48705–48720 di 65579 risultati

L’errore di Platone: Biopolitica, linguaggio e diritti civili in tempo di crisi (Saggi)

L’uomo è davvero un “animale politico” come lo definiva Aristotele? Esistono dei vincoli naturali nei modi di governare degli animali sociali? E se ciò fosse vero, che ruolo svolgono nella crisi che stiamo vivendo? A partire da una critica dell’ingegneria politica di Platone, il libro delinea una biopolitica alternativa fondata sui regolatori naturalistici dell’evoluzione: il linguaggio, la riproduzione e le migrazioni. L’autore mostra come qualsiasi organizzazione politica degli animali sociali non dipenda dalla trasmissione ereditaria dei “buoni geni”, ma dall’insieme delle relazioni speciali che si instaurano per massimizzare la cooperazione sociale e l’intelligenza ecologica.
**
### Sinossi
L’uomo è davvero un “animale politico” come lo definiva Aristotele? Esistono dei vincoli naturali nei modi di governare degli animali sociali? E se ciò fosse vero, che ruolo svolgono nella crisi che stiamo vivendo? A partire da una critica dell’ingegneria politica di Platone, il libro delinea una biopolitica alternativa fondata sui regolatori naturalistici dell’evoluzione: il linguaggio, la riproduzione e le migrazioni. L’autore mostra come qualsiasi organizzazione politica degli animali sociali non dipenda dalla trasmissione ereditaria dei “buoni geni”, ma dall’insieme delle relazioni speciali che si instaurano per massimizzare la cooperazione sociale e l’intelligenza ecologica.

L.A. killer

###
A Los Angeles è una mattina resa calda da un sole brillante e dal vento proveniente dal deserto, quando Karen Garcia esce di casa per andare a correre. E non farvi più ritorno. Il suo corpo viene ritrovato il giorno dopo sul fondo di una stretta gola, un colpo di pistola alla testa. Per la polizia è l’ennesimo caso di omicidio in una città che ha fatto della violenza il suo pane quotidiano, ma il padre della ragazza, un potente uomo d’affari, non può darsi pace ed è disposto a tutto purché l’assassino di sua figlia venga stanato. Si rivolge quindi all’unica persona che crede possa davvero aiutarlo, il detective privato Joe Pike: anche in lui la vicenda apre una ferita profonda, perché un tempo è stato legato alla vittima da un sentimento ben più forte dell’amicizia. Uomo solitario e di poche parole, Pike sa che questa volta più che mai avrà bisogno dell’aiuto del suo inseparabile socio, Elvis Cole. Sarà lui a condurre le indagini, in un complicato gioco di collaborazione e ostilità con la polizia. Ma una lugubre sinfonia di indizi fuorvianti, vicoli ciechi e spregevoli inganni metterà a dura prova l’amicizia tra i due detective, trascinandoli in un gorgo di follia e orrore da cui sarà difficile riemergere.
**

Kosher Mafia

C’erano una volta in America, Asher Lipsky e Amos Berkowitz: due padri di famiglia che avevano sempre vissuto a testa bassa, rassegnati a ogni angheria, e forse per questo Dio un giorno li avrebbe puniti. Asher generò Sholem e Amos generò Jacob, ed entrambi li allevarono nei valori della tradizione e della fede. E Jacob diventò un gangster, lo chiamavano Kid Schlammer, perché lui i tre comandamenti della strada – gli unici che contavano – li aveva imparati presto e bene. Per suo padre era uno schanda, una vergogna, ma per lui era molto peggio essere uno schmuck, un imbecille, come suo padre. E Sholem divenne un sindacalista. Aveva concepito un patto scellerato, e a suo padre lo additavano come uno schanda, un vergogna. Poi le vite di Sholem e di Jacob si incrociarono. E la vita di gente come loro non andrebbe misurata su quella degli esseri umani. La vita di gente come loro è così breve che andrebbe misurata su quella dei cani.

Kim

Un ragazzino gioca seduto a cavalcioni su un gigantesco cannone: è Kim, altrimenti noto come il “Piccolo Amico di tutto il Mondo”; orfano di un sergente irlandese, cresciuto come un monello indiano, Kim è sotto la protezione di due numi tutelari. Il ragazzo gioca per il gusto di giocare e viaggia per il gusto di viaggiare e si mette in marcia lungo la Grand Trunk Road, fiumana di vita che percorre millecinquecento miglia da Bombay a Benares a Peshawur, dando così avvio a una scorribanda picara che è insieme un pellegrinaggio religioso.
**

Killing machine. Come gli Usa combattono le loro guerre segrete

Questa è la storia mai raccontata di una metamorfosi silenziosa. Una metamorfosi che ha cambiato il modo in cui gli Stati Uniti d’America fanno la guerra, uccidono i loro nemici ai quattro angoli del pianeta, influenzano gli equilibri dello scacchiere mondiale, intervengono nelle aree grigie e nelle regioni più instabili del globo. Mark Mazzetti ci racconta da dentro questa nuova guerra invisibile. Incontra i suoi oscuri protagonisti. Descrive i loro volti, ricostruisce le loro storie. Li segue in Pakistan, Somalia, Yemen, Lahore. Setaccia documenti e informazioni riservati. Studia gli scenari elaborati dagli analisti più accreditati. Ci spiega che da tempo le guerre americane non si svolgono allo scoperto, nei teatri di guerra più visibili, con l’intervento degli eserciti tradizionali. Le guerre americane sono diventate guerre ombra. A combatterle sono droni pilotati a distanza, spie inviate a creare guerre e sommosse, agenti assoldati sul posto, pronti a uccidere nemici politici, infiltrare le élite locali, costruire e disfare governi e milizie locali. Infine Mazzetti ci riporta, dalla periferia del mondo, all’altro grande scontro in corso, quello che dilania il cuore degli Stati Uniti. Lo scontro tra il Pentagono, simbolo della guerra tradizionale, e la Cia, nata come agenzia di spionaggio, trasformatasi negli ultimi due decenni in un’organizzazione sempre più apertamente militarizzata. Uno scontro da cui dipendono la guerra e la pace americana, dentro e fuori dagli Usa.
**

Killer sull’asteroide

Il Sintetizzatore è la perfetta macchina contro la noia, la solitudine, la claustrofobia: con un flusso ininterrotto di immagini tridimensionali, trasforma i pochi metri quadrati di una stazione spaziale d’emergenza in una vasta, piacevole, animata città. Ma tra i finti giardini, i finti palazzi, i finti semafori, i finti veicoli, i finti passanti, appare un giorno un volto che non può provenire dai circuiti della macchina, che non può essere una proiezione illusoria: il volto vero di un vero nemico.
Copertina di: Karel Thole

Il killer delle ballerine

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
**
### Sinossi
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
### Descrizione
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice, pericoloso psicopatico soprannominato il “killer delle ballerine”, viene condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste in discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, fidanzato di una delle ragazze assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E allora Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial killer, fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile.

Il killer delle ballerine (terza puntata)

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della ‘Gazzetta di Forlì’ e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
(source: Bol.com)

Il killer delle ballerine (seconda puntata)

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
**
### Sinossi
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
### Descrizione
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice, pericoloso psicopatico soprannominato il “killer delle ballerine”, viene condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste in discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, fidanzato di una delle ragazze assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E allora Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial killer, fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile.

Il killer delle ballerine (prima puntata)

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
**
### Sinossi
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
### Descrizione
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice, pericoloso psicopatico soprannominato il “killer delle ballerine”, viene condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste in discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, fidanzato di una delle ragazze assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E allora Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial killer, fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile.

Kamo, l’agenzia Babele

“Una lingua straniera non si può imparare bene se non si ha niente da dire”. La prof di inglese ha centrato il problema: Kamo non ha proprio alcuna buona ragione per mettersi a studiare l’inglese, e non vede come la cosa potrebbe influire sulla sua vita. La situazione però si modifica profondamente quando Kamo conosce una strana amica di lettera. In lei c’é qualcosa che gli sfugge e che lo affascina: sembra vivere in un altro mondo, ma purtroppo, per saperne di più, bisogna conoscere l’inglese… Età di lettura: da 11 anni.
**

KALIFORNIA

Non basta una metropoli impazzita per fare un buon romanzo di fantascienza, non occorrono eventi catastrofici a ogni pagina, e nemmeno i sofisticati “gerghi” dell’informatica. A volte basta cambiare una sola cifra, una lettera appena, e l’universo capovolto dell’anti-utopia rompe tutti gli argini. Oggi per entrare nel futuro basta andare in Kalifornia con Mark Laidlaw, autore-rivelazione della nuova SF Usa, e seguirlo nello scenario di quello che è forse il più originale romanzo americano del 1994.

Kafka sulla spiaggia

Murakami Haruki in uniform edition Super ET, con le copertine di Noma Bar.

***

Un ragazzo di quindici anni, maturo e determinato come un adulto, e un vecchio con l’ingenuità e il candore di un bambino, si allontanano dallo stesso quartiere di Tokyo diretti a Takamatsu, nel Sud del Giappone. Il primo, che ha scelto come pseudonimo Kafka, è in fuga dal padre, uno scultore geniale e satanico. Mentre il secondo, Nakata, fugge dalla scena di un delitto nel quale è stato coinvolto contro la sua volontà. Seguendo percorsi paralleli, che non tarderanno a sovrapporsi, il vecchio e il ragazzo avanzano nella nebbia dell’incomprensibile, schivando numerosi ostacoli, ognuno proteso verso un obiettivo che ignora ma che rappresenterà il compimento del proprio destino. Inquietante, avvincente e visionario, Kafka sulla spiaggia è il romanzo che consacra Murakami come uno dei piú grandi narratori contemporanei.

(source: Bol.com)