49953–49968 di 72802 risultati

Nero di Londra

Con le sue nebbie leggendarie, le spettrali banchine del Tamigi e i suoi vicoli bui, da sempre Londra è stata luogo d’elezione per delitti e fatti di sangue. Attingendo alle cronache del tempo e agli atti giudiziari di clamorosi casi di omicidio, Cinzia Tani fa rivivere in queste pagine le gesta efferate di Jack lo Squartatore e degli altri serial killer dell’Otto e del Novecento. Per ognuno ricostruisce la trama e l’ambiente, descrive i protagonisti, racconta i risvolti psicologici ed esamina i moventi. Accanto ai più bestiali criminali, incontriamo tre figure pubbliche coinvolte nei processi più eccellenti del Novecento: Edward Marshall, avvocato di successo; Bernard Spilsbury, il più famoso patologo dell’epoca, e Albert Pierrepoint, ultimo boia inglese. Ciò che ne esce è un libro capace di tenere il lettore con il fiato sospeso, ma anche un inedito spaccato della società inglese attraverso venti storie di fascino e mistero che intrecciano indissolubilmente l’amore e la morte.
(source: Bol.com)

Nero Caravaggio

Affascinante e ironico come Simenon Geniale come Camilleri Le indagini del libraio Ettore Misericordia Ettore Misericordia è il proprietario di una storica libreria di Roma. Autodidatta coltissimo, conosce tutti i segreti della città eterna. È anche un grande appassionato di gialli e un detective dilettante dal formidabile intuito, tanto che l’ispettore Ceratti se ne avvale spesso per i casi sui quali indaga. Perciò non esita a informarlo quando nella basilica di Sant’Agostino, proprio accanto Piazza Navona, viene ritrovato un cadavere davanti a uno dei capolavori del Caravaggio, la Madonna dei Pellegrini. Si tratta di Paolo Moretti, pugnalato alle spalle con uno strumento per incisioni. Misericordia non perde un attimo e si reca sul luogo del crimine insieme al suo amico-collaboratore “Fango”. Ma il caso non è di facile soluzione perché le prove per un’accusa non ci sono. Almeno fino a quando la moderna coppia Holmes-Watson non scoprirà inquietanti particolari che legano i protagonisti della vicenda al Caravaggio. Nella vita del tormentato genio del Seicento si nasconde forse la chiave per far luce sul delitto? Un misterioso delitto si consuma davanti a un’opera del pittore maledetto L’arte può diventare una passione pericolosa… Finalmente anche Roma ha il suo Sherlock Holmes ‘Un giallo con una serie di personaggi tratteggiati e caratterizzati molto bene, una trama che regge, un colpevole e anche alcuni intermezzi comici. E non è cosa da poco.’ Thriller Pages Magazine ‘Ti viene voglia di andare subito a vedere i luoghi della storia, dagli splendori delle chiese barocche all’architettura metafisica dell’Eur, da Trastevere a San Lorenzo.’ ‘Appassionati, ironici e con uno stile diretto, sintetico e completo, mi ricordano i romanzi di Georges Simenon e le storie del suo burbero ispettore Maigret.’ Max e Francesco MoriniFratelli, autori teatrali e televisivi, dirigono da dieci anni l’Accademia del Comico di Roma. Nero Caravaggio nasce dalla volontà di unire il gusto per la leggerezza e la scrittura brillante con due grandi passioni: quella per i romanzi polizieschi e quella per la loro città, Roma.
(source: Bol.com)

Nero a metà

Un sound inconfondibile, il suo marchio di fabbrica in Italia e nel mondo: blues, rock, jazz e una calda impronta partenopea. Pino Daniele si definiva ”il nero a metà”, l’americano della nuova Napoli, l’autentico uomo in blues della musica italiana. La sua è stata una carriera unica, segnata da amicizie artistiche e personali che hanno fatto la storia: da Massimo Troisi a Fiorella Mannoia, da James Senese a Chick Corea, da Pat Metheny, a Gato Barbieri ed Eric Clapton. Questo libro è un viaggio attraverso i brani più belli di un artista che con Ue man!, A me me piace ‘o blues, Napule è e tanti altri capolavori ha cambiato per sempre la musica, non solo italiana. Pagina dopo pagina Marcella Russano firma un ritratto intenso, una storia coinvolgente che dalle duecentomila persone radunate in Piazza Plebiscito nel 1981 ci accompagna lungo la trentennale carriera di Pino Daniele fino all’ultimo album, La Grande Madre, pubblicato con la sua casa discografica indipendente. L’atto con cui Pino ha voluto sentirsi, per l’ultima volta, libero.
(source: Bol.com)

Il nemico

1989, ultimo dell’anno. Il Muro di Berlino è caduto, la Guerra Fredda sta per concludersi e presto l’America non avrà più nemici. Ma sarà davvero così? Jack Reacher se lo chiede, ma soprattutto si domanda: perché è stato trasferito nel North Carolina da Panama dove si trovava impegnato nella cattura del dittatore Noriega? Pochi minuti dopo la mezzanotte arriva la notizia di un militare morto in un motel a luci rosse. Come investigatore della polizia militare, Reacher sarebbe lieto di passare il caso alla polizia locale. Dopotutto sembra un decesso accidentale. Ma il morto è un generale che, in quel momento, avrebbe dovuto trovarsi in Europa e dalla stanza è sparita una valigetta contenente importanti documenti.
**

Il nemico sconosciuto

Uscito una sera dalla casa dell’amante, Senzanome viene sequestrato da uno sconosciuto incappucciato, trasportato in una baita di montagna, legato a una catena e infine abbandonato con viveri sufficienti per circa tre mesi. Solo, in quella gelida casa sperduta chissà dove, Senzanome non può far altro che frugare disperatamente nella memoria. Chi è il suo rapitore? Chi può odiarlo così tanto? Forse la risposta sta in uno dei tanti giornali e settimanali che lo sconosciuto gli ha lasciato come unica compagnia. O forse anche la data del sequestro ha qualche significato… Il silenzio e la solitudine si trasformano presto in un incubo e Senzanome dovrà sforzarsi di mantenere la lucidità per non impazzire. Un solo pensiero lo aiuta… la certezza che in un modo o nell’altro ne uscirà vivo perché lo sconosciuto carceriere non può aver pensato a tutto. Forse qualche piccolo insignificante dettaglio può essergli sfuggito. E infatti…

Le nemiche

Mantova, corte dei Gonzaga, giugno 1501. Quando Isabella d’Este scopre che suo padre, il duca di Ferrara Ercole I, ha scelto come moglie per l’erede al trono la donna più discussa della penisola, Lucrezia Borgia, figlia bastarda del papa, già sposa di due mariti, il primo ripudiato, il secondo ucciso in circostanze ambigue, il suo animo ne resta completamente sconvolto. La figlia di una tenutaria di bordello, come amava definirla, non può mischiare il suo sangue con quello purissimo e regale degli Este. Accolta con freddezza e disprezzo da tutti, Lucrezia, donna di fascino e di straordinaria bellezza, amante del lusso e del divertimento, riesce tuttavia a guadagnarsi i favori di almeno una parte della corte ferrarese, in particolare dei giovani e affascinanti fratelli di Isabella, attratti dalle feste memorabili e dalla folta schiera di damigelle di cui si circonda, fra le quali brilla l’astro della irresistibile Angela Borgia. Questo successo genera fra le due donne una ostilità ancora più marcata e nuovi e più accaniti contrasti, che culminano con il tentativo da parte di Lucrezia di umiliare la rivale nella sua femminilità, portandole via un affetto a lei molto caro. Ma la marchesa di Mantova, donna di impareggiabile classe, cultura e acume, abile e scaltra più delle sue stesse spie, non è persona da lasciare impuniti gli oltraggi subiti e la sua vendetta sarà feroce e implacabile. Intorno a queste due donne indimenticabili, gli intrighi, i tradimenti, le congiure che dilaniano due fra le più potenti corti del Rinascimento, ma anche gli amori travolgenti e impossibili, forieri di stragi e tragedie familiari. Il prezzo della sopravvivenza coincideva con la rinuncia definitiva al sogno di amare ed essere riamata. Questa, la vendetta di Isabella d’Este. Questo, l’amaro destino cui Lucrezia Borgia non sarebbe mai sfuggita.
(source: Bol.com)

La nemica del Re

**A volte seguire il proprio cuore è l’unica via d’uscita.**
Era il 1340 quando una giovanissima Giovanna di Kent, cugina di Edoardo III e futura principessa di Galles, segue per la prima volta il suo cuore: contraendo un matrimonio clandestino con Thomas Holland, che diverrà conte di Kent. Ma il re Edoardo ha altri progetti per lei. Impegnato a traghettare l’Inghilterra in una sanguinosa guerra, la lunga battaglia dinastica per il trono di Francia che si trasformerà nella Guerra dei Cent’anni, negozia per lei le nozze strategiche con William Montagu, secondo conte di Salisbury, in grado di fornire supporto e aiuti all’esercito del re.
Ma Giovanna, ancora tormentata dagli incubi che le ricordano la terribile esecuzione di suo padre per le mani dello stesso re, non ha intenzione di accettare la decisione di Edoardo, e non si rassegna al destino di dover sposare un uomo che non ama.
E quando Thomas tornerà dalla Francia, dove anche lui ha combattuto la sua battaglia, non temerà il giudizio del re, né di chiunque altro, nel tornare dall’uomo cui aveva fatto la sua promessa. Ma la vita ha in serbo ancora altre sorprese per lei…
Una grande storia di amori, promesse e fedeltà eterna tra gli intrighi e i tradimenti della labirintica corte di Edoardo III, e una straordinaria figura di donna emancipata e indipendente, che non ha paura di seguire il proprio cuore.
**
### Sinossi
**A volte seguire il proprio cuore è l’unica via d’uscita.**
Era il 1340 quando una giovanissima Giovanna di Kent, cugina di Edoardo III e futura principessa di Galles, segue per la prima volta il suo cuore: contraendo un matrimonio clandestino con Thomas Holland, che diverrà conte di Kent. Ma il re Edoardo ha altri progetti per lei. Impegnato a traghettare l’Inghilterra in una sanguinosa guerra, la lunga battaglia dinastica per il trono di Francia che si trasformerà nella Guerra dei Cent’anni, negozia per lei le nozze strategiche con William Montagu, secondo conte di Salisbury, in grado di fornire supporto e aiuti all’esercito del re.
Ma Giovanna, ancora tormentata dagli incubi che le ricordano la terribile esecuzione di suo padre per le mani dello stesso re, non ha intenzione di accettare la decisione di Edoardo, e non si rassegna al destino di dover sposare un uomo che non ama.
E quando Thomas tornerà dalla Francia, dove anche lui ha combattuto la sua battaglia, non temerà il giudizio del re, né di chiunque altro, nel tornare dall’uomo cui aveva fatto la sua promessa. Ma la vita ha in serbo ancora altre sorprese per lei…
Una grande storia di amori, promesse e fedeltà eterna tra gli intrighi e i tradimenti della labirintica corte di Edoardo III, e una straordinaria figura di donna emancipata e indipendente, che non ha paura di seguire il proprio cuore.
### Dalla seconda/terza di copertina
È nata e vive negli Stati Uniti. Appassionata studiosa di storia e letteratura medievale, è un’autrice nota in tutto il mondo, da molti considerata la più degna erede di Ellis Peters. I suoi thriller ambientati nel Medioevo sono infatti dei bestseller, che in Italia hanno venduto oltre seicentomila copie. Piemme ha pubblicato sia la trilogia che ha per protagonista Margaret Kerr, ambientata nella

Nemesis: La storia completa

Il romanzo è ambientato a Inverness, nelle Highlands della Scozia, tra gelo, vento e neve. La protagonista è la giovane ragazza scozzese Ellen Lynch, che da piccola ha perso il fratello maggiore Damien. Poco dopo aver compiuto quindici anni, Ellen si innamora, a poco a poco ricambiata, di un ragazzo che è appena arrivato nella sua scuola, Kevin Shaw. Ma dopo il suo compleanno sarà coinvolta in una serie di eventi che le sconvolgeranno la vita. La ragazza scoprirà infatti di essere, così come tutta la sua famiglia, un Demone Emerso, mentre Kevin appartiene alla dinastia degli Angeli Ombra. Demoni e Angeli sono rivali da sempre: sono loro a stabilire il Patto dell’Equilibrio che viene rinnovato ogni otto anni, il 30 febbraio, durante il Tetrastile. La tormentata storia d’amore tra Ellen e Kevin si scontrerà persino con la resurrezione dell’Angelo dell’Apocalisse.

Nelle terre di nessuno

Paesaggi di brutale bellezza, alcol e fucili, rabbia e rassegnazione. Segherie abbandonate; vecchie baracche dove si gioca a poker e le partite rischiano di finire a colpi di pistola, bar fumosi in cui tutti gli avventori si conoscono, e molti coltivano antichi rancori. Figli senza padri, alla deriva; famiglie nelle quali nessuno lavora, ma che l’assistenza sociale sembra aver dimenticato. E ad aleggiare su tutto, l’amore lancinante e doloroso per una terra da cui si parte – ma quasi sempre per farvi ritorno e rimanere – e una testarda, assurda, commovente speranza di riscatto. Con Nelle terre di nessuno, Chris Offutt ha scritto uno tra gli esordi più fulminanti degli ultimi decenni, aggiungendo alla grande tradizione del racconto americano un nuovo, potente capitolo. Le sue storie, dure ma cariche di emozione, ci guidano in un Kentucky solo apparentemente marginale, e sanno narrarci con profonda empatia la sublime desolazione, il culto della violenza e la fame d’amore che si nascondono nell’America più ignota e dimenticata; in quei paesi che, come scriveva Mark Strand, nessuno visita mai.
(source: Bol.com)

Nelle nebbie del gambero d’oro: la prima indagine del commissario Martini

Torna a grandi caratteri la prima indagine del commissario Andrea Martini. “A fare da scenario una Torino del 1933, anno dell’inaugurazione del primo tratto della nuova via Roma, con gli storici Caffè, negozi e trattorie. A fare atmosfera un autunno tra nebbie spesse, freddo pungente e qualche spruzzata di neve che colora di bianco il filo forte di una confermata probità narrativa” (Giovanni Tesio). Nebbie e delitti per l’ex commissario Martini secondo la tradizione del mystery. I delitti sono d’annata, le nebbie leggere, pericolose proprio come quelle della sua città natale, dove mantiene un quartierino in via Barbaroux, Contrada del Gambero d’Oro. Quando viene trovata morta una ragazza, indaga per solidarietà con la gente del Gambero…
**

Nella tela dorata

Fin da piccola Alexandra Purnell è stata educata nel rispetto delle regole della morale per diventare la moglie ideale del duca di Peterleigh. Ma una sera viene rapita per sbaglio e, la mattina successiva, Edmund Raine, conte di Amberley, la trova legata in casa sua.
Nonostante gli sforzi dei due per mettere a tacere lo scandalo, a poco a poco le chiacchiere sull’episodio si diffondono per tutta Londra. Ed a Alexandra non resta che accettare la proposta di un matrimonio riparatore…

Nella tana dei lupi (Einaudi. Stile libero)

La detective della polizia Hanne Wilhelmsen, assente per un anno sabbatico, torna a Oslo per lavorare sul caso. A svolgere le indagini ufficiali, la squadra della centrale di polizia, e naturalmente i servizi segreti. Le intuizioni di Hanne saranno ancora una volta determinanti, in una vicenda delicatissima che riecheggia foschi casi di cronaca recente.
«Con la mano sulla maniglia appoggiò l’orecchio alla porta. Nessun suono. Con cautela picchiò con il medio sul legno. Anche questa volta non sentí nulla. Aprí la porta piú esterna prima di ripetere il gesto. Inutilmente. Nessuno disse “Avanti” né “Non voglio essere disturbata”. Nessuno disse niente di niente. Con fare cauto ed esitante, e con la possibilità di richiudere la porta in un baleno qualora Birgitte Volter fosse profondamente concentrata su qualcosa di molto importante, socchiuse la porta… Il primo ministro Birgitte Volter era seduta sulla sua poltroncina girevole con il busto riverso sulla scrivania. In piedi sulla soglia, a una distanza di sei metri e mezzo, Wenche Andersen lo vedeva comunque nitidamente: il sangue che aveva formato una pozza grande, stagnante sopra la bozza di legge da sottoporre al Parlamento sulla collaborazione al trattato di Schengen. Era cosí visibile che Wenche Anderson non si avvicinò neppure al corpo senza vita».
**
### Sinossi
La detective della polizia Hanne Wilhelmsen, assente per un anno sabbatico, torna a Oslo per lavorare sul caso. A svolgere le indagini ufficiali, la squadra della centrale di polizia, e naturalmente i servizi segreti. Le intuizioni di Hanne saranno ancora una volta determinanti, in una vicenda delicatissima che riecheggia foschi casi di cronaca recente.
«Con la mano sulla maniglia appoggiò l’orecchio alla porta. Nessun suono. Con cautela picchiò con il medio sul legno. Anche questa volta non sentí nulla. Aprí la porta piú esterna prima di ripetere il gesto. Inutilmente. Nessuno disse “Avanti” né “Non voglio essere disturbata”. Nessuno disse niente di niente. Con fare cauto ed esitante, e con la possibilità di richiudere la porta in un baleno qualora Birgitte Volter fosse profondamente concentrata su qualcosa di molto importante, socchiuse la porta… Il primo ministro Birgitte Volter era seduta sulla sua poltroncina girevole con il busto riverso sulla scrivania. In piedi sulla soglia, a una distanza di sei metri e mezzo, Wenche Andersen lo vedeva comunque nitidamente: il sangue che aveva formato una pozza grande, stagnante sopra la bozza di legge da sottoporre al Parlamento sulla collaborazione al trattato di Schengen. Era cosí visibile che Wenche Anderson non si avvicinò neppure al corpo senza vita».

Nella mente dell’ipnotista

“*Ascolta solo la mia voce e nient’altro. Presto inizierò il conto alla rovescia… Entrerai in casa. La vedrai. E non avrai paura*.” Si chiama Erik Maria Bark ed è l’ipnotista più famoso di Svezia. È a lui che si rivolge la polizia quando un testimone è sotto shock e non parla. Adesso c’è un paziente che ha bisogno di lui: Björn è l’unico a sapere cos’è successo veramente in casa sua, cosa è accaduto a sua moglie, Susanna, e quali siano le tracce che lui stesso ha inavvertitamente cancellato. Sa tutto, ma non riesce a ricordare. E Björn deve ricordare, in fretta. Perché Susanna è solo l’ultima vittima di un killer che sta terrorizzando Stoccolma e che presto colpirà di nuovo. Il killer osserva, assedia. Filma tutto e invia il video alla polizia, come per sfidare le forze dell’ordine. Poi entra in casa, insegue le vittime stanza dopo stanza, e uccide. Perché è la morte in persona, e ha la certezza di essere inafferrabile. Erik Maria Bark è l’unica persona in grado di scovare, nella mente di Björn, degli indizi che permettano di fermare la strage. Quello che Erik non sa è che durante l’ipnosi emergeranno dei dettagli che lo riguardano. Dettagli del suo passato. Dettagli incriminanti. Quello che Erik non sa è che l’unica persona che si fidava di lui, l’unico poliziotto capace di raccogliere la sfida del killer, non può più aiutarlo. Il poliziotto si chiama Joona Linna ed è scomparso nel nulla da un anno. È stato dichiarato morto dalle autorità. E l’ipnotista deve affrontare da solo l’orrore che si annida nella sua stessa mente. **Un caso letterario senza precedenti**
Inizio 2009, Stoccolma: un’importante casa editrice svedese riceve un manoscritto. Si intitola *L’ipnotista* ed è firmato con uno pseudonimo, Lars Kepler. Sin dalle prime pagine, l’entusiasmo contagia chiunque lo legga… Al misterioso autore viene subito fatto un contratto.>br>
Aprile 2009, Fiera del libro di Londra: tutti ne parlano, tutti lo inseguono: *L’ipnotista* è il libro della Fiera. Il mistero si infittisce: chi è davvero Lars Kepler?
Fine aprile 2009: nel giro di una settimana, più di venti case editrici in tutto il mondo hanno acquistato i diritti del romanzo. Molte altre si aggiungeranno in breve tempo.
Metà luglio 2009, Svezia: *L’ipnotista* esordisce direttamente al primo posto delle classifiche, scalzando Stieg Larsson.
Ottobre 2009, Stoccolma: il mistero è finalmente svelato. Dietro lo pseudonimo si nascondono due scrittori, Alexander e Alexandra Ahndoril. Sono marito e moglie, hanno tre figlie e vivono a Stoccolma.
2010-2014: i libri di Lars Kepler diventano un fenomeno editoriale mondiale. Dopo *L’ipnotista*, Joona Linna è protagonista di *L’esecutore*, *La testimone del fuoco* e *L’uomo della sabbia*. Con solo quattro libri, nel mondo Lars Kepler vende **5 milioni di copie**.
Gennaio 2015: con una mossa a sorpresa, i coniugi Ahndoril spiazzano tutti: non solo rimettono in scena Erik Maria Bark, l’ipnotista già al centro del loro primo, enorme successo, ma scrivono il loro thriller più avvincente.
**
### Sinossi
“*Ascolta solo la mia voce e nient’altro. Presto inizierò il conto alla rovescia… Entrerai in casa. La vedrai. E non avrai paura*.” Si chiama Erik Maria Bark ed è l’ipnotista più famoso di Svezia. È a lui che si rivolge la polizia quando un testimone è sotto shock e non parla. Adesso c’è un paziente che ha bisogno di lui: Björn è l’unico a sapere cos’è successo veramente in casa sua, cosa è accaduto a sua moglie, Susanna, e quali siano le tracce che lui stesso ha inavvertitamente cancellato. Sa tutto, ma non riesce a ricordare. E Björn deve ricordare, in fretta. Perché Susanna è solo l’ultima vittima di un killer che sta terrorizzando Stoccolma e che presto colpirà di nuovo. Il killer osserva, assedia. Filma tutto e invia il video alla polizia, come per sfidare le forze dell’ordine. Poi entra in casa, insegue le vittime stanza dopo stanza, e uccide. Perché è la morte in persona, e ha la certezza di essere inafferrabile. Erik Maria Bark è l’unica persona in grado di scovare, nella mente di Björn, degli indizi che permettano di fermare la strage. Quello che Erik non sa è che durante l’ipnosi emergeranno dei dettagli che lo riguardano. Dettagli del suo passato. Dettagli incriminanti. Quello che Erik non sa è che l’unica persona che si fidava di lui, l’unico poliziotto capace di raccogliere la sfida del killer, non può più aiutarlo. Il poliziotto si chiama Joona Linna ed è scomparso nel nulla da un anno. È stato dichiarato morto dalle autorità. E l’ipnotista deve affrontare da solo l’orrore che si annida nella sua stessa mente. **Un caso letterario senza precedenti**
Inizio 2009, Stoccolma: un’importante casa editrice svedese riceve un manoscritto. Si intitola *L’ipnotista* ed è firmato con uno pseudonimo, Lars Kepler. Sin dalle prime pagine, l’entusiasmo contagia chiunque lo legga… Al misterioso autore viene subito fatto un contratto.>br>
Aprile 2009, Fiera del libro di Londra: tutti ne parlano, tutti lo inseguono: *L’ipnotista* è il libro della Fiera. Il mistero si infittisce: chi è davvero Lars Kepler?
Fine aprile 2009: nel giro di una settimana, più di venti case editrici in tutto il mondo hanno acquistato i diritti del romanzo. Molte altre si aggiungeranno in breve tempo.
Metà luglio 2009, Svezia: *L’ipnotista* esordisce direttamente al primo posto delle classifiche, scalzando Stieg Larsson.
Ottobre 2009, Stoccolma: il mistero è finalmente svelato. Dietro lo pseudonimo si nascondono due scrittori, Alexander e Alexandra Ahndoril. Sono marito e moglie, hanno tre figlie e vivono a Stoccolma.
2010-2014: i libri di Lars Kepler diventano un fenomeno editoriale mondiale. Dopo *L’ipnotista*, Joona Linna è protagonista di *L’esecutore*, *La testimone del fuoco* e *L’uomo della sabbia*. Con solo quattro libri, nel mondo Lars Kepler vende **5 milioni di copie**.
Gennaio 2015: con una mossa a sorpresa, i coniugi Ahndoril spiazzano tutti: non solo rimettono in scena Erik Maria Bark, l’ipnotista già al centro del loro primo, enorme successo, ma scrivono il loro thriller più avvincente.
### Dalla quarta di copertina
Un caso letterario senza precedenti Inizio 2009, Stoccolma Un’importante casa editrice svedese riceve un manoscritto. Si intitola L’ipnotista ed è firmato con uno pseudonimo, Lars Kepler. Sin dalle prime pagine, l’entusiasmo contagia chiunque lo legga… Al misterioso autore viene subito fatto un contratto. Aprile 2009, Fiera del libro di Londra Tutti ne parlano, tutti lo inseguono: L’ipnotista è il libro della Fiera. Il mistero si infittisce: chi è davvero Lars Kepler? Fine aprile 2009 Nel giro di una settimana, più di venti case editrici in tutto il mondo hanno acquistato i diritti del romanzo. Molte altre si aggiungeranno in breve tempo. Metà luglio 2009, Svezia L’ipnotista esordisce direttamente al primo posto delle classifiche, scalzando Stieg Larsson. Ottobre 2009, Stoccolma Il mistero è finalmente svelato. Dietro lo pseudonimo si nascondono due scrittori, Alexander e Alexandra Ahndoril. Sono marito e moglie, hanno tre figlie e vivono a Stoccolma. 2010-2014 I libri di Lars Kepler diventano un fenomeno editoriale mondiale. Dopo L’ipnotista, Joona Linna è protagonista di L’esecutore, La testimone del fuoco e L’uomo della sabbia. In soli quattro libri, nel mondo Lars Kepler vende 5 milioni di copie. Gennaio 2015 Con una mossa a sorpresa, i coniugi Ahndoril spiazzano tutti: non solo rimettono in scena Erik Maria Bark, l’ipnotista già al centro del loro primo, enorme successo, ma scrivono il loro thriller più avvincente.

Nell’oscurità

In un mondo di fantasia, in cui la magia funziona davvero e una rete di linee di potere consente di compiere veri e propri prodigi, la situazione precipita: gli orgogliosi Algarviani, un popolo tanto cerimonioso nel comportamento quanto temibile in battaglia, stanno per prendersi la rivincita contro i regni kauniani di Valmiera e Jelgava, che li hanno sconfitti durante la terribile Guerra dei Sei Anni, combattuta una generazione prima. Ma il prezzo della loro vendetta sarà terribile: tutti i regni confinanti saranno ben presto trascinati in una guerra che minaccia di mettere a ferro e fuoco l’intero continente di Derlavai. Nel frattempo, a Cottbus, la tetra capitale del regno di Unkerlant, Re Swemmel, nella sua folle brama di dominio, trama oscuri disegni che l’abile maresciallo Rathar si incaricherà di eseguire fedelmente. Quale sarà, dunque, il fato di Fernao, abile mago del regno isolano di Lagoas, o di Tealdo, il vanitoso ma ardito soldato algarviano, oppure di Vanai, la dolce ragazza kauniana che vive nel piccolo villaggio di Oyngestun?

Nel vortice di Alcione

Un’ entità aliena incorporea ha penetrato la mente del pilota spaziale Grainger insinuandosi sottoforma di una seconda volontà e di un secondo intelletto durante un lungo periodo trascorso nella nebulosa Halcyon Drift. Sarà proprio questo atipico parassita a guidare il pilota attraverso il pericoloso caos della nebulosa verso un inestimabile tesoro?