46785–46800 di 74503 risultati

Nel Nome del Male

“Dà pericolosamente dipendenza” – Sherrilyn Kenyon, autrice di bestseller #1 del New York Times
“La Crosby ci porta con impareggiabile maestria in un Sud pieno di suspense, segreti e scandali!” – Harlan Coben, autore di bestseller #1 del New York Times
Rivelando i segreti più nascosti di una grande famiglia del Sud ormai in declino, l’acclamata autrice del New York Times Tanya Anne Crosby esplora le vite di Caroline, Augusta e Savannah Aldridge, tre sorelle accomunate da un passato o scuro e da un futuro incerto…
Caroline Aldridge non si aspettava di vedere così tante persone al funerale di sua madre: a quanto pare la ricca ereditiera del giornale locale era benvoluta da tutta la comunità, nonostante le sofferenze che aveva causato alle sue figlie. Ora era morta, lasciando innumerevoli segreti e alcune richieste: per aver diritto all’eredità, Caroline e le sue sorelle dovranno abitare insieme per un anno a Charleston e la stessa Caroline dovrà prendere le redini del quotidiano, ma le prime pagine stanno per tingersi di rosso e le sorelle potrebbero essere finite involontariamente al centro del mirino…
I ricordi della scomparsa del loro fratellino vengono riportati alla luce da una serie di rapimenti e omicidi… e Caroline potrebbe essere la prossima. Tuttavia, quel caos potrebbe anche riaccendere una passione da tempo sepolta. Caroline lotterà per riavere Jack nella sua vita, ricucire i rapporti con le sue sorelle e mantenere il nome della sua famiglia nella società di Charleston, mentre una forza sinistra e incontrollabile minaccia di distruggere per sempre la pace di quella città e della sua vita…
(source: Bol.com)

Nel letto di un highlander (I Romanzi Extra Passion)

Figlia di re Alexander di Scozia, Mairin Stuart, alla morte del padre, eredita giovanissima l’ambita fortezza di Neamh Alainn e viene subito nascosta in un’abbazia per sottrarla alle mire del temibile laird Duncan Cameron. Dopo anni di ricerche, un luogotenente di Cameron scova la ragazza e la rapisce, ma, mentre torna alla fortezza con lei e i suoi uomini, inaspettatamente un bambino prova a rubare loro un cavallo e viene catturato. Mairin lo difende come una furia, convinta che il piccolo sia in grave pericolo, e scopre che si tratta del figlio di Ewan McCabe, capo dell’omonimo clan e acerrimo nemico di Cameron. Così, dopo una rocambolesca fuga insieme al bambino, Mairin incontrerà Ewan

Nel guscio

«Potrei anche essere confinato in un guscio di noce e sentirmi il re di uno spazio infinito – se non fosse la compagnia di brutti sogni», lamentava l’Amleto shakespeariano.Recluso a testa in giú nel guscio materno, il narratore di questo thriller unico nel suo genere ha invece finito lo spazio a disposizione. Una certa dose di piaceri regali – del sublime Sancerre Chavignol sorbito attraverso il cordone, magari – può forse allietare la sua attesa. Ma non mancano i brutti sogni, con la madre e lo zio perversi e assassini che il destino gli ha dato in sorte.E dunque basta con gli indugi, è arrivato il tempo di scegliere: essere o non essere?«Uno straordinario gioco di prestigio, un pezzo di bravura che, ai doni narrativi di precisione, autorevolezza e controllo, aggiunge il diletto assoluto delle acrobazie di cui sono capaci le parole».Michiko Kakutani, «The New York Times» «Risuona in queste frasi l’autentica nota aurea del genio».Ron Charles, «The Washington Post» La gravidanza di Trudy è quasi a termine, ma l’evento si prospetta tutt’altro che lieto per il suo piccolo ospite. Ad attenderlo nella grande casa di famiglia (e nel letto coniugale) non c’è il legittimo marito di Trudy e suo futuro padre, John Cairncross, poeta povero e sconosciuto, innamorato della moglie e della civiltà delle parole, ma il fratello di lui, il ricco e becero agente immobiliare Claude.Dalla sua posizione ribaltata e cieca, il nascituro gode nondimeno di una prospettiva privilegiata sugli eventi in corso, ed è lui a metterci a parte di una vicenda di lutto e di sospetto dagli echi assai familiari.Certo, la scena non è quella corrotta e claustrofobica del castello di Elsinore. Certo, i due cognati fedifraghi, Trudy e lo zio Claude, non hanno regni nordici cui aspirare. Piuttosto a far gola ai due vogliosi amanti è l’edificio georgiano su Hamilton Terrace, decrepito ma d’inestimabile valore, incautamente ereditato da John, i cui pavimenti luridi e la cui onnipresente immondizia prendono il posto del marcio in Danimarca. Ma amletico è il crimine orrendo che il narratore vede (o meglio sente) arrivare, e amletico è pure il suo inesauribile flusso di pensieri dubitanti, gli stessi che hanno inaugurato al mondo la danza della modernità.Se nel testo shakespeariano l’origliamento, l’atto di spiare e raccogliere informazioni rovistando i recessi e gli anditi del regno, è spesso motore dell’azione, nel guscio l’udito è il senso privilegiato per ragioni fisiologiche, e a essere rovistati a pochissima distanza dal capo dell’inorridito narratore sono spesso e volentieri i recessi e gli anditi del corpo materno.Mentre all’orecchio non sempre affidabile del nostro eroe non-nato si dipana la tragica detective story, nella manciata di giorni che separano il suo «esserci» dal suo protetto «non-esserci» ancora, con il conforto di qualche buon vino giunto fino a lui dalle superbe degustazioni materne, e costantemente edotto sul mondo dai programmi radiofonici di approfondimento culturale che fortunatamente Trudy preferisce a quelli musicali, il nascituro ha tempo di riflettere su di sé, sulla complicata faccenda dell’amore, sul mondo, coi suoi orrori contemporanei e con le sue desiderate meraviglie. Ha tempo e curiosità sufficienti per farsi domande, interpretare i segni della sua realtà mediata, contemplare azioni e concludere che la sua sola salvezza, la salvezza dell’uomo, sta forse nell’esitazione.

Nel folto del bosco

Un folle assassino colpisce con furia efferata donne, giovani, belle e indipendenti. Sulle sue tracce si mettono Eric Gaines, tenente della polizia newyorkese e Carol, sua amica. Ma quando Carol è pedinata da un misterioso personaggio, la vicenda precipita in un angoscioso incubo.
**

Nel Deserto

Nel romanzo si trovano tutti i temi pi� tipici della narrativa e della visione del mondo dell’autrice: dalla famiglia decaduta all’amore difficile per differenze di ceto e di censo, dalla contesa tra giovani e vecchi a quella tra servi e padroni, dalle difficolt� della donna giovane all’uscita dall’adolescenza al conflitto tra vecchio e nuovo nella forma del mondo agropastorale sardo patriarcale-matriarcale e il mondo borghese cittadino individualista, per non dire del conflitto tra bene e male e tra volont� individuale e destino, colpa, rimorso ed espiazione.

Il negro del Narciso

“Il negro del Narciso” (titolo originale The Nigger of the ‘Narcissus’: A Tale of the Sea), pubblicato nel 1897, è considerato il punto di partenza della fase migliore dell’attività letteraria di Conrad. La traversata del veliero “Narciso” inizia tranquilla, ma ben presto si scopre che Jimmy, un marinaio di colore, ha una malattia terminale ai polmoni che lo rende del tutto incapace di lavorare. La sua malattia peggiora giorno dopo giorno, così come il tempo e il mare peggiorano con l’approssimarsi della nave al Capo di Buona Speranza. Quando la tempesta si scatena in tutta la sua violenza, le condizioni di Jimmy si aggravano e la sua sorte sembra segnata. Ma la tempesta non è soltanto sul mare, ma anche nel cuore degli uomini… Secondo la critica più autorevole, il romanzo è un’allegoria sul tema della solidarietà e dell’isolamento, con il microcosmo della nave a rappresentare una versione in scala ridotta della società umana.

Il NEGOZIO DI DOLCIUMI (contemporáneo historia de Amor)

Sul punto di perdere il suo negozio di dolciumi, Callie Moore decide di dimenticare temporaneamente i suoi problemi con uno straniero alto, moro e bello. Derek McNear non ci pensa nemmeno a tirarsi indietro, davanti ad una donna formosa e attraente, disposta ad offrirgli sesso ribollente di passione in un frigorifero commerciale, durante la festa di ricevimento del matrimonio del suo migliore amico. Il giorno seguente, però, quando Callie scopre che Derek è un consulente da lei ingaggiato per salvarle il negozio, inizia a presentarsi qualche difficoltà di concentrazione sul lavoro. Specialmente quando dare e ricevere piacere, l’una nelle braccia dell’altro, rappresenta un diversivo tanto migliore!

Il negoziatore: Un caso di Michael Bennett, negoziatore NYPD

Mancano pochi giorni a Natale e New York è percorsa dall’allegra frenesia della festa. Ma nessuna luminaria, nessuna canzone natalizio può scaldare il cuore di Michael Bennett, detective del NYPD. Sua moglie, la sua amatissima Maeve, è molto malata e sta per lasciare lui e i loro dieci, meravigliosi figli adottivi. Ogni pensiero, ogni gesto di Michael è solo per lei e per i bambini. Nemmeno la morte dell’ex first lady Caroline Hopkins può scuotere Michael dal suo dramma personale. Ma poi accade l’inconcepibile. Durante i funerali della firsi lady, cui partecipa tutta lo New York che conta, nonostante la massima allerta delle forze di polizia un gruppo di criminali riesce a impossessarsi della cattedrale di St Patrick e a prendere in ostaggio tutti i vip. Sono uomini pronti a tutto: vogliono denaro, tanto, e sono disposti o uccidere. Anzi iniziano subito con il sindaco e non sembrano intenzionati o fermarsi, in un drammatico, mortale conto alla rovescia. E Bennett, esperto negoziatore, deve mettere da parte il suo dolore e agire, perché sono necessarie tutta lo sua abilità e la suo esperienza per fronteggiare la situazione. Mentre gli occhi di tutto il mondo sono puntati sullo cattedrale, Bennett combatte lo battaglia più dura dello sua vita, uno battaglia dalla quale rischia di uscire sconfitto.

Negli occhi di chi guarda

Malvaldi rende benissimo la coralità dell’azione di ‘Negli occhi di chi guarda’ e il suo accento toscano ben si confà alla lettura di un romanzo che è un autentico carosello di personaggi che ruotano attorno al Podere Pianetti e ai suoi misteri: una contesa in famiglia, un quadro introvabile, un cadavere che emerge tra le sterpaglie di un incendio. Un connubio tra scienza, intreccio e arguzia.

Negli abissi di Plutone

“Ripresentando in Italia quell’autore celebre in tutto il mondo che è Stanton A. Coblentz, non poteva mancare questo suo ironico romanzo… un’avventura interplanetaria stile anni ’30, ma piena d’ironia beffarda, una storia che inizia come tante altre… la partenza di due scienziati per un pianeta remotissimo, il lontano Plutone. Ma qui finiscono le analogie con le consuete space-operas… perché suPlutone gli esploratori trovano una società strana e bizzarra, divisa in tre sessi, capace di esprimere sensazioni e idee attraverso un congegno nel quale molti lettori riconosceranno quello che Aldiss avrebbe usato molti anni dopo, per uno dei suoi più discussi romanzi, La lampada del sesso. I tentativi degli esploratori di sfuggire all’opprimente società scientifica plutoniana costituiscono uno dei più originali e divertenti romanzi che siano usciti dalla penna di Coblentz, umorista, poeta e autore di fantascienza che gode nuova e meritata popolarità in tutto il mondo proprio in questo periodo.”

Nefertiti

Regina di leggendaria bellezza e sapienza, Nefertiti è scomparsa. Un evento che potrebbe scuotere la potenza del regno del faraone Akhenaton fino alle fondamenta, se il corpo della sposa regale venisse ritrovato. Il faraone affida il caso a Rahotep, uno dei migliori “indagatori di misteri” della sua corte, consapevole di trovarsi di fronte a una vicenda di straordinaria pericolosità. Gran parte del folto seguito regale, infatti, lo guarda con sospetto, se non con aperta ostilità. Tra ricevimenti e incontri con personaggi ambigui, sempre attento a guardarsi le spalle, un passo dopo l’altro, Rahotep si addentrerà in un labirinto di intrighi e sospetti che lo porterà alle soglie dell’Ombra, quel Regno dei Morti dove lo attende una sorpresa inimmaginabile. Un thriller storico ambientato in una delle epoche più favolose dell’antichità, in cui campeggia la figura affascinante della più famosa regina egiziana.
**

Neanche gli dei

Il ritrovamento, in un laboratorio, di una sostanza che, secondo le nostre leggi fisiche, non può esistere, porta un gruppo di scienziati a entrare in contatto con una razza misteriosa ed evolutissima che abita in una realtà parallela alla nostra. La scoperta provoca in breve una vera e propria rivoluzione nella scienza. Grazie alla collaborazione tra i due universi i terrestri riescono a impadronirsi di una fonte di energia apparentemente inesauribile. Ma chi sono veramente gli esseri misteriosi che si presentano come portatori di benessere? Se sono veramente degli déi benevoli come mai dall’altra parte iniziano ad arrivare enigmatici segnali di pericolo? Un avvincente mistery cosmico nel quale Asimov, per la prima volta, si cimenta con la rappresentazione di creature extraterrestri.
**

Né qui né altrove. Una notte a Bari

Rivedersi dopo oltre vent’anni con amici che non hai più cercato. Di giorno basterebbero pochi minuti per un saluto di circostanza, ma di notte è un’altra cosa. Di notte Bari può catturare e trasformarsi in un irreale cinema della memoria. Dove presente e passato, ricordi e invenzione si confondono, e l’età da cui le illusioni fuggono può ancora sfiorare il tempo in cui tutto era possibile.
**

Ne parliamo a cena

«*«Un cocktail di umorismo, di acume introspettivo e di disincantata conoscenza del pianeta delle donne.»*»
**La Stampa**
«Menù: risotto ai carciofi, pollo piccante, insalata e rotolo della zia Margherita. Io preparo risotto e insalata, Sofia, Bibi e Irene procurano pollo e vino, e Veronica, è evidente, provvede al rotolo. Stasera è di scena Sofia. La procedura della Cena delle Cugine è semplice: ci si aggiorna rapidamente sugli affari delle cugine in generale, e poi si passa a esaminare con accanimento una particolare cugina. Il mese scorso, a casa di Bibi, toccava a me, e quindi è stata una serata allegra, perché sinceramente non sanno più cosa dirmi… Ma con Sofia è diverso: è una piantata recente, e siamo ancora in piena fase abbrutimento.»Amori, dolori, follie, confidenze, avventure, battibecchi di cinque cugine-amiche complici di vita e di tavola, tra case, pasticcerie, lungofiume, lungomare, ristoranti e soprattutto nel negozio «Carta e Cuci», una cartoleria merceria paradiso delle donne che non hanno tempo, ma il poco che hanno adorano perderlo.
**Stefania Bertola** vive nei pressi di Torino, città dov’è nata. Traduttrice, sceneggiatrice, autrice e conduttrice radiofonica, lavora attualmente come autrice per la televisione. Ha pubblicato: *Luna di Luxor* (1989), *Se mi lasci fa male* (1997), *Ne parliamo a cena* (2005), *Aspirapolvere di stelle* (2002), *Biscotti e sospetti* (2004), *A neve ferma* (2006), *La soavissima discordia dell’amore* (2009), *Il primo miracolo di George Harrison* (2010), *Romanzo rosa* (2012), *Ragazze mancine* (2013) e *Ragione & sentimento* (2017).
**
### Sinossi
«*«Un cocktail di umorismo, di acume introspettivo e di disincantata conoscenza del pianeta delle donne.»*»
**La Stampa**
«Menù: risotto ai carciofi, pollo piccante, insalata e rotolo della zia Margherita. Io preparo risotto e insalata, Sofia, Bibi e Irene procurano pollo e vino, e Veronica, è evidente, provvede al rotolo. Stasera è di scena Sofia. La procedura della Cena delle Cugine è semplice: ci si aggiorna rapidamente sugli affari delle cugine in generale, e poi si passa a esaminare con accanimento una particolare cugina. Il mese scorso, a casa di Bibi, toccava a me, e quindi è stata una serata allegra, perché sinceramente non sanno più cosa dirmi… Ma con Sofia è diverso: è una piantata recente, e siamo ancora in piena fase abbrutimento.»Amori, dolori, follie, confidenze, avventure, battibecchi di cinque cugine-amiche complici di vita e di tavola, tra case, pasticcerie, lungofiume, lungomare, ristoranti e soprattutto nel negozio «Carta e Cuci», una cartoleria merceria paradiso delle donne che non hanno tempo, ma il poco che hanno adorano perderlo.
**Stefania Bertola** vive nei pressi di Torino, città dov’è nata. Traduttrice, sceneggiatrice, autrice e conduttrice radiofonica, lavora attualmente come autrice per la televisione. Ha pubblicato: *Luna di Luxor* (1989), *Se mi lasci fa male* (1997), *Ne parliamo a cena* (2005), *Aspirapolvere di stelle* (2002), *Biscotti e sospetti* (2004), *A neve ferma* (2006), *La soavissima discordia dell’amore* (2009), *Il primo miracolo di George Harrison* (2010), *Romanzo rosa* (2012), *Ragazze mancine* (2013) e *Ragione & sentimento* (2017).