47025–47040 di 65579 risultati

Recuperate il Titanic!

14 aprile 1912. Mentre a bordo del Titanic tutti si godono la serata e la musica dell’orchestra, un passeggero del ponte A, sconvolto, costringe sotto la minaccia di una pistola uno steward ad accompagnarlo nella stiva, perché deve recuperare a tutti i costi qualcosa di molto importante, qualcosa da cui sembra dipendere la sua vita. L’urto contro il fatale iceberg gli impedirà per sempre di portare a compimento il suo oscuro piano… 1988. In un mondo ancora preda della guerra fredda, una task force segreta che risponde direttamente al presidente degli Stati Uniti sta lavorando al misterioso Progetto Siciliano, per mettere a punto un avanzatissimo sistema di difesa antimissilistico, che potrebbe neutralizzare per sempre il pericolo sovietico. Elemento fondamentale per la sua realizzazione è il bizanio, un minerale ormai introvabile in natura. Tutto quello che se ne sa è che il Titanic, nella sua stiva, potrebbe contenerne un quantitativo utile. Ma la nave è sepolta in fondo all’oceano da oltre sessant’anni e nessuno può raggiungerla. Nessuno tranne Dirk Pitt e gli uomini della Numa. Inizia così un’avventura che vede Pitt combattere non solo contro le forze della natura, ma anche contro i servizi segreti sovietici, disposti a tutto pur di impedire agli americani di realizzare l’ambizioso e risolutivo progetto. **

Rebus per un funerale

Stanley Manning è un uomo senza risorse, un buono a nulla, con un solo interesse nella vita: l’enigmistica. È questo quello che l’odiata suocera pensa di lui, e non perde occasione per ricordarglielo, nel modo più sgarbato e irritante. Ma la donna si sbaglia, c’è qualcosa che da oltre vent’anni appassiona Stanley ben più di sciarade e parole crociate: l’eredità che sua moglie Vera riceverà alla morte della madre. Soprattutto da quando la suocera, malata di cuore, è venuta a vivere con i due sposi, trasformando la loro vita in un inferno e facendo di tutto per minare la loro unione. Esasperato, Stanley decide di “dare una mano alla natura” sostituendo le pastiglie indispensabili alla vecchia signora con dell’innocua saccarina. E quando un’amica che era venuta a passare qualche giorno con lei muore d’infarto, Stanley pensa di approfittare delle circostanze: fare fuori la coriacea suocera e sostituire i cadaveri, in modo che il delitto passi per una morte naturale. Ma non tutto va come previsto, e Stanley si trova ingarbugliato in un rebus decisamente troppo complicato…

Rebecca la prima moglie

Una giovane dama di compagnia in vacanza a Montecarlo; Maxim de Winter, un affascinante vedovo che le propone di sposarlo; Manderley, un’inquietante castello della Cornovaglia che sembra vivere nel ricordo di Rebecca, defunta moglie del giovane sposo, la cui inquietante presenza incombe sulla nuova coppia ogni giorno di più. Ma il racconto è soprattutto l’indimenticabile storia di una giovane donna consumata dall’amore e alla disperata ricerca della sua identità.

Il reato di scrivere

Quale idea J. Rodolfo Wilcock avesse della critica e del suo status lo si inferisce da alcuni noti vezzi, come quello di recensire spettacoli che non aveva visto, o di inventarne di inesistenti, sulle cui tracce si gettavano subito tutti. Gli articoli raccolti qui coprono i due decenni più importanti della sua collaborazione a giornali e riviste (innanzitutto al “Mondo” di Pannunzio), e sono tutti dedicati al mondo delle lettere e alle sue singolari, ricorrenti, tormentose perversioni.

Reati capitali

La vita di Claire, avvocato di successo, madre e moglie felice, sembra perfetta fino al giorno in cui il marito Tom, un ricco uomo d’affari, viene arrestato dall’Fbi con l’accusa di strage. L’uomo avrebbe torturato e ucciso donne, vecchi e bambini durante una missione in Salvador, per scomparire una volta rientrato in patria. Costruitosi quindi una nuova identità, ha incontrato e sposato Claire. La protagonista crede alle spiegazioni del marito che ammette di vivere sotto falso nome, ma nega ogni responsabilità criminale attribuitagli e accetta di difenderlo.

Reality Transurfing – Il fruscio delle stelle del mattino

Il Transurfing è un’originale e straordinaria tecnica di interpretazione e gestione della realtà che ha già conquistato milioni di persone in tutto il mondo, inclusa l’Italia.
Applicando i principi del surf, il Transurfing insegna a scivolare senza sforzo tra le onde del quotidiano e a cavalcare la vita con leggerezza, senza affondare mai.
Perché i desideri non si realizzano e i sogni non si avverano? Per far sì che ciò avvenga, bisogna sapere come fare, scrive Zeland nell’introduzione al libro. E per farlo dobbiamo imparare ad ascoltare quello che l’autore chiama ”il fruscio delle stelle del mattino”, quella voce senza parole, quella riflessione senza pensieri, quel suono senza volume, che altro non è che la nostra voce interiore. Una voce che da sempre l’uomo si forza di liberare e ascoltare, per realizzare le proprie aspirazioni.
Ancora una volta Zeland sorprende il lettore, offrendogli un nuovo, stupefacente punto di vista e catapultandolo – con il suo stile diretto e appassionante – verso prospettive fino a oggi inesplorate.
(source: Bol.com)

Il realismo è l’impossibile

La realtà cui aspira il realismo in letteratura non ha nulla di verosimile. Solo dando al lettore qualcosa in piú o in meno di quel che si aspetta, l’autore può infondergli quel senso di incertezza che la realtà produce. Perché la realtà non si dispiega ragionevolmente davanti a noi, ma ci coglie di sorpresa, a tradimento. Con un dettaglio inatteso nega la favola e ci convince di un intero mondo da esplorare. Cosí, il realismo fa lo stesso effetto della magia, dona a chi guarda il piacere dell’inganno. In questo saggio veloce e sapiente, Siti ci dà la sua “bieca ammissione di poetica”.

(source: Bol.com)

Re per sempre

In una caleidoscopica sfida tra passato e presente e tenendo come filo conduttore una magica coppa che ha il potere di dare l’immortalità a chiunque la tenga con sè Re per sempre propone una vicenda che pare aver distillato il meglio del genere fantasy, del romanzo storico, del thriller e della fiaba. Il risultato è vertiginoso e assolutamente originale una scorribanda trascinante in cui anche i personaggi già ampiamente sfruttati dalla letteratura acquistano nuova vita e rinnovato slancio.

Il re pallido

La trasfigurazione in forma narrativa di un anno che David Foster Wallace, nel bel mezzo degli studi universitari, trascorse lavorando per il Centro controlli regionale dell’Agenzia delle Entrate di Peoria, nell’lllinois. Un romanzo labirintico, che tra finte prefazioni e digressioni, minuziose descrizioni che ricordano i cataloghi dell’epica antica e sintesi fulminanti, riesce a trasformare gli eventi più ordinari in avventure miracolose. Una gigantesca macchina tra saggio e racconto, popolata da un’umanità insieme buffa e dolente e sorretta dall’ambizione quasi filosofica di raccontare la noia, ossia tutto ciò che di solito viene escluso dalle storie perché ritenuto privo di interesse. E che qui viene evocato con grande empatia, nel suo inscindibile misto di banalità e dignità.
**

Il re della truffa

Solo un truffatore può incastrare un altro truffatore. Questo deve aver pensato l’FBI quando, nel 1977, ha catturato Mel Weinberg, imbroglione così raffinato da lasciarsi alle spalle l’infanzia povera a Brooklyn ed entrare nel gotha della finanza internazionale. Ma anche il criminale più furbo ha un punto debole – nel suo caso una donna bellissima, Lady Diane – e Mel, una volta scoperto, viene ‘convinto’ a passare dall’altra parte. Spetta a lui il compito di organizzare il più delicato e complesso raggiro di sempre, l’operazione Abscam, per smascherare finalmente la corruzione ad alto livello. Anzi, altissimo, perché a essere coinvolti sono senatori e deputati troppo sensibili al fascino delle mazzette e ai favori della mafia. Tra colpi di scena, fughe di notizie e scuse improbabili (ma spesso la gente è disposta a bersi anche le storie più incredibili), lentezze burocratiche e ingenuità dell’FBI, Weinberg lavora con scrupolo da maestro al colpo del secolo. Il reporter investigativo Robert W. Greene, due volte premio Pulitzer, ricostruisce con brio lo scandalo che ha messo nel sacco il fiore della politica americana grazie all’ostinata intraprendenza di una banda improvvisata di agenti e imbroglioni. Al centro di tutto la figura irresistibile di Mel Weinberg, amante del gioco e delle donne, gran conoscitore delle debolezze umane, infaticabile bugiardo, che ha saputo fare della sua unica arte, la truffa, un onesto capolavoro.
(source: Bol.com)

Il re della prateria

Ultimo erede di una nobile famiglia decaduta, il marchese Almeida viene rapito dagli indiani Apaches. Sarò lo zio insieme alla coraggiosa e intrepida guida Sanchez a ritrovarlo, alcuni anni dopo, quando ormai è diventato un potente e rispettato capo pelle-rossa.

Il re della montagna

Nadir, giovane e valoroso Re della Montagna, vive nel suo castello sul monte Demawend a nord di Teheran. Avvertito dell’imminente esecuzione del fido Harum, alla guida di un gruppo di fedeli, libera l’amico. Inseguito, trova rifugio in un palazzo ove la bella Fatima lo nasconde. A seguito dell’amore nato fra i due giovani, la stessa rivela di essere promessa, contro la propria volontà, allo Scià di Persia. I due decidono allora di rifugiarsi nel castello di Nadir dove, dal fedele Mirza, apprendono di essere entrambi figli di Scià assassinati dall’attuale usurpatore. Quest’ultimo, intanto, ha provveduto ad assaltare il castello di Nadir, nel tentativo di vendicarsi. Nadir è ferito, Fatima rapita. Mentre tutto sembra ormai perduto, i capi delle provincie persiane fedeli al Re della Montagna, organizzano un grande esercito che agli ordini di Nadir, sferra l’attacco finale a Teheran. Mentre il tiranno si accinge ad impalmare la disperata Fatima, i liberatori raggiungono il palazzo. Il tiranno, viene ucciso da Harum. Nadir acclamato Scià sposa Fatima, mentre il popolo si prepara ad un lungo periodo di pace e tranquillità sotto il nuovo impero.

Il re della camera buia

Il re della camera buia was written in the year 1921 by Rabindranath Tagore. This book is one of the most popular novels of Rabindranath Tagore, and has been translated into several other languages around the world.

This book is published by Booklassic which brings young readers closer to classic literature globally.

(source: Bol.com)

Il re dell’orrore

**GLI SPETTRI DECISERO DI CALCARE LA MANO.**
Una classe stava giocando a pallavolo in palestra, quando comparve un gruppo di spettri orrendi che si mise a ballare e a cantare intorno ai ragazzi. Tutti gridarono come ossessi mentre i fantasmi li avvolgevano nella rete staccata dai sostegni. Li strinsero forte e li tennero prigionieri.