49185–49200 di 62912 risultati

Il ritorno

IL PRIMO ROMANZO DELLA TITAN SERIES È passato un anno da quando Seth ha stretto il suo folle patto con gli dei, accettando di mettere la propria vita al loro servizio. Da allora gli hanno affidato ogni sorta di lavoro sporco, missioni violente e sanguinose che non gli creano nessun problema di coscienza, anzi. Ora, però, Apollo ha in mente qualcosa di diverso. Vuole che protegga una ragazza, e per giunta senza sfiorarla con un dito. Il che, per uno come lui, che ha qualche problema a controllare le proprie pulsioni, potrebbe rivelarsi la sfida più difficile che abbia mai dovuto affrontare. Perché Josie non ha la minima idea dell’effetto che ha su di lui ma, quel che è peggio, non immagina neanche lontanamente l’incubo in cui sta per precipitare. E l’attrazione irresistibile che la spinge tra le braccia del bellissimo giovane dagli occhi ambrati e colmi di segreti potrebbe non essere il minore dei pericoli che l’aspettano. Un romanzo dal rimo serrato, in cui azione, suspense e passione si fondono per dare vita a un’avventura romantica che si legge tutta d’un fiato.

(source: Bol.com)

Il ritorno di Campion : Una salma volante

Dopo tre anni al fronte, Albert Campion torna in licenza nella sua casa di Londra. E nel suo letto trova ad aspettarlo, sorpresa macabra, il cadavere di una donna. È subito chiaro che la sconosciuta non è morta lì. Infatti vi è stata portata da Lugg, il fedele valletto di Campion, e da lady Carados, madre di Johnny, celebre eroe della RAF. Ma perché lo hanno fatto? E chi è la misteriosa vittima? Campion non ha scelta se non mettersi a indagare…

IL RITORNO DI AQUILA

Sono passati parecchi anni da quando Aquila il Magnifico, il primo pellerossa che sia mai diventato senatore romano (in Aquiliade, Urania 1021), è scomparso in cielo a bordo di un disco volante. Ora, in questo universo parallelo dove l’impero di Roma si estende sul Mondo Nuovo oltre l’Atlantico, rimane l’ultimo figlio di Aquila, Equus Insanus, che trova alquanto noiosa la vita di Roma ed è ben deciso a seguire le orme del padre in ogni genere di folle avventura. E quando la costruzione della prima strada ferrata nel Mondo Nuovo subisce inspiegabili incidenti, due cose sono subito sicure: la mente malefica del Maiale Verde è di nuovo all’opera per scardinare la trama stessa dell’intero universo, e solo Aquila può combatterla.

Il Ritorno Del Peccato: The Sin Series #3

Andrea Vespucci è l’amato fratello di Sofia, e sarà al suo fianco per l’eternità.
Ora vive con lei nella bella isola di Ibiza.
Tutto scorre tranquillo fino all’incontro con Alena: ragazza solare ed espansiva, forte ma terribilmente insicura.
I protagonisti di questa storia vi racconteranno le loro avventure, ma sapranno lottare contro il male?
Il ritorno dal peccato. Terzo libro della serie The Sin #3

Il ritorno del Marinero

Il ritorno del Marinero: Le indagini del commissario Berté by Emilio Martini
**Lungariva, Liguria**, un nuvoloso pomeriggio di novembre. A bordo di una barca a vela viene trovato il cadavere di Sebastian Scettro, detto il Marinero: tre proiettili gli hanno spaccato il cuore. Appartenente a una facoltosa famiglia, il Marinero se n’era andato per mare nove anni prima su un piccolo sloop nordico, facendo perdere le sue tracce. Chi, o che cosa, l’ha riportato a casa, concedendogli solo poche ore prima dell’incontro con la morte? Come può constatare Gigi Berté, Sebastian non aveva lasciato un buon ricordo: con i fratelli i rapporti erano pessimi, frequentava pregiudicati e spacciatori, e aveva persino ricevuto una denuncia per stupro. Solo l’anziana nonna non aveva mai smesso di volergli bene e di aspettare il suo ritorno.
**Un caso complicato**, anche perché il commissario è fiaccato psicologicamente da una serie di motivi personali. E se da una parte Berté vorrebbe «fuggire» a Milano dove l’attende un’allettante proposta in questura, dall’altra la Marzia e la sua squadra, a cui è sempre più affezionato, lo tengono legato a Lungariva, che da fuori sembra un’isola felice ma che, come ogni altro luogo, nasconde il male.

Il ritorno del maestro di danza

Herbert Molin, ex poliziotto in pensione, decide di ritirarsi in un casolare sperduto nel nord della Svezia. Ma un brutale assassino lo raggiunge per accompagnarlo in un ultimo, terribile ballo con la morte. Quando la polizia arriva sulla scena del delitto, trova delle impronte di sangue che sembrano tracciare i passi del tango. Il trentasettenne ispettore di polizia Stefan Lindman, un tempo collega della vittima, si butta a capofitto nelle indagini e scopre ben presto l’inquietante passato nazista di Molin. Sulle tracce dell’assassino, che dalla Svezia portano in Germania e Argentina, la sua inchiesta ripercorre un pezzo doloroso della nostra storia. Lo attenderà una rivelazione sconvolgente. ‘Appartiene al miglior Mankell… sa raccontare attraverso la quotidianità dell’indagine poliziesca il rigurgito delle pagine più terribili della storia d’Europa’ Antonio D’Orrico, CORRIERE DELLA SERA MAGAZINE ‘Mozzafiato, un libro di grande qualità, un Mankell d’eccezione’ DER SPIEGEL

(source: Bol.com)

Il ritorno del Botticelli: un surreale caso per Gordon Spada (Gordon Spada’s Files)

E’ una tranquilla giornata di lavoro quando Gordon Spada, un mercante d’arte fiorentino, riceve la visita di uno sconosciuto che gli chiede qualcosa che lui veramente non è in grado di dargli. In altri momenti il mercante non avrebbe problemi a rilasciare una semplice autentica sulla sua bella carta goffrata, ma quello che l’uomo pretende va oltre la sua più fervida immaginazione.
Sul momento Spada non da importanza al dipinto che questo uomo misterioso lascia abbandonato sulla soglia della sua porta, ma si accorgerà ben presto di avere commesso un errore fatale.
In questo caso inaspettato Gordon Spada sarà alle prese con un personaggio diabolico e con una serie di efferati delitti che sconvolgeranno la placida Firenze.
Senza volerlo il mercante si troverà imprigionato in una trama originale che coinvolgerà uno dei pittori fiorentini più famosi della storia dell’arte: Sandro Botticelli.
IL PROTAGONISTA
Gordon Spada non è un semplice mercante d’arte della piccola Firenze, ma qualcosa di più. Spada è un uomo strano, per certi versi inquietante. E’ un solitario, un esteta pieno di ossessioni, che alla compagnia degli esseri umani preferisce di gran lunga quella dei dipinti e delle opere antiche. Ma è anche un avventuriero. Da anni, infatti, va alla ricerca di preziose e perdute opere d’arte per soddisfare le brame dei facoltosi collezionisti che a lui si rivolgono. Non si arrende mai, sempre pronto a mettere a repentaglio ogni cosa pur di fare luce sui misteri che pretendono di restare nascosti ai suoi occhi e – soprattutto – pur di ottenere la ricompensa finale.
Dall’Autore de:
“L’abate e la Maddalena”, 1° Bestseller Thriller/Azione e Avventura
“Quando sorge la Luna”, 1° Bestseller Azione e Avventura
“La dimora del collezionista”, 1° Bestseller Thriller
“I Predoni di Palmyra”, 1° Bestseller Azione e Avventura
“Mistero all’Expo”, 2° Bestseller Azione e Avventura
“Il Ritorno del Botticelli”, 3° Bestseller Thriller
“Ritratti Viventi”, 1° Bestseller Horror
visita il sito dell’Autore:
www.maxfiorelli.com
Questo ebook è realizzato con i migliori software disponibili sul mercato e le migliori procedure multimediali, tutto per offrire la migliore esperienza di lettura possibile.
www.virgibooks.com
**
### Sinossi
E’ una tranquilla giornata di lavoro quando Gordon Spada, un mercante d’arte fiorentino, riceve la visita di uno sconosciuto che gli chiede qualcosa che lui veramente non è in grado di dargli. In altri momenti il mercante non avrebbe problemi a rilasciare una semplice autentica sulla sua bella carta goffrata, ma quello che l’uomo pretende va oltre la sua più fervida immaginazione.
Sul momento Spada non da importanza al dipinto che questo uomo misterioso lascia abbandonato sulla soglia della sua porta, ma si accorgerà ben presto di avere commesso un errore fatale.
In questo caso inaspettato Gordon Spada sarà alle prese con un personaggio diabolico e con una serie di efferati delitti che sconvolgeranno la placida Firenze.
Senza volerlo il mercante si troverà imprigionato in una trama originale che coinvolgerà uno dei pittori fiorentini più famosi della storia dell’arte: Sandro Botticelli.
IL PROTAGONISTA
Gordon Spada non è un semplice mercante d’arte della piccola Firenze, ma qualcosa di più. Spada è un uomo strano, per certi versi inquietante. E’ un solitario, un esteta pieno di ossessioni, che alla compagnia degli esseri umani preferisce di gran lunga quella dei dipinti e delle opere antiche. Ma è anche un avventuriero. Da anni, infatti, va alla ricerca di preziose e perdute opere d’arte per soddisfare le brame dei facoltosi collezionisti che a lui si rivolgono. Non si arrende mai, sempre pronto a mettere a repentaglio ogni cosa pur di fare luce sui misteri che pretendono di restare nascosti ai suoi occhi e – soprattutto – pur di ottenere la ricompensa finale.
Dall’Autore de:
“L’abate e la Maddalena”, 1° Bestseller Thriller/Azione e Avventura
“Quando sorge la Luna”, 1° Bestseller Azione e Avventura
“La dimora del collezionista”, 1° Bestseller Thriller
“I Predoni di Palmyra”, 1° Bestseller Azione e Avventura
“Mistero all’Expo”, 2° Bestseller Azione e Avventura
“Il Ritorno del Botticelli”, 3° Bestseller Thriller
“Ritratti Viventi”, 1° Bestseller Horror
visita il sito dell’Autore:
www.maxfiorelli.com
Questo ebook è realizzato con i migliori software disponibili sul mercato e le migliori procedure multimediali, tutto per offrire la migliore esperienza di lettura possibile.
www.virgibooks.com

Il ritorno degli zombi

Gli Zombi sono le nuove creature da incubo della fine secolo, sono i morti-viventi che tornano per ricordare a tutti che la più grande paura è quella di essere sepolti vivi.
Esseri senza anima, sorgono dalle tombe per portare il terrore ovunque. Sono creature con le quali nessuno può o deve avere a che fare.
Sopravvivono a tutto, e hanno un disperato bisogno di nutrirsi della carne dei vivi. Gli zombi si sono guadagnati un posto più che di rispetto nella moderna mitologia, e sulle loro gesta si sono esercitati numerosi scrittori.
In questa antologia, giustamente intitolata “Il ritorno degli zombi”, Clive Barker si occupa della commistione esistente fra sesso e morte, mentre altri autori, come Manly Wade Wellman si esercitano sul tema della schiavitù che lega il morto vivente alla vita che glie era appartenuta.
Oppure si provano, come fa Kim Newman, a immaginare una società dell’immediato futuro in cui la qualifica di zombi, con quel che ne consegue, viene offerta dai parenti al festeggiato di un compleanno.
Diciannove autori di grande rilevanza per la narrativa fantastica – come Ramsey Campbell, Brian Lumley, Robert Bloch – hanno affrontato da par loro gli zombi, restituendoceli nella loro dolente realtà, fatta di orrori ma anche di spunti da commedia.
Indice:
1. Generazioni emergenti (Rising Generation) di Ramsey Campbell
2. La canzone degli schiavi (Song of the Slaves) di Manly Wade Wellman
3. Sesso, morte e stelle (Sex, Death and Starshine) di Clive Barker
4. Marbh Bheo (Marbh Bheo) di Peter Tremayne
5. Il bacio di sangue (The Blood Kiss) di Dennis Etchison
6. Le notti dei morti viventi (Night After Night of the Living Dead) di Christopher Fowler
7. Nel lontano deserto delle Cadillac con il popolo dei morti (On the Far Side of the Cadillac Desert with Dead Folks) di Joe R. Lansdale
8. Più tardi (Later) di Michael M. Smith
9. Vengono a prenderti (They’re Coming for You) di Les Daniels
10. Il rapimento di mister Bill (The Taking of Mr. Bill) di Graham Masterton
11. Percorrendo il labirinto (Treading the Maze) di Lisa Tuttle
12. Clinicamente morta (Clinically Dead) di David Sutton
13. Corruzione della carne (Out of Corruption) di David A. Riley
14. La condanna di Jeremy Cleave (The Disapproval of Jeremy Cleave) di Brian Lumley
15. Lo stagno dei carassi (The Crucian Pit) di Nicholas Royle
16. Senza far rumore (Quietly Now) di Charles L. Grant
17. I graticci (Sticks) di Karl Edward Wagner
18. La professione di Patricia (Patricia’s Profession) di Kim Newman
19. Il morto non muore (The Dead Don’t Die!) di Robert Bloch

Il ritorno degli Chtorr

Chtorr (pr. ktor), s 1. Il pianeta Chtorr, che si ritiene disti 30 anni-luce dalla Terra. 2. Il sistema di cui tale pianeta fa parte, probabilmente costituito da una gigante rossa tuttora non identificata. 3. La razza dominante del pianeta Chtorr, in genere. 4. Nell’uso formale, uno o più membri della specie dominante di Chtorr: uno Chtorr, Chtorr. 5. L’urlo gutturale e agghiacciante di uno Chtorr. (Dizionario Random House della lingua inglese, edizione del XXI secolo).
Piombati sulla Terra già provata da una devastante serie di epidemie, i ferocissimi e carnivori Chtorr sono il nemico più insidioso che la razza umana abbia affrontato, e questa volta si preparano a sferrare il colpo finale. Un giovane studente di biologia, James Edward McCarthy, viene inviato in prima linea per combattere l’invasore come ufficiale di un corpo governativo segreto. Sorvolando la regione in ricognizione, McCarthy tuttavia precipita col suo elicottero e si trova in una situazione disperata, forse senza via d’uscita. Ma il problema che si pone non è solo bellico: bisogna sterminare gli extraterrestri o cercare, in qualche modo, di comunicare con loro? Un grande romanzo d’azione del futuro, vero e realistico come un reportage dal fronte, già pubblicato con successo nella collana Altri mondi.
Copertina: Oscar CHICONI

Ritorno dal passato

Da Torino alle nevi di un Sestriere anni Trenta…
Nel Grand Hotel Principi di Piemonte, durante una importante sfilata di moda, viene commesso un delitto dall’oscuro il movente. Un secondo delitto accrescere le incognite per il commissario Martini che alla fine riesce a risolvere l’inchiesta

Ritorno Alle Terre Selvagge

Ritorno alle terre selvagge by Francesco Lotta
Una storia importante alle spalle, il trasferimento a Milano, il lavoro tanto desiderato in una delle radio più seguite d’Italia: quello che dovrebbe essere un punto di arrivo per Frank si rivela in realtà una battuta d’arresto. Avverte, confusamente, che qualcosa non va, che gli obiettivi raggiunti non lo definiscono, anzi lo fanno sentire ancora più smarrito. Qual è allora la sua strada? Per capirlo decide d’impulso di ripercorrere il cammino che è diventato il simbolo stesso di chi cerca la propria autenticità: lo Stampede Trail in Alaska, su cui Chris McCandless, indimenticabile protagonista di Into the Wild, si allontanò dalla società rifiutando le lusinghe di un futuro dorato ma estraneo. Attrezzatura tecnica, spray antiorso, viveri e molte domande: solo questo vorrebbe portare con sé Frank, per attraversare il fiume Teklanika, ultimo confine fra la civiltà e le terre selvagge, e raggiungere il famoso bus 142. Ma il bello di un viaggio è che ti porta sempre dove non ti aspetti. Così la sua spedizione, che doveva essere in solitaria, si rivela densa di incontri con avventurieri, studenti, un compagno fidato e, finalmente, con se stesso. In questo libro, corredato di bellissime foto, Frank racconta la sua avventura e il suo omaggio: fra ghiacci e imprevisti, non trova risposte, ma il proprio ruolo sì. È un underdog, quelli su cui nessuno scommette, sempre in gioco e pronto a ripartire, perché è lì, lontano da tutti, che le cose migliori accadono.

Ritorno alla Terra

Il genere umano si è autodistrutto e soltanto l’intervento degli Oankali, gli enigmatici alieni che vagano nel cosmo alla ricerca di nuovi ceppi genetici, ha consentito il recupero di pochi superstiti, con la speranza che un giorno i loro figli potessero abitare di nuovo la Terra Fin qui la storia di Lilith Iyapo, come narrata in *Ultima genesi* (Urania 1058), ma ora la Xenogenesi, ovvero la fusione tra l’uomo e gli Oankali, sta per trasferirsi sul nostro pianeta. Akin è il primo figlio maschio di una straordinaria unione: la madre Lilith, il padre morto da quasi tre secoli, a soli due anni possiede già la mente e la voce di un adulto, e quando viene rapito da una banda di umani ribelli ha modo di conoscere anche la vita di coloro che rifiutano il patto con gli Oankali. Solo allora potrà affrontare la sfida nascosta nella condanna genetica del genere umano.

Ritorno alla buia valle

‘Per favore, console, vada a Madrid, all’Hotel de las Letras. Prenda la stanza 711 e mi aspetti’. I lettori riconosceranno subito in queste parole all’inizio del romanzo il tono tipico dello scrittore colombiano, miracolosamente sospeso tra avventura e contemporaneità, tra erudizione e rigogliosa invenzione di personaggi. Santiago Gamboa ci trasporta in un’altra delle sue mirabolanti avventure tra Madrid, la Colombia e l’Etiopia, a caccia di un ex paramilitare riciclato come trafficante di droga. Sulle tracce del criminale, a fianco del console (io narrante) troviamo Juana, una donna che ha lasciato un segno profondo nella sua vita, un pittoresco argentino che sostiene di essere figlio di papa Bergoglio e altri personaggi dipinti a tutto tondo. Quando riceve un misterioso messaggio, la voce narrante del romanzo sale senza esitare sul primo aereo in partenza da Roma: la donna che glielo ha inviato, Juana, ha lasciato un segno profondo nella sua vita. È l’inizio di un viaggio che lo riporterà in Colombia, il suo paese natale, e finalmente a Harar, sulle tracce di Rimbaud, il poeta a cui ha dedicato anni di studi appassionati. Juana però, dopo aver fissato l’appuntamento, non si fa viva, e l’attesa si fa spasmodica. Per difendere una sconosciuta dall’aggressione del suo accompagnatore, il console finisce in ospedale, malridotto e ammanettato. E sono proprio le vicissitudini di questa ragazza colombiana – violentata ancora bambina dal compagno della madre e poi derubata delle sue poesie dalla sua amante – a coinvolgerlo in un’impresa pazzesca. Fedele alle proprie tematiche, Santiago Gamboa costruisce una fitta trama costellata di eventi drammatici, ricorrendo ai racconti in prima persona di personaggi dipinti a tutto tondo. Le loro storie si intrecciano fatalmente, sullo sfondo di un mondo assillato da problemi urgenti: il terrorismo, la violenza, le diseguaglianze fra il nord e il sud del mondo che provocano le ondate migratorie…

(source: Bol.com)

Ritorno a Piper’s Point

Ritorno a Piper’s Point by Ethan Day
Dopo dieci anni e diversi fidanzati, Cassidy Winters torna finalmente nella casa dei suoi avi appartenuta alla nonna Sadie Hart, da poco defunta, malgrado gli sforzi di suo padre per impedirglielo. I piani di Cassidy di dare l’ultimo addio a Sadie tramite una modesta cerimonia sulla spiaggia si dissolvono rapidamente. Si verificano diversi imprevisti, a partire da Neil, che esce dal mare per finire dritto nel suo letto. Le tessere del domino cominciano a cadere una dopo l’altra quando il cagnolino salvato da Cassidy lo porta da Ben, aitante veterinario che salva anche lui. La notizia del suo arrivo si diffonde più velocemente delle sue gambe, conducendo alla sua porta l’amico d’infanzia nonché primo amore Nate Sommers, mentre Cassidy precipita in una spirale sempre più incasinata. E come se l’isola non fosse già abbastanza affollata per i suoi gusti, i suoi migliori amici Ollie e Spencer arrivano in tempo per assistere al ritorno del suo ultimo fidanzato, Teddy, che non ci pensa proprio a fare l’ex.
Voleranno cazzotti e si scatenerà l’inferno tra mojito e martini mentre Cassidy progetta una grande festa per celebrare la vita di Sadie. Ci saranno accuse mirate, discussioni e libido a palate, ma nonostante il caos Cassidy sa esattamente chi vuole. Quel che ancora non sa è se è pronto per l’amore o per vivere a Piper’s Point.

Ritorno a casa

Ritorno a casa by Vito Santoro
Leo si desta da un sonno profondo, scoprendo di essere quasi giunto a destinazione. Dal finestrino del treno scorge i paesaggi della sua infanzia, e si abbandona ai ricordi. Insomma, sembra un giorno come un altro, quando scende e si avvia verso l’edicola della stazione… ma non riuscirà a comprare la ricarica del cellulare, perché una quindicina di uomini delle forze speciali lo ammanetta e lo porta in prigione. Hanno finalmente catturato il pericoloso criminale Basileus, o si tratta di un clamoroso fraintendimento? Difficile dirlo. Ma in carcere si sta scatenando una rivolta, e pare che i detenuti stessero aspettassero proprio Leo. Basileus o non, sarà costretto a cavarsela tra le sbarre e trovare un modo per riconquistare la libertà.

Il rito del saluto

Al Nilo Blu, danza del ventre il sabato sera, uno scrittore si rifugia, in una notte di pioggia, per trovare il comune finale dei cinque episodi di un’unica storia, quella dell’addio, in cui ognuno saluta i restanti con un consapevole o inconsapevole rito che rispecchia l’assurdo, la rabbia, l’amore, il disprezzo, il dubbio. Un giovane nobile e squattrinato si arruola tra i garibaldini per andare a vedere come e perché si vada a morire per niente; in una baita sperduta, una bevuta di grappa servirà a scoprire l’esultanza di una selvaggia vecchiaia; un medico, perseguitato dall’odore della speranza, quando è vana, cui si aggrappano i corpi dei pazienti, coltiva un fantomatico progetto nel ricordo della figlia perduta. Una inquietante vecchia zia accoglie, nella sua equivoca villa, provvisori ospiti alla ricerca, prima di scomparire, di quale sia stato il senso della loro vita. Chiude le storie un rito collettivo, una ridda di personaggi impegnati a esorcizzare la loro uscita di scena recitando sul canovaccio dei ricordi e delle occasioni perdute, l’attimo in cui la tragedia della vita si volge in commedia.

(source: Bol.com)