47281–47296 di 68366 risultati

Dance Dance Dance

Murakami Haruki in uniform edition Super ET, con le copertine di Noma Bar. *** Il protagonista, un giornalista free lance costretto dalle circostanze ad improvvisarsi detective, si muove tra cadaveri veri e presunti attraverso una Tokyo iperrealistica e notturna, una Sapporo resa ovattata da una nevicata perenne e la tranquillità illusoria dell’antica cittadina di Hakone. Una giovane ragazza dotata di poteri paranormali, lo accompagna nella sua ricerca. Ma troviamo anche una receptionist troppo nervosa, un attore dal fascino irresistibile, un poeta con un braccio solo; e un salotto, a Honolulu, dove sei scheletri guardano la televisione. Esiste un collegamento fra tutte queste cose, un senso anche per chi ha perso l’orientamento. L’unico modo per trovarlo è non avere troppa paura, e un passo dopo l’altro continuare a danzare.

Damian McQuaid: benvenuto a Los Angeles

Sono ancora molti a credere che si possa impunemente andare in giro per il mondo con 250.000 dollari di gemme in una valigetta, purché questa sia assicurata al polso di chi la porta da una solida catenella. Tra gli illusi, un certo Shimmy, un gioielliere che sta partendo da New York per Los Angeles: si sente in una botte di ferro e lo dice al suo amico Damian MacQuaid nel quale si imbatte al Kennedy Airport. Ma poco dopo, lo stesso MacQuaid trova Shimmy trucidato, in una cabina telefonica. E, ovviamente, la valigetta è sparita. Damian MacQuaid è un tenente della polizia di New York: scapolo, trentasette anni, undici di carriera, duro come un mastino, pertinace come un segugio. Il povero Shimmy non ce l’ha fatta a imbarcarsi per Los Angeles, ma ce la fa MacQuaid che, teoricamente, è in vacanza. A Los Angeles, si butta a capofitto nelle indagini, coadiuvato da un collega del luogo, e si addentra nella scura e pericolosa giungla del mercato dei preziosi, dove ormai è sicuro di trovare il bandolo della matassa. Non tarda ad accorgersi che la sua vita è in pericolo. Anche il suo cuore è insidiato, ma non «fisicamente»… bensì dai bellissimi occhi di una donna, sicché al gran finale il Nostro si troverà a fare il punto della propria personalità, a sottoporsi a un vero processo morale e professionale.

La dama tragica

In una magnifica Palermo barocca, pervasa dallo spirito di rinnovamento e di trasformazioni urbanistiche promosse dal Vicere Marcantonio Colonna, la giovane e bellissima Eufrosina Siragusa splende come una gemma preziosa ed irraggiungibile. Nobili, cavalieri e cortigiani vengono irrimediabilmente soggiogati dal suo fascino magnetico, ma solo uno riuscirà a vincere il suo cuore superbo. Sarà proprio quel Marcantonio Colonna che, sedotto dalla bellezza senza tempo della splendida donna, la trascinerà in un vortice di passione e delitti in nome di un amore tanto forte e spudorato quanto proibito e pericoloso. Personaggio realmente esistito, Eufrosina Siragusa, la “farfalla di morte”, come la definirà in suo saggio Leonardo Sciascia, quasi marchiata da un destino ineluttabile, lascerà dietro di sè una lunga scia di dolore e sangue in nome di quell’amore disperatamente ed inutilmente inseguito per tutta la sua tragica, breve vita.

Dama del peccato

Impegnata nella lotta per il riconoscimento dei diritti delle donne, Charlotte non esita a mettere da parte il decoro e a fare irruzione nella casa dell’avvocato Nathaniel Knightridge, impenitente rubacuori.
L’intenzione è conquistarlo alla sua nobile causa, ma, inaspettatamente, è Charlotte a essere conquistata dal fascino del principe del foro.
Pasionaria sì, eppure vulnerabile al più piacevole dei peccati…

La dama del diamante nero

Nell’Inghilterra di fine Ottocento, la duchessina Kyria Moreland è una giovane donna bellissima e spregiudicata. Indifferente al giudizio dell’alta società londinese, non si è sposata, e passa il suo tempo tra feste e ricevimenti, coltivando un’unica passione: il disegno di abiti e gioielli. Ma quando, durante i festeggiamenti per il matrimonio della sorella Olivia, uno sconosciuto le recapita uno scrigno d’avorio decorato da un gigantesco diamante nero, Kyria non esita a cercare di scoprirne le origini, incurante dei rischi e degli strani, pericolosi personaggi che tentano di portarglielo via. L’antico scrigno la trascinerà in una vicenda dai misteriosissimi contorni, tra antiquari senza scrupoli e monaci enigmatici. In questa irresistibile caccia al mistero Kyria non è da sola: un ricco e fascinoso americano è disposto a tutto pur di aiutarla. Rafe McIntyre rimane folgorato dai segreti dello scrigno non meno che dalla bellezza e dalla determinazione di Kyria. Insieme dovranno risolvere un enigma che affonda le proprie radici nel regno di Bisanzio.

Una dama da conquistare

Inghilterra, 1816
Lucas Paine, Marchese di Basingstoke, è un uomo d’azione, abituato ad affrontare intrighi e pericoli e animato dall’insaziabile desiderio di riabilitare il nome del padre, ingiustamente disonorato. Quando incontra Nicole Daughtry, a Londra per la sua prima stagione mondana, vede subito in quella fanciulla bellissima, ribelle e appassionata la complice ideale per mettere in atto la sua folle vendetta. Così, sapendo che lei sogna una vita libera e avventurosa, condita magari da un pizzico di pericolo, le propone uno scambio: avrà tutto ciò che desidera, e anche di più, se gli permetterà di recitare per qualche settimana il ruolo di suo “devoto pretendente”. I patti tra i due sono chiari: niente complicazioni sentimentali. Ma la passione divampa, e a poco a poco Lucas si ritrova a desiderare che la finzione si trasformi in realtà.
**
### Sinossi
Inghilterra, 1816
Lucas Paine, Marchese di Basingstoke, è un uomo d’azione, abituato ad affrontare intrighi e pericoli e animato dall’insaziabile desiderio di riabilitare il nome del padre, ingiustamente disonorato. Quando incontra Nicole Daughtry, a Londra per la sua prima stagione mondana, vede subito in quella fanciulla bellissima, ribelle e appassionata la complice ideale per mettere in atto la sua folle vendetta. Così, sapendo che lei sogna una vita libera e avventurosa, condita magari da un pizzico di pericolo, le propone uno scambio: avrà tutto ciò che desidera, e anche di più, se gli permetterà di recitare per qualche settimana il ruolo di suo “devoto pretendente”. I patti tra i due sono chiari: niente complicazioni sentimentali. Ma la passione divampa, e a poco a poco Lucas si ritrova a desiderare che la finzione si trasformi in realtà.

Dalla mano nera a cosa nostra. L’origine di tutte le mafie e delle organizzazioni criminali

Sono presenti in questo libro tutti i protagonisti, di oggi e di ieri, della mafia e della lotta alla mafia. Da Joe Petrosino, il poliziotto italoamericano inviato a Palermo dalle autorità statunitensi per troncare la testa della “Piovra”, a Cesare Mori, il “prefetto di ferro” che Mussolini mandò in Sicilia “per colpire al cuore banditismo e mafia”; da Al Capone, il gangster più famoso di tutti i tempi, a Lucky Luciano, che ebbe un ruolo di primo piano nel favorire lo sbarco degli Alleati in Sicilia, fino a Luciano Liggio e Totò Riina. Lo scenario è scandito da processi, pentimenti (a partire da quello decisivo di Tommaso Buscetta), stragi e agguati per togliere di scena oppositori spesso eroici.
**

Dall’Odio All’Amore

HARMONY COLLEZIONE N°1305 Secondo il dottor Greg il fatto che la fidanzata Niki gli dia il benservito per sposare un altro è tutta colpa di Cassie, la migliore amica della giovane. Ma quando Cassie entra di colpo nella tranquilla esistenza di Greg insieme a Jessica, sua figlia adottiva, lui comincia a pensare che non tutto il male viene per nuocere. E forse è proprio l’impetuosa Cassie a potergli dare quello che lui ha sempre sognato di trovare in una donna: la complicità, l’ardore, la passione… e dei figli.

Dal mondo del pressappoco all’universo della precisione

I temi affrontati da questo libro da uno dei piú autorevoli storici della scienza, Alexandre Koyré, sono oggetto di un vivace interesse da parte della nostra cultura. Koyré discute qui l’origine, la natura e le valutazioni delle macchine e degli strumenti scientifici, considerati nei loro riflessi umani e sociali, piú ancora che nelle loro caratteristiche tecniche. La sua analisi chiarisce i termini di alcune questioni fondamentali per la storia della tecnologia e della scienza, e del loro rapporto storico: perche ad esempio la scienza greca, scopritrice di fondamentali principi poi applicati trionfalmente dalla fisica moderna, non abbia cercato di tradurli in innovazioni tecniche; perché i notevolissimi ritrovati tecnici delle civiltà orientali e del Medioevo abbiano fallito a questo scopo; perché la rivoluzione scientifica dell’età moderna ci abbia dato col suo concetto dell’esperienza gli strumenti che sono alla base della civiltà industriale; quale sia infine il rapporto fra tecnica e scienza pura che sta alla base della società moderna.

Daje se magna!

Tutte le ricette più gustose della Cucina Romana, spiegate nei dettagli.
(source: Bol.com)

Dai diamanti non nasce niente (VINTAGE)

Cosa hanno in comune la regina Maria Antonietta, Vandana Shiva, Peter Sellers, Fabrizio De André, Virginia Woolf e George Harrison? La risposta è nel libro che avete tra le mani: il racconto di una passione che si intreccia, inestricabile come un gelsomino rampicante, con amori letterari, pittorici e cinematografici, ricordi di viaggi, aneddoti di vita giardiniera e riflessioni sulle sfide e le frontiere della felicità sostenibile. Serena Dandini ci conduce in una passeggiata sentimentale alla ricerca della bellezza che potrà salvarci, con un libro dedicato a chi voleva cambiare il mondo e invece dopo un po’ si è accorto che è stato il mondo a cambiargli i connotati. Viaggiando tra parchi incantati e vivai sconosciuti, imbarcandoci sulle navi di cacciatori di piante d’altri tempi, sbirciando gli amori romantici per un raffinato musicista o per un carico di concime, scopriamo insieme con lei che non è mai troppo tardi per mettere dei fiori nei nostri cannoni e bombardare almeno il perimetro del balconcino di casa. Perché, come recita un antico proverbio cinese, chi pianta un giardino semina la felicità.
(source: Bol.com)

Dagon (Urania)

Dagon Ereditare un’antica villa e perdercisi. Andare via da tutto e dimenticare le ossessioni della società invadente, prosaica. Ma anche nelle fughe meglio progettate possono nascondersi pericoli insidiosi, e non si tratta soltanto della solitudine. Il protagonista di questo romanzo è tenuto in cattività da qualcosa che sfugge a ogni definizione, a una mostruosità della notte dei tempi; e la sua disintegrazione, raccontata con perfetta obiettività, è accompagnata dal ritmo di una formula che poche gole umane sono in grado di pronunciare: Ph’nglui mglw’nafh Cthulhu R’lyeh wgah’nagl fhtagn. Completa il volume il romanzo breve il sentiero dei mille sospiri di stefano di marino, un horror-action insuperato nel suo genere.
(source: Bol.com)