48865–48880 di 68366 risultati

Terra di morte

###
In una zona del Sud degli Stati Uniti, permangono ancora le condizioni di vita dell’Ottocento: braccianti neri sottomessi e umiliati dagli incappucciati del Klan, miseria, violenza diffusa. In questa situazione di degrado, una giovane donna scopre in sè il potere di rianimare, sia pure per pochi minuti, i morti. Entrare in contatto mentale con loro, cercare di scoprire i loro segreti, il mistero della loro morte, sono cose che l’affascinano e che contemporaneamente la condurranno in una spirale di terrore dal quale, come lei stessa può dimostrare, non si esce nemmeno con la morte.
**

La terra del rimorso

Salento, “terra del rimorso”, “terra del cattivo passato che torna e opprime col suo rigurgito”. Qui, nel 1959, un’equipe guidata da Ernesto De Martino conduce una ricerca etnografica per studiare il tarantismo, antico rito contadino caratterizzato dal simbolismo della taranta – il ragno che morde e avvelena – e dalla potenza estatica e terapeutica della musica e della danza. Con un’impostazione inedita rispetto a quella di tanta letteratura meridionalista di stampo folcloristico, De Martino dimostra come le pratiche rituali abbiano la funzione di scongiurare le ansie di un’esistenza segnata dalla povertà e dall’emarginazione. Un classico imprescindibile che interpreta il fenomeno delle tarantolate dal punto di vista storico, culturale e religioso.

La terra degli Uffts

Con pochi autori di fantascienza si viaggia più sicuri che con Murray Leinster. Anche quando, come in questo caso, la partenza si effettua su una vecchia e malandata astronave da carico, con un capitano strampalato e un astronavigatore di non eccessiva esperienza, si può essere sicuri che l’avventura procederà senza fermate né ritorni, senza incomprensibili deviazioni, senza esasperante accumulazione di personaggi. Non per questo mancheranno i colpi di scena o il suspense, e nemmeno un’arguta, bonaria, spregiudicata filosofia: tutte le migliori doti di Leinster si ritrovano in questa sua “Terra degli Uffts”, nella sua particolarissima felicità d’invenzione. Per volere concludere: un piccolo classico.
Contiene:
Entro 300 giorni (To the Stars, 1963) di J. T. Mc Intosh
Traduzione di Beata Della Frattina
Copertina: Karel Thole

Una Terra Chiamata Alentejo

Una terra chiamata Alentejo by José Saramago
Nella regione portoghese dell’Alentejo per tutto il Novecento, dalle prime occupazioni delle terre fino alla Rivoluzione dei garofani, l’economia latifondista ha segnato duramente la vita degli umili braccianti, con una lunga catena di soprusi e prevaricazioni, in un contesto di miseria e ignoranza. A questa grande Storia è intestricabilmnete legata la storia minore e marginale, ma emblematica, di una famiglia di contadini: i Mau-Tempo, le cui stesse origini sono connesse a un’antica violenza e sulla quale continuano ad abbattersi prepotenza e sfruttamento. La narrazione ne segue lungo quattro generazioni l’esistenza fatta di sacrifici e fatica, ma anche di passioni, aspirazioni, lotte, sconfitte. È una saga di vinti, l’emozionante epopea di tutta una classe sociale, scandita dal ritmo dell’oralità, dove si mescolano poetica rappresentazione del paesaggio, amara ironia nel descrivere le secolari ingiustizie e commossa partecipazione per le sorti degli eterni sfruttati..

La terra che ho lasciato dietro di me

Perché sprecare nell’esplorazione spaziale miliardi che potrebbero essere utilmente impiegati nella costruzione di scuole e ospedali o per alleviare le sofferenze del Terzo Mondo? Dal giorno in cui è stato lanciato il primo Sputnik questa lagna non ha avuto un momento di sosta e ora la si sente riprendere anche a proposito di ciò che gli autori di fantascienza dovrebbero o non dovrebbero scrivere: perché interessarsi di lontane stelle e pianeti, invece di approfondire sempre di più la conoscenza del cuore umano? Ma il cuore umano è ed è sempre stato se così si può dire avido di mettere piede su stelle e pianeti lontani! Per cui, come la mettiamo ? Senza contare che queste continue lagne suscitano e accrescono inevitabilmente nel lettore, come nel protagonista di questo romanzo e nei suoi avventurosi compagni di spedizione, la voglia di lasciare la Terra molto lontano dietro di sé.
Copertina di Karel Thole

Terra bruciata

Sullo scorcio del XX secolo una grave siccità colpisce il mondo intero, provocando la scomparsa di fiumi e laghi e la progressiva ritirata degli oceani. In questo paesaggio apocalittico, dove le regole fondamentali della vita vengono alterate, un uomo sconvolto, il dottor Ransom, comincia un’allucinante odissea verso la mitica riva del mare. Accompagnato da un gruppetto di personaggi indimenticabili, dovrà rendersi conto però che la chiave del mistero non risiede nell’oceano ma nel deserto sempre più esteso alle loro spalle. E cosi l’ultima parte del libro si svolge in un mondo radicalmente mutato, dove tutto può accadere e la realtà assume l’aspetto di un fantastico viaggio nel tempo. Terra bruciata è uno dei primi romanzi di J.G. Ballard, l’autore internazionalmente famoso de L’impero del sole.

Il teppista. Trent’anni maledetti a Milano

“Dodici foglie d’edera tatuate sul mio braccio sinistro, una per ogni anno di galera davvero scontato. Se non fossi andato in curva forse sarebbero state di più… Sono partito da Quarto Oggiaro e arrivato non so dove, rischiando più volte di morire lungo il percorso. Non sono una vittima del sistema, non sono un eroe, non cerco approvazione ideologica. Però posso guardarmi allo specchio senza provare vergogna.”
Il romanzo di una Milano e un’Italia lontane dai luoghi comuni, anche da quelli sulla criminalità, raccontate attraverso l’incredibile vita di Nino Ciccarelli. Personaggio reale e dalle mille incarnazioni, alcune delle quali gli hanno regalato dodici anni di carcere.
Una Milano e un’Italia poco conosciute, dove ambienti all’apparenza lontanissimi sono realtà collegati. Finanza, politica, spettacolo, calcio, criminalità più o meno organizzata, cultura: un mondo parallelo che per una serie di circostanze ha permesso a una ragazzo di Quarto Oggiaro di dare del tu a personaggi noti in tutto il pianeta.
Il protagonista è un famoso ultrà dell’Inter, ma il calcio e ciò che gli gira intorno sono solo una piccola parte di una storia che racconta tre decenni senza senso. Chi è nato nella seconda metà dei Sessanta o nella prima dei Settanta potrà magari identificarsi in qualche personaggio, qualcuno dirà che questo è un libro generazionale. Ma di una generazione che non dà lezioni di vita. E nemmeno vuole ascoltarne.

Teoria imperfetta dell’amore

Possiamo spiegare che cos’è l’amore, se siamo noi i primi a non saperlo?
La vita di Neill Bassett jr, un matrimonio fallito alle spalle e un presente organizzato in una perfetta routine da single, viene sconvolta il giorno in cui conosce Rachel, la storia di una notte che in modo lento e inesorabile si trasforma in qualcos’altro, e soprattutto quando l’ambizioso programma di intelligenza artificiale al quale lavora, basato sull’utilizzo delle informazioni e dei ricordi contenuti nei meticolosissimi diari del padre, morto suicida quindici anni prima, mostra segni inequivocabili di coscienza, cominciando a dialogare con lui come solo qualcuno che lo conosce fin dalla nascita potrebbe fare. La sua famiglia e la sua esistenza gli appariranno allora sotto una luce del tutto nuova. Il rapporto con il genitore, sempre stato cosí labile da non lasciargli quasi tracce nella memoria, acquisterà una concretezza e una complicità mai sperimentate prima.

***

‘Mio padre, che certo non si potrebbe definire un intellettuale, amava molto un aforisma di Pascal: tutta l’infelicità dell’uomo deriva dalla sua incapacità di starsene seduto da solo in una stanza’.

(source: Bol.com)

La teocrazia faraonica

La teocrazia faraonica è un ordine di governo e sociale unico in tutta la storia occidentale. La fede che nel corso di quaranta secoli ha predominato in Egitto era fondata sulla “scienza sacra”, comprendente nello stesso tempo il mito e i riti religiosi, la medicina e la geometria, l’astronomia e le leggi della vita quotidiana e della giustizia. Questo libro aiuta a comprendere la realtà e l’importanza della “scienza sacra” degli antichi egizi.
**

Le Tentazioni

Raccolta pubblicata nel 1899, comprende sette racconti editi fra il 1894 e il 1895. Solo la novella eponima è del 1898. Il titolo sintetizza la scelta di trattare motivi etici come la giustizia, il peccato, l’espiazione; ma sono presenti anche tematiche della tradizione popolare che riflettono una mentalità magica e superstiziosa.
I motivi etici sono affrontati attraverso le relazioni interne al nucleo familiare e circoscritte a piccole realtà locali di una Sardegna arcaica. Interessante il punto di vista dell’autrice che implicitamente presenta la condizione di subordinazione della donna all’interno di una società patriarcale.

(source: Bol.com)

Tentazioni nella tormenta

Nonostante un già poco incoraggiante incipit, le cose fra Agatha Collins e il ricco brasiliano Luiz Diaz proseguono anche peggio quando si ritrovano bloccati insieme a causa di una tormenta di neve. I due sono costretti a cercare riparo dal freddo l’uno fra le braccia dell’altro, e Luiz non sembra interessato a far cambiare idea ad Aggie sul suo conto. Sì, lui è insopportabilmente arrogante. E sì, è tanto irresistibile quanto consapevole di esserlo. Ma nonostante ciò Agatha non sembra immune al suo fascino come credeva – e soprattutto sperava – di essere!
**
### Sinossi
Nonostante un già poco incoraggiante incipit, le cose fra Agatha Collins e il ricco brasiliano Luiz Diaz proseguono anche peggio quando si ritrovano bloccati insieme a causa di una tormenta di neve. I due sono costretti a cercare riparo dal freddo l’uno fra le braccia dell’altro, e Luiz non sembra interessato a far cambiare idea ad Aggie sul suo conto. Sì, lui è insopportabilmente arrogante. E sì, è tanto irresistibile quanto consapevole di esserlo. Ma nonostante ciò Agatha non sembra immune al suo fascino come credeva – e soprattutto sperava – di essere!

Tenebra di luce

###
Lanciato in una corsa mortale, Wycherly Musgrave si ritrova con l’auto distrutta, ma miracolosamente salvo, nella cittadina fantasma di Morton’s Fork, nel West Virginia. Quell’estate Whycherly non è il solo “strano” ospite a trovarsi in quel luogo desolato. Vi fa ritorno infatti, dopo molti anni, la star del cinema Sinah Dellon per scoprire le sue vere origini e individuare le cause dei suoi poteri paranormali. Nel frattempo a Morton’s Fork sono in corso ricerche per indagare su una serie assai numerosa di fenomeni occulti. Spetterà alla giovane Verity Jourdemaine, investigatrice del paranormale, il compito di trovare la chiave d’accesso al mistero che avvolge Morton’s Fork e i suoi abitanti.
**

Il Tempo dell’Alleanza

Sono passati sei anni da quel tragico autunno del 2033 in cui l’Aura ha colpito la Terra spagendo ovunque i suoi micidiali Semi, e nessuno sa ancora con esattezza chi o cosa abbia decretato la fine della civiltà umana. Solo i coloni della Luna sono rimasti indenni, e i loro pazienti sforzi incominciano finalmente a dare qualche frutto: nei nuclei dei Semi è infatti nascosto il segreto del volo interstellare, e questo sarà il mezzo migliore per iniziare la ricerca dei responsabili del cataclisma… prima che una nuova Aura possa abbattersi sui superstiti. Ha così inizio una disperata lotta per il futuro della Terra, con un viaggio destinato ad affrontare molti enigmi e pericoli prima di poter scoprire che, da qualche parte nell’universo, per qualcuno è finalmente giunto il Tempo dell’Alleanza.
Copertina di Karel Thole