4657–4672 di 65579 risultati

Redemption

“La voglia di sentirlo si era fatta insopportabile. Avrebbe potuto chiederle di portarla via, di liberarla da quella situazione, ma perché avrebbe dovuto accettare, lui?
Non c’era niente tra loro oltre a del sano sesso e a un’ossessione malata che non sapeva spiegarsi.”
Tania è rinchiusa nelle mura antiche di un convento sperduto sulle montagne.
Il cammino di redenzione che sua madre ha chiesto per lei rischia di farla impazzire in quella prigione fatta di costrizioni e privazioni.
Tutti sembrano essersi dimenticati di lei, persa tra le mille contraddizioni di quel luogo; tra lussuria e perversione.
Mauro, invece, rimasto a Roncobello, lotta con tutto sé stesso per ottenere la libertà della donna che ha capito di amare con tutto il cuore.
Non c’è catena che possa tenere lontani due anime e due corpi che si appartengono.
**
### Sinossi
“La voglia di sentirlo si era fatta insopportabile. Avrebbe potuto chiederle di portarla via, di liberarla da quella situazione, ma perché avrebbe dovuto accettare, lui?
Non c’era niente tra loro oltre a del sano sesso e a un’ossessione malata che non sapeva spiegarsi.”
Tania è rinchiusa nelle mura antiche di un convento sperduto sulle montagne.
Il cammino di redenzione che sua madre ha chiesto per lei rischia di farla impazzire in quella prigione fatta di costrizioni e privazioni.
Tutti sembrano essersi dimenticati di lei, persa tra le mille contraddizioni di quel luogo; tra lussuria e perversione.
Mauro, invece, rimasto a Roncobello, lotta con tutto sé stesso per ottenere la libertà della donna che ha capito di amare con tutto il cuore.
Non c’è catena che possa tenere lontani due anime e due corpi che si appartengono.

Della Realtà

Della realtà è un saggio filosofico che documenta un percorso di conoscenza e che alla riflessione sul pensiero di Heidegger unisce una costante attenzione alle trasformazioni della società contemporanea. È al tempo stesso il romanzo di un imprevedibile ribaltamento di prospettiva: un cambiamento che ci riguarda tutti, perché è profondamente radicato nella storia di questi ultimi decenni. Alla metà degli anni Ottanta, quando Gianni Vattimo diede spessore filosofico al postmoderno, fu accusato di essere il cantore del neocapitalismo trionfante e delle sue illusioni. La critica radicale alle ideologie e l’accento sull’interpretazione sembravano funzionali al nuovo orizzonte, sempre più dominato dal virtuale e dalla liquidità immateriale – a cominciare da quella del denaro e della finanza. In questi decenni, dopo che le ideologie sono state scardinate e abbandonate anche sull’onda del «pensiero debole», a dominarci sono stati il principio di realtà e la presunta oggettività delle leggi economiche. Oggi, mentre il capitalismo attraversa una delle crisi più gravi della sua storia, il richiamo alla realtà, in apparenza innocente e intriso di buon senso, diventa uno strumento per imporre il conformismo e accettazione dell’ordine vigente. Contro questa ideologia autoritaria, rivendica Vattimo, l’ermeneutica – ovvero la costante pratica dell’interpretazione – diventa uno straordinario strumento conoscitivo, proprio perché ci consente di superare la dittatura del presente. In questo senso, può diventare la base di un progetto di trasformazione e di liberazione che ha immediate ricadute politiche.

Le Ragioni Dell’odio

Una ragazza scomparsa.
Un corpo seppellito in una chiesa.
Un’incursione negli abissi dell’animo umano.
Il giornalista Alessandro Nicotera giunge a Campocorto per i funerali del nonno.
Il giorno dopo una violenta scossa di terremoto provoca il crollo della chiesa di Santa Chiara e dei locali della canonica. Dalle macerie emerge uno scheletro murato in una nicchia.
L’esame del DNA stabilisce che si tratta di Elisabetta Marchesini, una ragazza scomparsa venti anni prima, con cui Alessandro ha avuto una breve storia d’amore.
Chi l’ha uccisa e soprattutto perché?
Forse Elisabetta non era la ragazza acqua e sapone che aveva creduto.
Inizia così un’indagine che lo porterà a scoprire che sotto la superficie tranquilla di una piccola comunità si nascondono segreti e bugie inconfessabili.

La ragione contro il potere

In questo libro Chomsky espone con la massima chiarezza il suo punto di vista sul rapporto fra la politica e la ragione, intesa come ragione scientifica, ragione del senso comune, razionalità etica. La ragione è infatti lo strumento fondamentale di cui l’umanità dispone per debellare le menzogne e le oscurità del potere – che spesso si ammanta di un linguaggio tecnico e incomprensibile – e per realizzare il cambiamento politico, oltre che per far avanzare la conoscenza scientifica e filosofica. Molti punti fondamentali del pensiero chomskyano sono qui toccati: la possibile convivenza di razionalismo e ottimismo; la necessità dell’impegno volontario per migliorare le cose, nonostante ogni difficoltà (sempre ricordando i grandi risultati che nella Storia sono stati ottenuti), una scelta obbligata se non si vuole lasciar precipitare la situazione; la convinzione che l’esistenza di una «natura umana» innata, che comprende una «facoltà morale», non escluda e anzi implichi la lotta per cambiare il mondo. Ancora una volta, Chomsky è limpidissimo nell’illustrare le proprie posizioni: quelle di un intellettuale «rivoluzionario» che, come scrive l’intervistatore Jean Bricmont nella prefazione, «non ha dalla sua che l’arma della ragione; non possiede un esercito, uno Stato, la polizia o i tribunali. […] No anche Chomsky creda ingenuamente nella forza della ragione; ma essa è tutto ciò che abbiamo». **

La ragazza del Bauhaus

**Weimar** , **1921**. La giovane **Luise** arriva alla **scuola del Bauhaus** , determinata a farsi strada nel mondo dell’architettura. Qui, tra maestri del calibro di **Gropius** , **Klee** e **Kandinsky** , gli studenti sono immersi in un’atmosfera di sperimentalismo e fervore artistico. Insieme ai fondamenti del disegno progettuale, Luise impara a conoscere anche l’amore. Dapprima con l’enigmatico Jakob, che la introduce nella cerchia mistica di Itten: è il periodo dei digiuni, delle veglie e delle camminate nella natura. Poi con Hermann, un uomo più grande di lei che riesce a darle un rapporto più solido, ma che finirà per rivelare una duplice natura. Nel frattempo la scuola si è trasferita a Dessau, dove la vita studentesca è fatta di notti brave, ma anche di discussioni politiche innescate dalla deriva nazionalsocialista della **Repubblica di Weimar**. Luise, che per inseguire il proprio sogno si è sottratta al ruolo di donna di casa a cui la famiglia vorrebbe relegarla, si scontra presto con la contraddittorietà di un movimento d’avanguardia come il Bauhaus: anche qui l’architettura è appannaggio della sfera maschile. L’ambiziosa Luise si trova allora di fronte a una scelta: seguire le lezioni del laboratorio di tessitura, come le consigliano i maestri, o fidarsi della propria inclinazione? **Theresia Enzensberger** ci consegna il ritratto di una donna insieme fragile ed emancipata che tra dubbi, crisi e delusioni riesce a mantenere intatto il suo progetto di vita. **Romanzo di formazione sullo sfondo di uno dei periodi più creativi e discussi del Novecento, La ragazza del Bauhaus è una grande storia di riscatto femminile.** **
### Sinossi
**Weimar** , **1921**. La giovane **Luise** arriva alla **scuola del Bauhaus** , determinata a farsi strada nel mondo dell’architettura. Qui, tra maestri del calibro di **Gropius** , **Klee** e **Kandinsky** , gli studenti sono immersi in un’atmosfera di sperimentalismo e fervore artistico. Insieme ai fondamenti del disegno progettuale, Luise impara a conoscere anche l’amore. Dapprima con l’enigmatico Jakob, che la introduce nella cerchia mistica di Itten: è il periodo dei digiuni, delle veglie e delle camminate nella natura. Poi con Hermann, un uomo più grande di lei che riesce a darle un rapporto più solido, ma che finirà per rivelare una duplice natura. Nel frattempo la scuola si è trasferita a Dessau, dove la vita studentesca è fatta di notti brave, ma anche di discussioni politiche innescate dalla deriva nazionalsocialista della **Repubblica di Weimar**. Luise, che per inseguire il proprio sogno si è sottratta al ruolo di donna di casa a cui la famiglia vorrebbe relegarla, si scontra presto con la contraddittorietà di un movimento d’avanguardia come il Bauhaus: anche qui l’architettura è appannaggio della sfera maschile. L’ambiziosa Luise si trova allora di fronte a una scelta: seguire le lezioni del laboratorio di tessitura, come le consigliano i maestri, o fidarsi della propria inclinazione? **Theresia Enzensberger** ci consegna il ritratto di una donna insieme fragile ed emancipata che tra dubbi, crisi e delusioni riesce a mantenere intatto il suo progetto di vita. **Romanzo di formazione sullo sfondo di uno dei periodi più creativi e discussi del Novecento, La ragazza del Bauhaus è una grande storia di riscatto femminile.**

La Rabbia Dei Vinti

«Questa guerra non è la fine, bensì l’inizio della violenza. È la forgia nella quale verrà plasmato un mondo con nuovi confini e nuove comunità. Nuovi stampi richiedono di essere riempiti col sangue, e il potere sarà esercitato con pugno di ferro.» Ernst Jünger L’11 novembre del 1918 segna un momento decisivo della storia d’Europa: la fine di una guerra che aveva distrutto un’intera generazione e l’estinzione di grandi imperi secolari. Ma quale è stata l’eredità che ci ha lasciato la Prima guerra mondiale? Per molti aspetti il futuro dell’Europa non è stato condizionato tanto dai combattimenti sul fronte occidentale quanto dalla devastante scia di eventi che seguirono la fine del conflitto mondiale quando paesi di entrambi gli schieramenti vennero travolti da rivoluzioni, pogrom, deportazioni di massa e nuovi cruenti scontri militari. Se nella maggior parte dei casi la Grande guerra era stata una lotta fra truppe regolari che combattevano sotto la bandiera dei rispettivi Stati, i protagonisti di questi nuovi conflitti furono soprattutto civili e membri di formazioni paramilitari. La nuova esplosione di violenza provocò la morte di milioni di persone in tutta l’Europa centrale, meridionale e sud-orientale, e questo ancor prima che nascessero l’Unione Sovietica e una serie di nuovi e instabili staterelli. Ovunque c’erano persone animate da un desiderio di rivalsa, disposte a uccidere per placare un tormentoso senso di ingiustizia, e in cerca dell’opportunità di vendicarsi contro nemici reali o immaginari. Un decennio più tardi, l’avvento del Terzo Reich in Germania e l’affermazione di altri Stati totalitari fornirono loro l’occasione che tanto avevano atteso.

La Questione Dell’animale

La filosofia moderna è caratterizzata dalla nascita di un nuovo tipo di discorso sulla natura degli animali, differente da quelli tradizionali antichi e moderni. Tale discorso non può essere compreso semplicemente come il frutto della nuova scienza. Esso contiene un’antropologia zoologica e implica una nuova defi nizione dell’uomo e della sua relazione all’animalità. Gli studi qui raggruppati su Montaigne, Charron, Descartes e gli agostiniani cartesiani mirano ad interrogare gli effetti antropologici, metafisici ed etici del discorso moderno sugli animali. Il presente lavoro persegue una duplice finalità: offrire una rivalutazione della modernità libera dagli schemi riduttivi antropocentrici e proporre una visione dell’animalità diversa dai modelli concettuali postmoderni.

Uno psicologo nei lager

Solo i “consumatori” della cultura – scrisse Gabriel Marcel nella prefazione all’edizione francese – potrebbero scambiare questo libro per un’ulteriore e ormai tardiva testimonianza sui campi di concentramento. C’è molto di più: avendo vissuto personalmente l’estrema abiezione dei Lager, l’autore insegna che se vivere è sofferenza, sopravvivere è trovare il senso di questa sofferenza. È questa l’esperienza che lo condusse alla scoperta della logoterapia, il trattamento psicoterapeutico che l’ha reso famoso in tutto il mondo. Frankl, credente e ottimista, che a sedici anni interessò Freud, il quale ne pubblicò un saggio sul Giornale internazionale di psicanalisi, con olfatto sano annusa il senso della vita anche là dove lo si nega, e invita a vincere nell’oggi, insieme con il relativismo ideologico assolutista, che è stato il “male del secolo XX”, ogni cieco determinismo scientifico-naturale, difendendo la libertà umana in una splendida fenomenologia dell’amore. Di una felicità narrativa quasi insospettabile in uno psichiatra, il libro è stato tradotto in tutto il mondo (oltre 10 milioni di copie vendute) ed è stato dichiarato per quattro volte libro dell’anno dalle università degli Stati Uniti.

Programmare Con Go

Creato da Google, Go è pensato per i programmatori che cercano un linguaggio facile ed espressivo ma allo stesso tempo potente e in grado di fornire performance elevate. Queste caratteristiche lo rendono ideale sia per chi è alle prime armi, sia per i professionisti che già padroneggiano altri linguaggi. Questo volume insegna le basi di Go in modo chiaro, andando subito al punto privilegiando la pratica alla teoria. Gli esempi e gli esercizi presentati possono essere facilmente testati online in Go Playground, un ambiente virtuale dedicato all’apprendimento di Go. Si parte dalla sintassi di base del linguaggio per poi approfondire la gestione di dati diversi e l’uso di metodi e funzioni. Quindi viene affrontato l’approccio di Go alla programmazione a oggetti, prima di concludere spiegando la gestione degli errori e la programmazione concorrente. La lettura è adatta anche a chi non ha particolari esperienze di programmazione, mentre chi ha già una conoscenza di base di un linguaggio come JavaScript, PHP, Python o Ruby troverà in questo libro un riferimento prezioso per imparare a programmare con Go con facilità.

Il Professionista Story: Operazione Tempesta – Marea Rossa

Avventura, azione, spionaggio, esotismo ed erotismo. Chance Renard, il Professionista. Agente di ventura, impegnato in ogni angolo del mondo in missioni impossibili contro nemici sempre più feroci, sempre più letali. Al suo fianco donne troppo belle e troppo pericolose. E una sola regola: nessuna regola. Ecco, a cadenza quadrimestrale, tutte le avventure del Professionista, a partire dalle origini e con romanzi inediti scritti appositamente per colmare le lacune nella storia di una vera leggenda di Segretissimo. OPERAZIONE TEMPESTA Il Professionista di fronte a un doppio incarico. Infiltrarsi a un’asta per terroristi in un castello delle isole Orcadi, e la difficile alleanza tra l’MI6 inglese e l’SVR russo. Meno male che ci sono le affascinanti Abigail e Tatiana a dargli manforte in una missione che dal Regno Unito lo porterà in Marocco e nelle sconfinate distese selvagge della Namibia, dove si nasconde un vecchio ma feroce avversario. MAREA ROSSA È di Chance Renard il cadavere dell’informatore assassinato dalla mafia russa a Tirana? O si tratta solo della pedina di una folle partita giocata sullo scacchiere internazionale? Mentre misteriose Maree Rosse infestano gli oceani di tutto il mondo evocando lo spettro di una catastrofe ecologica di dimensioni apocalittiche, torna alla luce un doloroso passato che il Professionista non è preparato ad affrontare.

La principessa di latta: Le indagini di Sally Lockhart

Ricordate Jim Taylor, l’amico di Sally Lockhart dai tempi del Rubino di fumo? E la piccola Adelaide, che la terribile signora Holland trattava come una schiava? Sono passati dieci anni, ma Jim non ha mai smesso di cercarla; e un giorno, all’improvviso, la ritrova. In un rocambolesco viaggio da Londra alla Mitteleuropa, Pullman racconta una storia d’amore ricca di colpi di scena e dal finale struggente. Dal grande autore della Bussola d’oro, ecco il quarto e ultimo capitolo delle eccezionali avventure di Sally Lockhart nella misteriosa e suggestiva Londra vittoriana.

Il Principe del teatro

Un libro della serie Storie d’amore a Laguna
Guidato dal desiderio di diventare uno stilista di successo e preoccupato di dover nascondere il suo passato discutibile, Ru Maitland ha permesso che la sua ossessione nei confronti della star dei film d’azione Gray Anson sostituisse la sua vita sociale. Ossessione e realtà si scontrano quando a Ru viene chiesto di ideare dei costumi moderni per una rappresentazione speciale dell’ *Amleto* che vede come protagonista proprio Gray Anson e che sarà allestita al Teatro di Laguna. Gray si rivela un miscuglio di timidezza e spavalderia e, nonostante un fidanzamento di grande risonanza con una donna dell’alta società, i segnali che manda a Ru fanno ballare la salsa alla sua libidine.
Gray Anson ha quello che la maggior parte della gente può solo sognare: ricchezza, popolarità e un lavoro che ama. In cambio ha detto addio a ogni parvenza di privacy e al diritto di dire no alle migliaia di persone che dipendono da lui e ai milioni di fan che lo amano. Tutto quello che ha sempre desiderato sta appena al di là della bolla della sua vita, ma deve decidere a quali compromessi scendere per ottenere ciò che vuole. Quando il passato travagliato di Ru si infrange sul presente infestato di paparazzi di Gray, entrambi si renderanno conto che a volte l’unico compromesso accettabile è la verità. **
### Sinossi
Un libro della serie Storie d’amore a Laguna
Guidato dal desiderio di diventare uno stilista di successo e preoccupato di dover nascondere il suo passato discutibile, Ru Maitland ha permesso che la sua ossessione nei confronti della star dei film d’azione Gray Anson sostituisse la sua vita sociale. Ossessione e realtà si scontrano quando a Ru viene chiesto di ideare dei costumi moderni per una rappresentazione speciale dell’ *Amleto* che vede come protagonista proprio Gray Anson e che sarà allestita al Teatro di Laguna. Gray si rivela un miscuglio di timidezza e spavalderia e, nonostante un fidanzamento di grande risonanza con una donna dell’alta società, i segnali che manda a Ru fanno ballare la salsa alla sua libidine.
Gray Anson ha quello che la maggior parte della gente può solo sognare: ricchezza, popolarità e un lavoro che ama. In cambio ha detto addio a ogni parvenza di privacy e al diritto di dire no alle migliaia di persone che dipendono da lui e ai milioni di fan che lo amano. Tutto quello che ha sempre desiderato sta appena al di là della bolla della sua vita, ma deve decidere a quali compromessi scendere per ottenere ciò che vuole. Quando il passato travagliato di Ru si infrange sul presente infestato di paparazzi di Gray, entrambi si renderanno conto che a volte l’unico compromesso accettabile è la verità.

Il primo down

Sean Drake è un giocatore di football universitario, gay non dichiarato, entrato nell’anno più importante della sua vita. Quarterback titolare dell’Università della Florida per tre anni di fila, ora si trova di fronte a brillanti prospettive nell’NFL. Tutto ciò che deve fare è rimanere concentrato sul gioco e uscirne vincitore. Le cose diventano più difficili quando Sean inizia a essere perseguitato da una fan pazza, le cui avance diventano sempre più audaci e minacciose. Connor Hawk lavora come guardia del corpo per un’agenzia esclusiva a Los Angeles. Vive la vita giorno per giorno, proteggendo celebrità e politici per uno stipendio ragguardevole e poi trovando un ragazzo a caso per alleviare la pressione per una notte. Si è rassegnato a vivere una vita solitaria, preoccupandosi solo del suo lavoro. Tutto cambia quando arriva a Gainesville per un incarico che cambia il suo futuro in un batter d’occhio. Quando Connor e Sean si incontrano, la loro chimica è innegabile. Entrambi devono fare i conti con sentimenti che pensavano di non essere mai destinati a provare. Nel frattempo, la stalker diventa sempre più insistente e finisce per fare qualcosa di inimmaginabile. Così Sean si trova di fronte a una scelta che potrebbe potenzialmente spingerlo a fare coming out nel peggiore dei modi o potrebbe dover sacrificare l’unica persona che lo abbia mai fatto sentire completo.

Il primo dolore

Rosa ha quarantadue anni, un compagno che la ama, un carattere testardo e vulnerabile fatto di paure dissimulate e incrollabili volontà, di solitudine e selvatico coraggio. Rosa, che non parla più con sua madre da anni, ora madre sta per diventare lei, e, con la certezza di voler essere diversa da quella figura tanto fredda e incostante che l’ha segnata nel profondo, scruta con amore il calore che porta dentro per indovinare cosa sarà di lei. Agata è poco più che una ragazzina, un corpo acerbo, un carattere incompiuto, l’arrendevolezza alla vita di chi ancora non sa cosa farne. È così che sposa Saverio, credendo che non esista alternativa a ciò che il destino ha apparecchiato per lei, pure se innamorarsi doveva essere altra cosa, pure se aspetta un figlio senza davvero sapere perché, semmai lo ha voluto davvero.
Rosa e Agata non potrebbero essere più diverse, ma vivono entrambe in un corpo che dopo aver confidato loro il più potente dei segreti non potrà più tornare indietro, accompagnandole oltre una soglia che le cambierà per sempre. Due cammini paralleli che si intrecciano fino a completarsi, un’unica storia sulla forza radicale del venire al mondo, sul legame inestinguibile dei sentimenti più istintivi, sulla possibilità di nascere ancora, nascendo madre, ogni volta che in qualche modo lo si diventa o si torna a esserlo. **
### Sinossi
Rosa ha quarantadue anni, un compagno che la ama, un carattere testardo e vulnerabile fatto di paure dissimulate e incrollabili volontà, di solitudine e selvatico coraggio. Rosa, che non parla più con sua madre da anni, ora madre sta per diventare lei, e, con la certezza di voler essere diversa da quella figura tanto fredda e incostante che l’ha segnata nel profondo, scruta con amore il calore che porta dentro per indovinare cosa sarà di lei. Agata è poco più che una ragazzina, un corpo acerbo, un carattere incompiuto, l’arrendevolezza alla vita di chi ancora non sa cosa farne. È così che sposa Saverio, credendo che non esista alternativa a ciò che il destino ha apparecchiato per lei, pure se innamorarsi doveva essere altra cosa, pure se aspetta un figlio senza davvero sapere perché, semmai lo ha voluto davvero.
Rosa e Agata non potrebbero essere più diverse, ma vivono entrambe in un corpo che dopo aver confidato loro il più potente dei segreti non potrà più tornare indietro, accompagnandole oltre una soglia che le cambierà per sempre. Due cammini paralleli che si intrecciano fino a completarsi, un’unica storia sulla forza radicale del venire al mondo, sul legame inestinguibile dei sentimenti più istintivi, sulla possibilità di nascere ancora, nascendo madre, ogni volta che in qualche modo lo si diventa o si torna a esserlo.

Il primo dio

“Questo libro contiene tutto di mia madre, o almeno dovrebbe, dato che io sono suo figlio. Il romanzo è la vita proiettata in forma scritta, e io amo il romanzo. Mia madre era innamorata del dolore e della pena, come tutti i santi prima di lei. Ricordo la sua sofferenza, e questo ricordo è una spada, una spada rovente che mi brucia la mente. Ricordo che era meravigliosa e questa meraviglia resta con me.” Tratto da “Il primo dio”. “Il primo dio” è l’autobiografia postuma di Emanuel Carnevali, poeta dimenticato, nato nel 1897 a Firenze e fuggito a 16 anni in America, da un padre dal “cuore nero”, come egli stesso dirà nelle sue memorie. Colpito da una malattia nervosa, l’encefalite letargica, nel 1922 ritornò in Italia dove morì l’11 gennaio 1942 nella Clinica Neurologica di Bologna.

Prima Classe

Parigi, metà degli anni Cinquanta. Arthur Morgan viene da una famiglia modesta ma dignitosa, il padre è morto in guerra, la madre non lesina i sacrifici per farlo studiare ed è premiata dai risultati: il figlio vince infatti una borsa di studio per una prestigiosa università di Boston.
Imbarcato sulla Queen Mary per compiere la traversata atlantica, si accorge strabiliato di avere un biglietto di prima classe anziché il previsto biglietto di classe turistica. La madre deve aver dato fondo a tutti i suoi risparmi per fargli un regalo del genere, con l’obiettivo di coronare il suo desiderio più sentito, quello che gli va ripetendo da anni: vuole che il figlio riesca un giorno a entrare nel bel mondo. Una strada tutta in salita per il ragazzo che, pur viaggiando in prima classe, ha un unico vestito decoroso, ma liso, e per valigia la vecchia cassetta d’ordinanza del padre.
Il sogno della madre sarà esaudito, ma il successo professionale di Arthur si rivelerà direttamente proporzionale all’insuccesso della sua vita affettiva: per vent’anni Arthur è combattuto tra l’amore per Augusta, giovane brasiliana di gran classe, nonché fragile preda di un fratello giocatore d’azzardo, e la tenera amicizia che ha per Elizabeth, americana forse di minor classe, ma moderna e sensibile alle istanze ribelli di una generazione che, a partire dalla seconda metà degli anni Cinquanta, scuoterà la cultura e la morale del mondo occidentale. Entrambi i sentimenti, però, si riveleranno diversi da quello che sembravano.
Una storia toccante, ironica, avvincente e un meraviglioso affresco dell’America del maccartismo, delle star di Broadway e della nascente beat generation.