47297–47312 di 65579 risultati

Il principe dei ghiacci

La magia sta svanendo. Presto la terra diventerà di ghiaccio e l’intera popolazione verrà annientata. È il momento di unire le forze e di combattere per il bene comune. Ma l’avidità e la vendetta possono corrompere anche il più nobile degli eroi…

È stato sfidato, è stato sconfitto. Eppure re Gaius non ha rinunciato alla ricerca dei Catalizzatori, i cristalli leggendari che, secondo la profezia, gli consentiranno di regnare in eterno sul trono di Mytica. E allora parte alla volta di Kraeshia e suggella una nuova alleanza sposando la principessa Amara. Non sa, però, che la sua giovane moglie è persino più ambiziosa di lui. E ben presto Gaius si renderà conto che, nella partita per la conquista del potere, lui è diventato una semplice pedina…

È stata ingannata, è stata tradita. È stata costretta ad assistere alla morte dell’uomo che amava. Ora, la principessa Lucia ha un solo obiettivo: la vendetta. E per ottenerla è disposta a stringere un accordo col pericolosissimo dio del Fuoco. Ma ben presto Lucia capirà di essere entrata in un gioco molto più grande di lei, un gioco in cui in palio c’è la salvezza del mondo intero…

La saga dei Tre Regni

La caduta dei tre regni
La stirpe dei ribelli
La chiave delle tenebre
Il principe dei ghiacci

(source: Bol.com)

Il Principe Caspian

Il pacifico regno di Narnia è stato conquistato dagli uomini. Gnomi, folletti, giganti, centauri, fauni, ninfe e tutti gli altri antichi abitanti si sono nascosti, assieme agli animali parlanti, nel fitto delle foreste, fra gli alberi amici. Molti sono rassegnati alla loro triste sorte, ma molti tengono viva la fiamma della riscossa.
Nel mondo degli umani, nessuno parla di loro, nessuno vuole ricordare. Ma il giovanissimo Caspian, l’erede al trono, scopre l’antico mondo di Narnia e decide di guidare la riscossa del popolo nascosto. Al suo fianco avrà anche i quattro ragazzi che un tempo erano stati saggi sovrani di Narnia.
Ma la lotta non sarà facile…

Princess

Natalie Hargrove ha tutto quello che una ragazza può desiderare: è bellissima, intelligente, ambiziosa, ha un fidanzato ricco che l’adora – Mike – e vive dalla parte giusta della città. C’è solo una cosa che ancora le manca: il titolo di Principessa della Palmetto High School. Per ottenerlo è disposta a tutto. E ora che lei e Mike, dopo pazienti e subdole manovre, sono a un passo dalla vittoria, nulla deve mettere a rischio la loro incoronazione. Tanto meno Justin Balmer – la cui semplice vista risveglia in Nat ricordi sgraditi e brucianti – e le sue mire allo scettro di Principe della scuola. Ma forse è venuto il momento per l’affascinante e misterioso Justin di saldare i suoi conti in sospeso con Nat. E quale occasione più adatta di una festa ad alto tasso alcolico per mettere in scena la vendetta a lungo attesa? Peccato che qualcosa, nei piani di Natalie, vada storto: quello che doveva essere uno scherzo ai danni del bulletto della scuola assume tutt’a un tratto i contorni della tragedia. Il mondo di Natalie crolla pezzo dopo pezzo, sfuggendo irrimediabilmente alle sue manie di controllo, e i suoi effimeri sogni di gloria di ragazza viziata si trasformano in una questione di vita o di morte.
**

Primo sangue

Suscitare le ire delle autorità di Madison, sonnolenta cittadina del Kentucky, non era nelle intenzioni di Rambo, ma l’abito sdrucito e i capelli lunghi del singolare vagabondo attraggono l’attenzione di Teasle, il capo della polizia, nemico giurato di ogni potenziale nemico dell’ordine pubblico. Prima allontanato con le buone, poi arrestato con un pretesto, e infine sottomesso a un umiliante cerimoniale carcerario, Rambo reagisce con improvvisa violenza e fugge verso le foreste e le paludi dove sa di potersi difendere. Quando, con la collaborazione di “privati cittadini cui piace sparare,” la polizia inizia una imponente caccia all’uomo, iniziano anche le sorprese: contro ogni ragionevole previsione, la situazione sembra capovolgersi ponendo l’inseguito alle calcagna degli inseguitori. Troppo tardi Teasle si rende conto di aver sottovalutato il “ragazzo da niente” e di aver scatenato una lotta all’ultimo sangue con un professionista della guerriglia… Rambo è costretto da un implacabile meccanismo a mettere in pratica tutte le tecniche che apprese prima di essere inviato nel Vietnam. È il dramma di una intera generazione che, alla fine di un allucinante apprendistato, si trova carica di medaglie e priva di diritti…

Il primo libro delle metamorfosi

È stato Damon Knight a osservare che “Le metamorfosi di Ovidio sono in sostanza un’antologia di fantascienza.” Può darsi. Ma è certo che le fantasie metamorfiche, da Omero a Nicandro di Colofone, e da Apuleio a Kafka, possono oggi essere riprese soltanto in chiave di fantascienza. Più concisamente di Ovidio, che articolò il suo poema in XV libri, Urania ha preparato per i suoi lettori un’antologia in 3 parti di cui questa è la prima.
Indice:
J. T. McINTOSH – Il pianeta dei finti (Metamorfosi totale) (Planet of Fakers, 1966)
Philip José FARMER – Mordi il prossimo tuo (Metamorfosi sadica) (A Bowl Bigger Than Earth, 1967)
Henry SLESAR – Bionde dallo spazio (Metamorfosi erotica) (The Blonde from Space, 1965)
Winston Kitchener MARKS – Il prof. Ameba (Metamorfosi accademica) (Call Me Adam, 1952)
James Graham BALLARD – La scultrice di Vermilion Sands (Metamorfosi sonora)(Venus Smile, 1967)
Copertina di Karel Thole

|

|

|

|

|

|

Primo comando

Primo comando: Un’avventura di Jack Aubrey e Stephen Maturin – Master & Commander by Patrick O’Brian
Essere al comando di una nave, dare la caccia a brigantini nell’Adriatico, a tartane nel golfo del Leone, a sciabecchi e saettie lungo la costa spagnola, vivere in prima persona arrembaggi e duelli: questi sono gli orizzonti di Jack Aubrey, uomo di mare temerario e irruente, figlio orgoglioso di una nazione (l’Inghilterra del diciannovesimo secolo) simile a lui nell’inestinguibile sete di dominio che la pervade e nell’intima inquietudine che la tormenta. Anche nella gloriosa Royal Navy, però, la fortuna spesso ha buon gioco sul valore e nel momento in cui – finalmente! – gli viene conferito il suo primo comando, Jack si ritrova a bordo della Sophie, una corvetta che certo non rifulge di gloria marinara. Eppure il capitano Aubrey non può e non vuole lasciarsi sfuggire la tanto sospirata occasione: persuaso che «con la disciplina unita all’audacia si possono ripulire gli oceani» è ben determinato a rendere la Sophie una nave modello, splendente di ottoni e temibile per gli avversari, nella fattispecie i francesi e gli spagnoli. Ci riuscirà, non senza aver sperimentato i lati più oscuri e dolorosi del comando: la solitudine (appena alleviata dalla calorosa amicizia con Stephen Maturin, il medico di bordo); la difficoltà di governare un equipaggio di uomini duri e spietati, pronti a tutto per racimolare qualche ghinea (ma talvolta sorprendentemente nobili e generosi); la crudele logica delle battaglie sul mare (dove un vento contrario può significare la gloria o il disonore) e, non ultima, la gelida severità dei suoi superiori (che lo costringeranno a presentarsi davanti alla corte marziale)… Sullo sfondo di una meticolosa e appassionata ricerca storica, Patrick O’Brian non si accontenta di restituirci intatti il fascino e l’emozione delle avventure di mare, ma dà anche vita a un universo animato e pittoresco, vivacissimo e trascinante, in cui la visione del navigare come unica «esperienza autentica» di Joseph Conrad e C.S. Forester si fonde con la sorridente e umanissima sensibilità psicologica di Charles Dickens.

Primo agente galattico

I mostri e i draghi della narrativa cavalleresca ritornano nell’attuale science-fiction… osservò un grande critico italiano nella sua introduzione alla prima grande antologia italiana di FS. Ma dopo aver sottilmente messo in luce molte altre sorprendenti analogie tra la FS e il romanzo cavalleresco, dovette constatare che manca quasi totalmente nei cicli fantascientifici l’elemento dell’Eros, intorno a cui si accentravano gli ideali della cavalleria. A quindici anni di distanza, I’inglese Phillifent e il suo eroe Lancelot Lake, agente speciale della Galactopol (Polizia Galattica), confermano in pieno il ritorno dei draghi, ma smentiscono, non meno in pieno, la mancanza dell’elemento dell’Eros.
Indice:
1° – Missione feudale (The Stainless-Steel Knight, 1961)
2° – Missione classica (Logical Knight, 1973)
3° – Missione orientale (Arabian Knight, 1973)
Copertina di Karel Thole

Primo a morire

Sinossi

San Francisco è terrorizzata da un serial killer che si accanisce su giovani coppie in luna di miele, trucidandole barbaramente. Le indagini sono affidate alla giovane Lindsay Boxer, ispettrice capo della squadra omicidi. Per catturare il killer Lindsay è disposta anche a creare il Women’s Murder Club. La affiancano una giornalista, un medico legale e una procuratrice: quattro donne determinate e alleate contro il crimine.

Primavera di bellezza

Primavera di bellezza by Beppe Fenoglio
L’avvento dell’8 settembre 1943 come data ed episodio fondamentale per molte generazioni di italiani; il momento della scelta di vita da parte di un giovane, necessariamente portato alla ribellione: nella vicenda di Johnny, lo stesso protagonista dell’altro romanzo, *Il partigiano Johnny*, c’è tutta la realtà fascista in sfacelo; la sua “formazione” lo conduce non a una maturità felice ma al nulla di un mondo privo di senso. *Primavera di bellezza* (1959) è il terzo e ultimo libro pubblicato in vita da Beppe Fenoglio. «Il romanzo venne concepito e steso in lingua inglese. Il testo quale lo conoscono i lettori – dichiarò Fenoglio provocatoriamente – è quindi una mera traduzione».

La prima marcia su Roma

“All’età di diciannove anni, di mia iniziativa e a mie spese, misi insieme un esercito, grazie al quale liberai la Repubblica dal dominio dei faziosi.” Così iniziano le “Res Gestae Divi Augusti”, fatte incidere come suo testamento da Augusto ormai vecchio. Un testo minaccioso con il quale Augusto rivendicava la legalità della sua inquietante carriera politica. Ben diverso è il resoconto che ne dà Tacito, grande smascheratore del linguaggio politico: la devozione per il padre Cesare e la situazione politica di emergenza erano stati solo pretesti per la sete di dominio di Ottaviano Augusto che non esitò a schierarsi dalla parte dei cesaricidi, osò arruolare un esercito privato e lo mosse contro Antonio, ebbe quasi sicuramente una oscura parte nella morte dei due consoli in carica e alla fine puntò sulla capitale scortato dall’esercito vincitore. A diciannove anni, si fece attribuire la massima magistratura imponendo come collega un parente che era una semplice comparsa, liquidata fisicamente dopo poche settimane; atterrì, armi in pugno, il Senato imponendogli di avallare una procedura sfacciatamente incostituzionale; avviò, creando una inedita magistratura straordinaria – il “triumvirato” -, le più feroci proscrizioni. Questa la “marcia su Roma” di Gaio Giulio Cesare Ottaviano, figlio adottivo di Cesare, e futuro Augusto, il 19 agosto dell’anno 43 a.C.
**

Prima lezione di storia moderna

Questa “Prima lezione” firmata da Giuseppe Galasso introduce alla problematicità, ai metodi e ai temi della storia moderna sviluppando tre innovativi nodi concettuali: “moderna” è tutta l’età dalla fine del Medioevo a oggi; di conseguenza la storia contemporanea è anch’essa una parte (la più recente) della storia moderna; la modernità ha segnato un salto di qualità nella condizione umana paragonabile solo a quello dell’età neolitica, ma ancora più radicale e sconvolgente sia in termini individuali che di rapporto tra l’essere umano e il mondo. La distinzione tra modernità e contemporaneità viene dunque approfondita in queste pagine a partire dall’idea che la prima comprende la seconda e che, mentre contemporaneo è un dato di fatto (il tempo attuale), moderno (il nuovo in contrapposizione all’antiquato) è un’indicazione di tempo, ma anche un giudizio di valore.
**

Prima lezione di scienze cognitive

Una delle più affascinanti avventure intellettuali e scientifiche a cavallo del XX e XXI secolo: così si può definire il percorso delle scienze cognitive per comprendere la mente, umana e animale. Lo scopo è scoprire come funziona un qualsiasi sistema, naturale o artificiale, che sia in grado di filtrare e ricevere informazioni dall’ambiente circostante, di rielaborarle creandone di nuove, di archiviarle e cancellarle, di comunicarle ad altri, di prendere decisioni e agire nel mondo adattandosi ai suoi cambiamenti.
In questa nuova edizione, Paolo Legrenzi si spinge fino in territori apparentemente lontani dalla materia come le recenti crisi finanziarie, svelando curiosi meccanismi della mente.

**
### Sinossi
Una delle più affascinanti avventure intellettuali e scientifiche a cavallo del XX e XXI secolo: così si può definire il percorso delle scienze cognitive per comprendere la mente, umana e animale. Lo scopo è scoprire come funziona un qualsiasi sistema, naturale o artificiale, che sia in grado di filtrare e ricevere informazioni dall’ambiente circostante, di rielaborarle creandone di nuove, di archiviarle e cancellarle, di comunicarle ad altri, di prendere decisioni e agire nel mondo adattandosi ai suoi cambiamenti.
In questa nuova edizione, Paolo Legrenzi si spinge fino in territori apparentemente lontani dalla materia come le recenti crisi finanziarie, svelando curiosi meccanismi della mente.

Prima lezione di paleografia

I libri, i documenti privati e pubblici, le iscrizioni, le lettere, i graffiti, le scritte pubblicitarie e altro ancora: in una lezione magistrale i problemi e il modo di operare della paleografia intesa come storia globale della cultura scritta.
(source: Bol.com)