47905–47920 di 68366 risultati

Bliss – Il miliardario, il mio diario ed io, 2

Benvenuti nel secondo volume di Il miliardario, il mio diario ed io, il diario di Emma Green: quando il principe azzurro si trasforma in principe delinquente, troppo bello per essere onesto…   Emma è un’autrice di romanzi d’amore di successo che non ha mai incontrato il principe azzurro. Lei preferisce inventarli, scriverli, dar loro le sembianze di affascinanti miliardari e sognarli sulla carta. Quando un bel giorno incontra davvero uno di tali esemplari, deve affrontare la dura realtà: certo è sexy, misterioso e bello da morire, ma anche arrogante, con un ego sovradimensionato e il mondo ai suoi piedi. Adesso tocca a lei!   ***   Scoprite il nuovo romanzo di Emma Green, l’autrice di Cento sfaccettature di Mr. Diamonds, Io+Te, Call me Baby e Call me Bitch, n°1 delle vendite su Kindle!   Il miliardario, il mio diario ed io, volume 2 su 12.   Questa edizione è completa e non censurata, non ci sono scene tagliate.

Bliss – Il miliardario, il mio diario ed io, 10

Benvenuti nel decimo volume di Bliss. Il miliardario, il mio diario ed io, il diario di Emma Green: quando i tradimenti rimettono tutto in discussione…Emma è un’autrice di romanzi d’amore di successo che non ha mai incontrato il principe azzurro. Preferisce inventarli, scriverli, farli scivolare nei panni di miliardari affascinanti e sognarli sulla carta. Quando un giorno incontra davvero uno di questi esemplari, deve affrontare la dura realtà: sexy, misterioso, bello da morire, sì… ma del genere arrogante, con un ego sovradimensionato e il mondo ai suoi piedi. Ma questa volta, tocca a lei!***Scoprite il nuovo romanzo di Emma Green, l’autrice di Cento sfaccettature di Mr Diamonds, Io + te, Call me baby e Call me bitch, n°1 delle vendite sul Kindle!Bliss. Il miliardario, il mio diario ed io volume 10 su 12.
(source: Bol.com)

Black Touch

Cosa potranno mai avere in comune Sarah e Eva, due anime pure e tormentate, dalla violenza nel loro passato, e Daniel e Sebastian, due fratelli, giovani imprenditori miliardari, bellissimi e misteriosi, a cui non manca nulla… o forse sì, la cosa più importante… Eva, è alla ricerca del suo grande amore, invece Sara, grazie al suo tormentato passato, non ci crede più. Proprio per questo, si mettono alla prova e si iscrivono ad una chat di incontri. E’ lì, che conosceranno i due fratelli Astolfi, abituati ad avere tutte le donne ai loro piedi, sottomesse e a usarle e condividerle, senza creare alcun legame con loro. Inizia così la loro avventura: le due ragazze si accorgeranno di essere incredibilmente attratte da loro. Accetteranno Sarah e Eva, di far parte per un mese soltanto, delle loro vite? E soprattutto: alle loro condizioni? I due uomini saranno in grado di portare a galla i loro desideri più nascosti. Si scontreranno, si sfideranno, nel superare i loro limiti! Chi sarà il vero sottomesso? Chi vincerà tra loro? Saranno Sebastian e Daniel ad averla vinta, o sarà l’amore a trionfare?

(source: Bol.com)

Il bistrò dei libri e dei sogni

Nel cuore di Milano c’è un delizioso bistrò, con grandi librerie di legno da cui si affacciano centinaia di volumi e l’aria che profuma di torte. Il posto ideale per rilassarsi sorseggiando del tè o magari, con un calice di vino bianco in mano, chiacchierare, lavorare, e intanto lasciarsi consigliare romanzi, saggi, fumetti da Petra, la proprietaria: quarant’anni da un po’ e una disordinata massa di capelli che porta con orgoglio. Ogni giovedì sera, nella luce soffusa del suo Bistrò dei Libri e dei Sogni, Petra ospita un corso di Scrittura Creativa. Con lei, Armando, medico in pensione novantenne, dall’animo frivolo e lo sguardo da bambino, appassionato di tip-tap; Blanche, boccoli in stile Shirley Temple, architetto mancato, di mestiere imbianchina e ideatrice di fiabe; Linda, domestica e babysitter dal sorriso cauto e lo sguardo saggio da divinità inca; e poi lui, Dylan Altieri, l’eccentrico e affascinante insegnante. Alto, dinoccolato, occhi azzurri, viso scarno e capelli folti, appena brizzolati, e l’aria di chi ha sempre occupato posti di comando e che ora ha scoperto la meraviglia di perdersi in un sorso di cioccolata calda, accoccolato in una poltroncina anni Venti di un bistrò. Cinque bizzarri quanto speciali protagonisti, ognuno alla ricerca del proprio sogno tra le pagine di un libro. Perché i libri, si sa, sono degli incredibili, splendidi, stupefacenti contenitori di sogni: i sogni di chi li scrive, e i sogni di chi li legge. Dall’autrice del bestseller Cinquanta sbavature di Gigio, un irresistibile, ironico e irreverente romanzo che vi farà sorridere e sognare.
**
### Sinossi
Nel cuore di Milano c’è un delizioso bistrò, con grandi librerie di legno da cui si affacciano centinaia di volumi e l’aria che profuma di torte. Il posto ideale per rilassarsi sorseggiando del tè o magari, con un calice di vino bianco in mano, chiacchierare, lavorare, e intanto lasciarsi consigliare romanzi, saggi, fumetti da Petra, la proprietaria: quarant’anni da un po’ e una disordinata massa di capelli che porta con orgoglio. Ogni giovedì sera, nella luce soffusa del suo Bistrò dei Libri e dei Sogni, Petra ospita un corso di Scrittura Creativa. Con lei, Armando, medico in pensione novantenne, dall’animo frivolo e lo sguardo da bambino, appassionato di tip-tap; Blanche, boccoli in stile Shirley Temple, architetto mancato, di mestiere imbianchina e ideatrice di fiabe; Linda, domestica e babysitter dal sorriso cauto e lo sguardo saggio da divinità inca; e poi lui, Dylan Altieri, l’eccentrico e affascinante insegnante. Alto, dinoccolato, occhi azzurri, viso scarno e capelli folti, appena brizzolati, e l’aria di chi ha sempre occupato posti di comando e che ora ha scoperto la meraviglia di perdersi in un sorso di cioccolata calda, accoccolato in una poltroncina anni Venti di un bistrò. Cinque bizzarri quanto speciali protagonisti, ognuno alla ricerca del proprio sogno tra le pagine di un libro. Perché i libri, si sa, sono degli incredibili, splendidi, stupefacenti contenitori di sogni: i sogni di chi li scrive, e i sogni di chi li legge. Dall’autrice del bestseller Cinquanta sbavature di Gigio, un irresistibile, ironico e irreverente romanzo che vi farà sorridere e sognare.
### Dalla seconda/terza di copertina
**Rossella Calabrò**, di fede pandorista ortodossa, ama leggere, dormire, ridere, ballare. Parla fluentemente il gattese e traduce il clorofilliano a occhi chiusi. Di mestiere scrive libri e insegna scrittura creativa, perché a fare l’assaggiatrice di pandori o la ballerina non c’è riuscita. Per Sperling & Kupfer ha pubblicato i bestseller Cinquanta sbavature di Gigio, Cinquanta smagliature di

Bisogno di libertà

“Non si nasce liberi, lo si diventa”, e non basta né desiderarlo, né sognarlo, né avere la sensazione di esserlo, per diventarlo realmente: essere liberi è una conquista continua, e precaria, che dura tutta una vita. Ed è la sua vita che Björn Larsson sceglie questa volta di raccontarci ad exemplum, il suo apprendistato di quella libertà che è poi il tema di fondo di tutti i suoi romanzi e il filo rosso che unisce i suoi multiformi personaggi, che siano il pirata Long John Silver, MacDuff, Inga o il capitano Marcel. Se già nella Saggezza del mare ci ha rivelato quanto un’esistenza nomade e vagabonda a bordo di una barca, lontana dalle convenzioni e dal superfluo, possa essere un antidoto alla schiavitù della routine e dei condizionamenti, qui Larsson si spinge ancora più in là e più a fondo nella sua riflessione. Dal bambino che non piange la morte del padre, al ragazzo che marina la scuola per seguire un suo percorso di studi, al giovane che preferisce la prigione alla cieca disciplina del servizio militare, allo scrittore combattuto tra il vivere e lo scrivere, attraverso i continui viaggi tra terra e mare, amicizie vere e amori che mettono a repentaglio la sua viscerale indipendenza, ci offre il suo vissuto, non per darci di sé un ritratto ideale, anzi con un’onestà e un rigore che sono già di per sé una lezione di libertà intellettuale, ma per passarci quanto la vita gli ha insegnato sul cammino. Che la libertà esige parità e reciprocità, che non è raggiungibile senza immaginazione e sogni, ma anche senza realismo e disciplina, che è di natura solitaria e deve fare compromessi con l’amore, che la dote principale di cui ha bisogno è il coraggio: di non fare come gli altri, non seguire mode, uniformi, ipocrisie e di saper anche, in un’epoca di proclamato individualismo e di reale conformismo, levare la propria voce contro per ricordare il bisogno di amicizia, di tolleranza e di solidarietà.

Biscayne Bay

Mid Stranahan, quarantaduenne ex investigatore, della Florida; vive tranquillo a Biscayne Bay, in una palafitta. Fino al giorno in cui compare all’improvviso un uomo intenzionato ad ucciderlo. Ma non ci riesce, anzi, è Mick che lo elimina infilzandolo con un pesce spada imbalsamato e buttandone poi il corpo nella baia. Ma chi è quell’uomo? E perché è venuto da lui? Mick inizia ad indagare e le sue ricerche lo portano a rivangare il caso di un rapimento accaduto quattro anni prima e rimasto insoluto. Da questo passato emergono personaggi singolari: un chirurgo plastico di grande fama, ma di mano malferma, un avvocato specialista in recuperi per danni personali; un giornalista pomposo e vanitoso; un uomo alto più di due metri che tutti chiamano Chemio e infine giudici e uomini politici corrotti. Per non parlare di un barracuda. Un romanzo delizioso, un’allegra smargiassata, una storia un po’ stralunata e pazzoide, sostenuta da una scrittura rapida ed effervescente e da una scatenata fantasia. Insamma un divertimento garantito.

Biografia della fame

Il tredicesimo libro di Amélie Nothomb è un'autentica, singolare, eccentrica, pirotecnica, toccante autobiografia. Episodi a volte buffi e commoventi, a volte drammatici, che tratteggiano gli anni del nomadismo familiare in paesi esotici, al seguito del padre diplomatico: Giappone, Cina, Bangladesh… I problemi di rapporto con se stessa e con gli altri… Il tutto consumato in una divorante fame di vita e di esperienze.

La bilancia

Dalla fine degli anni Ottanta la storia ha subito un’accelerazione che non accenna a fermarsi, e che ciascuno di noi verifica quotidianamente. Con la caduta del muro di Berlino il mondo è cambiato, gli assetti internazionali sono entrati in crisi sotto i colpi di quelle che Hegel avrebbe definito le dure repliche della storia; nuovi equilibri si sono affermati e altri sono ancora in via di assestamento. Alcuni dei concetti centrali della nostra politica, nati dai grandi sistemi filosofici, come quelli di Stato e democrazia, sono stati messi in discussione mentre si sono imposti temi nuovi: la pena di morte, la giustizia, l’eutanasia, il concetto di “guerra giusta”, le grandi questioni sociali come la paura diffusa, le molte dipendenze, gli attriti tra Nord e Sud del mondo. Con questo saggio ormai divenuto un classico, Emanuele Severino ha gettato una luce nuova su idee ed eventi che sembravano sfuggire a ogni logica dopo la svolta epocale del 1989, fornendoci una chiave d’interpretazione originale e illuminante.
(source: Bol.com)

Un bicchiere di veleno

Il primo caso di Annette e Fabrice sembra davvero senza soluzione. La ricca contessa Blumier infatti è morta e, per una strana coincidenza, il signor Deloffre, che ha partecipato a una vacanza insieme a lei, è accusato di duplice omicidio. Che i due misteri siano collegati? C’è materia sufficiente perché i detective di vicolo Voltaire si mettano in azione! Età di lettura: da 9 anni.
**

Il bicchiere della staffa

Le loro strade si incorociano di nuovo dopo vent’anni: Agathe, Nicolas, Christian e Amélie erano compagni di liceo e di militanza politica, hanno alle spalle un passato di ideali, il ’68 con la sua scia di delusioni, poi la fine di tutto e il risorgere sotto altre spoglie. Adesso, nella Parigi di Mitterand, tutti in qualche modo sono riusciti a sfondare. Chi si dedica alle speculazioni finanziarie, chi è entrato in politica, chi alleva cavalli, chi è diventato assassino. E una cosa non esclude l’altra. Su di loro si concentrano i sospetti della polizia dopo una serie di delitti legati al mondo delle corse dei cavalli: in un ippodromo viene trovato il cadavere di una spacciatrice; qualche giorno dopo due purosangue muoiono nell’incendio di un centro ippico.

La Biblioteca perduta dell’alchimista

EDIZIONE SPECIALE: CONTIENE UN ESTRATTO DI L’ABBAZIA DEI CENTO PECCATI Un autore da oltre un milione di copie nel mondo Un grande thriller dall’autore del bestseller Il mercante di libri maledetti È la primavera del 1227 e la regina di Castiglia è scomparsa in modo misterioso. Strane voci corrono per il regno e alcuni parlano di un intervento del Maligno. L’unico in grado di risolvere l’enigma è Ignazio da Toledo, grande conoscitore dei luoghi e delle genti grazie ai suoi numerosi viaggi tra Oriente e Occidente e alla sua capacità di risolvere arcani e antichi misteri. A Cordoba, dove Ignazio viene convocato, incontra un vecchio magister che gli parla di un libro che tutti stanno cercando e che potrebbe dargli indizi sull’accaduto. Ma il giorno dopo verrà trovato morto avvelenato. Le ricerche del mercante di reliquie partono subito fino al rinvenimento del mitico Turba philosophorum, un manoscritto attribuito a un discepolo di Pitagora, che conserva l’espediente alchemico più ambito al mondo: la formula per violare la natura degli elementi. Una nuova avvincente avventura del mercante di reliquie Ignazio da Toledo ‘Un rigoroso intrigo medievale.’ Corriere della Sera ‘Marcello Simoni ha fatto il botto.’ Sette – Corriere della Sera ‘Il bestseller venuto dal passaparola.’ La Stampa ‘Immaginate un’atmosfera tipo Il nome della rosa: questo è il favoloso mondo di Marcello Simoni.’ Vanity Fair ‘Chi cerca avventura e mistero verrà accontentato.’ Tuttolibri, La Stampa Marcello SimoniÈ nato a Comacchio nel 1975. Ex archeologo e bibliotecario, laureato in Lettere, ha pubblicato diversi saggi storici; con Il mercante di libri maledetti, romanzo d’esordio, è stato per oltre un anno in testa alle classifiche e ha vinto il 60° Premio Bancarella. I diritti di traduzione sono stati acquistati in diciotto Paesi. Con la Newton Compton ha pubblicato La biblioteca perduta dell’alchimista, Il labirinto ai confini del mondo, secondo e terzo capitolo della trilogia del famoso mercante, L’isola dei monaci senza nome, con il quale ha vinto il Premio Lizza d’Oro 2013, e L’abbazia dei cento peccati. Nella collana Live è uscito I sotterranei della cattedrale.

(source: Bol.com)

La Bibbia Oscura

Tommaso Santini, insieme al Sanctum Consilium Solutionum, viene chiamato nuovamente a risolvere un misterioso caso che mina le radici della Chiesa. Trentatre anni prima, il seme di un ragazzo posseduto dal Demonio, viene prelevato per fecondare una giovane donna, nove mesi dopo nasce Belial Bompiani. Una Setta satanica ha fatto di Belial il nuovo Anticristo, forte di un testo profano chiamato: La Bibbia Oscura. Una nefasta profezia renderà Belial, al compimento del suo trentatreesimo anno di vita, uno strumento distruttivo che vorrà colpire mortalmente la Chiesa facendo uso di quell’esecrabile testo. Ancora una volta il Risolutore si troverà di fronte a un nemico indicibile. A Santini il compito di uccidere Belial Bompiani prima che compia il trentatreesimo anno di vita.
La storia narrata si basa su di una profezia di Nostradamus, tra l’altro realmente professata nella Quartina VIII.77 e IX.99, che annuncia l’avvento dell’Anticristo in terra all’inizio del terzo millennio. Colui che sarà l’Anticristo, al compimento del trentatreesimo anno di vita, trarrà i suoi poteri attraverso l’ausilio di un nefasto libro: la Bibbia Oscura. La profezia indica che, con l’avvento di tale inquietante figura, avverrà la distruzione della Santa Sede e provocando l’abominio della desolazione e la devastazione della terra con eventi catastrofici di entità enorme.
A Tommaso Santini, il “Risolutore”, verrà dato incarico di capire e trovare chi può essere l’uomo che incarna il figlio di Satana e di ucciderlo prima che possa compiere il trentatreesimo anno di vita.

Beyond: Sei come il sole

**A furia di cercare risposte, talvolta, si trova l’amore…**
Olivia Clark ha commesso molti errori nella sua vita. Quelli più significativi sono stati andare a letto con il fratello della sua migliore amica – sicura che non ci sarebbe stata una seconda volta, non provando nulla all’infuori della semplice attrazione – e aver continuato a cercare su Internet informazioni sul conto di Ryan Torricelli, attirando l’attenzione della polizia e dei criminali.
Lui, agente sotto copertura dell’OCCB, cambiata identità, dopo che tutti lo credono morto da oltre quattro anni, compreso il mandante della sua uccisione, è assuefatto alla giustizia a causa delle manovre militari, spesso, ingiuste, non è abituato ad affezionarsi alle donne ma baratterebbe, senza esitazione, la sua felicità con quella del piccolo Jake.
E se Olivia diventasse all’improvviso un’esca del Governo per attirare il nemico?
E se alla promessa di non tornare mai più fosse impossibile mantenere la parola data?
L’attesa del ritorno, i baci che tolgono il fiato, corpi simili che si cercano nel buio per sentirsi meno soli e al freddo, gli spari di una semiautomatica che risuonano prima di una fuga improvvisa a New York per chiudere con il passato e sperare che, oltre le nuvole, ci sia davvero il sole.
Al termine del romanzo è allegata una novella i cui protagonisti sono Mike e Gwen di Black Jack e Chasing Love. * **
Dall’autrice di **Black Jack – Il gioco del perdono**, **Chasing Love: Il gioco degli errori**, **Profumo d’amore a New York** , **Regalami un sorriso** e **Stocaxxo che ti amo**. ***
**
### Sinossi
**A furia di cercare risposte, talvolta, si trova l’amore…**
Olivia Clark ha commesso molti errori nella sua vita. Quelli più significativi sono stati andare a letto con il fratello della sua migliore amica – sicura che non ci sarebbe stata una seconda volta, non provando nulla all’infuori della semplice attrazione – e aver continuato a cercare su Internet informazioni sul conto di Ryan Torricelli, attirando l’attenzione della polizia e dei criminali.
Lui, agente sotto copertura dell’OCCB, cambiata identità, dopo che tutti lo credono morto da oltre quattro anni, compreso il mandante della sua uccisione, è assuefatto alla giustizia a causa delle manovre militari, spesso, ingiuste, non è abituato ad affezionarsi alle donne ma baratterebbe, senza esitazione, la sua felicità con quella del piccolo Jake.
E se Olivia diventasse all’improvviso un’esca del Governo per attirare il nemico?
E se alla promessa di non tornare mai più fosse impossibile mantenere la parola data?
L’attesa del ritorno, i baci che tolgono il fiato, corpi simili che si cercano nel buio per sentirsi meno soli e al freddo, gli spari di una semiautomatica che risuonano prima di una fuga improvvisa a New York per chiudere con il passato e sperare che, oltre le nuvole, ci sia davvero il sole.
Al termine del romanzo è allegata una novella i cui protagonisti sono Mike e Gwen di Black Jack e Chasing Love. * **
Dall’autrice di **Black Jack – Il gioco del perdono**, **Chasing Love: Il gioco degli errori**, **Profumo d’amore a New York** , **Regalami un sorriso** e **Stocaxxo che ti amo**. ***

Betrayed. La casa della notte

“Mi chiamo Zoey, ho sedici anni e mi sto trasformando. Come tutti i ragazzi che hanno ricevuto il Marchio – una mezzaluna blu tatuata sulla fronte – tra qualche anno diventerò un vampiro. Oppure morirò. Per sempre. Ma al momento ho altro cui pensare. Da quando sono stata nominata capo delle Figlie Oscure, il club più esclusivo della Casa della Notte, altrimenti nota come Scuola Superiore per Vampiri, ho il mio bel daffare a rendere questa setta di ragazzine spocchiose e arroganti un vero club, in cui chiunque possa sentirsi accettata. Perché io so cosa significa essere emarginati. Nella mia vita da umana lo sono sempre stata. E anche qui, comunque, sono “diversa”, perché il mio Marchio è simile a quello di un vampiro adulto e mi conferisce poteri straordinari. Tuttavia mi procura anche parecchi guai. E poi, da qualche tempo, vedo strane creature che camminano nel giardino della scuola, come se fossero sonnambule. All’inizio pensavo che fossero frutto della mia immaginazione ma, adesso che alcuni adolescenti umani sono svaniti nel nulla, sto cominciando a preoccuparmi. La gente pensa che sia colpa dei vampiri. Ma io so che non è così. Ci sono loro dietro tutto questo. E io li devo fermare, prima che facciano del male alle persone che amo…”.

Berlinguer e la fine del comunismo

Per la prima volta uno storico italiano si misura con la figura ingombrante e impegnativa di Enrico Berlinguer. Ricostruendo l’evoluzione della politica internazionale come pilastro portante della sua strategia, il terreno sul quale si cimentò nell’impresa impossibile di riformare il comunismo. E seguendo cosí il filo rosso del suo disegno politico, dalla stagione del ‘compromesso storico’ e dell’eurocomunismo fino a quella della ‘diversità’, della ‘questione morale’ e del pacifismo alla vigilia della morte. Silvio Pons conduce il lettore attraverso le vicende che videro l’ascesa e la sconfitta del PCI di Berlinguer, rivelandone aspetti sconosciuti e attingendo ad una ricchissima documentazione inedita, in un libro fondamentale per comprendere le radici ormai antiche di molte delle nostre attuali discussioni.

La personalità e l’azione di Enrico Berlinguer devono essere comprese alla luce del suo tentativo

di riformare il comunismo e al tempo stesso di presidiare i confini dell’identità comunista. Egli investí parte essenziale della propria politica nell’esigenza di fornire una risposta

al declino del comunismo: a questo asse furono correlate le strategie da lui seguite nelle diverse fasi storiche. La sua ambizione fu di realizzare

un nuovo modello di socialismo all’Ovest, in grado di cambiare

la cultura politica e i regimi all’Est. Tuttavia egli non seppe riconoscere che l’idea di una riforma

del comunismo rappresentava sempre piú un’illusione e che la crisi

del comunismo sovietico metteva

in discussione radicalmente anche

la tradizione e l’identità del PCI.

Fu questo decisivo fallimento a conferire a Berlinguer il carattere

di una figura tragica. Rendendo politicamente debole e contraddittoria la sua eredità, inadeguata

a fronteggiare la crisi dello stesso comunismo italiano.
(source: Bol.com)