48945–48960 di 66541 risultati

Norwegian Wood. Tokyo Blues

Uno dei più clamorosi successi letterari giapponesi di tutti i tempi è anche il libro più intimo, introspettivo di Murakami, che qui si stacca dalle atmosfere oniriche e surreali che lo hanno reso famoso, per esplorare il mondo in ombra dei sentimenti e della solitudine. Norwegian Wood è anche un grande romanzo sull’adolescenza, sul conflitto tra il desiderio di essere integrati nel mondo degli “altri” per entrare vittoriosi nella vita adulta e il bisogno irrinunciabile di essere se stessi, costi quel costi. Come il giovane Holden, Toru è continuamente assalito dal dubbio di aver sbagliato o poter sbagliare nelle sue scelte di vita e di amore, ma è anche guidato da un ostinato e personale senso della morale e da un’istintiva avversione per tutto ciò che sa di finto e costruito. Diviso tra due ragazze, Naoko e Midori, che lo attirano entrambe con forza irresistibile, Toru non può fare altro che decidere. O aspettare che la vita (e la morte) decidano per lui.

Northwest Smith il terrestre

Le avventure di Northwest Smith, l’astronauta irrequieto e vagabondo, e quelle di Jirel di Joiry, la bellissima e indomita regina guerriera del fantastico reame di Joiry, rappresentano i due piloni basilari su cui poggia la fama della grande Catherine Lucilie Moore, una delle scrittrici che hanno maggiormente influenzato l’evoluzione della fantasy e della fantascienza. Dopo aver presentato le meravigliose storie di Jirel in questa stessa collana, ecco qui riuniti, in un’edizione unica al mondo e preparata appositamente per il pubblico italiano, tutti i racconti del celeberrimo ciclo di Northwest Smith. Smith, il fuorilegge dai nervi d’acciaio e dai freddi occhi incolori, è un vero e proprio avventuriero degli spazi, capace di resistere agli orrori più devastanti e alle potenze superiori che sempre si frappongono sul suo cammino. In questo volume sono raccolti dodici racconti, dodici gemme di squisita finezza artistica narrate in uno stile unico e inconfondibile, in bilico tra la fantasy e la fantascienza, permeate di una sottile vena poetica e di una sconvolgente atmosfera d’orrore cosmico: classici come «Shambleau», «Sete nera», «Sogno rosso», «Yvala», «aradiso perduto» e altri sette magnifici racconti che hanno dato un’impronta inconfondibile a un’intera epoca della produzione fantascientifica.
Contenuto del volume
Presentazione (Introduzione) di Sandro Pergameno
1. Shambleau (Shambleau, 1933)
2. Sete nera (Black Thirst, 1934)
3. Sogno scarlatto (Scarlet Dream, 1934)
4. La polvere del dio (Dust of Gods, 1934)
5. Julhi (Julhi, 1935)
6. Il freddo dio grigio (The Cold Gray God, 1935)
7. Yvala (Yvala, 1936)
8. Paradiso perduto (Lost Paradise, 1936)
9. L’albero della vita (The Tree of Life, 1936)
10. La lupa mannara (Werewoman)
11. La ninfa delle tenebre (Nymph of Darkness, 1935, z/Forrest J Ackerman)
12. Canto in chiave minore (Song in a Minor Key, 1940)
Fantacollana #44
Ilustracja na obwolucie Michael Whelan
Książka ma 326 stron.

Non volare via

Per essere straordinari non è necessario nascere perfetti. Matteo ama la pioggia, adora avvertire quel tocco leggero sulla pelle. È l’unico momento in cui è uguale a tutti gli altri, in cui smette di sentirsi diverso. Perché Matteo è nato sordo. Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c’è un mondo fatto soltanto di silenzio. All’improvviso la voce, gutturale, dice: «Pecché vola via?». Un uccellino è volato via e Matteo l’ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. È il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità. All’inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza in nome di un comandamento inespresso: restare uniti grazie all’amore. Ma è stato proprio l’amore a travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolgono la vita quando meno te l’aspetti. Lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E poi ti trascina nell’impeto di inseguire i tuoi sogni. Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare: «Papà, non volare via». Questa è una storia che parla di tutti noi, che parla di un amore grande e imperfetto. Questo è il romanzo di un bambino coraggioso, di un padre spaventato e di una ragazza con i piedi per terra. Ma anche quello di una madre che non ha dimenticato di essere una donna. Questo è il momento indecifrabile della vita in cui amore, colpa e perdono si fondono in un unico istante.
**
### Sinossi
Per essere straordinari non è necessario nascere perfetti. Matteo ama la pioggia, adora avvertire quel tocco leggero sulla pelle. È l’unico momento in cui è uguale a tutti gli altri, in cui smette di sentirsi diverso. Perché Matteo è nato sordo. Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c’è un mondo fatto soltanto di silenzio. All’improvviso la voce, gutturale, dice: «Pecché vola via?». Un uccellino è volato via e Matteo l’ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. È il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità. All’inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza in nome di un comandamento inespresso: restare uniti grazie all’amore. Ma è stato proprio l’amore a travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolgono la vita quando meno te l’aspetti. Lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E poi ti trascina nell’impeto di inseguire i tuoi sogni. Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare: «Papà, non volare via». Questa è una storia che parla di tutti noi, che parla di un amore grande e imperfetto. Questo è il romanzo di un bambino coraggioso, di un padre spaventato e di una ragazza con i piedi per terra. Ma anche quello di una madre che non ha dimenticato di essere una donna. Questo è il momento indecifrabile della vita in cui amore, colpa e perdono si fondono in un unico istante.

Non umano

Quando i terrestri decidono di abbandonare quel vecchio mondo perchè “non rende” (e in fondo nello spazio ci si va per guadagnare), sembra che vi resterà soltanto un’abitante: Sera Ofelia, fermamente decisa a non lasciare quella che ormai considera la sua casa. Ma presto le cose cambiano aspetto: il pianeta non era veramente disabitato al tempo della prima colonizzazione, e quando arriva dallo spazio una nuova ondata di umani, dovrà tener conto di questa realtà. Tanto per incominciare, è la prima civiltà extraterrestre in cui l’umanità si sia mai imbattuta; in secondo luogo, se vogliono raggiungere i loro fini i terrestri dovranno venire a patti con i misteriosi proprietari del pianeta. Ammesso che sia possibile, e che non si prepari una strage…
Copertina di Franco Brambilla

Non Tutti I Bastardi Sono DI Vienna

Orgoglio, patriottismo, odio, amore: passioni pure e antiche si mescolano e si scontrano tra loro, intorbidate più che raffrenate dal senso, anch’esso antico, di reticenza e onore. Villa Spada, dimora signorile di un paesino a pochi chilometri dal Piave, nei giorni compresi tra il 9 novembre 1917 e il 30 ottobre 1918: siamo nell’area geografica e nell’arco temporale della disfatta di Caporetto e della conquista austriaca. Nella villa vivono i signori: il nonno Guglielmo Spada, un originale, e la nonna Nancy, colta e ardita; la zia Maria, che tiene in pugno l’andamento della casa; il giovane Paolo, diciassettenne, orfano, nel pieno dei furori dell’età; la giovane Giulia, procace e un po’ folle, con la sua chioma fiammeggiante. E si muove in faccende la servitù: la cuoca Teresa, dura come legno di bosso e di saggezza stagionata; la figlia stolta Loretta, e il gigantesco custode Renato, da poco venuto alla villa. La storia, che il giovane Paolo racconta, inizia con l’insediamento nella grande casa del comando militare nemico. Un crudo episodio di violenza su fanciulle contadine e di dileggio del parroco del villaggio, accende il desiderio di rivalsa. Un conflitto in cui tutto si perde, una cospirazione patriottica in cui si insinua lo scontro di psicologie, reso degno o misero dall’impossibilità di perdonare, e di separare amore e odio, rispetto e vittoria.
**

Non ti svegliare

Una donna apre gli occhi in una stanza buia. Non riesce a muoversi. Dov’è? E’ ancora dentro al sogno? Perché non riesce a svegliarsi?
Un uomo riemerge dal nulla dopo tre settimane. E’ in una stanza di ospedale con una placca di metallo nel cranio ed un vuoto assoluto in testa. Che cosa è successo? Perché è completamente solo? Perché viene accusato del più orribile dei crimini?
In parallelo, una voce in una stanza spoglia chiede al magistrato di poter narrare tutto dall’inizio. Dagli “inutili anni ottanta”. Perché, dice, è lì che è cominciato tutto.
Un avvocato troppo coinvolto dal passato per accettare l’evidente colpevolezza del proprio cliente; passo dopo passo percorre un’indagine difensiva sempre più complessa ed inquietante, inseguendo una fantomatica scia di sangue celata nella nebbia della pianura veneta. per arrivare ad una sconvolgente verità
“La trama è consistente, complessa, plausibile e alla fine anche sorprendente… la lingua è ricca, precisa, la scrittura elegante” XXIII Premio Calvino – 2010
“E’ uno dei più interessanti casi letterari italiani dell’anno.” Il Gazzettino – 6.10.2011
“Con il suo libro digitale veramente sta ‘spaccando’, come si suol dire… è in testa alle classifiche dei libri elettronici più venduti in Italia” Caterpillar Rai 2 – 1.3.2012
“Crea assuefazione, bisogna andare avanti a leggerlo, dopo ogni pagina si cerca la successiva…” Il Basso Vicentino – giugno 2012
“Si è tramutato in longseller in un solo anno… questo legal thriller ambientato tra le provincie di Verona e Vicenza continua a catturare lettori.” L’Arena – 31.08.2012
“Un John Grisham sotto la Rocca Pisana. Il legal thriller del leoniceno Stefano Visonà da un anno miete successi.” Il Giornale di Vicenza 6.12.2012
“NON TI SVEGLIARE al primo posto dei più venduti in classifica, davanti ai libri di Joe Lansdale e Jo Nesbø. Il vincitore che comunque rimane nella top100 di Amazon è Stefano Visonà.” La Nuova Vicenza 23.12.2013
NON TI SVEGLIARE è un legal thriller ambientato nella provincia veneta e con protagonista un avvocato penalista italiano. È un romanzo con una costruzione rigorosa dal punto di vista legale, medico, scientifico e delle procedure di indagine, che attraverso la letteratura di genere racconta la realtà complessa e contraddittoria del Nord-Est di oggi.
Segnalato XXIII premio Italo Calvino per la sua capacità di essere “un bel giallo, ma che lascia vedere in controluce la rappresentazione calda della nostra società e dei suoi mutamenti”, è uscito per la prima volta nel 2011 per Ciesse Edizioni e per 4 anni si è mantenuto ai primi posti di vendita della casa editrice, diventandone uno dei più consolidati long seller.
Per due volte, nel febbraio 2012 e nel dicembre 2013 ha conquistato il 1° posto della Bestseller TOP100 di Amazon.
Questa V edizione viene riproposta direttamente dall’autore su Kindle Direct Publishing, in una veste rinnovata e aggiornata.
**
### Sinossi
Una donna apre gli occhi in una stanza buia. Non riesce a muoversi. Dov’è? E’ ancora dentro al sogno? Perché non riesce a svegliarsi?
Un uomo riemerge dal nulla dopo tre settimane. E’ in una stanza di ospedale con una placca di metallo nel cranio ed un vuoto assoluto in testa. Che cosa è successo? Perché è completamente solo? Perché viene accusato del più orribile dei crimini?
In parallelo, una voce in una stanza spoglia chiede al magistrato di poter narrare tutto dall’inizio. Dagli “inutili anni ottanta”. Perché, dice, è lì che è cominciato tutto.
Un avvocato troppo coinvolto dal passato per accettare l’evidente colpevolezza del proprio cliente; passo dopo passo percorre un’indagine difensiva sempre più complessa ed inquietante, inseguendo una fantomatica scia di sangue celata nella nebbia della pianura veneta. per arrivare ad una sconvolgente verità
“La trama è consistente, complessa, plausibile e alla fine anche sorprendente… la lingua è ricca, precisa, la scrittura elegante” XXIII Premio Calvino – 2010
“E’ uno dei più interessanti casi letterari italiani dell’anno.” Il Gazzettino – 6.10.2011
“Con il suo libro digitale veramente sta ‘spaccando’, come si suol dire… è in testa alle classifiche dei libri elettronici più venduti in Italia” Caterpillar Rai 2 – 1.3.2012
“Crea assuefazione, bisogna andare avanti a leggerlo, dopo ogni pagina si cerca la successiva…” Il Basso Vicentino – giugno 2012
“Si è tramutato in longseller in un solo anno… questo legal thriller ambientato tra le provincie di Verona e Vicenza continua a catturare lettori.” L’Arena – 31.08.2012
“Un John Grisham sotto la Rocca Pisana. Il legal thriller del leoniceno Stefano Visonà da un anno miete successi.” Il Giornale di Vicenza 6.12.2012
“NON TI SVEGLIARE al primo posto dei più venduti in classifica, davanti ai libri di Joe Lansdale e Jo Nesbø. Il vincitore che comunque rimane nella top100 di Amazon è Stefano Visonà.” La Nuova Vicenza 23.12.2013
NON TI SVEGLIARE è un legal thriller ambientato nella provincia veneta e con protagonista un avvocato penalista italiano. È un romanzo con una costruzione rigorosa dal punto di vista legale, medico, scientifico e delle procedure di indagine, che attraverso la letteratura di genere racconta la realtà complessa e contraddittoria del Nord-Est di oggi.
Segnalato XXIII premio Italo Calvino per la sua capacità di essere “un bel giallo, ma che lascia vedere in controluce la rappresentazione calda della nostra società e dei suoi mutamenti”, è uscito per la prima volta nel 2011 per Ciesse Edizioni e per 4 anni si è mantenuto ai primi posti di vendita della casa editrice, diventandone uno dei più consolidati long seller.
Per due volte, nel febbraio 2012 e nel dicembre 2013 ha conquistato il 1° posto della Bestseller TOP100 di Amazon.
Questa V edizione viene riproposta direttamente dall’autore su Kindle Direct Publishing, in una veste rinnovata e aggiornata.

Non ti addormentare

Ogni mattina Christine si sveglia senza ricordi. Non sa a chi appartenga la casa in cui si trova, l’uomo che le dorme accanto le è totalmente estraneo, e anche il suo viso, riflesso nello specchio del bagno, le sembra molto meno giovane di quanto secondo lei dovrebbe essere.
È Ben, suo marito, a darle quotidianamente le coordinate della sua vita, a spiegarle chi è lui, chi è lei, e che cosa le è successo anni prima, un incidente che ha modificato radicalmente la sua esistenza, privandola dei ricordi e costringendola a ricominciare ogni giorno un difficile apprendimento.
Ma Ben le dice tutto? E se è così, perché non le ha parlato del dottor Nash, un giovane neuropsichiatra deciso a studiare il suo caso, con cui Christine si incontra di tanto in tanto e che la spinge a tenere un diario? E perché su una pagina di questo diario Christine ha scritto ”non fidarti di Ben”?
Giorno dopo giorno, con l’aiuto del dottor Nash, lampi di memoria attraversano la mente di Christine, tessere baluginanti di un mosaico che fatica a ricomporsi nella sua interezza e che, con il passare del tempo, le sembra sempre più minaccioso e inquietante. Finché dal passato emergerà il vero pericolo, quello che, senza che lei ne sia consapevole, si è appropriato della sua vita.
Uno straordinario romanzo, teso e appassionante, una storia che non dà tregua e che mette in discussione l’idea stessa di realtà.
(source: Bol.com)

Non tentarmi

Inghilterra, 1818
Lucien de Grey, duca di Marchmont, è bello, ricco e potente, ma sembra interessato solo a far bisboccia con gli amici. Non trapelano i suoi sentimenti né l’intima sofferenza, finché dal passato non rispunta Zoe Lexham, figlia del suo tutore di un tempo, scomparsa in Egitto dodici anni prima. Per tutto quel tempo Zoe ha vissuto prigioniera in un harem, e ora che ha fatto ritorno a casa la sua reputazione è compromessa: ha bisogno di qualcuno che la guidi e la renda accettabile agli occhi della buona società. Un compito che solo Lucien può assumersi, sempre che riesca a resistere alla tentazione di una donna sensuale e ribelle, che sa bene come compiacere un uomo…

Non svegliare il gram che dorme

I personaggi di questa storia, che si svolge in un tranquillo villaggio inglese, potrebbero essere quelli di un giallo di Agatha Christie. C’è il reverendo Gates, curato di St. Jude, e c’è il facoltoso mister Einsley, squire di Chimney Pots; c’è una pittrice che è anche medium e ci sono la signora Fothergill con la sua domestica, il poliziotto in bicicletta, il garagista, il padrone del locale pub… Ma ciò che si prepara nel villaggio di Claines non è un delitto, e nemmeno Poirot o Miss Marple, se fossero lì, potrebbero farci niente. Il compito di sventare la più orrenda delle minacce toccherà invece a John Thunstone, un avveduto archeologo americano di passaggio.
Copertina di Karel Thole

Non sposate quella donna!

Melanie e Fran stentano a crederci. La loro ex compagna di scuola Amanda, sfrontata PR e diabolica arrampicatrice sociale, ha messo a segno il colpo che cambierà per sempre la sua vita: ha accalappiato Fraser McDonald, un lord scozzese carino e per bene. Pazienza se porta lo stesso paio di AllStar da tre anni e se il suo castello è una montagna di macerie riscaldata da un’unica stufetta catalitica. Per Amanda quello che conta è il titolo. Il fratello di Fraser, Angus, intuisce il pericolo e decide di sabotare le nozze, reclutando Mel e Fran, le vecchie amiche di Amanda che hanno ancora qualche conto in sospeso con lei.
**

Non si può morire la notte di Natale

La scena lascia pochi dubbi: mi sono sparato. Eppure non ricordo di averlo fatto. Non mi viene in mente nessun motivo per cui avrei dovuto mettere fine alla mia vita. Non era perfetta, ma mi sembrava andasse abbastanza bene, meglio di quella di tante persone che conosco. Giorgio Sala è un uomo che al successo professionale non ha saputo coniugare una vera vita affettiva. La notte di una vigilia di Natale tenta il suicidio sparandosi a una tempia. O almeno così stabilisce l’inchiesta. Giorgio, però, che è sopravvissuto ma è rimasto infermo e momentaneamente incapace di parlare, non è mai stato sfiorato dall’idea di uccidersi. E comincia a indagare mentalmente per scoprire chi ha cercato di eliminarlo e perché.
(source: Bol.com)

Non senza di te

Le sorelle Essex, orfane del visconte Brydone, vengono accolte nella casa del duca di Holbrook. Nell’attimo stesso in cui Tess, la maggiore delle quattro fanciulle, incontra Lucius Felton, facoltoso amico del loro benefattore, scatta la scintilla della passione. Ora la reputazione delle sue sorelle è in pericolo: Tess deve sposarsi, ma Lucius esita. Potrà davvero rinunciare a lei?
(source: Bol.com)

Non saremo noi

Nota: prima parte di “The Golden Man” la seconda è in “[Piccola città](https://www.goodreads.com/book/show/15831567.Piccola_citt_ “Piccola città”)”
Philip K. Dick è tra i più celebrati narratori di fantascienza U.S. sia per i suoi romanzi sia, e forse anche più, per le sue short-stories. Questa prestigiosa antologia di suoi racconti rari o introvabili (tutti inediti in Italia tranne due, pubblicati molti anni fa) è stata curata da Mark Hurst in collaborazione con lo stesso Dick, che vi ha premesso una mordente introduzione e aggiunto speciali note. Ecco l’indice completo dell’opera che pubblichiamo in due volumi, dei quali il secondo uscirà tra due settimane.
Indice:
La Macchina (The Unreconstructed M, 1957 [1956])
Partita di ritorno (Return Match, 1966)
Il Re degli Elfi (The King of the Elves, 1953)
Yancy (The Mold of Yancy, 1955)
Legatura in pelle (Not By Its Cover, 1968)
I seguaci di Mercer (The Little Black Box, 1964)
Non saremo noi (The Golden Man, 1954)
Copertina di Karel Thole

|

|

|

|

|

|

|