4865–4880 di 69633 risultati

Mamani. Gli Insegnamenti Di Un Curandero

*Un percorso di iniziazione al seguito degli insegnamenti di Mamani. Nel racconto della sua allieva più vicina, l’eredità spirituale del curandero andino.* Il 20 ottobre 2016 Hernán Huarache Mamani, il grande divulgatore della cultura andina, è tornato al Sole. Ma la sua memoria è presente, vibrante, in questo libro, nel quale una delle allieve più vicine a lui ha raccontato il proprio percorso spirituale sotto la guida del curandero. A un certo punto della sua vita Lisa Corrao sente il bisogno di una svolta e decide di andare in India, nella terra di Osho, che da sempre esercita su di lei un fascino fortissimo. Nell’ashram di Pune riceve le prime risposte al suo bisogno di capire se stessa e poco dopo, mentre si prepara a tornarci per un lungo periodo, incontra a Milano Mamani e resta conquistata dalla sua filosofia. Da quel momento, per vent’anni, lo seguirà nei suoi corsi e seminari in tutta Europa e in Perù. Nelle pagine di questo diario Lisa rivive, con la passione di chi l’ha vissuta intensamente, l’esperienza del suo cammino di rinascita e crescita spirituale. A guidarla sono gli insegnamenti di Mamani: il risveglio della conoscenza attraverso lo sviluppo del senso del tatto; il legame vivificante con Pachamama, la Madre Terra; la sacralità dell’elemento femminile, della donna considerata una maestra dell’amore; la possibilità di dirigere l’energia, di far fiorire il proprio corpo come un giardino, rinforzando le proprie radici. La sua testimonianza è un invito, rivolto a tutti coloro che cercano la guarigione emotiva, mentale e spirituale, ad avvicinarsi al patrimonio di sapienza antica che costituisce la preziosa eredità ricevuta dall’ultimo curandero. **
### Sinossi
*Un percorso di iniziazione al seguito degli insegnamenti di Mamani. Nel racconto della sua allieva più vicina, l’eredità spirituale del curandero andino.* Il 20 ottobre 2016 Hernán Huarache Mamani, il grande divulgatore della cultura andina, è tornato al Sole. Ma la sua memoria è presente, vibrante, in questo libro, nel quale una delle allieve più vicine a lui ha raccontato il proprio percorso spirituale sotto la guida del curandero. A un certo punto della sua vita Lisa Corrao sente il bisogno di una svolta e decide di andare in India, nella terra di Osho, che da sempre esercita su di lei un fascino fortissimo. Nell’ashram di Pune riceve le prime risposte al suo bisogno di capire se stessa e poco dopo, mentre si prepara a tornarci per un lungo periodo, incontra a Milano Mamani e resta conquistata dalla sua filosofia. Da quel momento, per vent’anni, lo seguirà nei suoi corsi e seminari in tutta Europa e in Perù. Nelle pagine di questo diario Lisa rivive, con la passione di chi l’ha vissuta intensamente, l’esperienza del suo cammino di rinascita e crescita spirituale. A guidarla sono gli insegnamenti di Mamani: il risveglio della conoscenza attraverso lo sviluppo del senso del tatto; il legame vivificante con Pachamama, la Madre Terra; la sacralità dell’elemento femminile, della donna considerata una maestra dell’amore; la possibilità di dirigere l’energia, di far fiorire il proprio corpo come un giardino, rinforzando le proprie radici. La sua testimonianza è un invito, rivolto a tutti coloro che cercano la guarigione emotiva, mentale e spirituale, ad avvicinarsi al patrimonio di sapienza antica che costituisce la preziosa eredità ricevuta dall’ultimo curandero.

Ma grande come il mare

Rudy è un cantante lirico tanto bravo quanto determinato, il candidato alla vittoria del talent show più importante d’Italia. Ma un giorno, rimasto per caso da solo, incontra Mimì, cantante dell’altra squadra, e se ne innamora perdutamente. Accanto a lei depone la corazza e si riscopre fragile, fallibile, perché è costretto ad ammettere che ci sono cose che non può controllare. Mimì infatti è malata, di un male misterioso che le cova dentro minacciando il suo percorso verso il successo e forse addirittura la sua vita.
Accanto a loro, nella scuola di “Amici”, un gruppo di giovani artisti pieni di passioni e sentimenti. Come Musetta, ballerina dai sogni disordinati, che torna nella casa dopo l’eliminazione e ritrova Marcello, il cantante più impetuoso del gruppo, che non riesce a perdonarle di averlo lasciato per un ricco produttore cinematografico.
Tra amicizia e rivalità, gelosia e ambizione, si avvicina il giorno del verdetto. La paura di veder sfumare i propri sogni inasprisce i rapporti tra i ragazzi e persino la malattia di Mimì. Cosa riserva loro il destino? L’amore può davvero vincere ogni cosa?
Alfonso Signorini cala nel contesto contemporaneo della scuola di “Amici” una storia ispirata alla *Bohème* di Giacomo Puccini. Come in una sorta di fan fiction, costruisce un romanzo intenso e poetico che cattura e commuove fino all’ultima pagina, riuscendo ad avvicinare anche al pubblico giovane una delle opere liriche più romantiche e struggenti di ogni tempo.

Lupo Rosso

Un uomo approda in un’isola delle Ebridi, al largo della Scozia, per fuggire la violenza della civiltà, risalire alle origini della natura umana e ritrovare la propria identità smarrita.

Luoghi selvaggi

Esistono ancora luoghi sconfinati, isolati, splendidi e feroci, che seguono leggi e ritmi propri, incuranti della presenza umana? E se mai sopravvivono, dove cercarli? Dopo aver fantasticato fin da bambino sui luoghi selvaggi della letteratura, Robert Macfarlane intraprende una serie di viaggi alla ricerca della natura incontaminata che si ostina a resistere, a dispetto di ogni devastazione. Con zaino, tenda e sacco a pelo parte all’avventura, da solo o con amici fidati, e i suoi passi danno vita a un inedito itinerario lungo misteriose terre di pietra, di legno e di acqua. Un percorso tra vette impervie, brughiere deserte e boschi dimenticati, che si trasforma sotto i suoi stessi occhi in un vero e proprio romanzo di formazione, segnato da sorprendenti incontri, malinconici addii e meravigliose scoperte.

LUI SOTTO, LEI SOPRA. (CHEF Vol. 1)

PRESENTAZIONE LIBRO
Certo che, per un uomo, essere traditi dalla moglie non è mai una cosa piacevole. Soprattutto se a tradirti, lei non è andata con un tizio super palestrato migliore di te, ma con un’altra donna, una modella come lei, una venere giunonica, bellissima e… stronza. Kathrina, un gran bel pezzo di… lesbica
E così Luca, dopo uno smacco del genere, giura a sé stesso di aver chiuso con il genere femminile, specie con quelle bellezze eteree, specchietti per gli allocchi come lui. C’è cascato una volta e gli è bastato, ma prima di rimettersi in gioco….
Arisa invece è dottoressa al pronto soccorso e i turni la stanno massacrando ed è spesso irascibile; specie dopo che Matteo l’ha lasciata per quella oca superdotata di Serena.
Da allora convive con altre due ragazze, due bellissime modelle quasi sempre impegnate in sfilate a Milano. Ma anche lei non è male; proprio per niente. Con i suoi capelli rosso fuoco e gli occhi caramello dorato, farebbe la sua bella figura anche in passerella.
Abitano al piano superiore di una bifamiliare in zona laghetto nella quale, da qualche giorno, è venuto ad abitare sotto di loro un nuovo inquilino: un certo Luca.
Se Luca sperava di trovare serenità in quella nuova sistemazione, isolandosi dal genere femminile, ha sbagliato casa: almeno fossero state brutte o vecchie… Macché! Tre bellezze stratosferiche! Ma sembra che la sfortuna lo perseguiti: due di loro sono lesbiche: Nooooo!!!
Se Arisa sperava di trovare pace dopo ore e ore di turni massacranti, si era illusa. Quel suo nuovo vicino è impossibile. Non capisce perché quell’essere scorbutico sia così indisponente. Da quando mai un uomo si lamenta ad abitare a stretto contatto con tre belle ragazze? È cambiato il mondo? Ma sopratutto non capisce perché Luca ce l’abbia così tanto proprio con lei e le sue amiche?
Per fortuna lui abita sotto e lei sopra.
Una storia d’amore nata sotto i peggiori auspici, con esperienze personali alle spalle che hanno lasciato il segno, ma che diventa talmente intensa e passionale da non credere possa essere vera.
Primo libro autoconclusivo della serie “Chef”.

Loving&Madness

Il mondo come lo conosciamo non esiste più: dopo una sanguinosa guerra nucleare, che ha lasciato strascichi radioattivi sulla terra, tutto è cambiato. Chance è un soldato facente parte dei Pearl Blade, uno dei tanti eserciti nati a Eridanium, la capitale governativa creata appositamente per rimettere in sesto ciò che non va. La sua vita da recluta, però, verrà scombussolata dopo una semplice ispezione di confine, una cosa di routine. Assieme a Dexter, il capitano del plotone, si ritroverà ben presto catapultato in una missione mortale, che scoperchierà un vaso di Pandora che andrà a modificare l’esistenza del protagonista, quello in cui crede e ciò che non pensava possibile accadrà.
Nessun legame.
Nessun sentimento.
Nessuna sofferenza.
Ma sarà davvero così?
Romanzo parallelo al libro di Alanis Khan, “Dangerous&Loving”.
Note: Il romanzo contiene delle illustrazioni disegnate a mano di alcuni dei personaggi della storia.
Biografia:
T.J. BlackSky è uno pseudonimo autrice e “Loving&Madness” è il suo primo romanzo di genere M/M – LGBT. Può essere ciò che più desiderate, odiate o entrambe le cose: un demone e angelo, l’inferno e il paradiso, luce e tenebra, dannazione eterna e profonda beatitudine. inquietudine e fascino, piacere e sofferenza. Un volto d’angelo dai lineamenti delicati che nasconde il più grande dei peccati. Lei è quando il bello può essere letale. **
### Sinossi
Il mondo come lo conosciamo non esiste più: dopo una sanguinosa guerra nucleare, che ha lasciato strascichi radioattivi sulla terra, tutto è cambiato. Chance è un soldato facente parte dei Pearl Blade, uno dei tanti eserciti nati a Eridanium, la capitale governativa creata appositamente per rimettere in sesto ciò che non va. La sua vita da recluta, però, verrà scombussolata dopo una semplice ispezione di confine, una cosa di routine. Assieme a Dexter, il capitano del plotone, si ritroverà ben presto catapultato in una missione mortale, che scoperchierà un vaso di Pandora che andrà a modificare l’esistenza del protagonista, quello in cui crede e ciò che non pensava possibile accadrà.
Nessun legame.
Nessun sentimento.
Nessuna sofferenza.
Ma sarà davvero così?
Romanzo parallelo al libro di Alanis Khan, “Dangerous&Loving”.
Note: Il romanzo contiene delle illustrazioni disegnate a mano di alcuni dei personaggi della storia.
Biografia:
T.J. BlackSky è uno pseudonimo autrice e “Loving&Madness” è il suo primo romanzo di genere M/M – LGBT. Può essere ciò che più desiderate, odiate o entrambe le cose: un demone e angelo, l’inferno e il paradiso, luce e tenebra, dannazione eterna e profonda beatitudine. inquietudine e fascino, piacere e sofferenza. Un volto d’angelo dai lineamenti delicati che nasconde il più grande dei peccati. Lei è quando il bello può essere letale.

Lo strano caso di Henri Girard

Una mattina di ottobre del 1941, in un castello isolato in Dordogna, il giovane Henri cerca soccorso: durante la notte il padre, la zia e la cameriera sono stati massacrati a colpi di roncola. Lui è il solo sopravvissuto. Tutte le porte sono chiuse, nessun segno di scasso. Il ragazzo due giorni prima aveva chiesto in prestito ai vicini l’arma usata per il crimine. Dopo l’omicidio dei suoi parenti è diventato a ventiquattro anni l’unico erede delle fortune di famiglia: il castello, numerosi immobili, terreni, milioni in azioni e obbligazioni. Nel 1943, in piena guerra, alla fine di un processo clamoroso e torbido, Henri Girard viene assolto e l’inchiesta chiusa nonostante l’opinione pubblica fosse convinta della sua colpevolezza. Nel 1947 parte per il Venezuela e tornerà in Francia dieci anni più tardi. Porta con sé il manoscritto di un romanzo firmato con lo pseudonimo di Georges Arnaud, Il salario della paura, che avrà grande successo e da cui verrà tratto un celebre film con Yves Montand. La vita di Girard riserverà ancora molte sorprese, diventerà giornalista, autore di testi teatrali, sosterrà la causa algerina, e morirà a Barcellona nel 1987. Il mistero del triplice omicidio nel castello di Escoire non è stato mai risolto e intorno alla vita dell’unico sospettato è nato un mito di ambiguità nera e demoniaca. Philippe Jaenada ha vestito i panni dell’investigatore e si è immerso negli archivi, ha scovato indizi, ha studiato l’inchiesta e il processo sullo sfondo della Francia degli anni ’40. Il suo Girard è un uomo tormentato e brillante, insopportabile e combattivo, un difensore dei deboli e degli sventurati, sempre in guerra con quelli che simboleggiano l’ordine, la serietà, la legge. Da questa immersione profonda nei fatti, nelle parole e nei silenzi, scaturisce un racconto che contamina il reportage con l’umorismo, il romanzo di famiglia con l’arte della digressione, ed è il ritratto fluviale e appassionante dell’intera, enigmatica esistenza di Henri Girard.

Libero di amare

Ho rischiato di morire, ho cambiato la mia vita, ho fatto coming out, sono stato arrestato. Questo libro parla di me, della mia storia, della madre che ho perso, di un padre che non ho mai conosciuto, di un furto di cui mi hanno accusato, parla delle mie vittorie e delle mie sconfitte, dei miei amori e dei miei dolori, parla dell’uomo di cui sono innamorato e che mi sta al fianco da quattro anni.
Ho voluto raccontare il mio mondo, le mie emozioni, le mie battaglie, i miei dischi, le mie canzoni, le mie verità e ho voluto farlo nell’unico modo in cui ne sono capace, con spontaneità. Questo libro è per i miei fan, per chi ha avuto un percorso come il mio, per chi lotta ogni giorno per essere semplicemente se stesso, per chi ha voglia di ascoltare una storia e per chi mi vuole bene. Perché io ve ne voglio. **
### Sinossi
Ho rischiato di morire, ho cambiato la mia vita, ho fatto coming out, sono stato arrestato. Questo libro parla di me, della mia storia, della madre che ho perso, di un padre che non ho mai conosciuto, di un furto di cui mi hanno accusato, parla delle mie vittorie e delle mie sconfitte, dei miei amori e dei miei dolori, parla dell’uomo di cui sono innamorato e che mi sta al fianco da quattro anni.
Ho voluto raccontare il mio mondo, le mie emozioni, le mie battaglie, i miei dischi, le mie canzoni, le mie verità e ho voluto farlo nell’unico modo in cui ne sono capace, con spontaneità. Questo libro è per i miei fan, per chi ha avuto un percorso come il mio, per chi lotta ogni giorno per essere semplicemente se stesso, per chi ha voglia di ascoltare una storia e per chi mi vuole bene. Perché io ve ne voglio.

Leonardo svelato

Chi entra in contatto con Leonardo corre il rischio di perdersi nel suo labirinto. Pittore, scultore, inventore. Scienziato, musicista, architetto. L’eclettico Vinci è considerato uno dei più grandi geni dell’umanità, l’autore del quadro più famoso al mondo, il precursore di numerose invenzioni moderne, ma rimane uno dei personaggi più enigmatici della Storia. Sono molte le domande che aleggiano ancora intorno alla sua figura: perché non è mai riuscito a portare a termine uno solo dei suoi lavori, come nel caso della Gioconda? Perché uno scienziato del suo livello ha realizzato un Cenacolo così fragile? Perché non siamo in grado di identificare con certezza nessuno dei personaggi da lui ritratti, come la Belle ferronière? Anche oggi, a 500 anni dalla sua scomparsa, continuano ad affiorare nuovi dubbi sulla vita e l’opera di Vinci: qual è la verità sul suo primo disegno? Quale storia si cela dietro il ritrovamento del Salvator mundi? Perché circolano così tante fake news sul conto di uno dei più grandi artisti italiani?
In questo libro appassionante, aggiornato alle ultime scoperte, Costantino D’Orazio decifra il genio di Leonardo usando i dipinti come un filo d’Arianna nell’esplorazione della labirintica mente dell’artista. Ogni opera pittorica infatti è l’occasione per approfondire un lato della estrosa personalità di Leonardo, perché tutti gli ambiti di ricerca a cui si è dedicato, dall’anatomia allo studio della natura, dall’ingegneria alla musica, trovano modo di esprimersi attraverso il suo pennello.
L’autore ci aiuta a comprendere quei dettagli che, come tessere di un puzzle, contengono indizi che svelano l’enigma più grande: chi era davvero Leonardo da Vinci. **
### Sinossi
Chi entra in contatto con Leonardo corre il rischio di perdersi nel suo labirinto. Pittore, scultore, inventore. Scienziato, musicista, architetto. L’eclettico Vinci è considerato uno dei più grandi geni dell’umanità, l’autore del quadro più famoso al mondo, il precursore di numerose invenzioni moderne, ma rimane uno dei personaggi più enigmatici della Storia. Sono molte le domande che aleggiano ancora intorno alla sua figura: perché non è mai riuscito a portare a termine uno solo dei suoi lavori, come nel caso della Gioconda? Perché uno scienziato del suo livello ha realizzato un Cenacolo così fragile? Perché non siamo in grado di identificare con certezza nessuno dei personaggi da lui ritratti, come la Belle ferronière? Anche oggi, a 500 anni dalla sua scomparsa, continuano ad affiorare nuovi dubbi sulla vita e l’opera di Vinci: qual è la verità sul suo primo disegno? Quale storia si cela dietro il ritrovamento del Salvator mundi? Perché circolano così tante fake news sul conto di uno dei più grandi artisti italiani?
In questo libro appassionante, aggiornato alle ultime scoperte, Costantino D’Orazio decifra il genio di Leonardo usando i dipinti come un filo d’Arianna nell’esplorazione della labirintica mente dell’artista. Ogni opera pittorica infatti è l’occasione per approfondire un lato della estrosa personalità di Leonardo, perché tutti gli ambiti di ricerca a cui si è dedicato, dall’anatomia allo studio della natura, dall’ingegneria alla musica, trovano modo di esprimersi attraverso il suo pennello.
L’autore ci aiuta a comprendere quei dettagli che, come tessere di un puzzle, contengono indizi che svelano l’enigma più grande: chi era davvero Leonardo da Vinci.

Le uova fatali

La storia di un’invasione di rettili giganti in un capolavoro della letteratura fantascientificaEdizione integraleIntroduzione di Rito GiulianiUno scienziato che scopre un raggio rosso dalle qualità straordinarie, una misteriosa e inarrestabile moria di polli, un oscuro funzionario di partito che ottiene l’autorizzazione a usare il raggio su uova di gallina per ripristinare in tempi brevi la pollicoltura, un errore fatale: con questi quattro ingredienti Bulgakov confeziona, nel 1924, un racconto che costituisce un capolavoro della letteratura satirica russa. Attingendo ai procedimenti di vari generi letterari – il genere fantascientifico, l’apolago – Bulgakov dà vita a un’antiutopia dove s’incontrano satira di costume e satira politica, e che alla fine offre al lettore una chiarissima “morale”: la scienza può rivelarsi un’arma incontrollabile e micidiale se messa al servizio di una società arretrata dal punto di vista civile ed etico. Un ammonimento oggi più che mai attuale, racchiuso nell’involucro di una narrazione di rara comicità.Michail A. Bulgakovnacque nel 1891 a Kiev, dove si laureò in medicina. Dopo la rivoluzione si stabilì a Mosca, collaborando con dei giornali e dedicandosi all’attività letteraria. Nel 1925 la rivista «Rossija» cominciò la pubblicazione del suo primo romanzo, La guardia bianca, presto interrotta. I rapporti dello scrittore con il potere non furono facili e durante gli anni di Stalin le sue opere furono proibite. Bulgakov morì nel 1940. La maggior parte di ciò che scrisse, tra cui Il maestro e Margherita (pubblicato dalla Newton Compton nella collana Grandi Tascabili Economici), fu data alle stampe soltanto dopo il 1965.

Le signore dell’isola delle Camelie

**Una scrittura evocativa e sensoriale, per una grande storia d’amore, sogni e passione, che sorprende con continui colpi di scena.**
Finalmente Sylvia e Maël possono vivere pienamente il grande amore che li unisce e per il quale hanno lottato tanto. Dopo aver salvato la meravigliosa Isola delle Camelie dalle mire di un imprenditore senza scrupoli, stanno celebrando un matrimonio da fiaba in quell’angolo incontaminato della Bretagna, dove insieme coltivano le specie di fiori più rare. Eppure non tutti i loro sogni sembrano destinati a realizzarsi. Nella sua vita Sylvia ha sempre pensato unicamente alla carriera, ma adesso che Maël le chiede di avere un figlio, sente nascere in lei un desiderio di maternità mai provato prima. Però i mesi passano e Sylvia non riesce a rimanere incinta, finendo per sprofondare nello sconforto. Soprattutto quando sull’isola arriva la bella Chloé, con il suo impeccabile stile parigino e un adorabile bambino di sette anni al suo fianco. Sylvia non può credere ai suoi occhi: è solo immaginazione, o il piccolo Noah ha lo stesso sguardo color del mare di Maël? E che cosa prova suo marito per quella donna così diversa da lei, con cui anni prima aveva avuto un’avventura? Ma non è tutto. Una nuova minaccia incombe sul giardino delle camelie, e stavolta potrebbe davvero spazzare via quell’universo incantato che Sylvia e Maël hanno custodito con tanto amore… **
### Sinossi
**Una scrittura evocativa e sensoriale, per una grande storia d’amore, sogni e passione, che sorprende con continui colpi di scena.**
Finalmente Sylvia e Maël possono vivere pienamente il grande amore che li unisce e per il quale hanno lottato tanto. Dopo aver salvato la meravigliosa Isola delle Camelie dalle mire di un imprenditore senza scrupoli, stanno celebrando un matrimonio da fiaba in quell’angolo incontaminato della Bretagna, dove insieme coltivano le specie di fiori più rare. Eppure non tutti i loro sogni sembrano destinati a realizzarsi. Nella sua vita Sylvia ha sempre pensato unicamente alla carriera, ma adesso che Maël le chiede di avere un figlio, sente nascere in lei un desiderio di maternità mai provato prima. Però i mesi passano e Sylvia non riesce a rimanere incinta, finendo per sprofondare nello sconforto. Soprattutto quando sull’isola arriva la bella Chloé, con il suo impeccabile stile parigino e un adorabile bambino di sette anni al suo fianco. Sylvia non può credere ai suoi occhi: è solo immaginazione, o il piccolo Noah ha lo stesso sguardo color del mare di Maël? E che cosa prova suo marito per quella donna così diversa da lei, con cui anni prima aveva avuto un’avventura? Ma non è tutto. Una nuova minaccia incombe sul giardino delle camelie, e stavolta potrebbe davvero spazzare via quell’universo incantato che Sylvia e Maël hanno custodito con tanto amore…

Le Amiche Di Jane

Da una lettura a una vita: gli scrittori italiani raccontano del mondo e di sé partendo da un libro. Questa è “PassaParola”. Come ci si trasforma in persone adatte al mondo, capaci di capire se stesse, di capire gli altri, capaci di amare qualcuno e di essere amate? Come si sopravvive a un abbandono? E come si governa una perdita? Soprattutto, cosa significa essere liberi? Le risposte che Annalisa De Simone immagina attraverso i romanzi di Jane Austen e le sue eroine – Lizzy Bennet, Fanny Price, Anne o Emma –, attraverso gli eroi delle sue storie e gli antieroi – come Mr Darcy e George Wickham –, hanno a che fare con la misura dell’essere adulti: inciampare per poi ricredersi dei propri errori, subire lo sguardo impietoso degli altri, che sempre precede uno stato di coscienza, e imparare a cavarsela fra i pieni e i vuoti della vita. Se pure non si può ambire al “vissero felici e contenti”, che si trovi almeno un piccolo – anche fugace – rimedio al tran tran malinconico in cui vanno a immergersi i nostri giorni, perché è fra il sempre e il mai che scorre la vita di ognuno di noi. Con uno sguardo profondo, una scrittura agile e aneddoti esilaranti, Annalisa De Simone, giovane scrittrice, racconta la sua passione vecchissima per Jane Austen.

Lasciami andare via

**La trilogia che ha sconvolto la Spagna**
Si sono conosciuti e subito amati appassionatamente. Hanno giocato con l’eros in tutte le sue forme. Finché la loro diversità non li ha separati. Judith ed Eric hanno preso due strade diverse, provando a fare a meno l’una dell’altro. Ma il desiderio sempre latente li ha portati a ricercarsi. E ritrovarsi. A Monaco, dove si sono trasferiti, le difficoltà della loro storia sono riemerse. Ora sono nuovamente di fronte a una decisione da prendere: lasciarsi o continuare a stare insieme. Entrambi sembrano voler lottare per preservare la loro relazione, anche se il prezzo da pagare questa volta potrebbe essere davvero alto…
**Numero 1 in Spagna
Un’autrice da 250.000 copie
Benvenuti nel regno del piacere**
«Me ne avevano parlato bene, ma non pensavo mai che sarei diventata Maxwell dipendente!»
**Vicky**
«Grande Maxwell, leggere un libro e provare emozioni forti, reali. Che cosa si può chiedere di più?»
**Angela**
«Letto in due ore! Perfetto per chi desideri una storia ricca di erotismo e coinvolgimento.»
**Camila**
«Aspettavo questo terzo capitolo con ansia, non vedo l’ora di sapere come andrà a finire tra Judith e Eric! Consigliatissimo!»
**Maria**
**Megan Maxwell**
È una scrittrice prolifica e di successo. Di madre spagnola e padre americano, vive in un paesino vicino Madrid con marito e figli. La Newton Compton ha già pubblicato *Chiedimi quello che vuoi* , e *Ora e per sempre* , i primi due episodi della sua trilogia erotica, vero caso editoriale in Spagna, venduta anche in Portogallo, Brasile, Ucraina, Polonia. Ha vinto il Premio Seseña per il romanzo d’amore e ha ricevuto il Premio Dama.

La Vita Oltre

All’inizio del 2018 ha suscitato molto clamore l’incredibile storia di Roberto Zanda. Ultramaratoneta sardo sessantenne, Zanda, conosciuto come «Massiccione» per la sua tempra, è impegnato nella Yukon Arctic Ultra, una corsa di 480 chilometri tra le nevi canadesi, conosciuta come una delle gare più dure al mondo per le temperature assurde da affrontare: fino a 50 gradi sotto zero. Già le premesse sono folli, ma qualcosa nell’organizzazione va storto, Zanda, secondo in classifica, si perde e prima che venga soccorso passano ben quattordici ore in cui rischia la morte per ipotermia. Sopravvive da solo, camminando a mani e piedi nudi per una notte e un giorno fino alla salvezza. Ma al rientro in Italia dovranno amputargli le gambe, la mano destra e metà della sinistra. Quella di Massiccione, però, non è solo la storia di un sopravvissuto: la sua vita è sempre stata all’insegna dell’«oltre». È scampato a un’infanzia di violenza e povertà, si è arruolato nella Folgore e poi ha fatto mille lavori, ma a quarant’anni ha mollato tutto per darsi alle gare estreme, prima il triathlon e poi le ultramaratone, dove ha trovato quella libertà che la vita ordinaria non gli dava. Ha solcato quasi tutti i deserti del mondo, ha rischiato di morire per una peritonite in quello egiziano, dove è stato salvato dai beduini, ed è uscito vivo anche dalla terribile prova nei ghiacci del Canada. Oggi, con le sue protesi ipertecnologiche, il nuovo Zanda è già intenzionato a ritornare sui sentieri dell’avventura, e ad aprile 2019 correrà nel deserto della Namibia. Intanto, la sua storia sta appassionando media italiani e internazionali, per il suo esempio di tenacia, di una vita al massimo capace di rinascere, oltre i limiti del corpo e della rassegnazione. Questo libro racconta il segreto di tanta forza e ci fa riscoprire una verità ignorata da molti di noi: che la vita va amata oltre ogni misura.

La Vita È Un Racconto

Alejandro Jodorowsky confessa che deve la sua salvezza da un’infanzia difficile alla passione per la lettura delle storie. Da allora gli piace raccontarle: corte, lunghe, sagge o folli. Le storie sono state le vertebre della sua vita e della sua traiettoria come scrittore. I 206 racconti che compongono La vita è un racconto vanno dall’autobiografico (come l’incontro post mortem con la madre che riesce a perdonare per averlo maltrattato da piccolo, grazie alle allucinazioni provocate da una medicina preparata dalla curandera Panchita), ai racconti sapienziali, gli aforismi, i microracconti, le battute, i racconti erotici, del terrore, i sogni e gli incubi. È un libro volutamente disordinato, dove ciascuno può pescare il racconto che preferisce secondo l’umore del momento, la sensibilità, la disposizione d’animo. Come lo definisce lui, è una sorta di bonsai liberato.

La via Della Liberazione Dalla Sofferenza

Questa esplorazione approfondita delle Quattro nobili verità, fondamento della dottrina buddhista sull’origine della sofferenza e sulla sua cessazione, rivela la raffinatezza e la complessità alla base di questi insegnamenti apparentemente semplici. Chögyam Trungpa ci mostra come unire la “visione”, ossia la comprensione intellettuale, degli insegnamenti del Buddha all’applicazione pratica nel quotidiano, così da impedire la sofferenza prima ancora che si presenti. Leggendo queste pagine si è guidati a un risveglio interiore che ci permette di vedere una realtà diversa da quella in cui siamo immersi.