47681–47696 di 62912 risultati

L’assedio della rocca

Thomas Covenant è un reietto. Tutti sfuggono, lo temono, lo odiano. Eppure, nonostante questa sua emarginazione, Thomas Covenant ama la vita, ama gli uomini della Terra, vorrebbe integrarsi in una società ch efa di tutto per trattarlo come un paria pericoloso.
Nel frattempo, nella Landa, gravi avvenimenti si stanno accavallando: il Bosco delle Cerimonie, antico luogo sacro alla memoria di tutti, è stato dato alle fiamme. Le orde del Male stanno ormai dilagando nelel pianure, cingono già d’assedio la Rocca delle Cerimonie. In questa lotta a colpi di magia e di terrore, in cui il sangue scorre a fiumi, a nulla valgono i vecchi incantesimi, nulla possono i pochi valorosi rimasti a difendere un retaggio di benessere. Solo Thomas Covenant potrebbe aiutare la Landa, ma ne avrà la forza e il coraggio? Giunge così a un’epica conclusione la prima trilogia della saga di Thomas Covenant.

L’assedio della Mecca. La rivolta dimenticata, la nascita di Al Qaeda e la genesi del terrore

Il 20 novembre del 1979 l’attenzione del mondo è concentrata su Teheran e sulla crisi degli ostaggi americani, entrata ormai nella terza settimana. Quella mattina, la prima di un nuovo secolo per i musulmani, centinaia di fondamentalisti occupano il massimo luogo sacro dell’islam, la moschea della Mecca. Questi uomini, provenienti da una dozzina di paesi diversi e armati fino ai denti, realizzano il primo tentativo di “jihad globale” dell’era moderna. Guidati da un predicatore di nome Juhayman al Uteybi, i ribelli, che tengono in ostaggio oltre centomila fedeli, accusano la famiglia reale saudita di essere divenuta schiava degli infedeli americani e auspicano un ritorno a un islam rigido e inflessibile. Il sanguinoso assedio della Mecca dura due settimane, infiamma la rabbia dei musulmani nei confronti degli Stati Uniti e provoca centinaia di morti. La famiglia reale saudita, nonostante l’appoggio degli USA, si dimostra incapace di gestire la situazione mentre dall’Iran l’ayatollah Khomeini pianifica l’assalto alle ambasciate del “grande Satana” americano in Pakistan e in Libia. Solo l’intervento dei servizi segreti francesi consente di uscire dall’empasse, ma l’Arabia Saudita finisce per cedere alle richieste dell’integralismo fermando il processo di modernizzazione e sostenendo economicamente l’esportazione del ramo violento dell’islam nel mondo.
**

Assedio all’Eternità

Una sconosciuta avanguardia aliena sta per invadere la Terra. L’agente americano Dan Dannermann, che aveva cercato di bloccare la prima fase del piano guidando personalmente una missione nello spazio, è ora in pericolo. Molti sono gli interrogativi da sciogliere, ma la domanda da cui dipende tutto è vertiginosa: cosa succederà alla Terra, quando verranno rivelati i terrificanti segreti della Fisica dell’Immortalità?
Copertina di Dalmazio Frau
Versione per libreria di Urania #1338
NOTA: In contemporanea a questo volume ed all’Urania originale è stata pubblicata anche un’edizione destinata alla Grande Distribuzione e priva di ISBN ma identica per il resto alla versione Libreria.

L’assassino

Il primo martedì di gennaio – le strade sono coperte di neve, e sui canali si è formato uno strato di ghiaccio – il dottor Hans Kuperus lascia Sneek, il paesino della Frisia in cui vive, e si reca ad Amsterdam, come tutti i primi martedì del mese. Questa volta, però, non partecipa alla riunione dell’Associazione di Biologia, né trascorre la notte dalla cognata. Compra una pistola, invece, se la mette in tasca, riprende il treno, poi il traghetto che attraversa lo Zuidersee, poi un altro treno. E quando, prima di arrivare a Sneek, il convoglio rallenta e si ferma, il dottor Kuperus agisce quasi senza riflettere: scende e si avvia, camminando nella neve, tra le ombre della notte, verso il bungalow in riva al lago dove (come ha appreso da una lettera anonima pervenutagli un anno prima) troverà la moglie in compagnia del suo amante. Tutto avviene molto rapidamente: quando i due escono, Kuperus li uccide e ne getta i corpi nel lago. Dopodiché, come ogni sera, va all’Onder de Linden, il caffè dove si riuniscono i membri dell’Accademia del Biliardo. Di quella prestigiosa istituzione, che accoglie tutti i notabili del luogo, Kuperus sogna da tempo, invano, di essere eletto presidente: ora però potrebbe riuscirci, perché il presidente in carica (il conte Schutter, l’uomo più ricco del paese, quello che ha la casa più bella, la barca più bella, le donne più belle, anche quelle sposate) giace in fondo al lago, decisamente morto. A casa, dopo, Hans Kuperus farà una cosa sulla quale aveva a lungo fantasticato senza mai osare metterla in atto: si porterà a letto Neel, la florida, soda, rosea domestica. Così comincia questo romanzo, in cui Simenon segue con impeccabile sicurezza la discesa nell’abisso di uno dei suoi eroi più tipici: uno di quelli che osano «passare la linea» – e ne pagano il prezzo.

L’assassino di Shandar

Dichiarata fuorilegge dall’Imperatore, la Gilda degli Assassini non ha esitato a rispondere ferocemente, imprimendo il suo marchio di sangue sulla città. L’imperatore ha bisogno di un infiltrato: qualcuno che si insinui tra secoli di misteri, precauzioni e giuramenti, disposto ad affrontare terribili prove di iniziazione. Ma questa volta l’imperatore di Shandar non può contare sulla sua spia migliore: la bella e abile Femke ha troppi conti in sospeso con gli Assassini. A lei non rimane che insegnare al giovane soldato Reynik i segreti delle spie più scaltre e fare di lui un sicario credibile. Ma ci sono pericoli ai quali nemmeno il miglior addestramento poteva prepararlo, e quando il doppio gioco sarà scoperto, Femke non esiterà a scendere al suo fianco, combattendo con un passato che riemerge dolorosamente e con un sentimento che pensava non avrebbe mai più riprovato. Età di lettura: da 12 anni.
**

L’assassino degli scacchi e altri misteri matematici

Durante una serie di partite giocate in simultanea, Viniyarin, il grande campione di scacchi, viene battuto da un giovane che adotta una tattica sorprendente. La notte stessa lo uccide e va a costituirsi. Tutto sembrerebbe chiaro. Ma il commissario non è convinto e sospetta che Viniyarin nasconda un segreto più grande. Grazie alla passione per i videogiochi, un giovane rapinatore riesce a uscire dal labirinto nel quale si è smarrito, sfuggendo così ai suoi complici che gli danno la caccia. Una studentessa di ingegneria deve far funzionare almeno una delle invenzioni del defunto prozio, allo scopo di entrare in possesso di una cospicua eredità… Un libro che ci fa scoprire che la realtà è più influenzata dalla matematica di quanto non sembri.
**

Assassinio al Comitato Centrale

Durante una riunione del Comitato Centrale, il segretario del Partito Comunista viene assassinato: in un momento di improvviso black-out, non si sa come, non si sa da chi. Complotto esterno, intrigo interno, vendetta privata? Il mistero non sarà, naturalmente, risolto dall’inchiesta ufficiale, affidata a un Fonseca ex capo della polizia franchista; sarà Pepe Carvalho, detective privato, a risolverlo per incarico del partito.

Assassinio a Prado del Rey: e altre storie sordide

Pepe Carvalho è sempre il migliore. Anche quando viene chiamato a Madrid, città dove il nostro detective non riesce mai a dormire, a sciogliere l’enigma del decesso di Arturo Araquistain, trovato morto con un mazzetto di viole nella patta aperta. Un delitto a sfondo sessuale? Ma tutto questo avviene a Prado del Rey, gli studi storici della Televisione spagnola, e molti suppongono che si tratti di una vendetta nella guerra per le ambite poltrone del nuovo potere. Carvalho scoprirà ben di più: politici socialisti, giovani bande musicali, emarginati, scrittori falliti o maltrattati e una ragazza di prepotente bellezza mostrata nuda fin troppe volte sul piccolo schermo daranno colore e verità a un racconto di rara perfezione. E poi: una colombiana assassinata nell’Up and Down, il club dei nuovi arricchiti barcellonesi, pieno di snob e di cafoni; un sociologo sessuale che ingaggia Carvalho per chiarire la morte di una cubista che trasgredisce le leggi della morale comune e soprattutto quelle della propria famiglia, ricca e bempensante. E, per finire, una storia amara come poche, di amore e disamore, con sette cadaveri, una ragazza in vendita che tenta di redimersi con lo studio, due vecchi, un principe sordido, un cane color cannella. Nessuno si redime, nessuno si salva, e Carvalho cena con sempre maggior disincanto insieme al vecchio amico Fuster, lassù a Vallvidrera.

Assalto alla Diaz

Questo libro parla con le voci di chi si trovava dentro la scuola Diaz di Genova la notte del 21 luglio 2001: manifestanti e poliziotti. Voci che hanno scandito mesi di udienze in un’aula di giustizia, raccontando la stessa vicenda da più punti di vista, da fronti opposti, con versioni discordanti. Ma voci che ricostruiscono, al di là della sentenza finale, l’esplosione di una “macelleria messicana” spacciandola per una “colluttazione unilaterale”.

L’Asino

L’Asino
Niccolò Machiavelli, storico, scrittore, drammaturgo, politico e filosofo italiano (1469-1527)
Questo libro elettronico presenta «L’Asino», di Niccolò Machiavelli.
Indice interattivo
– Presentazione
– L’asino
**
### Sinossi
L’Asino
Niccolò Machiavelli, storico, scrittore, drammaturgo, politico e filosofo italiano (1469-1527)
Questo libro elettronico presenta «L’Asino», di Niccolò Machiavelli.
Indice interattivo
– Presentazione
– L’asino

Asimov story n. 4

Nota: seconda parte di “The Early Asimov: Book Two”, la prima è in “[Asimov Story n. 3](https://www.goodreads.com/book/show/15790242.Asimov_Story_n__3 “Asimov Story n. 3″)”
Su Isaac Asimov si scrivono ormai delle tesi di laurea, ed è forse per facilitare il lavoro agli eruditi che il celebre autore ha ordinato e raccolto in volume i suoi racconti più antichi e meno noti, la massima parte dei quali è del tutto inedita in Italia. Chiunque altro ci farebbe la figura del vanitoso, se non del megalomane. Ma Asimov è innanzitutto un uomo di grande spirito: ogni racconto è commentato e criticato con una specie di paterna, ironica indulgenza, e questa serie di interventi personali finisce per formare per conto suo una divertentissima autobiografia letteraria, piena di episodi curiosi, bizzarri, ingenui, maliziosamente modesti o gongolanti. Del grosso volume, che abbiamo dovuto suddividere per ragioni di spazio, sono già apparse la prima, la seconda e la terza parte (Urania 625, Urania 626 e Urania 629). Pubblichiamo ora la quarta e ultima parte, che dal 1943 ci porta fino al decollo vero e proprio di Asimov, all’inizio della sua fortunata carriera di consapevole professionista nella letteratura fantascientifica.
Indice:
Condanna a morte (Death Sentence, 1943)
Vicolo cieco (Blind Alley, 1945)
Nessuna relazione (No Connection, 1948)
Proprietà Endocriniche della Tiotimolina risublimata (The Endochronic Properties of Resublimated Thiotimoline, 1948)
La corsa della regina rossa (The Red Queen’s Race, 1949)
Madre Terra (Mother Earth, 1949)
Copertina di Karel Thole

GLI ASCOLTATORI DEL COSMO

Tratto da un celebre racconto dello stesso Brunner, questo romanzo sviluppa uno dei temi più affascinanti della fantascienza: quello dei segnali, delle voci, dei messaggi che un giorno o l’altro potranno giungerci da altri abitanti del cosmo. Ma come arrivano i segnali di Brunner? C’è bisogno di un radiotelescopio o quantomeno di una complessa installazione cosmoricevente per captarli? No. Basta un apparecchio da pochi soldi, inventato per caso dai tecnici di un laboratorio, e che chiunque, con un po’ di buona volontà, potrebbe anche costruirsi da sé. I soli inconvenienti sono che: 1) l’apparecchio, nessuno sa in realtà come funzioni, 2) i segnali, nessuno capisce che cosa significhino né da dove vengano, 3) chi ha l’aria di capirne un po’ di più, regolarmente sparisce.
Copertina di Karel Thole

L’ascesa del governatore. The walking dead

Scritto dal creatore di “The walking dead” e dall’autore di thriller Jay Bonansinga, questo romanzo racconta le origini di uno dei più noti personaggi della serie: il Governatore. Sono passate meno di settantadue ore da quando un evento inspiegabile ha dato inizio ai primi… cambiamenti. Il mondo si è trasformato in un vero e proprio inferno dove i morti che camminano infestano le strade massacrando tutti i vivi che incontrano. Nessun posto sembra sicuro. Philip Blake decide di scappare dalla sua piccola città e lo fa per realizzare il solo, unico scopo della sua vita: proteggere la sua figlia piccola Penny. È disposto a fare qualsiasi cosa per assicurarsi che lei sopravviva. Insieme a Nick e Bobby, due suoi amici dei tempi di scuola, e a suo fratello Brian, Philip decide di dirigersi verso la città di Atlanta dove, si dice, sono stati allestiti dei campi sicuri per i sopravvissuti. Ma tra il piccolo gruppo e la salvezza ci sono centinaia di morti che camminano, e la strada che Philip e compagni dovranno percorrere passa proprio in mezzo a loro…

Asce di guerra

Asce di guerra è un romanzo scritto da Vitaliano Ravagli e dal collettivo Wu Ming.
L’opera alterna la realtà della ricostruzione storica e della vicenda autobiografica di Ravagli all’invenzione letteraria, con cambi di registro scanditi dal succedersi di capitoli i cui titoli rimandano in prevalenza ai tre filoni principali in cui si sviluppa la narrazione.
Si consente la riproduzione parziale o totale dell’opera e la sua diffusione per via telematica, purché non a scopi commerciali e a condizione che questa dicitura sia riprodotta.

**
### Sinossi
Asce di guerra è un romanzo scritto da Vitaliano Ravagli e dal collettivo Wu Ming.
L’opera alterna la realtà della ricostruzione storica e della vicenda autobiografica di Ravagli all’invenzione letteraria, con cambi di registro scanditi dal succedersi di capitoli i cui titoli rimandano in prevalenza ai tre filoni principali in cui si sviluppa la narrazione.
Si consente la riproduzione parziale o totale dell’opera e la sua diffusione per via telematica, purché non a scopi commerciali e a condizione che questa dicitura sia riprodotta.

L’artista di morte

A Manhattan, un nuovo artista lotta per affermarsi sulla scena newyorchese, in un ambiente fatto di persone ambiziose e senza scrupoli, disposte a tutto pur di dare la scalata al successo. Ma il giovane esordiente ha uno stile che lo rende unico: le sue tele sono corpi umani e il suo pennello è intriso di sangue… Uccide per riprodurre con i cadaveri delle sue vittime quadri famosi e poi scompare, mentre la polizia brancola nel buio. Kate McKinnon, ex poliziotta e celeberrima esperta d’arte, credeva di aver chiuso con morti e cadaveri. Ma il giorno in cui inizia a ricevere strani messaggi cifrati dal killer, si rende conto di essere l’unica con cui l’assassino è disposto a dialogare, la sola in grado di fermarlo.
**