49489–49504 di 72034 risultati

Il marchio del diavolo

Londra, 1804. Dimitri, Conte di Corvindale, non può permettersi di provare dei sentimenti. Per amore ha stretto un orrendo patto con Lucifero, un patto di cui porta il segno tangibile impresso sulla pelle e che alla fine non è servito a nulla, perché la sua donna l’ha lasciato. Da allora ha deciso di chiudere il proprio cuore e di dedicare la propria vita immortale alla ricerca di un modo per liberarsi dell’infame marchio. Ma propositi iniziano a vacillare quando incontra la bellissima e caparbia Maia Woodmore e il desiderio di “assaggiarla” si fa sempre più intenso…

Marchande Melanie – 2014 – Tutta colpa tua

Secretary Series Dall’autrice bestseller del New York Times, Wall Street Journal e USA Today Una storia piena di passione, romanticismo e un irresistibile tocco di ironia Sono passati cinque anni e due mesi, ma Meg è ancora insicura sull’amore di Adrian. Adesso, però, lui è deciso a risolvere la situazione una volta per tutte. E farà il possibile per riuscirci. Con un carattere come il suo, mostrare il lato più sensibile è molto difficile, ma Adrian non è di sicuro un uomo che si arrende facilmente e farà di tutto per sciogliersi come la neve che comincia a cadere. Melanie Marchandeè l’autrice bestseller del New York Times della serie Secretary. Ama i miliardari sarcastici e sicuri di sé, le eroine voluttuose e insolenti e la pizza. Non necessariamente in quest’ordine.

Marathon: la battaglia che ha cambiato la storia

480 a.C. La flotta greca, ancorata di fronte al Capo Artemisio, a pochi chilometri in linea d’aria dalle Termopili, spia con attenzione i movimenti delle navi persiane. La tensione è alta tra l’equipaggio: si attende con ansia l’esito dello scontro tra gli uomini del gran re Serse e quelli del sovrano spartano Leonida. Il poeta Eschilo, in servizio su una nave come oplita, riceve la visita di una donna bella e misteriosa: un’esule ateniese che gli ricorderà la storia della battaglia di Maratona, svoltasi un decennio prima. Una battaglia che il poeta conosce bene perché vi ha partecipato e perché su quel campo ha visto morire suo fratello. Così le memorie dei due interlocutori s’intrecciano, ricostruendo nei particolari il primo combattimento campale tra greci e persiani, ma soprattutto quel che accadde subito dopo, quando gli araldi dovettero correre fino ad Atene per comunicare la vittoria greca, prima che i sostenitori dei persiani aprissero le porte della città agli invasori. Andrea Frediani, con una prosa serrata e coinvolgente, ricostruisce una delle battaglie più importanti della storia, riportandone in vita i protagonisti. Un romanzo narrato in presa diretta, come la cronaca di una gara nella quale i partecipanti si contendono il premio più ambito: l’amore di una donna.

Maometto

Il Profeta, nella narrazione di uno dei maggiori storici delle religioni italianoPoche sono le personalità così umanamente suggestive e religiosamente carismatiche come il fondatore dell’Islam, Maometto. Intorno a lui nacque in Oriente una sorta di ‘legenda aurea’ che include storie di portenti annuncianti la sua nascita, di miracoli, della sua ascesa al cielo. In Occidente invece, soprattutto nel Medioevo, la figura di Maometto fil demonizzata. Il ‘profeta’ fu accusato di impostura e gli si attribuì ogni sorta di vizi. Solo la prima traduzione ‘scientifica’ del Corano (1698), fonte principale per la ricostruzione della sua vita, riuscì, sia pure parzialmente, a dissipare molte fantasiose leggende. In questo libro uno dei nostri maggiori storici delle religioni ne rivendica la statura etica e morale e, ripercorrendo il cammino della sua esistenza, ne disegna un ritratto incisivo, acuto e oggettivo.Alfonso M. Di Nolaè stato uno dei più autorevoli studiosi di Storia delle religioni, materia che ha insegnato all’Istituto Universitario Orientale di Napoli. Ha insegnato, in altri atenei, Storia delle tradizioni e del folklore europeo, ha diretto l’Enciclopedia delle religioni e ne ha redatto la maggior parte delle voci. Autore di moltissimi libri di grande successo, ha diretto la collana ‘Magia e religioni’ della Newton Compton, per la quale ha pubblicato Antropologia religiosa, La preghiera dell’uomo, Gesù segreto, Il diavolo, Maometto e la saggezza dell’Islam, La nera signora. Antropologia della morte e del lutto.
(source: Bol.com)

Mao Zedong

In questo saggio l’interpretazione dell’ascesa al potere di Mao coinvolge, per la prima volta rispetto alle altre biografie già esistenti, aspetti inediti della sua vita privata, offrendo un’analisi “politicamente scorretta” della Rivoluzione Culturale. Di origini contadine, autodidatta, imprevedibile e controverso quanto si conviene a un rivoluzionario, Mao Zedong si rivela presto il leader capace di riunire intorno a sé, e al proprio dogma, un paese sconfinato, lacerato da anni di guerra, di dominazione straniera e feudalesimo. Raffinato stratega e organizzatore instancabile, negli anni universitari entra in contatto a Pechino con il nascente movimento marxista cinese e, grazie ai successi ottenuti dalla guerriglia comunista, dà vita a un vero e proprio culto della personalità. Dopo aver avviato la riforma agraria e organizzato le masse contadine, approfitta dell’aggressione giapponese in Manciuria per opporre, a fianco di Chiang Kai-shek, il temibile capo dei nazionalisti del Guomindang, un fronte comune contro gli invasori. Falliti i tentativi di mediazione, il 1o ottobre 1949 Mao proclama la nascita della Repubblica Popolare Cinese, sancendo così la sua consacrazione a Grande Timoniere. Amalgamando abilità di ricerca storica e doti narrative, Jonathan Spence tratteggia la personalità di Mao Zedong in tutte le sue contraddizioni, attraversando, grazie anche a fonti inedite, il tessuto di ombre e utopia che sostenne il suo percorso personale e politico. Questa biografia è più che mai preziosa per gettare luce su una delle figure più enigmatiche e influenti del Novecento e per comprendere il paese che si trova ancora oggi a fare i conti con la sua discussa eredità.

Mao II (versione italiana)

Che cosa unisce seimilacinquecento coppie di uno sposalizio di massa nello Yankee Stadium, un famoso scrittore ostinatamente misantropo e un funzionario svizzero ostaggio a Beirut? Dai funerali di Khomeini al massacro di Tienanmen, la realtà del mondo è che sette uomini senza nome posseggono tutto e ci muovono come trottole. La vita dello scrittore McGray di colpo s’intreccia con il terrorismo internazionale mentre una fotografa cerca di catturare le immagini della sua esistenza solitaria. Ancora una volta, DeLillo compone un affresco epocale dove le vite degli individui qualunque incontrano i grandi eventi della Storia, in uno spietato confronto fra destino personale e perpetuo movimento delle masse, incontrollabile solo all’apparenza. Come in altri suoi capolavori, DeLillo ritrae il mondo in una prospettiva planetaria la cui sorte sembra un’inevitabile, spontanea apocalisse collettiva. Lo fa con la sua solita ironia, elegante e tremenda, e con una beffarda voglia di provocazione.

(source: Bol.com)

La manutenzione dei sensi

A un incrocio tra casualità e destino si incontrano Leonardo Guerrieri, vedovo cinquantenne, un passato brillante e un futuro alla deriva, e Martino Rochard, un ragazzino taciturno che affronta in solitudine le proprie instabilità. Leonardo e Martino hanno origini ed età diverse, ma lo stesso carattere appartato. Il ragazzo, in affido temporaneo, non chiede, non pretende, non racconta: se ne sta per i fatti suoi e non disturba mai. Alle medie, però, a Martino, ormai adolescente, viene diagnosticata la sindrome di Asperger. Per allontanarsi dalle sabbie mobili dell’apatia che sta per risucchiare entrambi, Guerrieri decide di lasciare Milano e traslocare in una grande casa, lontana e isolata, in mezzo ai boschi e ai prati d’alta quota, nelle Alpi piemontesi. Sarà proprio nel silenzio della montagna, osservando le nuvole in cielo e portando al pascolo gli animali, che il ragazzo troverà se stesso e il padre una nuova serenità. A contatto con le cose semplici e le persone genuine, anche grazie all’amicizia con il burbero Augusto, un anziano montanaro di antica saggezza, padre e figlio si riscopriranno più vivi, coltivando con forza le rispettive passioni e inclinazioni. Una storia positiva è al centro di questo romanzo che trabocca di umanità e sensibilità autentiche e che contiene una riflessione sul labile confine che divide la normalità dalla diversità. Un romanzo sul cambiamento, la paternità, la giovinezza, in cui padre e figlio ritroveranno la loro dimensione più vera proprio a contatto con la natura, riappropriandosi di valori irrinunciabili come la semplicità e la bellezza. ‘Ma tu, quando hai saputo che Chiara era morta, cos’hai detto?’. ‘Non scherzi stasera con le domande, eh? Vuoi proprio saperlo? Non ho detto niente. Non sono riuscito a dire una parola per giorni, avevo un dolore allo stomaco che non mi faceva stare in piedi. E la testa leggera, perché vuota. Sono andato avanti così per un bel po”. ‘E poi?’. ‘Poi qualcuno mi ha salvato’.

(source: Bol.com)

Manuale per sopravvivere agli zombi

Questo libro è scritto seguendo fedelmente lo stile dei manuali di sopravvivenza best seller, con tanto di disegni che illustrano il testo: dalle armi alle trappole a ogni tipo di attrezzo e tattica anti-zombie. Si trova prima il capitolo “I non-morti, miti e realtà”, completa filologia e antropologia zombie. Poi, “Tecniche di combattimento”, “Difesa”, “Attacco”, “Come vivere nel mondo dominato dagli zombie”, e infine, la storia esilarante dei più celebri attacchi zombie sulla terra.
**

Manuale del perfetto single

Sei single? Ma ne sei così sicuro? Ammettilo: non hai mai sospettato che il perfetto single è colui/colei che è single senza sapere di esserlo e soprattutto senza il desiderio di non esserlo più. Dunque tu, che sentendoti alla moda ti dichiari perfettamente single e non perdi occasione per lamentarti di esserlo, non lo sei ancora. Certo, non avere nessuno con cui condividere spese condominiali, bollette del gas e speranze d’amore è un buon inizio, ma molte sono le tappe da percorrere sulla strada che porta, ovviamente in salita, alla perfetta solitarietà.
**

Il manoscritto rubato: Un’avventura mozzafiato

Quando le porte dell’ascensore si aprono, invece che al piano terra dell’edificio dove lavora, Franzo si ritrova in un albergo di lusso di una misteriosa città dell’India insieme alla collega Egizia. La prospettiva di un weekend di relax si trasforma in un’avventura ai limiti del possibile. Uno strambo professore americano trascina i due in un tunnel di situazioni paradossali legate alla ricerca di un manoscritto trafugato e a una sanguinaria setta religiosa. La razionalità di Franzo verrà messa a dura prova dal susseguirsi degli eventi e i suoi sentimenti per Egizia verranno allo scoperto. Superare questi ostacoli basterà a risolvere il mistero del manoscritto e tornare alla normalità?
**
### Sinossi
Quando le porte dell’ascensore si aprono, invece che al piano terra dell’edificio dove lavora, Franzo si ritrova in un albergo di lusso di una misteriosa città dell’India insieme alla collega Egizia. La prospettiva di un weekend di relax si trasforma in un’avventura ai limiti del possibile. Uno strambo professore americano trascina i due in un tunnel di situazioni paradossali legate alla ricerca di un manoscritto trafugato e a una sanguinaria setta religiosa. La razionalità di Franzo verrà messa a dura prova dal susseguirsi degli eventi e i suoi sentimenti per Egizia verranno allo scoperto. Superare questi ostacoli basterà a risolvere il mistero del manoscritto e tornare alla normalità?

Il manoscritto ritrovato ad Accra

14 luglio 1099. Mentre Gerusalemme si prepara all’invasione dei crociati, un uomo greco, conosciuto come Il Copto, raccoglie tutti gli abitanti della città, giovani e vecchi, donne e bambini, nella piazza dove Pilato aveva consegnato Gesù alla sua fine. La folla è formata da cristiani, ebrei e mussulmani, e tutti si radunano in attesa di un discorso che li prepari per la battaglia imminente, ma non è di questo che parla loro un Copto: il vecchio saggio, infatti, li invita a rivolgere la loro attenzione agli insegnamenti che provengono dalla vita di tutti i giorni, dalle sfide e dalle difficoltà che si devono affrontare. Secondo il Copto, la vera saggezza viene dall’amore, dalle perdite sofferte, dai momenti di crisi come da quelli di gloria, e dalla coesistenza quotidiana con l’ineluttabilità della morte. Il manoscritto ritrovato ad Accra è un invito a riflettere sui nostri princìpi e sulla nostra umanità; è un inno alla vita, al cogliere l’attimo presente contro la morte dell’anima.
**

Il Manoscritto MS 408

A lo largo de los siglos. sabios y soberanos han codiciado un valioso manuscrito. un códice medieval. olvidado por largo tiempo. capaz de hacer temblar los cimientos de la razón. ¿El precio de la sabiduría puede ser la muerte?
Sur de Inglaterra. Fines del siglo XIII.
Roger Bacon ha sido condenado a quince años de prisión por sus escritos considerados heréticos: fruto de años de estudio. le permitieron develar los misterios más profundos del conocimiento humano. Decidido a preservar sus descubrimientos de la barbarie de la época. el monje los recoge en un manuscrito codificado. Cuando su muerte se acerca. el filósofo lega el valioso códice junto con su clave a su discípulo más aventajado. El escrito debe mantenerse oculto. generación tras generación. hasta que la humanidad esté preparada para conocer lo que contiene.
Nueva York. Siglo XX.
El agente especial FBI Marcus Calleron investiga un caso insólito: un bibliófilo se ha visto afectado por un extraño coma cerebral tras recibir la visita de un desconocido. En los últimos años se han registrado tres casos similares; todos parecen guardar relación con el estudio de un misterioso manuscrito medieval.
Una apasionante intriga histórica inspirada en uno de los textos más crípticos del mundo. un manuscrito que ha sido objeto de estudio de teólogos y científicos de todos los tiempos… y de la codicia de las mentes más criminales.

Il manoscritto delle anime perdute

‘Giulio Leoni è riuscito a costruire un intreccio da cui è difficile staccarsi e a creare intorno alla figura di Dante un mondo perfetto. ‘
Niccolò Ammaniti

‘Nella singolare miscela di Leoni, si sovrappongono desiderio di conoscenza e ricomposizione dell’ordine caro al giallo classico.’
La Repubblica

‘Questo è il Dante che avrei voluto studiare.’
Giorgio Faletti

‘Quando si tratta di trovare un protagonista indimenticabile, è davvero difficile battere l’italiano Giulio Leoni e il suo Dante Alighieri.’
The Times

‘Suspense e Aristotele, deduzione e Fibonacci, poesia e sangue.’
Loredana Lipperini

‘Una goduria narrativa, originale e vibrante.’
The Independent

‘Un giallo storico sbalorditivo ed emozionante.’
Glenn Cooper

La nuova, imperdibile avventura di Dante Alighieri
** **

Estate del 1304. Il sudore imperla la fronte corrucciata di Dante Alighieri. Ma non sono soltanto il sole impietoso e l’aria soffocante a infastidirlo, o la snervante attesa di essere ricevuto dal signore di Verona, per stringere con lui un’alleanza militare a nome dei Bianchi di Firenze. A turbare il poeta sono state le parole di un personaggio enigmatico, un frate che, nascondendo i tratti del viso sotto il cappuccio, lo ha avvicinato e, facendogli intendere di conoscerlo, gli ha accennato all’esistenza di un manoscritto trafugato dal lontano Oriente e composto nella lingua degli angeli caduti, la lingua primigenia da cui sarebbero nati tutti gli idiomi parlati sulla Terra. E adesso Dante è assalito dai dubbi: chi è quel frate? Possibile che lo abbia incontrato a Firenze, forse durante gli studi a Santa Croce? E quale collegamento c’è tra questa lingua favolosa e i segni misteriosi che, poche ore prima, lui ha intravisto su una pergamena nella bottega di un copista? E, insieme ai dubbi, si fa largo dalle profondità del suo animo una pulsione che lui ben conosce e che sa di non poter reprimere: l’ossessione di sapere, la brama di conoscere la verità, qualunque siano le conseguenze. Anche il rischio di essere ritenuto responsabile dell’omicidio del copista, cui assiste impotente quella stessa notte. E, soprattutto, il rischio di cadere nella rete di Lanfranco da Cuma, il famigerato inquisitore di Santa Romana Chiesa, anch’egli a Verona per dare la caccia al frate eretico e al segreto dirompente nascosto fra le pagine del manoscritto delle anime perdute…

Tra i vicoli infuocati di Verona, i sentieri aspri degli Appennini e le strade in tumulto di Firenze, si dipana la sfida a distanza fra tre personaggi eccezionali – vertici di un triangolo d’intrighi, dispute filosofiche e morti violente –, fino al decisivo, sconvolgente incontro finale.

(source: Bol.com)

I manoscritti di Qumran

I manoscritti conosciuti come Rotoli di Qumran o Rotoli del Mar Morto furono scoperti tra il 1947 e il 1956. Si tratta di testi dal profondo quanto controverso significato religioso e storico, e per questa ragione impongono una riflessione seria e attenta al contesto storico e filologico. Utet li ha pubblicati con la preziosa curatela di Luigi Moraldi, filologo italiano annoverato tra i più significativi esegeti di questo genere di testi, e oggi li propone in un’inedita versione ebook, dotata di un accurato compendio critico interattivo.
**

La Mano Che Teneva La Mia

Nella vitale Londra del secondo dopoguerra, la giovane Lexie Sinclair, appena arrivata dalle campagne del Devon, sente che tutto è possibile. Mentre cerca di realizzare il sogno di diventare giornalista, viene in contatto con un mondo pervaso da uno straordinario fermento culturale: la Soho degli anni Cinquanta. Quartiere bohème di locali rumorosi, prostitute, immigrati, e di artisti e intellettuali, come Francis Bacon, Lucien Freud o John Deakin. Qui Lexie trova anche l’amore in un uomo più grande di lei, un importante editore. Nella Londra di oggi, Elina, una giovane artista finlandese, ha in comune con la sua coetanea di cinquant’anni prima la grande attrazione per questa città e la voglia di affermarsi nel proprio lavoro. Ma Elina è diventata mamma da poco e fatica a superare le difficoltà delle prime settimane a casa con un neonato. Ted, il padre del bambino, le sta accanto in questo momento delicato e anche lui fa i conti con la paternità. Guardando il figlio, la mente di Ted corre alla propria infanzia, ma riaffiorano immagini, ricordi, pensieri che non coincidono con quello che lui sa del proprio passato… Un romanzo cinematografico e insieme poetico che avvicina sino a fonderle due storie unite da un legame segreto.
**

Una Mano Amica

Jez Fielding e James McKenzie – Big Mac per gli amici – sono al secondo anno di università. Dopo essersi divertiti troppo l’anno prima, stringono un patto per frenarsi e rimettersi in pari. Mentre i loro coinquilini escono a bere ogni finesettimana, Jez e Mac restano a casa per risparmiare e per concentrarsi sui loro studi. Quando Jez suggerisce di guardare dei porno insieme, non si aspetta che Mac accetti. Una cosa tira l’altra, e ben presto il loro arrangiamento passa da “tieni le mani a posto” a “mettici le mani”. Ma innamorarsi di un amico etero non può che finire male, a meno che non ci sia la possibilità che lui provi la stessa cosa.
**