49473–49488 di 72034 risultati

Marte più

Dopo che gli Yankee hanno fallito, i Cinesi sono riusciti nell’impresa di terraformare Marte, obbligando milioni di tibetani a compiere il massacrante e pericoloso lavoro di trasformare le sabbie del pianeta rosso in un paradiso naturale. Ma cinque secoli più tardi il programma di *terraforming* si è arrestato e Marte è di nuovo in agonia.
L’Imperatore di Marte (in realtà un’intelligenza artificiale) è stato convinto a rifugiarsi nel vasto universo virtuale creato e dominato dal potente gruppo del Consensus, lasciando la popolazione nel caos e nella ribellione.
Wei Lee, figlio di una coppia di diplomatici svaniti nelle colonie anarchiche della cintura degli asteroidi, ultimo rifugio degli esseri umani liberi, vaga sul pianeta alla ricerca del destino dei genitori, ma quando salva l’anarchica Mbele naufragata sul pianeta, è l’inizio di una spettacolare vicenda che in realtà segue un piano concepito ancor prima della sua nascita. Con l’aiuto di un virus che trasforma e acuisce i suoi sensi, la sua odissea si compie attraverso uno sperduto monastero tibetano governato da un computer, fantastiche città, immense paludi e sconfinati oceani di sabbia, fino alla vetta del più grande vulcano del sistema solare, e ancora oltre, in un universo tascabile che neppure i suoi creatori riescono a controllare…
Epico e grandioso, **Marte più** consacra Paul J. McAuley tra i migliori autori oggi sulla scena, reinventando la tradizione epico-avventurosa che da Burroughs a Clarke ha fatto di Marte lo scenario prediletto dalla fantascienza.

Marjorie Morningstar. Sotto una coperta di stelle

“Marjorie Morningstar” è una storia emozionante sull’ambizione, la ribellione e il grande amore. Diciannove anni, una cascata di ricci castani, grandi occhi azzurri e un sogno ambizioso: quello di non essere più una studentessa come tante nella New York degli anni ’30, ma di diventare l’attrice più acclamata di Broadway. Mentre i genitori, che vivono in un lussuoso grattacielo con vista su Central Park, desiderano che la figlia si inserisca nei salotti più raffinati della città e sposi un buon partito, Marjorie disdegna i bei ragazzi facoltosi che la corteggiano, si iscrive a un corso di teatro e inizia a frequentare l’ambiente bohémien che dovrebbe portarla al successo. È così che incontra il carismatico Noel Airman, drammaturgo e compositore di scarsa fortuna, ma tanto affascinante quanto inaffidabile e sfuggente. Guidata dalla passione per Noel, Marjorie intraprenderà una strada tortuosa e incerta, che da New York la condurrà su una nave per Parigi, nel tentativo di ritrovare l’uomo che ama sopra ogni cosa e di dar vita finalmente ai suoi sogni…

Il marito

Quando Mitch sente squillare il telefono, ignora che quella chiamata gli sconvolgerà la vita. Qualcuno ha rapito sua moglie e, per restituirgliela viva, gli chiede un riscatto da capogiro. Lui però è un semplice giardiniere privo di mezzi: come può trovare una cifra simile? Da questo momento, il povero ragazzo viene risucchiato in un incubo che travolgerà tutte le sue certezze. E che lo metterà a confronto con la sua strana famiglia ma, soprattutto, con se stesso. In che modo può reagire un uomo remissivo e mite di fronte alla prospettiva di perdere la persona che ama?

Marito e milionario

Dalla Grecia agli Stati Uniti, dall’Italia all’Inghilterra, innamorarsi di un milionario non è poi così difficile. Ma riuscire a rapirne il cuore non è un’impresa da tutti.
Sophy e George Savas sono stati felicemente sposati fino al giorno in cui lei ha scoperto che tutto quello in cui aveva creduto e sperato era solo una dorata finzione. In quel preciso istante Sophy capisce che la cosa giusta da fare è andarsene e non voltarsi più indietro. Quando, quattro anni dopo, riceve la notizia che George ha subito un grave incidente non può non tornare a New York da lui, e la sua vita viene sconvolta ancora una volta. George ha bisogno del suo aiuto, ma giocare alla famiglia felice è assai pericoloso quando sotto la cenere bruciano ancora sentimento e passione.
**
### Sinossi
Dalla Grecia agli Stati Uniti, dall’Italia all’Inghilterra, innamorarsi di un milionario non è poi così difficile. Ma riuscire a rapirne il cuore non è un’impresa da tutti.
Sophy e George Savas sono stati felicemente sposati fino al giorno in cui lei ha scoperto che tutto quello in cui aveva creduto e sperato era solo una dorata finzione. In quel preciso istante Sophy capisce che la cosa giusta da fare è andarsene e non voltarsi più indietro. Quando, quattro anni dopo, riceve la notizia che George ha subito un grave incidente non può non tornare a New York da lui, e la sua vita viene sconvolta ancora una volta. George ha bisogno del suo aiuto, ma giocare alla famiglia felice è assai pericoloso quando sotto la cenere bruciano ancora sentimento e passione.

Marito amante (Romanzi Extra Passion)

Gerard Faulkner, marchese di Grayson, è un giovane libertino. Lady Isabel Pelham è una bellissima vedova corteggiata da tutti. Ovvio aspettarsi che il loro matrimonio sia solo di convenienza e che li renda la coppia più scandalosa di Londra, ognuno con i suoi amanti, feste ed entourage, senza il rischio di innamorarsi l’uno dell’altra. Ma un tragico evento allontana Gerard, confinandolo per quattro anni nel silenzio. Quando torna da Isabel è uno sconosciuto. Quel ragazzo spensierato e divertente, che da lei voleva solo amicizia e complicità, è ora un uomo irresistibile e talvolta pericoloso, che desidera il corpo e l’anima della moglie. E che non si fermerà di fronte a niente pur di vincere le sua ritrosia e conquistarla.

Mariti in salsa web

IL ROSA POCO MELENSO CHE TI FARA’ RIDERE! AMBIENTATO SUI SITI DI APPUNTAMENTI ONLINE, DOVE ANCHE UNA MAMMA PUO’ CADERE IN TENTAZIONE… Si può scrivere un Rosa in cui la protagonista non sia una Cenerentola moderna che alla fine sposa il Principe azzurro, o un amministratore delegato, come va di moda adesso? LA RISPOSTA E’ SI’! Francesca è sposata, ha un figlio e un marito un po’ noioso. Fa una vita normale, anzi fa una vita così noiosa che si lascia convincere da un’amica a iscriversi a Seek_Love, un sito di incontri online. Dopo le prime risposte assolutamente scontate e banali, le arriva il messaggio di utente che si firma Ste_Mi e cita addirittura Eraclito. Francesca gli risponde, pensando che non ci sia niente di male a mandare un’email a qualcuno che scrive delle cose così spiritose e intelligenti. Ma Ste_Mi comincerà a piacerle sempre di più… COSA FARA’ FRANCESCA? LASCERÀ’ IL MARITO PER UN UOMO CHE NON HA MAI VISTO? SCAPPERÀ’ CON LUI ANCHE SE HA UN FIGLIO DI DUE ANNI?
**

Mariani e il peso della colpa. Indagine a Coronata

Le giornate si trascinano nell’apatia, quando in un campo a Coronata, sulle alture di Cornigliano, nel ponente di Genova, viene trovato il corpo di un uomo. È Alberto Delorenzo, un manager di successo, scomparso due anni prima. Mariani dovrebbe indagare, ma sente la mancanza di qualcuno con cui confrontarsi, perché l’ispettrice Petri è chiusa in un ostinato silenzio e lui non vuole o non sa come smuoverla. Capisce che la sua collaboratrice si sente responsabile per la morte di Bareto… Come lui. Ma il caso deve essere risolto, l’omicida deve essere trovato. Poco per volta Mariani comincia a indagare, forse più interessato a ricostruire la vita di Alberto che a trovare chi l’ha ucciso.
**

Mari tempestosi

Colonie inglesi d’America, 1744 – Trovatasi in difficoltà dopo la morte del padre, la giovane e bellissima Mariah West chiede al famigerato Gabriel Sparhawk di prendere il comando della Revenge, la nave che suo padre le ha lasciato in eredità e che le permetterà, con il consenso del re, di depredare i vascelli dei nemici francesi risanando così le disastrate finanze di famiglia. Benché titubante all’inizio, l’affascinante corsaro finisce per lasciarsi convincere. L’unico guaio è che anche Mariah, intraprendente e coraggiosa, vuole navigare insieme a lui nelle acque pericolose dell’oceano. Un sodalizio tanto particolare non può che concludersi in un unico modo. E infatti la passione divampa tra Mariah e Gabriel, tanto intensa da reggere l’urto di qualsiasi intrigo, persino quando il capitano francese Christian Deveraux decide di sferrare un attacco letale.
**
### Sinossi
Colonie inglesi d’America, 1744 – Trovatasi in difficoltà dopo la morte del padre, la giovane e bellissima Mariah West chiede al famigerato Gabriel Sparhawk di prendere il comando della Revenge, la nave che suo padre le ha lasciato in eredità e che le permetterà, con il consenso del re, di depredare i vascelli dei nemici francesi risanando così le disastrate finanze di famiglia. Benché titubante all’inizio, l’affascinante corsaro finisce per lasciarsi convincere. L’unico guaio è che anche Mariah, intraprendente e coraggiosa, vuole navigare insieme a lui nelle acque pericolose dell’oceano. Un sodalizio tanto particolare non può che concludersi in un unico modo. E infatti la passione divampa tra Mariah e Gabriel, tanto intensa da reggere l’urto di qualsiasi intrigo, persino quando il capitano francese Christian Deveraux decide di sferrare un attacco letale.

Margherita Dolcevita

“Ho disegnato, ma non ero capace di colorare senza sbavare lungo i bordi. Ho comprato una chitarra, ma avevo paura che le corde mi tagliassero le dita. Ho scritto e qualcosa dentro di me si è mosso. Ho scritto, ho scritto, ho scritto tanto, e poi sono diventata famosa. E quella cosa che avevo liberato è ritornata indietro e mi ha invasa. Uccidendomi.” “L’odore del tuo respiro” è il nuovo libro di Melissa P., autrice di “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire”.
“Un biglietto di sola andata”, chiede all’impiegato dell’agenzia di viaggi. Melissa è una ragazza in fuga. Dalla terra che le ha dato la vita e che ora se la vuole riprendere. Da una famiglia tenera e spietata. Da un uomo che ha gettato la maschera. Da un gioco che era impossibile vincere. Verso un futuro che promette di accoglierla senza fare troppe domande, di chiamarla col suo nome. I primi tempi Melissa sembra essere riuscita a chiudere sotto chiave quel demone dentro di sé che ha dominato le sue parole, i suoi gesti, i suoi pensieri fin da quando era una bambina. Ma ben presto si rende conto di aver vinto solamente una delle tante battaglie contro la sua metà oscura. La guerra è ancora lunga. In poco tempo, infatti, un semplice sospetto si trasforma in un’ossessione di gelosia autodistruttiva che rischia di cancellare tutto quello per cui ha combattuto così duramente. Chi è Viola? Chi sono quelle ombre che le bisbigliano all’orecchio? Come interpretare quelle terrificanti visioni notturne, quella libellula che sembra spiare ogni suo movimento? E la sua storia d’amore è veramente destinata a morire?

La marea nasconde ogni cosa

Isola di Nordkoster, 1987. Ha paura, Ove. Ha solo nove anni, eppure ha capito benissimo cosa sta succedendo laggiù, sulla spiaggia: tre persone vestite di nero hanno sepolto una donna sotto la sabbia, lasciando fuori soltanto la testa. E presto la marea salirà… Il piccolo Ove non può stare a guardare: quando gli sconosciuti lasciano la donna al suo destino, lui corre a chiamare aiuto. Ma è troppo tardi. Stoccolma, 2011. Ha coraggio, Olivia. Ha solo ventiquattro anni, eppure è pronta a tutto pur di scoprire la verità su quanto accaduto a Nordkoster. Per lei, quel vecchio caso irrisolto è molto più di un incarico affidatole dall’Accademia di polizia. Sarà perché ci aveva lavorato suo padre, ex agente morto quattro anni prima. Sarà perché la vittima – la cui identità è rimasta un mistero – aveva più o meno la sua età. Sarà perché il responsabile delle indagini, Tom Stilton, è misteriosamente scomparso nel nulla. Sarà perché, non appena Olivia inizia a fare domande sul delitto di Nordkoster, i pochi testimoni si chiudono in un silenzio ostinato. Sono passati ventiquattro anni da quella notte maledetta, tuttavia lei ha l’impressione che la marea abbia cancellato ogni cosa, tranne il desiderio di vendetta. Come se qualcuno fosse ancora in agguato, nell’ombra, e spiasse ogni sua mossa…
(source: Bol.com)

Marcisce anche il pensiero

Marcisce anche il pensiero è uno spaccato temporale – l’ultima mezz’ora della sua vita – del filosofo Immanuel Kant. Un grande evento per un’opera letteraria insolita e forte, come il suo autore. Sgalambro si misura con un linguaggio dai mille strati, memore della potenza dantesca. I suoi versi sono intrisi di citazioni letterarie, filosofiche, storiche, di frasi e vocaboli classici e stranieri, e in apparente contraddizione, terminologie sposate a un turpiloquio drammatico, per dire e ridire tragicamente il male e il bene, l’alto e il basso, il nobile e l’ignobile, che sono il luogo dell’umano, quel luogo descritto o anche solo sfiorato in cui si agisce, si sente, si vive e, troppe volte, si sopravvive. Sgalambro è poesia oggi.
(source: Bol.com)

Marcinelle, 1956. Quando la vita valeva meno del carbone

Marcinelle è comunemente riconosciuta come la catastrofe per antonomasia degli italiani all’estero. Non fu la prima né l’ultima, ma rappresenta uno dei tasselli più dolorosi del variegato mosaico della migrazione italiana nel mondo. L’incendio nella miniera di Marcinelle, avvenuto l’8 agosto 1956 – nel quale morirono 262 lavoratori di dodici nazionalità, tra cui 136 italiani -, non costituì solo l’ennesimo tributo di migranti allo sviluppo economico europeo, ma anche il momento più drammatico di un’intera epopea migratoria. Alla faticosa ricerca di un nuovo assetto istituzionale e in una condizione di incertezza totale sul proprio futuro, l’Italia, fin dal 1946, aveva gettato le basi organizzative di uno dei più imponenti sistemi di esportazione di manodopera che la recente storia occidentale ricordi. Le piazze e i bar dei paesini, da Nord a Sud, furono tappezzati di manifesti rosa che incitavano a partire per le miniere del Belgio. Parallelamente ai centri di emigrazione, si sviluppò anche la rete dei trafficanti di migranti. Regolari o irregolari, l’importante era che fossero tanti, un esercito chiamato a combattere la “battaglia del carbone”, scavando nelle viscere della terra quella risorsa necessaria al rilancio economico dell’Europa. Molti, dopo i primi mesi, rimpatriarono o furono arrestati per il rifiuto di sottostare alle condizioni disumane su cui Bruxelles e Roma si erano accordate.
**

Marcia fatale

La campagna di Napoleone in Russia e la terribile ritirata del suo esercito da Mosca furono una catastrofe militare e umana senza precedenti: il primo esempio nella storia di “guerra totale”, che vide opporsi due grandi potenze, due culture diversissime, due imperi sterminati. Posta in gioco finale: la supremazia in Europa. Con l’erudizione dello storico e la penna del grande narratore, Adam Zamoyski attinge a fonti edite e inedite come i diari dei soldati di Napoleone – francesi e italiani, ma anche spagnoli e portoghesi, tedeschi e polacchi, olandesi e svizzeri – per raccontare, insieme alla sofferenza fisica e psicologica dei combattenti messi in ginocchio dal “Generale Inverno”, la lenta e inesorabile disfatta dell’esercito più potente mai messo in campo, la Grande Armata. E del suo comandante supremo.
(source: Bol.com)

Il marchio

“…non mi rendevo conto che il guinzaglio ha due capi, e chi lo tiene in mano non è meno prigioniero di chi lo porta al collo.”

Sara e Ginko non potrebbero essere più diversi: lei, figlia di ricchi borghesi, giovane, carina, educata, con un futuro assicurato, lui di professione tatuatore, musicista heavy metal, figlio di nessuno, indipendente e dal forte carattere. Niente li accomuna, niente li lega.
Eppure dal loro incontro fortuito nasce improvvisa e fortissima un’attrazione irresistibile, perché Sara è una slave, una sottomessa, e Ginko un master, il dominatore che prenderà subito in mano le redini della sua vita e darà loro il deciso strattone che Sara attende da sempre.
Per lui la brava bambina di papà rivolterà completamente la sua esistenza, seguendo i propri impulsi e la propria vera natura, legata a un guinzaglio invisibile, fatto d’amore e di erotismo travolgente, che la porteranno a esplorare territori sempre più lontani, sempre più pericolosi, fino a conoscere i propri limiti, quelli oltre i quali il suo guinzaglio non può tendersi. Perché un guinzaglio ha due estremità, e chi lo tiene in pugno non è meno prigioniero di chi ne viene guidato.
Ginko non è meno succube della sua slave di quanto lei lo sia di lui, in un rapporto di simbiosi nel quale ciascuno dei due ha bisogno dell’altro, per realizzare la propria natura segreta e reale.
E, quando questo guinzaglio finirà per spezzarsi, le conseguenze saranno imprevedibili, per entrambe le sue estremità.

(source: Bol.com)

Il marchio del perdono

Ve lo ricordate Eddie Santiago? Si è fatto dieci anni di prigione per aver collezionato una bella sfilza di reati, ma adesso è fuori e vorrebbe cambiare vita. Mettere su a Miami un’etichetta discografica di musica salsa, insieme a un altro ex galeotto. In che modo? Be’, vendendo erba dietro le sbarre ha realizzato un discreto gruzzolo, quarantamila verdoni… giusto per avviare l’attività. Ma certi sogni hanno breve durata. Anche perché ai suoi buoni propositi nessuno ci crede. Né i suoi complici che contano su di lui per un colpo al casinò, né quella coppia di poliziotti che tengono un piede, o forse tutti e due, oltre il confine della legalità. Quando sei cresciuto nelle strade violente di Chicago, e ti hanno ammazzato il padre davanti agli occhi, hai la rabbia dentro. Ora però Eddie Santiago vorrebbe rigare diritto e non glielo permettono. È come un marchio, non te lo scrosti via tanto facilmente. A meno di vendere cara la pelle.