48369–48384 di 74503 risultati

La dieta della dottoressa Subacchi secondo le intolleranze alimentari

Spesso all’origine di un rallentamento del metabolismo, di una dieta che non funziona, di molti disturbi apparentemente senza soluzione c’è un’intolleranza alimentare. Mangiare cibi che il nostro corpo non è in grado di assimilare scatena una serie di processi infiammatori che, oltre a causare eruzioni cutanee, difficoltà digestive, cefalea, congiuntivite, stanchezza, cellulite, impediscono il dimagrimento e addirittura favoriscono l’accumulo di peso. Glutine, lattosio, lieviti, nichel sono spesso responsabili di intolleranze e allergie, sempre più diffuse ma spesso non identificate. Non è facile, infatti, collegare sintomi e cause. Annalisa Subacchi è considerata tra le massime esperte a livello nazionale in nutrizione e intolleranze. Il suo approccio, testato su migliaia di persone, ha risolto problemi di peso, di salute, di ritenzione idrica, di disagio, che si trascinavano da anni senza soluzioni. In questo libro spiega come riconoscere ogni tipo di intolleranza o di allergia, quali test eseguire, i cibi sì e i cibi no, gli alimenti da tenere sotto controllo e quelli da preferire, i consigli per semplificarsi la vita, piani alimentari settimanali e gustose ricette per ogni esigenza.
(source: Bol.com)

La dieta del supermetabolismo

Haylie Pomroy ha aiutato migliaia di persone a perdere fino a 10 chili in 4 settimane, semplicemente grazie al potere bruciagrassi dei cibi. Soprannominata «la donna che sussurra al metabolismo», la nutrizionista ci ricorda che gli alimenti non rappresentano il nemico, ma una medicina necessaria a riattivare il metabolismo rallentato e apatico al fine di trasformare l’organismo in una fornace bruciagrassi. ll suo metodo esclusivo prevede una rotazione settimanale di alimenti capace di scatenare questo processo. Mangerai molto – tre pasti e due spuntini al giorno – e nonostante ciò perderai peso. Non dovrai più contare le calorie e non rinuncerai a nessuna categoria di cibi. Scientificamente provata e utilizzata in diversi centri di cura non solo per dimagrire ma anche per combattere diabete, malattie metaboliche e croniche, questa dieta ha convinto celebrità e atleti per l’efficacia e la velocità dei suoi risultati. Un approccio che ha funzionato con tutti fin dal primo giorno, e che funzionerà anche con te mettendo letteralmente il turbo al tuo metabolismo! □ Fase 1 (lunedì-martedì) Tanti carboidrati e frutta □ Fase 2 (mercoledì-giovedì) Tante proteine e verdure □ Fase 3 (venerdì-domenica) Tutti gli alimenti precedenti più i grassi sani In 4 settimane vedrai calare drasticamente il tuo peso, e non stupirti se il tuo colesterolo si abbasserà sensibilmente e il tasso glicemico si stabilizzerà; ritroverai l’energia, dormirai meglio e sentirai meno lo stress. Con semplici schemi alimentari e oltre cinquanta ricette – compresi piatti vegetariani e senza glutine – questo libro è la soluzione per chi ha provato senza successo tutti i tipi di dieta, per chi una dieta non l’ha mai fatta ma vuole dare una sferzata al proprio metabolismo e per tutti quelli che vogliono mangiare in modo sano e naturale per essere più snelli, forti e in forma.
**
### Sinossi
Haylie Pomroy ha aiutato migliaia di persone a perdere fino a 10 chili in 4 settimane, semplicemente grazie al potere bruciagrassi dei cibi. Soprannominata «la donna che sussurra al metabolismo», la nutrizionista ci ricorda che gli alimenti non rappresentano il nemico, ma una medicina necessaria a riattivare il metabolismo rallentato e apatico al fine di trasformare l’organismo in una fornace bruciagrassi. ll suo metodo esclusivo prevede una rotazione settimanale di alimenti capace di scatenare questo processo. Mangerai molto – tre pasti e due spuntini al giorno – e nonostante ciò perderai peso. Non dovrai più contare le calorie e non rinuncerai a nessuna categoria di cibi. Scientificamente provata e utilizzata in diversi centri di cura non solo per dimagrire ma anche per combattere diabete, malattie metaboliche e croniche, questa dieta ha convinto celebrità e atleti per l’efficacia e la velocità dei suoi risultati. Un approccio che ha funzionato con tutti fin dal primo giorno, e che funzionerà anche con te mettendo letteralmente il turbo al tuo metabolismo! □ Fase 1 (lunedì-martedì) Tanti carboidrati e frutta □ Fase 2 (mercoledì-giovedì) Tante proteine e verdure □ Fase 3 (venerdì-domenica) Tutti gli alimenti precedenti più i grassi sani In 4 settimane vedrai calare drasticamente il tuo peso, e non stupirti se il tuo colesterolo si abbasserà sensibilmente e il tasso glicemico si stabilizzerà; ritroverai l’energia, dormirai meglio e sentirai meno lo stress. Con semplici schemi alimentari e oltre cinquanta ricette – compresi piatti vegetariani e senza glutine – questo libro è la soluzione per chi ha provato senza successo tutti i tipi di dieta, per chi una dieta non l’ha mai fatta ma vuole dare una sferzata al proprio metabolismo e per tutti quelli che vogliono mangiare in modo sano e naturale per essere più snelli, forti e in forma.

La dieta Adamski

IL BENESSERE FISICO E PSICHICO DERIVA DA UN APPARATO DIGERENTE PULITO

Tutto ciò che mangiamo lascia dei residui nelle pareti del tubo digerente, che finisce per irritarsi o, nel peggiore dei casi, intasarsi. Pertanto il corpo si ritrova appesantito, meno reattivo e più esposto a disturbi come mal di schiena, emicrania, insonnia e problemi circolatori. Da oltre trent’anni il naturopata e osteopata Frank Laporte-Adamski promuove un metodo alimentare finalizzato a trattare nel modo migliore il ‘secondo cervello’ che abbiamo nella pancia e da cui dipendono non solo la digestione, ma anche il 70% delle funzioni del nostro sistema immunitario.

Qual è il principio alla base del Metodo Adamski? Alimentarsi tenendo separati cibi a caduta veloce (30 minuti) e cibi a caduta lenta (4-5 ore). È assolutamente da evitare l’abbinamento di alimenti lenti e veloci: se questi vengono mescolati, i tempi di digestione aumentano mostruosamente, l’apparato digerente non riesce a eliminare del tutto i residui, e le tossine in accumulo vanno a danneggiare gli altri organi. Alla cura dell’alimentazione Adamski suggerisce poi di accompagnare l’esercizio fisico, che sollecita il diaframma, e i massaggi al ventre, essenziali per riattivare la circolazione sanguigna e ridurre il gonfiore addominale.

Il Metodo Adamski si sta diffondendo a macchia d’olio e sono già diversi i personaggi dello spettacolo, come Francesca Neri e Claudio Santamaria, che lo seguono con enormi benefici.

‘C’è chi dice che per essere felici bisogna ascoltare il proprio cuore e agire di conseguenza, e probabilmente è vero. Ma fidatevi di me quando affermo che il vostro intestino ha cose altrettanto importanti da dirvi. La strada verso la felicità comincia dal luogo più familiare di tutti: il bagno di casa vostra!’ Frank Laporte-Adamski

Il Metodo Adamski è un concetto globale di salute incentrato sul tubo digerente, basato su una dieta bilanciata che non demonizza alcun alimento, ma si limita a consigliare una corretta separazione tra cibi a digestione lenta e cibi a digestione veloce.Il principio alla sua base è molto semplice: chi mangia nel modo giusto va bene di corpo. E chi va bene di corpo vive meglio! Se volete sfruttare al massimo le possibilità che la vita vi offre, leggete questo libro. Il vostro benessere è a portata di mano!
(source: Bol.com)

Dieci storie dell’altro mondo

Mentre una volta la fantascienza era una specie di parente povera della letteratura, oggi, universalmente rispettata e onorata, ne è diventata quasi la ricca zia. I risultati però non sono tutti favorevoli perchè molti autori “nuovi arrivati” (e anche alcuni dei vecchi) tendono a dimenticare che l’originalità della fs, la sua spregiudicata libertà d’invenzione, sono strettamente legate alla sua indipendenza dalla letteratura “ufficiale”. Ma per fortuna c’è sempre Urania a difendere questa indipendenza; per fortuna ci sono sempre grandi autori come Lafferty a ricordare che la fantascienza è sempre stata un genere “a parte”, e che tale intende rimanere.
INDICE GOLDEN GATE Golden Gate (1982)
TROPPO TARDI This Boding Itch (1982)
LA STATUA DI CONDILLAC Condillac’s Statue, or Wrens in His Head (1970)
I PRODIGI DI MCGRUDER McGruder’s Marvels (1968)
SEI MILIARDI DI IMBECILLI Eurema’s Dam (1972)
GIORNI D’ERBA, GIORNI DI PAGLIA Days of Grass, Days of Straw (1973)
CADUTA DI GHIAIA Fall of Pebble-Stones (1977)
MARSILIA V. Marsilia V. (1982)
UCCELLO-CANZONATORE CON UN OCCHIO SOLO One-Eyed Mocking-Bird (1982)
CIELO Sky (1971)
IL MONDO DEL SOLE ROSSO – Saggio The World of the Red Sun (1983) ISAAC ASIMOV

Dieci lezioni sui classici

”E dovunque si estende la potenza romana sulle terre domate, sarò letto dalla gente, e per tutti i secoli, grazie alla fama, se c’è qualcosa di vero nelle profezie dei poeti, vivrò.”

Libri che ”non hanno finito mai di dire quel che hanno da dire”, i classici sono davvero ”infinitamente futuri”. Qui Piero Boitani ci consegna pagine acuminate in cui interroga fra l’altro l’*Iliade*, il poema della forza e della guerra, anzi di un conflitto cosmico, ma anche della pietà che rende l’uomo civile; l’*Odissea*, il primo e più affascinante romanzo del mondo; Lucrezio, il quale, dopo che i greci hanno scoperto la meraviglia, il pensiero e la scienza, ne ha fatto poesia straordinaria; Virgilio, che consacra la storia del piccolo villaggio divenuto capitale del mondo; Tacito, che denuncia con forza la natura imperialistica del potere romano; Ovidio, che con le Metamorfosi, poema del continuo divenire, crea il primo grande classico post-moderno.
(source: Bol.com)

Le dieci leggi del potere: Requiem per il sogno americano

Per la prima volta, Noam Chomsky, dedica un libro alla natura e alle conseguenze tragiche della diseguaglianza, svelando i dogmi fondamentali del neoliberalismo e gettando così uno sguardo se possibile ancora più lucido e profondo sul funzionamento del potere a livello globale. Quali sono le leggi che governano la concentrazione della ricchezza e del potere negli Stati Uniti e in generale in tutto il mondo infestato dal turbocapitalismo? Ridurre la democrazia, scaricare i costi sui poveri e sulla classe media, distruggere la solidarietà fra le persone, manipolare le elezioni, usare la paura e il potere dello Stato per tenere a bada la «plebaglia»… Dieci principi – trattati in altrettanti illuminanti capitoli – che, se non sapremo reagire, porteranno alla catastrofe ambientale e alla guerra globale nucleare.Questo libro dà seguito, ampliandone i contenuti con la collaborazione dei tre registi, al grande successo del documentario Requiem for the American Dream (2015). Il risultato è una mappa concettuale di vitale importanza per comprendere il funzionamento del mondo di oggi, e un monito fortissimo all’azione collettiva e, se necessario, alla rivolta: solo una rete di movimenti dal basso può contrastare lo strapotere economico delle élite.

Le dieci icone del bue. Storia zen in dieci quadri

«Sono in molti a essersi innamorati di questa bellissima storia zen in dieci icone con poesie e commenti, che racconta la semplicissima avventura di un uomo che cerca, trova, addomestica il bue perso per poi separarsene di nuovo. Finora in italiano era uscita soltanto in appendice ad alcuni saggi sullo zen, ma senza spiegazioni o commenti e mai tradotta direttamente dal cinese. Sono andata in Giappone e a Kyoto per vedere i dipinti originali più antichi e più belli e prenderne le riproduzioni a colori non ancora apparse in Occidente, e a Taiwan a cercare i testi originali delle poesie e i commenti, annaspando per giorni e giorni tra le migliaia di caratteri cinesi della Biblioteca Nazionale di Taipei…».
Ha il sapore di una favola il racconto di questo straordinario lavoro, al quale una giovanissima studiosa prematuramente scomparsa, Migi (Maria Grazia) Autore, volle dedicare la sua tesi di laurea e molti anni di ricerche. Le dieci icone, conosciute da appassionati e cultori del pensiero zen attraverso una trasmissione imprecisa e spesso affidata al «passaparola», sono oggi ripubblicate da Lantana in questa traduzione condotta direttamente sul testo cinese, con commento e riproduzione a colori delle dieci rarissime icone del pittore Shubun (XV secolo).

Dictator

Andrea Frediani, uno dei più affermati autori italiani di romanzi storici, ripercorre la vita e le gesta di Cesare; ridisegna con impeccabile verosimiglianza storica, ma allo stesso tempo con una sorprendente potenza narrativa, le epiche battaglie che lo hanno reso leggenda, gli amori, le passioni… Dall’incontro d’infanzia con Labieno, che al fianco di Cesare combatterà fin dalle prime campagne militari, alla loro separazione; dal passaggio del Rubicone, con cui il dittatore prenderà possesso della penisola, alla lotta contro Pompeo; dalla grande vittoria di Farsalo alla campagna africana e infine a quella iberica; la trilogia Dictator ripercorre le tappe principali della guerra gallica e di quella civile. Sullo sfondo, intrighi, tradimenti e intrecci amorosi, nel romanzo definitivo sul più grande uomo di Roma antica.
Per la prima volta in un unico volume la straordinaria trilogia che ha come protagonista il più grande condottiero di tutti i tempi: Giulio Cesare.

Dico tutto

“Chiedo scusa” l’ha detto davvero poche volte. “Allora gioca tu…” invece è proprio da lui. Antonio Cassano, il talento più controverso del calcio italiano, era già un idolo per tutti nei vicoli di Bari Vecchia dove è nato. Perché il mondo lo conoscesse c’è voluta però una sera di dicembre del 1999 con un gol rimasto nella memoria di tutti, soprattutto se interisti. In questa nuova edizione Cassano arricchisce la sua autobiografia con curiosità e cassanate inedite. Racconta la povertà, la ricchezza improvvisa, le grandi esaltazioni e le depressioni folli, la passione per le belle donne e poi l’amore vero, con tanto di matrimonio, proprio durante quel Mondiale in Sudafrica a lungo sognato. Sincero, autoironico, sorprendente, il Peter Pan del calcio guarda dietro e dentro di sé e rivela cose che nessun altro calciatore ammetterebbe mai, anche a costo di non andare in Nazionale… ** ### Sinossi “Chiedo scusa” l’ha detto davvero poche volte. “Allora gioca tu…” invece è proprio da lui. Antonio Cassano, il talento più controverso del calcio italiano, era già un idolo per tutti nei vicoli di Bari Vecchia dove è nato. Perché il mondo lo conoscesse c’è voluta però una sera di dicembre del 1999 con un gol rimasto nella memoria di tutti, soprattutto se interisti. In questa nuova edizione Cassano arricchisce la sua autobiografia con curiosità e cassanate inedite. Racconta la povertà, la ricchezza improvvisa, le grandi esaltazioni e le depressioni folli, la passione per le belle donne e poi l’amore vero, con tanto di matrimonio, proprio durante quel Mondiale in Sudafrica a lungo sognato. Sincero, autoironico, sorprendente, il Peter Pan del calcio guarda dietro e dentro di sé e rivela cose che nessun altro calciatore ammetterebbe mai, anche a costo di non andare in Nazionale…

Diceria dell’untore

Iniziata in tempi remoti e riscritta più volte, Diceria dell’untore incontrò subito, quando fu data alle stampe nel 1981, un unanime consenso di critica e di pubblico, sanzionato dalla vittoria al Premio SuperCampiello nello stesso anno. Stupiva l’esordio tardivo e riluttante dell’autore, la sua distanza dai modelli correnti, la composita ragione narrativa tramata di estasi e pena, melodramma e ironia; non senza il contrappunto di una sotterranea inquietudine religiosa, come di chi si dibatte tra la fatalità e l’impossibilità della fede… Stupiva, l’oltranza lirica della scrittura, disposta a compromettersi con tutte le malizie della retorica senza vietarsi di accogliere con abbandono l’impeto dei sentimenti più ingenui. La vicenda racconta un amore di sanatorio, nel dopoguerra, fra due malati, un amore-duello sulla frontiera del buio. L’opera è arricchita da un’appendice di pagine inedite escluse dalla primitiva edizione.

(source: Bol.com)

Il diavolo veste Prada

Nel favoloso, sfavillante mondo della moda, Miranda Priestly è un mito assoluto. Esile ed elegante come nessuna, dirige la rivista patinata più venduta e prestigiosa del pianeta. Quando Andrea Sachs – ventitré anni, una laurea in tasca e in testa il sogno di diventare scrittrice – accetta di lavorare per lei, non sospetta di aver stretto un patto con il diavolo. Perché Miranda dietro l’aspetto impeccabile nasconde un’indole velenosa e volubile, capace di trasformare la vita di Andrea in un vero e proprio inferno. Nell’arco di un anno frenetico ed esilarante, Andrea impara a camminare su vertiginosi tacchi a spillo, a soddisfare i mille capricci del suo direttore e a parare i colpi della sua perfidia, fino a scoprire che la sua vita privata, troppo a lungo trascurata, è in caduta libera.

Il diavolo nella cattedrale

Colonia, 1260. Una magnifica cattedrale sta nascendo in città. La direzione dei lavori è affidata al celebre Gerhard Morart, che però all’improvviso muore cadendo da un’impalcatura. Non è un incidente, ma un delitto pianificato nei minimi dettagli. Testimone suo malgrado, Jacop, un ladruncolo intento a rubare mele, si avvicina a Gerhad, che gli sussurra qualcosa prima di spirare. Chi ha ucciso il grande architetto? Jacop ha intravisto solo un’ombra. Ma quell’ombra comincia a dargli la caccia per metterlo a tacere. Convinto di essere perseguitato dal diavolo in persona, il ragazzo trova un aiuto insperato in Jaspar, un brillante erudito, sicuro che nella vicenda ci sia ben poco di sovrannaturale o demoniaco. Quale misterioso disegno si cela dietro l’omicidio? Tra colpi di scena e pericoli mortali, oscuri intrighi e personaggi insospettabili, Jacop e Jaspar riusciranno a ricostruire le trame di una congiura che coinvolge alcune delle famiglie più nobili e potenti di Colonia e che mira a un obiettivo ambizioso e terribile.
**

Il diavolo in corpo

”Lessi Il diavolo in corpo per la prima volta alle scuole superiori e fu un viaggio ubriacante. L’amore del protagonista per Marthe era quello che cercavo anch’io: consumato in clandestinità di fronte a un camino, dove rami d’ulivo bruciano, spargendo profumo nell’aria. Dieci anni dopo ho ripercorso lo stesso viaggio, con maggiore consapevolezza ma con uguale intensità e questa volta ho riconosciuto l’infatuazione che diviene passione erotica, la complicità mentale che sconfina nella simbiosi, la noia che si cura con la ricercatezza nei piccoli gesti, la gelosia, il tradimento. L’amore, insomma, ma tutto quanto.”

Il diavolo ha gli occhi azzurri

Hardy Cates è un uomo affascinante e ambizioso, un milionario nato in una famiglia povera, che ha costruito la propria fortuna da solo. Ed è determinato a portare avanti una sua vendetta privata contro i più ricchi petrolieri di Houston, i Travis. Haven è la figlia ribelle dei Travis, tornata a casa dopo due anni di matrimonio fallimentare con un uomo che non è mai piaciuto ai suoi, e ben decisa a non dare più retta al proprio cuore. Ma quando il suo sguardo incrocia quello di Hardy, la giovane donna si renderà conto che non si può resistere alla tentazione di un diavolo dagli occhi azzurri. Entrambi finiranno preda di un sentimento che nessuno dei due può – o vuole – contrastare. Soprattutto quando una minaccia terribile emergerà dal passato della ragazza, e solo Hardy potrà salvarla¿