48481–48496 di 62912 risultati

Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli

Superati i quaranta un uomo diventa interessante, una donna zitella. Ma Teresa Papavero non se ne cruccia, ha ben altre preoccupazioni.

Dopo avere perso l’ennesimo lavoro in circostanze a dir poco surreali decide di tornare a Strangolagalli, borghetto a sud di Roma nonché suo paese nativo, l’unico posto dove ricominciare in tranquillità. E invece la tanto attesa serata romantica con Paolo, conosciuto su Tinder, finisce nel peggiore dei modi: mentre Teresa è in bagno, il ragazzo si butta dal terrazzo.
Suicidio? O piuttosto, omicidio? Il maresciallo Nicola Lamonica, il primo ad accorrere sul luogo, è abbastanza confuso al riguardo. Non lo è invece Teresa che, dotata di un intuito fuori del comune, capisce alla prima occhiata che qualcosa non va. Il fatto è che non le crede nessuno. Tantomeno Leonardo Serra, l’affascinante quanto arrogante poliziotto arrivato per indagare sulla morte del giovane.
A peggiorare la situazione la misteriosa scomparsa di Monica Tonelli, una delle ospiti del B&B che Teresa ha aperto nella casa paterna con la complicità di Gigia, la sua amica del cuore. Tutto il paese è in subbuglio perché la sparizione della donna viene addirittura annunciata nel famoso programma “Dove sei?” e a indagare sulla Tonelli arriva proprio l’inviato di punta, Corrado Zanni. Per Teresa davvero un periodo impegnativo, coinvolta in indagini dai risvolti inaspettati e perseguitata dalle ombre del passato: la scomparsa della madre e il burrascoso rapporto col padre, il noto psichiatra Giovan Battista Papavero.
E così, tra affascinanti detective, carabinieri di paese, reporter d’assalto e misteriosi sconosciuti, Teresa si trova risucchiata in una girandola di intrighi, in un susseguirsi di imprevedibili colpi di scena. Tanto a Strangolagalli non succede mai niente!

(source: Bol.com)

Terapia di coppia per amanti (I coralli)

*Terapia di coppia per amanti *è un romanzo a due voci, maschile e femminile, che si alternano a raccontare la loro storia mentre la vivono, perché «ci sono fasi dell’amore in cui la realtà diventa un punto di vista, generalmente quello di chi lo impone». Due adulti sposati (non tra loro) che si ritrovano uniti da una passione incontrollabile e da un amore coriaceo, particolarmente resistente alle intemperie. Viviana è sexy, vitale e intrigante, e ha un notevole talento per i discorsi intorcinati. È combattuta fra restare amante e alleviare così le infelicità matrimoniali o sfasciarsi la vita per investire in un’altra. Modesto è meno chic, decisamente più sboccato e sbrigativo nella formulazione dei concetti, ma abilissimo nell’autoassoluzione. Spara battute a sproposito per svicolare, e fa pure ridere. Moderatamente vigliacco, aspirerebbe alla prosecuzione a tempo indeterminato della doppia vita piuttosto che a un secondo matrimonio, visto che già il suo non è che gli piaccia granché. È nella crucialità del dilemma che Viviana trascina Modesto dall’analista, cercando una possibilità di salvezza per il loro rapporto ormai esasperato da conflitti e lacerazioni continue. Il dottore è spiazzato nel trovarsi di fronte una coppia non ufficiale, libera da vincoli matrimoniali e familiari, che non ha nulla da perdere al di là del proprio amore. Accetterà l’incarico per questa ragione, trovandosi nel mezzo di una schermaglia drammatica e ridicola insieme, e rischiando di perdere la lucidità professionale. Tenero e cinico, divagante, vero, capace di usare la leggerezza come arma contundente, Terapia di coppia per amanti è un’immersione nelle complicazioni dei sentimenti, nei conflitti che apriamo continuamente per la paura (che tutti conosciamo per averla provata almeno una volta) di affidarci all’amore e dargli mandato a cambiarci la vita.
**
### Sinossi
*Terapia di coppia per amanti *è un romanzo a due voci, maschile e femminile, che si alternano a raccontare la loro storia mentre la vivono, perché «ci sono fasi dell’amore in cui la realtà diventa un punto di vista, generalmente quello di chi lo impone». Due adulti sposati (non tra loro) che si ritrovano uniti da una passione incontrollabile e da un amore coriaceo, particolarmente resistente alle intemperie. Viviana è sexy, vitale e intrigante, e ha un notevole talento per i discorsi intorcinati. È combattuta fra restare amante e alleviare così le infelicità matrimoniali o sfasciarsi la vita per investire in un’altra. Modesto è meno chic, decisamente più sboccato e sbrigativo nella formulazione dei concetti, ma abilissimo nell’autoassoluzione. Spara battute a sproposito per svicolare, e fa pure ridere. Moderatamente vigliacco, aspirerebbe alla prosecuzione a tempo indeterminato della doppia vita piuttosto che a un secondo matrimonio, visto che già il suo non è che gli piaccia granché. È nella crucialità del dilemma che Viviana trascina Modesto dall’analista, cercando una possibilità di salvezza per il loro rapporto ormai esasperato da conflitti e lacerazioni continue. Il dottore è spiazzato nel trovarsi di fronte una coppia non ufficiale, libera da vincoli matrimoniali e familiari, che non ha nulla da perdere al di là del proprio amore. Accetterà l’incarico per questa ragione, trovandosi nel mezzo di una schermaglia drammatica e ridicola insieme, e rischiando di perdere la lucidità professionale. Tenero e cinico, divagante, vero, capace di usare la leggerezza come arma contundente, Terapia di coppia per amanti è un’immersione nelle complicazioni dei sentimenti, nei conflitti che apriamo continuamente per la paura (che tutti conosciamo per averla provata almeno una volta) di affidarci all’amore e dargli mandato a cambiarci la vita.
### Dalla quarta di copertina
Che cosa sono esattamente gli amanti? Quella che formano è una coppia imperfetta o un’unione più ambiziosa, che non desidera niente al di fuori di ciò che ha? Viviana e Modesto arrivano al punto di affidare il lo- ro tormento a un analista, spiazzato e persino con- tagiato da quel duetto paradossale che s’interroga sull’amore drammatizzando e ridendo di sé. «C’è un momento, diciamo intorno al primo anniver- sario di una relazione clandestina, in cui pieghi la te- sta di lato, stringi gli occhi come cercassi qualcosa di minuscolo che si muove nell’aria, e vedi in filigrana il casino in cui ti trovi. Questo è amore, ti dici senza mezzi termini, altro che chiacchiere».

Il teorema del pappagallo

Il teorema del pappagallo by Denis Guedj
Dove comincia questa storia? In Amazzonia, quando un cercatore d’oro, che ha deciso di raccogliere (con mezzi non sempre leciti) tutte le opere matematiche più importanti del mondo, scompare misteriosamente? In un capannone del mercato delle pulci di Clignancourt, a Parigi, dove un ragazzino strappa un pappagallo dalle mani di due loschi individui e se lo porta a casa, battezzandolo poi con il singolare nome di Nofutur? Oppure nell’antico Egitto, quando Talete, grazie alla collaborazione di uno sconosciuto fellah, riesce a misurare l’altezza della piramide di Cheope? Dove finisce questa storia? In Sicilia, in un altipiano spazzato dal vento in cui sorge la presunta tomba di Pitagora? In una radura del Sudamerica, con decine di uccelli di ogni specie, taglia, colore, piumaggio, che ascoltano, in assoluto silenzio, un loro simile? Oppure a Cambridge, quando un giovane studioso offre al mondo la dimostrazione di uno dei teoremi più discussi della Storia, quello di Fermat? In realtà, non ha molta importanza decidere dove comincia (o finisce) questa storia. Come una retta, si allunga all’infinito in entrambi i sensi; come un numero, può essere sempre aumentata di un’unità. Perché è la storia dell’eterna sfida dell’uomo all’ignoto, dell’incessante desiderio di poter finalmente conoscere il mondo che ci circonda. È la storia della matematica. Sorpresi? Allora provate a seguire tre vivaci ragazzini, la loro enigmatica madre, un libraio-filosofo e il pappagallo Nofutur in questa avventura. Scoprite con loro com’è stato inventato lo zero, gli oscuri segreti dei matematici persiani, le incredibili vicissitudini di Cardano e Tartaglia; percorrete in loro compagnia la grande biblioteca di Alessandria, la lunghissima (interminabile?) successione dei decimali di ?, le strade di Parigi del XVIII secolo. E sarete ancora più sorpresi. Perché, alla fine, l’“arida”, “dura” matematica vi sembrerà avvincente e trascinante proprio come un romanzo. Un romanzo che s’intitola Il teorema del pappagallo…

Teologia per tempi incerti

La Bibbia come straordinaria scuola di umanità. E di fragilità.
I personaggi della Bibbia si affannano e lavorano, s’innamorano e combattono, mentono e tradiscono, uccidono e vengono uccisi, desiderano e sognano, mangiano e si emozionano: sono, dunque, come gli uomini e le donne di ogni tempo e di ogni luogo, di ieri e di oggi, chiamati a fare i conti con la fragilità dell’essere umani. Questa è la chiave di lettura con cui Brunetto Salvarani ci presenta alcune figure del libro sacro agli ebrei e ai cristiani. Nelle sue pagine incontreremo la paradossale riluttanza del profeta Giona, le fatiche di Noè, l’ansia febbrile del patriarca Giacobbe, la solitudine ferita di Giobbe, lo sguardo perso nel vuoto di Qohelet/Salomone, le delusioni a ripetizione di Gesù e i tormenti dei primi cristiani. In un percorso che mescola l’antica sapienza della Bibbia e la nostra odierna condizione esistenziale, guarderemo alla Sacra Scrittura come un lungo, lento e faticoso esercizio a riconciliare l’umanità con la propria debolezza, la propria finitezza, le proprie cicatrici. Senza scansarle. Senza trovare rifugio in universi consolatori, in comodi ma improbabili Dio-tappabuchi, cercando di accettare i nostri limiti.
**
### Sinossi
La Bibbia come straordinaria scuola di umanità. E di fragilità.
I personaggi della Bibbia si affannano e lavorano, s’innamorano e combattono, mentono e tradiscono, uccidono e vengono uccisi, desiderano e sognano, mangiano e si emozionano: sono, dunque, come gli uomini e le donne di ogni tempo e di ogni luogo, di ieri e di oggi, chiamati a fare i conti con la fragilità dell’essere umani. Questa è la chiave di lettura con cui Brunetto Salvarani ci presenta alcune figure del libro sacro agli ebrei e ai cristiani. Nelle sue pagine incontreremo la paradossale riluttanza del profeta Giona, le fatiche di Noè, l’ansia febbrile del patriarca Giacobbe, la solitudine ferita di Giobbe, lo sguardo perso nel vuoto di Qohelet/Salomone, le delusioni a ripetizione di Gesù e i tormenti dei primi cristiani. In un percorso che mescola l’antica sapienza della Bibbia e la nostra odierna condizione esistenziale, guarderemo alla Sacra Scrittura come un lungo, lento e faticoso esercizio a riconciliare l’umanità con la propria debolezza, la propria finitezza, le proprie cicatrici. Senza scansarle. Senza trovare rifugio in universi consolatori, in comodi ma improbabili Dio-tappabuchi, cercando di accettare i nostri limiti.

La teologia del cinghiale

Luglio 1969. Durante i giorni dello sbarco sulla luna, a Telévras, piccolo paese dell’entroterra sardo, due ragazzini vengono coinvolti in una serie di eventi misteriosi. Il primo è Matteo Trudìnu, talentuoso figlio di un sequestratore latitante; l’altro è Gesuino Némus, un bambino silenzioso e problematico, da tutti considerato poco più che un minus habens. Amici per la pelle, i due godono della protezione di don Cossu, il prete gesuita del paese, che si prende cura di loro come fossero figli suoi. Un giorno il padre di Matteo, scomparso da settimane, viene trovato morto a pochi chilometri di distanza da casa. Il maresciallo dei carabinieri De Stefani, un piemontese che fatica a comprendere le logiche del luogo, inizia a indagare con l’aiuto dell’appuntato Piras e dello stesso don Cossu ma, con l’avanzare dei giorni, le cose si complicano e spunta fuori un altro cadavere…
**

Le tentazioni di una lady

Inghilterra, 1817 – Da Phaedra Montague, la figlia minore del Duca di Rothermere, tutti si aspettano che sia sempre irreprensibile ed elegante, all’altezza delle più raffinate dame dell’alta società. A lei, invece, abiti e corteggiatori non interessano affatto. La sua unica passione sono i cavalli… almeno finché nelle scuderie di Castonbury Park non arriva un nuovo, attraente stalliere. Bram Basingstoke ha lo stesso fascino selvaggio dello stallone che deve addestrare e Phaedra non è insensibile all’attrazione che esercita su di lei. Ma una vera lady deve sapersi comportare in maniera impeccabile, e lei non ha intenzione di suscitare uno scandalo. Quel giovanotto dai capelli scuri e dallo sguardo ardente, però, evoca in lei desideri inconfessabili ai quali è difficile resistere…
**
### Sinossi
Inghilterra, 1817 – Da Phaedra Montague, la figlia minore del Duca di Rothermere, tutti si aspettano che sia sempre irreprensibile ed elegante, all’altezza delle più raffinate dame dell’alta società. A lei, invece, abiti e corteggiatori non interessano affatto. La sua unica passione sono i cavalli… almeno finché nelle scuderie di Castonbury Park non arriva un nuovo, attraente stalliere. Bram Basingstoke ha lo stesso fascino selvaggio dello stallone che deve addestrare e Phaedra non è insensibile all’attrazione che esercita su di lei. Ma una vera lady deve sapersi comportare in maniera impeccabile, e lei non ha intenzione di suscitare uno scandalo. Quel giovanotto dai capelli scuri e dallo sguardo ardente, però, evoca in lei desideri inconfessabili ai quali è difficile resistere…

Tentazioni boeme

SPIONAGGIO – Una ragazza da riscattare a Praga: missione difficile per Rock, stretto tra la maffya e la criminalità locale. Contro di lui un’avversaria degna di una favola nera.

Maritzka Kronek, figlia di un industriale ceco, è stata rapita da Ulrika Zader, a capo di una gang russa. Il riscatto è una preziosa reliquia da rubare a un pericoloso personaggio della malavita di Praga. Appena arrivato in città Rock deve sfuggire a un attentato. Lo può aiutare solo una lap dancer che nasconde ben più letali abilità.

Stefano Di Marino è uno dei più prolifici e mati narratori italiani. Viaggiatore, fotografo, cultore di arti marziali da anni si dedica alla narrativa popolare scrivendo romanzi e racconti di spy-story, gialli, avventurosi e horror. Ha scritto saggi sul cinema popolare e curato numerose collane di dvd e vhs dedicate alla fiction di intrattenimento.

(source: Bol.com)

Le tentazioni (Le Grazie)

Raccolta pubblicata nel 1899, comprende sette racconti editi fra il 1894 e il 1895. Solo la novella eponima è del 1898. Il titolo sintetizza la scelta di trattare motivi etici come la giustizia, il peccato, l’espiazione; ma sono presenti anche tematiche della tradizione popolare che riflettono una mentalità magica e superstiziosa.
I motivi etici sono affrontati attraverso le relazioni interne al nucleo familiare e circoscritte a piccole realtà locali di una Sardegna arcaica. Interessante il punto di vista dell’autrice che implicitamente presenta la condizione di subordinazione della donna all’interno di una società patriarcale.
**
### Sinossi
Raccolta pubblicata nel 1899, comprende sette racconti editi fra il 1894 e il 1895. Solo la novella eponima è del 1898. Il titolo sintetizza la scelta di trattare motivi etici come la giustizia, il peccato, l’espiazione; ma sono presenti anche tematiche della tradizione popolare che riflettono una mentalità magica e superstiziosa.
I motivi etici sono affrontati attraverso le relazioni interne al nucleo familiare e circoscritte a piccole realtà locali di una Sardegna arcaica. Interessante il punto di vista dell’autrice che implicitamente presenta la condizione di subordinazione della donna all’interno di una società patriarcale.

Tentazioni

Ylenia ha venticinque anni ed è già profondamente delusa dagli uomini. Non crede più nell’amore e non ha alcuna fiducia nel genere maschile. Proprio per questo decide insieme alla sua amica Laura di prendersi una rivincita: sedurre i fidanzati delle ragazze che si rivolgono a lei per mettere alla prova la fedeltà dei loro uomini. Comincia tutto come un gioco eccitante, condito da un pizzico di pericolo e spregiudicatezza, ma Ylenia non tarda a rendersi conto che chi scherza col fuoco rischia di bruciarsi… E poi c’è Brian. Un incontro casuale, praticamente amore a prima vista. Ylenia tenta con tutte le proprie forze di ignorare i suoi sentimenti, per evitare l’ennesima delusione, ma l’attrazione è tale che non riesce a resistergli. E proprio quando le sue difese cominciano ad abbassarsi, anche lui, come tutti gli altri, si rivela un ragazzo da cui è meglio stare alla larga. Ylenia è a pezzi, ma c’è ancora un sogno a tenerla viva, ad aiutarla a continuare a sperare: New York… Un successo del passaparola Impossibile resistere a un esordio così ‘Storia d’amore bella, intensa, avvincente. Aspettiamo il seguito… Complimenti.’ ‘Dolce, romantico, divertente: sono i migliori aggettivi per descrivere questo romanzo. Vogliamo il seguito!’ ‘Argeta Brozi ci regala un testo maturo, profondo, originale e con una buona dose di ironia.’ ‘Le ore passate in compagnia di quest’autrice e dei suoi personaggi sono state speciali e mi hanno regalato sensazioni indimenticabili, proprio come quelle che si provano quando si cede a una vera tentazione…’Argeta BroziClasse ’85, scrive dall’età di nove anni e ha pubblicato il suo primo libro a soli diciassette. Tentazioni è stato pubblicato prima su carta poi in ebook, rimanendo a lungo nella classifica online dei romanzi più venduti. Laureata in Psicologia, Argeta ha curato una rubrica di scrittura per ragazzi ed è stata speaker radiofonica. Lavora nell’editoria dal 2007 e ama tantissimo leggere.

(source: Bol.com)

La Tentazione Del Drago

Connell è un drago d’oro mutaforma, un guerriero ben addestrato specializzato nella custodia degli ibridi, metà umani e metà draghi. Emma Knight fa la barista ad Dark Bites, il locale più famoso per creature immortali di tutta New York. I loro destini si intrecceranno facendo accendere la fiamma ardente dell’amore e della passione. La ragazza scoprirà grazie a Connell di avere nelle vene del sangue di drago e, verrà accompagnata da lui nella ricerca delle sue origini venendo così travolta da un’attrazione incontrollabile. Il drago d’oro invece dovrà provare a se stesso e al suo clan di essere il guerriero giusto per proteggere la vita di Emma e, dovrà convincere anche il suo cuore di essere ancora in grado di amare.
Segui la pagina Facebook del libro: https://www.facebook.com/Lastirpedeidraghi
**

Tenebrae

Invitato dalla cugina Ocellina nella sua villa di campagna, Publio Aurelio Stazio vi arriva giusto in tempo per constatare la strana morte della padrona di casa, che lascia ben sette figlie avute da quattro padri diversi e una situazione patrimoniale a dir poco intricata. Per far luce su quella morte, Stazio si trova a scavare tra i segreti della vita della cugina, nonché di quelle delle sue ragazze… E, come se non bastasse, deve anche difendere la propria reputazione di libertino impenitente, fulgido rappresentante della miglior virilità romana.
**
### Sinossi
Invitato dalla cugina Ocellina nella sua villa di campagna, Publio Aurelio Stazio vi arriva giusto in tempo per constatare la strana morte della padrona di casa, che lascia ben sette figlie avute da quattro padri diversi e una situazione patrimoniale a dir poco intricata. Per far luce su quella morte, Stazio si trova a scavare tra i segreti della vita della cugina, nonché di quelle delle sue ragazze… E, come se non bastasse, deve anche difendere la propria reputazione di libertino impenitente, fulgido rappresentante della miglior virilità romana.

Il tempo rovesciato

La cultura europea della Restaurazione è caratterizzata dalla necessità di rimediare alla rottura rivoluzionaria dell’Ottantanove e della vicenda napoleonica, e di integrarne alcuni principi all’interno dell’ordine politico. Il libro riflette sul problema della democrazia così come fu percepito dal liberalismo francese d’inizio Ottocento e sul tentativo sperimentato in Francia di governare e, anzi, di addomesticare la democrazia, intesa non come forma di governo, ma quale tendenza ineludibile all’uguaglianza e alla desovranizzazione della politica. Sulla scorta delle categorie interpretative elaborate da Michel Foucault, l’autore prende in esame il pensiero e gli scritti di Chateaubriand, Ballanche, Guizot e Tocqueville, e ricostruisce la fisionomia nuova e moderna che i dispositivi del potere derivarono da questa esperienza.
(source: Bol.com)

Il tempo per uccidere

La detective della Omicidi Tracy Crosswhite è tornata al lavoro dopo la sensazionale riapertura del processo all’assassino di sua sorella. Ancora segnata da quella vicenda, Tracy viene trascinata in un’indagine che rischia di mettere fine alla sua carriera, se non alla sua vita. Un serial killer soprannominato il Cowboy sta infatti uccidendo giovani ballerine in squallidi motel nella zona nord di Seattle. Nonostante un messaggio minaccioso lasci intendere che l’assassino, o l’imitatore, potrebbe mirare anche a lei, Tracy viene incaricata di guidare la task force e di consegnarlo alla giustizia. Gli indizi sono scarsi e le vittime si susseguono, fino a quando Tracy si rende conto che forse la chiave per la soluzione del caso si trova in un’indagine che risale a quasi dieci anni prima e che qualcuno, fra cui il suo capitano, Johnny Nolasco, preferirebbe non riportare alla luce. Ma il Cowboy è deciso a continuare a uccidere. Tracy riuscirà a trovare le prove per fermarlo? O diventerà la sua prossima vittima?

Tempo Imperfetto

Flavia è una giovane donna di 22 anni. Vive a Roma ed è una studentessa divisa fra gli studi universitari e il lavoro serale in un Pub. Nella sua vita, così organizzata, sembrerebbe non esserci posto per l ‘amore, ma l ‘incontro con un uomo, proveniente da un ambiente del tutto diverso dal suo, le sconvolgerà l ‘esistenza. Nasce una passione che porterà i due a vivere una storia tormentata, in una sequenza di colpi di scena fra l ‘Italia e l ‘Inghilterra. Con uno stile incalzante e coinvolgente, l autrice ci descrive il delicato momento di un ‘età immatura, fatta di leggerezza, rivendicazioni e voglia di affermare se stessa, ma allo stesso tempo fatta anche di dubbi, di paure, di scelte laceranti. Nel racconto si muovono molti personaggi che avranno un ruolo cruciale nelle decisioni di Flavia e che creano tensioni e sorprese continue nello sviluppo della trama. Viaggi, passioni, tradimenti, litigi, terranno il lettore inchiodato alle pagine fino all ‘inaspettato finale.
(source: Bol.com)

Il tempo e le stelle

Per questo numero natalizio abbiamo affiancato due “misteri” che una volta tanto non è esagerato definire affascinanti: quello delle origini dell’uomo, nel quale la macchina del tempo permette infine di scoprire – o non scoprire – la sensazionale verità. E quello della “vita sulle stelle”, che qui si presenta sotto forma di una singolarissima mania collettiva; una sorta di febbre dell’ascolto cui nessun essere umano riesce a sottrarsi; ci si mette anche la polizia segreta, ed è infatti un suo agente dei più preparati e coraggiosi che saprà giungere alla drammatica soluzione.
Contiene:
ASCOLTA, LE STELLE – Listen! the stars (1962)
JOHN BRUNNER
IL TEMPO DELL’UOMO – Transfusion
CHAD OLIVER
C… – F… (1954)
RICHARD MATHESON

Il tempo della vita

Vincitore del Premio Strega Europeo 2014. Considerato l’erede di Marías e Vila-Matas, Marcos Giralt Torrente racconta nella sua ultima opera, che ha ottenuto il prestigioso Premio Nacional de Narrativa, il difficile rapporto con il padre in quel tempo, “il tempo della vita” appunto, trascorso insieme a lui tra incomprensioni e odio-amore, fino alla morte dell’uomo. In una prosa splendida, letteraria e trasparente al tempo stesso, sospesa tra autobiografia e romanzo, tra narrazione e confessione, l’autore, completamente a nudo, indaga il senso profondo della relazione tra un figlio e un genitore. Questa materia, pericolosa e profondamente intima, quasi sfacciata, nella scrittura di Giralt Torrente diventa emozione, sorpresa e, soprattutto, grande letteratura capace di rivelare al lettore un significato universale. Il tempo della vita è la storia di una riconciliazione tra un padre e un figlio che, nonostante le reciproche chiusure, i silenzi, i lunghi periodi di separazione, non hanno mai davvero smesso di amarsi.

(source: Bol.com)