51121–51136 di 74503 risultati

Preferirei di no: le storie dei dodici professori che si opposero a Mussolini

L’8 ottobre 1931 Mussolini impone ai professori universitari il giuramento di fedeltà al fascismo. Su un migliaio di ordinari soltanto dodici si rifiutano di piegarsi al duce, perdendo la cattedra e, subendo, nell’Italia massicciamente sottomessa al regime, un raggelante isolamento. Dodici uomini, differenti per origine, carattere, modi di pensare, attitudini sociali; in quell’autunno del 1931 impartiscono la più magistrale delle lezioni insegnando che dire no è una scelta dovuta prima di tutto a se stessi.
Ernesto Buonaiuti, Mario Carrara, Gaetano De Sanctis, Giorgio Errera, Giorgio Levi Della Vida, Fabio Luzzatto, Piero Martinetti, Bartolo Nigrisoli, Francesco ed Edoardo Ruffini, Lionello Venturi, Vito Volterra – questi i nomi di coloro che compiono un gesto essenziale in nome di quegli «ideali di libertà, dignità e coerenza interiore» nei quali erano cresciuti.
*Preferirei di no* è un libro che, con rigore e affetto, ripercorre il tragitto di questi isolati viaggiatori che scelsero la terra del no e attraverso l’intreccio delle loro vite riscopre mondi di umanità e semplicità che sanno ancora oggi parlare con forza e efficacia.

Il predicatore

Da più di vent’anni una dolorosa faida lacera la famiglia Hult: Ephraim, il predicatore che infiammava le folle promettendo guarigione e salvezza, ha lasciato ai suoi discendenti un’eredità molto controversa. Il peso del sospetto continua a gravare su un ramo del clan, coinvolto suo malgrado nella sparizione di due ragazze risalente a molti anni prima. Una vicenda che nel delizioso paesino di Fjallbäcka, sulla costa occidentale della Svezia invasa dai turisti per la bella stagione, torna a essere sulla bocca di tutti dopo l’omicidio di una giovane donna, quando in una splendida gola naturale, sotto quel corpo martoriato, la polizia scopre anche i resti di due scheletri. La calda estate di Erica Falck e Patrik Hedström, che presto avranno un bambino, viene cosi sconvolta da un’indagine che, in un’angosciosa lotta contro il tempo, cerca di sviscerare i meccanismi della seduzione del potere, sfidando la malevolenza di una piccola comunità di provincia carica di segreti. In questo secondo episodio della serie di Erica Falck, Camilla Läckberg si conferma maestra nel tessere gli intrighi di una società chiusa, dove l’apparenza conta sopra ogni cosa e scoprire cosa accade realmente nella vita degli altri si rivela un’impresa alquanto complessa.
**

Il predicatore vagante

Una Georgia assolata dove la Guerra Civile non è ancora dimenticata, e dove le differenze di razza, i residui corrotti del vecchio fanatismo puritano, le passioni della terra e del sangue assumono forme ingenue, violente, talora selvagge, fa da sfondo a questo romanzo di Caldwell. Un romanzo dove lo scrittore ha forse raggiunto uno dei punti più significativi della sua arte. Sotto la superficie grigia e apparentemente monotona della narrazione, l’ultima verità dei personaggi e delle loro passioni emerge in modo graduale e con un’evidenza quasi ossessiva. Né solo appaiono qui figure isolate, ma tutto un piccolo mondo, nel furore collettivo del torbido rito che conclude la vicenda.

La preda

RACCONTO LUNGO (34 pagine) – SPIONAGGIO – Per Rock ei suoi amici dell’agenzia Hot Dreams un tour de force di sesso, sparatorie e coltellate
Jade Ling, agente della Hot Dreams, è stata rapita a Istanbul. Rock e Brian partono per la Turchia, ma l’appoggio dei loro contatti si rivelerà una trappola. Dragon Lady è tornata e può contare sull’aiuto di uno spietato trafficante di donne. In uno scenario innevato si scatena una guerra senza esclusione di colpi. Per Rock ei suoi amici un tour de force di sesso, sparatorie e coltellate.
Stefano Di Marino si interessa da vent’anni di narrativa popolare in tutti i suoi aspetti: dai romanzi, al cinema, ai fumetti. Autore di romanzi e serie di successo, ha scritto saggi sul cinema d’azione, thriller, erotico italiano e internazionale. Appassionato di viaggi, sport da combattimento e fotografia, possiede una vastissima biblioteca e una sempre aggiornata videoteca dedicate a tutti i generi d’intrattenimento. A volte si convince di essere come i suoi protagonisti…
(source: Bol.com)

La preda

È notte e Nicole si ritrova su un peschereccio, bendata e legata. L’ultima cosa che ricorda è di essere uscita da un ristorante di Marsiglia. Poi il nulla. Chi l’ha presa e portata lì? E perché? A un tratto sente quella voce, rivede quell’uomo che diceva di amarla e poi è sparito dalla sua vita: Nicolas Bastiani. Ufficialmente sembra una faccenda privata, ma ben presto Nicole capisce che in gioco c’è molto di più. Da brava pittrice, sa che per ottenere un buon risultato bisogna delineare le forme, definire i contorni e non tralasciare i dettagli… Chi si nasconde dietro quell’intrigo inquietante in cui lei sembra essere la preda più ambita? Un romantic suspense dai contorni decisi, il ritratto di una storia d’amore in cui l’autrice alterna abilmente pennellate di rosa e di giallo.

Preda 39

IL NUOVO MAESTRO DEL THRILLER CHE HA CONQUISTATO I LETTORI DI MEZZA EUROPA

Sono giovani, belle, di successo. Non hanno paura di niente. E questa è la loro condanna…

Sono tutte donne in carriera, brillanti, affascinanti, con una vita serena: realizzate. E sono tutte scomparse nel nulla, lasciando la macchina aperta, magari con la spesa nel bagagliaio, o la borsetta sul sedile. Tutte. Tutte e 39.
In mancanza di indizi, la polizia ha archiviato un caso dopo l’altro come «allontanamento volontario» e ha persino imposto al detective Mark Heckenburg d’interrompere le indagini. Troppe risorse sprecate, nessun risultato raggiunto. Ma Heck è sicuro che quelle donne sono state rapite, e probabilmente uccise. Così, testardamente, dà retta al suo intuito e non ai suoi superiori, trovando una preziosa alleata in Lauren, la sorella di una delle donne scomparse. E, quando qualcuno cerca di ucciderlo, ha la prova di essere sulla pista giusta. Non sa, però, che quella pista sta per condurlo a un’orribile rivelazione: la verità, talvolta, è l’ultima cosa che si vorrebbe scoprire…
**
### Sinossi
IL NUOVO MAESTRO DEL THRILLER CHE HA CONQUISTATO I LETTORI DI MEZZA EUROPA

Sono giovani, belle, di successo. Non hanno paura di niente. E questa è la loro condanna…

Sono tutte donne in carriera, brillanti, affascinanti, con una vita serena: realizzate. E sono tutte scomparse nel nulla, lasciando la macchina aperta, magari con la spesa nel bagagliaio, o la borsetta sul sedile. Tutte. Tutte e 39.
In mancanza di indizi, la polizia ha archiviato un caso dopo l’altro come «allontanamento volontario» e ha persino imposto al detective Mark Heckenburg d’interrompere le indagini. Troppe risorse sprecate, nessun risultato raggiunto. Ma Heck è sicuro che quelle donne sono state rapite, e probabilmente uccise. Così, testardamente, dà retta al suo intuito e non ai suoi superiori, trovando una preziosa alleata in Lauren, la sorella di una delle donne scomparse. E, quando qualcuno cerca di ucciderlo, ha la prova di essere sulla pista giusta. Non sa, però, che quella pista sta per condurlo a un’orribile rivelazione: la verità, talvolta, è l’ultima cosa che si vorrebbe scoprire…

Il pranzo di Mosè

Simonetta Agnello Hornby apre le porte della casa di Mosè, la tenuta dove da cinque generazioni la famiglia materna trascorre le vacanze estive. Insieme a Chiara, amata sorella, ci accompagna alla scoperta di questo luogo incantato.
Nella campagna di Agrigento, a pochi chilometri dalla Valle dei Tèmpli, sorge su una collina la masseria ottocentesca che ogni estate accoglie in processione incessante parenti, amici e conoscenti della famiglia. Chiunque risalga la stradella che conduce alla casa padronale viene ospitato, nutrito, accudito.
Come Mamma Elena e zia Teresa facevano un tempo, Simonetta e Chiara mettono ogni nuovo venuto a proprio agio; hanno imparato, aiutando la madre e la zia, l’arte dell’accoglienza e del convivio.
A Mosè si cucinano ancora oggi i prodotti dell’orto e quanto offerto dalla fattoria, utilizzando l’olio dell’antico uliveto che copre i fianchi della collina. Il tavolo della sala da pranzo continua ad allungarsi e restringersi per accogliere gli ospiti. A tavola si discute di cibo e si trascorrono ore serene, allietate dalla compagnia e dal piacere di una conversazione vivace. Mosè è rimasto il luogo caldo e magico dove si muovevano sicure Mamma Elena e zia Teresa.
Simonetta lo dimostra raccontando sei occasioni di convivio nella Mosè di oggi, mostrandoci i prodotti di stagione e guidandoci nella scelta dei menù. Svela le ricette tramandate da generazioni, e quelle segrete delle monache, e trasforma i resti in pietanze squisite. Ci conduce tra le stanze ombrose della grande casa fino alla luminosa sala da pranzo, spiega come decorare la tavola e come disporre gli ospiti in modo da mettere ciascuno a proprio agio e facilitare la conversazione. E ci fa assistere alla piacevolezza di un pranzo sempre ottimo, perché preparato con amore e gustato in compagnia.

Povera santa, povero assassino. La vera storia di Maria Goretti

Maria Goretti era una bambina di appena undici anni resa ancora più piccola, nel fisico e nella mente, dalle spaventose condizioni di povertà e ignoranza in cui viveva, nelle Paludi Pontine, agli inizi del Novecento. L’assassino era un ragazzo di nemmeno vent’anni che non riuscì a violentarla e che la uccise per pazzia o per sfuggire, con la prigione, a una vita bestiale nella palude. Sulla base dei documenti del processo penale e della causa di canonizzazione, Giordano Bruno Guerri ricostruisce la storia di santità sollecitata prima dalla reazione ultracattolica, poi favorita da Mussolini per dare una santa locale alle paludi bonificate, infine decisa da Pio XII per fornire un esempio di virtù in un “secolo corrotto e corruttore”. Questo saggio fornisce un ritratto potente dell’Italia contadina di un secolo fa e penetra per la prima volta nei meccanismi terreni che presiedono le cause dei santi. Nella premessa, scritta dopo le clamorose reazioni del Vaticano e le grandi polemiche suscitate dal libro, Guerri valuta inoltre l’atteggiamento della società italiana in una situazione di conflitto con la Chiesa e analizza la “politica dei santi” di Giovanni Paolo II.
**

Potevate anche dirmelo!

Elena ha trent’anni, soffre di sindrome premestruale, non è mai stata da un’estetista, non ama i pettegolezzi, porta solo scarpe basse e rivendica fermamente la propria autonomia e indipendenza. Reduce da una lunga relazione con l’amebico Paolo, si sente molto lontana dai cliché femminili: non ha nessuna intenzione né di sposarsi, né di avere figli e non dà importanza alla carriera, sentendosi un’aliena in una società che impone alle trentenni un’immediata realizzazione, personale e professionale.
Ma il nuovo lavoro presso un’importante azienda informatica impone al suo ruvido carattere una radicale trasformazione che porterà alla nascita di una versione aggiornata di Elena, una sorta di Elena 2.0 che, seppur in contrasto con il suo vero io, le fornirà, almeno in un primo momento, il necessario equilibrio per affrontare la quotidianità dell’ufficio e gli inaspettati eventi che la travolgeranno.
Mescolando sapientemente tratti di chick-lit e di parodia, Enrica Aragona dà vita alle vicende di un’antieroina dei nostri giorni con uno stile ironico, a tratti sarcastico e talvolta persino cinico plasmato dal carattere aspro della protagonista. Elena, nemesi della principessa indifesa delle fiabe, infatti, fornisce il proprio punto di vista sul mondo che la circonda cercando, a suo modo, di esorcizzare le paure di coloro che non possono più essere considerati ragazzini ma che non si sentono ancora abbastanza adulti: i trentenni, appunto.

Il Potere in Italia (Sulle Orme Della Storia)

Avete letto “Chi comanda in Italia”? Se no, affrettatevi. Se sì, questo nuovo, fulminante saggio di Giulio Sapelli è ancor più penetrante, analitico e illuminante di quello. È il prequel: lo completa con un’analisi storica che ricerca le origini della disgregazione e della devertebrazione del potere e dell’autorità nell’Italia odierna, uno Stato non legittimato che rimane un tratto permanente della vita nazionale.
Insieme al saggio di Sapelli, un’antologia di scritti sulla situazione italiana – alcuni di difficile reperibilità – che offrono spunti di riflessione originali e autorevoli. Una lettura di 60 minuti per iniziare a capire perché quello che succede intorno a noi è davvero serio.

Potere e complessità sociale

Cos’è e come si esercita il potere? Partendo dal rifiuto delle concezioni classiche di tipo liberaldemocratico e marxista, secondo le quali esso è un attributo di determinati soggetti o l’applicazione della forza fisica, Luhmann ritiene che il potere non sia altro che un ”mezzo di comunicazione” generato attraverso simboli. Solo questo modello può spiegare i fenomeni di produzione, circolazione e consumo del potere nelle moderne società informatizzate e multimediali. La teoria del potere nella concezione di Luhmann diventa quindi parte integrante di una teoria della società. Più che mai attuale, a oltre trent’anni dalla sua prima pubblicazione, ”Potere e complessità sociale” è una riflessione su chi e come governa le nostre esistenze.
(source: Bol.com)

Potere e bugie

2 ROMANZI IN 1 – POTERI E BUGIE di Kimberly Lang.
Ammanettata a Brady Marshall. È il sogno proibito di qualunque donna, ma certo non di Aspy, attivista in lotta contro tutto ciò che il figlio del candidato senatore rappresenta. Non c’è coppia peggio assortita di loro due e le foto di quell’unione forzata rischiano di rovinare la reputazione a entrambi. A meno che non usino le rispettive conoscenze per portare acqua al proprio mulino. Chi sarà la vittima e chi il carnefice?
TUTTO E’ BENE CIO’ CHE FINISCE A LETTO di Heidi Rice.
Quando la sua promozione dipende dall’incontro con Nick, rubacuori professionista col pallino per la scrittura, Eva non può più tirarsi indietro. Nemmeno se l’appuntamento sconfina in qualcosa di ben diverso dal lavoro. Una parola di meno e il malinteso è servito. Con tutte le conseguenze negative del caso. La verità fa male, si sa, ma a volte regala sorprese inaspettate, se non comanda la ragione.
(source: Bol.com)

Il potere della seduzione

Un valoroso ufficiale, un rude vichingo, un bandito gentiluomo, un nobile cavaliere e un reduce delle guerre napoleoniche. Cinque uomini che, pur appartenendo a epoche diverse, hanno in comune il desiderio di apparire diversi da ciò che sono in realtà. Ma la bellezza, l’audacia, la passione e la dolcezza delle donne che incontrano sul loro cammino scuote nel profondo ogni loro convinzione, spingendoli ad ammettere le proprie debolezze e ad abbandonarsi completamente all’unica cosa che conti davvero: l’amore.
Cinque grandi autrici di fama internazionale per un’indimenticabile antologia il cui filo conduttore è la seduzione.
Sedurre uno sconosciuto di C. Merrill
La schiava del vichingo di M. Willingham
Sedotta da un bandito di L. Allen
Una notte di piacere di T. Brisbin
Dietro la maschera di D. Gaston
**
### Sinossi
Un valoroso ufficiale, un rude vichingo, un bandito gentiluomo, un nobile cavaliere e un reduce delle guerre napoleoniche. Cinque uomini che, pur appartenendo a epoche diverse, hanno in comune il desiderio di apparire diversi da ciò che sono in realtà. Ma la bellezza, l’audacia, la passione e la dolcezza delle donne che incontrano sul loro cammino scuote nel profondo ogni loro convinzione, spingendoli ad ammettere le proprie debolezze e ad abbandonarsi completamente all’unica cosa che conti davvero: l’amore.
Cinque grandi autrici di fama internazionale per un’indimenticabile antologia il cui filo conduttore è la seduzione.
Sedurre uno sconosciuto di C. Merrill
La schiava del vichingo di M. Willingham
Sedotta da un bandito di L. Allen
Una notte di piacere di T. Brisbin
Dietro la maschera di D. Gaston

Il potere della seduzione

Un valoroso ufficiale, un rude vichingo, un bandito gentiluomo, un nobile cavaliere e un reduce delle guerre napoleoniche. Cinque uomini che, pur appartenendo a epoche diverse, hanno in comune il desiderio di apparire diversi da ciò che sono in realtà. Ma la bellezza, l’audacia, la passione e la dolcezza delle donne che incontrano sul loro cammino scuote nel profondo ogni loro convinzione, spingendoli ad ammettere le proprie debolezze e ad abbandonarsi completamente all’unica cosa che conti davvero: l’amore.
Cinque grandi autrici di fama internazionale per un’indimenticabile antologia il cui filo conduttore è la seduzione.
Sedurre uno sconosciuto di C. Merrill
La schiava del vichingo di M. Willingham
Sedotta da un bandito di L. Allen
Una notte di piacere di T. Brisbin
Dietro la maschera di D. Gaston
(source: Bol.com)

Il potere della magia

Sono passati cinque secoli da quando una catastrofica guerra scatenata dai demoni ha distrutto il mondo e sterminato quasi completamente il genere umano, avvelenando anche gran parte delle terre un tempo fertili e rigogliose. Da allora i sopravvissuti – umani, Elfi e le nuove razze mutanti – si sono rifugiati in una valle remota, protetta da una magia impenetrabile. Per cinquecento anni hanno goduto di una lunga pace, ma l’incantesimo che li isolava ha cominciato a svanire esponendo migliaia di vite alla minaccia delle forze barbariche che hanno seminato il caos nel resto del mondo.
Sider Ament, l’ultimo dei Cavalieri del Verbo, in possesso del bastone nero – un potentissimo talismano tramandatosi per secoli che proteggeva la valle -, è stato ucciso dai Troll, e il suo successore, Panterra Qu, il giovane cercatore di piste al quale in punto di morte ha affidato il bastone, è ancora troppo inesperto per affrontare le forze nemiche provenienti dall’esterno della valle. Nuovi grandi pericoli si profilano infatti all’orizzonte: un agguerrito esercito di Troll vuole impadronirsi della valle segreta e vi ha già inviato le sue spie, mentre Phryne, la figlia del re degli Elfi Oparion Amarantyne, è sotto accusa per l’omicidio del padre e una tremenda congiura mira a usurpare il trono.
Ma nessuno di questi rischi è paragonabile alla minaccia più tremenda, con la quale Panterra sarà destinato a misurarsi. L’ultimo dei demoni del Vuoto, un essere astuto e senza pietà che da secoli dà la caccia ai Cavalieri del Verbo, vede ora finalmente alla sua portata la realizzazione della missione che persegue da sempre: impadronirsi dell’ultimo bastone nero ed eliminare ogni forma di vita sulla Terra.
Sarà dunque necessario ricorrere alle Pietre Magiche, in cui nessuno più crede, che finiranno per essere usate in modo inedito e sorprendente.
Il potere della magia, proseguimento de L’ultimo cavaliere, è l’episodio che conclude “Le leggende di Shannara”, il nuovo capitolo del ciclo di Shannara, la saga fantasy più famosa al mondo che da trentacinque anni appassiona gli amanti del genere e tutti i lettori.

Il potere della luna

Dieci generazioni dopo i Vecchi Tempi, il mondo dove vive Thora è ancora un regno di insidie e pericoli, agguati e trappole mortali. Non a caso il clan cui Thora appartiene è stato attaccato e decimato dai pirati dei fiume: ora la ragazza è responsabile della sua sopravvivenza. e deve difenderla con le armi in pugno. Ma Thora non è una donna come le altre: è una Prescelta, e al collo porta l’amuleto con i poteri della Luna. E un giorno, con l’aiuto di un essere dagli occhi rossi e la strana voce sibilante, Thora si mette sulle tracce di un uomo leggendario, un uomo che si chiama Makil e che possiede un potere speciale quanto il suo: quello della spada di Lur. Insieme, Thora e Makil, dovranno affrontare un viaggio pericoloso, scendere in un mondo sotterraneo di mnacchine senz’anima e affrontare il Signore dell’eterna notte. Solo unendo. le loro forze il campione e la Prescelta potranno avere ragione di un nemico potentissimo e minaccioso: le loro avventure danno vita a uno dei più avvincenti romanzi di Andre Norton, maestra della science fantasy e autrice avventurosa tra le migliori della narrativa USA.
Copertina di Maren