48913–48928 di 65579 risultati

Hollow City. Il secondo libro di Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali

Chi è Jacob Portman? Un ragazzo qualunque finito dentro un’avventura più grande di lui, o un predestinato, uno Speciale dai poteri prodigiosi, cacciatore di mostri terrificanti? Nessuno conosce la verità. L’unica cosa certa è che sembrano trascorsi secoli dal giorno in cui la misteriosa morte del nonno lo ha spinto a indagare sul passato della sua famiglia, catapultandolo sull’isoletta di Cairnholm, al largo delle coste gallesi. È qui che si imbatte nella bizzarra e affascinante combriccola degli Speciali: creature dotate di curiosi e irripetibili poteri, membri superstiti di una stirpe meravigliosa, costretti, per sfuggire alla persecuzione di un mondo ottusamente normale, ad affidarsi alle inflessibili cure di Miss Peregrine, la donna-uccello in grado di manomettere il tempo. Ma ora che Miss Peregrine è ferita e non riesce a recuperare le proprie sembianze umane, i ragazzi speciali e Jacob dovranno vedersela da soli con chi minaccia di distruggerli, e così abbandonare l’eterno presente in cui hanno vissuto per avventurarsi nel mondo reale. “Hollow City” è il secondo volume della trilogia di Miss Peregrine. Sul primo, “Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali”, è basato l’omonimo film, prodotto dalla Twentieth Century Fox, scritto e diretto da Tim Burton.
**

Lo Hobbit

Pubblicato per la prima volta nel 1937, Lo Hobbit è per i lettori di tutto il mondo il primo capitolo del Signore degli Anelli, uno dei massimi cicli narrativi del XX secolo. Protagonisti della vicenda sono, per l’appunto, gli hobbit, piccoli esseri “dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari”, che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell’ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell’impresa, inconsapevole che lungo il cammino s’imbatterà in una strana creatura di nome Gollum. Questa edizione vede la nuova traduzione della Società Tolkieniana Italiana, e le splendide illustrazioni di Alan Lee.
**

Lo Hobbit (Middle-Earth Universe)

###
In una versione ricca di note e riferimenti viene ripubblicata la prima avventura della saga del mondo fantastico di Tolkien, nella quale il protagonista, dopo ostacoli e vicissitudini, trova l’anello prodigioso attorno a cui ruota il secondo libro, “Il Signore degli anelli”. “In una caverna sotto terra viveva uno Hobbit. Non era una caverna brutta, sporca, umida, e neanche una caverna arida, spoglia, sabbiosa, con dentro niente per sedersi o da mangiare: era una caverna hobbit, cioè comodissima…”.

Ho sposato un’ombra

Helen non aveva un futuro. Adesso ce l’ha. Perché l’ha rubato. Da sola, senza un soldo e con un fi glio in arrivo, tutto quel che le rimaneva era un biglietto ferroviario per San Francisco. Un gentile invito a togliersi di torno. Ma è su quel treno che incontra il suo destino, sotto le sembianze di una coppia di sposini. Con la solare Patrice nasce una simpatia istintiva e le due diventano subito amiche. Poi il mondo va sottosopra. Uno spaventoso incidente, tutto diventa buio, e Helen si risveglia in un letto d’ospedale. La attendono tre notizie sconvolgenti: ha partorito negli istanti del disastro, i suoi compagni di viaggio sono morti e il nome della paziente sul suo cartellino è… “Patrice”. Denunciare lo scambio di persona, e tornare così a una vita miserevole? O tacere e assumere l’identità della defunta nella casa dei suoceri, che non hanno mai visto né incontrato la nuora? La decisione è presa. Ma il peggio, per la sfortunata Helen-Patrice, non è ciò che si è lasciata alle spalle.
Cornell Woolrich (1903-1968) è uno dei grandissimi del giallo americano. Nei romanzi e racconti scritti nel corso di un’esistenza travagliata, vivendo per anni rinchiuso negli alberghi di Manhattan, ha saputo come nessun altro innestare sui meccanismi del suspense il senso di solitudine dell’individuo in balia di un mondo spietato e incomprensibile, la disperazione per l’amore frustrato, l’angoscia e il puro terrore, che rappresentano la sua cifra inconfondibile. Si è firmato anche con lo pseudonimo di William Irish.

Ho sposato un comunista

Negli anni del maccartismo, dell’anticomunismo viscerale che dilaga nella società americana, Iron Rinn, ex scaricatore di porto, ex operaio impegnato nelle lotte sindacali, diventa un attore radiofonico di immenso successo. E dopo una passione travolgente sposa Eve Frame, una bella e ricchissima ex diva del cinema muto con la quale vive una burrascosa infelicità in una lussuosa casa di Manhattan. I compromessi e le ipocrisie di un ménage borghese, l’insicurezza e la fragilità di Eve, l’affetto soffocante della madre per la figlia e il risentimento e la gelosia della figlia per la madre, sono tutte cose che Iron non riesce a tollerare. Nel frattempo, la “caccia alle streghe” scuote anche l’ambiente dello spettacolo e in un Paese che ha eletto il pettegolezzo e la diffamazione a “fede nazionale”, Iron è la vittima predestinata delle liste nere.Quel che lo tradirà, dandolo in pasto alla morbosità generale, sarà un libro: Ho sposato un comunista.

Hitler. Il figlio della Germania

Figlio della Germania e del suo tempo, Hitler si affermò come dittatore in una nazione sconfitta e in grave crisi economica. Interprete di una cultura tedesca che si nutriva di irrazionalismo, che odiava le dottrine illuministiche e la democrazia, e si ispirava a Spengler, Heidegger, Schopenhauer, Wagner e Nietzsche, il Führer sostenne l’ideologia della razza ariana pura ed eroica, che lo porterà al genocidio degli ebrei, e vaneggiò l’illusorio diritto dei tedeschi all’espansionismo illimitato per una missione storica e un fatale destino. Illuso e capace di illudere, con forza magnetica, una nazione fino a condurla all’autodistruzione, bramoso di eternità e capace di costruire il proprio mito, folle, mostro o criminale, la figura di Hitler lascia ancor oggi degli interrogativi aperti. A questi cerca di rispondere Antonio Spinosa in una biografia sull’uomo che ha tragicamente segnato un’epoca nella storia del mondo.

Hitler e il nazismo magico

Nuova edizione aggiornata Perché Hitler ha attaccato la Polonia con la ferma convinzione che l’Inghilterra e la Francia non sarebbero intervenute, trasformando così una guerra, che doveva essere limitata, in un conflitto prima europeo e poi mondiale? Domanda inquietante, alla quale gli storici hanno provato a dare risposte cercando di individuare una logica in comportamenti che sembravano del tutto estranei a qualsiasi logica. Giorgio Galli, invece, accetta la possibilità che Hitler e il nazismo avessero una logica e una cultura proprie e in questo libro dimostra come alcune radici culturali del nazismo affondino profondamente in quegli antichi mondi di conoscenza (magia, occultismo, esoterismo, astrologia e alchimia) che erano stati sconfitti, ma non cancellati, dal pensiero scientifico del Cinquecento e del Seicento e dall’Illuminismo. Un’indagine storica lucida e minuziosa, arricchita da una nuova introduzione dell’autore, che smaschera un inquietante paradosso culturale offrendo nuovi contenuti e interpretazioni finora sottovalutate.
(source: Bol.com)

Hitler

Chi è lui? Chi lo ha generato davvero? Suo padre Alois Hitler, funzionario di dogana austriaco, se lo chiederà sempre. E senza risposta, perché nemmeno sul letto di morte la madre gli svelerà il segreto della sua nascita di illegittimo. E lo stesso ci chiediamo noi di Adolf Hitler: chi è? Chi lo ha generato? Da dove viene il lupo Fenrir che, nelle mitologie nordiche, a un certo punto del Tempo spezzerà la catena per irrompere schiumando di rabbia e annunciare la fine del mondo? Questo noi ci domandiamo, consapevoli che, se si comincia a spiegare, a rispondere alla domanda “perché?”, si finisce per correre il rischio di giustificare. Il romanzo di Genna connette i fatti più risaputi con elementi poco noti. Dal labirinto familiare da cui fuoriesce il piccolo Hitler, con deliri di grandezza e improvvise abulie, all’esperienza limite dell’umanità disfatta nel gorgo di Männerheim, l’ostello per poveri e criminali dove passa anni da nullafacente; l’esposizione al fuoco e ai gas della Prima guerra mondiale al ricovero in ospedale; dal rapporto incestuoso con la nipote Geli Raubal al comporsi dell’abominevole, grottesca corte dei suoi scherani.

Highlander – Torna da me

Nato in un clan di guerrieri dai poteri sovrannaturali, Gavrael McIllioch ha abbandonato il proprio nome e il castello che lo ha visto crescere, determinato a sfuggire al destino oscuro dei suoi antenati. Per proteggere i suoi cari dal clan rivale vive sotto falsa identità, convinto di aver rinnegato per sempre i sentimenti che lo legavano alla splendida Jillian St Clair. Tuttavia, nonostante la lontananza, non ha mai smesso di vegliare su di lei, e quando il padre della ragazza gli chiede di accorrere in suo aiuto, lui si precipita al suo fianco. Perché è fuggito da lei? E perché le si riavvicina ora, proprio quando il padre ha organizzato una gara fra cavalieri che aspirano a prenderla in moglie? In preda alla rabbia, Jillian si è ripromessa di non cedere mai al matrimonio. Gavrael è l’uomo che ama, ma è anche colui che l’ha quasi costretta fra le braccia di un altro. Lui ha provato a fingere indifferenza, ma nulla riuscirà a tenerlo lontano dall’unico essere che possa placare il suo animo; nulla, nemmeno le oscure presenze che auspicano la morte di entrambi…

Highlander – L’ultimo dei templari

Nel Quattordicesimo secolo l’Ordine dei Templari viene messo al bando; i suoi cavalieri, perseguitati in tutta Europa, vengono accolti in Scozia, in grande segretezza. Circenn Brodie è uno di loro, un guerriero immortale, custode delle reliquie sacre dell’Ordine e di una boccetta dal contenuto magico, appartenente al popolo delle fate. Il suo è un mondo retto da formule magiche e regole antichissime. Quando Lisa Stone viene catapultata dai giorni nostri in un castello medievale, tra le braccia dell’affascinante guerriero, la sua vita sembra crollare in un istante. Sarà un sogno o un terribile scherzo del destino? Nessuno dei due è pronto a questo incontro, ma nulla potranno contro la magia che sta per travolgerli. Il nuovo, eccitante capitolo di una delle serie più inconfondibili e seguite degli ultimi anni, quella degli Highlander, i guerrieri immortali.

(source: Bol.com)

Heidegger, l’introduzione del nazismo nella filosofia

Il nazismo di Heidegger non è stato momentaneo, occasionale o accessorio, ma fondamentale per la sua impresa filosofica. Il libro di Faye ci sfida a trarre le conseguenze etiche di questo fatto.(Robert E. Norton, University of Notre Dame) Studiato questo volume […] non sarà più possibile negare l’imbarazzante profondità e persistenza del coinvolgimento filosofico di Heidegger con il nazionalsocialismo di Hitler. (Herman Philipse, Utrecht University) I rapporti di Heidegger con il nazionalsocialismo non sono riconducibili al temporaneo disorientamento di un uomo la cui opera filosofica continuerebbe a meritare ammirazione e rispetto – come molti ancora sostengono. Emmanuel Faye, senza mai separare riflessione filosofica e indagine storica, propone una lettura degli scritti di Heidegger che rivela quanto egli si sia impegnato per introdurre i fondamenti del nazismo nella filosofia e nell’insegnamento. Nel suo seminario hitleriano dell’inverno 1933-34, Heidegger identifica il popolo con la comunità di razza e sostiene che sia necessaria per il III Reich una nuova nobiltà, esaltando l”eros’ del popolo per il Führer. Successivamente, dopo il 1935, il suo nazismo invece di affievolirsi si radicalizza: nel giugno 1940 presenta la motorizzazione della Wehrmacht come ‘atto metafisico’; nel 1941 definisce la selezione razziale come ‘metafisicamente necessaria ‘; infine, dopo la disfatta del nazismo, le sue prese di posizione sul nazionalsocialismo e i campi di sterminio andranno a nutrire i discorsi dei movimenti revisionisti e negazionisti. Con questa opera, già pubblicata in molti paesi e finalmente anche in Italia, Faye rende evidente il fatto che Heidegger, partecipando all’elaborazione della dottrina hitleriana e ponendosi egli stesso come ‘guida spirituale’ del nazismo, invece che arricchire la filosofia ha distrutto, attraverso essa, ogni forma di pensiero e di umanità. (source: Bol.com)

Heat Rises (Nikki Heat – edizione italiana)

Libro terzo: la serie completa di Richard Castle è composta da tre libri in formato ebook e cartaceo. La detective Nikki Heat è impegnata nel caso più inquietante e pericoloso che le sia mai capitato. Un prete viene ritrovato morto in un club in cui si pratica il bondage e una grossa somma di denaro è rinvenuta nel suo attico di Manhattan. Negli stessi giorni una banda di picchiatori professionisti la aggredisce a Central Park arrivando quasi ad ucciderla, ed è allora che il suo boss la invita stranamente a non proseguire le indagini. E se fosse anche lui implicato nell’omicidio? Ma questa è solo la punta dell’iceberg, l’inizio di un’oscura trama che coinvolge i più alti livelli del Dipartimento di Polizia di New York. Nikki si ritroverà in mezzo a una vicenda più grande di lei, obiettivo di assassini, senza nessuno di cui fidarsi, eccetto l’unico uomo della sua vita a non essere un poliziotto: il reporter Jameson Rook. ** ### Sinossi Libro terzo: la serie completa di Richard Castle è composta da tre libri in formato ebook e cartaceo. La detective Nikki Heat è impegnata nel caso più inquietante e pericoloso che le sia mai capitato. Un prete viene ritrovato morto in un club in cui si pratica il bondage e una grossa somma di denaro è rinvenuta nel suo attico di Manhattan. Negli stessi giorni una banda di picchiatori professionisti la aggredisce a Central Park arrivando quasi ad ucciderla, ed è allora che il suo boss la invita stranamente a non proseguire le indagini. E se fosse anche lui implicato nell’omicidio? Ma questa è solo la punta dell’iceberg, l’inizio di un’oscura trama che coinvolge i più alti livelli del Dipartimento di Polizia di New York. Nikki si ritroverà in mezzo a una vicenda più grande di lei, obiettivo di assassini, senza nessuno di cui fidarsi, eccetto l’unico uomo della sua vita a non essere un poliziotto: il reporter Jameson Rook.

Harry, rivisto

Chi sognasse di incontrare finalmente un personaggio sfaccettato, deprecabile e irresistibile, insomma magistralmente imperfetto, sappia che Harry Rent, radiologo californiano quarantenne, non solo non lo deluderà, ma si inciderà profondamente nella sua memoria: perché Harry, maldestro in ogni sua impresa, è un uomo che migliora soltanto attraverso i suoi sbagli. La moglie è morta durante un intervento di chirurgia estetica, ed è con riluttante empatia che ricostruiamo a ritroso un viaggio emotivo fatto di rimorso, nostalgia, rancore, desolazione, e della immediata tentazione di un nuovo amore. Proprio per far colpo sulla nuova improbabile preda, Harry si imbarca in una serie di avventure che porteranno ad altrettanti comicissimi disastri, sullo sfondo di un’America contemporanea che Sarvas dipinge con scanzonata, crudele ironia, disseminando il racconto di tocchi di suspense.
**

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban

Harry Potter’s third year at Hogwarts is full of new dangers. A convicted murderer, Sirius Black, has broken out of Azkaban prison, and it seems he’s after Harry. Now Hogwarts is being patrolled by the dementors, the Azkaban guards who are hunting Sirius. But Harry can’t imagine that Sirius or, for that matter, the evil Lord Voldemort could be more frightening than the dementors themselves, who have the terrible power to fill anyone they come across with aching loneliness and despair. Meanwhile, life continues as usual at Hogwarts. A top-of-the-line broom takes Harry’s success at Quidditch, the sport of the Wizarding world, to new heights. A cute fourth-year student catches his eye. And he becomes close with the new Defense of the Dark Arts teacher, who was a childhood friend of his father. Yet despite the relative safety of life at Hogwarts and the best efforts of the dementors, the threat of Sirius Black grows ever closer. But if Harry has learned anything from his education in wizardry, it is that things are often not what they seem. Tragic revelations, heartwarming surprises, and high-stakes magical adventures await the boy wizard in this funny and poignant third installment of the beloved series.
–scholastic.com