51121–51136 di 68366 risultati

Il mio amico Maigret

«… Marcellin ha detto che lei era un suo amico. Può darsi che qualcuno avesse espresso dei dubbi sulle sue capacità professionali. Sta di fatto che l’ha difesa a spada tratta». «Era ubriaco?». «Più o meno come sempre. C’era un forte mistral… È proprio perché tirava il mistral che Marcellin, invece di andare a dormire sulla sua barca come faceva di solito, si è diretto a un capanno vicino al porto dove i pescatori ripongono le reti. La mattina dopo l’hanno trovato là dentro con parecchie pallottole nella testa, sparate a bruciapelo, e una nella spalla…». Maigret guardò la Senna attraverso la cortina di pioggia e pensò al sole del Mediterraneo. «Boisvert, il questore, è un tipo come si deve, l’ho conosciuto tempo fa. Non è uno che lavora di fantasia… Come Lechat, pensa che a scatenare il dramma sia stato l’averla nominata in quella conversazione. Anzi, la sua idea è che attraverso Marcellin si sia voluto in qualche modo colpire lei. Capisce? Qualcuno che ce l’ha con lei al punto da prendersela con chi si dichiara suo amico e la difende». (Le inchieste di Maigret 25 di 75)
(source: Bol.com)

Il mio amico Leonard o Una vita ricostruita

Leonard è il miglior amico che James abbia mai avuto. Quando James non desiderava altro che distruggersi è stato Leonard, carismatico uomo di mondo e gangster dichiarato, a salvarlo. E così, quando James, appena uscito di prigione, subisce il colpo più duro del suo destino, è al suo amico speciale che si rivolge. E Leonard, il grande Leonard, è pronto ad accogliere James come un “Figlio!”, a istruirlo nell’arte del “vivere audacemente”, a offrirgli un impiego remunerativo, per quanto vagamente illegale e un po’ rischioso. Leonard, gli affari segreti, le passioni che smentiscono la violenza della “carriera” che ha scelto, la favolosa generosità. Leonard, che in quell’amicizia ha investito più di quanto James abbia mai potuto immaginare.
**

Minty, lui mente

Minty Malone è molto gentile, disponibile e davvero carina. Sta per sposarsi. Mancano poche ore al grande momento e Minty ripensa alla sua relazione, a tutti i compromessi che ha dovuto fare per amore, ma è felice: ha quello che vuole, un marito. Raggiunge la chiesa e all’altare l’aspetta Dominic, ma quando il prete fa la richiesta formale della loro unione, Dominic dice che non se la sente e scappa via. Minty è sconvolta. Si sente colpevole di essere stata troppo buona. E’ convinta che sia stata proprio la sua incapacità a dire di no e ad imporsi alle persone a spingere Dominic ad andarsene. Decide di iscriversi ad un corso di coscienza, con l’idea di cambiare tutto nella vita.
**

Il minotauro

Questa spy-story d’autore, pubblicata nel 1980 in Israele, fu salutata l’anno dopo da Graham Greene come il miglior romanzo tradotto dell’anno. È una storia affascinante e originale in cui un agente segreto israeliano s’innamora di una ragazza dalla bellezza mediterranea e misteriosa, e usa tutte le tecniche e i trucchi del suo mestiere per seguire, controllare, determinare la vita di lei senza mai rivelarsi. Una relazione morbosa, in cui lui attraverso pedinamenti, informazioni rubate, finanche un omicidio, costruisce negli anni un invadente controllo sulla ragazza. Lei, pur non avendolo mai visto e pur irritata dalle crudeli e bizzarre richieste dell’uomo, lo ama. Anche perché le lettere che lui ossessivamente e regolarmente le fa recapitare rivelano una personalità struggente e appassionata.

Minipin

Attenti attenti al bosco stregato: tanti ci entrano e nessuno è tornato. Questo è il bosco dove il Piccolo Bill vuole tanto andare, ma la sua mamma gli dice che ci sono i Policorni, gli Sfarabocchi, i Cnidi Vermicolosi e i Sarcopedonti: è tutto vero. Infatti, appena entrato nella foresta, lo Sputacchione Succiasangue Tritadenti Sparasassi lo insegue sputando fuoco e… E Piccolo Bill non si sarebbe salvato se una finestrina non si fosse aperta in un tronco: il solito miracolo che Dahl fa accadere in aiuto dei bambini. Età di lettura: da 6 anni.

Miniatura di Natale

In questo libro singolare, Pearl Buck parla del significato misterioso e unico del Natale e dei vari modi in cui i protagonisti dei racconti, giovani e vecchi, giungono a scoprirlo. Fiabe e racconti sono basati sulle reminiscenze dei molti Natali trascorsi dall’Autrice sia in Cina sia in America. Non importa che l’albero sia il bell’abete della tradizione americana o un esile bambù cinese; che il maestoso tacchino arrosto sia sostituito da un’oca selvatica; o anche che non vi sia niente di tutto questo. Ciò che conta è la poesia, lo spirito del Natale, il momento magico in cui ogni essere umano, solo con se stesso e con i suoi ricordi, sente il bisogno di dare e ricevere amore, solidarietà, comprensione. E anche qui Pearl Buck proclama e ripete quelle che sono le sue convinzioni fondamentali: la fratellanza fra gli uomini, quale che sia il colore della loro pelle; l’imperativo di proteggere i bambini innocenti dalle ingiustizie e dai pregiudizi del mondo; la necessità che i popoli della terra non siano travagliati dalle guerre. ? un?esortazione all?amore e alla fede, rivolta a tutti gli uomini di buona volont?.

Mindfulness. Al di là del pensiero, attraverso il pensiero. Con 2 CD Audio

Da tempo gli scienziati si chiedono se la meditazione praticata dai monaci buddhisti può modificare l’attività cerebrale e influire positivamente sullo stato di salute. Questi studi muovono ancora i primi passi, ma alcuni medici sono convinti che la meditazione possa portare effetti benefici sia dal punto di vista psicologico, che fisico. Il concetto di “mindfulness” è utilizzato per rinnovare il modello di psicoterapia cognitiva della depressione. Indica la sospensione intenzionale di ogni giudizio e valutazione di ciò che accade intorno e dentro di noi, permettendo di osservare e accettare, senza volerli modificare, i processi di pensiero e le nostre reazioni emotive in tutti gli ambiti dell’esperienza.
**

I Minatori dell’Alaska

In questo romanzo lo scrittore veronese Emilio Salgari ha dato maggior sfogo alla propria immaginazione. L’autore, infatti, ha messo da parte le ambientazioni “marinaresche” per dedicarsi alla fredda e vastissima Alaska per fare da sfondo alla sua storia. Un’ambientazione atipica per la letteratura salgariana ma che consacra l’autore come uno dei migliori scrittori di avventure di tutti i tempi. Ovviamente, anche in questa opera, le descrizioni dei luoghi, degli uomini, degli animali e delle cose sono estremamente minuziose e ricche di particolari. I due protagonisti, due cow boys americani, si ritrovano nel corso della narrazione, a dover affrontare le sfide più difficili della propria vita. Il contesto storico in cui il romanzo è ambientato vede le rivolte degli indiani contro i conquistatori bianchi che volevano a tutti i costi invadere le loro terre. Mentre controllano il loro bestiame, Back e Bennie faranno un incontro che cambierà per sempre le loro vite. In un accampamento attaccato dagli indiani scoprono un uomo, Guglielmo che, nonostante fosse stato scotennato, aveva ancora uno spiraglio di vita. Per ringraziarli di averlo salvato, Gugliemo li condurrà in un viaggio. Il viaggio che modificherà le loro esistenze per sempre.
**

Minaccia nel fango

**IL MOSTRO ERA GIÀ ARRIVATO IN CIMA ALLA SCALA.**
Eccolo. Era all’inizio del corridoio e ci fissava con aria famelica. Sollevò gli arti superiori sopra la testa. Vidi che brandiva il poggiapiedi del sole in cui ero inciampata. I suoi occhi feroci brillavano spaventosamente. Fissava me. Proprio me. Ed emetteva un ringhio profondo e minaccioso.

La minaccia dell’orda

Nota: seconda parte di “Once a hero”, la prima è in “[Eroe della galassia](https://www.goodreads.com/book/show/15787389.Eroe_della_galassia “Eroe della galassia”)”
Processata ingiustamente per ammunitamento e rimandata su Altiplano, il suo pianeta natio, Esmay Suiza è stata riabilitata e l’aspetta una nuova missione. È così che viene inviata su Koskiusko, un’immensa base spaziale per la riparazione delle astronavi danneggiate in combattimento. Ma il nemico non perde tempo: un contingente della spietata Orda è già in agguato e progetta l’invasione di Koskiusko. Starà a Esmay fronteggiare la minaccia degli alieni, ben decisi a catturarla e a distruggere l’avamposto da lei difeso nello spazio.
Copertina di Franco Brambilla

Una minaccia dal passato

Sarah Patrick è una donna davvero speciale.
Assieme al suo golden retriever Monty appartiene alle squadre di soccorso, sempre in prima fila in giro per il mondo allo scopo di recuperare sotto il fango o tra le macerie i corpi di eventuali sopravvissuti.
Ma questa volta il loro compito sarà diverso.
Al ritorno da una missione in Turchia, Sarah viene contattata dal miliardario John Logan: il suo segretissimo centro di ricerca ubicato in Sudamerica è stato attaccato, gli impianti distrutti e il dottor Toni Bassett, a capo del pool di scienziati che vi lavorano, è stato rapito.
Logan sa che l’unico modo per salvare la situazione, tutelando il progetto che tanto gli sta a cuore, è trovare il prima possibile Bassett.
Conoscendo le doti di Sarah le chiede il suo aiuto, coinvolgendola in una caccia all’uomo che finisce per farsi tanto più pericolosa quanto più il legame fra loro diventa importante.
E mentre i colpi di scena si susseguono in maniera incalzante, Logan comprende che la minaccia di cui è oggetto nasce dal suo passato…

Millenovecento83

1983, 13 maggio: il sovrintendente capo della polizia Maurice Jobson affronta i giornalisti in una conferenza stampa per la scomparsa di Hazel Atkins, dieci anni. Sono passati due giorni e l’opinione pubblica vuole sapere qualcosa. Qualunque cosa. 1983, 14 maggio: l’avvocato John Winston Piggott chiede un colloquio con Michael Myshkin, l’omicida reo confesso di una bambina condannato a vita in una cella d’ospedale psichiatrico, per verificare le possibilità di ricorrere in appello. 1974, Vigilia di Natale: il giovane BJ fugge dal pub Strafford House con le tasche piene di banconote insanguinate e le dita piene di anelli non suoi, lasciando a terra tre poliziotti in un lago di sangue. Nell’era thatcheriana, anno quinto, sotto il cielo nero e piovoso di un’Inghilterra senza futuro, xenofoba e intollerante, si intrecciano le vicende del giovane skinhead che nel ’74 si vendeva nei bagni pubblici della stazione, del pingue avvocato che è quanto di più vicino a un eroe si possa trovare nel mondo allucinato di Peace, e del poliziotto che ha un’onorata carriera di corruzione e brutalitàalle spalle. Tre esistenze intaccate da guasti profondi, in cui le colpe dei padri ricadono sui figli come maledizioni e le ferite non possono essere guarite dal tempo. Tre vite che si attorcigliano l’una sull’altra, entrano in rotta di collisione, convergono in un Male Assoluto di antica memoria.David Peace chiude così il cerchio del Red Riding Quartet, la tetralogia noir che copre dieci anni di storia dello Yorkshire. In un alternarsi continuo di voci narranti e punti di vista, in un’iterazione di ossessioni e torture della mente e del corpo, la scrittura cruda e martellante esprime la violenza di un’umanità disperante e disperata, per la quale la vendetta assume il valore di giustizia barbarica e la redenzione non è mai di questo mondo. È un’eclissi totale del cuore.