49921–49936 di 65579 risultati

La città sepolta

‘*I libri della Sigma Force sono il massimo della letteratura di intrattenimento.*’
The New York Times

‘*I protagonisti della Sigma Force sono grandiosi come i romanzi di questa serie imperdibile.*’
Publisher Weekly

Un’avventura della Sigma Force Vol. 1

L’esplosione che ha distrutto la Galleria Kensington del British Museum sembra non avere spiegazioni. Le ultime immagini delle telecamere di sorveglianza mostrano una sfera di luce che, entrando in contatto con un antico manufatto, innesta una reazione devastante. Nessuno riesce a capire cosa abbia scatenato quel bizzarro fenomeno naturale, eppure Safia al-Maaz, la brillante curatrice della collezione araba, scopre tra le macerie un oggetto sorprendente, rimasto nascosto per millenni, un cuore di ferro con inciso un nome leggendario: Ubar, la città perduta della regina di Saba. Anche Painter Crowe, agente segreto della Sigma, partecipa alle indagini per individuare l’origine dell’esplosione.
Quella che sembra un’affascinante sfida scientifica diventa improvvisamente una missione mortale, quando una misteriosa organizzazione tenta d’impadronirsi del cuore di ferro: quell’oggetto è il primo indizio che conduce a un’immensa fonte d’energia, forse proprio la causa della scomparsa di Ubar, l’Atlantide del deserto, che secondo le leggende è stata sepolta da un’imponente tempesta di sabbia.

Da Londra al golfo Persico, da Washington al deserto arabo, Painter e Safia dovranno affrontare non solo gli enigmi e i misteri del passato, ma anche un nemico implacabile, in una corsa contro il tempo per scongiurare una catastrofe senza precedenti.
(source: Bol.com)

La città labirinto

Le talpe elettroniche e i robot ricognitori vengono stritolati, inceneriti, polverizzati, uno dopo l’altro: mandibole d’acciaio, laghi roventi, trabocchetti fotoelettrici, schermi deformanti, pareti di fuoco, fulminei marciapiedi a tagliola inghiottono e dilaniano i volontari. Ma ogni errore, ogni nuova vittima fa guadagnare qualche metro nella millenaria città-labirinto: al centro, inavvicinabile, c’è Richard Muller, l’unico abitatore, I’uomo che da nove anni vive d’odio e di ricordi, e che bisogna ad ogni costo convincere a uscire dal suo esilio e ad accettare una missione da cui dipende la sopravvivenza della specie umana.
Copertina: Karel Thole

La città e le stelle

Vi presentiamo il più fantasioso e nello stesso tempo il più poetico romanzo di Arthur Clarke. La sua concezione di Diaspar, la città immortale dove, vero Crepuscolo degli Dei, la perfezione scientifica della Terra affonda gli uomini nella buia notte del più arido oscurantismo, difficilmente potrà trovare l’eguale. Spento per sempre l’infiammato impulso che ha spinto la razza umana fuori dalla sua Galassia, la grande Saga del volo spaziale è ormai una leggenda antica. E Diaspar è la prigione dorata dove non si commettono errori. Ma un uomo riscopre il passato, e apre la dimenticata via delle stelle con incalcolabili conseguenze per sé e per la sua gente. In un mondo che ha bandito la nascita e la morte, la gioia e il dolore, sostituendoli con un alternarsi di essere e non essere che non suscita alcuna emozione, quell’uomo scopre l’esaltante sentimento dell’amore. E’ allora che Diaspar gli appare quale veramente è: monotona, fredda città senza anima, inumana e crudele, abitata da perfette statue che non possono sbagliare. Non appena si accorge di quanto sia ristretta la sua prigione, l’uomo desidera la libertà, questa esaltante cosa che lui non ha mai conosciuta. Se sia un bene o un male, lo si saprà soltanto dopo, ma una cosa è certa: sbagliato o giusto, vale la pena di tentare.

La città di sotto

Esperti americani hanno calcolato che in caso di guerra mondiale atomica con le armi nucleari attuali, la popolazione del nostro pianeta soprawivrebbe nella misura del trenta per cento. Ma l’esperienza insegna che ogni guerra mondiale se ne porta appresso un’altra, con armi ancora più perfezionate, nel qual caso in che misura soprawivremmo? Secondo l’autore di questo romanzo la proporzione si aggirerebbe intorno all’uno per cento, dopodiché (almeno per un certo tempo), non ci sarebbero più guerre atomiche e la nuova umanità potrebbe dedicarsi a un altro sport, antico ma sempre nuovo: lo sterminio sistematico dei mutante
Copertina di Karel Thole

La città di luce e d’ombra

###
Il principe del regno di Ombria giace sul letto di morte, e già sua zia – una donna spietata che sembra immune al trascorrere degli anni e che tutti chiamano la Perla Nera – assapora il gusto del potere. L’erede al trono, infatti, è ancora troppo giovane per opporsi al volere della zia, mentre il nipote del principe è un artista totalmente disinteressato alle sorti del regno: il suo unico obiettivo è ricreare sulla tela tutto il fascino decadente della città di Ombria. Nessun essere vivente può ostacolare l’ascesa al trono della malvagia Perla Nera… o così sembra.

Città di fuoco

Nota: prima parte di “City on fire”, la seconda è in “[La città e l’abisso](https://www.goodreads.com/book/show/15785777.La_citt__e_l_abisso “La città e l’abisso”)”
La grande città futura o “laterale” alimentata dall’energia del Plasma e descritta fin nei minimi dettagli da Walter Jon Williams è già nota ai lettori di “Urania” che ne hanno seguito la fondazione in Metropolitan, uno dei romanzi più apprezzati della sf contemporanea. Ora, in Città di fuoco, è il momento di tornare a Caraqui. Constantine e Aiah hanno rovesciato la corrotta amministrazione della città-pianeta e hanno preso il potere, ma per difendere il nuovo regime devono sconfiggere la minaccia della Mano d’Argento e infrangere la misteriosa barriera che separa la città dallo spazio. Il rischio maggiore sarà per Aiah, che deve prepararsi a un’impresa difficilissima, la prima di una nuova serie di folgoranti avventure.
Copertina di Franco Brambilla

La città delle ombre

Sopra i tetti di Londra, inaccessibile e invisibile a tutti, esiste una società segreta, sospesa fra il nostro mondo e un altro senza tempo governato da leggi proprie. Sospesi nel vuoto con un fantastico sistema di cavi e abili a dileguarsi in labirintici recessi, questi abitatori delle ombre si preparano a ingaggiare una battaglia per il dominio non solo del proprio mondo, ma anche di quello che sta sotto…dove tutti sono ignari, finché qualcuno che intuisce l’esistenza della città delle ombre che si estende lassù, comincia ad alzare lo sguardo con un brivido di terrore.

La città della magia

Un’antica leggenda della Terra di Darkover narra di una setta di sapienti che guidano segretamente i destini dei Sette Regni, e di una città misteriosa agli estremi confini settentrionali…

La Città dell’Oro

Certamente riproporre un’ennesima edizione di un romanzo di Emilio Salgari è un’avventura. I testi di Salgari sono nel pubblico dominio e si possono leggere gratuitamente. Però hanno la caratteristica di non essere adeguati ai moderni meccanismi di lettura quali il Kindle, l’Ipad, ect. ect.
La presente versione del romanzo La Città dell’Oro vale la pena di essere acquistata per vari ordini di motivi:
1 – Il prezzo irrisorio
2 – Le numerosissime illustrazioni nel testo e fuori testo. Trattasi delle leggendarie riproduzioni di Frederick Catherwood (più di 25)
3 – L’interattività del libro. Se si è connessi ad Internet cliccando sulle parole linkate si possono leggere informazioni aggiuntive e non solo: immagini, filmati, ect. ect.
4 – Le complete filmografie che si rifanno a IMDB e Wikipedia
5 – La Bibliografia delle Opere di Emilio Salgari.
6 – La brevissima storia degli Inca.
7 – La descizione dell’Orenoco e dell’Eldorado.
**
### Sinossi
Certamente riproporre un’ennesima edizione di un romanzo di Emilio Salgari è un’avventura. I testi di Salgari sono nel pubblico dominio e si possono leggere gratuitamente. Però hanno la caratteristica di non essere adeguati ai moderni meccanismi di lettura quali il Kindle, l’Ipad, ect. ect.
La presente versione del romanzo La Città dell’Oro vale la pena di essere acquistata per vari ordini di motivi:
1 – Il prezzo irrisorio
2 – Le numerosissime illustrazioni nel testo e fuori testo. Trattasi delle leggendarie riproduzioni di Frederick Catherwood (più di 25)
3 – L’interattività del libro. Se si è connessi ad Internet cliccando sulle parole linkate si possono leggere informazioni aggiuntive e non solo: immagini, filmati, ect. ect.
4 – Le complete filmografie che si rifanno a IMDB e Wikipedia
5 – La Bibliografia delle Opere di Emilio Salgari.
6 – La brevissima storia degli Inca.
7 – La descizione dell’Orenoco e dell’Eldorado.

La città dell’estate

C’è stata un’epoca in cui scienza e tecnologia potevano tutto: ma ormai, chi crede più nei miracoli? Rush ci crede. E’ giovane, è forte e non teme i pericoli. Rush cercherà la città del sapere, anche se dovesse scoprire qualcosa di tremendo. Per esempio, che lui non è un essere umano…Ma cos’è, allora? A chi appartengono i suoi ricordi, i suoi gesti, la sua determinazione? Cercate la risposta in questo romanzo di John Crowley, una sorprendente rivelazione…
Copertina di Marco Patrito

La città del Sole

Nell’età della Controriforma, mentre da una parte maturavano le premesse storiche poste dall’Umanesimo e dal Rinascimento e dall’altra si stabilizzava la dominazione congiunta dell’Impero di Spagna e dell’Inquisizione, Campanella si assunse la missione di “debellare tre mali estremi: tirannide, sofismi, ipocrisia”. Ispirata dalle utopie politiche di Tommaso Moro e Platone, nella Città del Sole Campanella immagina una repubblica “naturale”, condotta da un re-sacerdote e da tre magistrati. Una repubblica in cui si pratica una religione “naturale” e in cui non si crede all’esistenza dell’inferno o alla concreta possibilità di qualsivoglia punizione divina. Uno stato dove ogni proprietà (e donna) è messa in comune e in cui al lavoro sono destinate al massimo quattro ore giornaliere. La nascita dei figli è guidata da necessità astrologiche (come in Platone) e la loro educazione ispirata da principi basati sulla valorizzazione dell’esperienza e non sui libri, anticipando in questo molte delle valutazioni della moderna pedagogia. Un’opera visionaria quindi, che ispirerà in modo importante il pensiero utopistico dei secoli successivi.
**

La Città del Re Lebbroso

Gli elefanti bianchi rappresentano, nel Siam, quasi delle divinità poste sulla Terra. Sono accuditi con mille cure, rispettati e venerati, perchè la loro salute e la loro benevolenza sono un segno favorevole per il paese e garantiscono del suo prosperare. Quando però, uno dopo l’altro, ne muoiono 7 nel Palazzo Reale, i presagi sono decisamente infausti, e sono simbolo di morte per Lakon-tay, a cui il re li aveva affidati e che doveva rispondere della loro sorte. Un impiego ricco di onori ma anche delicato e pericoloso, dunque. E’ la maledizione degli dei che si è abbattuta su Lakon-tay? Oppure è la gelosia di qualcuno che ha giurato di vendicarsi e che ha messo in atto un tradimento? La salvezza può essere trovata solo fra le rovine di una città, un tempo ricca e prospera e governata da un re lebbroso, dove è nascosto un sacro tesoro. ([www.emiliosalgari.it](http://www.emiliosalgari.it))

Le città del Medioevo

Il percorso della città in Europa dalla tarda romanità fino al XII secolo. Con la sua caratteristica capacità di cogliere la vita pulsante delle comunità storiche, uno dei più grandi storici del Medioevo mostra l’evoluzione del commercio nel Mediterraneo fino alla fine dell’VIII secolo, la sua decadenza nel IX secolo e la rinascita poi dei centri urbani che si accompagnò alla formazione di un nuovo ceto, la borghesia.
**

La città dei vampiri

###
David Leppington torna nella sua città natale dopo un’assenza di oltre vent’anni per far visita a un vecchio parente e decide di prenotare una stanza nell’albergo della stazione. Sin dalla prima notte comincia a sentire voci, suoni e passi non umani provenire dalle cantine e salire fin nei corridoi. Qualche giorno dopo un operaio che lavorava alla riparazione di un tombino torna con le mani maciullate da strani e feroci morsi. Alcune persone scompaiono misteriosamente, lasciando tracce di sangue e di violenza. Il giovane David si troverà a combattere una guerra epica e sanguinosa.

La città dei morti

Claire Redfield arriva a Raccoon City per cercare il fratello Chris, agente della S.T.A.R.S., dato per disperso. Ma l’aspetta una terribile sorpresa, perchè la città non è più la stessa… Attaccati da una banda di esseri-zombie, Claire e il suo amico Leon si asserragliano nella stazione di polizia, sperando di trovare soccorsi o almeno i mezzi per abbandonare la città. Ma al distretto ci sono solo gli ultimi superstiti, alcuni dei quali in preda a un misterioso contagio. Usando le tecniche di guerriglia della S.T.A.R.S., Claire istruisce i suoi compagni alla lotta contro i nuovi mostri prodotti dagli esperimenti falliti della misteriosa Umbrella Corporation: come Birkin, l’uomo-proteo che può generare arti e teste supplementari, Mr. X e l’orrenda, mutata popolazione di Raccoon City.