50849–50864 di 65579 risultati

URANIA FANTASY 02 C.J. Cherryh L’ALBERO DELLE SPADE

Sul conto di Ciaran Cuilean, signore di Caer Wiell, circolano strane storie. C’è chi dice che nelle sue vene scorra il sangue del Popolo Magico, che lui intrattenga misteriosi rapporti con la terra elfica di Eald, il mondo in cui vive tutto ciò che è fatato, attraverso le visite di Arafel, la Signora degli Alberi, e c’è perfino chi dice che gli anni sembrano incapaci di segnare il suo viso o il suo corpo. Ciaran è un signore giusto e generoso, il suo dominio, è una terra ricca e fortunata, ma gli altri baroni e lo stesso re lo guardano con sospetto misto a timore, e questa situazione è destinata a peggiorare quando dal mondo di Eald il Signore della Morte decide di riprendere una partita interrotta molti anni prima: una partita in cui il destino di Caer Wiell può essere segnato da una mossa di minore importanza, ma che per Ciaran Cuilean significherà in ogni modo il ritorno sulle Vie d’Ombra della terra di Eald.

Urania 0467 – Le Guide Del Tramonto

Per sei giorni le immense astronavi, silenziose e immobili, restarono sospese sulle metropoli della Terra. Poi vennero gli ordini, e ai terrestri non restò che obbedire. Ma per ani e anni nessuno potè vederli, gli Esseri venuti con le astronavi. Nessuno poté sapere chi erano. Per quale misteriosa ragione “Essi” non volevano essere conosciuti? Forse perchè (ma nessuno lo sospettò) non volevano essere “ri-conosciuti”? Un classico della fantascienza che è anche un classico del suspense.

L’uomo sotterraneo

Il diciottesimo caso di Lew Archer inizia una dolce mattina di settembre. L’investigatore si alza, esce nel cortile per dare le noccioline alle ghiandaie. Qualcuno si unisce a lui. E’ un bambino di cinque anni che poco dopo scompare. Attorno alla scomparsa di questo bambino e al suo presunto rapimento, sotto l’incubo di un furioso incendio che devasta i boschi e le ville di un’elegante zona residenziale di Los Angeles, ruota tutta la vicenda. I cui nodi saranno sciolti con certosina pazienza da un Lew Archer sempre più abile nel tessere attorno a testimoni e colpevoli una fitta ragnatela di domande. Perchè lui sa per certo che i veri enigmi restano quelli del cuore umano e per risolverli non occorre la pistola ma l’esperienza e la psicologia.

L’Uomo Sbagliato

**«Una Palermo disincantata ritratta con ironia anche nei suoi lati più sinistri.»
Corriere della Sera
*Le indagini dei fratelli Corsaro*
Dall’autore del bestseller* Insoliti sospetti*
Palermo.** Cosimo Pandolfo è in galera da anni, accusato dell’omicidio di Giovanni Cannizzaro per banali questioni di vicinato. Ma l’uomo, seppure violento e dedito all’alcol, si è sempre dichiarato innocente. Solo il figlio Filippo gli crede. E quando una testimone in punto di morte gli racconta una verità rimasta nascosta che potrebbe scagionare il padre, il ragazzo si rivolge ai fratelli Corsaro, noti per la loro abilità nel risolvere i casi più difficili. L’avvocato e il giornalista indagheranno entrambi, seppur seguendo piste diverse, e arriveranno a scoperchiare un calderone di segreti, inganni e brutali violenze, che portano fino all’Iraq, ai contractors e agli orrori della guerra. Roberto e Fabrizio sfideranno un avversario pericoloso e senza scrupoli. Mettendo a rischio la loro stessa vita. 
**Un autore ai primi posti nelle classifiche
La nuova voce del giallo italiano parla siciliano
Hanno scritto dei suoi libri:**
«Una Palermo disincantata ritratta con ironia anche nei suoi lati più sinistri.»
**La Lettura**
«Toscano coniuga la capacità di delineare i personaggi di quel palcoscenico a cielo aperto che è la vita di paese con un umorismo elegante, capace di comicità anche quando la tragedia incombe.»
**Il Foglio**
«Un legal thriller ben congegnato nel quale Toscano offre una più che riuscita prova della sua capacità di controllo dei personaggi e della storia.»
**la Repubblica**
**Salvo Toscano**
È giornalista e autore dei romanzi *Ultimo appello*, *L’enigma Barabba* e *Sangue del mio sangue*. È stato semifinalista al Premio Scerbanenco e finalista al Premio Zocca Giovani. Con la Newton Compton ha pubblicato *Insoliti sospetti*, *Falsa testimonianza *e *Una famiglia diabolica*. È stato tradotto nei Paesi di lingua inglese.
**
### Sinossi
**«Una Palermo disincantata ritratta con ironia anche nei suoi lati più sinistri.»
Corriere della Sera
*Le indagini dei fratelli Corsaro*
Dall’autore del bestseller* Insoliti sospetti*
Palermo.** Cosimo Pandolfo è in galera da anni, accusato dell’omicidio di Giovanni Cannizzaro per banali questioni di vicinato. Ma l’uomo, seppure violento e dedito all’alcol, si è sempre dichiarato innocente. Solo il figlio Filippo gli crede. E quando una testimone in punto di morte gli racconta una verità rimasta nascosta che potrebbe scagionare il padre, il ragazzo si rivolge ai fratelli Corsaro, noti per la loro abilità nel risolvere i casi più difficili. L’avvocato e il giornalista indagheranno entrambi, seppur seguendo piste diverse, e arriveranno a scoperchiare un calderone di segreti, inganni e brutali violenze, che portano fino all’Iraq, ai contractors e agli orrori della guerra. Roberto e Fabrizio sfideranno un avversario pericoloso e senza scrupoli. Mettendo a rischio la loro stessa vita. 
**Un autore ai primi posti nelle classifiche
La nuova voce del giallo italiano parla siciliano
Hanno scritto dei suoi libri:**
«Una Palermo disincantata ritratta con ironia anche nei suoi lati più sinistri.»
**La Lettura**
«Toscano coniuga la capacità di delineare i personaggi di quel palcoscenico a cielo aperto che è la vita di paese con un umorismo elegante, capace di comicità anche quando la tragedia incombe.»
**Il Foglio**
«Un legal thriller ben congegnato nel quale Toscano offre una più che riuscita prova della sua capacità di controllo dei personaggi e della storia.»
**la Repubblica**
**Salvo Toscano**
È giornalista e autore dei romanzi *Ultimo appello*, *L’enigma Barabba* e *Sangue del mio sangue*. È stato semifinalista al Premio Scerbanenco e finalista al Premio Zocca Giovani. Con la Newton Compton ha pubblicato *Insoliti sospetti*, *Falsa testimonianza *e *Una famiglia diabolica*. È stato tradotto nei Paesi di lingua inglese.

L’uomo perfetto

RACCONTO LUNGO (39 pagine) – ROMANCE – Il fidanzato di Giulia è bello, atletico, affermato, insomma… perfetto. Ma è proprio così? Allora perché si sente insoddisfatta e inadeguata? Tra bignè al cioccolato, lezioni di yoga e i consigli della stralunata zia Betta, Giulia scoprirà come conquistare la propria felicità…

Giulia ha ipotecato il suo futuro per Enrico, ha abbandonato il sogno di aprire una pasticceria e cerca di adattarsi a un mondo che non le appartiene. Come non farlo? Lui è perfetto, non ha nulla che non va, tra molte spasimanti ha scelto proprio lei… allora perché Giulia non riesce a sentirsi felice? Quando è assalita dalla tristezza, l’unico rifugio è la casa di zia Betta, tra colonie di gatti, fiori e squisite torte. Sarà lei a trascinarla a una lezione di yoga dove, tra cadute e imbarazzi, Giulia scoprirà il suo mantra personale del ”ce la puoi fare” e un nuovo incredibile amore. Ma avrà la forza di troncare con il passato?

Finalista in vari concorsi con racconti pubblicati in diverse antologie, Manuela Chiarottino ha da poco pubblicato il suo primo romanzo ”Arriveranno le farfalle”, una storia che parla dell’amore in tutte le sue sfaccettature. Ne ha curato anche la cover, un suo quadro di sabbia, altra grande passione. Nella collana ”Chic & Chick” ha già pubblicato il racconto ”Non ditelo a Ella”.

(source: Bol.com)

L’uomo in fuga

In una cinica America futuribile, Ben Richards decide di partecipare alle selezioni per l’Uomo in fuga, un sadico, seguitissimo show dove il protagonista, braccato dai ”Cacciatori” della Rete e da chiunque lo riconosca, intasca cento dollari per ogni ora di sopravvivenza e, se allo scadere dei trenta giorni concessigli è ancora vivo, un miliardo di dollari. Ben, che ha disperatamente bisogno di soldi per curare la figlioletta malata, viene giudicato idoneo e per lui comincia un incubo che si dileguerà soltanto nel colpo di scena finale¿
(source: Bol.com)

L’uomo in bilico

Joseph, il protagonista de L’uomo in bilico, dopo aver dato le dimissioni dal suo impiego vive isolato ed estraneo agli amici di un tempo, ai parenti e alla stessa moglie. Il caso gli ha fatto dono dell’intelligenza e della libertà, ma a prezzo della solitudine e dell’insoddisfazione esistenziale. Un giorno, con una decisione sconcertante e radicale, decide di dare un definitivo addio alla vita borghese e si avvia tranquillo verso la costrizione fisica e morale del duro servizio militare. In quell’organizzazione dove tutto è predisposto dall’alto, dove il rapporto umano è necessariamente sostituito da quello gerarchico, Joseph infatti non avrà più problemi di comunicabilità e responsabilità sociale. A partire da questa svolta, quello che si apre di fronte agli occhi del lettore è un viaggio allucinato e tagliente nell’alienazione del mondo contemporaneo alla ricerca dei fondamenti di una nuova vita. Anche al prezzo della negazione di ogni principio di libertà.

(source: Bol.com)

L’uomo ha paura dell’uomo

L’uomo ha paura dell’uomo by Ryszard Kapusci
“La morte non fa più notizia. Pare che oggi la gente, più che della morte dei propri simili in altri paesi, si preoccupi del fatto che, nel suo stesso paese, i suoi simili diventino troppo numerosi e, quindi, di non trovare più lavoro, posti a scuola per i figli, letti negli ospedali, e di finire per morire soffocata nella calca cittadina.” il Sud America visto con gli occhi di un grande cronista alla ricerca del filo conduttore che inesorabilmente lega a triplo filo le dittature con le morti politiche dei rivoluzionari e dell’opposizione, mentre il mondo attorno a lui si alimenta di altre angosce, per dimenticare. Tratto da “Cristo con il fucile in spalla”, pubblicato da Feltrinelli. Numero di caratteri: 108.977

Un uomo giusto

Un uomo giusto by Elena Stancanelli
Anna è architetta, vive da sola nel quartiere di San Saba a Roma e due volte al giorno scende a prendere il caffè.
Davide fa il meccanico, e gli piace guardarla camminare. È dislessico, non ha mai imparato a leggere, sa fare tutto ma non sa niente.
Niente di quello che sappiamo noi.
È forte e non conosce cautela. Vive di corsa e combattendo. Senza regole.
È stato ricchissimo e ha perso tutto.
La sua vita è una parabola insieme terribile e luccicante. Il bambino bello, lo Zecchino d’Oro, le foto sui giornali, le moto le corse la velocità, e poi la cocaina, la galera.
Una notte Davide decide di regalare ad Anna la cosa più preziosa che ha: la sua storia.

L’uomo è un grande fagiano nel mondo

Un uomo attende il passaporto che gli permetterà di emigrare. Nel tempo bloccato dell’attesa conta i giorni. Il luogo è un villaggio della minoranza tedesca in Romania e il tempo sono gli ultimi anni prima della caduta del regime di Ceausescu. Molti inutili sacchi di farina costa al mugnaio Windisch la speranza di poter abbandonare il paese ed emigrare in Germania. Ma solo quando sua figlia Amelie accetta di compiacere le voglie del parroco e del poliziotto i passaporti, finalmente, arrivano. Squarci di una luce brutale raccontano questo tempo di attesa sovrastato dall’immagine del fagiano, con le sue ali così inette al volo, che in rumeno è a sua volta immagine della creatura umana irretita nel fatale impaccio della vita.
**

L’Uomo Duplicato

L’uomo duplicato by José Saramago
“Voglio arrivare a lui senza che nessuno lo sappia e senza che lo sospetti. Parole definitive che non ammettevano sconti” Protagonista del romanzo è un professore di Storia di scuola media dal nome altisonante, Tertuliano Máximo Afonso. Separato dalla moglie senza ricordare né perché si fosse sposato né perché avesse divorziato, questi incontra grandi difficoltà nelle relazioni col prossimo. Lo si può definire un depresso. Conduce una vita solitaria e noiosa, fino al giorno in cui non scopre una cosa incredibile. Dietro consiglio di un collega, noleggia una commedia leggera in videocassetta, ed eccolo faccia a faccia con una comparsa che, ben più che somigliargli, è proprio lui. Un autentico doppio, la cui esistenza sconvolge quella di Tertuliano, che da quel momento fa di tutto per scoprire chi sia quell’attore, cosa faccia, che storia abbia, sprofondando così in una realtà parallela… Con ironia, acume e sapienza narrativa Saramago ci conduce in un’inquietante indagine sull’alter ego, ricca di suspense e di spunti di riflessione sull’identità, nonché di svolte impreviste.

L’uomo di gesso

Guardandosi indietro, tutto è cominciato quel giorno alla fiera, con il terribile incidente sulla giostra. Il giorno in cui Ed, dodicenne, ha incontrato per la prima volta l’Uomo di Gesso. È stato proprio lui, l’Uomo di Gesso, a dargli l’idea di utilizzare quei disegni per i messaggi con il suo gruppo di amici. E all’inizio era uno spasso, per tutti. Fino a quando non è stato ritrovato il cadavere di una ragazzina. Ma sono passati trent’anni, e Ed pensava di essersi lasciato il passato alle spalle. Poi, per posta, riceve una busta: un gessetto, e il disegno di un uomo stilizzato. Certe storie non finiscono. Il gioco, per Ed e i suoi amichetti di un tempo, ricomincia da capo. L’Uomo di Gesso è di nuovo tra loro.

(source: Bol.com)

L’uomo della sabbia e altri racconti

Nei racconti di Ernst Theodor Amadeus Hoffmann (1776 – 1822) viene operato un radicale stravolgimento: inconcepibile, assurda è la realtà concreta; naturali invece sono i sogni, le magie, una follia che fa cadere ogni schermo all’intuizione delle più segrete verità psicologiche. L’opera di Hoffmann, inquietante trascrizione poetica di un’attività fantastica e allucinatoria, ebbe una fortuna immensa, incarnando l’essenza del romanticismo tedesco.