49153–49168 di 65579 risultati

Fuga nei mondi perduti (Gaean Reach)

Non tutti i mondi della sfera di Gea sono civili colonie terrestri. Alcuni sono “mondi perduti”, avamposti dove le condizioni di vita sono ancora selvagge e violente. Sono i pianeti dell’avventura su sui tutto può accadere, e dove Myron Tane e i suoi compagni di viaggio – una ciurma di incalliti scorridori dello spazio – inseguono il miraggio di una colossale fortuna, sfuggendo a ogni regola e alla temibile polizia interplanetaria… La nuova, sofisticata space opera di Jack Vance è un tour attraverso una galassia di mondi impossibili, uno più affascinante e rischioso dell’altro.
Copertina di Daniele Scerra

Fuga nei mondi accanto

Stai rincasando di notte, dopo un turno di lavoro ingrato, con una delle ultime corse della metropolitana. Sei il solo a scendere alla tua stazione. Sulla banchina non c’è nessun altro. Ma l’unica uscita è bloccata da due figuri dall’aria bieca e feroce, che sembrano portare scritta in fronte la parola “rapina”. Tu non sei un coraggioso, la violenza fisica ti ha sempre fatto paura. E sei già abbastanza avvilito per conto tuo. Questa non ci voleva proprio… O sì?… I rapinatori (lo vedrai subito) sono rapinatori davvero, ma il viaggio cominciato nella metropolitana della tua città, ti condurrà verso stazioni che non avresti mai immaginato.
Copertina di Karel Thole

Fuga dalla terra

Molti appassionati di Fantascienza conoscono McGregor sotto lo pseudonimo di ].T. Mclntosh con il quale ha firmato tutta una serie di ottimi romanzi e racconti. La saga che vi presentiamo inizia in un piccolo paese degli Stati Uniti dove un Tenente dell’Esercito, Bili Easson, è stato inviato a scegliere una persona su mille che potrà lasciare la Terra minacciata da una catastrofe cosmica, per cercare scampo sulle astronavi che faranno rotta verso Marte. Altri colleghi di Bili Easson svolgono analoghi compiti in tutto il resto dei Paese. La scena, dopo le vicissitudini relative alla scelta, si sposterà prima nello spazio e poi su Marte, dove…

Fuga dal futuro

Nella storia della fantascienza americana I’opera di Clifford Simak è esemplare e, al tempo stesso, unica. Partito negli anni Trenta come scrittore di superscienza e avventure sempre però ingegnose e ricche di sorprese, Simak ha trovato una sua voce personale negli anni Quaranta, a cominciare dal celebre ciclo di City (qui pubblicato al n. 182). Negli anni Quaranta, Cinquanta e Sessanta ha scritto alcuni dei suoi romanzi più noti (da La casa delle finestre nere a Camminavano come noi, usciti a suo tempo su URANIA) e negli anni Settanta ha conosciuto una nuova, folgorante stagione creativa contaminando abilmente temi della fantascienza e della fantasy. Questo romanzo lo mostra al meglio delle sue capacita evocative, con una trama semplice ma ricca di trovare e una spiccata bravura nel tratteggiare i suoi personaggi ingannevolmente “normali”, studiatamente “quotidiani” e in realtà consapevoli che sotto il velo della realtà di tutti i giorni si agita un mondo misterioso di cui bisogna scoprire la chiave. Che, forse, e più a portata di mano di quanto non si pensi.
Copertina di: David A. Hardy

Fuga da Tschai

Se la superficie di Tschai pullula di razze e civiltà diversissime il vero enigma del pianeta sta nel sottosuolo. Adam Reith, che ha percorso in lungo e in largo continenti e oceani, che ha superato, con la forza o con l’astuzia, tutti i pericoli concepibili, e che si crede ormai vicinissimo all’astronave della salvezza definitiva, s’accorge d’essere stato troppo ottimista. I suoi viaggi, le sue imprese, sono stati seguiti -fin dal primo giorno da osservatori silenziosi e persistenti: e proprio quando la libertà gli sembra a portata di mano, precipiterà nel loro regno d’ombre, nel loro antichissimo, sussurrante labirinto di talpe, dove il tempo non si calcola a ore o secoli, ma a centinaia di millenni. L’ultimo nemico di Adam Reith sarà il gelo immobile e indifferente di un immenso museo.
Copertina di Karel Thole

Fuga da El Diablo. Il professionista: 4

San Cristobal de las Cruces è una piccola isola a nord di Cuba. Gli indios la consideravano un luogo tabù e gli spagnoli vi costruirono una fortezza. Ma presto l’abbandonarono: troppo difficile rifornirla e l’aria era malsana. Poi, il regime di Fidel Castro istituì un carcere femminile. Il caldo, le malattie e gli effluvi delle paludi fecero presto dimenticare a tutti il vero nome dell’isola. Adesso carcerieri e recluse la chiamano semplicemente EI Diablo. Ed è proprio in quell’inferno in terra che finisce Chance Renard, alla fine di una serrata indagine sui legami tra la CIA e il narcotraffico: una lunga pista segnata da tradimenti e rivelazioni, arrossata da tanto sangue e resa ancora più pericolosa dall’ombra del Voodoo.
**

Fueddariu – Sardu – Campidanesu – Italianu

Didionario sardo campidanese – italiano. Fueddus, dicius, suspus, usantzias e custumantzias de sa sotzedadi nostra e de cussa de is babus nostrus.
**
### Sinossi
Didionario sardo campidanese – italiano. Fueddus, dicius, suspus, usantzias e custumantzias de sa sotzedadi nostra e de cussa de is babus nostrus.

Il frutto del fuoco: Storia di una vita

La realtà tumultuosa e febbrile degli anni Venti, fra la Vienna di Kraus e la Berlino di Brecht — un periodo in cui «ciò che si abbatteva sugli uomini era più che un grande disordine, erano come tante *esplosioni* quotidiane». L’educazione sentimentale e intellettuale di uno scrittore che ha sempre voluto e saputo «tenere unito ciò che si frantumava in mille schegge». *Il frutto del fuoco* apparve per la prima volta nel 1980.

Frozen Heat

Quando Nikki Heat, la detective della squadra omicidi del dipartimento di Polizia di New York, piomba su un caso più grande di quello che l’ennesima scena del delitto sembra suggerire. Il corpo irriconoscibile di una donna accoltellata viene ritrovato dentro una valigia in un camion frigo. Una morte di per sé già abbastanza spaventosa, ma lo shock aumenta quando scopre che il fatto si lega sorprendentemente all’omicidio irrisolto di sua madre. Questa vittima sconosciuta trascina Nikki in un’inchiesta pericolosa ed emotivamente dura, riportando alla luce quel dramma che la assilla da quando aveva diciannove anni. Affiancata ancora una volta dal romantico e brillante giornalista Jameson Rook, Heat lavora per risolvere il caso del corpo nella valigia e, allo stesso tempo, è costretta a confrontarsi con una parte inesplorata del passato della madre. Affrontando le ripetute minacce che la identificano come la prossima vittima, le ricerche di Heat sveleranno dolorose verità familiari, rivelando un’insospettabile vita nascosta, e la condurranno a riconsiderare il suo passato. L’indagine vedrà Nikki e Rook ai margini di Manhattan e tra le “avenues” parigine in cerca di un killer spietato. Ma la vera domanda è: ora che l’agghiacciante caso della madre si sta sciogliendo, Nikki sarà in grado di affrontare il demone personale che l’ha tormentata per più di dieci anni?
**

Frontiere

Nella storia della fantascienza americana, pochi scrittori sono più adatti di Larry Niven a parlare di frontiere: quelle del futuro e dello spazio, con cui dovranno misurarsi i coloni di domani, ma anche quelle interiori, della mente e dell’immaginazione. Di formazione scientifica ma di vocazione fantastica, l’autore di Reliquia dell’impero, Burattinai nel cosmo e del famoso ciclo dello Spazio Conosciuto, è uno scrittore estremamente versatile, i cui racconti non sfigurano affatto accanto ai più lunghi romanzi. Questa antologia ci propone un Niven sfaccettato: ora come autore di fantascienza pura, ora come scrittore che si diverte ai confini con la fantasy. Ma sempre sorretto da un ingegno impeccabile e da una logica che non tradisce. Insomma, un aggiornamento che aspettavamo.
Indice:
IL LEONE NELL’ATTICO (The Lion in this Attic)
SPIRALI (Spirals Con JERRY POURNELLE
LA LUNA A GOCCIA (A Teadrop Falls)
IL TALISMANO (Talisman Con DIAN GIRARD
TEMPO DI ERUZIONE (Flare Time)
LE LOCUSTE (The Locusts Con STEVE BARNES
ANCORA UNA MODESTA PROPOSTA: IL CAMPIONE ROENTGEN (Yet Another Modest Proposal: the Roentgen Standard)
ALTRI RACCONTI DALLA TAVERNA DI DRACONE – LE BUONE MANIERE A TAVOLA (Table Manners)
IL PREDATORE IN VERDE (The Green Marauder)
FILM DI GUERRA (War Movie)
LA QUESTIONE REALE (The Real Thing)
FRONTIERE (Limits)
Copertina: Oscar CHICONI

Frontiera sconosciuta

Possibile che quella fosse la donna timida, incantevole, che egli aveva sposato pochi giorni prima… quella creatura selvaggia, prosternata dinanzi a un altare pagano? Quell’essere indemoniato capace di concepire sacrifici umani ai suoi crudeli d?i? Larry fissava allucinato il viso stravolto e il corpo convulso della donna, e si sentiva sopraffatto dallo sgomento, dall’angoscia. Poi il grande coltello sacrificale balen?, puntando verso il cielo. E fu il terrore…? Frontiera sconosciuta ? un racconto straordinario, fuori di ogni schema ?giallo? precedente, ma, ancora una volta, ci fa rimpiangere l’immatura scomparsa del maestro del suspense.

Frijenno magnanno: Le mille e una… ricetta

Nel libro si trovano non solo le classiche ricette napoletane, ma anche le tradizionali ricette italiane.
Le ricette non sono state scritte da grandi cuochi, ma da persone comuni, e questo rende il volume particolare ed affascinante nel suo genere!!

Non c'è due senza tre!!! Il vecchio detto ci ha azzeccato ancora! Per la terza volta, quasi a furor di popolo, "Frjenno Magnanno" torna in tipografia per essere ristampato. Chi l'avrebbe mai pensato! I vecchi impianti rispolverati tornano ad essere attuali ed il libro dai MILLE autori ritorna a far bella mostra in vetrina.
Come non esserne orgogliosi?
Ogni volta più belli, ogni volta più ricchi di esperienze e felici di ritrovarci ancora.
Questa edizione poi viene presentata addirittura da Luciano de Crescenzo! Famoso ingegnere, scrittore, attore, ma soprattutto napoletanissimamente napoletano verace! Aver meritato la sua attenzione è per noi motivo di ulteriore orgoglio.
Raccontare la storia di questo libro a chi per la prima volta ne entra in possesso di una copia sarebbe impresa non facile; mi limiterò pertanto a dire che nelle pagine di questo volume si racchiude tutta la pazienza, la passione e la cura di chi in cucina entra per dar libero sfogo alla fantasia.
Mille persone che sono diventate amiche, che si sono ritrovate impegnate a scrivere, magari per la prima volta, traducendo in parole quanto avevano "scoperto" o "inventato" in cucina.
I risultati si sono visti, col passar del tempo ci ritroviamo sempre con qualche chilo in più e qualche capello in meno!
Dire che tutte le ricette contenute nel libro siano splendide sarebbe presuntuoso, ma certamente sono vere e sincere, frutto di esperienza personale di tante persone che pur non essendo addette ai lavori, in cucina, quando si cimentano, diventano incalliti professionisti.

Freeware la nuova carne

Un virus sconosciuto ha distrutto gran parte dei bopper, gli esseri artificiali in grado di rivaleggiare con l’uomo. Ma lo stesso virus ha dato origine a una nuova forma di vita, ancora più spettacolare: creature sintetiche, in parte alghe e in parte plastica, che hanno capacità superiori alle nostre. E’ possibile la convivenza con esseri simili, in grado di prendere la forma che vogliono? E’ quello che si domanda Randy Tucker, innamorato di una “sintetica” di nome Monique. Insieme dovranno indagare su un complesso mistero, una serie di rapimenti che forse sono opera di una bizzarra e sconosciuta civiltà aliena…

Fratello Athelstan. Il Regno Del Male

Dopo molti anni di conflitto, Francia e Inghilterra hanno sottoscritto un armistizio e in molti sperano che sia solo il preludio a una pace duratura. Qualcuno, però, non vuole che le trattative abbiano buon fine, qualcuno che sta uccidendo, uno dopo l’altro, i prigionieri francesi rinchiusi nel tetro castello di Hawkmere. A chi l’arduo compito di catturare un uomo che sembra capace di attraversare i muri come un fantasma? Ma a fratello Athelstan e sir John Cranston, naturalmente…

I fratelli Karamazov

“Kara, in russo, significa ‘castigo’, ‘punizione’; nelle lingue turco-tatare ha invece il significato di ‘nero’: un cuore oscuro, appesantito dalla colpa, che appartiene a tutti noi, costituisce il nucleo centrale dei Fratelli Karamazov, una delle opere fondamentali della letteratura moderna, un’opera a noi contemporanea nel senso più stretto della parola, perché Dostoevskij vi ha saputo raggiungere le profondità più intime della psiche umana, al di là degli impianti ideologici e degli intenti moraleggianti.” Dalla Postfazione di Serena Prina I fratelli Karamazov si configura come la cronaca di una qualsiasi famiglia della provincia russa, contrassegnata dall’acerrimo contrasto tra la figura del padre, Fëdor, tirannico libertino, e i suoi quattro figli: Alëša, profondo conoscitore dell’animo umano, Dmitrij, un tenentino impulsivo, oscillante tra slanci di generosità e bassezze crudeli, Ivan, raffinato cultore dell’ateismo, e Smerdjakov, figlio epilettico e illegittimo e per questo condannato ai lavori più servili in casa. Quattro diverse personalità che trovano come punto di convergenza l’odio comune verso il padre. Un grande capolavoro che finalmente rinasce in una nuova e prestigiosa traduzione.

I fratelli in armi. Le cronache di Raistlin. DragonLance

Nel corso dell’assedio feroce della cittadina di Hopes’s End, il giovane mago Raistlin è costretto a rinnegare i suoi ideali per salvare se stesso e il fratello. Eppure mentre Raistlin e Caramon si addestrano come mercenari, lontano un’altra anima viene forgiata nell’ardore della battaglia. Una futura signora suprema dei draghi sceglie la propria strada e inizia l’ascesa al potere: si tratta di Kitiara Uth Matar, sorellastra dei Gemelli.
**