48049–48064 di 62912 risultati

La vita breve

Juan Maria Brausen ha la moglie malata e sta per essere licenziato. La vita reale gli sembra orribile. Inizia a ideare un racconto ambientato nella città immaginaria di Santa Maria e a poco a poco si identifica con il protagonista. Ma mescolare realtà e fantasia è rischioso: Brausen rimane implicato in questioni di omicidio e spaccio di droga. La polizia è sulle sue tracce. Nella vita reale o in quella immaginaria ? Alla fine, come vedrà ogni lettore, questa domanda non avrà più alcun senso. Uno dei più grandi capolavori della letteratura ispano-americana.
**

Vita breve di Katherine Mansfield

“Se questo libro è, oltre che una biografia critica densa di illuminazioni, un vero e proprio racconto, il ‘romanzo’ della vita della Mansfield, lo si deve a un dono raro, che Citati – sono parole di Mario Praz – possiede al pari della scrittrice: ‘… egli aspira, assorbe il contenuto, l’essenza di un personaggio, lo condensa, l’amplifica, e lo ripresenta con un effetto sonoro che fa pensare al ‘Bolero’ di Ravel: ora è Goethe, ora è Cosroe, e ora la Mansfield. Shelley scrisse ‘La sensitiva’ con sfoggio di spettacoli del giardino nelle varie stagioni che accompagna l’esistenza della dama eletta. Citati ha circonfuso la sua vita della Mansfield con le esalazioni di un incensiere carico di tutti i profumi della poesia’”.
**

Vita ardimentosa di una prof

«Per i docenti precari nulla, dopo la compilazione del primo modulo, sarà come prima. Prove fisiche e mentali si succederanno giorno dopo giorno, sempre sopra i 38 gradi Celsius, sempre quando internet o la stampante non funzionano.»
«FIT, TFA, PAS, GAE, TIC, PTOF, PON, BES: l’iniziazione alla setta scolastica è innanzi tutto di tipo linguistico. Poi ci sono le circolari ministeriali e i bandi da decifrare. Le zie presidi connesse anche di notte a orizzontescuola.it. I gruppi di ansiogeni su Facebook informatissimi su tutte le mosse del ministero. Lo scritto e l’orale. Le infinite ore di tirocinio…».
Chiunque voglia fare dell’insegnamento il proprio mestiere deve prepararsi all’esercizio della resistenza. Per poter finalmente fare quello che, soprattutto grazie agli studenti, rimane il lavoro più bello del mondo.
**
### Sinossi
«Per i docenti precari nulla, dopo la compilazione del primo modulo, sarà come prima. Prove fisiche e mentali si succederanno giorno dopo giorno, sempre sopra i 38 gradi Celsius, sempre quando internet o la stampante non funzionano.»
«FIT, TFA, PAS, GAE, TIC, PTOF, PON, BES: l’iniziazione alla setta scolastica è innanzi tutto di tipo linguistico. Poi ci sono le circolari ministeriali e i bandi da decifrare. Le zie presidi connesse anche di notte a orizzontescuola.it. I gruppi di ansiogeni su Facebook informatissimi su tutte le mosse del ministero. Lo scritto e l’orale. Le infinite ore di tirocinio…».
Chiunque voglia fare dell’insegnamento il proprio mestiere deve prepararsi all’esercizio della resistenza. Per poter finalmente fare quello che, soprattutto grazie agli studenti, rimane il lavoro più bello del mondo.

Una vita apparentemente perfetta

Una vita apparentemente perfetta by Michelle Hunziker
Tutti conoscono Michelle Hunziker per il senso dell’umorismo, l’autoironia, i lunghi capelli biondi e il sorriso sfolgorante. Eppure c’è stato un tempo in cui quel sorriso era la più luminosa delle maschere, indossato per nascondere le fragilità di una ragazza di poco più di vent’anni. Proprio nel momento più buio della sua esistenza avviene l’incontro destinato a cambiarla. Lei è una donna accogliente, materna, empatica, capace di intercettare negli altri le debolezze e le crepe di cui forse nemmeno sono consapevoli: proprio per questo, una formidabile manipolatrice.
La mela rossa con la quale seduce Michelle ha il sapore dolce della comprensione profonda, dell’ascolto privo di giudizio. “La tua famiglia siamo noi” le ripeteva in continuazione. “Non hai nessun altro. Tua madre non ti vuole bene: non ti cerca mai. Tuo marito non ti amava, altrimenti non ti avrebbe lasciato. Senza di noi sei sola, solissima.” Dopo di che, la puniva abbandonandola, impedendole ogni tipo di contatto con lei e con gli altri membri della setta, “perché prima di tornare tra noi devi purificarti”.
Con la speranza che condividere la sua esperienza possa aiutare chi ne sta vivendo una simile, Michelle racconta per la prima volta i quattro anni trascorsi in una setta: i ricatti, le privazioni, il controllo costante, la progressiva perdita dell’indipendenza, la paura di rimanervi invischiata per sempre e il terrore alla sola idea di venirne fuori.
Fino a quando ha trovato la forza di uscirne. Grazie all’amore.

La Vita a Modo Mio

La vita a modo mio by Alessandra Gavassa
«L’arte si sprigiona dalle piccole cose, dal saper cogliere la musica in un filo d’erba e la gioia in una sillaba».
Alessandra Gavassa
Alessandra Gavassa nasce a Torino nel 1968. Appassionata di scrittura fin dall’adolescenza, giunge alla poesia attraverso un percorso che parte dall’approccio alla filosofia e alla psicologia durante gli anni della scuola superiore, fino ad arrivare ad un biennio di counseling psicosintetico.
Imprenditrice, madre, moglie, attrice, scrittrice… Uno, nessuno, centomila.
Dal 2009 è socia fondatrice dell’associazione culturale “Crocevia Teatrali”, che si occupa principalmente di teatro, dall’organizzazione di rassegne alla produzione di spettacoli interamente ideati dai suoi membri. È attraverso l’esperienza teatrale che nasce il bisogno di trasformare le emozioni in parole.
L’esplorazione delle innumerevoli sfaccettature dell’animo umano fa sì che la poesia diventi un tramite tra cielo e terra, tra l’occhio interiore e il mondo esterno.

Vita

La storia di due giovani emigranti italiani nella New York dei primi del Novecento, basata sui racconti di uno zio, sulle lettere scritte dal padre della protagonista e su documenti che l’autrice ha raccolto negli archivi della polizia di Brookling e nei fascicoli delle Railways Companies americane.

Vita

vincitore del premio del New York Times Book Review Editors ‘autore Melania G. Mazzucco “funziona storia di famiglia e di materiale documentario in una vibrante, romanzo ricco di dettagli circa l’immigrazione italiana di un secolo fa” (Elle) Nel mese di aprile 1903, Diamante, all’età di dodici anni , e la vita, all’età di nove anni, vengono inviati dalle loro famiglie povere nel Sud Italia per fare una vita in America. La loro è una storia d’amore indimenticabile, una storia avvincente di sopravvivenza degli immigrati e di speranza che li porta dalle case popolari alla criminalità di Little Italia per i cantieri ferroviari brutali del Midwest, su sentieri che attraversano con la Mano Nera, Caruso, e Chaplin. E ‘una storia che raggiunge attraverso decenni, al figlio di Vita, che avrebbe viaggiato per l’Italia a trovare le sue radici, e l’uomo che avrebbe potuto essere suo padre.

In Vita, Melania G. Mazzucco racconta anche di come ha trovato Diamante e Vita in vecchie fotografie, documenti, manifesti nave, ei ricordi sbiaditi dei suoi parenti, e da questi frammenti del passato immaginato questa finzione presa epica della storia della sua famiglia.

La vista da Castle Rock

Due filoni apparentemente distinti percorrono questi racconti di Alice Munro: la storia familiare, ricostruita a partire dall’antenato scozzese Will O’Phaup, e la narrazione autobiografica, dall’infanzia all’attuale maturità dell’autrice. Sullo sfondo, la storia collettiva: le difficili condizioni economiche della Scozia del XVIII secolo e il viaggio oltreoceano per raggiungere le terre promesse della Nova Scotia inseguendo un sogno intravisto dalla rocca del castello di Edimburgo. E poi la storia del formarsi del Canada: la conquista di nuova terra, l’edilizia, la ferrovia, le occupazioni pioniere. Su tutto la magia evocativa e creativa della scrittura di Alice Munro, che raccoglie, amalgama, reinventa, e ancora una volta conquista.
(source: Bol.com)

Vista con granello di sabbia

Quando giunse la notizia che il Premio Nobel per il 1996 era stato conferito a Wisława Szymborska, molti giornali scrissero – il che non va a loro onore – che si trattava di una poetessa più o meno sconosciuta. Non certo ai lettori più acuti: basterà ricordare che Iosif Brodskij la considerava, insieme a Miłosz e a Herbert, una delle grandi voci poetiche attuali. Ma è anche vero che la poesia della Szymborska, nella sua piana limpidezza e ingannevole semplicità, esige, per essere percepita, un orecchio molto fine. E al tempo stesso si può dire di lei che raramente un poeta moderno è riuscito a parlare di temi proibiti, perché troppo battuti, con tale impavida sicurezza di tocco – fino al punto di dedicare una delle sue liriche più perfette all’«amore felice», questo «scandalo nelle alte sfere della Vita». *Vista con granello di sabbia* è una scelta, approvata dall’autrice, che attraversa tutta la sua opera a partire dal 1957; il volume include anche il bellissimo discorso pronunciato in occasione del conferimento del Premio Nobel.

Il visone bianco

È passando davanti a un’edicola di Nizza che la giovane Ondine viene a conoscenza del suicidio di sua madre, la chiacchieratissima scrittrice Zita Chalitzine, ritrovata a Parigi nella sua Mercedes, avvolta in una magnifica pelliccia di visone bianco. La donna ha sempre dato scandalo e proprio pochi giorni prima della sua scomparsa ha nuovamente fatto parlare di sé: un quotidiano l’aveva accusata di non essere l’autrice dei libri che avevano decretato il suo successo. Ondine non vuole sapere niente della sua bellissima e tormentata madre, che non vede da dieci anni: Zita infatti non è stata altro che una pallida imitazione di quello che deve essere davvero un genitore e non ha mai voluto rivelarle l’identità del suo vero padre. Dopo un funerale più mondano che triste – una vera e impietosa passerella della Parigi che conta Ondine trova l’autobiografia inedita di sua madre e viene a conoscenza di segreti e rivelazioni scottanti di cui non sospettava nemmeno l’esistenza. Chi era davvero Zita Chalitzine? Di origini modeste, Zita si conquista l’indipendenza diventando una delle ragazze di Madame Claude – la maitresse più nota e influente della città – e nel contempo l’amante del noto romanziere Romain Kiev. Grazie al suo talento e alla sua ambizione è la protagonista incontrastata della Parigi degli anni Settanta.
**

La visione di Celestino

Con questo libro, l’ispiratore di una nuova visione spirituale dell’esistenza che ha illuminato la vita di milioni di persone, ne affronta gli aspetti più nascosti, approfondendo il significato delle coincidenze, esaminando le prospettive storiche e scientifiche del risveglio delle coscienze e guidandoci verso la scoperta della nostra missione personale nel vasto disegno del mondo.

Il visconte si sposa

Tornato in patria dal Continente, dove ha operato come agente segreto per conto della Corona inglese, Valerian Inglemoore, Visconte St. Just, ha un solo obiettivo: riconquistare Philippa Stratten, la donna a cui nove anni prima ha dovuto rinunciare. Ma lei non è più l’ingenua debuttante di un tempo. Divisa tra il risentimento per essere stata abbandonata senza una spiegazione e una passione mai sopita, non riesce a fidarsi di Valerian, la cui fama di donnaiolo è giunta fino a Londra. Una difficile opera di persuasione attende dunque il visconte, ostacolato per giunta da un pericoloso rivale disposto a tutto pur di ottenere la mano della ricca gentildonna.
(source: Bol.com)

Il visconte irresistibile: un racconto rosa storico (i duchi di guerra Vol. 1)

**Una tentazione irresistibile…**
Alcuni considerano lady Amelia Pembroke una vera e propria dittatrice, ma la verità è che la maggior parte delle persone non saprebbe che pesci pigliare senza il suo aiuto. Addirittura, gira voce che quel libertino del visconte Sheffield voglia cancellare la festa dell’anno perché non ha tempo per serate frivole. Non ha bisogno di tempo: ha bisogno di lei!
Quando un fulmine distrugge la sede del ballo natalizio annuale di famiglia, lord Benedict Sheffield decide di cogliere l’occasione per godersi una vacanza rilassante. Ma dopo essere stato preso d’assalto per dodici giorni dall’ammaliante lady Amelia, si ritrova circondato dalle decorazioni natalizie… e follemente innamorato.
**La famosa serie “Duchi di Guerra” vede come protagonisti nobili canaglie e valorosi eroi di guerra che, di ritorno dalla battaglia, si ritrovano catapultati nello splendore e nella follia dell’Inghilterra nell’Età della Reggenza.**
1. Il visconte irresistibile
2. Il conte proibito
3. Il capitano irraggiungibile
**
### Sinossi
**Una tentazione irresistibile…**
Alcuni considerano lady Amelia Pembroke una vera e propria dittatrice, ma la verità è che la maggior parte delle persone non saprebbe che pesci pigliare senza il suo aiuto. Addirittura, gira voce che quel libertino del visconte Sheffield voglia cancellare la festa dell’anno perché non ha tempo per serate frivole. Non ha bisogno di tempo: ha bisogno di lei!
Quando un fulmine distrugge la sede del ballo natalizio annuale di famiglia, lord Benedict Sheffield decide di cogliere l’occasione per godersi una vacanza rilassante. Ma dopo essere stato preso d’assalto per dodici giorni dall’ammaliante lady Amelia, si ritrova circondato dalle decorazioni natalizie… e follemente innamorato.
**La famosa serie “Duchi di Guerra” vede come protagonisti nobili canaglie e valorosi eroi di guerra che, di ritorno dalla battaglia, si ritrovano catapultati nello splendore e nella follia dell’Inghilterra nell’Età della Reggenza.**
1. Il visconte irresistibile
2. Il conte proibito
3. Il capitano irraggiungibile

La vipera

Un elicottero vola sopra il mar Baltico trasportando il detective Fredrik Borman, ferito gravemente alla testa e con scarse possibilità di sopravvivere. Tre settimane prima due cadaveri sono stati rinvenuti in una fattoria vicino Levide: una donna, uccisa con un colpo alla testa, e un uomo fatto a pezzi, il cui corpo non è più riconoscibile. Al momento del ritrovamento sul pavimento in parquet del soggiorno, i due erano già morti da giorni. Il proprietario della casa, Arvid Traneus, era appena rientrato dal Giappone dopo anni di lavoro laggiù come consulente di una grande impresa. Sulle prime la polizia pensa che sia lui l’uomo assassinato, dato che la donna viene riconosciuta come la moglie. Ma le indagini condurranno a identificare il corpo dell’uomo come quello del cognato di Arvid e il caso cambierà direzione, mentre chi è sospettato sembra essere svanito nel nulla.

(source: Bol.com)

Il violino di Auschwitz

Un violino costruito nell’inferno del lager, “assurdo come una pianta di rose in un porcile”. Un violino per ritrovare la dignità violata e. forse, per sopravvivere. Quando Daniel, liutaio a Cracovia, viene deportato ad Auschwitz, dei gesti e delle sensazioni di quel mestiere così amato gli resta solo il ricordo. Finché un giorno viene convocato dal comandante del campo, il maggiore Sauckel: dovrà riparare il violino del suo amico Bronistaw, celebre musicista ridotto ora a esibirsi davanti ai suoi carnefici. Di fronte all’abilità del liutaio, il sadico e raffinato maggiore decide di commissionargli uno strumento nuovo. Un violino che dovrà essere “perfetto come uno Stradivari”: altrimenti sia Daniel che l’amico andranno incontro a una fine peggiore della morte. Solo cinquant’anni dopo, in una Cracovia invernale che celebra il secondo centenario della morte di Mozart, la storia segreta e miracolosa di quel violino verrà finalmente svelata.
**

Violet (The Fowler Sisters Series Vol. 1)

***The Fowler Sisters Series*
Dall’autrice della serie* One Week Girlfriend*
«Questo è il libro più sexy che abbia mai scritto.»
Monica Murphy**
Ho sempre vissuto facendo quello che ci si aspettava da me. Sono la brava ragazza che si è dedicata agli affari di famiglia. Ma c’è un uomo che il destino ha deciso di farmi incontrare. Ha una grande sete di successo ed è privo di scrupoli. Tutto quello che lo circonda è un mistero. Non so niente di Ryder McKay, so solo che mi fa vivere emozioni mai provate prima. Un momento rubato, un bacio, una carezza… e sono in trappola. 
«*Violet *è un bel romanzo erotico, come non se ne leggevano da un po’, e poi… lo stile della Murphy ci mancava.»
**Crazyforromance**
**Monica Murphy**
è autrice di diversi romanzi bestseller di «New York Times» e «USA Today». Oltre alla *One Week Girlfriend*, la Newton Compton ha pubblicato la *Private Club Series *e la* Reverie Series*.
**
### Sinossi
***The Fowler Sisters Series*
Dall’autrice della serie* One Week Girlfriend*
«Questo è il libro più sexy che abbia mai scritto.»
Monica Murphy**
Ho sempre vissuto facendo quello che ci si aspettava da me. Sono la brava ragazza che si è dedicata agli affari di famiglia. Ma c’è un uomo che il destino ha deciso di farmi incontrare. Ha una grande sete di successo ed è privo di scrupoli. Tutto quello che lo circonda è un mistero. Non so niente di Ryder McKay, so solo che mi fa vivere emozioni mai provate prima. Un momento rubato, un bacio, una carezza… e sono in trappola. 
«*Violet *è un bel romanzo erotico, come non se ne leggevano da un po’, e poi… lo stile della Murphy ci mancava.»
**Crazyforromance**
**Monica Murphy**
è autrice di diversi romanzi bestseller di «New York Times» e «USA Today». Oltre alla *One Week Girlfriend*, la Newton Compton ha pubblicato la *Private Club Series *e la* Reverie Series*.