46593–46608 di 65579 risultati

Sembra proprio di stare in paradiso

Lemuel Sears, il protagonista, è un vecchio gentiluomo del New England che vive in un paesino incantato, dove non c’è ancora un fast-food. Il paradiso di Sears è rappresentato da un laghetto dove ama pattinare d’inverno ma questo posto incantevole è destinato a scomparire a causa della speculazione edilizia e dell’inquinamento. Un’intricata vicenda piena di valori ambientalisti con un crudo ritratto della vita sessuale e sentimentale di Sears, vedovo gaudente che si divide tra ricordi, incontri con una bella e focosa signora e istantanee follie omosessuali con il ragazzo dell’ascensore.
**

Le Selve Ardenti

####
I superstiti dei Sioux si fanno ora chiamare le Selve Ardenti e continuano a seminare morte e terrore nelle praterie. Un gruppo di uomini bianchi li segue con l’intento di intascare la taglia che pende sulla testa della loro capotribù e di recuperare lo scalpo di uno di loro, tra mille imprevisti e colpi di scena.
Terzo e ultimo libro della saga del Far West di Salgari, dopo “Sulle frontiere del Far West” e “La Scotennatrice”.
L’ebook è specificatamente formattato per Kindle, con indice dei capitoli e la possibilità di saltare da un capitolo all’altro.
**
### Sinossi
I superstiti dei Sioux si fanno ora chiamare le Selve Ardenti e continuano a seminare morte e terrore nelle praterie. Un gruppo di uomini bianchi li segue con l’intento di intascare la taglia che pende sulla testa della loro capotribù e di recuperare lo scalpo di uno di loro, tra mille imprevisti e colpi di scena.
Terzo e ultimo libro della saga del Far West di Salgari, dopo “Sulle frontiere del Far West” e “La Scotennatrice”.
L’ebook è specificatamente formattato per Kindle, con indice dei capitoli e la possibilità di saltare da un capitolo all’altro.

Sekrets. Le visioni di Megan

Il primo capitolo di una nuova grande sagaMegan ha sedici anni quando viene invitata da sua nonna, che non ha mai conosciuto, presso la grande casa di famiglia nel Maryland. Quando arriva davanti a Scarborough House, Megan è sicura di aver già visto quell’edificio in sogno e una volta entrata sente subito che c’è qualcosa che non va: la nonna è rigida e maldisposta e il cugino Matt la detesta. Comincia a fare strani sogni, ed è ossessionata dalle visioni di un passato che non le appartiene, finché non inizia a sentire una voce… Crede di essere impazzita, ma presto si rende conto che ciò che quella misteriosa presenza le racconta è accaduto davvero: è il fantasma di Avril a parlarle, la sorella di sua nonna. Avril è morta quando aveva la stessa età di Megan, e le somigliava in modo impressionante… Un terribile segreto emerge lentamente dalle nebbie del passato, una minaccia che abbatte tutte le sue certezze e le strappa la sua stessa identità. E Megan può contare solo sul suo coraggio e sulla sua innocenza per trovare la salvezza. Elizabeth Chandlerè lo pseudonimo di Mary Claire Helldorfer, autrice di storie per bambini e ragazzi. Vive a Baltimora e ha ottenuto un grande successo internazionale con la trilogia Baciata da un angelo, pubblicata in Italia dalla Newton Compton. Le visioni di Megan è il primo episodio di Sekrets, una nuova appassionante saga.

Sei tu la mia stella

Durante il concerto dei Four Algol, a San Diego, Kyle e Talia si incontrano e subito sono attratti l’uno verso l’altra da una passione travolgente.
Lui è una nascente stella del rock, tanto carismatico ed affascinante sul palcoscenico, quanto incostante e superbo nella vita, soprattutto quella sentimentale, abituato all’indipendenza e a cambiare donna ogni notte.
Talia, bella e sensuale, si innamora di lui al primo istante, accettando tutti i suoi eccessi e scegliendo di essere la sua Musa nel sesso e nella musica, finché non si accorgerà che Kyle sta distruggendo una parte troppo importante di lei: la sua dignità.
Riuscirà a trovare un equilibrio e a conquistare definitivamente il cuore del suo divo del rock bello e dannato?
Attenzione: il libro contiene scene di sesso esplicito.
Versione cartacea disponibile.
Grazie a tutti quelli che hanno partecipato al sondaggio sulla mia pagina Facebook, il mio nuovo romanzo sarà “Quando hai preso il mio cuore” e uscirà entro la fine del 2015.
Grazie al gruppo di Facebook che ha votato la nuova cover!
**
### Sinossi
Durante il concerto dei Four Algol, a San Diego, Kyle e Talia si incontrano e subito sono attratti l’uno verso l’altra da una passione travolgente.
Lui è una nascente stella del rock, tanto carismatico ed affascinante sul palcoscenico, quanto incostante e superbo nella vita, soprattutto quella sentimentale, abituato all’indipendenza e a cambiare donna ogni notte.
Talia, bella e sensuale, si innamora di lui al primo istante, accettando tutti i suoi eccessi e scegliendo di essere la sua Musa nel sesso e nella musica, finché non si accorgerà che Kyle sta distruggendo una parte troppo importante di lei: la sua dignità.
Riuscirà a trovare un equilibrio e a conquistare definitivamente il cuore del suo divo del rock bello e dannato?
Attenzione: il libro contiene scene di sesso esplicito.
Versione cartacea disponibile.
Grazie a tutti quelli che hanno partecipato al sondaggio sulla mia pagina Facebook, il mio nuovo romanzo sarà “Quando hai preso il mio cuore” e uscirà entro la fine del 2015.
Grazie al gruppo di Facebook che ha votato la nuova cover!

Sei sicuro di non essere buddhista?

Il punto di partenza di questo piccolo libro sta nella messa a fuoco di cosa fa di una persona un non buddhista, sottintendendo che chiunque può scoprirsi ed essere buddhista, al di là di ogni rito o tradizione, gusto o carattere. I quattro principi fondamentali che un buddista deve condividere e da cui discende tutto l’essere buddhista sono i quattro “sigilli” della verità, ossia: 1. Tutte le cose composte sono transitorie; 2. Tutte le emozioni sono dolore; 3. Tutte le cose non hanno intrinseca esistenza; 4. Il Nirvana sta al di là dei concetti. Per essere buddhisti “praticanti” basta accettare e praticare le quattro verità da cui deriva tutto il resto, ovvero astenersi dal nuocere al prossimo e cercare di aiutare gli altri il più possibile (se non si praticano le verità è come essere un malato che legge l’etichetta della medicina senza prenderla). Il messaggio buddhista (del karma, della purificazione, della non violenza, della rinuncia come forma di ricchezza, della saggezza, della pratica dell’armonia) è portatore di pace proprio perché i buddhisti non hanno la missione di convertire il mondo e nessun buddhista è autorizzato a commettere violenza in nome del buddhismo.

Sei passeggiate nei boschi narrativi

I sei interventi tenuti da Eco nel 1992-93 in occasione delle Norton Lectures – che si svolgono ogni anno alla Harvard University – hanno una leggerezza affabulatoria insolita alla teoria. Questo dipende senza dubbio dal fatto che Eco sapeva di rivolgersi a un pubblico vasto e vario, ma in questa particolare scelta espressiva possiamo forse cogliere anche la sua volontà di affrontare la riflessione sulla narratività partendo proprio dall’esperienza del lettore. Svariando da Omero a Spillane, da Cappuccetto Rosso a Nerval, Eco indaga aspettative e modalità con cui leggiamo i romanzi, procedendo in modo errabondo, come una serie di passeggiate appunto. Ma passeggiare per i boschi romanzeschi espone a sconcertanti scoperte: c’è davvero qualcosa in comune tra Manzoni e Agatha Christie, tra Molly Bloom e Milady? Soprattutto ciò che Eco ci mostra è quanto il romanzo – non a caso definito “il fratello carnale della Storia” – si intrecci con la vita e la vita con il romanzo.

(source: Bol.com)

Sei grande, Marcus

Siamo a Lille (e dintorni), all’inizio degli anni Novanta. Pierrot, un giovane ambulante che vende ortaggi nei mercati della zona, riceve in affidamento Marcus, un bambino di circa sette anni. Marcus è il figlio di Hélène, una giovane e inquieta tossicodipendente che si è suicidata gettandosi da un ponte dopo aver lasciato una lettera a Pierrot. Dopo la morte dell’amica, è Fabienne, anche lei del gruppo, anche lei tossica, a portare Marcus da Pierrot prima di entrare in clinica per disintossicarsi. Marcus si trova così a vivere a casa di Pierrot, lo chiama padrino, e quasi subito nasce tra i due una vicinanza che diventa sempre più forte. A creare questo legame contribuisce l’intera comunità. Naturalmente il ragazzino deve affrontare anche le prime difficoltà: la scuola, le differenze sociali, le scazzottate con i compagni, i pantaloni strappati e il cuore ferito. Ma insieme sperimenta anche il calore delle cene in una famiglia rumorosa e allegra, i giochi con i bambini della comunità allargata e le festività trascorse in compagnia. Tutto sembra andare per il meglio, quando però, colpo di scena, la narrazione si sposta in un luogo chiuso, colmo di sofferenze e sopraffazioni. Pierrot è in carcere e un nuovo mistero aleggia sulla vita del quartiere, un mistero che la sua variopinta, infaticabile e coraggiosa comunità saprà, ancora una volta, affrontare.
**

Sei donne e un libro

In una piccola libreria antiquaria viene trovato ucciso Ugo Magni, medico di successo e senatore. Il commissario De Vincenzi, mite e riflessivo, indaga tra interni Déco con dame stupende, tra esterni affaccendati e case di ringhiera in un universo di portinaie e popolani.
«Egli sempre procedeva soprattutto per intuizione. Non credeva all’evidenza degli indizi, alla certezza delle prove. Nessuna prova era certa. Nessun delinquente firma il suo delitto. Il caso lo firma». È un modo di muoversi e di pensare, quello del commissario De Vincenzi, che sfugge a ogni modello di detective fino a quel momento prevalente. Il suo creatore, Augusto De Angelis, in questo Sei donne e un libro, datato 1936, secondo romanzo di una serie numerosa, più di altre volte si sofferma a descriverlo. È un poeta, professionalmente e politicamente tiepido se non scettico; di letture eretiche per l’epoca (in questa avventura cita lo sconsigliabile Oscar Wilde, e in un’altra, addirittura, un Freud gli balena tra le mani); inoltre sembra cospargere sempre le sue inchieste di umori crepuscolari che lo dominano. Ma quanto il suo creatore De Angelis possa qualificarsi come la fonte originale del giallo all’italiana, si apprezza soprattutto nelle ambientazioni e nelle atmosfere in cui fa muovere il suo investigatore: una Milano consapevole di essere moderna, che sta scoprendo di essere metropoli, animata dalle sculture meticolose di ogni personaggio che formano sempre dei piccoli spaccati sociali. «Non possono restare nello spirito – scriveva l’autore in una pagina di teoria del romanzo giallo – creature d’arte che non abbiano un’anima». Le sei donne del titolo sono quelle che hanno circondato il professor Ugo Magni, medico di successo, senatore, «un vittorioso, un fortunato della vita». Viene trovato ucciso nei locali di una piccola libreria. C’è un libro scomparso, conventicole dedite a spiritismo e una strana premonizione affidata a dei ferri chirurgici recapitati in questura dentro un camice bianco. De Vincenzi indaga tra interni Déco con dame stupende, tra esterni affaccendati e case di ringhiera in un universo di portinaie e popolani.

I sei custodi

Londra, XVII secolo. Il poeta è seduto alla scrivania. Dopo una ricerca durata anni, è riuscito a trovare le sette pagine mancanti. E ha visto la Profezia. Poi sul mondo è calato un sipario nero: come colui che l’ha preceduto – come tutti coloro che l’hanno preceduto -, John Milton è diventato cieco. Ora, però, deve portare a termine un ultimo compito. Il più difficile. Perché lui è stato scelto per difendere l’umanità dalle forze del Male. Perché lui è un Custode… San Paolo, Brasile, oggi. All’inizio sembra un tragico incidente: dopo un concerto, una giovane popstar muore nel suo camerino a causa di un incendio. Ma subito emergono dettagli inquietanti e uno scenario pressoché «impossibile»: sebbene il cadavere sia completamente carbonizzato, il resto della stanza non è stato toccato dal fuoco. L’agente speciale Bernadette Callahan è abituata occuparsi con crimini all’apparenza irrisolvibili, eppure neanche lei si è mai trovata di fronte a un caso tanto enigmatico. Gli unici indizi, infatti, sono un piccolo simbolo satanico impresso sul pavimento e un medaglione antico, raffigurante san Cristoforo. Affiancata dall’eccentrico e tormentato professor Sebastian LaLaurie, esperto di letteratura religiosa e di occultismo, Bernadette viene coinvolta in un’indagine che la condurrà lungo una strada impervia. Una strada costellata di omicidi misteriosi e di riferimenti a un segreto nascosto nel manoscritto originale del Paradiso perduto di Milton: il segreto dei Custodi e delle sette pagine perdute della Bibbia del Diavolo…

Seguimi

Quando Quinn ha accettato di trascorre un weekend di puro divertimento a Key West non sapeva che avrebbe incontrato James Hunt. James Hunt le ha fatto capire che dietro i suoi occhi blu come il mare c’era un uomo disposto ad amarla per tutta la vita, lei gli ha creduto, senza immaginare che la loro relazione si basava su una menzogna… E quando James e i suoi amici hanno scommesso sul fatto che James sarebbe riuscito a portarsi a letto Quinn nel weekend, James non si è reso conto che era Quinn che voleva e che la scommessa non gli interessava più nulla. Certo se Quinn fosse venuta a sapere la verità…
**

Segui l’amore

Poppy Calloway si getta sempre anima e corpo nei progetti a cui si dedica. Ora è impegnata a insegnare arte a degli adolescenti, che si divertono a imbrattare i muri, per cercare di toglierli dalla strada. L’impresa, però, non si rivela semplice, soprattutto perché dovrà lavorare gomito a gomito con l’attraente e austero Jason de Sanges. Il problema è subito evidente: i due, oltre a non andare d’accordo, fanno anche fatica a controllare le proprie intense emozioni. Niente è più potente di un’attrazione negata. E allora forse è meglio lasciare che il fuoco scorra nelle vene e incendi i loro incontri.
**
### Sinossi
Poppy Calloway si getta sempre anima e corpo nei progetti a cui si dedica. Ora è impegnata a insegnare arte a degli adolescenti, che si divertono a imbrattare i muri, per cercare di toglierli dalla strada. L’impresa, però, non si rivela semplice, soprattutto perché dovrà lavorare gomito a gomito con l’attraente e austero Jason de Sanges. Il problema è subito evidente: i due, oltre a non andare d’accordo, fanno anche fatica a controllare le proprie intense emozioni. Niente è più potente di un’attrazione negata. E allora forse è meglio lasciare che il fuoco scorra nelle vene e incendi i loro incontri.

Un segreto nel cuore

Miles Ryan’s life seemed to end the day his wife was killed in a hit-and-run accident two years ago. Missy had been his first love, and Miles fervently believes she will be his last. As a deputy in the North Carolina town of New Bern, Miles Ryan not only grieves for Missy, but also longs to bring the unknown driver to justice. Then Miles meets Sarah Andrews. The second grade teacher of his son, Jonah, Sarah had left Baltimore after a difficult divorce to start over in the gentler surroundings of New Bern. Perhaps it’s her own emotional wounds that make her sensitive to the hurt she first sees in Jonah’s eyes, and then his father’s. Tentatively, Sarah and Miles reach out to each other. Soon they are both laughing for the first time in years . . . and falling in love. Neither will be able to guess how closely linked they are to a shocking secret — one that will force them to question everything they ever believed in . . . and make a heartbreaking choice that will change their lives forever.

Segreto mortale

Nella tipografia Ponters si stampano documenti segreti che il governo deve diffondere in circoli riservati. Qui viene sorpreso fuori orario un giovane addetto: la scusa è credibile, ma non convince veramente Joe Sennett, il capotipografo. Soprattutto insospettisce il rapporto che il giovane ha con un tipo equivoco, proprietario di un foglio scandalistico di largo successo. Poi, una serie di eventi conducono tre uomini alla tomba, per via di un terribile segreto di Stato…Edgar Wallacenacque nel 1875 a Greenwich (Londra). Cominciò a lavorare giovanissimo; a diciott’anni si arruolò nell’esercito ma nel 1899 riuscì a farsi congedare. Fu corrispondente di guerra per diversi giornali. Ottenne il suo primo successo come scrittore con I quattro giusti, nel 1905. Da allora scrisse, in ventisette anni, circa 150 opere narrative e teatrali di successo, nonché la sceneggiatura del celeberrimo King Kong. Definito “il re del giallo”, è morto nel 1932.