Visualizzazione di 38329-38340 di 90860 risultati

Il mondo alla rovescia

“Avevo raggiunto l’età di seicentocinquanta miglia…” E’ subito chiaro, leggendo le parole con cui si apre il romanzo, che il mondo di Helward Mann non è come dovrebbe essere: infatti è un mondo semplicemente… impossibile. Eppure l’affermazione di Helward è perfettamente sensata, perché questa è la distanza che la città dove egli vive ha percorso sulla superficie del pianeta dal giorno della sua nascita: nel mondo di Helward, infatti, così viene calcolato il tempo. Ed ora, raggiunta l’età adulta, Helward deve imparare a convivere con tutte le contraddizioni e i misteri del suo mondo, uscendo finalmente dagli angusti confini della città. Ma le sorprese che lo attendono sono inquietanti e spettacolari, e generano sempre nuovi interrogativi. Perché la città deve assolutamente muoversi verso un misterioso punto ottimale che è sempre a poche miglia di distanza? Perché il territorio verso il quale si dirige è chiamato Futuro, mentre quello alle spalle invece è il Passato? E che cosa significa che a sud tutto è orizzontale e il tempo scorre più lentamente, mentre a nord accade esattamente il contrario? Il viaggio è appena agli inizi, ma già appare sconvolgente, mentre il ritmo delle sorprese è destinato ad accelerare… Helward, e i lettori di questo libro insieme a lui, non potranno fare a meno di rivedere continuamente le loro concezioni e le ipotesi fatte fino a quel momento. In realtà, Helward ha cominciato a sperimentare su di sé i fantastici effetti di un “mondo alla rovescia”: un pianeta di dimensioni infinite in un universo finito, dove spazio, tempo e percezione obbediscono a regole completamente diverse…
Un tour de force immaginativo dove speculazione, avventura e paradosso si sono incontrate, come poche altre volte in passato, per dare vita ad un inimitabile classico di fantascienza.

Il mondo alla McDonald’s

Che cosa c’entra Max Weber con il Big Mac? Per quanto irriverente, l’accostamento non è peregrino: il modello d’organizzazione sociale che per Weber toccava la sua forma più compiuta nella burocrazia, trova secondo Ritzer una declinazione lampante nel “sistema McDonald’s”, fondato sull’efficienza, la quantificazione, il calcolo, la prevedibilità, il controllo. Esempio per eccellenza: l’hamburger. Dimensioni e peso sono uguali in tutti i paesi del mondo, la confezione è uniforme, le modalità di consumo sono preordinate, il prezzo viene usato dagli economisti per comparare il costo della vita a livello internazionale. Un modello che sembra ormai regnare in ogni ambito della vita sociale: tra ipermercati e programmi televisivi, parchi Disneyland e vacanze preconfezionate, la standardizzazione si fa strada nell’istruzione e nella medicina, nella religione e nello sport. Pur sottolineando l’irreversibilità di tale processo, l’autore ne mette in luce gli aspetti degenerativi e i limiti intrinseci (iper- razionalità che scatena irrazionalità), e propone alcune strategie per mitigarne le conseguenze più disumanizzanti.

Il monaco prigioniero

Al giovane monaco benedettino Mark, mandato in missione nell’estate del 1144 nella diocesi dell’estremo sud del Galles, viene affiancato fratello Cadfael che, essendo gallese, conosce lingua e costumi del Paese. Ben presto però i due si trovano coinvolti nella faida tra il principe regnante, Owain Cwynedd, e il fratello, Cadwaladr, ritenuto responsabile di un assassinio e bandito. Owain ha tuttavia acconsentito a ricevere nel suo maniero un fedele seguace del fratello, Bledri. In una sola notte la situazione precipita: un messaggero annuncia che al largo della costa è stata avvistata una flotta di danesi armati, mercenari al soldo di Cadwaladr, intenzionato a riconquistare le sue terre.

Il mistero Penrose

Daniel Penrose, un eccentrico gentiluomo inglese, appassionato collezionista di antichità, scompare da casa in circostanze misteriose. Fra i pochi, labili indizi e le molte apparenze ingannevoli, risolvere il caso sembra un’impresa impossibile. Ci vorrà tutto il genio investigativo dell’inimitabile dottor Thorndyke per fare luce su una vicenda dai contorni sempre più torbidi, per giungere, attraverso una serie di colpi di scena, alla sconcertante verità.

Il mistero Marchester Royal

Un telegramma comunica all’avvocato Matthew Deckenham la morte di Lord Marchester, suo cliente, e lo invita a raggiungere immediatamente il luogo dell’accaduto, Marchester Royal. Precipitatosi alla stazione, Deckenham incontra l’ispettore Skarratt di Scotland Yard, In partenza per la medesima destinazione: apprende così che Lord Marchester è stato assassinato. L’Ispettore inizia le Indagini, certo che il colpevole sia lo stesso svaligiatore misterioso in cui si era imbattuto già due anni prima. Ma una complessa situazione ereditaria e imprevisti retroscena complicano il caso, rendendo più difficile la strada verso la soluzione finale.

Il mistero di Starvel

Una giovane si trasferisce presso la residenza di un vecchio zio, tanto misantropo quanto avaro, Ma la residenza va a fuoco e tra le macerie fumanti vengono ritrovati tre cadaveri. Si suppone che quei corpi carbonizzati e irriconoscibili appartengano allo zio e ai suoi fedeli servitori, ma un dubbio si fa strada…

Il mistero di Rennes-le Chateau Nuove ricerche, nuove ipotesi

L’abate Béranger Saunière, prete del villaggio francese di Rennes-le-Château, si spense nel 1917. Da allora il paese è diventato un meta turistica fra le più frequentate. Ma perché? Chi era l’umile prete che da un giorno all’altro entrò in possesso di una sterminata fortuna che con la sua morte sparì nel nulla, a parte una villa magnifica, una chiesa restaurata e una vicenda a metà tra realtà e leggenda, fatta di cene luculliane, scavi misteriosi, ermetiche iscrizioni tombali e morti misteriose. Gli autori sono penetrati nella biblioteca dell’abate, hanno ricostruito la sua personalità e le sue amicizie, localizzato gli scavi, decifrato iscrizioni e individuato il luogo in cui riposerebbe il tesoro.
**

Il mistero di New Inn 31

Uno strano paziente; una postilla che, aggiunta in un secondo testamento, priva l’erede naturale di un patrimonio che riteneva ormai suo; un personaggio che a volte appare e spesso scompare. Questi gli elementi di cui si serve Freeman per collegare due affascinanti storie che sembrano non avere niente in comune. Thorndyke, il grande investigatore protagonista dei gialli più riusciti di Freeman, riesce, con le sue intuizioni, le sue scrupolose ricerche e le deduzioni, a concludere l’indagine nella maniera più rigorosa, permettendo il trionfo della giustizia.

Il mistero di Jacob Street

Un pittore paesaggista al lavoro in una solitaria radura diviene involontario testimone di una scena sconcertante. Al ritorno al suo studio, a Jacob Street, abbozza uno schizzo ispirato all’accaduto. Una settimana dopo, apprende che nel punto in cui egli ha assistito alla scena è stato compiuto un omicidio, e che lui stesso è sospettato di averlo commesso…

Il mistero di Angelina Frood

A Londra, in piena notte, un giovane medico deve soccorrere una signora in preda a uno strano shock. A distanza di pochi mesi i due si ritrovano e diventano amici. Ma poco dopo la signora scompare misteriosamente. Ogni tentativo di rintracciarla risulta vano, finché Thorndyke, l’investigatore più amato da Freeman, riesce a risolvere il caso.

Il mistero di Agnes Cecilia

Nora, una ragazzina di 14 anni, dubita dell’affetto dei suoi genitori adottivi. Attorno a lei incominciano a succedere degli eventi che hanno qualcosa di irreale e inspiegabile. Attraverso di essi però, Nora fa la conoscenza di Agnes Cecilia, una ragazza che sembra venuta da altri tempi… Età di lettura: da 11 anni.
**