49489–49504 di 65579 risultati

Donne che corrono coi lupi

Clarissa Pinkola Estés, psicanalista junghiana nonché maestra indiscussa nella ricerca della felicità per milioni di donne, ripropone in una versione ampliata, aggiornata e ricca di approfondimenti l’intramontabile capolavoro di arte, poesia, psicologia e spiritualità che, dagli anni Novanta, continua ad affascinare e influenzare intere generazioni. La Donna Selvaggia, intesa come forza psichica potente, istintuale e creatrice, lupa ferina e al contempo materna, ma soffocata da paure, insicurezze e stereotipi è la straordinaria intuizione che ha fondato una psicanalisi del femminile. E ha cambiato la vita di moltissime persone. Non meno originale è il metodo utilizzato dalla studiosa che, attraverso un lavoro di ricerca ventennale, ha attinto alle fiabe e ai miti presenti nelle più diverse tradizioni culturali, per aiutare il lettore a scoprire chi è veramente, a liberarsi dalle catene di un’esistenza non conforme ai bisogni più autentici e a “correre” con il proprio Sé. Barbablù, La Piccola Fiammiferaia, Vassilissa, Il Brutto Anatroccolo… Fiabe udite durante l’infanzia e trasformate, in questo testo unico e ora ancora più chiaro e completo, in magiche suggestioni per crescere interiormente.

Donne

Fin dall’inizio, il romanzo è la confessione esplicita, quasi ostentata, di una passione stregante: le donne per Charles Bukowski sono un’attrazione costante, un bisogno che non conosce pause e che non si arresta neppure di fronte alle situazioni più disagevoli, o riprovevoli, o disgustose. In Donne il grande scrittore americano racconta con strepitosa immediatezza le sue – vere o immaginarie – avventure d’amore. Storie tumultuose, incontri sguaiati e grotteschi, memorabili o miserabili prodezze, dialoghi enormemente e quasi commoventemente sboccati, sullo sfondo di un’esistenza randagia, segnata da maratone alcoliche, gravata dalla continua e assillante ricerca di denaro, vissuta sempre e rigorosamente on the road.

Una donna speciale

Stati Uniti, 1886
La bella Faith ha imparato presto a cavarsela da sola, nella vita.
Così, quando quel poco di buono del marito l’ha lasciata per un’altra donna, pur non avendo nessuno su cui contare e dovendo mantenere due figli piccoli, non si è persa d’animo.
Per fortuna c’è la compagnia teatrale per cui lavora: anche se la vita di attrice non è il massimo per i bambini, sbalestrati da una città all’altra, tournée dopo tournée, i guadagni sono buoni.
Ma un giorno, nella sperduta cittadina di Dead Horse, la figlioletta Beckie si ammala e il medico che la visita è irremovibile: con un simile attacco di febbre reumatica la bimba ha bisogno di riposo. Niente più viaggi almeno per un anno…
Licenziata dal direttore della compagnia teatrale, Faith si ritrova senza lavoro e senza un posto dove stare.
Fortuna che al ranch Jagged R cerchino una governante e che il proprietario, l’ombroso, scorbutico e solitario Drake, decida di assumere proprio lei nonostante la sua prima impressione su qull’attricetta sia assolutamente negativa.
Dopotutto, quella donna ha una figlia in fin di vita… ed è incredibilmente bella…

Una donna scomoda

Monica è una bambina precoce. A otto anni stabilisce una sua dieta personale; a undici è già stata “marxista, nichilista e nazionalista”; a tredici comincia a fumare. Forse per colpa di una madre anaffettiva e di un padre assente, cresce senza avere amici e si rifugia nello studio e nei libri. Monica sviluppa così una forte depressione che la porta a considerare il mondo con indifferenza e un preoccupante complesso di superiorità. Ma quando all’ultimo anno di liceo cerca di avvicinarsi allo standard delle sue coetanee, l’unica cosa che le riesce è autoannullarsi (mangiare poco, vomitare, fumare di tutto, passare da un ragazzo all’altro). Ha una profonda crisi di nervi e i genitori la soccorrono, come se il loro rapporto funzionasse solo nell’emergenza estrema. Dopo un breve periodo passato in una clinica per recuperare un equilibrio stabile, Monica si trasferisce a Barcellona per frequentare l’università. Sarà proprio qui che, pur guadagnandosi subito la fama di sociopatica, qualcosa sembrerà cambiare. Entrata nelle grazie di Josep Rius, insegnante di Storia contemporanea, diventa un’ottima ricercatrice e l’amore per Joan, professore di Sociologia, sembra darle una certa stabilità. Fino a quando, complici anche le gelosie dell’ambiente universitario dove tutto è lecito per garantirsi una carriera, quel mondo che crede di avere in pugno le si rivolta contro e Monica si ritrova a scegliere se affrontarlo o lasciare che tutto le scorra accanto.

Una donna non dimentica

Ambiziosa, intelligente, Leone per l’oroscopo e un panzer sul lavoro. Leslie Stewart sa ciò che vuole e come fare per ottenerlo. E Lexington, nel Kentucky, va stretta a questa trentenne di rara determinazione, diventata in breve la brillante account di una società di pubbliche relazioni. La grande opportunità per mettersi in luce arriva grazie all’incontro con Oliver Russell, un affascinante avvocato che lei aiuta nella scalata alla poltrona di governatore, facendo in modo che appaia in tutte le occasioni possibili, all’inaugurazione di opere pubbliche, a colloquio con i lavoratori, presenziando a iniziative benefiche di clamoroso impatto sul pubblico. E tra i due si accende un’ardente passione, destinata ben presto a scontrarsi con la sete di potere di Oliver, che rinuncia all’amore di Leslie per dedicarsi interamente alla carriera politica. E mentre lui si confida su una strategia vincente per la corsa alla Casa Bianca, lei mette a punto un piano per fargli perfino rimpiangere di essere nato e di averla mai incontrata. Sullo sfondo di un’America dominata dagli intrighi, sempre più ostaggio della stampa e dei suoi opinion-leader, una vicenda esplosiva dai mille colpi di scena che parte come una love-story per tingersi poi di giallo: una serie di morti misteriose, tutte causate da un’overdose di Ecstasy liquida, getta ombre inquietanti su un insospettabile eminente personaggio. “Mai dimenticare un favore, mai perdonare uno sgarbo”, sentenzia il vecchio senatore Todd Davis, e per Leslie, accecata dall’odio, non esiste altro che la vendetta.

La donna nel quadro

Lucy e Sarah Lynch si sono finalmente guadagnati il diritto a una vera vacanza, una di quelle che si aspettano per tutta la vita. “Lucy”, il marito (in realtà si chiama Lou C. Lynch, ma quell’iniziale di mezzo gli ha regalato un nomignolo femminile), ha deciso di passare i fiorenti affari al figlio e di lasciare Thomaston, per la prima volta da quando è nato, per volare a Venezia, la città dei sogni. E dei ricordi: perché a Venezia vive il suo amico d’infanzia Bobby Marconi, ora Robert Noonan e pittore di fama internazionale, partito tanto tempo fa, armato solo del suo acerbo talento. Quarant’anni fa. Quando loro tre, Lucy, Bobby e Sarah, erano ragazzi inseparabili, nonostante le loro famiglie sgangherate e la voglia di lasciare la sonnacchiosa, conservatrice provincia. Quando il confine tra amore e amicizia era così labile da trasformare il loro rapporto in un triangolo esplosivo. Tanto che alla fine Bobby, il passionale, amatissimo Bobby, se n’era andato. E tutto era tornato tranquillo. Solo adesso, sul punto di incontrarlo di nuovo, Lucy scopre la vera ragione della sua fuga, ricostruendo in un amarcord di sentimenti mai detti la storia di uno scandaloso ménage. In magico equilibrio tra amore e gelosia, tra passione bruciante e stabilità sentimentale, tra buon senso e artistica follia, tra ironia e commozione, Russo racconta il suo microcosmo di uomini e donne straordinariamente normali.

Donna Mimma

Donna Mimma by Luigi Pirandello
Donna Mimma: In questa opera Pirandello prende spunto dai fatti di vita quotidiani. Donna Mimma, la protagonista, è molto conosciuta nel suo piccolo paese di provincia; di natura possente, sicura di sè, austera, senza paura aiuta le altre donne a partorire. Un bel giorno però arriva nel suo paese una levatrice neolaureata, più giovane e più carina di lei, proveniente dal nord e lei di colpo viene spiazzata, ignorata, quasi dimenticata dalle altre donne. Matura una profonda invidia verso la nuova arrivata. Donna Mimma non si arrende perché è vendicativa e decisa e si reca a Palermo a studiare in una università. Data la sua età qui è soggetta a derisione dagli altri studenti e perfino dal suo professore, ma ella non desiste e non si abbatte ed infine riesce a raggiungere il suo obiettivo: torna al paese con un titolo di studio acquisito pronta a riprendere il suo vecchio lavoro che però non riesce più a compiere con la necessaria serenità.

Una donna di troppo

Joey ha una missione: vendicarsi di Chaz, il marito che l’ha uccisa. O meglio, che ci ha provato, scaraventandola tra gli squali nel mezzo dell’oceano. La Corrente del Golfo l’ha portata, aggrappata a trenta chili di marjuana abbandonati dai contrabbandieri, nelle acque blu di un isolotto dell’Atlantico. Lì vive Mick Stranahan, ex sbirro, un duro dal cuore d’oro, sopravvissuto a sei mogli.
Insieme a Mick, Joey orchestra un imprevedibile piano per portare il marito alla follia e Chaz, che non riesce più a controllare i nervi e la sua impetuosa amante, chiede aiuto a Red, il boss per cui lavora, che gli affianca un tirapiedi pronto a sparare per uccidere. Eppure, nonostante la protezione della sua villosa guardia del corpo, Chaz finirà in una serie di trappole che lo manderanno lentamente a fondo.
Amori, spari, tradimenti e pallottole, sullo sfondo del brillante scenario della Florida, minacciato dai morsi della politica corrotta e dall’avidità di capitani d’impresa senza scrupoli. La comicità travolgente di Hiaasen dà il suo meglio quando i nervi di Chaz cominciano ad andare in pezzi e il suo “delitto perfetto” si sgretola in una serie di fatali errori.

Una donna di ghiaccio

L’amore cambia ogni cosa Lady Sofia Beatrice Rosalynde Anne Therese Howard ha avuto tanti pretendenti quanti sono i suoi nomi ma li ha rifiutati tutti quanti, senza distinzioni. E con grande costernazione del suo tutore, re Edoardo I, nonostante la sua cospicua dote nessuno sembra più interessato a lei. Il suo cuore, un tempo ferito dal giovane quanto arrogante cavaliere Tobin de Clare, si è tramutato in una fortezza di ghiaccio. Ora sir Tobin si è rifatto vivo per rimediare al proprio comportamento, più che mai determinato a riconquistare il cuore della bella e orgogliosa Sofia.

La donna del fiume

Città di New York, marzo 1367. Nel corso di una delicata missione diplomatica guidata da Owen Archer, Ned, amico di Owen, viene accusato di un duplice omicidio che pare legato alla tragica morte, a Londra, della fidanzata di Ned, Mary. Molti sono i misteri nascosti dietro quelle morti e molti i retroscena di quella missione organizzata dall’Arcivescovo di York, John Thoresby, e alla quale sono legati fragili e sotterranei giochi di potere. Su uno sfondo storico e politico sapientemente ricostruito, i personaggi si muovono spinti dall’ambizione e dalla sete di potere in una spirale di intrighi che si allarga sempre più fino a coinvolgere le più alte sfere del regno.

La donna dei fiori di carta

Il monte Fumo è una cattedrale di ghiaccio, teatro di una battaglia decisiva. Ma l’eco dei combattimenti non varca l’entrata della caverna in cui avviene un confronto fra due uomini. Uno è un prigioniero che all’alba sarà fucilato, a meno che non riveli nome e grado. L’altro è un medico che ha solo una notte per convincerlo a parlare, ma che ancora non sa che ciò che sta per sentire è molto più di quanto ha chiesto e cambierà per sempre anche la sua esistenza. Perché le vite di questi due uomini che dovrebbero essere nemici, in realtà, sono legate. Sono appese a un filo sottile come il fumo che si leva dalle loro sigarette e dipendono dalle risposte a tre domande.
Chi è il prigioniero? Chi è Guzman? Chi era l’uomo che fumava sul Titanic?
Questa è la storia della verità nascosta nell’abisso di una leggenda.
Questa è la storia di un eroe insolito e della sua ossessione.
Questa storia ha attraversato il tempo e ingannato la morte, perché è destinata al cuore di una donna misteriosa.

La donna da mangiare

Marian McAlpin è una giovane donna canadese spiritosa e ben educata. Ha un lavoro insoddisfacente per le “Indagini di mercato Seymour”, un fidanzato di nome Peter e un’amica femminista con cui divide l’appartamento. Un giorno Marian diventa matta, o pensa di esserlo diventata dato che all’improvviso smette di mangiare. Il fatto è che non riesce più a capire la differenza fra sé e il cibo. È come se vivesse nel terrore di essere divorata. Dal lavoro, dagli amici, dal fidanzato. E per non farsi mangiare, non mangia. Comincia così una riscossa tragicomica contro tutti i potenziali divoratori. Annotation Supplied by Informazioni Editoriali

Una donna d’onore

Londra, 1842 – Krista Hart, direttrice della rivista femminile Cuore a Cuore, è una giovane donna intraprendente che non teme di esprimere le sue idee progressiste, e proprio in nome di questi suoi principi non esita a intervenire in difesa di un misterioso individuo che le rivela di essere il figlio di un capoclan vichingo originario della misteriosa isola di Draugr. Con l’aiuto del padre, uno studioso delle antiche civiltà nordiche, Krista riesce a ottenere la liberazione del prigioniero e gli offre ospitalità in casa propria. Benché Leif sia l’uomo più bello che lei abbia mai visto, soprattutto dopo che il professore lo ha trasformato in un impeccabile gentiluomo, la giovane rifiuta di cedere al suo fascino sapendo che per loro non esiste futuro: lui, infatti, ha promesso al padre di tornare a Draugr per regnare sulla sua gente, mentre la vita di Krista è a Londra. Ma il vero amore non conosce confini…
**
### Sinossi
Londra, 1842 – Krista Hart, direttrice della rivista femminile Cuore a Cuore, è una giovane donna intraprendente che non teme di esprimere le sue idee progressiste, e proprio in nome di questi suoi principi non esita a intervenire in difesa di un misterioso individuo che le rivela di essere il figlio di un capoclan vichingo originario della misteriosa isola di Draugr. Con l’aiuto del padre, uno studioso delle antiche civiltà nordiche, Krista riesce a ottenere la liberazione del prigioniero e gli offre ospitalità in casa propria. Benché Leif sia l’uomo più bello che lei abbia mai visto, soprattutto dopo che il professore lo ha trasformato in un impeccabile gentiluomo, la giovane rifiuta di cedere al suo fascino sapendo che per loro non esiste futuro: lui, infatti, ha promesso al padre di tornare a Draugr per regnare sulla sua gente, mentre la vita di Krista è a Londra. Ma il vero amore non conosce confini…

La donna che leggeva troppo

“Se una donna riusciva a leggere il futuro con tanta precisione forse era perché l’aveva scritto lei…”
Nella Persia del 1800 Tahirih Qurratu’l-Ayn è diversa da tutte: nata in una famiglia benestante, è cresciuta “come un uomo”, libera di studiare e imparare. Bellissima, sensibile e curiosa, scrive poesie e discute di politica, proclama la dignità delle donne. La sua fama di poetessa e ribelle (“strega e puttana” per chi ne ha paura) è ormai diffusa in tutto il Paese quando, accusata di omicidio, fugge, tenendo in scacco la polizia dello Shah come se potesse prevederne le mosse. E quando infi ne viene catturata – dopo aver osato, nell’attimo che la consegna alla Storia, togliersi il velo in pubblico – il suo fascino e la sua saggezza confondono i persecutori, scatenando l’amore dello Shah e l’ira funesta di sua madre. Verità storica e leggenda si fondono in un romanzo emozionante e intenso, omaggio all’intelligenza, alla sensibilità e al coraggio di una donna libera e straordinaria.

La donna che leggeva la morte

Da vent’anni l’ex giudice Henry Hobbs attende di sapere che ne è stato di suo figlio Josh, scomparso nel nulla a soli quindici anni, dopo essersi addentrato nei boschi una sera come tante. Ma per quanto intensamente abbia sperato nel suo ritorno, mai si sarebbe immaginato che avvenisse così: un osso alla volta. Nel cuore della notte, qualcuno deposita quei resti sull’uscio di casa sua. Tuttavia, il vecchio Hobbs non vuole denunciare l’accaduto finché lo scheletro non sarà completo: per lui è più importante dare degna sepoltura al figlio. Il macabro rituale va avanti ormai da mesi quando Oren Hobbs, figlio maggiore del giudice, ne viene a conoscenza. A differenza del padre, Oren non ha intenzione di seppellire la verità: quei “doni” misteriosi potrebbero fare luce una volta per tutte sul caso mai risolto. Non è soltanto il suo istinto di detective a spingerlo a riaprire l’indagine. È anche il senso di colpa. Quello che da vent’anni rende la sua vita un incubo. Perché, quella notte, Oren era entrato nel bosco insieme a Josh, e ne era uscito solo. Perché era stato lui il primo sospettato, con tutti i suoi silenzi sulla ricostruzione dei fatti. Adesso, Oren deve tornare a fare i conti con il suo passato e scavare tra menzogne e omertà della città in cui è nato, dove tutti hanno qualcosa da nascondere. E dove era forse suo fratello Josh a custodire il segreto più scomodo.

La donna che fuggì nel tempo

E’ un giorno come tanti, nel 1940, e l’agente John Surrey è a caccia di una donna che viene da un’altra epoca. La Timeshare Unlimited è solo un’Agenzia che organizza viaggi nel passato, ma Surrey sa che la sua preda non è una semplice turista. Alla vigilia della Seconda guerra mondiale tutto può accadere, e Surrey deve scoprire le vere intenzioni della bellissima Althea. Anche a costo di cambiare il corso della storia.
Copertina di Marco Patrito