48721–48736 di 63547 risultati

Viaggio a un sole dimenticato

* Maggiore Ogden – dice Zim – non pretenderete di farmi traversare mezza Galassia con un’astronave vecchia di mille anni? –
Ma a proprio questa la missione che Ogden intende affidargli, e Zim non è in grado di rifiutare. Di conseguenza, sei ore più tardi il nuovo capitano è al comando della Star Quest.
«Piattaforma di navigazione?». «Orientata».
«Computer?». «Acceso».
«Nastro?». «Inserito».
«Awiamento di fusione?». «Pronto».
«Portelli?». «Chiusi».
«Controlli di pressione?». «Verdi».
«Controlli di manovra?». «Verdi».
«Sicurezza?». «Verde».
«E allora via! Vediamo se vola, questa baracca!»
Copertina di Karel Thole

Il viaggiatore del secolo

Il viaggiatore del secolo by Andrés Neuman, Silvia Sichel
Germania, XIX secolo. Nella sperduta cittadina di Wandernburgo approda una notte Hans, giovane traduttore giramondo. Quella che sembra una tappa nel suo viaggio si trasforma nella più inesorabile e splendida delle trappole: l’incontro con un circolo letterario e con un saggio suonatore di organetto; una catena di misteriosi delitti; e soprattutto l’amore memorabile per Sophie, donna profondamente sensuale e intellettualmente stimolante, un amore che farà «tremare letti e libri»: tutto lo trattiene in questo luogo bizzarro e senza confini, dove le strade cambiano sempre posizione e da dove nessuno sembra sia mai riuscito a ripartire. Facendo eco a Goethe, Borges, Calvino, Il viaggiatore del secolo propone un ambizioso esperimento: leggere l’Ottocento con lo sguardo del ventunesimo secolo. Vero e proprio dialogo fra il grande romanzo ottocentesco e le moderne avanguardie, questo «romanzo totale» è un ponte fra la storia e i temi del nostro presente globale: le migrazioni, i nuovi nazionalismi, l’emancipazione della donna. Adorato dalla critica, vendutissimo nei paesi di lingua spagnola, in corso di traduzione in tutto il mondo, Il viaggiatore del secolo è il capolavoro di questo scrittore ispano-argentino che, a soli trentatré anni, promette di essere un classico del nostro futuro.

Viaggi nel tempo

Gli scrittori e il cinema ne hanno fatto un vero e proprio genere; i filosofi ci si sono spaccati la testa; la scienza li ha studiati. La possibilità che la direzione del tempo possa essere “aggiustata” a piacimento è diventata così una vera e propria icona della cultura popolare (e non solo) del Novecento. Tutto è iniziato nel 1895, con “La macchina del tempo” di H.G. Wells, e da allora, passando per Robert Heinlein e Philip K. Dick, ma anche Proust, Scott Fitzgerald, Kurt Gödel e Einstein, fino a “Dr Who”, “Terminator” e Woody Allen, i viaggi nel tempo non sono mai finiti. James Gleick ci accompagna in un’esplorazione che attraversa continuamente il sottile confine tra science fiction e fisica, e ci regala un affascinante affresco in cui si mescolano letteratura, cinema, filosofia e scienza.

(source: Bol.com)

Via XX Settembre

“L’intera città sarebbe diventata ‘casa mia’, tutta Palermo mi apparteneva come io appartenevo a lei”
Via XX Settembre si trova poco lontano dal teatro Politeama, nel cuore di Palermo: è qui che nel 1958 viene a vivere la famiglia Agnello. Simonetta ha tredici anni, sta per entrare al ginnasio – il trasferimento è stato deciso per offrire a lei e alla sorella Chiara una vita più stimolante: le scuole migliori, i concerti, le serate al cinema, la casa dei cugini amatissimi a pochi passi. A Palermo si instaura un nuovo equilibrio familiare – il padre è spesso assente per seguire la campagna, ritmi e abitudini sono dettati con ferrea dolcezza dalla madre. A ribadire la continuità col passato, il piccolo mondo fatto di zii, cugini, persone di casa, amici, parenti: un microcosmo indagato con occhio attento, cercando – dietro sguardi, gesti e mezze frasi – anche il non detto. Sullo sfondo, ma in realtà protagonista, una città in cui alle ferite della guerra si stanno aggiungendo quelle, persino più devastanti, della speculazione edilizia. Fastosa e miserabile, Palermo seduce Simonetta: la stordisce di bellezza e di profumi. Nondimeno si insinua la percezione di un degrado sempre più evidente. La città le si rivela mentre lei si rivela a se stessa, attraverso un mondo muliebre vivissimo, compatto, solidale, attraverso l’amore per i libri, attraverso i primi barlumi di una coscienza civica e politica.
**
### Sinossi
“L’intera città sarebbe diventata ‘casa mia’, tutta Palermo mi apparteneva come io appartenevo a lei”
Via XX Settembre si trova poco lontano dal teatro Politeama, nel cuore di Palermo: è qui che nel 1958 viene a vivere la famiglia Agnello. Simonetta ha tredici anni, sta per entrare al ginnasio – il trasferimento è stato deciso per offrire a lei e alla sorella Chiara una vita più stimolante: le scuole migliori, i concerti, le serate al cinema, la casa dei cugini amatissimi a pochi passi. A Palermo si instaura un nuovo equilibrio familiare – il padre è spesso assente per seguire la campagna, ritmi e abitudini sono dettati con ferrea dolcezza dalla madre. A ribadire la continuità col passato, il piccolo mondo fatto di zii, cugini, persone di casa, amici, parenti: un microcosmo indagato con occhio attento, cercando – dietro sguardi, gesti e mezze frasi – anche il non detto. Sullo sfondo, ma in realtà protagonista, una città in cui alle ferite della guerra si stanno aggiungendo quelle, persino più devastanti, della speculazione edilizia. Fastosa e miserabile, Palermo seduce Simonetta: la stordisce di bellezza e di profumi. Nondimeno si insinua la percezione di un degrado sempre più evidente. La città le si rivela mentre lei si rivela a se stessa, attraverso un mondo muliebre vivissimo, compatto, solidale, attraverso l’amore per i libri, attraverso i primi barlumi di una coscienza civica e politica.

La via incantata. Nella natura, dove si basta a sé stessi

Perché fuggiamo dalla civiltà per scegliere la solitudine, la semplicità di una vita nei boschi o fra le montagne? È a questa domanda che vuole dare risposta Marco Albino Ferrari mettendosi in ascolto del suo desiderio per i grandi spazi naturali, per un silenzio lontanissimo dal nostro tempo. L’avventura che vive e racconta in queste pagine cariche di emozione si svolge a pochi passi dalle nostre città, in Val Grande, fra Piemonte e lago Maggiore, luogo insidioso, ostile, popolato dai fantasmi di una società pastorale svanita fra rocce e tronchi. Sul Sentiero Bove – prima alta via storica d’Italia dedicata all’esploratore Giacomo Bove -, l’autore muove i suoi passi e la sua narrazione: un’escursione impegnativa e ormai quasi dimenticata in un teatro della “potenza della natura che si riprende ogni cosa”. Come Bove durante le sue esplorazioni, bloccato nello stesso biancore artico che aveva ossessionato Edgar Allan Poe, Ferrari nella natura selvaggia cerca l’ignoto, la paura di smarrirsi e la nostalgia di quel timore una volta recuperata la sicurezza. E ricostruendo la vicenda di Bove (morto suicida a 35 anni) l’autore incrocia figure inattese: Emilio Salgari, il comandante Nordenskiöld, Edmondo De Amicis, il naturalista Mario Pavan. Storie di isolamento, di una prigionia degli elementi che fanno riscoprire una libertà più profonda, perché “sulla via incantata si basta a sé stessi”.
**

Via Emilia via da casa. Ricette e racconti di un cuoco sempre in viaggio

Bruno Barbieri svela 85 ricette alla portata di tutti per preparare piatti davvero speciali. Perfetti da servire alla famiglia e agli amici per ritrovare in compagnia il gusto della buona tavola e dell’ospitalità senza rinunciare a un’impronta cool e internazionale. Ripercorrendo fasi molto diverse della sua vita – dall’infanzia bolognese, all’affermazione come chef stellato, dagli anni dei viaggi in tutto il mondo all’esperienza di MasterChef raccoglie le ricette per lui più significative di piatti unici. Il volume è illustrato con acquerelli e arricchito dalle fotografie scattate dall’autore in giro per il mondo, alla scoperta di profumi e sapori sempre nuovi. Ma Bruno non si limita a raccontare la sua vita e i suoi piatti, arrichisce le pagine con consigli e suggerimenti stimolanti, per spingervi a sperimentare, a scoprire qual è il vostro modo di esprimervi ai fornelli.
**

Via di fuga

‘Reacher mi cattura dalla prima pagina fino all’ultima. Tra gli scrittori di thriller, Lee Child per me è il numero 1.’
Ken Follett
‘I suoi romanzi sono davvero straordinari.’
Stephen King
‘Il miglior autore contemporaneo di narrativa crime.’
Haruki Murakami
‘Dà un nuovo significato al concetto di page-tuner.’
Michael Connelly
‘Lee Child ci sa fare con le parole. Sono un suo fan.’
James Patterson
Serie di Jack Reacher vol. 04

Una donna viene trovata morta nella vasca da bagno, nuda, il corpo immerso in una vernice color verde militare. Il suo nome è Amy Callan. Lo stesso accade a Caroline Cooke. Nessun segno di violenza, nessuna impronta digitale, nessuna fibra da analizzare: la causa della morte risulta inspiegabile persino per i migliori patologi dell’FBI. Sulle scene dei delitti non ci sono segni di effrazione, come se le donne, prima di morire, avessero ricevuto in casa una persona conosciuta. Dal passato delle vittime emerge che entrambe hanno fatto parte dell’esercito, ed entrambe si sono congedate dopo aver subito molestie sessuali. Il profilo dell’assassino, stilato dall’agente speciale Julia Lamarr, indica il presunto colpevole in qualcuno dello stesso ambiente: una persona sicuramente intelligente e meticolosa, che conduce una vita solitaria e probabilmente insegue una vendetta personale. Un profilo che porta dritto a Jack Reacher, ex maggiore della polizia militare che conosceva sia Amy sia Caroline.
Quando risulta chiaro che Reacher con quei delitti non c’entra, l’FBI non esiterà a ricorrere a ogni mezzo pur di ottenerne la collaborazione: perché comunque l’assassino è qualcuno che vive come lui, che pensa come lui, che agisce come lui. Ma Reacher non è uomo che possa tollerare coercizioni o minacce, e non accetta di essere uno strumento nelle mani dei federali. Così, ben presto, si troverà, solo, a indagare tra le pieghe di una realtà inafferrabile, sulla scia di un serial killer lucidamente determinato a portare a termine la propria missione.
La serie di Jack Reacher:

Zona pericolosa
Destinazione inferno
Trappola mortale
Via di fuga
Colpo secco
A prova di killer
La vittima designata
Il nemico
Jack Reacher – La prova decisiva
Identità sconosciuta – Un’avventura di Jack Reacher
Un passo di troppo
Vendetta a freddo
Niente da perdere
I dodici segni
L’ora decisiva
Una ragione per morire
La verità non basta
Il ricercato
Punto di non ritorno
Personal
Prova a fermarmi

(source: Bol.com)

La via delle tenebre. L’angelo della notte

Il giovane Azoth ha dovuto imparare a giudicare in fretta le persone. Per uno come lui, cresciuto nei sobborghi di Cenaria, una città da incubo controllata da criminali, la sopravvivenza è un premio da conquistare, giorno dopo giorno. Per questo, quando incontra casualmente Durzo Blint, il killer più richiesto e temuto, il ragazzo rimane subito affascinato dal suo carisma: in una città come Cenaria, Durzo non è un semplice assassino, ma una vera e propria leggenda, un artista dell’omicidio circondato da un’aura di invincibilità. Il sogno di Azoth è diventare come lui, anzi, più forte, per non dover più avere paura, e sa che l’unico modo per farcela è diventare apprendista di Durzo stesso… Azoth dovrà impegnarsi al massimo ed essere disposto a mettere in gioco tutto, anche la sua stessa identità, rinascendo come Kylar Stern, spietato assassino che si muove tra rischiosi intrighi e strani incantesimi, coltivando il suo talento per la morte.
**

La via del sole

“Nessuno è tanto annoiato quanto un ricco” dice Mauro Corona parafrasando il grande poeta Iosif Brodskij, e lo sa bene il protagonista di questo romanzo, un ragazzo talmente abituato a ottenere tutto dalla vita che ormai da tutto è nauseato. Di ottima famiglia, ricchissimo e anche piuttosto affascinante, a nemmeno trent’anni è già uno stimato ingegnere cui non manca davvero nulla: ville, automobili, ma anche amici, donne e salute. Un eccesso di cose per lui sempre più opprimente…
È per questo che di punto in bianco decide di dare una svolta radicale alla sua esistenza abbandonando il lavoro e rinunciando a ogni comodità per andare a vivere in una baita di montagna. E proprio mentre comunica ai genitori l’intenzione di ritirarsi sdegnosamente dal mondo, ne capisce ancora più profondamente le ragioni. Evocando le memorie dell’infanzia, scopre infatti i ricordi buoni: visioni di cime lontane, limpide sorgenti, ruscelli canterini, pascoli verdi e cascate lucenti di sole. Sì, il sole! È lui il ricordo più bello, il vero motivo che lo spinge a lasciare tutto e trasferirsi lassù.
Ma una volta tra i monti, dove finalmente può dedicarsi incessantemente alla contemplazione della palla infuocata, si accorge che le ore di luce a sua disposizione non gli bastano più. Ogni giorno osserva la via del sole scoprendo, con una certa stizza, che a levante una vetta ne ritarda l’uscita mentre, dalla parte opposta, un altro picco ne anticipa la scomparsa.
Accecato da un’avidità insaziabile, comincia quindi ad abbattere le cime che circondano la baita pur di godere, per qualche minuto in più, della vista del suo amato astro, dando così inizio a uno scempio colossale e insensato…
Con la sua scrittura caustica e sferzante, Mauro Corona torna a dare voce all’epica della montagna, regalando ai lettori un grande racconto morale, una riflessione di assoluta attualità sul rapporto tra uomo e natura e una meditazione senza tempo sugli inganni del desiderio.
**
### Sinossi
“Nessuno è tanto annoiato quanto un ricco” dice Mauro Corona parafrasando il grande poeta Iosif Brodskij, e lo sa bene il protagonista di questo romanzo, un ragazzo talmente abituato a ottenere tutto dalla vita che ormai da tutto è nauseato. Di ottima famiglia, ricchissimo e anche piuttosto affascinante, a nemmeno trent’anni è già uno stimato ingegnere cui non manca davvero nulla: ville, automobili, ma anche amici, donne e salute. Un eccesso di cose per lui sempre più opprimente…
È per questo che di punto in bianco decide di dare una svolta radicale alla sua esistenza abbandonando il lavoro e rinunciando a ogni comodità per andare a vivere in una baita di montagna. E proprio mentre comunica ai genitori l’intenzione di ritirarsi sdegnosamente dal mondo, ne capisce ancora più profondamente le ragioni. Evocando le memorie dell’infanzia, scopre infatti i ricordi buoni: visioni di cime lontane, limpide sorgenti, ruscelli canterini, pascoli verdi e cascate lucenti di sole. Sì, il sole! È lui il ricordo più bello, il vero motivo che lo spinge a lasciare tutto e trasferirsi lassù.
Ma una volta tra i monti, dove finalmente può dedicarsi incessantemente alla contemplazione della palla infuocata, si accorge che le ore di luce a sua disposizione non gli bastano più. Ogni giorno osserva la via del sole scoprendo, con una certa stizza, che a levante una vetta ne ritarda l’uscita mentre, dalla parte opposta, un altro picco ne anticipa la scomparsa.
Accecato da un’avidità insaziabile, comincia quindi ad abbattere le cime che circondano la baita pur di godere, per qualche minuto in più, della vista del suo amato astro, dando così inizio a uno scempio colossale e insensato…
Con la sua scrittura caustica e sferzante, Mauro Corona torna a dare voce all’epica della montagna, regalando ai lettori un grande racconto morale, una riflessione di assoluta attualità sul rapporto tra uomo e natura e una meditazione senza tempo sugli inganni del desiderio.
### Dalla seconda/terza di copertina
Mauro Corona è nato a Erto (Pordenone) nel 1950. È autore di Il volo della martora, Le voci del bosco, Finché il cuculo canta, Gocce di resina, La montagna, Nel legno e nella pietra, Aspro e dolce, L’ombra del bastone, Vajont: quelli del dopo, I fantasmi di pietra, Cani, camosci, cuculi (e un corvo)

La via Del Male: Le Indagini Di Cormoran Strike

La via del male: Le indagini di Cormoran Strike by Robert Galbraith, J. K. Rowling
L’ULTIMO APPASSIONANTE ROMANZO DELLA SERIE NOIR SCRITTA DA ROBERT GALBRAITH, PSEUDONIMO DI **J.K. ROWLING**, AUTRICE DI **HARRY POTTER**
Un messaggio raccapricciante, un killer che conosce troppi segreti.
Il romanzo che consacra la serie tra i pilastri del thriller internazionale.
Quando un misterioso pacco viene consegnato a Robin Ellacott, la ragazza rimane inorridita nello scoprire che contiene la gamba amputata di una donna. L’investigatore privato Cormoran Strike, il suo capo, è meno sorpreso, ma non per questo meno preoccupato. Solo quattro persone che fanno parte del suo passato potrebbero esserne responsabili – e Strike sa che ciascuno di loro sarebbe capace di questa e altre indicibili brutalità. La polizia concentra le indagini su un sospettato, ma Strike è sempre più convinto che lui sia innocente: non rimane che prendere in mano il caso insieme a Robin e immergersi nei mondi oscuri e contorti degli altri tre indiziati. Ma nuovi, disumani delitti stanno per essere compiuti, e non rimane molto tempo…
La via del male è il terzo libro dell’acclamata serie che ha per protagonisti Cormoran Strike e la giovane e determinata Robin Ellacott. *Un giallo ingegnoso, con colpi di scena inaspettati, ma anche l’appassionante storia di un uomo e di una donna giunti a un crocevia della loro vita personale e professionale.*
«*Per le strade ghiacciate e fangose di Londra si aggira zoppicando un eroe di cui sentiremo parlare a lungo. L’eroe giusto per i nostri tempi*».
**Antonio D’Orrico, Corriere della Sera**
«*Robert Galbraith scrive con l’inchiostro del buio, disegna immagini fra le parole, costruisce un romanzo come un architetto del tempo*».
**Donato Carrisi, autore del Suggeritore**
«*Strike e Robin sono semplicemente magnetici*».
**Michiko Kakutani, New York Times**
«*Avvincente. Un passo avanti per la serie*».
**New York Times Book Review**
«*Un altro trionfo*».
**People**
«*L’epilogo è violento, inaspettato, soddisfacente*».
**The Times**
«*Una presa sicura su una trama ingegnosa*».
**The Guardian**
«*Appassionante ed emozionante come sempre*».
**The Telegraph**

La via dei fantasmi

La grande Riserva Navajo è un immenso mare d’erba e di sterpi, spazzato dal vento, una terra di selvagge montagne e canyons che offrono perfetti nascondigli. In questa riserva avviene un fatto di sangue. Un uomo, appena arrivato in macchina, si ferma a parlare con un vecchio del villaggio, dicendo di essere in cerca di un certo Leroy Gorman, quando sopraggiunge un altro individuo. Tra i due c’è una sparatoria. Il secondo uomo rimane ucciso e l’altro ferito, fugge. Il crimine è di competenza dell’FBI, non della Polizia Tribale. Ma i Federali non hanno la capacità di Jim Chee di leggere certi indizi: una capanna infestata dagli spiriti, un cadavere sepolto senza ottemperare ai riti e altre cose strane. Inoltre le ricerche che Chee sta compiendo per ritrovare una ragazza navajo scomparsa, lo scaraventano in un enigma la cui unica possibile chiave di interpretazione è un messaggio, apparentemente senza mittente e senza alcun significato. Un altro, suggestivo racconto del cantore della civiltà navajo.

Vi presento Sally

Sally Pinner, una bellissima ragazza di umili origini e inesistente cultura, nonché assai poco padrona dell’arte del linguaggio, fa innamorare di sé tutti gli uomini che le posano gli occhi addosso. Fin da piccola gli ansiosi genitori la fanno vivere segregata nel retrobottega della loro drogheria, il modo migliore per tenerla lontana dai numerosi guai che la sua bellezza finisce immancabilmente per calamitare. Morta la madre, la diciassettenne Sally viene data in sposa a un giovane studioso di Cambridge, Jocelyn, destinato a una fulgida carriera scientifica, il quale organizza un precipitoso matrimonio onde avere la meglio sugli altri numerosi pretendenti. Ma tanta bellezza l’ha reso completamente cieco ai molti svantaggi che la mancanza di cultura, la completa compiacenza e il carattere di Sally – anzi, la mancanza di carattere – presentano. Emergendo dalla prima fase matrimoniale, del tutto irrazionale e passionale, Jocelyn capisce che Sally non potrà mai essere la compagna di vita di cui ha bisogno. Con l’aiuto della colta, raffinata e benpensante madre, perciò, sottopone Sally a un percorso formativo ed educativo che non da però i risultati sperati, essendo la mente di Sally refrattaria anche ai più semplici, basilari insegnamenti. Inoltre a Sally non interessa assolutamente diventare una vera lady: l’unico suo sogno è mettere su casa con il marito, stare quanto più lontana possibile dalla dotta ed esigente suocera e avere uno stuolo di bambini. Riuscirà a coronare il suo sogno solo dopo rocambolesche vicissitudini, tra cui una fuga da casa, il ripudio del padre, il fortunato incontro con una nobile signora e la generosità di un vecchio duca morente.

Il Veterano

DALL’AUTRICE NEW YORK TIMES E USA TODAY BESTSELLER: KATY REGNERY

LA RIVISITAZIONE IN CHIAVE MODERNA DE ”LA BELLA E LA BESTIA”: IL VETERANO – FINALISTA AL RITA AWARD 2015

Savannah Carmichael, tradita da una fonte inaffidabile che ha irrimediabilmente distrutto la sua carriera di giornalista, torna a Danvers, Virginia, la sua città natale.

L’opportunità di rimettere insieme i pezzi della sua carriera si presenta quando deve scrivere un pezzo di interesse patriottico e umanistico sull’eremita della cittadina, Asher Lee, un veterano ferito che è tornato a Danvers otto anni prima, e che nessuno ha più visto da allora.

Dopo l’esplosione di una bomba su strada in Afghanistan, che gli ha portato via una mano e sfigurato metà viso, Asher si ritira a vivere in tranquillità nella periferia di Danvers, dove i suoi concittadini hanno sempre rispettato la sua privacy… fino a quando Savannah Carmichael si presenta da lui con un piatto di brownie fatti in casa.

Emarginati nella piccola Danvers, Savannah e Asher creano subito un legame, toccando il cuore l’uno dell’altra in modi che nessuno dei due pensava possibile. Quando un terribile errore minaccia di separarli, dovranno decidere se l’amore che hanno trovato sia forte abbastanza da lottare per il loro lieto fine, conquistato a fatica

(source: Bol.com)

Il Veterano (A Modern Fairytale Vol. 1)

**DALL’AUTRICE NEW YORK TIMES E USA TODAY BEST SELLER: KATY REGNERY
LA RISIVITAZIONE IN CHIAVE MODERNA DE “LA BELLA E LA BESTIA”, FINALISTA AL RITA AWARD 2015
“IL VETERANO”**
Savannah Carmichael, tradita da una fonte inaffidabile che ha irrimediabilmente distrutto la sua carriera di giornalista, torna a Danvers, Virginia, la sua città natale.
L’opportunità di rimettere insieme i pezzi della sua carriera si presenta quando deve scrivere un pezzo di interesse patriottico e umanistico sull’eremita della cittadina, Asher Lee, un veterano ferito che è tornato a Danvers otto anni prima, e che nessuno ha più visto da allora.
Dopo l’esplosione di una bomba su strada in Afghanistan, che gli ha portato via una mano e sfigurato metà viso, Asher si ritira a vivere in tranquillità nella periferia di Danvers, dove i suoi concittadini hanno sempre rispettato la sua privacy… fino a quando Savannah Carmichael si presenta da lui con un piatto di brownie fatti in casa.
Emarginati nella piccola Danvers, Savannah e Asher creano subito un legame, toccando il cuore l’uno dell’altra in modi che nessuno dei due pensava possibile. Quando un terribile errore minaccia di separarli, dovranno decidere se l’amore che hanno trovato sia forte abbastanza da lottare per il loro lieto fine, conquistato a fatica
**
### Sinossi
**DALL’AUTRICE NEW YORK TIMES E USA TODAY BEST SELLER: KATY REGNERY
LA RISIVITAZIONE IN CHIAVE MODERNA DE “LA BELLA E LA BESTIA”, FINALISTA AL RITA AWARD 2015
“IL VETERANO”**
Savannah Carmichael, tradita da una fonte inaffidabile che ha irrimediabilmente distrutto la sua carriera di giornalista, torna a Danvers, Virginia, la sua città natale.
L’opportunità di rimettere insieme i pezzi della sua carriera si presenta quando deve scrivere un pezzo di interesse patriottico e umanistico sull’eremita della cittadina, Asher Lee, un veterano ferito che è tornato a Danvers otto anni prima, e che nessuno ha più visto da allora.
Dopo l’esplosione di una bomba su strada in Afghanistan, che gli ha portato via una mano e sfigurato metà viso, Asher si ritira a vivere in tranquillità nella periferia di Danvers, dove i suoi concittadini hanno sempre rispettato la sua privacy… fino a quando Savannah Carmichael si presenta da lui con un piatto di brownie fatti in casa.
Emarginati nella piccola Danvers, Savannah e Asher creano subito un legame, toccando il cuore l’uno dell’altra in modi che nessuno dei due pensava possibile. Quando un terribile errore minaccia di separarli, dovranno decidere se l’amore che hanno trovato sia forte abbastanza da lottare per il loro lieto fine, conquistato a fatica

Vestita per sedurre – Attrazione senza veli

VESTITA PER SEDURRE di Samantha Hunter Quell’abbigliamento era incredibilmente osé. Comunque, l’esperta di ristorazione Gina Thomas ha bisogno di un travestimento per una festa in costume, solo così può curiosare nell’ufficio dell’avvocato divorzista Mason Scott e rubare le foto che salveranno sua sorella, assoluto magnete di guai. Tuttavia quell’abito sexy sembra far emergere il lato più audace di Gina, tanto che Mason non può tenere in nessun modo i suoi occhi e le sue mani lontano da lei! ATTRAZIONE SENZA VELI di Karen Foley Graeme Hamilton è lo scapolo più sexy di Hollywood. Lara Withfield la sua più grande fan. Per il mondo sono due estranei, ma lei ha un succoso segreto: il matrimonio che credevano annullato da cinque anni è ancora legale. Come può comunicarglielo? Ovviamente saltandogli addosso durante un raduno di scatenate fan, mascherata! La ricompensa che cerca è il sesso capace di farle tremare la terra sotto i piedi e lui sembra più che disposto ad accontentarla.