50913–50928 di 68366 risultati

Naufragio trasparente

Mercer, giovane e inesperto ufficiale medico, è poco più di un cameriere addetto ai passeggeri della Euridice, I’astronave a prova di tutto, che parte per un normale volo verso Ganimede. Goffo, timido, suscettibile, Mercer colleziona rapidamente una serie di brutte figure e di feroci umiliazioni fino al momento in cui l’impossibile accade e l’ordine di abbandono nave viene lanciato dal comandante. Comincia allora un’operazione di salvataggio non meno drammatica di quella del Titanic, dove Mercer, solo con la sua radio, è di colpo l’uomo da cui dipende la vita di tutti i naufraghi rinchiusi a bordo di trasparenti scialuppe di plastica che rotolano nel terrore e nel buio degli spazi interplanetari.
Copertina di Karel Thole

Naufragio

L’Evangeline è una barca fatta su misura per il suo proprietario. Costruita per poter navigare in tutte le acque e in ogni condizione atmosferica, equipaggiata con gli strumenti più sofisticati e tecnologicamente all’avanguardia, l’Evangeline è pronta per la crociera inaugurale. Otto sono i membri dell’equipaggio e diciannove i passeggeri, tutti personaggi famosi: manca solo il proprietario poiché all’ultimo momento un grave problema gli ha impedito di partire. Ma come il Titanic, anche l’Evangeline non è inaffondabile. Colta da una violentissima tempesta al largo delle coste dell’Africa, la barca non resiste alla forza delle onde. Delle ventisette persone a bordo solo quattordici riescono a imbarcarsi su una scialuppa di salvataggio con il minimo necessario per sopravvivere. Eppure numerose erano le scialuppe a disposizione e tutte contenevano cibo e acqua in abbondanza. Quaranta giorni dopo, gli esausti naufraghi vengono tratti in salvo, ma solo sei sono i sopravvissuti. Terminate le scorte, erano ricorsi all’unico mezzo di sostentamento disponibile e avevano compiuto una scelta raccapricciante. Uno dei superstiti, il capitano Vincent Marlowe, viene accusato di omicidio: è lui che aveva il comando della nave ed è lui, quindi, il colpevole. La sua unica difesa è che era necessario uccidere alcuni per salvare gli altri. In un memorabile processo, dove la suspense non viene mai meno e i colpi di scena abbondano, la giuria è chiamata a pronunciarsi su una questione morale: fino a che punto si può arrivare quando è in gioco la sopravvivenza? È lecito sacrificare qualcuno per il bene dei più? Può la legge degli uomini giudicare certe azioni? Dopotutto l’oceano tratta gli esseri umani secondo le proprie regole, e l’imputato era l’unico a conoscerle. Questi interrogativi e le possibili risposte continueranno ad assillare il lettore anche dopo l’ultima pagina.

Naufragio

Descrizione
Questo “Naufragio” (Shipwreck) di Charles Logan che esce contemporaneamente su Urania e in Inghilterra, ha vinto il premio per il miglior romanzo inglese di FS indetto dall’editore Gollancz e dal Sunday Times. Nel campo della fantascienza come in qualsiasi altro, un premio letterario non è sempre una raccomandazione. Specialmente nel campo della fantascienza, anzi, quelle che vengono premiate sono molto spesso le ambizioni sbagliate: il vezzo sempre più diffuso di usare robot e astronavi, mutanti ed extraterrestri, come semplice pretesto per cervellotiche e illeggibili composizioni pseudoavanguardistiche, pseudosurrealiste, che tentano di spacciarsi per “alta cultura” ma nulla in realtà hanno a che vedere con la FS e con la cultura. Nel caso di Logan la giuria inglese ha invece avuto la mano felicissima, premiando un libro di autentica ispirazione fantascientifica: una storia esemplare che, tuttavia, proprio per la sua classica e lineare semplicità fa onore non soltanto alla FS ma a tutta la narrativa inglese contemporanea.

I naufraghi del Poplador

La guerra fra Stati Uniti e Messico vede il Capitano Don Pablo Guzman, comandante della corvetta Poplador, incaricato di incrociare sulle coste Californiane in appoggio ai partigiani messicani. Il genovese Michele Galla, comandante in seconda e fidatissimo uomo di Don Pablo, è con lui; assieme svolgono brillantemente il compito assegnato. Un uragano, che fa naufragare miseramente il Poplador, obbligherà i nostri eroi e l’intero equipaggio a nuove ed inattese avventure. Imbarcati sul Richmond, con la speranza di rimpatriare, si troveranno invece in balia di un gruppo di malfattori. Una tragica fuga, condurrà i naufraghi nell’arcipelago delle isole Marchesi per l’ultima terribile esperienza con gli indigeni del luogo. Salvati in extremis da una nave di passaggio, giungeranno in patria quando le sorti del conflitto saranno ormai decise.

Natura morta con custodia di sax

Nove leggende del jazz magistralmente ritratte insieme al loro mondo perduto. Thelonious Monk che, incurante della baraonda intorno a lui, suona il Baby Steinway mezzo incastrato in cucina, con la schiena cosí vicina ai fornelli da rischiare di prendere fuoco. Lester Young perso, la notte, in una stanza d’albergo inondata dalla luce di un neon verde proveniente dalla strada. Charles Mingus che come una furia pedala al Greenwich Village attaccando briga con passanti e automobilisti e attraversando giornali, lattine vuote e cartacce sollevate dal vento. E poi Bud Powell, Duke Ellington, Chet Baker… Musicisti che hanno fatto la storia della musica jazz raccontati a partire da immagini, aneddoti e soprattutto dalla musica, in ritratti che sono veri e propri pezzi di virtuosismo narrativo. *** «Questo libro è una vera e propria gemma». Keith Jarrett

Natura morta

L’agente dell’FBI Pendergast deve affrontare il caso più inquietante della sua carriera: in un campo di grano, a Medicine Creek, Kansas, è stato ritrovato il cadavere brutalizzato di una donna. Intorno alla vittima, i corpi, anch’essi straziati, di 24 corvi disposti a cerchio. Notte dopo notte altri spaventosi delitti si susseguono con ferocia animalesca nell’atmosfera surreale della cittadina, avvolta dalla paranoia e dalla sensazione che qualcosa di terribile stia per accadere. Tocca a Pendergast, aiutato da una ragazzina ribelle ma molto acuta, trovare la pista giusta e svelare i misteri di una provincia apparentemente tranquilla.

(source: Bol.com)

Nato sotto una cattiva stella

From a writer whose novels have been acclaimed for their unflinching exploration of evil comes a brilliant collection of short stories—some never before published—that distill dread back down to its essence—and inject it straight into the reader’s back brain. Andrew Vachss might have scissored his characters from today’s headlines: a stalker prowling around an anonymous high-rise; a serial killer whose transgressions reflect a childhood of hideous abuse; an inner-city gunman who is willing to take out a blockful of victims in order to win a moment of acceptance.
Tautly written and endowed with murderous ironic spin, *Born Bad* plunges us into the hell that lies just outside our bedroom windows.
Author Biography: Andrew Vachss has been a federal investigator in sexually transmitted diseases, a social caseworker, and a labor organizer, and has directed a maximum-security prison for youthful offenders. Now a lawyer in private practice, he represents children and youth exclusively. He is the author of numerous novels, two collections of short stories, three graphic series, and *Another Chance to Get It Right: A Children’s Book for Adults*. His work has appeared in *Parade, Esquire, Antaeus, The New York Times*, and many other forums. Born and raised in New York City, he now lives in the Pacific Northwest.

Nato da figlio sconosciuto

Ex militante di sinistra, il commissario Ray Matas trascina per Nizza la sua solitudine alcolica. Triste e disilluso, è ormai in piena deriva, quando scopre di avere un figlio, un ragazzo che non ha mai conosciuto e che forse è un assassino. Convinto dell’innocenza del giovane, il poliziotto mette a soqquadro l’intera città allo scopo di scagionarlo. Tuttavia, nel corso di un’indagine senza respiro, Matas si vedrà costretto a gettare nuova luce anche sul proprio passato. Con esiti spaventosi…

Un Natale tutto rosa

Neanche per tutto l’oro del mondo Katriane James avrebbe accettato di vivere sotto lo stesso tetto con l’arrogante fratello della sua coinquilina. Scontroso e sarcastico, Egan Winthrop è l’esatto contrario del suo uomo ideale, inoltre la loro burrascosa convivenza diventa subito più bollente del previsto. Come i baci che Egan è riuscito a rubarle, mandandola su tutte le furie.

Il Natale piu’ dolce

Per Jake Finley, caporeparto di un negozio di giocattoli a Manhattan, il Natale significa solo una cosa: profitto. Per Holly Larson, invece, la notte più dolce dell’anno è ancora intrisa di amore e di speranza. Solo un miracolo potrebbe far incontrare e innamorare due persone tanto diverse… Per fortuna esiste la signora Miracle che, con qualche semplice consiglio, li indirizzerà verso l’appuntamento perfetto. D’altronde, chi può resistere alla magia delle luci di Natale sotto la neve? Un dolce bacio darà l’avvio alle danze, e la musica continuerà per sempre.

Natale per caso

Due persone diverse ma con lo stesso nome, nella stessa città, lo stesso giorno di dicembre. Due destini che si intrecciano, quasi solo per caso, in una moderna ”storia di Natale”.
C´è un Mario single, che fa il tassista e che vorrebbe diventare un rapper famoso. E c´è un Mario, sposato che lavora come corriere in una piccola ditta di trasporti. Non si conoscono ma vivono nella stessa città (Modena) e in uno specifico martedì di dicembre, a pochi giorni da Natale, hanno una giornata “speciale” in cui i loro destini si sfiorano per caso ripetutamente, costruendo per entrambi un lieto fine differente e inaspettato. 

Natale milionario

Ella McLeod ha tutto ciò che desidera: una carriera di successo in uno studio legale, una bella casa e una vita sociale glamour e vivace. Al matrimonio penserà poi, così come alla possibilità di avere un figlio. Ma il destino ha deciso diversamente: per realizzare il sogno dell’amata sorella accetta di prestarsi come madre surrogata, ma non ha fatto i conti con il milionario Yevgeny Volkovoy, il tenebroso cognato tradizionalista e autoritario. Quando poi la sorella dichiara di non potersi prendere cura del bambino, Ella decide di darlo in adozione. Ma Yevgeny non intende permetterglielo, e le propone un accordo: lei e il bambino andranno a vivere con lui entro Natale, ed, Ella gli concederà tutta se stessa, o Yevgeny farà ogni cosa in suo potere per portarle via ciò a cui tiene.
(source: Bol.com)

Un Natale in giallo

Petra e Fermín, Enzo Baiamonte, Primo detto Terzo, Amedeo Consonni, Massimo e i vecchietti del BarLume, Martin Bora e Lorenzo La Marca. I nostri più amati investigatori, dinamici o pigri, sentimentali o cinici, soli o in compagnia, a fine anno si imbattono inevitabilmente nel Natale. Festa, si sa, significativa e densa per tutti, in cui ci si sente molto soli o troppo in compagnia. Il Natale è una dura prova. E si può vedere cosa succede all’investigatore dopo; per così dire: quando la sua avventura poliziesca è terminata.

(source: Bol.com)