47937–47952 di 72034 risultati

La signora della lampada

Nel 1818 William Nightingale, nipote ed erede del ricco, eccentrico Peter Nightingale, sposa una donna di grande bellezza: Frances Smith, detta Fanny, figlia di un influente membro del Parlamento britannico. Durante il Grand Tour nei luoghi allora prediletti dai giovani ricchi inglesi, la coppia mette al mondo due figlie. Nel 1819 nasce a Napoli Parthenope, la primogenita chiamata così in onore della capitale del Regno delle due Sicilie. Il 12 maggio 1820 viene invece alla luce a villa Colombaia, vicino a Firenze, la secondogenita, battezzata naturalmente Florence. Crescendo le due ragazze rivelano caratteri antitetici come le città di cui portano il nome. La prima, Parthenope, si preoccupa solo di vivere giorno per giorno, in completa fatuità; la seconda, Florence, è invece riflessiva, introversa, tormentata da questioni esistenziali. In un castello al centro del distretto di Matlock, una dimora magnifica, circondata da splendidi giardini e composta da una quindicina di stanze, le due ragazze diventano giovani donne. Florence è la più attraente, agile e snella, con i capelli di un cupo color castano e gli occhi verdi. Nulla sembra predisporla a vivere diversamente da ciò per cui è stata educata: un buon matrimonio, grande ricchezza, un’oasi nel cuore della campagna inglese, rigore e controllo di sé. E quando incontra Richard Milnes, futuro Lord Houghton, un giovane di trentatré anni, figlio unico ed erede di una vasta proprietà nello Yorkshire, il suo destino sembra segnato. Tuttavia, a conferma dell’idea che i grandi uomini e le grandi donne rifiutano il destino al quale sono stati preparati e se ne inventano uno nuovo, intessuto della trama dei loro desideri, Florence declina la proposta di fidanzamento di Richard Milnes e annuncia alla famiglia di volersi dedicare alla cura di malati e indigenti, abbracciando il mestiere di infermiera, un’attività, anzi una necessità degradante allora, buona solo per le donne di infima condizione e indegna di una ragazza perbene. Il 21 ottobre 1854, autorizzata da Sidney Herbert, ministro della difesa, Florence parte con 38 infermiere volontarie per la Turchia e ai primi di novembre giunge a Scutari, quartier generale della spedizione britannica in Crimea, presso Sebastopoli. Durante quell’atroce guerra viene chiamata ‘la signora della lampada’ dai feriti e dai malati che lei assiste con assoluta abnegazione, girando per le corsie dell’ospedale militare con una lampada a petrolio tra le mani. Muore in un giorno del 1910 e il Times scrive che ‘con Miss Nightingale scompare una delle più grandi eroine della storia britannica’. La signora della lampada è il romanzo della sua vita, il ritratto di una donna eccezionale che ha segnato profondamente la storia del XIX secolo.
(source: Bol.com)

La signora della lampada

Nel 1818 William Nightingale, nipote ed erede del ricco, eccentrico Peter Nightingale, sposa una donna di grande bellezza: Frances Smith, detta Fanny, figlia di un influente membro del Parlamento britannico. Durante il Grand Tour nei luoghi allora prediletti dai giovani ricchi inglesi, la coppia mette al mondo due figlie. Nel 1819 nasce a Napoli Parthenope, la primogenita chiamata così in onore della capitale del Regno delle due Sicilie. Il 12 maggio 1820 viene invece alla luce a villa Colombaia, vicino a Firenze, la secondogenita, battezzata naturalmente Florence. Crescendo le due ragazze rivelano caratteri antitetici come le città di cui portano il nome. La prima, Parthenope, si preoccupa solo di vivere giorno per giorno, in completa fatuità; la seconda, Florence, è invece riflessiva, introversa, tormentata da questioni esistenziali. In un castello al centro del distretto di Matlock, una dimora magnifica, circondata da splendidi giardini e composta da una quindicina di stanze, le due ragazze diventano giovani donne. Florence è la più attraente, agile e snella, con i capelli di un cupo color castano e gli occhi verdi. Nulla sembra predisporla a vivere diversamente da ciò per cui è stata educata: un buon matrimonio, grande ricchezza, un’oasi nel cuore della campagna inglese, rigore e controllo di sé. E quando incontra Richard Milnes, futuro Lord Houghton, un giovane di trentatré anni, figlio unico ed erede di una vasta proprietà nello Yorkshire, il suo destino sembra segnato. Tuttavia, a conferma dell’idea che i grandi uomini e le grandi donne rifiutano il destino al quale sono stati preparati e se ne inventano uno nuovo, intessuto della trama dei loro desideri, Florence declina la proposta di fidanzamento di Richard Milnes e annuncia alla famiglia di volersi dedicare alla cura di malati e indigenti, abbracciando il mestiere di infermiera, un’attività, anzi una necessità degradante allora, buona solo per le donne di infima condizione e indegna di una ragazza perbene. Il 21 ottobre 1854, autorizzata da Sidney Herbert, ministro della difesa, Florence parte con 38 infermiere volontarie per la Turchia e ai primi di novembre giunge a Scutari, quartier generale della spedizione britannica in Crimea, presso Sebastopoli. Durante quell’atroce guerra viene chiamata ‘la signora della lampada’ dai feriti e dai malati che lei assiste con assoluta abnegazione, girando per le corsie dell’ospedale militare con una lampada a petrolio tra le mani. Muore in un giorno del 1910 e il Times scrive che ‘con Miss Nightingale scompare una delle più grandi eroine della storia britannica’. La signora della lampada è il romanzo della sua vita, il ritratto di una donna eccezionale che ha segnato profondamente la storia del XIX secolo.
(source: Bol.com)

Signora del Tempo: Il tempo non concede perdono

Londra, 1851. Sienna non sa se la sua vita fosse migliore prima che due loschi uomini la trascinassero via. Eppure, era nel suo destino. Dal momento in cui viene ingaggiata per rubare un misterioso oggetto, la sua vita è destinata a cambiare. Non ne conosce il valore, ma quando la chiave viene distrutta, Sienna si ritrova in una terra lontana chiamata… Neubourg. Bello e regale, Claus, Re del Regno dei Draghi, non ha mai visto una ragazza come Sienna, dagli stravaganti capelli: blu come gli zaffiri e verdi come i mari scintillanti. Ma quando lei lo colpisce e fugge via, Claus comprende che le loro vite sono destinate a intrecciarsi. Il suo unico compito è quello di darle la caccia. Sempre. Passione, amore e misteri, nell’ultimo volume della Neubourg Series. Lei è la Signora del Tempo e il Tempo non concede perdono. Un re non obbedisce al suo cuore. Un re obbedisce alla legge del suo popolo. La Neubourg Series è composta dai seguenti volumi: – Brave Signora dei Draghi, vol. 1 – Signore D’Inverno – Il bacio mortale vol.2 – Signora del Tempo – Il tempo non concede perdono vol.3 Potete trovare l’autrice su Facebook: Chiara Mineo Autrice
**

Signora del suo cuore

È un abilissimo tiratore Sir Jocelyn Dudley, duca di Tresham, e sa che anche da questo duello uscirà indenne. Ma le cose non vanno come ha previsto l’arrogante gentiluomo: quando sulla scena del duello irrompe la giovane Jane Ingleby, Jocelyn si distrae e rimane ferito. Inferocito, decide di punire la ragazza assumendola come infermiera: divideranno così le pene della convalescenza. Jane accetta ben volentieri, anche perché è senza lavoro. Nessuno dei due immagina che di lì a poco l’assidua convivenza li trasformerà: con la sua dolcezza, la sua anticonvenzionalità, Jane riesce a fare breccia nel cuore indurito di Jocelyn, diventando sua confidente, amica e amante. Ma Jane è anche una donna in fuga dal proprio passato, che tenta di nascondere all’uomo che ama. E quando lui scoprirà la menzogna, la felicità già sfiorata apparirà per i due irrimediabilmente perduta?

(source: Bol.com)

Il signor Omicidi

Protagonista è Carey Thorpe critico cinematografico. Brillante, intelligente, grande seduttore di donne. Così almeno si vede Carey quando si guarda allo specchio. Ma questo seducente riflesso rischia di infrangersi, quando la bella Laura Penney, la ragazza del momento, durante una violenta lite, batte la testa contro lo spigolo di un tavolino e muore sul colpo. Subito dopo il critico si accorge di tendere naturalmente all’impunità. Visto che nessuno ci crederà che sia stata una disgrazia, pensa, per farla franca devo architettare qualcosa! Ma quando, nonostante i suoi equilibrismi, s’accorgerà d’essere perduto, ecco che arriverà a salvarlo una specie d’angelo custode che, manco a dirlo, è il sergente Fred Staples, il poliziotto incaricato di indagare sulla morte della ragazza. Anzi, diventatogli amico e devoto suo fan, Staples addirittura lo incaricherà — d’accordo con i suoi superiori — di aiutarlo nell’indagine, allargando poi l’incarico ad un altro paio di morti ammazzati. E, come se non bastasse, gli chiederà di spremersi le meningi su un paio di enigmi classici, tipo quello della camera chiusa!

Il signor Nessuno nel mezzo del nulla

“Vodka, gin, birra. Bevute fatte ai banconi dei pub finiti in una scaletta a sorpresa nel giro notturno. La voglia di stare da solo ma di stare anche in compagnia, anzi no. L’eterna indecisione. Il vuoto. Il nulla attorno. Il rincorrere affannosamente un traguardo che è sempre più lontano. La voglia di lasciarsi andare. Eterni momenti di assenza. Ricordi mattutini cancellati da maratone alcoliche notturne. Auto rubate, donne ladre, pranzi assenti con genitori presenti. Una vita per inerzia. Una telefonata che: “Come va, che facciamo stasera?”. e la tua risposta: “Beviamo e ci suicidiamo pure oggi”. Questo è il signor Nessuno, nel mezzo del nulla.”
**

Il signor Mani

Partendo dal 1982 fino al 1848, Mr. Mani ricostruisce la storia di una famiglia ebrea sefardita che incrocia il proprio destino con gli avvenimenti della storia ebraica moderna. Una serie di Mr. Mani appaiono così nei vari episodi e il lettore è inevitabilmente trascinato nella ricerca di un’identità israelitica che si sposta dall’Israele di oggi all’isola greca occupata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, dalla conquista della Palestina da parte delle truppe britanniche nel 1917 al congresso sionista di Basilea nel 1899, fino a Gerusalemme, alla Grecia e alla Turchia del secolo scorso. In cinque conversazioni, Yehosua si avventura così nel romanzo storico per rispondere alla domanda: come il passato ebraico ha determinato l’Israele di oggi?
**

Il significato dell’esistenza

Con la benedizione del grande Indro Montanelli, Frutteto e Lucentini – autori e protagonisti di questo romanzo – si cimentano nell’indagine di un «argomento grave, riservato per tradizione agli specialisti, filosofi, preti, scienziati-pensatori, alpinisti, carcerati redenti »: il significato dell’esistenza. Inizia così una vera e propria inchiesta giornalistica destinata a trasformarsi subito in un travolgente intreccio: sparizioni, rapimenti, rincorse, fughe, trabocchetti segnano a ritmo vertiginoso l’itinerario di E & L. verso oriente, lungo il quale incontrano, e interrogano, spie sovietiche, ammalianti avventuriere, pastori anglicani tormentosamente innamorati, efferati capicomitiva, subdoli indigeni… Un godibile racconto d’avventura, che è allo stesso tempo un’acuta parodia.

Il sigillo nero

Ivain, erede al trono dardanide, è costretto all’esilio, dopo la morte del padre e l’ascesa al trono della matrigna, la spietata Alinor. Fugge dall’Australia con Niarcus, astrologo e sapiente, riparando prima in Britannia e poi nella terra di Erin, presso la corte del re di Tara. Ivain, discendente di Dardas, capostipite della dinastia, è dotato di poteri sovrannaturali che gli derivano dal suo sangue semidivino. Da secoli i re dardanidi custodiscono la Pietra di Moor, un talismano potente quanto misterioso, che dopo la sua fuga è caduto nelle mani della regina Alinor, che ha un figlio, Aiglant, nato da una relazione incestuosa, che intende designare come proprio successore.
**

Il sigillo d’amore

La raccolta di novelle “Il sigillo d’amore” venne pubblicata per la prima volta nel 1926. A dare il titolo al libro è l’ultima storia, incentrata su una delle figure femminili sarde più conosciute, le cui vicende, sospese tra storia e leggenda, hanno stimolato l’interesse di scrittori ed intellettuali di ogni tempo: Adelasia di Torres.
Tra i vari autori che ebbero modo di studiare e raccontare al pubblico questa figura un posto d’onore lo merita Enrico Costa, del quale la Deledda si definì sempre una discepola. Infatti, lo scrittore sassarese dedicò un libro, a metà strada tra resoconto storico e romanzo, che ebbe un notevole successo in Sardegna e non solo, cui la scrittrice nuorese è debitrice.
La Deledda, con questa novella, si rifà quindi a una lunga tradizione letteraria non ancora del tutto esaurita. Grazie alle sue doti narrative ed alla sua incredibile creatività riesce a dipingere in maniera magistrale l’atmosfera medievale della Sardegna e a dare nuova vita alla famosa regina del Logudoro, senza cadere mai nella banalità e nel già sentito.
Oltre a Il sigillo d’amore, la presente raccolta contiene altre 27 novelle: Il portafoglio, A cavallo, Deposizione, La rivale, La sedia, La terrazza fiorita di rose, La palma, La tartaruga, Uccelli di nido, Cura dell’amore, Un pezzo di carne, Ecce Homo, Il nome del fiume, Biglietto per conferenza, Piccolina, Il nemico, Il tesoro degli zingari, Viali di Roma, Il vivo, Il pastore di anatre, Il figlio del toro, Lo spirito dentro la capanna, La prima confessione, Il leone, Acquaforte, Strade sbagliate e Mattino di giugno.
L’autrice
Grazia Deledda nacque a Nuoro nel 1871. Fu una scrittrice autodidatta. Cominciò la sua carriera narrativa collaborando con numerose riviste di costume e cultura.
Verso la fine dell’Ottocento, durante un breve soggiorno a Cagliari, incontrò Palmiro Madesani che divenne suo marito e col quale si trasferì a Roma. Nel 1926, unica donna in Italia, fu insignita del Premio Nobel per la Letteratura, per il suo senso artistico e le sue originali capacità creative. Visse nella capitale italiana sino al 1936, anno della sua morte.
La Deledda è autrice di numerosi romanzi, novelle, saggi e articoli di vario genere. Tra le sue opere più famose: Fiabe e leggende sarde, Tradizioni popolari di Nuoro in Sardegna, Elias Portolu, Canne al vento, Racconti sardi, La regina delle tenebre, La madre, Sole d’estate, Cosima quasi Grazia.
L’eBook
La presente edizione digitale, dotata di un sommario interattivo e di una nota introduttiva, è stata progettata per i dispositivi e le applicazioni Kindle. Il testo è stato sottoposto ad un attento lavoro di correzione ed è stato regolarizzato secondo le norme grafiche attualmente in uso, in modo da agevolarne la lettura e la fruizione.
**
### Sinossi
La raccolta di novelle “Il sigillo d’amore” venne pubblicata per la prima volta nel 1926. A dare il titolo al libro è l’ultima storia, incentrata su una delle figure femminili sarde più conosciute, le cui vicende, sospese tra storia e leggenda, hanno stimolato l’interesse di scrittori ed intellettuali di ogni tempo: Adelasia di Torres.
Tra i vari autori che ebbero modo di studiare e raccontare al pubblico questa figura un posto d’onore lo merita Enrico Costa, del quale la Deledda si definì sempre una discepola. Infatti, lo scrittore sassarese dedicò un libro, a metà strada tra resoconto storico e romanzo, che ebbe un notevole successo in Sardegna e non solo, cui la scrittrice nuorese è debitrice.
La Deledda, con questa novella, si rifà quindi a una lunga tradizione letteraria non ancora del tutto esaurita. Grazie alle sue doti narrative ed alla sua incredibile creatività riesce a dipingere in maniera magistrale l’atmosfera medievale della Sardegna e a dare nuova vita alla famosa regina del Logudoro, senza cadere mai nella banalità e nel già sentito.
Oltre a Il sigillo d’amore, la presente raccolta contiene altre 27 novelle: Il portafoglio, A cavallo, Deposizione, La rivale, La sedia, La terrazza fiorita di rose, La palma, La tartaruga, Uccelli di nido, Cura dell’amore, Un pezzo di carne, Ecce Homo, Il nome del fiume, Biglietto per conferenza, Piccolina, Il nemico, Il tesoro degli zingari, Viali di Roma, Il vivo, Il pastore di anatre, Il figlio del toro, Lo spirito dentro la capanna, La prima confessione, Il leone, Acquaforte, Strade sbagliate e Mattino di giugno.
L’autrice
Grazia Deledda nacque a Nuoro nel 1871. Fu una scrittrice autodidatta. Cominciò la sua carriera narrativa collaborando con numerose riviste di costume e cultura.
Verso la fine dell’Ottocento, durante un breve soggiorno a Cagliari, incontrò Palmiro Madesani che divenne suo marito e col quale si trasferì a Roma. Nel 1926, unica donna in Italia, fu insignita del Premio Nobel per la Letteratura, per il suo senso artistico e le sue originali capacità creative. Visse nella capitale italiana sino al 1936, anno della sua morte.
La Deledda è autrice di numerosi romanzi, novelle, saggi e articoli di vario genere. Tra le sue opere più famose: Fiabe e leggende sarde, Tradizioni popolari di Nuoro in Sardegna, Elias Portolu, Canne al vento, Racconti sardi, La regina delle tenebre, La madre, Sole d’estate, Cosima quasi Grazia.
L’eBook
La presente edizione digitale, dotata di un sommario interattivo e di una nota introduttiva, è stata progettata per i dispositivi e le applicazioni Kindle. Il testo è stato sottoposto ad un attento lavoro di correzione ed è stato regolarizzato secondo le norme grafiche attualmente in uso, in modo da agevolarne la lettura e la fruizione.

La sicurezza informatica è come il sesso sicuro bisogna metterli in pratica per evitare le infezioni

Proteggete il vostro computer, le vostre informazioni di valore e le foto senza dilapidare il budget o pagare un esperto.
Che cosa succede se un paio di nuove abitudini riducono drasticamente le possibilità del sistema di essere infettato da un virus o attaccato da un hacker? Immaginate la navigazione sul web senza preoccuparvi del terrore delle frodi con la carta di credito o del furto di identità? E se fosse possibile tenere i cattivi alla larga con un paio di semplici applicazioni?
Esperto di Sicurezza e Dirigente Informatico, Richard Lowe, propone i semplici passi da seguire per proteggere i vostri computer, foto e informazioni da malintenzionati e virus. Utilizzando esempi di facile comprensione e spiegazioni semplici, Lowe spiega perché agli hacker interessa il vostro computer, che cosa se ne fanno delle vostre informazioni e cosa dovete fare per tenerli a bada. Lowe risponde alla domanda: come restare al sicuro nel selvaggio west di internet.
Cosa imparerete leggendo questo libro?
* Cosa accidenti stanno tentando di fare gli hacker con il vostro computer e i vostri dati?
* Come proteggere il vostro computer dai virus.
* Il modo migliore per tenere i vostri account online al sicuro dagli hacker cattivi.
* Come tenere i vostri dati e le foto al sicuro dai computer che si bloccano e dai disastri.
* Come evitare che gli intrusi utilizzino la vostra rete wireless per violare il vostro computer.
* Come proteggervi sulla rete Wi-Fi. del bar.
* Come utilizzare in sicurezza il computer di un hotel o un computer pubblico.
* Come costruire un firewall intorno al vostro computer per tenere fuori i malintenzionati.
* Come proteggere il vostro computer dai virus utilizzando un antivirus.
* Come rendere sicura la vostra rete domestica.
* E molti, molti altri suggerimenti e tecniche per tenere i vostri dati, il vostro credito e la vostra vita al sicuro.
Acquistate questo libro ADESSO prima che sia troppo tardi!
**
### Sinossi
Proteggete il vostro computer, le vostre informazioni di valore e le foto senza dilapidare il budget o pagare un esperto.
Che cosa succede se un paio di nuove abitudini riducono drasticamente le possibilità del sistema di essere infettato da un virus o attaccato da un hacker? Immaginate la navigazione sul web senza preoccuparvi del terrore delle frodi con la carta di credito o del furto di identità? E se fosse possibile tenere i cattivi alla larga con un paio di semplici applicazioni?
Esperto di Sicurezza e Dirigente Informatico, Richard Lowe, propone i semplici passi da seguire per proteggere i vostri computer, foto e informazioni da malintenzionati e virus. Utilizzando esempi di facile comprensione e spiegazioni semplici, Lowe spiega perché agli hacker interessa il vostro computer, che cosa se ne fanno delle vostre informazioni e cosa dovete fare per tenerli a bada. Lowe risponde alla domanda: come restare al sicuro nel selvaggio west di internet.
Cosa imparerete leggendo questo libro?
* Cosa accidenti stanno tentando di fare gli hacker con il vostro computer e i vostri dati?
* Come proteggere il vostro computer dai virus.
* Il modo migliore per tenere i vostri account online al sicuro dagli hacker cattivi.
* Come tenere i vostri dati e le foto al sicuro dai computer che si bloccano e dai disastri.
* Come evitare che gli intrusi utilizzino la vostra rete wireless per violare il vostro computer.
* Come proteggervi sulla rete Wi-Fi. del bar.
* Come utilizzare in sicurezza il computer di un hotel o un computer pubblico.
* Come costruire un firewall intorno al vostro computer per tenere fuori i malintenzionati.
* Come proteggere il vostro computer dai virus utilizzando un antivirus.
* Come rendere sicura la vostra rete domestica.
* E molti, molti altri suggerimenti e tecniche per tenere i vostri dati, il vostro credito e la vostra vita al sicuro.
Acquistate questo libro ADESSO prima che sia troppo tardi!

Siberiana

###
Sulla linea ferroviaria più lunga del mondo, che da Mosca arriva al Mar del Giappone, un gruppo di scrittori e giornalisti italiani attraversa la Russia asiatica. In occasione della Fiera del libro di Mosca, la delegazione viene accompagnata attraverso i profondi cambiamenti della Russia, dal centro alle periferie dell’impero, cinque fusi orari e seimila chilometri da Mosca. La convivenza nei vagoni della Transiberiana, affacciati per centinaia di chilometri sui boschi di betulle, trasforma presto gli ospiti in una brigata allegra che colora il viaggio dei toni di un’inattesa gita scolastica. La cronaca di Luciana Castellina ha la ricchezza di uno scavo archeologico – e come quello riserva molte sorprese – attraverso i diversi strati che l’aspra terra siberiana rivela allo sguardo acuto della scrittrice: all’esplorazione di un presente aperto e contraddittorio si sovrappongono la memoria personale di una testimone appassionata e la storia di popoli, avvenimenti e personaggi scoperti tra le pieghe del passato. Al ritorno, restano alla viaggiatrice un agrodolce “mal di Russia” e il “rovello che ti lascia una società difficile da capire. E infatti, poi, non si smette di cercare”.

Siamo solo amici

Giacomo è un portiere d’albergo veneziano. Rafael è un ex portiere di calcio brasiliano. L’essere stati davanti a una porta è l’unica cosa che hanno in comune: lontani di età, di carattere, di trascorsi. Ma sono entrambi a un appuntamento con il destino. Il primo sta per rivedere quella che crede la donna della sua vita, dopo cinque anni di attesa: una signora di Torino sposata e benestante – il suo mantra è “non si bada a spese” – eternamente in conflitto tra i precetti religiosi e quelli astrali. Il secondo è all’inseguimento di un’attrice di telenovela in fuga dal personaggio che le ha rubato l’anima: Carmelinda Dos Santos.
In un incontro casuale, e a volte surreale, Giacomo e Rafael si aiuteranno a vicenda a capire chi sono veramente e cosa desiderano, instaurando un rapporto speciale e a tratti equivoco, in cui entrambi dovranno mettere in discussione se stessi e le proprie certezze. A sparigliare i piani, in una storia di sapore squisitamente teatrale, ci si metteranno una prostituta d’alto bordo che pensa di assomigliare a Gesù e una giovane cassiera ostaggio della famiglia meridionale e dei look di Lady Gaga. Sullo sfondo, oltre il viavai dei clienti che transitano dall’hotel, una Venezia tratteggiata come un acquerello, lontana dalle vedute da cartolina, in cui la gente parla ancora in dialetto, ha paura degli stranieri e non sa rinunciare a un prosecco prima di cena.
*Siamo solo amici* è una commedia agrodolce sulla difficoltà di comunicare e sulle possibilità di amare. E mentre la memoria si diverte a giocare brutti scherzi ai protagonisti, sarà solo l’istinto a salvarli, tra sorrisi e lacrime.

Si vede che era destino

”Stamattina mi sono svegliato con un’idea folle,

inattuabile. Fare una festa per il mio quarantesimo

compleanno e invitare tutte le donne che

ho avuto. Tutte. Ma proprio tutte.”

Michele sta per compiere quarant’anni. è Ferragosto,

fa caldo. Lui è rimasto in città perché

deve consegnare un lavoro. È un lavoro importante,

a cui tiene. Ma non riesce a concentrarsi,

la distrazione è la più irresistibile delle

tentazioni. Soprattutto da quando gli è venuta

questa idea della festa. Folle, inattuabile. Ma

se gli è venuta ci sarà un perché.

Allora si mette a fare un elenco, una lista. Fa

un po’ squallido, è vero, ma è necessario. Quella

della prima cotta al mare, Linda di Città

di Castello, quella della prima volta e basta,

quella che gli ha spezzato il cuore, quella che

sembrava quella giusta, tutti dicevano che era

quella giusta… Michele si perde, ricorda, racconta.

Un poco, forse senza volere, si vanta (è

un uomo, gli scappa). Rachele, Melissa, Luce,

Thea. E poi Sandra. Che da quanto ci pensa,

da come gli ritorna sempre in mente, si capisce

subito che ha qualcosa di diverso dalle altre.

L’idea gli sembra sempre meno folle, questa festa

dopo tutto si potrebbe pure fare per davvero.

Basta mettersi a cercarle, scoprire che fine

hanno fatto, come sono diventate dopo tanti

anni. Basta mettersi in gioco, ammettere che

nella vita non tutto si riesce a pianificare, che

certe volte è il destino che comanda.

Chi legge si diverte, si commuove, si emoziona.

Entra dentro la testa di un uomo, entra dentro

il suo cuore. E ci trova le sue paure, i suoi

vizi, le sue debolezze, il suo modo di amare.

(source: Bol.com)

Si spengono le stelle

* York è un’inquieta città di frontiera da poco annessa alla Colonia della Massachusetts Bay, dove la legge è esercitata secondo una rigida morale puritana.

Primogenita di Mary e Robert Walcott, capo della corporazione commerciale, Susannah è tormentata da un selvaggio bisogno d’indipendenza che la rende insofferente alle autorità e la porta a rifugiarsi negli antichi insegnamenti della sua vecchia nutrice indiana, Nagi, dalla quale ha imparato a scorgere in ogni cosa la profonda armonia del cosmo. Ma proprio il forte legame con la cultura dei nativi costa a Suze l’avversione dei suoi coetanei, che la accusano di essere strana, pericolosa, e per questo la schivano. Tutti tranne uno, il fragile e misterioso Angus Stone, che appare determinato a sfidare qualunque pregiudizio pur di averla.

Le cose cambiano quando Robert viene inviato a Boston per presiedere il Congresso coloniale: mentre a York le stelle della ragione cominciano a spegnersi, Rob realizza di trovarsi nel mezzo di una spietata cospirazione tesa a inasprire odio e paura verso i ”selvaggi”. Il conflitto tra coloni e nativi assume così il valore di uno scontro fra bene e male che coinvolgerà proprio Susannah, ignara custode di un grande segreto.

Si spengono le stelle è un thriller stupefacente sulla Nuova Inghilterra di fine Seicento, che indaga uno dei periodi più cupi della storia americana a colpi di miracolose incursioni nei temi classici della letteratura fantastica. Ne emerge una grandiosa allegoria della civiltà contemporanea, che rivela una nuova, formidabile e poliedrica voce della narrativa italiana, capace di scolpire magistralmente luoghi e personaggi, di esplorare le terre di confine tra i generi e di intrecciare passato e presente, modernità e tradizione, racconto individuale e Storia collettiva in una miscela esplosiva.

(source: Bol.com)

Lo show dei tuoi sogni

Lo show dei tuoi sogni è la storia di un uomo che riesce a ipnotizzare una nazione intera facendole sognare quello che vuole lui. Sarà possibile uscirne e suonare la sveglia?

(source: Bol.com)