51441–51456 di 72802 risultati

Il dovere di uccidere

Chi è un terrorista? Qual è il suo mondo interiore? Cos’ha di diverso dal soldato e dal criminale? Secondo Vittorio Strada è nella Russia della seconda metà del XIX e dell’inizio del XX secolo che il terrorismo ha avuto la sua più grande affermazione: è quel terrorismo che ha suscitato in intellettuali come Dostoevskij, Nietzsche e Camus riflessioni morali, religiose e politiche che sono ancora di grande attualità. Percorrere la vicenda del terrorismo russo attraverso i suoi protagonisti e le sue vicende più drammatiche può aiutare a leggere e ad analizzare il terrorismo dei nostri tempi, a capirne le origini e a immaginare delle soluzioni. ‘Coloro che si votarono alla morte gettando bombe rudimentali contro lo zar e i suoi ministri hanno anticipato i terroristi suicidi che usano ordigni ben più sofisticati contro le folle occidentali in un conflitto che è ancora più vasto di quello che dilaniò la Russia e si accompagna a un incessante movimento migratorio destinato a mutare la natura della civiltà europea’.

(source: Bol.com)

Dove sei? Ontologia del telefonino

Immaginiamo che una persona ci chiami al telefono fisso e ci chieda: “Dove sei?” La risposta sarebbe stupita e scontata: “Dove vuoi che sia? Sono lì, dove mi chiami.” Con il telefonino è tutta un’altra storia: si incomincia proprio chiedendo: “Dove sei”, visto che l’interlocutore può essere dappertutto. Ormai non ci si fa troppo caso, tanto si è ciechi rispetto al mondo in cui si vive. A questo punto, chiedersi che tipo di oggetto è il telefonino (“ontologia” vuol dire questo), diventa interessante. Dunque: che cos’è un telefonino, a cosa serve? Frugatevi nelle tasche o guardate nella borsa, vicino al telefonino, aprite il portafogli. Troverete biglietti del tram, scontrini del supermercato, banconote, documenti e carte di credito. Ecco un’altra cosa cui spesso non si bada: la realtà sociale è fatta di iscrizioni, da cui dipendono obblighi, diritti, sanzioni, matrimoni e divorzi, premi Nobel e anni di galera. Più o meno, tutta la felicità e l’infelicità della nostra vita. Facile profezia: tutte queste carte finiranno per centralizzarsi nel telefonino, che le assorbirà tutte. Incredibile ma vero: nel telefonino ci sono più cose di quanto ne sognino le nostre filosofie.
**

Dove nasce il vento

Settembre 1887: una ragazza bussa alla porta di John Cockerill, direttore del “New York World” di Joseph Pulitzer. Chiede di essere assunta come reporter. Nessuna donna aveva mai osato tanto. Il suo nome è Elizabeth Cochran, ha ventitré anni, ma già da tre scrive per un quotidiano di Pittsburgh firmandosi Nellie Bly.

Una donna reporter non si è mai vista, ma la sua idea di un’inchiesta sotto copertura a Blackwell Island, manicomio femminile di New York, convince Cockerill e Pulitzer ad accettare la sfida. Ne nasce un reportage che farà la storia del giornalismo. Da qui, in un crescendo di popolarità e sotto mille travestimenti, Nellie racconterà l’America agli americani. Diventerà l’incubo di politici e benpensanti, viaggerà in tutto il mondo, vivrà amori e fallimenti.
Mentre i grattacieli, i treni, il telegrafo e poi la guerra trasformano la realtà, Nellie Bly si trova a essere pioniera di una figura mai esistita prima: la donna indipendente, artefice del proprio destino, la giornalista intrepida armata solo del proprio sguardo libero e della propria voce.

(source: Bol.com)

Dove è sempre notte

John Banville, nato in Irlanda nel 1945, è **uno dei più grandi romanzieri contemporanei**. Amatissimo dalla critica (solo per fare un esempio, nel 2014 **Pietro Citati** sul **Corriere della Sera** ha definito il suo L’intoccabile ”**un romanzo straordinario: certo il più bello degli ultimi quarant’anni**” per ”la vastità, la ricchezza, il terribile riso”), Banville nel corso della sua carriera ha vinto i premi più prestigiosi, fra cui il **Booker Prize** per Il Mare, il Premio Franz Kafka, il Premio Nonino, l’Irish Book Awards, l’European Literary Award, l’Irish PEN Award e il Premio Principe delle Asturie per la sua opera. Diversi critici e giornalisti lo considerano, con Philip Roth e Haruki Murakami, come uno dei possibili vincitori del prossimo **Premio Nobel per la Letteratura**. Banville è conosciuto per la sua prosa precisa e fredda, caratterizzata da un’inventiva Nabokoviana, e per il suo umorismo nero. Fra le sue opere, anche una serie di ** “romanzi gialli” di altissima qualità**, ambientati nella Dublino anni ’50, che hanno come protagonista l’anatomopatologo Quirke. Dai romanzi di Quirke la **BBC** e RTÉ hanno tratto una **serie TV** nel 2014. Una sera, dopo una festa in ospedale, l’anatomopatologo Quirke torna nel proprio studio, e qui scopre suo cognato, un famoso neonatologo, intento a compilare una cartella clinica. Con altrettanta sorpresa, nota la presenza di un cadavere di cui non sapeva nulla: si tratta di una giovane donna, Christine Falls. Quirke non lo sa, ma da quel momento niente sarà più come prima. Siamo nella Dublino cattolica e perbenista degli anni Cinquanta. Quirke, medico affermato, è vedovo di una donna della buona borghesia irlandese, e trova spesso rifugio nell’alcol. Con il suo fascino da uomo vissuto, cerca sempre di chiarire le situazioni oscure: chi era Christine Falls? Che cosa ci faceva suo cognato a quell’ora nel suo reparto? Dove è sempre notte è un sofisticato giallo d’autore, un noir in grande stile. Ma è anche un romanzo capace di rievocare l’atmosfera da detective story d’altri tempi, con tutte le sue suggestioni: un investigatore per caso, donne dell’alta società, cattiverie mascherate da buone azioni, amori inespressi e ferite difficili da rimarginare…
‘Un maestro la cui prosa regala un piacere continuo e quasi fisico.’
**Martin Amis**
‘Banville è capace di una scrittura limpida e scorrevolmente pericolosa, come una lama, e possiede un talento quasi feroce nel leggere l’anima degli uomini.’
**Don DeLillo**

(source: Bol.com)

Dove comincia il mondo

“Ho cominciato a scrivere a otto anni. All’improvviso, senza essere ispirato da esempi. Non avevo mai incontrato gente che scriveva; anzi, conoscevo poche persone che leggevano.. I primi racconti di un giovanissimo Truman Capote sono pagine che già contengono in nuce tutta l’originalità del grande scrittore americano. Pagine in cui Capote cerca la sua voce unica e piena di sensibilità. Un’adolescente che vive i suoi primi drammi d’amore. Un ragazzino che incontra a Central Park il cane dei suoi sogni. Una donna che lotta per salvare la vita di una bambina che ha gli occhi dello stesso colore di quelli del suo amante. Due amiche che discutono su quale sia il modo migliore per uccidere i mariti. Un’anziana signora ossessionata dalle camelie. Una ragazza mulatta che viene espulsa da un prestigioso collegio femminile. Questi piccoli gioielli sconosciuti erano nascosti negli archivi della New York Public Library. E sarebbero rimasti per sempre inediti se l’editore svizzero Peter Haag, mentre faceva ricerche sulle carte dell’autore a New York, non vi si fosse imbattuto per caso. Si tratta delle primissime storie immaginate da Truman Capote tra il 1935 e il 1943, nella sua adolescenza e prima giovinezza. E sono storie di crimini e ingiustizia, povertà e disperazione, ma anche di incredibile generosità e tenerezza, umanità ed empatia. I germogli di una genialità che ha segnato la storia della letteratura mondiale.
**

DOUBLE: Uno

Hai mai provato un’attrazione talmente intensa da essere dolorosa?
Hai mai sentito la fiamma della passione bruciare ogni grammo della tua carne?
Ma se sai che quel fuoco ti farà male, cosa fai? Fuggi lontano o ti abbandoni alle fiamme?
DOUBLE è una storia d’amore e di passione dove niente è come sembra.
Helena è bellissima, spregiudicata, sensuale.
E’ una dea.
La dea dell’amore che regala ai suoi uomini un’esperienza erotica esaltante che li rende schiavi.
Helena dona il suo corpo, totalmente, ma non un grammo della sua anima.
Sembra calda, appassionata, coinvolta ma in realtà è fredda, distaccata, lontana anni luce dai suoi amanti.
Helena è sola nel suo mondo.
Helena non conosce l’amore.
Daniel è un uomo potente e di successo.
Sa cosa vuole e se lo prende.
E’ come l’acciaio: freddo, duro, splendente. E’ forte. Non si piega.
Si può fondere, però.
Allora diventa caldo, morbido, vellutato.
Ma per fondere l’acciaio il fuoco non basta … ci vuole anima.
Christine è una ragazza anonima che si confonde tra gli altri .
Sceglie di essere invisibile.
Non vuole che si vedano le sue ferite, le sue fragilità
La vita è stata dura con lei, le ha tolto tanto ma lei va avanti, non si scoraggia.
E’ determinata a farcela, a tenersi il fragile equilibrio che ha faticosamente conquistato.
Non ha fatto i conti con il destino, però.
Il suo ha due occhi blu che la fanno tremare, due occhi che la vedono e che la attirano inesorabilmente verso un fuoco che può far male. Molto.
Daniel Blake è il proprietario delle Blake Industries e quando vede Christine Jeckill per la prima volta intuisce che lavorerà instancabilmente, che è una professionista seria e affidabile che produrrà ottimi risultati.
Non vede altro.
Lei si è nascosta dietro un vestito dimesso e un grande paio di occhiali
ma, soprattutto, negli occhi di Daniel c’è un’altra donna: Helena.
Lei è un’escort di lusso che gli ha fatto perdere la testa, che si prende gioco di lui, che sembra stia per concedersi e poi si ritira.
Daniel la desidera come non ha mai desiderato nessun’altra, la cerca, la insegue ma lei sfugge e sembra inarrivabile.
Helena è fortemente attratta da Daniel.
Ma sa che è un uomo pericoloso, da tenere a distanza, l’unico capace di accendere il suo desiderio, l’unico che riesce a farle provare un brivido intenso. Ma una come lei non può permettersi di farsi coinvolgere, deve tenerlo lontano dalla sua vita
… ma è così difficile resistergli …
Christine lavora a ritmi serratissimi, Daniel non si è sbagliato su di lei ma quando si scontra con il suo carattere indomito e forte, qualcosa nella sua testa di accende: lei gli tiene testa, non si lascia sopraffare, non assume la forma che lui vorrebbe.
E’ lei il suo nuovo obiettivo: vuole piegarla al suo volere, come ha fatto con ogni donna che si è infilata nel suo letto ma non è semplice come credeva e a complicare le cose c’è quell’emozione al centro del petto che prova ogni volta che la guarda.
Tra le strade di New York, Hollywood e Mosca le vite dei tre protagonisti si intrecciano in una storia dove niente è come sembra e dove il cammino per arrivare all’amore è pieno di angoli bui, di demoni nascosti, di segreti inconfessabili.
DOUBLE è un romanzo che si legge in un fiato e che ti farà sognare.
DOUBLE_Uno è il primo capitolo di una storia d’amore di quelle che non si dimenticano.
Guarda i Book Trailer sulla PAGINA FACEBOOK >> www.facebook.com/double.il.libro
e su INSTAGRAM>> www.instagram.com/Silvia.May_double
**
### Sinossi
Hai mai provato un’attrazione talmente intensa da essere dolorosa?
Hai mai sentito la fiamma della passione bruciare ogni grammo della tua carne?
Ma se sai che quel fuoco ti farà male, cosa fai? Fuggi lontano o ti abbandoni alle fiamme?
DOUBLE è una storia d’amore e di passione dove niente è come sembra.
Helena è bellissima, spregiudicata, sensuale.
E’ una dea.
La dea dell’amore che regala ai suoi uomini un’esperienza erotica esaltante che li rende schiavi.
Helena dona il suo corpo, totalmente, ma non un grammo della sua anima.
Sembra calda, appassionata, coinvolta ma in realtà è fredda, distaccata, lontana anni luce dai suoi amanti.
Helena è sola nel suo mondo.
Helena non conosce l’amore.
Daniel è un uomo potente e di successo.
Sa cosa vuole e se lo prende.
E’ come l’acciaio: freddo, duro, splendente. E’ forte. Non si piega.
Si può fondere, però.
Allora diventa caldo, morbido, vellutato.
Ma per fondere l’acciaio il fuoco non basta … ci vuole anima.
Christine è una ragazza anonima che si confonde tra gli altri .
Sceglie di essere invisibile.
Non vuole che si vedano le sue ferite, le sue fragilità
La vita è stata dura con lei, le ha tolto tanto ma lei va avanti, non si scoraggia.
E’ determinata a farcela, a tenersi il fragile equilibrio che ha faticosamente conquistato.
Non ha fatto i conti con il destino, però.
Il suo ha due occhi blu che la fanno tremare, due occhi che la vedono e che la attirano inesorabilmente verso un fuoco che può far male. Molto.
Daniel Blake è il proprietario delle Blake Industries e quando vede Christine Jeckill per la prima volta intuisce che lavorerà instancabilmente, che è una professionista seria e affidabile che produrrà ottimi risultati.
Non vede altro.
Lei si è nascosta dietro un vestito dimesso e un grande paio di occhiali
ma, soprattutto, negli occhi di Daniel c’è un’altra donna: Helena.
Lei è un’escort di lusso che gli ha fatto perdere la testa, che si prende gioco di lui, che sembra stia per concedersi e poi si ritira.
Daniel la desidera come non ha mai desiderato nessun’altra, la cerca, la insegue ma lei sfugge e sembra inarrivabile.
Helena è fortemente attratta da Daniel.
Ma sa che è un uomo pericoloso, da tenere a distanza, l’unico capace di accendere il suo desiderio, l’unico che riesce a farle provare un brivido intenso. Ma una come lei non può permettersi di farsi coinvolgere, deve tenerlo lontano dalla sua vita
… ma è così difficile resistergli …
Christine lavora a ritmi serratissimi, Daniel non si è sbagliato su di lei ma quando si scontra con il suo carattere indomito e forte, qualcosa nella sua testa di accende: lei gli tiene testa, non si lascia sopraffare, non assume la forma che lui vorrebbe.
E’ lei il suo nuovo obiettivo: vuole piegarla al suo volere, come ha fatto con ogni donna che si è infilata nel suo letto ma non è semplice come credeva e a complicare le cose c’è quell’emozione al centro del petto che prova ogni volta che la guarda.
Tra le strade di New York, Hollywood e Mosca le vite dei tre protagonisti si intrecciano in una storia dove niente è come sembra e dove il cammino per arrivare all’amore è pieno di angoli bui, di demoni nascosti, di segreti inconfessabili.
DOUBLE è un romanzo che si legge in un fiato e che ti farà sognare.
DOUBLE_Uno è il primo capitolo di una storia d’amore di quelle che non si dimenticano.
Guarda i Book Trailer sulla PAGINA FACEBOOK >> www.facebook.com/double.il.libro
e su INSTAGRAM>> www.instagram.com/Silvia.May_double

La dottrina dell’immortalità della teologia orfica

Prendendo spunto dal ritrovamento di un vaso policromo del IIè secolo a.C. raffigurante le varie tappe del cammino dell’anima verso la sua patria celeste secondo la dottrina pitagorica, Bachofen in quest’opera scritta nel 1867 offre un ampio e affascinante quadro della religiosità orfica e delle sue manifestazioni, dalla severa purezza dell’ars bene vivendi et bene moriendi della Scuola Italica alla travolgente sensualità del culto di Dioniso. Egli si ispira a fonti letterarie, quali Plutarco, Porfirio, Cicerone e Macrobio, e soprattutto artistiche: numerosissime sono le testimonianze della pittura vascolare e della scultura funeraria che Bachofen interpreta secondo la sensibilità neoplatonica e neopitagorica come espressioni di un unico pensiero religioso e cosmologico insieme.
(source: Bol.com)

Dottori

Dopo gli straordinari successi che lo hanno reso famoso in tutto il mondo, Erich Segai offre ai lettori la sua opera più ambiziosa. Dottori è una nuova, coinvolgente ‘love-story’ e insieme uno sguardo penetrante gettato nei cuori e nelle menti di chi oggi pratica la medicina. Harvard Medical School, anno
accademico 1962: alcuni studenti sono brillanti, quasi geniali, in altri il talento sconfina nella follia. La strada che hanno scelto spezzerà molti di loro, mentre costringerà i più tenaci a confrontarsi con i propri sogni e timori segreti. L’autore ne tratteggia i ritratti, ne segue con partecipazione le vicende professionali e sentimentali. Tra tutti, spiccano le figure di Laura Castellano e Barney Livingston, legati fin dall’infanzia da un’amicizia che si trasformerà in passione. Ma perfino l’amore reciproco, perfino le loro capacità in campo medico rischiano di non essere sufficienti a salvare proprio quella vita che, per entrambi, è la più preziosa. Drammatico e romantico insieme, ricco di ispirazione e profondamente autentico, Dottori indaga nei risvolti più umani di una professione affascinante.

Il dottor Semmelweis

In questo libro, dedicato a uno degli eroi scientifici del Novecento, Ignazio Filippo Semmelweis, Celine ripercorre le tappe della vita di questo eroe misconosciuto che, nella Vienna del XIX secolo, scoprì le cause della febbre puerperale, grave infezione che causava la morte delle partorienti. La sua fu una scoperta incredibile, eppure semplicissima: erano le mani infette degli studenti e dei medici a causare tale infezione, scongiurabile con un accurato lavaggio delle stesse prima di entrare in sala parto. Trascinato in un susseguirsi di incomprensioni e persecuzioni da parte di quasi tutto l’entourage medico, Semmelweis venne allontanato e costretto a lasciare Vienna, finché la consapevolezza delle morti che la sua scoperta avrebbe potuto evitare e i continui dissidi con l’ambiente medico, lo indussero alla follia e alla morte.
**

Il dottor Prottor e la vasca del tempo

Altro che macchine, la vasca del tempo del dottor Prottor e la sua speciale schiuma da bagno sono le più geniali delle invenzioni! Immergetevi con Tina e Bulle in un’avventura che potrà addirittura cambiare il corso della Storia e… Tenetevi forte! Il dottor Prottor, l’inventore di mille genialate tra cui la fantastica polvere per petonauti, è volato a Parigi per ricongiungersi con l’amore della sua vita, la bellissima e sfortunata baronessina Juliette Margarin. Qualcosa però deve essere andato storto, perché un giorno Bulle e Tina ricevono una cartolina, che suona più come un S.O.S.: il dottor Prottor è rimasto intrappolato nel tempo! Ora tocca al ragazzino dai capelli rossi salvare il professore, e in fretta. Mentre Bulle parte per Parigi con l’inseparabile amica Tina, non sa di essere seguito dall’abominevole Raspa, ex assistente di Prottor, e dal suo terribile alito che sa di calzini bagnati. E nonostante la loro fervida immaginazione i due ragazzini non possono immaginare che cosa li aspetta: un’incredibile avventura nel tempo a bordo di una vasca da bagno, che li porterà dal palcoscenico del Moulin Rouge alla battaglia di Waterloo, dalla prigione di Giovanna d’Arco al Tour de France, per salvare lo scienziato pazzo e, forse, cambiare la Storia.
(source: Bol.com)

Il dottor Prottor e la distruzione del mondo. Forse.

Doktor Proktor, Bule i Lisa već su se obračunali sa siledžijama iz kraja, pa sa nasilnicima iz prošlosti o kojima se uči u knjigama iz istorije, a sada su na red došle siledžije iz svemira. Lunakameleoni, ljudožderi sa Meseca, zaveli su čitavu naciju pevajući na takmičenju za Prvi glas Norveške, i planiraju da hipnotisane Norvežane povedu u osvajanje čitavog sveta i usput ih, jednog po jednog, pretvore u vafle a onda i – pojedu! Srećom pa Doktor Proktor ima genijalnih izuma napretek, koliko i Bule hrabrosti a Liza pameti. Udružiće se sa učiteljicom i nastavnikom likovnog i suprotstaviće se raspevanim čudovištima kao „Petoro pobedivih” (Bule tvrdi da je lako pobediti kad si nepobediv, a da je pravi podvig pobediti tek kad nisi nepobediv). Pročitajte još mnogo toga pametnog, i još više ćaknutog, i najviše urnebesno smešnog u trećem, verovatno najlepšem delu serijala Doktor Proktor.
Doktor Proktorova vremeplovna kada druga je knjiga u serijalu o doktoru Proktoru koji kod dece širom sveta izaziva napade kikotanja, a kod autora, Jua Nesbea, osmeh od uveta do uveta, jer je ponovo izmislio nešto genijalno – knjige o Doktoru Proktoru! Nije ni čudo što je Ju Nesbe najuspešniji norveški pisac svih vremena.
[http://odiseja.co.rs/index.php/edicij…](http://odiseja.co.rs/index.php/edicije/prozna-putovanja-romani-za-decu-i-malde/1016-doktor-proktor-i-smak-sveta-detaljno)

Dostoevskij e la filosofia

Chi è stato, ieri, e chi è oggi Dostoevskij per noi: un’introduzione magistrale alla comprensione della sua opera che raccoglie la sfida alla filosofia che essa contiene. Sergio Givone è ordinario di Estetica all’Università di Firenze.
**

Dormi, magica signora

Se c’era una cosa che Arianna capiva perfettamente era il denaro. Era riuscita a pianificare tutta la situazione finanziaria della famiglia. Per questo si era subito resa conto che la zia Philomena stava per essere truffata da un medium ciarlatano. Lucian Howk, il celebre mago, sarebbe stato l’unico in grado di scoprire la truffa. Ma cosa ne sarebbe stato della sua vita così ben organizzata, nelle magiche mani di quell’uomo? C’era un unico modo per scoprire, tra le braccia di lui, il vero significato di un autentico incantesimo d’amore.

I Doria a Genova. Una dinastia mancata

Nella complessa vicenda della storia di Genova, se se ne approfondiscono gli elementi economici, politici e soprattutto antropologici, si capisce subito che non sarebbe stato possibile passare da un regime comunale a una signoria o a un principato, come invece avvenne in molti altri casi, come per una sequenza naturale. A Genova nessuno avrebbe sopportato un “capo”, un signore assoluto: l’oligarchia delle famiglie patrizie non lo avrebbe tollerato.
Lo capì perfettamente il più famoso e importante dei Doria, Andrea, che pure passa alla storia e ancor oggi alla toponomastica cittadina come il Principe per eccellenza. Il grande ammiraglio, fine tessitore dell’ardua politica del XVI secolo, fu di fatto il padrone di Genova, ma non dette vita a una dinastia, pur riservando un ruolo di rilievo alla propria famiglia che, nei suoi vari rami che sopravvivono, gode ancora di grande prestigio. Usciti dall’oscurità dell’XI secolo, i Doria sono ovunque presenti con il loro stendardo dall’aquila nera dalle ali spiegate, accanto alla croce rossa del vessillo di San Giorgio. La congiura dei Fieschi contro Andrea Doria resta l’episodio storico più famoso anche per le ampie risonanze letterarie e artistiche che ispirò. Dogi, cardinali, mecenati, ma anche sensibili alla Rivoluzione Francese, sino al Risorgimento, alle nuove idee e al cambiamento della politica, i Doria sono la rappresentazione d’un inimitabile spaccato storico: “dinastia” informale in un contesto di assoluta “diversità”, per dirla con Dante, nella storia italiana.
(source: Bol.com)

Il doppio volto dell’amore (I Romanzi Extra Passion)

Catturato dai narcotrafficanti, drogato e torturato per diciotto mesi, il Navy Seal Nathan Malone viene finalmente ritrovato e riportato a casa. Ma le sue condizioni psichiche e fisiche sono tali che si rifiuta di far sapere alla moglie Sabella di essere vivo. Dopo cure, riabilitazioni e interventi chirurgici, Nathan assume una nuova identità: Noah Blake, membro di un team di combattenti letali. Qualche anno dopo, Sabella, che ancora piange la sua morte, si ritrova nel mirino di una banda di fanatici razzisti e Noah interviene per proteggerla. Riuscirà a tenere nascosto il proprio segreto quando il desiderio e la passione, risvegliati dal legame profondo che li univa, minacciano di consumarli?

(source: Bol.com)