47745–47760 di 68837 risultati

Dante, Paolo e Francesca

«Con questa “novella” ho cercato di raccontare come a mio avviso i sommi poeti – così come i grandi scrittori – siano capaci di trasformare ogni vicenda personale e quotidiana in arte sublime e universale, di compiere dunque una sorta di trasmutazione del metallo in oro, un’alchimia artistica che si allontana dalla concezione della “musa ispiratrice”.»
*Marco Vichi*
**
### Sinossi
«Con questa “novella” ho cercato di raccontare come a mio avviso i sommi poeti – così come i grandi scrittori – siano capaci di trasformare ogni vicenda personale e quotidiana in arte sublime e universale, di compiere dunque una sorta di trasmutazione del metallo in oro, un’alchimia artistica che si allontana dalla concezione della “musa ispiratrice”.»
*Marco Vichi*

DANTE I SEGRETI DEL IX GIRONE

Questo libro è il frutto della passione per Dante e dei mille misteri che circondano la sua vita e le sue opere.
Se sei rimasto perplesso per il titolo, (IX GIRONE E NON IX CERCHIO) beh è comprensibile… ma dopo tutto, avendo autopubblicato il libro, dovevo suscitare l’interesse…
Dante – i segreti del IX girone
In punto di morte Dante, confessa al suo fidato amico Francesco un grande ed oscuro segreto, rivelatogli da Lucifero nel IX cerchio, quando si trovava con Virgilio al suo cospetto.
Un era lontana e dimenticata, dove il tradimento più subdolo ebbe compimento.. il vero motivo per cui la luce di Lucifero divenne la tenebra dell’inferno… l’apocalisse è un evento temuto e futuro, o un racconto di ciò che in passato è già accaduto?
Quale grave colpa ha Lucifero per regnare negli inferi?
Buona lettura!
**
### Sinossi
Questo libro è il frutto della passione per Dante e dei mille misteri che circondano la sua vita e le sue opere.
Se sei rimasto perplesso per il titolo, (IX GIRONE E NON IX CERCHIO) beh è comprensibile… ma dopo tutto, avendo autopubblicato il libro, dovevo suscitare l’interesse…
Dante – i segreti del IX girone
In punto di morte Dante, confessa al suo fidato amico Francesco un grande ed oscuro segreto, rivelatogli da Lucifero nel IX cerchio, quando si trovava con Virgilio al suo cospetto.
Un era lontana e dimenticata, dove il tradimento più subdolo ebbe compimento.. il vero motivo per cui la luce di Lucifero divenne la tenebra dell’inferno… l’apocalisse è un evento temuto e futuro, o un racconto di ciò che in passato è già accaduto?
Quale grave colpa ha Lucifero per regnare negli inferi?
Buona lettura!

Il danno

Immediatamente, fin dalle prime frasi del romanzo, veniamo catturati dall’incessante lavorio di una mente sconvolta. È la mente dell’uomo che si presenta con queste parole: “Non sono morto nel mio cinquantesimo anno. E ora poche persone, tra quelle che mi conoscono, ritengono che questa non sia stata una tragedia”. Ed è quest’uomo, il protagonista, a narrarci la propria storia. La sua vita, dipanatasi su una superficie levigata – ha svolto una brillante carriera politica, ha sposato una donna intelligente e bella con la quale ha messo al mondo un figlio pieno di talento e una figlia dolcissima – è stata però costruita su un vuoto di passioni. È stato un “abile dissimulatore” che con facilità ha saputo svolgere il ruolo di figlio, marito, padre, politico, sempre con ottimi risultati. Fino a quando incontra una donna – strana, misteriosa e segnata dal proprio passato – che subito esercita su di lui un pericoloso potere. Un dominio sessuale e psicologico di fronte al quale egli soccombe senza riserve, nonostante lei l’abbia messo in guardia contro se stessa e lui sappia che rappresenta una minaccia per tutto il suo mondo poiché è la donna che il figlio intende sposare… Nell'”Universale Economica” il bestseller da cui Louis Malle ha tratto il film omonimo.
(source: Bol.com)

I dannati di Vlassov

Durante il conflitto in Europa, circa 3 milioni di russi affiancarono le forze armate di Hitler. Dal Caucaso ai Paesi baltici, dall’Ucraina alle pianure attraversate dal Don e dal Volga, si schierarono con gli invasori e presero le armi per battersi contro l’Armata Rossa. Quando fu evidente la sconfitta della Germania, masse di militari e civili provenienti dai territori occupati ad est dalla Wehrmacht preferirono seguire l’alleato in ritirata e rifugiarsi in occidente piuttosto che ritornare sotto il giogo di Stalin. Gli anglo-americani, cedendo alle pressioni di Mosca, consegnarono tutti i russi anticomunisti, contro la loro volontà e con cinismo, nelle mani del boia sovietico: cosacchi, baltici, caucasici, ucraini, donne, vecchi e bambini furono così condannati a morte certa, destinati a riempire fosse comuni o i campi dell’Arcipelago Gulag. Un’oscura e tragica pagina, in particolare quella dell’armata del generale Vlassov, ancora oggi poco conosciuta o ignorata, raccontata sulla base di un’attenta ricerca condotta su documenti, scritti, diari e testimonianze dell’epoca.

I dannati della terra

Nell’opera di Fanon, e in particolare in questo suo libro, si è realizzata la presa di coscienza del significato universale della rivoluzione dei popoli coloniali e dell’avvento del “terzo mondo” come protagonista della nuova storia. Anche se il libro getta le sue radici nella rivoluzione algerina, e si alimenta della sua straordinaria esperienza, esso trascende di gran lunga l’ambito di una particolare nazione, per studiare l’intero processo su un piano internazionale, che tende a dare alla storia un’universalità effettiva e a fare dell’umanità intera il suo soggetto consapevole. La prefazione è di Jean-Paul Sartre.

Dannate ragazze

Novembre 1991. La notte di Halloween Craig Ellison, star della squadra di basket della scuola superiore di Battle Creek, si avventura nel bosco da solo e scompare. Tre giorni dopo lo ritrovano con una pallottola in testa e una pistola in mano, e quel gesto all’apparenza inspiegabile sconvolge profondamente i membri di quella tranquilla cittadina della Pennsylvania, già turbati da voci inquietanti sulla presenza di sette sataniche nella zona.
Hannah Dexter, diciassettenne brillante ma solitaria, incontra Lacey Champlain poco tempo dopo la tragedia. Capelli nerissimi, look goth e una passione per Kurt Cobain che sfiora l’ossessione, Lacey è una ragazza carismatica e dal fascino perverso che si insinua nella vita e nella mente dell’impressionabile Dex, plasmandone il carattere a propria immagine e somiglianza fino a risvegliare una parte ribelle e oscura di lei che le trascina in una spirale di violenza sempre più febbrile e pericolosa.
Sconvolgente storia d’amore e di violenza, e al tempo stesso lucido ritratto di un’amicizia totalizzante e malata sullo sfondo claustrofobico di una cittadina di provincia, Dannate ragazze è una fotografia spietata e indimenticabile dell’adolescenza femminile: brave ragazze e ragazze perdute, forti e deboli, amiche e nemiche. Anime in fiamme che si levano sempre più alte… e talvolta svaniscono in una vampata.
“Singolarmente, due nessuno. Insieme, radioattive. Robin Wasserman cattura quell’istante dell’adolescenza in cui la tua migliore amica è tutto. Anche la tua fine.” –
Costanza Rizzacasa d’Orsogna, Corriere della Sera
**
### Sinossi
Novembre 1991. La notte di Halloween Craig Ellison, star della squadra di basket della scuola superiore di Battle Creek, si avventura nel bosco da solo e scompare. Tre giorni dopo lo ritrovano con una pallottola in testa e una pistola in mano, e quel gesto all’apparenza inspiegabile sconvolge profondamente i membri di quella tranquilla cittadina della Pennsylvania, già turbati da voci inquietanti sulla presenza di sette sataniche nella zona.
Hannah Dexter, diciassettenne brillante ma solitaria, incontra Lacey Champlain poco tempo dopo la tragedia. Capelli nerissimi, look goth e una passione per Kurt Cobain che sfiora l’ossessione, Lacey è una ragazza carismatica e dal fascino perverso che si insinua nella vita e nella mente dell’impressionabile Dex, plasmandone il carattere a propria immagine e somiglianza fino a risvegliare una parte ribelle e oscura di lei che le trascina in una spirale di violenza sempre più febbrile e pericolosa.
Sconvolgente storia d’amore e di violenza, e al tempo stesso lucido ritratto di un’amicizia totalizzante e malata sullo sfondo claustrofobico di una cittadina di provincia, Dannate ragazze è una fotografia spietata e indimenticabile dell’adolescenza femminile: brave ragazze e ragazze perdute, forti e deboli, amiche e nemiche. Anime in fiamme che si levano sempre più alte… e talvolta svaniscono in una vampata.
“Singolarmente, due nessuno. Insieme, radioattive. Robin Wasserman cattura quell’istante dell’adolescenza in cui la tua migliore amica è tutto. Anche la tua fine.” –
Costanza Rizzacasa d’Orsogna, Corriere della Sera

Dando buca a Godot

È difficile immaginare di leggere questo libro senza una matita e un taccuino a portata di mano. Perché il gioco linguistico, come la risata, è contagioso. E ciascuno potrà aggiungervi il proprio. Se Il fagiano Jonathan Livingstone (nel gioco sui titoli dei libri ‘meno ambiziosi’) vi pare offensivo, che dire di Un’email di Jacopo Ortis, o del Bulgakov degradato a Il supplente e Margherita? Se invece amate il cinema si può cominciare col Fellini dimezzato di Quattro piú. Su Twitter è anche nata una variante mescolando il titolo di diversi film, come nel capolavoro mai girato Tre metri sopra il cielo sopra Berlino o nell’ambiguo Un borghese piccolo piccolo grande uomo. Se si aggiunge una definizione si può rischiare con ‘Ti boccia già all’appello: Fotte prima degli esami’. E per i piú esperti, si continua con i tautogrammi, i falsi prefissi, i palindromi, gli acrostici, i falsi derivati, le parodie. Il mondo si deforma, perde per un attimo la sua identità, e di fronte a noi se ne spalanca uno parallelo, un po’ sghembo, assurdo, sorprendente, che prende forma nel nostro taccuino.
***
E ora, in ordine sparso, ecco alcuni fotogrammi:
ANCHE PRINCIPI E PRINCIPESSE INCANUTISCONO
…E vissero felici e con tinte.
***
IL CUOCO HA AVUTO LA PEGGIO NELLA ZUFFA
L’inguine al pesto.
***
LA CUGINA SPAGNOLA DI SHREK
Garcia l’Orca.
***
RITIRATA STRATEGICA
La strategia del bagno.
***
IL MOSCHETTIERE ILLUMINATO
Siddhartagnan.
***
NON CAPISCI DOVE ESATTAMENTE TI PRUDE?
Gratta, evinci.
(source: Bol.com)

Dance Dance Dance

Murakami Haruki in uniform edition Super ET, con le copertine di Noma Bar. *** Il protagonista, un giornalista free lance costretto dalle circostanze ad improvvisarsi detective, si muove tra cadaveri veri e presunti attraverso una Tokyo iperrealistica e notturna, una Sapporo resa ovattata da una nevicata perenne e la tranquillità illusoria dell’antica cittadina di Hakone. Una giovane ragazza dotata di poteri paranormali, lo accompagna nella sua ricerca. Ma troviamo anche una receptionist troppo nervosa, un attore dal fascino irresistibile, un poeta con un braccio solo; e un salotto, a Honolulu, dove sei scheletri guardano la televisione. Esiste un collegamento fra tutte queste cose, un senso anche per chi ha perso l’orientamento. L’unico modo per trovarlo è non avere troppa paura, e un passo dopo l’altro continuare a danzare.

Damian McQuaid: benvenuto a Los Angeles

Sono ancora molti a credere che si possa impunemente andare in giro per il mondo con 250.000 dollari di gemme in una valigetta, purché questa sia assicurata al polso di chi la porta da una solida catenella. Tra gli illusi, un certo Shimmy, un gioielliere che sta partendo da New York per Los Angeles: si sente in una botte di ferro e lo dice al suo amico Damian MacQuaid nel quale si imbatte al Kennedy Airport. Ma poco dopo, lo stesso MacQuaid trova Shimmy trucidato, in una cabina telefonica. E, ovviamente, la valigetta è sparita. Damian MacQuaid è un tenente della polizia di New York: scapolo, trentasette anni, undici di carriera, duro come un mastino, pertinace come un segugio. Il povero Shimmy non ce l’ha fatta a imbarcarsi per Los Angeles, ma ce la fa MacQuaid che, teoricamente, è in vacanza. A Los Angeles, si butta a capofitto nelle indagini, coadiuvato da un collega del luogo, e si addentra nella scura e pericolosa giungla del mercato dei preziosi, dove ormai è sicuro di trovare il bandolo della matassa. Non tarda ad accorgersi che la sua vita è in pericolo. Anche il suo cuore è insidiato, ma non «fisicamente»… bensì dai bellissimi occhi di una donna, sicché al gran finale il Nostro si troverà a fare il punto della propria personalità, a sottoporsi a un vero processo morale e professionale.

La dama tragica

In una magnifica Palermo barocca, pervasa dallo spirito di rinnovamento e di trasformazioni urbanistiche promosse dal Vicere Marcantonio Colonna, la giovane e bellissima Eufrosina Siragusa splende come una gemma preziosa ed irraggiungibile. Nobili, cavalieri e cortigiani vengono irrimediabilmente soggiogati dal suo fascino magnetico, ma solo uno riuscirà a vincere il suo cuore superbo. Sarà proprio quel Marcantonio Colonna che, sedotto dalla bellezza senza tempo della splendida donna, la trascinerà in un vortice di passione e delitti in nome di un amore tanto forte e spudorato quanto proibito e pericoloso. Personaggio realmente esistito, Eufrosina Siragusa, la “farfalla di morte”, come la definirà in suo saggio Leonardo Sciascia, quasi marchiata da un destino ineluttabile, lascerà dietro di sè una lunga scia di dolore e sangue in nome di quell’amore disperatamente ed inutilmente inseguito per tutta la sua tragica, breve vita.

Dama del peccato

Impegnata nella lotta per il riconoscimento dei diritti delle donne, Charlotte non esita a mettere da parte il decoro e a fare irruzione nella casa dell’avvocato Nathaniel Knightridge, impenitente rubacuori.
L’intenzione è conquistarlo alla sua nobile causa, ma, inaspettatamente, è Charlotte a essere conquistata dal fascino del principe del foro.
Pasionaria sì, eppure vulnerabile al più piacevole dei peccati…

La dama del diamante nero

Nell’Inghilterra di fine Ottocento, la duchessina Kyria Moreland è una giovane donna bellissima e spregiudicata. Indifferente al giudizio dell’alta società londinese, non si è sposata, e passa il suo tempo tra feste e ricevimenti, coltivando un’unica passione: il disegno di abiti e gioielli. Ma quando, durante i festeggiamenti per il matrimonio della sorella Olivia, uno sconosciuto le recapita uno scrigno d’avorio decorato da un gigantesco diamante nero, Kyria non esita a cercare di scoprirne le origini, incurante dei rischi e degli strani, pericolosi personaggi che tentano di portarglielo via. L’antico scrigno la trascinerà in una vicenda dai misteriosissimi contorni, tra antiquari senza scrupoli e monaci enigmatici. In questa irresistibile caccia al mistero Kyria non è da sola: un ricco e fascinoso americano è disposto a tutto pur di aiutarla. Rafe McIntyre rimane folgorato dai segreti dello scrigno non meno che dalla bellezza e dalla determinazione di Kyria. Insieme dovranno risolvere un enigma che affonda le proprie radici nel regno di Bisanzio.

Una dama da conquistare

Inghilterra, 1816
Lucas Paine, Marchese di Basingstoke, è un uomo d’azione, abituato ad affrontare intrighi e pericoli e animato dall’insaziabile desiderio di riabilitare il nome del padre, ingiustamente disonorato. Quando incontra Nicole Daughtry, a Londra per la sua prima stagione mondana, vede subito in quella fanciulla bellissima, ribelle e appassionata la complice ideale per mettere in atto la sua folle vendetta. Così, sapendo che lei sogna una vita libera e avventurosa, condita magari da un pizzico di pericolo, le propone uno scambio: avrà tutto ciò che desidera, e anche di più, se gli permetterà di recitare per qualche settimana il ruolo di suo “devoto pretendente”. I patti tra i due sono chiari: niente complicazioni sentimentali. Ma la passione divampa, e a poco a poco Lucas si ritrova a desiderare che la finzione si trasformi in realtà.
**
### Sinossi
Inghilterra, 1816
Lucas Paine, Marchese di Basingstoke, è un uomo d’azione, abituato ad affrontare intrighi e pericoli e animato dall’insaziabile desiderio di riabilitare il nome del padre, ingiustamente disonorato. Quando incontra Nicole Daughtry, a Londra per la sua prima stagione mondana, vede subito in quella fanciulla bellissima, ribelle e appassionata la complice ideale per mettere in atto la sua folle vendetta. Così, sapendo che lei sogna una vita libera e avventurosa, condita magari da un pizzico di pericolo, le propone uno scambio: avrà tutto ciò che desidera, e anche di più, se gli permetterà di recitare per qualche settimana il ruolo di suo “devoto pretendente”. I patti tra i due sono chiari: niente complicazioni sentimentali. Ma la passione divampa, e a poco a poco Lucas si ritrova a desiderare che la finzione si trasformi in realtà.