46625–46640 di 62912 risultati

Il fasciocomunista. Vita scriteriata di Accio Benassi

Accio Benassi. Era da tempo che nella letteratura italiana non si vedeva un personaggio così. Incazzato, ribelle, attaccabrighe, goffo, innamorato, illuso, ingenuo, arrogante, disubbidiente, sentimentale. Il fasciocomunista è il libro che, nel 2003, ha imposto Pennacchi all’attenzione di pubblico e critica. La storia è quella di un ragazzo di Latina, il percorso è quello esemplare di una generazione e anche dei temi che quella generazione ha affrontato. Ma in realtà Accio è uno straordinario eroe pennacchiano (insieme agli altri personaggi di questo rutilante romanzo), che dà vita a una storia nuova perché veramente anomalo è il suo sguardo, il suo punto di vista: non più puramente, astrattamente intellettuale e ideologico, ma anche istintivo, concreto, picaresco.

Fascino rosso fuoco

3 ROMANZI IN 1.
IRRESISTIBILE!
Cercasi sperimentatrici disposte a sottoporsi a eccitante studio clinico! Ellie è una pittrice senza lavoro e per questo decide di rispondere alla curiosa inserzione. Dovrà provare una pillola che si dice attragga gli uomini. In effetti con Mark, rampante avvocato, sembra funzionare alla grande.
INTERVISTA CON L’AMANTE.
Kenzie non avrebbe mai immaginato che la sera del suo compleanno terminasse a letto con l’uomo più sexy mai incontrato prima. Peccato che il giorno dopo, al lavoro, le venga chiesto di intervistarlo. Sam è un veterinario e lei sarà costretta a raggiungerlo nel paesino in cui vive.
UNO SPOSO PER DUE.
Alan, decisamente bello, posizione economica invidiabile, viene abbandonato all’altare. Un gran brutto colpo per il suo orgoglio maschile. E se per questo finisse col compiere una pazzia? Pamela, testimone della sposa mancata, decide di tenerlo d’occhio da molto vicino.
**
### Sinossi
3 ROMANZI IN 1.
IRRESISTIBILE!
Cercasi sperimentatrici disposte a sottoporsi a eccitante studio clinico! Ellie è una pittrice senza lavoro e per questo decide di rispondere alla curiosa inserzione. Dovrà provare una pillola che si dice attragga gli uomini. In effetti con Mark, rampante avvocato, sembra funzionare alla grande.
INTERVISTA CON L’AMANTE.
Kenzie non avrebbe mai immaginato che la sera del suo compleanno terminasse a letto con l’uomo più sexy mai incontrato prima. Peccato che il giorno dopo, al lavoro, le venga chiesto di intervistarlo. Sam è un veterinario e lei sarà costretta a raggiungerlo nel paesino in cui vive.
UNO SPOSO PER DUE.
Alan, decisamente bello, posizione economica invidiabile, viene abbandonato all’altare. Un gran brutto colpo per il suo orgoglio maschile. E se per questo finisse col compiere una pazzia? Pamela, testimone della sposa mancata, decide di tenerlo d’occhio da molto vicino.

Fascino greco

Camilla ha scoperto che sua sorella è incinta, per questo non esita a volare in Grecia per incontrare Spiro, il futuro padre, e convincerlo a tornare indietro. Arrivata sul posto, però, la prima persona che conosce è Nic, fratello di quest’ultimo, un uomo che sprizza fascino da tutti i pori.

Il fascino dell’inganno

Gli indiziati sono tutti ben noti a Eve Dallas, tenente della squadra Omicidi di New York. La prima – l’indiziata numero uno – è Mavis, la sua amica del cuore, l’unica che, negli anni, ha saputo capire le difficoltà e le incertezze di una donna complessa, dura eppure fragile come lei.
Il secondo è Leonardo, celeberrimo stilista di moda, l’uomo cui Eve ha affidato il compito di disegnare e realizzare il suo vestito da sposa (sì, Eve ha accettato la sorprendente proposta di matrimonio di Roarke, l’affascinante miliardario con il quale ha intrecciato un’intensa storia d’amore).
A complicare le cose, c’è poi il fatto che Mavis è innamorata di Leonardo e che la vittima è Pandora, una delle top-model più ricche e ammirate… ed è stata uccisa proprio nell’atelier del fashion designer, dopo una furibonda lite con la stessa Mavis.
Naturalmente Eve si convince immediatamente dell’innocenza dell’amica, anche perché nel giro di pochi giorni vengono commessi altri tre omicidi che indirizzano le indagini verso il traffico di una nuova droga sempre più popolare nell’ambiente della moda. Ma, per scagionare Mavis, Eve dovrà infiltrarsi in un giro a lei del tutto estraneo, dominato dalla necessità di essere belli, giovani e affascinanti. E le basterà guardare appena sotto la superficie per scoprire quale inferno nasconda il mondo dorato dei ricchi e famosi…

I farmaci

Nel 2000 in Italia risultavano autorizzate alla vendita più di 9.000 specialità farmaceutiche. Possiamo chiederci se sono troppe o troppo poche, ma non è questo il punto: la cruda verità è che i principi attivi che stanno alla base dei prodotti, cioè le sostanze veramente efficaci, sono un numero di gran lunga inferiore. Molti dei farmaci in circolazione sono varianti più o meno costose dell’iniziale prototipo, per non parlare di quelli inutili o di dubbia efficacia. Il volume spazia su un terreno dai molti protagonisti: la ricerca, l’industria, gli organismi di controllo, i medici, i cittadini consumatori. Un panorama complesso, non privo di sorprese, le cui ricadute riguardano la vita di ciascuno di noi.
**

La farfalla degli abissi. Peggy Sue e gli invisibili

Il primo giorno di vacanza, la nonna avverte Peggy Sue: se osa mangiare le mele nel giardino potrebbe provocare la fine del mondo! Nel villaggio le case hanno le ruote e i gatti cambiano colore a seconda del loro umore! Ma la cosa più incredibile è una gigantesca farfalla che vola nel cielo: ha il potere di rendere felici tutti quelli che rimangono avvolti nella sua ombra… Purtroppo un misterioso nemico arroccato sulle nuvole cerca di incendiarle le ali bombardandola di stelle infuocate. Per venirne a capo, Peggy Sue e il cane blu dovranno scendere al centro della Terra, dove vivono i mangiatori di fuoco. Ma gli abitanti degli abissi li lasceranno risalire in superficie?
**

Il faraone delle sabbie

Gerusalemme, assedio babilonese del 586 a. C.: fuggendo attraverso un tunnel, il profeta Geremia porta in salvo l’Arca dell’Alleanza e la nasconde in una cavità del monte Horeb. Ritorna spaventato e sconvolto da una scoperta che sembra avergli cancellato il senno. Poi, scompare nel nulla… Medio Oriente, II millennio d.C.. Il professor William Blake, egittologo di fama mondiale, viene prelevato nel cuore della notte dagli emissari di una compagnia di scavi per esaminare una strana tomba egizia. E mentre lo scontro fra i terroristi palestinesi e il Mossad rischia di far esplodere la polveriera del Medio Oriente, Blake si trova davanti al più misterioso caso della sua vita. La tomba di un faraone nel deserto Paran, migliaia di chilometri lontano dal Nilo. Un’ipotesi sconvolgente che si fa strada nella sua mente, un’ipotesi che potrebbe far crollare i più sottili equilibri del mondo… Thriller magistrale e rompicapo archeologico, “Il faraone delle sabbie” inchioda il lettore a un’avventura estrema e misteriosa. Che non conosce, fino all’epilogo, un solo momento di pausa.

Fanteria dello spazio

“Starship Troopers” is a classic novel by one of science fiction’s greatest writers of all time and is now a Tri-Star movie. In one of Heinlein’s most controversial bestsellers, a recruit of the future goes through the toughest boot camp in the universe — and into battle with the Terran Mobile Infantry against mankind’s most frightening enemy.

Fantastrenna

Una rivista francese s’è presa il gusto di pubblicare un elenco di neologismi creati dalla fantascienza, cioè di quelle parole che, come “iperdrive”, “crediti”, “disintegratore”, “robotlogia”, “subspazio”, ecc. non hanno corso in natura, mentre appaiono invece perfettamente naturali, ovvie addirittura, agli appassionati del “genere”. A questa nuova lingua, Urania è lieta di dare il suo piccolo contributo con la parola “Fantastrenna”, la sola che ci sia sembrata pluridimensionale abbastanza per questo ricco e festoso numero natalizio. Precisiamo qui che il neovocabolo è scomponibile in: un romanzo di tipo un po’ insolito di Poul Anderson e Gordon Dickson; un romanzo di tipo tradizionale (per modo di dire) di J. G. Ballard; un racconto “a diario” di Fredric Brown, il re dei capovolgimenti; un racconto al magnetofono di Wilma Shore; un racconto tutto domande di Robert Sheckley; due racconti di guerra futura, un amore di B.C. e altre vicende preistoriche; una assegnazione di Marziani d’argento; e infine negli auguri e nei ringraziamenti che Urania porge a tutti i suoi lettori.
Indice:
Lo sceriffo di Canyon Gulch (The Sheriff of Canyon Gulch, 1957) di Poul Anderson, Gordon R. Dickson
In Hoka Signo Vinces (In Hoka Signo Vinces, 1953) di Poul Anderson, Gordon R. Dickson
Hoka Holmes (The Adventure of the Misplaced Hound, 1957) di Poul Anderson, Gordon R. Dickson
Equinozio (Equinox, 1964) di James G. Ballard
Intervista su nastro (A Bullettin from the Trustees [of the Institute for Advanced Research at Marmouth, Mass.], 1964) di Wilma Shore
Oracolo (Ask a Foolish Question) di Robert Sheckley
Il video ci guarda (Double Standard, 1963) di Fredric Brown
Tutta un’altra cosa (Racconto breve, A Hell of a Difference) di Carlo Fruttero
Un modo c’è sempre (Racconto breve, McClusky’s Squad) di Franco Lucentini
Copertina di: Karel Thole

Le fantastorie del brigadiere

L’antica istituzione anglosassone del club ha dato vita a un’altra istituzione altrettanto solida: il narratore di club, ossia il socio che accanto al camino, con un bicchiere di Porto in mano, racconta le sue avventure di caccia e di guerra. Questa cornice, che è poi la stessa del Decamerone e che e stata utilizzata da innumerevoli scrittori in ogni paese e in ogni secolo, viene qui felicemente ripresa per introdurre i lettori-ascoltatori nelle pieghe ambigue e agghiaccianti del soprannaturale. Il brigadiere Ffellowes (nell’esercito inglese il grado e una via di mezzo fra colonnello e generale), ex ulficiale del Servizio Segreto di Sua Maestà Britannica, ha molto viaggiato e molto visto. Ma la sua voce tranquilla, il suo stile pacato, non sono che un espediente per meglio terrorizzare l’auditorio: i suoi strani incontri, le sue misteriose “conoscenze”, i foschi enigmi da lui disseppelliti nei quattro angoli del mondo, costituiscono una delle più belle raccolte del genere dopo i Racconti Straordinari di E. A. Poe.
1. Le tre sorelle (A Feminine Jurisdition)
2. Safari (His Only Safari)
3. I re del mare (The Kings of the Sea)
4. Dal paleozoico (The Leftovers)
5. Società segrete (Fraternity Brother)
6. L’isola del soldato (Soldier Key)
7. L’isola della tartaruga (And the Voice of the Turtle)
8. L’isola di Van Ouisthoven (A Father’s Tale)
9. Misura di mostro (Thinking of the Unthinkable)
Copertina di: Karel Thole

I fantasmi della radura e altri racconti

I fantasmi della radura (The Watchers in the Glade, 1964) di Richard Wilson
Le furie (The Life Heater, 1964) di Fred Saberhagen
Gli schiavi di Gree (The Slave of Gree, 1964) di C. C. Macapp
Il vicino (Neighbor, 1964) di Robert Silverberg
Il mistero della colonia fallita (The Colony That Failed, 1964) di Jack Sharkey
Copertina di: Karel Thole

I Fantasmi Del Mare

I FANTASMI DEL MARE by Michele Sarrica
Dopo una tempesta, i pescatori sopravvissuti diventano facile preda della suggestione, dei rimorsi, del rancore. Anche gli Dei sembrano beffarsi della loro cecità. L’autore, guidato da una invisibile suggeritrice, sempre presente e sempre disponibile, (molti la chiamano ispirazione), si è trovato tra i tanti protagonisti di questa tragedia, un personaggio scomodo da gestire, difficile da collocare artisticamente in un contesto così drammatico, improbabile ma credibile. Un personaggio-vittima stracolmo di laceranti fascinazioni emotive provenienti dall’intimo d’una coscienza vitale e teatrale avente radici profonde, conficcate nella cultura e nella mentalità di una piccola società, dove la parola d’ordine è “sopravvivenza”. Dove la normalità è un continuo equivoco che rasenta la vita e la morte: un paradosso che rinfocola i dogmi e le ataviche superstizioni popolari.

Il fantasma verde

Buongiorno ragazzi. Io sono Alfred Hitchcock. Il fatto che io ripeta sovente il mio nome non è sufficiente a dar fondamento alle accuse di megalomania che alcuni avversari mi rivolgono. Come potrete notare, infatti, io scrivo il mio nome normalmente, e non tutto a lettere maiuscole come senza dubbio meriterebbe. Ma tralasciamo: non sono qui per parlare di me stesso, anche se l’argomento sarebbe senz’altro affascinante. Devo piuttosto spendere le solite quattro parole su I Tre Investigatori, che questa volta sono alle prese con un fantasma verde. Il colore del fantasma dimostra senza necessità di commento il cattivo gusto che vige al giorno d’oggi anche nei confronti degli spiriti dei trapassati. Dello stesso mio parere sono anche Jupiter Jones, Pete Crenshaw e Bob Andrews, che dimostrano di non gradire per niente un fantasma di tale colore. E mi rimane il dubbio che non lo gradirebbero ugualmente nemmeno se fosse bianco come vuole la tradizione.

Il fantasma senza testa

**— SONO IO QUEL FANTASMA — DISSE LUI PIANO.**
Poi rise rocamente. Sembrava più un colpo di tosse che una risata.
— Vi avevo promesso di farvi vedere un vero fantasma, no? Bene… eccomi!
Soffiò sulla candela, spegnendola. Sembrò svanire insieme alla luce, ma poi ricomparve.

Il fantasma dello spazio

I nostri lettori ricorderanno Le scogliere dello spazio, il primo romanzo di un ciclo quanto mai avventuroso e suggestivo. La Macchina che pensa per tutti, gli animali antigravitazionali, il misterioso arcipelago celeste dove si rifugiano i fuorilegge, tutta questa spettacolare scenografia si anima qui di una nuova, inquietante presenza: il fantomatico Figlio delle Stelle, lo “Starchild”, enigma principale dl un’odissea nell’universo dello stato stazionario.
Copertina di Cesare Croce