieno di tragici colpi di scena e rivelazioni stupefacenti, ma anche un grande racconto d’avventura, scandito da un respiro romanzesco impressionante.*»
**Le Figaro Magazine**
«*Trascina il lettore ancora più lontano nelle tenebre africane… una vera tela di ragno dove dominano la paura, la violenza e la menzogna.*»
**Lire**
«*Letteratura ad alto tasso di adrenalina, ma non solo: il modo in cui Grangé dipinge, di libro in libro, un’umanità delle tenebre fa pensare alla tragedia greca.*»
**L’Obs**
**IL SEGUITO DELLO STRAORDINARIO BESTSELLER IL RITUALE DEL MALE, TRADOTTO IN TRENTA LINGUE, PER SETTIMANE IN TESTA ALLE CLASSIFICHE **
****Erwan, comandante della prestigiosa squadra Omicidi di Parigi, è ritornato in Congo, nel cuore della terra che ha fatto la fortuna della sua famiglia, i Morvan. Erwan e Grégoire, padre e figlio, sono determinati a mettere la parola fine alla spirale di tenebre che da decenni sembra perseguitarli e destinarli alla perdizione: ancora una volta passato e presente, lontano e vicino, si confondono in un incubo di macabri rituali e lugubri rivelazioni. Ma per Erwan scoprire la verità sull’Uomo Chiodo significa soprattutto fare luce sulla storia della propria famiglia e sulla sua stessa identità. Che cosa lega Grégoire alla morte della donna che per ultima, trent’anni prima, ha conosciuto la follia omicida dell’Uomo Chiodo? Come ha fatto suo padre a fermarlo? Come si è arricchito? Chi è veramente? E mentre l’Africa rifiuta ostinatamente di appagare la sete di verità di Erwan, per la terza volta l’Uomo Chiodo ritorna a colpire, a migliaia di chilometri di distanza. In Francia. E questa volta il suo obiettivo è più chiaro che mai: sterminare i Morvan.
Dopo lo straordinario successo di *Il rituale del male*, tradotto in trenta lingue e per settimane in testa alle classifiche dei bestseller più venduti, Jean-Christophe Grangé torna a dare vita all’Uomo Chiodo, uno dei suoi personaggi insieme più inquietanti e avvincenti. E, questa volta, si tratta di una sfida senza via d’uscita. Dal cuore tenebroso dell’Africa fino alle piovose prospettive parigine, la lotta per la sopravvivenza dei Morvan è iniziata.
Episodio 5
A Parigi, l’indagine clandestina di Audrey e Gaëlle sta dando i suoi frutti: Éric Katz non è chi dice di essere e sembra in qualche modo implicato nei fatti di sangue accaduti in settembre, come provano alcuni fascicoli del suo archivio. In Africa, Erwan è arrivato a Lontano ma viene fatto prigioniero dai tutsi e si ritrova nel fuoco incrociato fra l’esercito regolare e i guerriglieri…

Inganno

Prima saltano in aria i monumenti. Poi i tralicci. Poi le caserme. È il crescendo di violenza che dalla fine degli anni Cinquanta investe il Sudtirolo, dove i “combattenti per la libertà” vogliono la riannessione all’Austria. Lo Stato italiano si trova per la prima volta di fronte al terrorismo. Nella piccola provincia sulle Alpi affluiscono migliaia di soldati e forze dell’ordine: ma la militarizzazione è davvero la risposta all’emergenza creata dagli attentati? Oppure obbedisce a una logica di “strategia della tensione”? La storia degli anni delle bombe sudtirolesi racconta lo scontro tra le superpotenze USA e URSS; il gioco pericoloso di gruppi neonazisti e neofascisti; le spregiudicate interferenze dei servizi segreti di diversi Paesi; una minaccia nucleare sempre più vicina e una guerra senza quartiere contro il comunismo destinata a sfuggire di mano. Inganno è un’opera intensa e corale, che tra realtà e finzione illumina trame, tragedie e mortali illusioni di una frontiera cruciale della Guerra fredda. Lilli Gruber torna a esplorare il passato della sua terra con due potenti strumenti narrativi: le voci dei testimoni con la ricostruzione dei grandi scenari, e in parallelo un’appassionante fiction. I protagonisti sono quattro antieroi moderni: Max e Peter, due ragazzi sudtirolesi tentati dalla radicalizzazione, Klara, una giovane austriaca innamorata del potere, e Umberto, un agente italiano incaricato di evitare un’escalation incontrollabile. Quattro anime perdute che con la loro parabola di passione e disinganno mettono in scena le colpe dei padri, le debolezze dei figli, le ambiguità della Storia.
**
### Sinossi
Prima saltano in aria i monumenti. Poi i tralicci. Poi le caserme. È il crescendo di violenza che dalla fine degli anni Cinquanta investe il Sudtirolo, dove i “combattenti per la libertà” vogliono la riannessione all’Austria. Lo Stato italiano si trova per la prima volta di fronte al terrorismo. Nella piccola provincia sulle Alpi affluiscono migliaia di soldati e forze dell’ordine: ma la militarizzazione è davvero la risposta all’emergenza creata dagli attentati? Oppure obbedisce a una logica di “strategia della tensione”? La storia degli anni delle bombe sudtirolesi racconta lo scontro tra le superpotenze USA e URSS; il gioco pericoloso di gruppi neonazisti e neofascisti; le spregiudicate interferenze dei servizi segreti di diversi Paesi; una minaccia nucleare sempre più vicina e una guerra senza quartiere contro il comunismo destinata a sfuggire di mano. Inganno è un’opera intensa e corale, che tra realtà e finzione illumina trame, tragedie e mortali illusioni di una frontiera cruciale della Guerra fredda. Lilli Gruber torna a esplorare il passato della sua terra con due potenti strumenti narrativi: le voci dei testimoni con la ricostruzione dei grandi scenari, e in parallelo un’appassionante fiction. I protagonisti sono quattro antieroi moderni: Max e Peter, due ragazzi sudtirolesi tentati dalla radicalizzazione, Klara, una giovane austriaca innamorata del potere, e Umberto, un agente italiano incaricato di evitare un’escalation incontrollabile. Quattro anime perdute che con la loro parabola di passione e disinganno mettono in scena le colpe dei padri, le debolezze dei figli, le ambiguità della Storia.

INGANNI D’AMORE

Ferito e sanguinante, dopo cinque mesi di combattimenti, il conte Jacopo di Fossalta torna a casa. La sua amata dimora è stata però venduta dallo zio al ricco e spregiudicato Matteo Neri, che si è anche fidanzato con la marchesa Eleonora di Sassoferrato, la donna che Jacopo amava. Rimasto solo, senza soldi e senza casa, Jacopo medita vendetta e decide di sedurre Lucrezia, figlia del Neri. Non immagina che sarà invece la ragazza a rapirgli il cuore e a trascinarlo verso la felicità…

Influenza E Malattie Invernali

Influenza e malattie invernali by Attilio Speciani, Luca Speciani
Un nuovo titolo della collana Eurosalus, curata da due fra i più conosciuti specialisti italiani di medicina naturale, abituati ad integrare da sempre medicina allopatica e medicina complementare. Secondo lo stile di divulgazione anglosassone viene trattato un argomento di grande interesse, che coinvolge bambini e adulti, e può contribuire ad alleviare la lunga stagione invernale.

L’Infinito Tra Me E Te

L’infinito tra me e te by Mariana Zapata
Cosa siamo disposti a fare per una seconda occasione?
Autrice bestseller di USA Today e New York Times
Vanessa Mazur sa che sta facendo la cosa giusta. Non ha alcuna intenzione di sentirsi in colpa per aver mollato. Il lavoro di assistente tuttofare di Aiden Graves è sempre stato un impiego temporaneo. Lei ha altri piani per il futuro, ha delle ambizioni, e di certo non comprendono il ruolo di fatina personale di una star del football. E allora perché quando Aiden si presenta alla sua porta, pregandola di ripensarci, Vanessa esita? Per due anni, l’uomo che le televisioni chiamano “il Muro di Winnipeg” è stato il suo incubo: neanche un buongiorno al mattino, o un sorriso il giorno del suo compleanno. Era talmente concentrato sullo sport che sembrava non accorgersi nemmeno di chi o cosa lo circondasse. Cos’è cambiato, allora? Quello che Aiden chiede, per Vanessa è semplicemente incomprensibile. Dopo il modo in cui è stata trattata, lei desidera solo dedicarsi alla sua vera passione, il design, e lasciarsi alle spalle l’indifferenza. La perseveranza di Aiden sarà in grado di farle cambiare idea? In questo genere di partite, segnare un punto richiede pazienza, gioco di squadra e una buona dose di determinazione.
Per la prima volta in Italia la nuova autrice bestseller di New York Times e USA Today 
«Si percepisce l’esitazione dei personaggi nell’accettare il loro amore, ma la chimica che c’è tra loro crea un risultato eccezionale.»
«Una storia romantica che cuoce a fuoco lento, deliziosa e piena di tensione grazie ai silenzi di Aiden e alla timidezza di Vanessa.»
«Che libro, wow! Questo romanzo contiene tutto ciò che ho sempre desiderato da una storia d’amore, e molto altro ancora. Fatelo vostro!»
**Mariana Zapata**
Ha cominciato a scrivere storie d’amore praticamente il giorno stesso in cui ha imparato a scrivere. Quando era bambina rubava i libri dalla libreria di sua zia, sicuramente ancora prima di capirne il senso. È nata in Texas ma vive in Colorado con suo marito e due alani giganteschi, Dorian e Kaiser. Arriva per la prima volta in Italia con L’infinito tra me e te, edito dalla Newton Compton.

L’infiltrato

Un’operazione clandestina rimasta a lungo segreta, che testimonia dell’impegno diretto del partito nella lotta al terrorismo rosso. Tra fiction e realtà, questo libro racconta un clamoroso caso nell’Italia degli anni di piombo, la storia vera del militante comunista infiltrato tra i brigatisti.
**

L’infiltrato

Ross Gibbs, per incarico dei servizi segreti inglesi, deve infiltrarsi in un’organizzazione clandestina tenuta sotto tiro dalle polizie di mezzo mondo. Come prova di lealtà, a Gibbs viene richiesto di uccidere un uomo.
Per sua fortuna, e grazie all’aiuto del suo capo, potrà inscenare un omicidio usando un uomo morto incidentalmente: a Gibbs, infatti, non va molto di dover uccidere su commissione.
Da questo momento, però, dovrà muoversi da solo e accettare dall’organizzazione l’incarico di rapire il pilota dell’aereo che trasporterà in America i primi ministri inglese e tedesco. Kenneth Royce, autore che i lettori di Segretissimo conoscono bene, si dimostra ancora una volta uno scrittore di ottima levatura, capace di affrontare problemi attualissimi.

L’infiltrato

In piedi di fronte a un distributore di bevande che si ostina a non funzionare, in una polverosa stazione di servizio della Georgia, il detective Will Trent è in attesa di bere qualcosa di ghiacciato. Per il personale del negozio che lo osserva annoiato – e per i filmati delle videocamere di sorveglianza -, però, si tratta di tutt’altra persona, ovvero del pericoloso ex detenuto Bill Black. Infiltrato nella città più corrotta della contea più corrotta del Sud degli Stati Uniti, Will Trent si trova qui per lavorare sotto copertura. Ma la sua missione deve attendere… Infatti, in un istante, tutto cambia. Una rapina, e quel luogo dall’atmosfera sospesa si trasforma in un inferno. È un bagno di sangue: un rapinatore morto, un poliziotto ferito, una ragazza scomparsa assieme al bottino e un secondo rapinatore in fuga. Trent si lancia all’inseguimento del criminale, ma non si è accorto di un terzo complice… Un’indagine intricata, in cui niente e nessuno è ciò che sembra, compreso il detective Will Trent.
**

Inferno sulla terra

Fanucci Editore manda in libreria lo straordinario romanzo d’esordio di Jim Thompson, con un’introduzione di Stephen King. Un giovanissimo fattorino d’albergo costretto ad assistere a vizi da adulti; uno scrittore alcolista che tenta in ogni modo di rimandare il proprio collasso nervoso per riuscire a finire il suo ultimo libro; una famiglia anomala, i cui membri si dibattono sull’orlo della distruzione reciproca sull’ingannevole sfondo dell’opulenta California nel periodo bellico.
Questi gli ingredienti dell’opera prima di Jim Thompson, scritta nel 1942, dirompente e incredibilmente autobiografica. In Inferno sulla Terra, il maestro dell’hard boiled guida il lettore nei meandri del suo inferno personale, e ne dipinge i sofferenti abitanti con i colori scuri del tetro umorismo e della compassione.

L’inferno nella palude

Ossessionato dai ricordi, avvelenato dall’Agente Orange che ha dovuto respirare in Vietnam, malato terminale, disoccupato, abbandonato dalla moglie: questo è Dan Lambert, che in un momento di cieca furia e di paura uccide un uomo. Un errore che cambierà per sempre la sua esistenza. Con una taglia sulla testa, si dà alla fuga. La sua direzione è il sud degli Stati Uniti, la Louisiana coperta di paludi e abitata dai cajun. Sulle sue tracce si pongono due cacciatori di taglie. Uno è la brutta copia di Elvis Presley, l’altro è un ex freak, un fenomeno da baraccone senza una ben definita identità. Nell’insidia delle paludi, Dan incontra una ragazza, Arden, che è alla disperata ricerca di una mitica guaritrice. Assieme affronteranno un mondo misterioso e crudele nella loro disperata lotta per trovare la libertà: e assieme riusciranno, sia pure metaforicamente, non solo a trovare ciò che cercano, ma apprenderanno anche a dare un senso alla propria esistenza.

Inferno e paradiso chiavi in mano

Una tentazione di troppo per il cronista più imprevedibile d’Italia.
A parte qualche sporadica visita al golf club, da diversi mesi Riccardo Ranieri passa le sue giornate a occuparsi del figlio Antonio e a schivare gli attacchi del diabolico gatto Ragù. Ogni tanto, a tempo perso, scrive un articolo per *Il Mattino di Padova* o per qualche quotidiano a tiratura nazionale. Per questo, quando Paola Grisutti gli telefona per convincerlo a indagare sulla figlia Sabrina, morta per overdose un anno prima, Riccardo non riesce a resistere alla tentazione di ficcarsi di nuovo nei guai. A poco serviranno i tentativi della sua compagna, il procuratore della Repubblica Giulia Dal Nero, di distoglierlo da suoi folli propositi. La comunità di recupero che frequentava la ragazza nasconde infatti una serie di ombre che lui non potrà ignorare. Sarà un’indagine tutta al femminile quella nella quale Riccardo si troverà coinvolto. Accanto a lui non solo Giulia, ma anche Sonia Pechinese, la vicedirettrice sociopatica del carcere di Padova, e la troppo affascinante ex collega Cristina Santi…
**

Inferno bianco

La seconda indagine di Sam Berger e Molly Blom Quando l’ex sovrintendente della polizia criminale di Stoccolma Sam Berger riapre finalmente gli occhi, non ha la più pallida idea di dove sia finito. Intorno a lui è tutto bianco, un mondo senza segni. Dopo settimane di indagini, ufficiali e non, il caso Ellen Savinger si è risolto con la liberazione di sei delle sette ragazze rapite. Ma a quale prezzo? La quindicenne Aisha Pachachi manca ancora all’appello, Sam ha dovuto lasciare il suo incarico e qualcuno che gli era molto vicino ha pagato con la vita. In fuga da una giustizia che ha smesso di essere tale, ora che anche i servizi segreti lo stanno braccando, non gli resta che seguire le istruzioni di Deer, l’unica che tra i colleghi sembra avere ancora fiducia in lui. Deer ha ricevuto una lettera che contiene importanti informazioni su un vecchio caso mai chiarito, il primo a cui hanno lavorato insieme. Bisogna assolutamente trovare la donna che l’ha scritta. Nell’indagine che aspira a rimettere in ordine il passato, al fianco di Sam c’è di nuovo Molly Blom, fino a poco prima considerata la punta di diamante dei servizi, e ora ricercata come lui. Ma Sam può davvero fidarsi? In un inquietante viaggio alla scoperta delle profondità più buie della psiche umana, Sam e Molly attraversano i territori più remoti dell’interno del paese, verso un’oscurità disturbata in netto contrasto con la quiete assoluta e il candore niveo dei luoghi isolati dove la caccia a una verità sempre più sfuggente continua.

(source: Bol.com)