5041–5056 di 82931 risultati

Il castello in aria

Il Castello Errante è scomparso, e così il potente mago Howl. Intanto un giovane venditore di tappeti di nome Abdullah si rende conto che le sue fantasie iniziano ad avverarsi. C’entra qualcosa il misterioso tappeto di cui il giovane è appena entrato in possesso, e sul quale dorme ogni notte? Una movimentata avventura a cavallo fra due regni, fra castelli volanti, geni in bottiglia, angeli e creature stregate dall’identità multipla, in cui la coraggiosa Sophie dovrà trovare una risposta a mille enigmi, e ricostruire passo dopo passo il mistero legato alla scomparsa di Howl. Questo romanzo è il seguito de “Il Castello Errante di Howl”, da cui il maestro del cinema d’animazione Hayao Miyazaki ha tratto il film omonimo. **

Il Castello Errante è scomparso, e così il potente mago Howl. Intanto un giovane venditore di tappeti di nome Abdullah si rende conto che le sue fantasie iniziano ad avverarsi. C’entra qualcosa il misterioso tappeto di cui il giovane è appena entrato in possesso, e sul quale dorme ogni notte? Una movimentata avventura a cavallo fra due regni, fra castelli volanti, geni in bottiglia, angeli e creature stregate dall’identità multipla, in cui la coraggiosa Sophie dovrà trovare una risposta a mille enigmi, e ricostruire passo dopo passo il mistero legato alla scomparsa di Howl. Questo romanzo è il seguito de “Il Castello Errante di Howl”, da cui il maestro del cinema d’animazione Hayao Miyazaki ha tratto il film omonimo. **

Only registered users can download this free product.

Il Caso Sbagliato

Fino a qualche tempo fa, Milton Chester Milodragovitch terzo, Milo per gli amici e anche per i nemici, non se la passava poi male. Tallonare coniugi infedeli gli rendeva quanto bastava a pagarsi da bere al Mahoney’s, il suo bar preferito.
Poi la legge sul divorzio è cambiata, lasciarsi è diventato facile, e Milo si è ritrovato a ingannare la noia guardando le montagne dalla finestra del suo ufficio. Finché, naturalmente, non bussa alla sua porta una donna.
Helen Duffy, goffa e bellissima. Suo fratello è scomparso. Un bravo ragazzo, uno studente modello che non farebbe male a una mosca. Milo non crede ai bravi ragazzi, però comincia a indagare. Per portarsi a letto Helen; senza immaginare che l’indagine sul fratello sarà tutto fuorché routine.
Fra drink e anfetamine, criminali dilettanti e professionisti, Milo dovrà scavare nel fango per portare alla luce radici e ragioni dello spaccio di droga, della corruzione sempre più capillare, di una città che pare senza speranza e senza redenzione.
«Dopo la scomparsa di Edward Bunker, l’America perde con James Crumley l’ultimo ribelle della sua letteratura, uno dei suoi scrittori di maggior talento e più stimati dai colleghi. Un gigante come Ray Bradbury battezzò “Crumley” il protagonista di tre suoi libri; Neal Stephenson ha detto che *L’ultimo vero bacio* è il Grande Romanzo Americano; Elmore Leonard, Dennis Lehane, Joe Lansdale, Pete Dexter lo leggono e rileggono».
Matteo Persivale, «Corriere della Sera»

Fino a qualche tempo fa, Milton Chester Milodragovitch terzo, Milo per gli amici e anche per i nemici, non se la passava poi male. Tallonare coniugi infedeli gli rendeva quanto bastava a pagarsi da bere al Mahoney’s, il suo bar preferito.
Poi la legge sul divorzio è cambiata, lasciarsi è diventato facile, e Milo si è ritrovato a ingannare la noia guardando le montagne dalla finestra del suo ufficio. Finché, naturalmente, non bussa alla sua porta una donna.
Helen Duffy, goffa e bellissima. Suo fratello è scomparso. Un bravo ragazzo, uno studente modello che non farebbe male a una mosca. Milo non crede ai bravi ragazzi, però comincia a indagare. Per portarsi a letto Helen; senza immaginare che l’indagine sul fratello sarà tutto fuorché routine.
Fra drink e anfetamine, criminali dilettanti e professionisti, Milo dovrà scavare nel fango per portare alla luce radici e ragioni dello spaccio di droga, della corruzione sempre più capillare, di una città che pare senza speranza e senza redenzione.
«Dopo la scomparsa di Edward Bunker, l’America perde con James Crumley l’ultimo ribelle della sua letteratura, uno dei suoi scrittori di maggior talento e più stimati dai colleghi. Un gigante come Ray Bradbury battezzò “Crumley” il protagonista di tre suoi libri; Neal Stephenson ha detto che *L’ultimo vero bacio* è il Grande Romanzo Americano; Elmore Leonard, Dennis Lehane, Joe Lansdale, Pete Dexter lo leggono e rileggono».
Matteo Persivale, «Corriere della Sera»

Only registered users can download this free product.

Il cane e il filosofo. Lezioni di vita dal mondo animale

«Gli manca solo la parola.» È questo che dicono di Pepe, il cane di Edo, quando lo osservano. Con un pizzico di presunzione antropocentrica pensano di capirlo e credono che lui possa provare invidia per la condizione umana, così eretta e loquace. Ma come si può entrare nella mente dell’altro e raccontarne i pensieri, le paure e i desideri, senza necessariamente inquinarli con la propria prospettiva? Edo lo sa, lo sa benissimo, che non potrà mai fare proprio il punto di vista dell’adorato Pepe. Eppure ci prova, lo legge, lo studia, lo interpreta, e attraverso quello sguardo, così limpido e lucido, vede se stesso. Lui e Pepe sono inseparabili, sono la mente e la forza l’uno dell’altro. La loro giovinezza trascorre nel calore selvaggio di Catania, tra scuola, compiti e corse nel parco. In quelle pigre giornate siciliane felicità e spontaneità sono la stessa cosa, facili da afferrare come una pallina lanciata sul prato. Fino a che la vita non si mette in mezzo, sotto forma di università prima e di lavoro poi, e porta Edo lontano, nella fredda Milano, poi ancora più lontano, a Torino. È allora che Pepe smette di essere solo un cane e diventa la giovinezza, la Sicilia, la felicità, tutto ciò che Edo si è lasciato alle spalle. Gli imperativi umani sovrastano e schiacciano i suoi desideri più essenziali, alla leggerezza del gioco subentrano l’ambizione, il senso del dovere, la carriera, la vita diventa un affare complesso e stratificato. Per fortuna c’è la filosofia, a far ordine in questo caos. Un sostegno necessario, ma è sufficiente? Chissà cosa direbbe Pepe se potesse parlare. Intanto parla Edo, interroga i filosofi, si appropria dei loro pensieri rielaborandoli, rincorre a braccia tese il senso della vita e del tempo. Eppure l’unica voce che continua a toccare le corde giuste, quelle più fragili e autentiche, è quella di Pepe. È così che il cane diventa «un varco verso tutte le altre creature» e il filosofo «la cassa armonica della loro storia», il primo un filosofo, il secondo un «animale qualsiasi». I ruoli si scambiano, le prospettive si confondono e nel farlo si potenziano. Ognuno di noi ha un Pepe, rannicchiato accanto, dentro, o tutto intorno, a sussurrarci la via, spesso con il linguaggio più semplice, quello che non ha bisogno di lessico e sintassi per esprimersi. Riconoscerlo, ascoltarlo, seguirlo, non è facile, Edo ci prova da tutta una vita, perché «imparare a guardare gli animali significa imparare a muoversi insieme a loro, darsi pace con loro». E forse, solo quando dirà addio al Pepe in carne e ossa, col cuore pieno di dolore, riuscirà a farlo davvero. **

«Gli manca solo la parola.» È questo che dicono di Pepe, il cane di Edo, quando lo osservano. Con un pizzico di presunzione antropocentrica pensano di capirlo e credono che lui possa provare invidia per la condizione umana, così eretta e loquace. Ma come si può entrare nella mente dell’altro e raccontarne i pensieri, le paure e i desideri, senza necessariamente inquinarli con la propria prospettiva? Edo lo sa, lo sa benissimo, che non potrà mai fare proprio il punto di vista dell’adorato Pepe. Eppure ci prova, lo legge, lo studia, lo interpreta, e attraverso quello sguardo, così limpido e lucido, vede se stesso. Lui e Pepe sono inseparabili, sono la mente e la forza l’uno dell’altro. La loro giovinezza trascorre nel calore selvaggio di Catania, tra scuola, compiti e corse nel parco. In quelle pigre giornate siciliane felicità e spontaneità sono la stessa cosa, facili da afferrare come una pallina lanciata sul prato. Fino a che la vita non si mette in mezzo, sotto forma di università prima e di lavoro poi, e porta Edo lontano, nella fredda Milano, poi ancora più lontano, a Torino. È allora che Pepe smette di essere solo un cane e diventa la giovinezza, la Sicilia, la felicità, tutto ciò che Edo si è lasciato alle spalle. Gli imperativi umani sovrastano e schiacciano i suoi desideri più essenziali, alla leggerezza del gioco subentrano l’ambizione, il senso del dovere, la carriera, la vita diventa un affare complesso e stratificato. Per fortuna c’è la filosofia, a far ordine in questo caos. Un sostegno necessario, ma è sufficiente? Chissà cosa direbbe Pepe se potesse parlare. Intanto parla Edo, interroga i filosofi, si appropria dei loro pensieri rielaborandoli, rincorre a braccia tese il senso della vita e del tempo. Eppure l’unica voce che continua a toccare le corde giuste, quelle più fragili e autentiche, è quella di Pepe. È così che il cane diventa «un varco verso tutte le altre creature» e il filosofo «la cassa armonica della loro storia», il primo un filosofo, il secondo un «animale qualsiasi». I ruoli si scambiano, le prospettive si confondono e nel farlo si potenziano. Ognuno di noi ha un Pepe, rannicchiato accanto, dentro, o tutto intorno, a sussurrarci la via, spesso con il linguaggio più semplice, quello che non ha bisogno di lessico e sintassi per esprimersi. Riconoscerlo, ascoltarlo, seguirlo, non è facile, Edo ci prova da tutta una vita, perché «imparare a guardare gli animali significa imparare a muoversi insieme a loro, darsi pace con loro». E forse, solo quando dirà addio al Pepe in carne e ossa, col cuore pieno di dolore, riuscirà a farlo davvero. **

Only registered users can download this free product.

IL CACCIATORE DI SPETTRI. E altri racconti.

Settimo appuntamento con la collana IL MEGLIO DI WEIRD TALES, curata da Gianni Pilo. I racconti presenti in questo volume: IL CACCIATORE DI SPETTRI di H. Russell Wakefield, LA MASCHERA DELLA MORTE di Paul Ernst, LA RISATA di Richard H. Hart, GUARDATO A VISTA di Mearle Prout, LE SCARPETTE DEI MEDICI di Pearl Norton Swet, LA COSA NERA, MORTA di Frank Belknap Long, COLORI di Arthur Leslie, RITORNO DALLA MORTE di Bruce Bryan, IL SEGRETO DELLA CRESCITA DELL’ORO di Bram Stoker e IL COLTELLO ROSSO DI HASSAN di Seabury Quinn.

Settimo appuntamento con la collana IL MEGLIO DI WEIRD TALES, curata da Gianni Pilo. I racconti presenti in questo volume: IL CACCIATORE DI SPETTRI di H. Russell Wakefield, LA MASCHERA DELLA MORTE di Paul Ernst, LA RISATA di Richard H. Hart, GUARDATO A VISTA di Mearle Prout, LE SCARPETTE DEI MEDICI di Pearl Norton Swet, LA COSA NERA, MORTA di Frank Belknap Long, COLORI di Arthur Leslie, RITORNO DALLA MORTE di Bruce Bryan, IL SEGRETO DELLA CRESCITA DELL’ORO di Bram Stoker e IL COLTELLO ROSSO DI HASSAN di Seabury Quinn.

Only registered users can download this free product.

Il Bambino Nascosto

Gabriele Santoro, professore di pianoforte al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, ha l’abitudine di radersi declamando una poesia. Una mattina, il postino suona al citofono per consegnare un pacco, lui apre la porta e, prima di accoglierlo, corre a lavarsi la faccia. In quel breve lasso di tempo, un bambino di dieci anni si intrufola nel suo appartamento. Il maestro – così lo chiamano nel problematico quartiere di Forcella dove abita – se ne accorgerà solo a tarda sera, quando riconosce nell’intruso Ciro, il figlio dei vicini di casa. Interrogato sul perché della sua fuga, Ciro non parla. Il maestro di piano, d’istinto, accetta comunque di nasconderlo: Gabriele e il bambino sanno di essere in pericolo ma approfittano della loro reclusione forzata per conoscersi e riconoscersi. Il bambino è figlio di un camorrista, viene da un mondo criminale che lascia poco spazio ai sentimenti, e ora un gesto avventato rischia di condannarlo. Il maestro di pianoforte è un uomo silenzioso, colto, un uomo di passioni nascoste. Toccherà a lui l’educazione affettiva del piccolo ribelle. Una partita rischiosa nella quale si getterà senza freni sfidando i nemici di Ciro, sino a un esito imprevedibile in cui a tornare saranno i conti tra la legge e la vita.
Dopo Il trono vuoto (Premio Campiello Opera Prima), Roberto Andò scrive un romanzo con il ritmo serrato di un giallo, ambientato in una Napoli ritrosa e segreta. Un incontro folgorante, una storia di iniziazione e paternità, che ha lo sguardo luminoso di due personaggi indimenticabili, un maestro di pianoforte e un bambino. **
### Sinossi
Gabriele Santoro, professore di pianoforte al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, ha l’abitudine di radersi declamando una poesia. Una mattina, il postino suona al citofono per consegnare un pacco, lui apre la porta e, prima di accoglierlo, corre a lavarsi la faccia. In quel breve lasso di tempo, un bambino di dieci anni si intrufola nel suo appartamento. Il maestro – così lo chiamano nel problematico quartiere di Forcella dove abita – se ne accorgerà solo a tarda sera, quando riconosce nell’intruso Ciro, il figlio dei vicini di casa. Interrogato sul perché della sua fuga, Ciro non parla. Il maestro di piano, d’istinto, accetta comunque di nasconderlo: Gabriele e il bambino sanno di essere in pericolo ma approfittano della loro reclusione forzata per conoscersi e riconoscersi. Il bambino è figlio di un camorrista, viene da un mondo criminale che lascia poco spazio ai sentimenti, e ora un gesto avventato rischia di condannarlo. Il maestro di pianoforte è un uomo silenzioso, colto, un uomo di passioni nascoste. Toccherà a lui l’educazione affettiva del piccolo ribelle. Una partita rischiosa nella quale si getterà senza freni sfidando i nemici di Ciro, sino a un esito imprevedibile in cui a tornare saranno i conti tra la legge e la vita.
Dopo Il trono vuoto (Premio Campiello Opera Prima), Roberto Andò scrive un romanzo con il ritmo serrato di un giallo, ambientato in una Napoli ritrosa e segreta. Un incontro folgorante, una storia di iniziazione e paternità, che ha lo sguardo luminoso di due personaggi indimenticabili, un maestro di pianoforte e un bambino.

Gabriele Santoro, professore di pianoforte al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, ha l’abitudine di radersi declamando una poesia. Una mattina, il postino suona al citofono per consegnare un pacco, lui apre la porta e, prima di accoglierlo, corre a lavarsi la faccia. In quel breve lasso di tempo, un bambino di dieci anni si intrufola nel suo appartamento. Il maestro – così lo chiamano nel problematico quartiere di Forcella dove abita – se ne accorgerà solo a tarda sera, quando riconosce nell’intruso Ciro, il figlio dei vicini di casa. Interrogato sul perché della sua fuga, Ciro non parla. Il maestro di piano, d’istinto, accetta comunque di nasconderlo: Gabriele e il bambino sanno di essere in pericolo ma approfittano della loro reclusione forzata per conoscersi e riconoscersi. Il bambino è figlio di un camorrista, viene da un mondo criminale che lascia poco spazio ai sentimenti, e ora un gesto avventato rischia di condannarlo. Il maestro di pianoforte è un uomo silenzioso, colto, un uomo di passioni nascoste. Toccherà a lui l’educazione affettiva del piccolo ribelle. Una partita rischiosa nella quale si getterà senza freni sfidando i nemici di Ciro, sino a un esito imprevedibile in cui a tornare saranno i conti tra la legge e la vita.
Dopo Il trono vuoto (Premio Campiello Opera Prima), Roberto Andò scrive un romanzo con il ritmo serrato di un giallo, ambientato in una Napoli ritrosa e segreta. Un incontro folgorante, una storia di iniziazione e paternità, che ha lo sguardo luminoso di due personaggi indimenticabili, un maestro di pianoforte e un bambino. **
### Sinossi
Gabriele Santoro, professore di pianoforte al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, ha l’abitudine di radersi declamando una poesia. Una mattina, il postino suona al citofono per consegnare un pacco, lui apre la porta e, prima di accoglierlo, corre a lavarsi la faccia. In quel breve lasso di tempo, un bambino di dieci anni si intrufola nel suo appartamento. Il maestro – così lo chiamano nel problematico quartiere di Forcella dove abita – se ne accorgerà solo a tarda sera, quando riconosce nell’intruso Ciro, il figlio dei vicini di casa. Interrogato sul perché della sua fuga, Ciro non parla. Il maestro di piano, d’istinto, accetta comunque di nasconderlo: Gabriele e il bambino sanno di essere in pericolo ma approfittano della loro reclusione forzata per conoscersi e riconoscersi. Il bambino è figlio di un camorrista, viene da un mondo criminale che lascia poco spazio ai sentimenti, e ora un gesto avventato rischia di condannarlo. Il maestro di pianoforte è un uomo silenzioso, colto, un uomo di passioni nascoste. Toccherà a lui l’educazione affettiva del piccolo ribelle. Una partita rischiosa nella quale si getterà senza freni sfidando i nemici di Ciro, sino a un esito imprevedibile in cui a tornare saranno i conti tra la legge e la vita.
Dopo Il trono vuoto (Premio Campiello Opera Prima), Roberto Andò scrive un romanzo con il ritmo serrato di un giallo, ambientato in una Napoli ritrosa e segreta. Un incontro folgorante, una storia di iniziazione e paternità, che ha lo sguardo luminoso di due personaggi indimenticabili, un maestro di pianoforte e un bambino.

Only registered users can download this free product.

Il Bambino Che Disegnava Le Anime

Due anni fa si è dimesso dalla polizia per diventare insegnante di italiano: Zeno Schirripa credeva di averle già fatte, le sue scelte difficili. Ma la più difficile deve ancora venire, dato che uno dei suoi studenti rischia di ritrovarsi sospettato di omicidio. E nemmeno un omicidio qualunque, bensì quello di un pezzo grosso della Natural Power, la società di smaltimento rifiuti più importante della regione, sui cui loschi affari Zeno ha indagato invano per anni. Perché Giovanni, diciottenne ombroso, è sparito subito dopo il delitto? Perché i suoi genitori, che dicono di essere in vacanza in Abruzzo, non sembrano affatto preoccupati? È per rispondere a queste domande, più che per amore della giustizia, che Schirripa decide di aiutare nelle indagini il nuovo commissario, il suo ex sodale Vincenzo Grillo. Poliziotto rigoroso ma perseguitato da strane visioni, Grillo è l’unico a dar credito alle intuizioni di Zeno, al punto da rischiare la carriera per seguirle. Scoprirà così che la chiave del caso non si trova nell’abitazione della bella Maddalena, attivista ambientalista, ma nella mente di suo figlio Agostino, che da quando il padre se n’è andato si rifiuta di parlare. Ed è solo la prima di molte rivelazioni. Eroe sbagliato, misantropo e appassionato, il professor Zeno Schirripa combatte il male con l’unica arma di un ostinato rifiuto di ogni comoda ambiguità. Perché sa fin troppo bene che uno stesso veleno può inquinare molte cose: la terra, l’acqua, le prove, le menti. E l’amore. **

Due anni fa si è dimesso dalla polizia per diventare insegnante di italiano: Zeno Schirripa credeva di averle già fatte, le sue scelte difficili. Ma la più difficile deve ancora venire, dato che uno dei suoi studenti rischia di ritrovarsi sospettato di omicidio. E nemmeno un omicidio qualunque, bensì quello di un pezzo grosso della Natural Power, la società di smaltimento rifiuti più importante della regione, sui cui loschi affari Zeno ha indagato invano per anni. Perché Giovanni, diciottenne ombroso, è sparito subito dopo il delitto? Perché i suoi genitori, che dicono di essere in vacanza in Abruzzo, non sembrano affatto preoccupati? È per rispondere a queste domande, più che per amore della giustizia, che Schirripa decide di aiutare nelle indagini il nuovo commissario, il suo ex sodale Vincenzo Grillo. Poliziotto rigoroso ma perseguitato da strane visioni, Grillo è l’unico a dar credito alle intuizioni di Zeno, al punto da rischiare la carriera per seguirle. Scoprirà così che la chiave del caso non si trova nell’abitazione della bella Maddalena, attivista ambientalista, ma nella mente di suo figlio Agostino, che da quando il padre se n’è andato si rifiuta di parlare. Ed è solo la prima di molte rivelazioni. Eroe sbagliato, misantropo e appassionato, il professor Zeno Schirripa combatte il male con l’unica arma di un ostinato rifiuto di ogni comoda ambiguità. Perché sa fin troppo bene che uno stesso veleno può inquinare molte cose: la terra, l’acqua, le prove, le menti. E l’amore. **

Only registered users can download this free product.

Il 13º Viaggio Di Sindbad

Che la fantascienza sia capace di trarre spunto da qualunque fonte mitologica, favolosa o letteraria per usarla ai suoi particolarissimi fini è una cosa risaputa da tutti i lettori con una certa esperienza, e Le mille e una notte sono servite da modello a più di un romanzo, a cominciare dall'esotico ciclo di L. Ron Hubbard Schiavi del sonno. In questo libro di Raphael Lafferty, uno degli assi della fantascienza di tutti i tempi tutti i paesi, torna a rivivere per una magica notte il marinaio Sindbad, antesignano di tutti gli esploratori dell'ignoto e maestro di avventure nelle Terre Che Non Esistono. Ovviamente, con il gusto del paradosso e della beffa crudele care a Lafferty, che ha scritto qui un'avventura decisamente per adulti.

Che la fantascienza sia capace di trarre spunto da qualunque fonte mitologica, favolosa o letteraria per usarla ai suoi particolarissimi fini è una cosa risaputa da tutti i lettori con una certa esperienza, e Le mille e una notte sono servite da modello a più di un romanzo, a cominciare dall'esotico ciclo di L. Ron Hubbard Schiavi del sonno. In questo libro di Raphael Lafferty, uno degli assi della fantascienza di tutti i tempi tutti i paesi, torna a rivivere per una magica notte il marinaio Sindbad, antesignano di tutti gli esploratori dell'ignoto e maestro di avventure nelle Terre Che Non Esistono. Ovviamente, con il gusto del paradosso e della beffa crudele care a Lafferty, che ha scritto qui un'avventura decisamente per adulti.

Only registered users can download this free product.

Idol

**E SE LA TUA ROCKSTAR PREFERITA SI INNAMORASSE DI TE?
Due cuori che battono al ritmo di musica in una storia d’amore travolgente. **
**POTREBBE ESSERE MIO, SE SOLO OSASSI RECLAMARLO…**
Leader e front-man della più grande rock band del mondo, Killian James è in crisi: in seguito ad un drammatico evento la sua vita perfetta si è sgretolata, e lui decide che sparire dalle scene per un po’ sia la scelta migliore.
Schiantarsi con la moto e svenire ubriaco fradicio in mezzo al nulla, nel prato della casa di una bella ragazza, solitaria quanto irascibile, però non è il modo migliore di cominciare il suo ritiro in solitudine.
Nonostante Killian distrugga la tranquillità della vita da eremita di Liberty Bell, le loro strade non sembrano più destinate a separarsi.
**…IL PROBLEMA È CHE IL MONDO PENSA CHE SIA SUO.**
Almeno non finché il palco non tornerà a reclamare il suo dio del rock, e Killian dovrà scegliere se tornare alla realtà sfrenata della sua vita da rock-star o continuare a nascondersi al sicuro, nella sua bolla incantata con Libby.
Due mondi che si scontrano, una passione che li unisce.
★★★★★ Sfogli la prima pagina e hai subito la sensazione che questo libro arriverà dritto al tuo cuore. Idol è un inno alla musica, quella che ha la capacità di spingerti a superare i tuoi limiti e le tue paure. **Vanessa, Il rumore dei libri**
★★★★★ Decisamente WOW! Un libro che ha tutto quello che avrei mai potuto desiderare e anche di più. Una fantastica lettura top dell’anno! **Aestas book blog**
**
### Sinossi
**E SE LA TUA ROCKSTAR PREFERITA SI INNAMORASSE DI TE?
Due cuori che battono al ritmo di musica in una storia d’amore travolgente. **
**POTREBBE ESSERE MIO, SE SOLO OSASSI RECLAMARLO…**
Leader e front-man della più grande rock band del mondo, Killian James è in crisi: in seguito ad un drammatico evento la sua vita perfetta si è sgretolata, e lui decide che sparire dalle scene per un po’ sia la scelta migliore.
Schiantarsi con la moto e svenire ubriaco fradicio in mezzo al nulla, nel prato della casa di una bella ragazza, solitaria quanto irascibile, però non è il modo migliore di cominciare il suo ritiro in solitudine.
Nonostante Killian distrugga la tranquillità della vita da eremita di Liberty Bell, le loro strade non sembrano più destinate a separarsi.
**…IL PROBLEMA È CHE IL MONDO PENSA CHE SIA SUO.**
Almeno non finché il palco non tornerà a reclamare il suo dio del rock, e Killian dovrà scegliere se tornare alla realtà sfrenata della sua vita da rock-star o continuare a nascondersi al sicuro, nella sua bolla incantata con Libby.
Due mondi che si scontrano, una passione che li unisce.
★★★★★ Sfogli la prima pagina e hai subito la sensazione che questo libro arriverà dritto al tuo cuore. Idol è un inno alla musica, quella che ha la capacità di spingerti a superare i tuoi limiti e le tue paure. **Vanessa, Il rumore dei libri**
★★★★★ Decisamente WOW! Un libro che ha tutto quello che avrei mai potuto desiderare e anche di più. Una fantastica lettura top dell’anno! **Aestas book blog**

**E SE LA TUA ROCKSTAR PREFERITA SI INNAMORASSE DI TE?
Due cuori che battono al ritmo di musica in una storia d’amore travolgente. **
**POTREBBE ESSERE MIO, SE SOLO OSASSI RECLAMARLO…**
Leader e front-man della più grande rock band del mondo, Killian James è in crisi: in seguito ad un drammatico evento la sua vita perfetta si è sgretolata, e lui decide che sparire dalle scene per un po’ sia la scelta migliore.
Schiantarsi con la moto e svenire ubriaco fradicio in mezzo al nulla, nel prato della casa di una bella ragazza, solitaria quanto irascibile, però non è il modo migliore di cominciare il suo ritiro in solitudine.
Nonostante Killian distrugga la tranquillità della vita da eremita di Liberty Bell, le loro strade non sembrano più destinate a separarsi.
**…IL PROBLEMA È CHE IL MONDO PENSA CHE SIA SUO.**
Almeno non finché il palco non tornerà a reclamare il suo dio del rock, e Killian dovrà scegliere se tornare alla realtà sfrenata della sua vita da rock-star o continuare a nascondersi al sicuro, nella sua bolla incantata con Libby.
Due mondi che si scontrano, una passione che li unisce.
★★★★★ Sfogli la prima pagina e hai subito la sensazione che questo libro arriverà dritto al tuo cuore. Idol è un inno alla musica, quella che ha la capacità di spingerti a superare i tuoi limiti e le tue paure. **Vanessa, Il rumore dei libri**
★★★★★ Decisamente WOW! Un libro che ha tutto quello che avrei mai potuto desiderare e anche di più. Una fantastica lettura top dell’anno! **Aestas book blog**
**
### Sinossi
**E SE LA TUA ROCKSTAR PREFERITA SI INNAMORASSE DI TE?
Due cuori che battono al ritmo di musica in una storia d’amore travolgente. **
**POTREBBE ESSERE MIO, SE SOLO OSASSI RECLAMARLO…**
Leader e front-man della più grande rock band del mondo, Killian James è in crisi: in seguito ad un drammatico evento la sua vita perfetta si è sgretolata, e lui decide che sparire dalle scene per un po’ sia la scelta migliore.
Schiantarsi con la moto e svenire ubriaco fradicio in mezzo al nulla, nel prato della casa di una bella ragazza, solitaria quanto irascibile, però non è il modo migliore di cominciare il suo ritiro in solitudine.
Nonostante Killian distrugga la tranquillità della vita da eremita di Liberty Bell, le loro strade non sembrano più destinate a separarsi.
**…IL PROBLEMA È CHE IL MONDO PENSA CHE SIA SUO.**
Almeno non finché il palco non tornerà a reclamare il suo dio del rock, e Killian dovrà scegliere se tornare alla realtà sfrenata della sua vita da rock-star o continuare a nascondersi al sicuro, nella sua bolla incantata con Libby.
Due mondi che si scontrano, una passione che li unisce.
★★★★★ Sfogli la prima pagina e hai subito la sensazione che questo libro arriverà dritto al tuo cuore. Idol è un inno alla musica, quella che ha la capacità di spingerti a superare i tuoi limiti e le tue paure. **Vanessa, Il rumore dei libri**
★★★★★ Decisamente WOW! Un libro che ha tutto quello che avrei mai potuto desiderare e anche di più. Una fantastica lettura top dell’anno! **Aestas book blog**

Only registered users can download this free product.

I Virus

**Tutto quello che c’è da sapere sui virus:
cosa sono, come nascono e in che modo si diffondono**
I virus, che molti confondono con i batteri, sono mille volte più piccoli di questi ultimi. Sono, tuttavia, capaci di causare malattie molto gravi, come l’influenza “spagnola” che nel 1920 provocò oltre venti milioni di morti in tutta Europa. La scienza medica è oggi in grado di dominarli e di utilizzarli a proprio vantaggio per le ricerca sui geni e nelle biotecnologie. Come ogni altra forma di vita questi piccolissimi esseri, nascono, vivono, si riproducono e si diffondono. Questo volume guida alla conoscenza di uno dei complessi aspetti della natura.
**Luciano Sterpellone**
patologo-clinico a Roma, accanto all’attività professionale si occupa di giornalismo scientifico, collaborando con diverse riviste del settore. È ideatore e conduttore di programmi di divulgazione e cultura medica per la RAI. È autore di oltre sessanta libri, alcuni dei quali tradotti in lingue straniere. La Newton Compton ha pubblicato *Virus.*

**Tutto quello che c’è da sapere sui virus:
cosa sono, come nascono e in che modo si diffondono**
I virus, che molti confondono con i batteri, sono mille volte più piccoli di questi ultimi. Sono, tuttavia, capaci di causare malattie molto gravi, come l’influenza “spagnola” che nel 1920 provocò oltre venti milioni di morti in tutta Europa. La scienza medica è oggi in grado di dominarli e di utilizzarli a proprio vantaggio per le ricerca sui geni e nelle biotecnologie. Come ogni altra forma di vita questi piccolissimi esseri, nascono, vivono, si riproducono e si diffondono. Questo volume guida alla conoscenza di uno dei complessi aspetti della natura.
**Luciano Sterpellone**
patologo-clinico a Roma, accanto all’attività professionale si occupa di giornalismo scientifico, collaborando con diverse riviste del settore. È ideatore e conduttore di programmi di divulgazione e cultura medica per la RAI. È autore di oltre sessanta libri, alcuni dei quali tradotti in lingue straniere. La Newton Compton ha pubblicato *Virus.*

Only registered users can download this free product.

I Sentieri delle tenebre 3 – Il Mare delle Spade

Drizzt ed i suoi amici capiscono che è giunto il momento di riportare sulla retta via l’amato Wulfgar: il primo passo è recuperare il martello magico del barbaro, Aegis-fang, ora nelle mani della piratessa Sheila Kree, che ne ha fatto il simbolo del suo potere, e che è alleata con un clan di pericolosi ogre. Ma Drizzt deve anche fronteggiare l’eco del suo lontano passato: l’elfa Ellifain si è votata alla morte pur di uccidere l’elfo scuro, perchè a torto lo ritiene responsabile dello sterminio della sua gente. Tra duelli e scontri sui mari, la posta in palio è molto più importante del possesso del martello magico…

Drizzt ed i suoi amici capiscono che è giunto il momento di riportare sulla retta via l’amato Wulfgar: il primo passo è recuperare il martello magico del barbaro, Aegis-fang, ora nelle mani della piratessa Sheila Kree, che ne ha fatto il simbolo del suo potere, e che è alleata con un clan di pericolosi ogre. Ma Drizzt deve anche fronteggiare l’eco del suo lontano passato: l’elfa Ellifain si è votata alla morte pur di uccidere l’elfo scuro, perchè a torto lo ritiene responsabile dello sterminio della sua gente. Tra duelli e scontri sui mari, la posta in palio è molto più importante del possesso del martello magico…

Only registered users can download this free product.

I racconti di Mamma Oca. Le favole di Perrault

In questo libro trovano posto nove favole di Perrault, due favole di Madame d’Aulnoy e tre di Madame Leprince de Beaumont. Nell’introduzione, Bruno Bettelheim coglie le implicazioni psicoanalitiche e il rapporto profondo che le favole riescono a stabilire con la fantasia del bambino nei suoi contatti con il mondo degli adulti e in particolare con i genitori.

In questo libro trovano posto nove favole di Perrault, due favole di Madame d’Aulnoy e tre di Madame Leprince de Beaumont. Nell’introduzione, Bruno Bettelheim coglie le implicazioni psicoanalitiche e il rapporto profondo che le favole riescono a stabilire con la fantasia del bambino nei suoi contatti con il mondo degli adulti e in particolare con i genitori.

Only registered users can download this free product.

I PRIMI IMPERI

I metodi tradizionali di studio del passato hanno sempre attribuito maggiore importanza agli interessi nazionalisti, religiosi e morali, che hanno subordinato il fatto storico al punto di vista del sistema. E’ così che siamo stati educati.E’ giunto il momento di semplificare e mostrare rispetto per i nostri antenati, cercando di sapere cosa è realmente accaduto in passato, e non solo di cosa vogliono informarci.Dopo tanti anni di studio della Storia, sono giunto alla conclusione che il miglior sistema di studio è attraverso una Cronologia imparziale, oggettiva, che si limita a collocare ogni evento nel suo esatto luogo nel tempo, rivelando la Storia senza manipolazioni.Questa Cronologia contiene non solo fatti puramente politici, come la fondazione di città, la nascita di regni e imperi, scoperte scientifiche e geografiche, disastri naturali ed epidemie, ma anche informazioni sui più diversi campi dell’attività umana: chimica, astronomia, geografia, matematica, ecc. Parallelamente, la cronologia è completata da dati che non appartengono ad una data specifica, ma ad un’intera epoca, sono generalità di ogni società, curiosità, costumi, la religione di ogni civiltà, invenzioni o scoperte che non possono essere collocate in una data esatta, ecc. Il risultato di tutto questo insieme è una delle cronologie più complete alla sua portata, periodicamente aggiornata con le ultime scoperte archeologiche e scientifiche, e che trasforma il lettore in testimone oculare del passato, comprendendo la relazione di eventi geograficamente lontani tra loro, ma strettamente collegati nel tempo e influenzando conseguenze inaspettate. Questo è qualcosa che la storia tradizionale ha generalmente ignorato quando non era utilizzabile. Un’opera di questa portata non poteva essere pubblicata in un unico libro, quindi l’ho suddivisa in diverse collezioni, e gli originali in spagnolo sono in corso di traduzione in francese, inglese, italiano e portoghese. La cronologia va dalla preistoria ai giorni nostri anno per anno, per quanto possibile.Per chi preferisce uno studio più approfondito e dettagliato, ho preparato una seconda cronologia, giorno per giorno, che per ora copre dal 1789 al 1946, suddivisa in cinque collezioni. **

I metodi tradizionali di studio del passato hanno sempre attribuito maggiore importanza agli interessi nazionalisti, religiosi e morali, che hanno subordinato il fatto storico al punto di vista del sistema. E’ così che siamo stati educati.E’ giunto il momento di semplificare e mostrare rispetto per i nostri antenati, cercando di sapere cosa è realmente accaduto in passato, e non solo di cosa vogliono informarci.Dopo tanti anni di studio della Storia, sono giunto alla conclusione che il miglior sistema di studio è attraverso una Cronologia imparziale, oggettiva, che si limita a collocare ogni evento nel suo esatto luogo nel tempo, rivelando la Storia senza manipolazioni.Questa Cronologia contiene non solo fatti puramente politici, come la fondazione di città, la nascita di regni e imperi, scoperte scientifiche e geografiche, disastri naturali ed epidemie, ma anche informazioni sui più diversi campi dell’attività umana: chimica, astronomia, geografia, matematica, ecc. Parallelamente, la cronologia è completata da dati che non appartengono ad una data specifica, ma ad un’intera epoca, sono generalità di ogni società, curiosità, costumi, la religione di ogni civiltà, invenzioni o scoperte che non possono essere collocate in una data esatta, ecc. Il risultato di tutto questo insieme è una delle cronologie più complete alla sua portata, periodicamente aggiornata con le ultime scoperte archeologiche e scientifiche, e che trasforma il lettore in testimone oculare del passato, comprendendo la relazione di eventi geograficamente lontani tra loro, ma strettamente collegati nel tempo e influenzando conseguenze inaspettate. Questo è qualcosa che la storia tradizionale ha generalmente ignorato quando non era utilizzabile. Un’opera di questa portata non poteva essere pubblicata in un unico libro, quindi l’ho suddivisa in diverse collezioni, e gli originali in spagnolo sono in corso di traduzione in francese, inglese, italiano e portoghese. La cronologia va dalla preistoria ai giorni nostri anno per anno, per quanto possibile.Per chi preferisce uno studio più approfondito e dettagliato, ho preparato una seconda cronologia, giorno per giorno, che per ora copre dal 1789 al 1946, suddivisa in cinque collezioni. **

Only registered users can download this free product.

I Passi Nel Bosco

Alcuni uomini custodiscono segreti, altri invece sono fatti della stessa sostanza dei segreti. Sembrano non avere un passato, o averne troppo. Luchino è uno di questi: imprendibile, amato e odiato da chiunque, invidiato e disprezzato, lontano da ogni cosa eppure sempre cosí presente.
Sono i giorni del taglio del bosco, un’occasione che riunisce gli abitanti di una piccola comunità dell’Appennino tosco-emiliano. Ognuno viene a dare una mano, curiosando o bevendo qualche bicchiere in compagnia. Ma non ci sono soltanto i boscaioli e le loro famiglie: le facce note e meno note sono tante. C’è la Betti, proprietaria dell’albergo diffuso, per cui quel taglio è simile a un dolore: il bosco apparteneva al suo Fausto, e da quando lui non c’è piú l’edera e i rovi hanno preso il sopravvento. C’è Francesco, il notaio, che sta cercando quel delinquente di suo figlio. Ricomparirà forse anche Luchino; qualcuno in pae-se sussurra che è tornato, sebbene ancora nessuno l’abbia visto. Del resto Luchino è fatto cosí: tempo fa se n’è andato là fuori, chissà per quali avventure, e adesso si fa vivo quando piú gli aggrada. Ciascuno dei personaggi pretende qualcosa da lui, ciascuno ha un rancore, un rimorso, una ferita, un conto da saldare, un affetto bisognoso di conferme. Tutti resteranno delusi. Perché da Luchino ognuno di loro ha provato a rubare – uno sguardo, una parola, un modo di stare al mondo -, ma nessuno è mai riuscito a diventare come lui. Anzi, chi lo imitava è finito in rovina. Sandro Campani ha un talento unico: dà voce al bosco, al vento che frusta gli alberi, al profumo della terra dopo la pioggia. E lo fa con una scrittura precisa e implacabile, come un colpo d’accetta.

Alcuni uomini custodiscono segreti, altri invece sono fatti della stessa sostanza dei segreti. Sembrano non avere un passato, o averne troppo. Luchino è uno di questi: imprendibile, amato e odiato da chiunque, invidiato e disprezzato, lontano da ogni cosa eppure sempre cosí presente.
Sono i giorni del taglio del bosco, un’occasione che riunisce gli abitanti di una piccola comunità dell’Appennino tosco-emiliano. Ognuno viene a dare una mano, curiosando o bevendo qualche bicchiere in compagnia. Ma non ci sono soltanto i boscaioli e le loro famiglie: le facce note e meno note sono tante. C’è la Betti, proprietaria dell’albergo diffuso, per cui quel taglio è simile a un dolore: il bosco apparteneva al suo Fausto, e da quando lui non c’è piú l’edera e i rovi hanno preso il sopravvento. C’è Francesco, il notaio, che sta cercando quel delinquente di suo figlio. Ricomparirà forse anche Luchino; qualcuno in pae-se sussurra che è tornato, sebbene ancora nessuno l’abbia visto. Del resto Luchino è fatto cosí: tempo fa se n’è andato là fuori, chissà per quali avventure, e adesso si fa vivo quando piú gli aggrada. Ciascuno dei personaggi pretende qualcosa da lui, ciascuno ha un rancore, un rimorso, una ferita, un conto da saldare, un affetto bisognoso di conferme. Tutti resteranno delusi. Perché da Luchino ognuno di loro ha provato a rubare – uno sguardo, una parola, un modo di stare al mondo -, ma nessuno è mai riuscito a diventare come lui. Anzi, chi lo imitava è finito in rovina. Sandro Campani ha un talento unico: dà voce al bosco, al vento che frusta gli alberi, al profumo della terra dopo la pioggia. E lo fa con una scrittura precisa e implacabile, come un colpo d’accetta.

Only registered users can download this free product.

I nemici della rete

La rete è la moderna frontiera della libertà e della democrazia. Luogo che apre canali di condivisione e scambio, internet è un diritto irrinunciabile, e la sua tutela l’unità di misura di un Paese civile. Nella corsa al digitale, perÒ, l’Italia è il fanalino di coda dell’Occidente e il ritardo accumulato rischia di condannare i nostri figli a crescere in un Paese del terzo mondo. Ma qual è il freno che ci tiene inchiodati al passato? A chi giova l’ostinazione all’arretratezza che risulta evidente nei rapporti tra potere e web? In un’inchiesta accurata e coraggiosa Arturo Di Corinto e Alessandro Gilioli svelano il lato oscuro di una catena di ottusità e interessi: leggi che sono al limite della censura, una burocrazia che è un pachiderma mangiasoldi, un’opposizione politica maldestra che nasconde la difesa di lobby intoccabili, fondi destinati all’innovazione che restano congelati nelle casse dello Stato, l’astio di una certa casta di giornalisti che vede tremare una tradizione di privilegi. Ma in un’Italia in affanno, gli autori raccontano anche le storie dei pochi illuminati che hanno visto nel web una risorsa, non soltanto per le proprie tasche, indicando così la strada perché il futuro non resti per noi soltanto un’ipotesi **
### Sinossi
La rete è la moderna frontiera della libertà e della democrazia. Luogo che apre canali di condivisione e scambio, internet è un diritto irrinunciabile, e la sua tutela l’unità di misura di un Paese civile. Nella corsa al digitale, perÒ, l’Italia è il fanalino di coda dell’Occidente e il ritardo accumulato rischia di condannare i nostri figli a crescere in un Paese del terzo mondo. Ma qual è il freno che ci tiene inchiodati al passato? A chi giova l’ostinazione all’arretratezza che risulta evidente nei rapporti tra potere e web? In un’inchiesta accurata e coraggiosa Arturo Di Corinto e Alessandro Gilioli svelano il lato oscuro di una catena di ottusità e interessi: leggi che sono al limite della censura, una burocrazia che è un pachiderma mangiasoldi, un’opposizione politica maldestra che nasconde la difesa di lobby intoccabili, fondi destinati all’innovazione che restano congelati nelle casse dello Stato, l’astio di una certa casta di giornalisti che vede tremare una tradizione di privilegi. Ma in un’Italia in affanno, gli autori raccontano anche le storie dei pochi illuminati che hanno visto nel web una risorsa, non soltanto per le proprie tasche, indicando così la strada perché il futuro non resti per noi soltanto un’ipotesi

La rete è la moderna frontiera della libertà e della democrazia. Luogo che apre canali di condivisione e scambio, internet è un diritto irrinunciabile, e la sua tutela l’unità di misura di un Paese civile. Nella corsa al digitale, perÒ, l’Italia è il fanalino di coda dell’Occidente e il ritardo accumulato rischia di condannare i nostri figli a crescere in un Paese del terzo mondo. Ma qual è il freno che ci tiene inchiodati al passato? A chi giova l’ostinazione all’arretratezza che risulta evidente nei rapporti tra potere e web? In un’inchiesta accurata e coraggiosa Arturo Di Corinto e Alessandro Gilioli svelano il lato oscuro di una catena di ottusità e interessi: leggi che sono al limite della censura, una burocrazia che è un pachiderma mangiasoldi, un’opposizione politica maldestra che nasconde la difesa di lobby intoccabili, fondi destinati all’innovazione che restano congelati nelle casse dello Stato, l’astio di una certa casta di giornalisti che vede tremare una tradizione di privilegi. Ma in un’Italia in affanno, gli autori raccontano anche le storie dei pochi illuminati che hanno visto nel web una risorsa, non soltanto per le proprie tasche, indicando così la strada perché il futuro non resti per noi soltanto un’ipotesi **
### Sinossi
La rete è la moderna frontiera della libertà e della democrazia. Luogo che apre canali di condivisione e scambio, internet è un diritto irrinunciabile, e la sua tutela l’unità di misura di un Paese civile. Nella corsa al digitale, perÒ, l’Italia è il fanalino di coda dell’Occidente e il ritardo accumulato rischia di condannare i nostri figli a crescere in un Paese del terzo mondo. Ma qual è il freno che ci tiene inchiodati al passato? A chi giova l’ostinazione all’arretratezza che risulta evidente nei rapporti tra potere e web? In un’inchiesta accurata e coraggiosa Arturo Di Corinto e Alessandro Gilioli svelano il lato oscuro di una catena di ottusità e interessi: leggi che sono al limite della censura, una burocrazia che è un pachiderma mangiasoldi, un’opposizione politica maldestra che nasconde la difesa di lobby intoccabili, fondi destinati all’innovazione che restano congelati nelle casse dello Stato, l’astio di una certa casta di giornalisti che vede tremare una tradizione di privilegi. Ma in un’Italia in affanno, gli autori raccontano anche le storie dei pochi illuminati che hanno visto nel web una risorsa, non soltanto per le proprie tasche, indicando così la strada perché il futuro non resti per noi soltanto un’ipotesi

Only registered users can download this free product.

I Mondi del Sole Morente

Un conflitto irriducibile e cruento che si estende in tutta la galassia vede di fronte la razza umana, eroicamente protesa al di fuori dei propri confini, e gli enigmatici regul, una civiltà aliena avvolta nel mistero di cui sono ignote persino le frontiere, se non dove esse vanno a lambire quelle raggiunte dell’umanità. I regul hanno assoldato una razza di mercenari per combattere questo conflitto estenuante: i mri, un’antica stirpe guerriera che da sempre ha inviato i propri figli migliori a combattere nel nome di altri popoli. In uno scenario fitto di combattimenti, audaci missioni diplomatiche, torbide congiure e inopinati tradimenti, dove non solo trionfano il coraggio e l’eroismo, ma la lealtà e la devozione, si trovano inscindibilmente uniti in un’alleanza di vita e di morte tre straordinari personaggi, quali raramente la fantascienza ha conosciuto: Niun, l’ultimo grande guerriero mri, Melein, la regina-sacerdotessa del pianeta Kesrith, e con essi Sten Duncan, l’uomo che ha salvato loro la vita intrecciando il proprio destino con quello dei suoi più fieri nemici… Egli si trova davanti a un drammatico dilemma: tradire il vincolo di lealtà che ormai lo unisce ai due ultimi superstiti del glorioso popolo mri, oppure aiutarli a trovare un’ultima possibilità di sopravvivenza, anche a costo di rinnegare il giuramento di fedeltà verso la propria razza…
Nel magnifico scenario dei pianeti Kesrith, Shon’jir e Kutath, prende vita un’epica trilogia che ha consacrato la fama dell’autrice de La Lega dei Mondi Ribelli e di Cyteen, entrambi vincitori del Premio Hugo.

Un conflitto irriducibile e cruento che si estende in tutta la galassia vede di fronte la razza umana, eroicamente protesa al di fuori dei propri confini, e gli enigmatici regul, una civiltà aliena avvolta nel mistero di cui sono ignote persino le frontiere, se non dove esse vanno a lambire quelle raggiunte dell’umanità. I regul hanno assoldato una razza di mercenari per combattere questo conflitto estenuante: i mri, un’antica stirpe guerriera che da sempre ha inviato i propri figli migliori a combattere nel nome di altri popoli. In uno scenario fitto di combattimenti, audaci missioni diplomatiche, torbide congiure e inopinati tradimenti, dove non solo trionfano il coraggio e l’eroismo, ma la lealtà e la devozione, si trovano inscindibilmente uniti in un’alleanza di vita e di morte tre straordinari personaggi, quali raramente la fantascienza ha conosciuto: Niun, l’ultimo grande guerriero mri, Melein, la regina-sacerdotessa del pianeta Kesrith, e con essi Sten Duncan, l’uomo che ha salvato loro la vita intrecciando il proprio destino con quello dei suoi più fieri nemici… Egli si trova davanti a un drammatico dilemma: tradire il vincolo di lealtà che ormai lo unisce ai due ultimi superstiti del glorioso popolo mri, oppure aiutarli a trovare un’ultima possibilità di sopravvivenza, anche a costo di rinnegare il giuramento di fedeltà verso la propria razza…
Nel magnifico scenario dei pianeti Kesrith, Shon’jir e Kutath, prende vita un’epica trilogia che ha consacrato la fama dell’autrice de La Lega dei Mondi Ribelli e di Cyteen, entrambi vincitori del Premio Hugo.

Only registered users can download this free product.