48833–48848 di 65579 risultati

Infinito in ogni direzione

«Il titolo *Infinito in ogni direzione* ha due significati. Allude alle illimitate possibilità dell’universo, che esso sviluppa prendendo coscienza di se stesso attraverso l’azione della vita e dell’intelligenza. Ma si riferisce anche alle enormi responsabilità dell’umanità come custode della vita su un piccolo pianeta.» Così Freeman J. Dyson definisce i punti di riferimento del suo discorso sulla scienza, che mette costantemente a confronto i risultati della ricerca più aggiornata in campo fisico, astronomico, biologico con gli interrogativi più stringenti dell’etica e della politica. Quali sono le strade che la scienza contemporanea esplora nella sua indagine sulle origini della vita e sulla sua evoluzione? Quali i dilemmi cui portano i risultati della ricerca? Quali le scelte necessarie perché le raffinate tecnologie prodotte dal progresso scientifico vengano usate per il progresso dell’umanità e non per la sua distruzione? A questo intreccio di temi di appassionante attualità e di domande rivolte al futuro, Freeman Dyson porta il suo illuminante e inventivo contributo: una riflessione che lega la scienza alla filosofia, il gusto della scoperta all’attenzione costante alle componenti spirituali del pensiero e della vita umana.

Infinito

E’ possibile che la scienza riesca, un giorno, a dare una nuova vita agli uomini? Nella società futura, gli uomini vivranno con questa certezza. Ogni uomo e ogni donna avranno questa seconda possibilità… perché i loro corpi, dopo la morte, verranno conservati nel Centro dell’Eternità, l’organizzazione che promette una sicura resurrezione scientifica in un giorno futuro. Ma per rinascere in un mondo migliore, chi muore deve essere ricco… deve avere la possibilità di accumulare le proprie ricchezze nella prima vita, per spenderle nella seconda. E così ognuno cerca di accumulare denaro, nella prima vita, perché ogni centesimo messo in disparte nelle banche del Centro dell’Eternità significherà la ricchezza, nel giorno della risurrezione. In un mondo simile, il crimine più grande non è uccidere un uomo, ma impedire che questi venga trovato in tempo per essere congelato nelle cripte… E’ un mondo nel quale le religioni sono in declino, perché non ha senso credere in un’eternità mistica quando un’eternità scientifica è a portata di mano. Ma perché le risurrezioni non cominciano mai? Per quale motivo tanto segreto, tanto mistero circondano il Centro dell’Eternità? Cosa si nasconde dietro l’improvvisa campagna che si scatena contro il Centro? L’immortalità scientifica è una verità o una beffa? La risposta si trova, forse, in un libro… un trattato di matematica aliena, nascosto tra le rovine di una civiltà perduta al di là degli spazi interstellari…

L’inferno avrà i tuoi occhi

Un grande esordioUna voce nuova e intensa della narrativa italianaLa paura è più forte quando non ha nomeUn piccolo paese di provinciaTre adolescenti annoiateUna suora brutalmente uccisaIn un piccolo centro in provincia di Sondrio, tre amiche adolescenti uccidono brutalmente una suora.Un sacri ficio a Satana con un piano studiato fin nei minimi dettagli e in nome di un’inspiegabile devozione al maligno. Cosa hanno in comune Elena, Vanessa e Samantha? Un legame morboso – quasi un patto di sangue –, l’eterna noia di giornate tutte uguali, la tentazione di tingere di nero le proprie vite, fino al desiderio di uccidere. Quando Vanessa torna in paese, dopo otto anni, i dolorosi ricordi legati a quella tragica sera riemergono con violenza, scatenando l’inferno nella sua mente. Strapparsi di dosso quell’orrenda colpa sembra impossibile. Silvia è più piccola delle tre ragazze, ma frequenta lo stesso istituto, lo stesso bar, a volte anche la stessa compagnia. È un comune amico a coinvolgerla un giorno in una seduta spiritica, in cui sarà evocata l’anima della suora uccisa. La vita di Silvia, la sua adolescenza, i suoi rapporti familiari si intrecciano pericolosamente con la vicenda di Elena, Vanessa e Samantha. Domande ossessive e inquietanti riempiono le pagine del suo diario: cosa può averle spinte a compiere un gesto tanto e fferato? Avrebbe potuto commettere anche lei quel delitto? In una sorta di identificazione con le carne fici, Silvia rivive un episodio macabro e ai limiti dell’umana comprensione, la deformazione di tre menti convinte di essere votate al diavolo…Un grande esordioUna voce nuova e intensa della narrativa italianaNon riuscirete a staccare gli occhi dalle pagine di questo sorprendente romanzoSilvia Montemurro a soli venticinque anni confeziona una storia a tinte gialle e nere di una forza rara e unica nel suo genere’Eravamo tre corpi e una sola testa. Tre teste e una sola anima. Non ce l’avevamo, un’anima.’Silvia MontemurroÈ nata a Chiavenna la notte di San Lorenzo del 1987. Si è laureata nel 2011 con una tesi in Criminologia, riguardante l’assassinio di suor Maria Laura Mainetti. Ha partecipato nel 2010-2011 alla XIV edizione del corso RAI Script Fiction per sceneggiatori. Ha scritto diversi romanzi ancora inediti, uno dei quali ha ottenuto nel 2011 il secondo posto al Premio Malerba. L’inferno avrà i tuoi occhi è il suo esordio, segnalato anche dal comitato di lettura del Premio Calvino 2012.
(source: Bol.com)

Inferno

Finalista ai premi Hugo e Nebula con i romanzi Purgatory e Paradise, anche in questo Inferno Mike Resnick ci trasporta su un pianeta le cui travagliate vicende ricordano quelle dei "paesi in via di sviluppo" della vecchia Terra. Ma quale sviluppo? A tutta prima Faligor sembra un mondo perfetto, i cui abitanti vivono in una sorta di armonia che ai terrestri è da tempo sconosciuta. Ma il contatto con la civiltà tecnologica dell'uomo porta grandi cambiamenti e la missione di Susan Beddoes, del Dipartimento di Cartografia interplanetaria, si complica in maniera imprevista. Dopo essersi trasformato in una democrazia repubblicana, infatti, il governo di Faligor viene conquistato con la forza dal violento generale Gama Labu, il cui scopo è scatenare la guerra tribale e ottenere alla sua fazione l'egemonia sui popoli di Faligor. Sono passati appena vent'anni dal primo contatto di Susan Beddoes con Faligor, ma oggi quel mondo sta per piombare in una notte di violenza e orrore che non ha precedenti nella Galassia dell'Uomo.

Infernalia. Libro Di Sangue

Sinossi

Il giovane medium Simon McNeal è sospettato di evocare i morti, raccogliere le loro confessioni e trascriverle sui muri di una “casa stregata”. Ma si tratta di un imbroglione e i morti, per vendicarsi, tornano nel mondo dei vivi per raccontare la loro storia… questa volta sul corpo dello stesso McNeal. Comincia così un diabolico viaggio nel regno della paura, una terrificante sequenza di immagini che vanno al di là di qualsiasi aspettativa.

Indomita attrazione

Scozia, inizio XII sec.
La piccola Gillian ha paura del buio. Da quando è rimasta orfana della madre, morta dando alla luce un bambino, il grande castello nel Dunhanshire sembra ancora più vuoto e silenzioso. Così, quando cala la sera, Gillian attraversa il passaggio segreto che conduce alla camera della sorella Christen e si addormenta fra le sue braccia. Ma la notte in cui il barone Alford attacca di sorpresa il castello e uccide suo padre, il passaggio segreto non basta a garantirle la fuga; i gradini sono ripidi e Gillian cade, perdendo conoscenza. Solo Christen riesce a mettersi in salvo e a portare con se uno scrigno che contiene l’inconfutabile prova di un misfatto compiuto ai danni del re… Sono passati quattordici anni da quell’evento e Gillian, affidata alle cure dello zio Morgan, è ormai diventata una donna forte e sicura di se. Ma un giorno Alford la chiama nuovamente al suo cospetto per sottoporla ad un odioso ricatto: dovrà ritrovare sua sorella e farsi consegnare lo scrigno, altrimenti lo zio Morgan morirà. A Gillian non rimane che andare alla ricerca di Christen, muovendosi sulle tracce di poche, labili informazioni. Il viaggio riserverà imprevisti, colpi di scena, e l’incontro inaspettato con Brodrick Buchanan, valoroso guerriero scozzese che si offrirà di aiutarla nell’impresa. Fra fughe, agguati e congiure, i due giovani si ritroveranno sempre più vicini. E finiranno coinvolti in un’incredibile avventura di onore e vendetta, in una storia di passioni brucianti e di travolgente, audace sensualità.

Un indizio per Cordelia Gray

Un caso estremamente complesso per miss Gray, la sagace investigatrice dei romanzi di P.D. James: la grande interprete di drammi elisabettiani, Clarissa Lisle, è da tempo minacciata di morte e l’ora X sta per scoccare…
(source: Bol.com)

Indignazione

È il 1951 in America, il secondo anno della guerra di Corea. Marcus Messner, un giovane serio, studioso e ligio alle leggi, di Newark, New Jersey, sta cominciando il secondo anno di università in un campus rurale e conservatore dell’Ohio: il Winesburg College. Perché ha deciso di frequentare il Winesburg invece del college della sua città, a cui si era inizialmente iscritto? Perché il padre, il risoluto e laborioso macellaio del quartiere, pare impazzito: impazzito per la paura e l’apprensione di fronte ai pericoli della vita adulta, ai pericoli del mondo, ai pericoli che vede incombere a ogni angolo sul suo amato figliolo. Come spiega al figlio la longanime madre messa a dura prova dal marito, è una paura che nasce dall’amore e dall’orgoglio che il padre prova per lui. Ciò non toglie che Marcus covi una rabbia troppo grande per poter ancora sopportare di vivere con i genitori. Li abbandona e, lontano da Newark, nel college del Midwest, si deve districare fra le consuetudini e le repressioni di un altro mondo americano.

Indietro Savoia! Storia controcorrente del Risorgimento

Una storia irriverente, controcorrente, ricca di rivelazioni scomode e perfino sconvolgenti, che non lasciano scampo ai membri della Casa Sabauda. A cominciare da Carlo Alberto, fiero reazionario che solo controvoglia giunse a concedere la Costituzione. Ma il suo è solo il primo nome di una lunga carrelata che, fra conflitti di interessi e intrallazzi, tradimenti e meschinerie, nefandezze e autentiche atrocità, non risparmia nessuno.
**

Indiana Jones e l’ultima crociata

The time is the 1930s.
Indiana Jones had always managed to get into enough trouble on his own. But this time, he finds himself in the deadliest situation imaginable — he must rescue his father, eminent professor Dr. Henry Jones, from the Nazis’ clutches to keep them from discovering secret information only Dr. Jones possesses.
The perilous race is on — to recover the most extraordinary ancient relic of all time — and to prevent the Nazis and Dr. Jones’s devious rivals from finding it first!

Indagine su Gesù

Chi è Gesù? Perché nessuno, dopo duemila anni, si sottrae al suo fascino? Anche i “lontani” non sanno nascondere lo stupore, l’ammirazione e l’incanto per quest’uomo misterioso, potente e buono, unico al mondo, “il più bello fra i figli degli uomini”: da Marx a Renan, da Rousseau a Nietzsche, da Borges a Kafka, da Camus a Salvemini, da Kerouac a Pasolini, da un “persecutore” come Napoleone a una personalità come Gandhi, fino al libro dell’Islam, il Corano. Come e perché in soli tre anni di vita pubblica egli ha potuto capovolgere la storia umana? Lo affermano anche pensatori laici come Benedetto Croce: “il Cristianesimo è stato la più grande rivoluzione che l’umanità abbia mai compiuto”. Ha portato nel mondo la libertà, la dignità di ogni persona (a partire dai più derelitti), le nozioni di diritti dell’uomo e di progresso, un oceano di carità. Ha spazzato via la schiavitù, ha salvato la cultura antica, ha dato nobiltà al lavoro ricostruendo un’Europa devastata, inventando la tecnologia, le università, la scienza, gli ospedali, l’economia, l’arte, la musica. Il libro di Antonio Socci ricostruisce questa straordinaria rivoluzione e indaga sul mistero di Gesù, preceduto da duemila anni di attesa e seguito da altrettanti di amore. Circa trecento profezie messianiche, nelle Sacre Scritture, con secoli di anticipo hanno tracciato il suo perfetto identikit: data e luogo di nascita e di morte, le sue opere, addirittura il supplizio della crocifissione.
**

L’incubo

Greg Donner, un giovane scrittore, s’innamora di Ginny Winters, una bellissima giovane dal misterioso passato, ma lei è la Ginny Winters protagonista di un suo incubo ricorrente nello scenario agghiacciante e irreale di una Chicago deserta…

L’incubo sul fondo

I romanzi di William F. Jenkins, alias Murray Leinster, promettono fin dal titolo fantascienza, tutta fantascienza, niente altro che fantascienza. E chi ne ha letto anche uno solo (dei diciotto pubblicati in Urania dal n. 1 a oggi) sa che cosa significa per questo scrittore mantenere una promessa così allettante. Leinster non si ingombra di alti significati filosofici, non teorizza, non predica, non profetizza, non si impegna per nessuna buona o cattiva causa presente o futura. Leinster va dritto al suo scopo, che è di sbattere subito e con tutta naturalezza i suoi personaggi nella più fantastica, mostruosa, allucinante delle situazioni, per poi lasciarli lì a sbrogliarsi realisticamente da soli contro, per esempio, la cieca violenza di un nemico alieno che si annida nel fondo del Pacifico…
Copertina di Karel Thole

Incubo di strada

Kleber ha quarantaquattro anni, appesantiti dalle lunghe notti spese sulle strade di Parigi, immerso nell’orrore delle più violente forme del male. Vive per l’amore della sua vita, la giovane Elenya, una dolcissima bellezza dell’Est che ha strappato al marciapiede e a un protettore spietato. Oltre a lei, in un mondo di facce nemiche, Kleber ha solo Mark, l’amico d’infanzia che ha ceduto alla criminalità. Sono ventidue anni che Kleber combatte il crimine e da tempo ha detto addio a ogni possibilità di carriera.
Ogni notte è logorato da visioni di sangue, perché non è vero che i giusti possono dormire un sonno tranquillo: nel buio il male si rigenera e le tenebre dell’umanità non si disperdono mai. I suoi nervi sono tesi al limite, divorati dalla frustrazione e dalla stanchezza e, dopo l’ennesimo scontro, Kleber scaraventa a terra un collega sfogando la sua rabbia contro gli ingranaggi corrotti di una gerarchia ingiusta. In un attimo si ritrova sbattuto fuori dalla polizia.
E a quel punto è lui la preda, braccato dalla malavita. Senza la legge dalla sua parte è un facile bersaglio per i vecchi nemici che sanno qual è il suo punto debole: lei, l’angelo biondo che dorme al suo fianco, la donna che gli ha dato tutta se stessa, l’altra metà della sua anima.
Kleber cerca l’amore nelle viscere del male, sulle impronte del Sergente senza nome della serie della Factory: Raymond ha osservato la vita attraverso il vetro oscurato della violenza e in questo modo ha scritto i suoi noir. Non c’è salvezza, né redenzione, né possibilità di giustizia, ma combattere per un grande amore è quanto di più simile alla salvezza un uomo possa sperare.
In *Incubo di strada* troverete Derek Raymond, uno dei più crudi scrittori del Novecento, ferito, affamato d’amore e redenzione, curvo sotto il peso del dolore che lo divora, come un cancro.
Le pagine di questo romanzo sembrano intinte nel sangue delle vittime, sono l’addio di uno scrittore di noir alla vita, un addio che rivolge il suo sguardo non all’odio, non alla violenza, ma all’amore. E poco importa se la trama ha un intreccio sbiadito, se a tratti si frantuma, incoerente e paranoica come solo un vero incubo può essere. Conta l’atmosfera, l’amore trovato e perduto per sempre, spazzato via da una morte tragica e orribile, l’amicizia scandita dal vino e dal sangue sulla strada, il coraggio di ammettere una debolezza, che percorre il libro come una lama e consuma un po’ alla volta.
Incubo di strada risuona di malattia e pianto, è un testo coperto di lividi come un’anima tradita e lasciata ad agonizzare, come la tela dura e deformata di un quadro di Francis Bacon.
Derek Raymond ha lavorato sui colori cupi, sui corpi straziati, sulle promesse d’amore e con Incubo di strada ha voluto lasciare ai suoi lettori uno specchio spezzato che riflette, ancora oggi, i frammenti della sua anima perduta.