47105–47120 di 66541 risultati

Sua altezza spaziale e altri racconti

Antologia senza presentazione.
Indice:
Arthur C. Clarke – Sua Altezza Spaziale
H. B. Fyfe – Il Klyga (The Klygha, 1963)
C. C. MacApp – Lo scultore (The Sculptor, 1965)
Harry Harrison – Il negozio di giocattoli (Toy Shop, 1962)
J. T. McIntosh – Terminal (At Journey’s End, 1966)
Alice Eleanor Jones – Cresciamo e moltiplichiamoci (Created He Them, 1956)
James White – La capitana dello “Starfire” (The Light Outside the Windows, 1964)
Copertina di Karel Thole

Su una gamba sola

Un incidente di montagna in Norvegia: Oliver Sacks si ritrova su un letto con una gamba che, nella sua percezione, non gli appartiene più. All’inizio, pensa che il suo caso sia semplice e banale. Poi, si trova sprofondato in un «abisso di effetti bizzarri e anche terrificanti». Quella gamba alienata dal suo corpo lo induce a indagare «l’orrore e la meraviglia che occhieggiano dietro la vita e che sono celati, per così dire, dietro la superficie usuale della salute». Perdere la percezione di un arto lede l’immagine di se stessi, obbliga a chiedersi che cosa sia questo Sé che agisce in noi. Anche questa volta, Sacks indaga, e ci fa partecipi della sua indagine, attraverso il racconto: che sarà il racconto di uno strano viaggio «in avanti e all’indietro – perché questa sembra essere la natura del pensiero: ricondurci al suo punto di partenza, alla casa atemporale della mente». “Su una gamba” sola apparve per la prima volta nel 1984.

Uno studio in rosso

Pubblicato nel 1887, Uno studio in rosso è il primo romanzo (di quattro) in cui compare a tutto tondo il personaggio di Sherlock Holmes. Affiancato dal medico John Watson, congedato dall’esercito per una ferita, l’investigatore inglese si contraddistingue per le straordinarie competenze in chimica e anatomia e l’incredibile capacità deduttiva, messa in atto a partire da pochi particolari fisici o da dettagli relativi all’abbigliamento. Uno studio in rosso si incentra sul misterioso omicidio di un uomo, trovato morto in una casa con accanto un anello nuziale da donna e la scritta “Rache” (vendetta, in tedesco) sul muro. In questo primo romanzo sono già presenti quasi tutti gli elementi che renderanno immortale la figura di Sherlock Holmes: la città di Londra avvolta in una nebbia fitta e impenetrabile, il compagno di avventure Watson, emblema del punto di vista dell’uomo comune, e chiaramente lui, Holmes, che in breve tempo comincerà a vivere di vita propria, tanto da ispirare una sterminata produzione cinematografica e televisiva.
**
### Sinossi
Pubblicato nel 1887, Uno studio in rosso è il primo romanzo (di quattro) in cui compare a tutto tondo il personaggio di Sherlock Holmes. Affiancato dal medico John Watson, congedato dall’esercito per una ferita, l’investigatore inglese si contraddistingue per le straordinarie competenze in chimica e anatomia e l’incredibile capacità deduttiva, messa in atto a partire da pochi particolari fisici o da dettagli relativi all’abbigliamento. Uno studio in rosso si incentra sul misterioso omicidio di un uomo, trovato morto in una casa con accanto un anello nuziale da donna e la scritta “Rache” (vendetta, in tedesco) sul muro. In questo primo romanzo sono già presenti quasi tutti gli elementi che renderanno immortale la figura di Sherlock Holmes: la città di Londra avvolta in una nebbia fitta e impenetrabile, il compagno di avventure Watson, emblema del punto di vista dell’uomo comune, e chiaramente lui, Holmes, che in breve tempo comincerà a vivere di vita propria, tanto da ispirare una sterminata produzione cinematografica e televisiva.

Uno studio in nero

“Uno studio in nero” vede uniti due miti della letteratura poliziesca: Ellery Queen e Sherlock Holmes. Tutto ha inizio quando il celebre scrittore-detective riceve un anonimo pacchetto contenente un manoscritto ingiallito redatto da un certo dottor John H. Watson. Ellery è assillato da un contratto editoriale che lo obbliga a consegnare il suo nuovo romanzo il più in fretta possibile, ma la curiosità è più forte degli impegni lavorativi e, facendo i salti mortali, riesce a dedicare un po’ di tempo al manoscritto. Anche perché la storia che racconta rappresenta il sogno di ogni appassionato di mystery: ovvero le peripezie cui va incontro l’immenso Holmes nel tentativo di dare un nome e un volto a Jack lo Squartatore! Spetterà proprio a Ellery concludere l’indagine iniziata dal suo illustre predecessore e smascherare una volta per tutte il criminale più famoso della storia. Pubblicato nel 1966 e ammiccante fin dal titolo al capolavoro di Conan Doyle “Uno studio in rosso”, questo romanzo è un piccolo gioiello imperdibile per tutti gli appassionati del poliziesco d’autore, un raro e affascinante esempio della narrativa storica di Ellery Queen.

La struttura psicologia del fascismo

*Il marxismo, dopo aver affermato che in ultima istanza la struttura di una società determina o condiziona la sovrastruttura, non ha tentato alcuna delucidazione generale delle modalità proprie di formazione della società religiosa e politica. Esso ha egualmente ammesso la possibilità di reazione della sovrastruttura ma, anche qui, non è passato attraverso l’affermazione dell’analisi scientifica. Questo articolo rappresenta, a proposito del fascismo, un tentativo di rappresentazione rigorosa, se non completa, della sovrastruttura sociale e dei rapporti con la struttura economica. Non si tratta tuttavia che di un frammento appartenente ad un contesto relativamente importante, il che spiega il gran numero di lacune e, in modo particolare, l’assenza di ogni considerazione sul metodo*. È stato egualmente necessario rinunciare a dare una giustificazione generale di un punto di vista che appare nuovo e limitarsi all’esposizione dei fatti. Per contro, la semplice esposizione della struttura del fascismo ha richiesto, come introduzione, una descrizione d’assieme della struttura sociale.
Va da sé che l’analisi della sovrastruttura suppone lo sviluppo preliminare di quella della struttura, studiata dal marxismo.* (GB)

Strisciava sulla sabbia

Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, vorrebbe seguire da vicino un grande investigatore, per vederlo in azione mentre cerca fra mille indizi la pista buona. E’ la fortuna che capita a Robert Kinnaird: solo che qui, nello schema classico della caccia al criminale s’introduce una variante originalissima, una “trovata” fantascientifica che in un certo senso fa impallidire la celebre coppia Sherlock Holmes – dottor Watson.
Copertina di Karel Thole

Le streghe

**«Dahl possiede il rarissimo dono di far scomparire tutto il mondo che sta intorno al lettore»**.
*Goffredo Fofi*
**«Maestro della short story, a lungo considerato solo uno scrittore per ragazzi… iperbolico, beffardo, divertente, la sua massima virtù è dinamica, è la velocità. Ci si accorge di come e quanto la sua consistenza sia un meccanismo perfetto, esplosivo al pari di una bomba»**.
* Franco Cordelli, Corriere della Sera*
**«Roald Dahl parteggia sempre per i bambini e ha creato tanti piccoli personaggi con speciali poteri che si vendicano delle prepotenze degli adulti o li puniscono per le loro cattive azioni»**.
* Donatella Ziliotto*
Un racconto inquietante che vi farà sapere chi sono le vere streghe. Non quelle delle fiabe, sempre scarmigliate e a cavallo di una scopa, ma quelle elegantissime, somiglianti a certe signore che probabilmente già conoscete. Come fare a individuarle? Bisogna stare attenti a chi porta sempre i guanti,a chi si gratta la testa, a chi si toglie le scarpe a punta sotto il tavolo e a chi ha i denti azzurrini, perché tutto ciò serve a nascondere gli artigli, i crani calvi, i piedi quadrati, la saliva blu mirtillo: tutti segni distintivi delle vere streghe. Sapendo questo potrete evitare di venir trasformati in topi.
**
### Sinossi
**«Dahl possiede il rarissimo dono di far scomparire tutto il mondo che sta intorno al lettore»**.
*Goffredo Fofi*
**«Maestro della short story, a lungo considerato solo uno scrittore per ragazzi… iperbolico, beffardo, divertente, la sua massima virtù è dinamica, è la velocità. Ci si accorge di come e quanto la sua consistenza sia un meccanismo perfetto, esplosivo al pari di una bomba»**.
* Franco Cordelli, Corriere della Sera*
**«Roald Dahl parteggia sempre per i bambini e ha creato tanti piccoli personaggi con speciali poteri che si vendicano delle prepotenze degli adulti o li puniscono per le loro cattive azioni»**.
* Donatella Ziliotto*
Un racconto inquietante che vi farà sapere chi sono le vere streghe. Non quelle delle fiabe, sempre scarmigliate e a cavallo di una scopa, ma quelle elegantissime, somiglianti a certe signore che probabilmente già conoscete. Come fare a individuarle? Bisogna stare attenti a chi porta sempre i guanti,a chi si gratta la testa, a chi si toglie le scarpe a punta sotto il tavolo e a chi ha i denti azzurrini, perché tutto ciò serve a nascondere gli artigli, i crani calvi, i piedi quadrati, la saliva blu mirtillo: tutti segni distintivi delle vere streghe. Sapendo questo potrete evitare di venir trasformati in topi.

Le streghe di Karres

E’ sul pianeta Porlumma che il capitano Pausert incontra le streghe di Karres, tre angeliche creature dagli straordinari poteri mentali. Quando egli decide di prenderle sotto la sua tutela per riportarle su Karres, ignora che non saranno loro ad aver bisogno di lui, ma lui di loro. E in un universo così pieno di imprevisti tutto può succedere, anche ritrovarsi a fronteggiare le maligne creature di un altro universo che vorrebbero ridurre in schiavitù l’umanità.
**

Le streghe di Eastwick

###
Sono belle e pericolose, tutte e tre; divorziate, sono attorniate da uomini e da amanti; e, ovviamente, sono capaci di qualunque prodigio, perché sono tre streghe. Alexandra, Jane e Sukie vivono in una cittadina del New England, circondate dai pettegolezzi, ma non hanno nessuna voglia di nascondersi o di limitare il loro desiderio di avventura e trasgressione. Alexandra scolpisce piccole bambole, le sue “puppine”; Jane suona il violoncello; Sukie scrive per il quotidiano locale: ma nessuna esita a usare i propri poteri per scatenare improvvise tempeste o trasformare palle da tennis in rane o sedurre i maschi della loro piccola città. Finché non compare in scena un uomo che non si aspettavano e che sconvolge le loro esistenze di streghe un po’ annoiate. Si chiama Darryl Van Horne, viene da Manhattan ed è tanto affascinante quanto misterioso, nelle sue manie e nei suoi comportamenti sempre sopra le righe. Nel giro di poche settimane la casa che Van Horne sta ristrutturando diventa la sede di incontri sessuali a quattro, un ménage torbido e spregiudicato, che alla lunga scatena nelle tre amiche gelosie e invidie reciproche. Quando poi una quarta e più giovane donna trova spazio entro le attenzioni dell’uomo misterioso, la situazione precipita in modo tumultuoso, rivelando tutti i terribili poteri delle streghe di oggi.
**

Le streghe di east end

A volte la vita è fatta di pura magia… a volte c’è solo una possibilità per ristabilire i fragili equilibri fra il bene e il male. E ora tutto dipende dalle Beauchamp. È settembre e le tre donne si sono da poco trasferite a North Hampton. Sulla cittadina sembra regnare la calma; tuttavia, quando la comunità viene sconvolta da morti e scomparse misteriose, e gli occhi di tutti sono su di loro, dovranno decidere da che parte stare e riprendere in mano il loro destino. Da secoli hanno rinunciato ai propri poteri: Joanna può resuscitare i morti, Ingrid prevede il futuro, e Freya ha una pozione magica per ogni pena d’amore. Ora il tempo stringe, ed è giunto il momento di recuperarli… Fra misteri, forze oscure da placare, sensualità e vero amore, si muove questa avventura dal ritmo incessante e irresistibile.

(source: Bol.com)

La strega e il capitano

Nel febbraio del 1617, a Milano, Caterina Medici, serva ‘carnosa ma di ciera diabolica’, viene condannata al rogo: ‘Sia condotta sopra un carro al luogo del pubblico patibolo, ponendole sulla testa una mitra con la dicitura del reato e figure diaboliche, e percorrendo le vie e i quartieri principali della città col tormentarla nel corpo con tenaglie roventi, per poi essere bruciata dalle fiamme…’. In apparenza, uno dei tanti casi di stregoneria depositati nei nostri archivi. Ma la scrupolosa, o meglio accanita, ricostruzione che all’atroce caso – ricordato da Manzoni nel XXXI capitolo dei ”Promessi sposi” – dedica Sciascia in questo libro del 1986 ci mostra che non è così, giacché tutta la vicenda nasconde tra le pieghe interrogativi e zone d’ombra. Nello sbrogliare l’esasperante ‘pasticciaccio’ con le cadenze e il montaggio di un thriller, egli non si limita tuttavia a consegnarci una delle sue inconfondibili miniature microstoriche, ma dilata l’avversione della Chiesa Cattolica per le ‘antiche fantasie e leggende’ a immagine dell’eterno schema che vede ogni ‘sistema dominante’ combattere tutte le fonti di ‘ingiustizia, di miseria, d’infelicità’ nel momento in cui ‘ingiustizia, miseria e infelicità’ vengono da quello stesso sistema ‘in maggiore quantità e con accelerazione prodotte’. Ancora una volta quel che preme a Sciascia è scrostare dalla Storia le innumerevoli maschere del potere, sino a svelarne il volto ripugnante e primigenio. E ancora una volta egli riesce ad assimilarsi sapientemente allo stile dei documenti, affidando la luce del giudizio al contrappunto mentale dei lettori.
(source: Bol.com)

La strega di Portobello

Come possiamo trovare il coraggio di essere sinceri con noi stessi, anche se non abbiamo alcuna certezza su chi siamo davvero? Ecco la domanda che anima questo romanzo.
È la storia di una donna misteriosa di nome Athena, raccontata attraverso le voci di molte persone che la conoscevano bene, o che l’avevano soltanto incontrata. Le persone creano una realtà, e poi si ritrovano vittime di essa. Athena si ribellò a tutto questo, e pagò un prezzo altissimo.
Il suo grande problema era quello di essere una donna del XXII secolo che viveva, però, nel XXI, e lo rivelava a tutti. Ha pagato un prezzo? Senza dubbio. Ma avrebbe pagato un costo ben più alto, se avesse represso la sua esuberanza. Sarebbe stata amareggiata, frustrata, preoccupata di “ciò che penseranno gli altri”, e avrebbe continuato a ripetersi: “Prima risolverò queste faccende, poi mi dedicherò al mio sogno”, sempre lamentandosi del fatto che “le condizioni ideali non arrivano mai”.
**
### Sinossi
Come possiamo trovare il coraggio di essere sinceri con noi stessi, anche se non abbiamo alcuna certezza su chi siamo davvero? Ecco la domanda che anima questo romanzo.
È la storia di una donna misteriosa di nome Athena, raccontata attraverso le voci di molte persone che la conoscevano bene, o che l’avevano soltanto incontrata. Le persone creano una realtà, e poi si ritrovano vittime di essa. Athena si ribellò a tutto questo, e pagò un prezzo altissimo.
Il suo grande problema era quello di essere una donna del XXII secolo che viveva, però, nel XXI, e lo rivelava a tutti. Ha pagato un prezzo? Senza dubbio. Ma avrebbe pagato un costo ben più alto, se avesse represso la sua esuberanza. Sarebbe stata amareggiata, frustrata, preoccupata di “ciò che penseranno gli altri”, e avrebbe continuato a ripetersi: “Prima risolverò queste faccende, poi mi dedicherò al mio sogno”, sempre lamentandosi del fatto che “le condizioni ideali non arrivano mai”.

Straordinarie avventure di Testa di Pietra

Straordinarie Avventure di Testa di Pietra fa parte del Ciclo (Trilogia) dei Corsari delle Bermude. In sequenza i romanzi di Emilio Salgari che fanno parte del Ciclo sono: I corsari delle Bermude, 1909, La crociera della Tuonante, 1910 e Straordinarie avventure di Testa di Pietra, 1915. Tutti questi testi sono nel pubblico dominio e facilmente reperibili nel web. Allora: perché acquistare il seguente eBook? Il motivo è molto semplice. Ad un prezzo irrisorio si ha il testo di Salgari e il coordinamento di testi complementari alla trama del romanzo. Ad esempio nel presente eBook, oltre al romanzo di Salgari, si parla di: Le Principali Battaglie della Guerra di Indipendenza Americana, Battaglia di Long Island, Gli eventi precedenti alla battaglia, La battaglia, Le conseguenze, La battaglia di Trenton: Antefatto, Il piano americano, La situazione delle truppe dell’Assia, La battaglia, Conseguenze, La battaglia di Saratoga, La battaglia di Yorktown, Campagna delle Indie orientali (1778-1783), Altre Battaglie, Biografia di Emilio Salgari, Opere di Emilio Salgari: Ciclo dei pirati della Malesia, Ciclo dei corsari delle Antille, Ciclo dei corsari delle Bermude, Ciclo del Far West, Cicli minori, I due marinai, Il Fiore delle Perle, I figli dell’aria, Capitan Tempesta e Il Leone di Damasco, Avventure in India, Avventure africane, Avventure in Russia, Altri romanzi e racconti, Filmografia di Emilio Salgari, Emilio Salgari Erotico: Cartagine in Fiamme, Le Figlie dei Faraoni, Estratto da Le Figlie dei Faraoni,, Nefer, bellissima e misteriosa, Imitatori di Emilio Salgari: La Stella del Nord – Le avventure di Jolanda, la Figlia del Corsaro Nero di Wayne, Bruce, Estratto da La Stella del Nord. 290 pagine di Avventure e di Storia. Il tutto illustrato da splendide immagini. 20 pagine dell’eBook sono destinate all’illustrazione di Opere del Self-Publish. Il prezzo dell’eBook si riferisce esclusivamente al Romanzo di Salgari.
**
### Sinossi
Straordinarie Avventure di Testa di Pietra fa parte del Ciclo (Trilogia) dei Corsari delle Bermude. In sequenza i romanzi di Emilio Salgari che fanno parte del Ciclo sono: I corsari delle Bermude, 1909, La crociera della Tuonante, 1910 e Straordinarie avventure di Testa di Pietra, 1915. Tutti questi testi sono nel pubblico dominio e facilmente reperibili nel web. Allora: perché acquistare il seguente eBook? Il motivo è molto semplice. Ad un prezzo irrisorio si ha il testo di Salgari e il coordinamento di testi complementari alla trama del romanzo. Ad esempio nel presente eBook, oltre al romanzo di Salgari, si parla di: Le Principali Battaglie della Guerra di Indipendenza Americana, Battaglia di Long Island, Gli eventi precedenti alla battaglia, La battaglia, Le conseguenze, La battaglia di Trenton: Antefatto, Il piano americano, La situazione delle truppe dell’Assia, La battaglia, Conseguenze, La battaglia di Saratoga, La battaglia di Yorktown, Campagna delle Indie orientali (1778-1783), Altre Battaglie, Biografia di Emilio Salgari, Opere di Emilio Salgari: Ciclo dei pirati della Malesia, Ciclo dei corsari delle Antille, Ciclo dei corsari delle Bermude, Ciclo del Far West, Cicli minori, I due marinai, Il Fiore delle Perle, I figli dell’aria, Capitan Tempesta e Il Leone di Damasco, Avventure in India, Avventure africane, Avventure in Russia, Altri romanzi e racconti, Filmografia di Emilio Salgari, Emilio Salgari Erotico: Cartagine in Fiamme, Le Figlie dei Faraoni, Estratto da Le Figlie dei Faraoni,, Nefer, bellissima e misteriosa, Imitatori di Emilio Salgari: La Stella del Nord – Le avventure di Jolanda, la Figlia del Corsaro Nero di Wayne, Bruce, Estratto da La Stella del Nord. 290 pagine di Avventure e di Storia. Il tutto illustrato da splendide immagini. 20 pagine dell’eBook sono destinate all’illustrazione di Opere del Self-Publish. Il prezzo dell’eBook si riferisce esclusivamente al Romanzo di Salgari.
### L’autore
Emilio Salgari (Verona, 21 agosto 1862 – Torino, 25 aprile 1911) è stato uno scrittore italiano di romanzi d’avventura molto popolari.

Uno strano destino

Nella minuscola cittadina di West Table, nel Missouri, il luogo in cui si cresce segna ineluttabilmente il destino delle persone. E chi viene dalla zona di Venus Holler non può fare granché della propria vita. Ma Jamalee Merridew, diciannove anni e capelli rossi come il fuoco, rifiuta di trascorrere la propria esistenza dalla parte sbagliata della ferrovia che taglia la città. Escogita piani per fuggire con l’aiuto di suo fratello Jason, il ragazzo più bello della zona, di un fascino innato tale da poter essere usato come lasciapassare per un mondo migliore. Ma le servono anche un’auto, del denaro, e un po’ di muscoli. Entra così in scena Sammy Barlach, un giovane scassinatore, una di quelle persone perennemente nei guai. Questo trio di anime disperate unisce le forze per combattere un destino – grigio, arido e minaccioso come le montagne di Ozark – che continua ad accanirsi contro di loro, in una lotta che sembra impossibile, affrontando tragedie inevitabili, crudeli e senza senso. Tra le opere migliori di uno degli scrittori più talentuosi d’America, Uno strano destino è un romanzo al tempo stesso ironico e poetico, selvaggio e lirico, che cattura con la sua scrittura vera e potente.

Uno strano cliente

Fifth in the Ed and Am series, but last for several years (Brown worked on other projects from ’52-58.) Having opened their own detective agency, Ed and Am start by taking cases passed along by former employer Starlock. One day a girl walks into their door, in fear of murder caused by Martians. The pair don’t take her too seriously… until she winds up dead.