50833–50848 di 65579 risultati

La valle delle donne lupo

La valle delle donne lupo by Laura Pariani
«La montagna, piú che un luogo geografico, è un’esperienza: quella di un mondo potente nella sua resistenza a certe pazze vertigini della modernità, ma assolutamente marginale». E proprio come la montagna sono marginali e potenti le figure che l’hanno abitata, e che abitano questo libro. Sono le donne lupo, capaci di «affrontare a viso aperto il grave del mondo». Sono balenghe, diverse, eccentriche, «tutte falciate dalla stessa sentenza di emarginazione, servite alla comunità per mettere in scena sempre lo stesso canovaccio». Eppure, forse proprio per questo, cariche di un’oscura forza leggendaria.
Una ricercatrice s’inoltra per le valli piemontesi facendo interviste con il suo registratore. Le hanno parlato di una donna, la Fenísia, che vive isolata nel Paese Piccolo, vicino al vecchio cimitero: è lei la memoria di quei posti.
È nata nel novembre del 1928, non ha mai vissuto altrove e «il lavoro della sua famiglia è sempre stato quello del sotterramorti ». Comincia cosí il rapporto tra la scrittrice e l’anziana donna e, scabro e incalzante, si dipana il racconto di una vita da cui emergono figure femminili impossibili da dimenticare: la madre Ghitín, la nonna Malvina, la bionda cugina Grisa, «un bisquí di settebellezze», rinchiusa in manicomio per aver osato ribellarsi a un padre violento.
«Agli uomini il sudore e alle donne il dolore», la vita in valle è sempre stata durissima, specie per chi ha la sfortuna di nascere femmina.
Via via il ricordo produce un vortice di storie e un crudo sentimento di rabbia; vicende atroci vissute da ragazze e donne di ogni età, come quelle delle «balenghe », sotterrate nel prato che Fenìsia vede dalla sua cucina… una folla di fantasmi di cui può immaginare perfino l’aspetto, e a cui sente di appartenere.
Perché anche lei custodisce un segreto, e ha una convinzione: esiste «un puntino che è il posto della piú grande lucidità e della piú grande intimità con sé: lí dentro, ciascuno sa per scienza infusa, nella lingua dei segreti e dei sussurri, che la vendetta è la cosa più saggia».
* * *
«Fin dal titolo del suo nuovo romanzo, *La valle delle donne lupo*, Laura Pariani lascia intuire di essere tornata, dopo qualche diversivo, a uno dei momenti centrali della sua narrativa. È l’esplorazione del mondo femminile, evocato, con passione antropologica, in ambienti chiusi e marginali che ne fanno risaltare le peculiarità (…) Laura Pariani delinea con robusta efficacia la vita della montagna, senza assolverla per la sua resistenza alle vane lusinghe della modernità. Il suo microcosmo offre soltanto lo sfondo più nitido di una dolorosa, conflittuale condizione umana».
**Lorenzo Mondo, «Tuttolibri»**

La valle delle baccanti

Liuba sognava il successo e per ottenerlo usava il suo corpo. Ora quel corpo conturbante giace in una cabina telefonica della periferia romana, straziato, profanato. In tanti anni il commissario Samaritano non aveva mai assistito, in quelle campagne, a una simile violenza. Campagne pensate come zona residenziale ma che potevano diventare luogo di lotta di bestie che ricordavano i mostri randagi di secoli addietro

La Valle dell’Arcobaleno

Anna dai Capelli Rossi – La Valle dell’Arcobaleno by Lucy Maud Montgomery
C’è una nuova famiglia a Glen St. Mary, il paese in cui Anna vive con Gilbert e i suoi bambini. Sono i Meredith. Papà John Meredith, distratto e sempre con la testa tra le nuvole, è il nuovo pastore della chiesa presbiteriana, e poi ci sono quattro figli: Jerry, Faith, Una e Carl, che diventano immediatamente amici per la pelle dei figli di Anna. Ma la mamma è morta quattro anni fa e senza una mamma a guidarli è facile che quattro ragazzini vivaci e impulsivi come i piccoli Meredith, che sono un po’ anticonformisti, che amano giocare nel cimitero o studiare gli insetti, che dimenticano addirittura di indossare le calze o che ospitano una trovatella sconosciuta come la povera (e molto fantasiosa) Mary Vance, suscitino lo scompiglio e scandalizzino una piccola società chiusa e un po’ ipocrita di provincia. Ma la Valle dell’Arcobaleno custodisce segreti e sogni, e lì tutto sembra possibile. Perfino che papà incontri una dolce signorina che abita in cima a una collina piena di vento con una sorella un po’ bisbetica e un gatto nero. Ed è possibile che questa dolce signorina possa trovare la soluzione giusta. Il settimo libro della serie di Anna dai Capelli Rossi

Il Vagabondo Delle Stelle

Il vagabondo delle stelle by Jack London
Il vagabondo delle stelle è un romanzo scritto da Jack London nel 1915. Narra la storia di un professore universitario, Darrell Standing, detenuto nel carcere di San Quentin per l’omicidio del professor Haskel. Il protagonista, più tardi condannato a morte per aggressione e non per l’omicidio del professore, scrive negli ultimi tre giorni della sua vita le sue memorie. Più che memorie sono racconti di “viaggi” che fa durante il periodo di permanenza in carcere, soprattutto quando rinchiuso in cella di isolamento.
Standing è sempre stato un detenuto ritenuto “incorreggibile”, ossia “un essere temuto da tutti”, e fortemente odiato da Atherton, direttore del carcere. Dopo alcune vicende, che coinvolgono un altro detenuto, Cecil Winwood, e una presunta dinamite nascosta all’interno del carcere, Standing viene rinchiuso in cella di isolamento. Qui subisce anni di torture e di camicia di forza, come punizione da parte del direttore, per non voler rivelare dove si trova la dinamite, della cui esistenza egli non è a conoscenza e che in realtà non è mai entrata all’interno del carcere.
Alla fine del romanzo Darrell Standing, prima di venire impiccato per l’aggressione del secondino Thurston, descrive l’assurdità della pena di morte, il disagio sperimentato dai suoi esecutori e la sua assoluta serenità, alimentata dalla curiosità di vivere la sua prossima vita.

Vagabondaggio

In questo breve e felice libro è racchiuso, in una forma che ondeggia tra il diario e la favola, tutto il materiale da cui trarranno origine le cosiddette «opere maggiori» di Hesse. Nel mondo poetico e narrativo dell’indimenticabile autore di Siddharta ricorre con significativa frequenza la figura del vagabondo, del cercatore irrequieto, sospinto senza tregua tra boschi e villaggi, sempre a un valico o a una frontiera, talvolta assorto in estatiche meditazioni, o assopito nella calura meridiana, nostalgico esule alla vista di una casa o dì un volto umano. In questa condizione di libertà assoluta, di totale disponibilità, il viandante si fa protagonista di un’esperienza superiore, quasi sacrale. Apparentemente escluso dal mondo, in realtà ne interpreta e ricompone i più profondi dissidi. Il senso e la poesia del vagabondaggio, che qui si esprimono in tratti nitidi e gioiosi, sono chiaramente metaforici: ogni uomo, che voglia incamminarsi alla ricerca dell’essenza mistica e spirituale della vita, è da quel momento viandante, uomo solo

VacciNazione

8 luglio 2017, 15.000 persone a Pesaro: militanti del movimento NO-VAX, ma anche famiglie con bambini, medici e semplici cittadini, tutti lì a manifestare contro il decreto in discussione in Parlamento. Mi aspetto che una partecipazione così massiccia finisca sulle prime pagine di tutti i quotidiani e in apertura di tutti i tg. Invece nulla. Silenzio. Perché tutta questa reticenza? Decido di indagare. La mia inchiesta parte da qui. Ma questa storia parte dal 2014, quando l’Italia è diventata la nazione capofila a livello mondiale delle strategie vaccinali. Per quale motivo si è passati da 4 a 10 vaccini obbligatori, quando metà dei paesi europei ha zero vaccini obbligatori? Lo si è fatto sulla base di una vera emergenza? Quali sono i dati medici ufficiali sulle reazioni avverse? Perché la ministra Lorenzin nega l’esistenza dei danneggiati da vaccino, quando il suo ministero eroga più di 600 indennizzi? Le persone che hanno adottato il piano vaccinale erano libere da conflitti d’interesse? In un’inchiesta senza precedenti sulla notizia che ha occupato le cronache durante l’ultima estate e di cui si discuterà ancora di più nei prossimi mesi, Giulia Innocenzi affianca medici, scienziati, politici, esperti di diritto e semplici padri e madri di famiglia per cercare di dare risposte attendibili e serie a questi e a tanti altri quesiti. Perché è sempre il momento giusto per porsi delle domande sulla nostra salute e su quella dei nostri figli, ed è obbligatorio scavare sotto la superficie della notizia senza pregiudizi. Perché solo una maggiore consapevolezza può salvare la nostra vita. E il nostro futuro.

(source: Bol.com)

Vacanze negli Hamptons (Da Manhattan con amore Vol. 5)

Felicity Knight, professione dog-sitter, è giovane, single, e vive a New York, città che adora.
La sua vita è semplicemente perfetta… finché Seth, il suo ex marito, non inizia a lavorare nella clinica veterinaria che frequenta anche lei. Sono dieci anni che non lo vede, eppure le basta uno sguardo a quell’uomo bellissimo per farle battere forte il cuore. E tutto a un tratto è come se il loro burrascoso matrimonio fosse finito solo il giorno prima. Così, quando la nonna le chiede se può trascorre l’estate da lei, negli Hamptons, per darle una mano finché non si sarà ripresa da una brutta caduta, Fliss coglie al volo l’opportunità di allontanarsi da una situazione potenzialmente dolorosa.
Seth però non ci sta. Se Fliss è fuggita il motivo può essere uno soltanto: prova ancora qualcosa per lui, e questo la spaventa. Ma lui l’ha già lasciata andare una volta, e non ha intenzione di ripetere lo stesso errore. È deciso a farle capire che, in realtà, non ha mai smesso di amarla, e lo farà con l’aiuto della sua adorabile cagnetta Lulu e dell’atmosfera magica dell’estate negli Hamptons.
**
### Sinossi
Felicity Knight, professione dog-sitter, è giovane, single, e vive a New York, città che adora.
La sua vita è semplicemente perfetta… finché Seth, il suo ex marito, non inizia a lavorare nella clinica veterinaria che frequenta anche lei. Sono dieci anni che non lo vede, eppure le basta uno sguardo a quell’uomo bellissimo per farle battere forte il cuore. E tutto a un tratto è come se il loro burrascoso matrimonio fosse finito solo il giorno prima. Così, quando la nonna le chiede se può trascorre l’estate da lei, negli Hamptons, per darle una mano finché non si sarà ripresa da una brutta caduta, Fliss coglie al volo l’opportunità di allontanarsi da una situazione potenzialmente dolorosa.
Seth però non ci sta. Se Fliss è fuggita il motivo può essere uno soltanto: prova ancora qualcosa per lui, e questo la spaventa. Ma lui l’ha già lasciata andare una volta, e non ha intenzione di ripetere lo stesso errore. È deciso a farle capire che, in realtà, non ha mai smesso di amarla, e lo farà con l’aiuto della sua adorabile cagnetta Lulu e dell’atmosfera magica dell’estate negli Hamptons.

Vacanze negli Hamptons

Felicity Knight, professione dog-sitter, è giovane, single, e vive a New York, città che adora.
La sua vita è semplicemente perfetta… finché Seth, il suo ex marito, non inizia a lavorare nella clinica veterinaria che frequenta anche lei. Sono dieci anni che non lo vede, eppure le basta uno sguardo a quell’uomo bellissimo per farle battere forte il cuore. E tutto a un tratto è come se il loro burrascoso matrimonio fosse finito solo il giorno prima. Così, quando la nonna le chiede se può trascorre l’estate da lei, negli Hamptons, per darle una mano finché non si sarà ripresa da una brutta caduta, Fliss coglie al volo l’opportunità di allontanarsi da una situazione potenzialmente dolorosa.
Seth però non ci sta. Se Fliss è fuggita il motivo può essere uno soltanto: prova ancora qualcosa per lui, e questo la spaventa. Ma lui l’ha già lasciata andare una volta, e non ha intenzione di ripetere lo stesso errore. È deciso a farle capire che, in realtà, non ha mai smesso di amarla, e lo farà con l’aiuto della sua adorabile cagnetta Lulu e dell’atmosfera magica dell’estate negli Hamptons.

(source: Bol.com)

Una vacanza per amare ancora (Digital Emotions)

Mia e Gianluca si sono innamorati a prima vista, ma il fuoco tra i due è andato via via affievolendosi col tempo, soprattutto a causa del lavoro di lei. Mia sta dando il massimo per lo studio di avvocati con cui collabora ma ha finito per allontanare tutti: gli amici, la famiglia e persino quel dolce ragazzo che non ha mai battuto ciglio a ogni sua mancanza. La loro storia sembra essere agli sgoccioli e Gianluca le dà un ultimatum: se non fa qualcosa per cambiare, lui la lascerà. Capita proprio a poche settimane da un viaggio programmato a Innsbruck, dove volevano festeggiare San Valentino. Nessuno dei due però è disposto a cedere il biglietto all’altro, così si ritrovano a partire in vacanza insieme da ex. Il rancore e l’odio che entrambi provano l’uno per l’altra li porta a una guerra a colpi di gelosia, bisticci, accuse e malintesi. Entrambi vogliono rovinare la vacanza all’altro ma la convivenza forzata farà scoppiare scintille di tutt’altro genere…
** Tra loro due sarà una battaglia. Vincerà l’amore o l’odio? **
* * *
Scopri gli altri ebook della Butterfly Edizioni, ecco gli ultimi pubblicati:
* “Vorrei che fossi felice” di Arianna Di Giorgio
* “I love my spy” di Sadie Jane Baldwin
* “Mr. Troublemaker – accanto a te non ho paura” di Mew Notice
* “Verità sussurrate” di Sonia Picci
* “Fashion love – anche le commesse sognano” di Sara J. Del Consile
* “Love is… on air” di Valeria Leone
* “Uno scatto per sempre” di Angela Castiello
* “L’ultimo bacio” di Alessia D’Oria
* “Ti amo, stupido!” di Cristina Migliaccio
* “Dolci malintesi” di Rujada Atzori
* “Note d’amore” di Giovanni Novara
* “Regalami un sorriso” di Antonella Maggio
* “Una sorpresa per te (in ogni tuo respiro)” di Rujada Atzori
* “I love my boss” di Sadie Jane Baldwin
* “Love O’Clock” di Joy Ridle
* “L’amore che ci manca” di Giulia Mancini
* “Piccoli imprevisti d’amore” di Ilenia Sartori
* “Fashion love 2 – l’amore è sempre di moda” di Sara J. Del Consile
* “Amore dietro le quinte” di Ilenia Bernardini
* “Una vacanza per amare ancora” di Elena Russiello
* “Non fidarti del buio” di Emme X
**
### Sinossi
Mia e Gianluca si sono innamorati a prima vista, ma il fuoco tra i due è andato via via affievolendosi col tempo, soprattutto a causa del lavoro di lei. Mia sta dando il massimo per lo studio di avvocati con cui collabora ma ha finito per allontanare tutti: gli amici, la famiglia e persino quel dolce ragazzo che non ha mai battuto ciglio a ogni sua mancanza. La loro storia sembra essere agli sgoccioli e Gianluca le dà un ultimatum: se non fa qualcosa per cambiare, lui la lascerà. Capita proprio a poche settimane da un viaggio programmato a Innsbruck, dove volevano festeggiare San Valentino. Nessuno dei due però è disposto a cedere il biglietto all’altro, così si ritrovano a partire in vacanza insieme da ex. Il rancore e l’odio che entrambi provano l’uno per l’altra li porta a una guerra a colpi di gelosia, bisticci, accuse e malintesi. Entrambi vogliono rovinare la vacanza all’altro ma la convivenza forzata farà scoppiare scintille di tutt’altro genere…
** Tra loro due sarà una battaglia. Vincerà l’amore o l’odio? **
* * *
Scopri gli altri ebook della Butterfly Edizioni, ecco gli ultimi pubblicati:
* “Vorrei che fossi felice” di Arianna Di Giorgio
* “I love my spy” di Sadie Jane Baldwin
* “Mr. Troublemaker – accanto a te non ho paura” di Mew Notice
* “Verità sussurrate” di Sonia Picci
* “Fashion love – anche le commesse sognano” di Sara J. Del Consile
* “Love is… on air” di Valeria Leone
* “Uno scatto per sempre” di Angela Castiello
* “L’ultimo bacio” di Alessia D’Oria
* “Ti amo, stupido!” di Cristina Migliaccio
* “Dolci malintesi” di Rujada Atzori
* “Note d’amore” di Giovanni Novara
* “Regalami un sorriso” di Antonella Maggio
* “Una sorpresa per te (in ogni tuo respiro)” di Rujada Atzori
* “I love my boss” di Sadie Jane Baldwin
* “Love O’Clock” di Joy Ridle
* “L’amore che ci manca” di Giulia Mancini
* “Piccoli imprevisti d’amore” di Ilenia Sartori
* “Fashion love 2 – l’amore è sempre di moda” di Sara J. Del Consile
* “Amore dietro le quinte” di Ilenia Bernardini
* “Una vacanza per amare ancora” di Elena Russiello
* “Non fidarti del buio” di Emme X

Va’, metti una sentinella

Uno storico evento letterario: la pubblicazione del primo romanzo di Harper Lee, l’amata autrice del romanzo premio Pulitzer, ”Il buio oltre la siepe”. ”Va’, metti una sentinella” è ambientato a metà degli anni cinquanta e presenta molti personaggi de ”Il buio oltre la siepe” vent’anni dopo. Scout (Jean Louise Finch) torna a Maycomb da New York per andare a trovare Atticus. Cercando di comprendere l’atteggiamento del padre nei confronti della società e i suoi stessi sentimenti verso il posto dove è nata e dove ha passato l’infanzia, Scout è costretta ad affrontare difficili questioni personali e politiche. Esaminando come i personaggi de ”Il buio oltre la siepe” cambiano di fronte agli eventi turbolenti che caratterizzano l’America in trasformazione della metà degli anni cinquanta, ”Va’, metti una sentinella” getta una nuova affascinante luce sul classico di Harper Lee. Commovente, divertente e appassionante, ”Va’, metti una sentinella” è sì sequel del precedente, ma soprattutto è un magnifico romanzo a se stante.
(source: Bol.com)

Utilità del credere

Utilità del credere by Sant’Agostino d’Ippona
Sant’Agostino come sempre ci regala grandi emozioni con i suoi scritti. Questa grande opera intitolata “Utilità del Credere” entra nella nostra catena “Gold” perché per noi è uno degli scritti di teologia cristiana più belli che siano mai stati scritti. Sant’Agostino ci insegna tantissime cose con i suoi libri, come l’Utilità nel Credere al Padre Celeste. Leggere i libri di Sant’Agostino può favorire la crescita spirituale.

Uscita per l’inferno

###
Un uomo come tanti. Una vita regolare, un buon impiego, una moglie affettuosa e una tragedia con cui convivere, da quando l’unico figlio non c’è più. Da allora George e Mary hanno cercato di riprendere un’esistenza normale, ma in realtà niente è più come prima: qualcosa in George si è spezzato per sempre. Così, quando viene informato che la sua villetta, la sua ditta, l’intero quartiere in cui abita saranno spazzati via da un inutile prolungamento autostradale non ha dubbi e si schiera a fianco dei condannati a morte. Ambientato ai tempi di un’indimenticabile crisi energetica, nell’America angosciata e impaurita dal futuro, un romanzo duro e incalzante di Stephen King firmato con lo pseudonimo di Richard Bachman.
**

Uscirne vivi

*Dear life*, cara vita… Il titolo originale della tredicesima raccolta di storie di Alice Munro sembra la consueta formula epistolare di un pacificato congedo. Ma ha anche, nel contesto narrativo e nell’espressione idiomatica da cui proviene, il senso di un pericolo appena scampato. Scrivere alla vita, dunque, per uscirne vivi. Con l’urgenza di ogni fuga, un’impazienza nuova che si manifesta in un inedito nitore. Quello della narratrice di *Ghiaia*, il cui disincanto e tormento esistenziale sembrano raccontati dalla prospettiva raggiunta di una lucidità imperturbabile. O del protagonista fuggiasco di *Treno*, che attraversa le stazioni della propria esperienza e di quella altrui con lo sguardo di un semplice passeggero a bordo della vita. Quello che segue i percorsi mentali della vecchia di *In vista del lago* e del suo sconclusionato viaggio verso un passato irrecuperabile. Un nitore che connota anche la lingua di pagine nelle quali Munro concede alla sua prosa un’ulteriore, estrema libertà, asciugando le proprie frasi come pietre, spolpandole fino all’osso. Ossa di storie, voci lontane e ancora vive, sguardi, una parsimonia di parole, ellittica e più che mai essenziale. Ecco che cosa resta da dire, ecco che cosa trova il lettore in Uscirne vivi: tracce di materiale radioattivo, lo stesso, pericoloso e potente, che ha attraversato, illuminandole, tutte le storie. Il residuo secco. Le prime e le ultime cose, rivela Munro, il bandolo di un mondo realizzato in sessant’anni di imperterrito lavoro e l’ago puntato nella stoffa, in quiete.
(Susanna Basso)

Usa la tua mente per cambiare la tua vita

Come il potere del pensiero trasforma la realtà
Decenni prima delle ricerche delle neuroscienze sulle reti neurali e sulla plasticità del cervello, Wallace D. Wattles, scrittore, esponente del Nuovo Pensiero e fervente ricercatore nell’ambito della Scienza della Mente, pubblica “Mind: What is It?”: le tesi così innovative esposte in questo saggio che presentiamo per la prima volta in edizione italiana non possono che abbagliare il lettore moderno.
I risultati dimostrati da settant’anni di ricerca scientifica sottoscrivono e ratificano le tesi avanzate da Wattles: che la mente viene prima del cervello, che la mente è una forza, una energia che he plasma il cervello e lo utilizza per esprimere se stessa. Come lo plasma? Attraverso l’esperienza. Qual è l’essenza dell’esperienza? La libertà. La libertà di attivare nuove interconnessioni neuronali e di riscrivere il programma dei nostri comportamenti. La libertà di essere, come dice Wattles, “ciò che scegliamo di essere”.
Il messaggio del cervello plastico, il messaggio di questo straordinario libro di Wattles, è un messaggio di incondizionata fede planetaria nelle nostre capacità evolutive.
“Così come è certo che si può scrivere quello che si vuole su una lavagna, è certo che possiamo scrivere quello che vogliamo nel nostro cervello, e che ciò che scriviamo è ciò che saremo.” (l’Autore)
CONTENUTI DEL LIBRO
. Vita e organismi
. Iniziare a pensare
. La funzione degli emisferi cerebrali
. Curare le cattive abitudini
. Desiderio, volontà e autorealizzazione
“Ora che abbiamo spiegato nel dettaglio il meccanismo fisiologico con cui la mente esprime se stessa; ora che abbiamo descritto il processo di realizzazione in termini così semplici che anche chi va di fretta può leggerli e comprenderli; ora che abbiamo dato dimostrazione matematica del fatto che è possibile per ognuno di noi fare ed essere tutto ciò che vogliamo fare ed essere; ora che abbiamo dimostrato che anche la fede ha basi scientifiche, non abbiamo contribuito a dare qualcosa di valore alla vita del mondo?
Penso proprio di sì.” (L’Autore)
NOTA BIOGRAFICA
Wallace Delois Wattles (1860-1911) è uno dei più noti e importanti esponenti del New Thought (Nuovo Pensiero), movimento filosofico e spirituale nato nella seconda metà dell’Ottocento negli Stati Uniti e attivo ancora oggi. I suoi libri di maggiore successo (“La Scienza del diventare ricchi”, “La Scienza del Benessere”, “La Scienza della Grandezza”, “Il tuo potere interiore”, “Il vero Gesù”) – che Area51 Publishing ha pubblicato in edizione digitale, in ebook e audiolibro – hanno cambiato la vita materiale e spirituale di milioni di persone e hanno ispirato il film e il libro “The Secret” dell’australiana Rhonda Byrne, che ha rilanciato nel mondo la grandezza e qualità dell’insegnamento del Nuovo Pensiero e della Scienza della Mente. Area51 Publishing sta pubblicando l’opera di Wallace D. Wattles in edizione integrale in ebook, audiolibro e libro cartaceo.

Usa e getta

NUOVA EDIZIONE 2015 ******** Secondo le aziende costruttrici, quella della vita a termine degli oggetti di consumo, soprattutto elettrici ed elettronici, sarebbe soltanto una ‘triste leggenda’, un sospetto infondato perché privo di riscontri fattuali. Sfidano a dimostrare l’esistenza di una difettosità deliberata, l’introduzione di qualcosa di simile a geni di mortalità in grado di far inceppare, a tempo debito, stampanti e lavatrici, televisori e computer, accorciandone la durata e costringendo gli acquirenti a sostituirli in modo sempre più compulsivo. Arrivano a negare ogni plausibilità all’idea stessa di ‘obsolescenza programmata’, fenomeno – consustanziale alla nostra società della crescita illimitata – che invece è accertato e quantificato da ricerche indipendenti, testimoniato da progettisti che iniziano a parlare, combattuto da associazioni di consumatori, e sulla cui realtà tutt’altro che leggendaria Serge Latouche ci ha aperto gli occhi. Anche grazie al suo saggio, nei pochissimi anni trascorsi dalla prima edizione si sono smosse le acque in un ambito che coinvolge interessi colossali, e hanno preso consistenza iniziative a diversi livelli: rapporti conoscitivi, commissioni comunitarie, progetti di legge europei per proibire o scoraggiare la commercializzazione di prodotti tecnologici a scadenza occulta, e insieme azioni dal basso, siti dedicati e forme di resistenza conviviale per imparare a riparare ciò che altrimenti finirebbe nelle discariche. Latouche ce ne informa ampiamente in questa nuova edizione, senza appiattirsi sulla logica del complotto e del sabotaggio industriali, ma senza cadere neppure nel tranello delle pseudosoluzioni di ecoefficienza, che riversano sul mercato apparecchi meno energivori il cui risparmio tuttavia non compenserà mai i costi ambientali della rottamazione del vecchio. Simbolica, ossia effetto del declassamento indotto dalle mode, pianificata, diretta o indiretta, come nel caso dei software ormai incompatibili con i nuovi sistemi operativi, l’obsolescenza ha molti aspetti e una sola finalità: perpetuare l’economia di iperconsumo e spreco. Una sciagurata follia, per Latouche, che le contrappone la via virtuosa della decrescita, dove agli oggetti, e a noi tutti, sia data ancora una possibilità.
(source: Bol.com)