4561–4576 di 74503 risultati

Piacere E Colpire

La bellezza e le strategie per accentuarla sono state perseguite in tutte le epoche, ma le civiltà del passato hanno cercato di imbrigliarle, arginando qualunque spinta liberatoria. L’ipermodernità contemporanea ha scardinato questo dispositivo e oggi la seduzione si sprigiona in ogni direzione. La parola d’ordine non è più costringere ma “piacere e colpire”. E questa ingiunzione è una delle leggi che operano ovunque: nell’economia, nella pubblicità, nella politica. L’economia consumistica tempesta di offerte attraenti la nostra quotidianità intercettando i desideri; nella sfera politica, la seduzione si dispiega tramite l’immagine del candidato, appannando il programma politico, la vita vera. L’autore chiarisce quali sono i punti di forza della società della seduzione, e perché sarebbe catastrofico tornare ai modelli opprimenti del passato. Sottolinea anche le derive di questo parco giochi voluttuoso e spesso vacuo in cui ci troviamo a vivere, e delinea i modi per nobilitarlo senza sacrificarlo.

Perché L’Italia Diventò Fascista

Benito Mussolini camminava a lunghi passi su e giù per l’ufficio di direttore del «Popolo d’Italia» e, nei momenti di più acuta depressione, confidava alla sua musa Margherita Sarfatti di voler piantare baracca e burattini: «Faccio il giornalista da troppo tempo. Ho tanti altri mestieri. Posso fare il muratore: sono bravissimo. Sto imparando a fare il pilota aviatore. Oppure posso girare il mondo con il mio violino: magnifico mestiere, il rapsodo errante!». Era la fine del novembre 1919 e aveva fondato da poco i Fasci di combattimento, ma aveva perso in modo disastroso le prime elezioni politiche. Pochissimi voti e nessun seggio.
Appena tre anni dopo, il Duce del fascismo era a capo del governo, acclamato dalla folla e incoraggiato da insospettabili antifascisti che gli chiedevano di rimettere in sesto un paese distrutto, demotivato, indebitato e diviso. Giolitti gli riconosceva il merito di aver «tratto il paese dal fosso in cui finiva per imputridire». Amendola suggeriva di «secondare le mosse dell’onorevole Mussolini perché questo è il solo mezzo per ripristinare la forma della legalità». Nitti scriveva ad Amendola: «Bisogna che l’esperimento fascista si compia indisturbato». E Anna Kuliscioff a Turati: «Nessuno potrebbe raggiungere la pacificazione se non Mussolini». Salvemini, l’antifascista più irriducibile, giungeva a dire: «Bisogna augurarsi che Mussolini goda di una salute di ferro, fino a quando non muoiano tutti i Turati…».
In questo libro appassionante come un romanzo, Bruno Vespa racconta come e perché tre anni di guerra civile (1919-1922) consegnarono il potere all’uomo che l’avrebbe tenuto per un ventennio e perché la «democrazia autoritaria» del primo biennio (1923-1924) si trasformò in dittatura dopo il delitto Matteotti.
Gli slogan e gli errori di un secolo fa sono stati spesso richiamati nell’attuale polemica politica, italiana e internazionale. Vespa ne disegna il panorama completo, mettendo al centro della scena Matteo Salvini che, con la clamorosa vittoria della Lega alle elezioni europee del 2019, ha ribaltato gli equilibri politici, aprendo una crisi al buio che, invece di portare di nuovo alle urne, ha fatto nascere per la prima volta nella storia italiana un governo di segno opposto al precedente, ma presieduto dallo stesso premier, Giuseppe Conte.
L’autore, che ha incontrato tutti i protagonisti della scena politica, racconta tattiche, strategie e retroscena di una battaglia senza esclusione di colpi: dalla nascita del partito di Matteo Renzi ai patemi del Pd di Zingaretti dopo la scissione, dalla ritrovata unità del centrodestra nella grande manifestazione romana di piazza San Giovanni del 19 ottobre 2019 per far cadere il governo all’implicita alleanza non dichiarata tra Luigi Di Maio e lo stesso Renzi per evitare che Conte diventi il nuovo leader del centrosinistra.

Per un nuovo Umanesimo

Il diametro della terra è di 13.000 chilometri, e ne abbiamo già oltre 14.000 occupati da muri, filo spinato, barriere che non risolvono, ma anzi aggravano i problemi. I muri, inoltre, non sono solo quelli fatti con il cemento e i mattoni, ma quelli delle menti, delle visioni, delle paure. Oggi l’Europa dei muri sta soffocando la sua antica identità, ha smarrito il suo fine e il suo ideale, mentre l’Unione corre il grave rischio di disintegrarsi e lo Stato democratico è in crisi tra contraddizioni del sovranismo, impoverimento diffuso ed emergenza economica e criminale. Cosa si può fare per invertire una deriva così pericolosa? Occorre ricostruire anzitutto la nostra identità di italiani ed europei, sconfessando la sua negazione da parte della globalizzazione neoliberista e abbattendo i muri alzati dal sovranismo populista. Come? Attraverso un Nuovo Umanesimo che orienti le differenze e crei un rinnovato ideale. Don Luigi Ciotti e il filosofo Vittorio V. Alberti firmano un saggio-manifesto in cui spiegano la necessità di un programma educativo, sistematico e a lungo termine volto a rianimare l’ideale europeo, che parta da scuole e università per ricucire
la società.

Per Sempre Il Mio Conte

IL vero amore è quello delle favole Il vero amore è quello delle favole . Almeno questo è ciò di cui è convinta Hannah Knight. La sua giovinezza è stata difficile, ma anche nei momenti più tristi ella porta con sé un ricordo : l’ estate che ha trascorso al castello Manchester, dove ha iniziato a immaginare il suo lieto fine tra le braccia dell’ uomo che le aveva rapito il cuore. La guerra aveva fatto diventare cinico Garrick Edwards:.mai si sarebbe aspettato di ereditare il titolo e diventare il Conte di Manchester, ma il fratello era morto prematuramente lasciandosi alla spalle una figlia giovinetta e una montagna di debiti. Per il senso del dovere Garrick torna nella casa avita e incontra nuovamente Hannah: la fitta corrispondenza che si erano scambiati durante la guerra gli avevano dato la forza di resistere, ma lui crede di non meritare l’ amore di Hannah. Dopo che le loro strade si sono di nuovo congiunte entrambi riaccendono nei loro cuori la speranza che credevano di avere perduto. Dal profondo della loro anima si aggrappano a questa piccola scintilla, chiedendosi se i sogni possano diventare realtà. Chissà se avranno abbastanza coraggio per rispondere alla loro domanda… PUBLISHER: TEKTIME

Per questa notte

"In principio era il verbo: la verbosità di un italiano e di uno spagnolo. Erano tutt'e due anarchici. Non so come né perché mi vollero incontrare. Non mi chiesero nulla. Volevano solo raccontarmi le loro peripezie e un affronto. Mi dissero che quando il comitato di non intervento contro Hitler (così lo chiamavano) aveva noleggiato una nave per fare evacuare gli sconfitti nel Mediterraneo, i padroni del governo in agonia avevano distribuito generosamente i biglietti d'imbarco. Ma il fatto è che solo su alcuni biglietti c'era un timbro e sugli altri no. Sui biglietti dei miei accidentali e loquaci amici non c'era, e perciò non potevano imbarcarsi. Non avevano torto di ritenersi offesi e di essere disperati. Ma se il bisogno aguzza l'ingegno, la disperazione può far sfiorare il genio e la crudeltà. Riuscirono in ogni modo a imbarcarsi, giunsero a Montevideo, bevemmo per ore e ore e sistemammo il futuro immediato del mondo. Come dicevo, questo fu il principio. Il resto è facile; basta dare un'occhiata ai giornali per trovare, rifritta fino alla nausea, la storia dell'uomo perseguitato, incalzato; la storia dell'accanimento del forte contro il debole. Una storia che cominciò prima ancora del martirio di Gesù, che continua, che continuerà" (dalla Prefazione).

Pensare Il Buddha

**A 25 anni dalla morte – 8 luglio – riscopriamo una voce preziosa della nostra cultura con l’ultimo e più sorprendente dei suoi libri.**
Una serie di brevi dialoghi Zen scritti da uno dei maggiori germanisti italiani – ma anche poeta, pittore e accademico inquieto – che rappresentano una vera e propria sfida al pensiero filosofico occidentale, il tentativo di sconvolgerne gli automatismi e di forzarne le chiusure. Ironici e irriverenti, qualità che si adattano allo Zen, I koan di Masini non sono un gioco intellettuale o un esercizio di stile. Piuttosto una sorta di breviario paradossale, una piccola guida al «pensiero che non è pensiero» e, soprattutto, una risposta alla necessità profonda di interrogarsi e comprendersi attraverso le parole ma al di là di esse, svuotandole e aprendole a nuovi possibili significati. Dato alle stampe appena due mesi prima della morte del suo autore, *Pensare il Buddha* non è nemmeno il frutto di un’estrema deriva mistica, ma il compimento di un percorso intellettuale e il testamento umano e filosofico un protagonista imprevedibile e irregolare della nostra cultura.
**Ferruccio Masini** (Firenze, 1928 – 1988) Germanista, allievo a Friburgo di Martin Heidegger e di Eugen Fink, Masini comincia il suo lavoro di studioso su posizioni marxiste ortodosse per sperimentare poi le chiavi interpretative più diverse: teologia e mistica, psicanalisi, filosofia, Zen, musica, arti figurative, scienza. È stato poeta ( *Il sale dell’avventura* , 1979; *Allegro feroce* , 1985; *Per le cinque dita* , 1986), aforista ( *Aforismi di Marburgo* , 1983) e autore di un romanzo autobiografico ( *La vita estrema* , 1985). Ha tradotto, tra gli altri Celan, Jaspers, Hoffmann e gran parte delle opere di Nietsche per Adelphi. Si è dedicato al Teatro e alla pittura, firmando i suoi quadri con lo pseudonimo di Salins. Tra i suoi saggi ricordiamo *La via eccentrica* (1986) e *Lo scriba del caos* (1978) su Friederich Nietsche.

Peccaminosi Intrecci

**Bound and Determined** 1
*Una giovane innocente flirta con lo scandalo e con desideri sconosciuti e proibiti.*
Lady Cynthia Westhope non può credere che la sua amica d’infanzia, figlia di un duca, sia diventata Madame Blanche, la tenutaria del bordello più esclusivo e famoso di Londra. È scandalizzata ma al contempo sorprendentemente curiosa. Solo immaginare i profondi e ancestrali impulsi che quei gentiluomini soddisfano dietro le porte chiuse del club le provoca fremiti sconosciuti. Cynthia abbandona ogni freno quando James Winters, suo desiderio proibito da sempre, la scambia per una cortigiana di Madame Blanche. In breve tempo i due si ritrovano imbrigliati in una rete di desiderio, segreti e intrighi sensuali da cui sarà difficile uscire.

Passione Russa

**I principi di Kuban** 3
*Londra, 1823*
La Principessa Dasha, figlia dello zar e unica sopravvissuta della famiglia, si ritrova senza memoria a Londra, affidata alle cure e alla protezione del Principe russo Ruslan Pisarev, anche lui in esilio in Inghilterra. Dasha è tormentata dall’assenza di ricordi e arriva a dubitare della propria identità, ma sostenuta da Ruslan decide di tornare in patria e rivendicare il trono. Durante il viaggio, per non destare sospetti, i due si fingono una coppia sposata, stratagemma che permette loro di vivere liberamente la passione che da tempo tengono frenata. Quale sarà però il destino dei giovani amanti quando, arrivati a destinazione, Dasha prenderà davvero coscienza della propria identità?

Parole di scuola

“La scuola raccontata da uno scrittore rischia di diventare caricatura, pamphlet, ispirazione per una divertente parodia. Non è così quando lo scrittore è coinvolto in prima persona, e la scuola – più ancora della letteratura – è il suo giardino di parole, il luogo dove svolgere un magistero civile che nessun’altra palestra intellettuale può offrire. E’ questo il caso di Mariapia Veladiano (…) Quel che più colpisce in Parole di scuola – una sorta di dizionario articolato per voci diverse – è la capacità empatica dell’autrice di assumere punti di vista differenti, tra insegnanti smarriti, genitori francamente insopportabili, studenti sospesi tra paura e desiderio. In chi li osserva non c’è mai giudizio o acrimonia, anzi verrebbe voglia di entrare in classe con Veladiano (…)Simonetta Fiori – La Repubblica – 27 Aprile 2014 Prima di scrivere romanzi, vincere premi prestigiosi e diventare nota al grande pubblico, Mariapia Veladiano ha insegnato lettere alle scuole superiori per più di vent’anni, per poi diventare preside.La conosce bene, la scuola. Conosce i ragazzi, l’energia che corre tra i banchi, le adolescenze fatte di paura e desiderio, il futuro che promette, e insieme minaccia.E conosce bene i professori, il loro lavorare in condizioni sempre più difficili, il fare i conti con una professione che ha perso prestigio e riconoscimento, il sopperire all’impietosità dei tagli ministeriali con le risorse (non solo di spirito) personali.Conosce le parole della scuola — paura, entusiasmo, vergogna, condivisione, integrazione, esclusione, empatia, identità, equità — e il suono che fanno tra i banchi, dove la vita è più urgente che altrove, dove la vita stessa sta più che altrove.Perché in aula si imparano le parole giuste per capire sé stessi, gli altri, il mondo. E la vita.

Parole

# “Le sto mandando messaggi confusi, ne sono cosciente, ma ho bisogno di spingere l’acceleratore e di vedere dove andiamo a finire”
Disincantata, cinica, un po’ scontrosa: questo è ciò che è diventata Livia dopo la morte della madre. Studentessa universitaria di giorno, cameriera in una trattoria in provincia di Pesaro la sera, Livia affronta la vita da sola giorno dopo giorno.
Complice uno scambio di battute scritte a lettere cubitali sul fondoschiena di una modella di intimo, ritratta su un poster pubblicitario, Livia conosce Jacopo, manager di trentanove anni impiegato nel campo del marketing e con un matrimonio ai titoli di coda.
A suon di battute al vetriolo e scontri verbali, Livia e Jacopo inizieranno un rapporto perennemente in bilico, proteso verso qualcosa che potrebbe essere se solo entrambi si lasciassero andare.
**Anita Sessa ci regala questa volta, dopo il regency di grande successo La Sposa Inglese, una delicata storia d’amore tra due persone profonde e affascinanti. Due anime molto diverse ma al contempo molto affini. Riusciranno entrambi a lasciarsi andare e superare quello che la vita sembra avergli tolto in passato?
Non lo possiamo sapere senza leggere il libro, quello che sappiamo però è che Anita si è superata questa volta, lasciandoci intravedere qualcosa più in profondità di se stessa. Grazie
***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *******
**
### Sinossi
# “Le sto mandando messaggi confusi, ne sono cosciente, ma ho bisogno di spingere l’acceleratore e di vedere dove andiamo a finire”
Disincantata, cinica, un po’ scontrosa: questo è ciò che è diventata Livia dopo la morte della madre. Studentessa universitaria di giorno, cameriera in una trattoria in provincia di Pesaro la sera, Livia affronta la vita da sola giorno dopo giorno.
Complice uno scambio di battute scritte a lettere cubitali sul fondoschiena di una modella di intimo, ritratta su un poster pubblicitario, Livia conosce Jacopo, manager di trentanove anni impiegato nel campo del marketing e con un matrimonio ai titoli di coda.
A suon di battute al vetriolo e scontri verbali, Livia e Jacopo inizieranno un rapporto perennemente in bilico, proteso verso qualcosa che potrebbe essere se solo entrambi si lasciassero andare.
**Anita Sessa ci regala questa volta, dopo il regency di grande successo La Sposa Inglese, una delicata storia d’amore tra due persone profonde e affascinanti. Due anime molto diverse ma al contempo molto affini. Riusciranno entrambi a lasciarsi andare e superare quello che la vita sembra avergli tolto in passato?
Non lo possiamo sapere senza leggere il libro, quello che sappiamo però è che Anita si è superata questa volta, lasciandoci intravedere qualcosa più in profondità di se stessa. Grazie
***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *******

Otto anni prima

**Dall’autore del bestseller *La ragazza senza passato ** *
Quando il giornalista Scott Fleetwood riceve una chiamata anonima che gli offre un’intervista esclusiva con il pericoloso Pifferaio, il famigerato criminale che rapisce i bambini a San Francisco, non può credere alle sue orecchie. È un’occasione per guadagnare visibilità e far decollare la sua carriera da reporter all’«Independent». Per anni, infatti, il Pifferaio ha terrorizzato in totale anonimato le più influenti famiglie della città, costringendo i genitori a pagare un riscatto altissimo pur di riavere i loro figli. Ma le ambizioni di Scott gli si ritorcono contro: l’uomo che sta intervistando non è il vero Pifferaio, e la situazione precipita. Il bambino sequestrato viene ucciso, nonostante i genitori fossero pronti a pagare il riscatto. Per otto lunghi anni Scott convive con il senso di colpa. La sua leggerezza a causato la morte di un innocente. Ma l’incubo non è ancora finito. Quando il Pifferaio torna a farsi vivo, esige più di un riscatto. Questa volta la posta in gioco è molto più alta. E in ballo c’è la vita dei figli di Scott.
* *Questa volta il riscatto non è quantificabile in dollari
Ma in sangue**
«Questo autore riesce a far volare via le pagine. Anche quando la trama si complica, la lettura è fluida e avvincente.»
**Publishers Weekly **
«Un bruciante sentimento di vendetta incendia questo thriller dal finale esplosivo.»
** Oakland Tribune**
**Simon Wood**
Ex pilota di auto, ciclista, occasionalmente investigatore privato, è autore di diversi romanzi di successo. Ha ottenuto il prestigioso Anthony Award e una nomination per il CWA Dagger Award. È cresciuto in Inghilterra, ma ora vive in California con la moglie. Con la Newton Compton ha già pubblicato il thriller *La ragazza senza passato*. **
### Sinossi
**Dall’autore del bestseller *La ragazza senza passato ** *
Quando il giornalista Scott Fleetwood riceve una chiamata anonima che gli offre un’intervista esclusiva con il pericoloso Pifferaio, il famigerato criminale che rapisce i bambini a San Francisco, non può credere alle sue orecchie. È un’occasione per guadagnare visibilità e far decollare la sua carriera da reporter all’«Independent». Per anni, infatti, il Pifferaio ha terrorizzato in totale anonimato le più influenti famiglie della città, costringendo i genitori a pagare un riscatto altissimo pur di riavere i loro figli. Ma le ambizioni di Scott gli si ritorcono contro: l’uomo che sta intervistando non è il vero Pifferaio, e la situazione precipita. Il bambino sequestrato viene ucciso, nonostante i genitori fossero pronti a pagare il riscatto. Per otto lunghi anni Scott convive con il senso di colpa. La sua leggerezza a causato la morte di un innocente. Ma l’incubo non è ancora finito. Quando il Pifferaio torna a farsi vivo, esige più di un riscatto. Questa volta la posta in gioco è molto più alta. E in ballo c’è la vita dei figli di Scott.
* *Questa volta il riscatto non è quantificabile in dollari
Ma in sangue**
«Questo autore riesce a far volare via le pagine. Anche quando la trama si complica, la lettura è fluida e avvincente.»
**Publishers Weekly **
«Un bruciante sentimento di vendetta incendia questo thriller dal finale esplosivo.»
** Oakland Tribune**
**Simon Wood**
Ex pilota di auto, ciclista, occasionalmente investigatore privato, è autore di diversi romanzi di successo. Ha ottenuto il prestigioso Anthony Award e una nomination per il CWA Dagger Award. È cresciuto in Inghilterra, ma ora vive in California con la moglie. Con la Newton Compton ha già pubblicato il thriller *La ragazza senza passato*.

Ordine D’Allerta

Dopo aver quasi perso la vita nel tentativo di sventare un complotto terroristico che minacciava di trascinare gli Stati Uniti in una nuova guerra, Mason Kane, soldato americano caduto in disgrazia ed ex leggenda delle Operazioni Speciali, è ancora sulla lista nera di molti governi. Con l’intenzione di riabilitare il suo nome una volta per tutte, Mason stringe un patto con la CIA per fare ritorno nel pericoloso mondo delle operazioni clandestine.
Ma quando una sua vecchia amica cade nella trappola di una risorsa legata all’ISIS, Mason abbandona ogni strategia e si ritrova coinvolto in un complotto ad alto livello, che vede implicata una violenta cellula terroristica e qualcuno vicino al presidente degli Stati Uniti. Con l’aiuto di Renee Hart, un agente del Dipartimento della Difesa, e di una squadra dei Corpi speciali d’élite, Mason dovrà fare tutto il possibile per fermare una grave minaccia per l’intero Esercito americano prima che sia troppo tardi.
Secondo libro della serie “Search and Destroy”, *Ordine d’allerta* vede l’atteso ritorno di Mason Kane, l’eroe dei Reparti speciali dal passato discutibile, stavolta alle prese con un complotto all’ombra della guerra al terrorismo che coinvolge anche la Casa Bianca.
Un action-thriller pieno di colpi di scena, dove le competenze militari e d’intelligence di Joshua Hood trascinano il lettore in un’avventura adrenalinica ambientata nell’oscuro mondo delle operazioni segrete.

Opere

Giovanni della Croce è stato sacerdote e poeta spagnolo del XVI secolo. Fondatore dell’Ordine dei Carmelitani Scalzi, fra i suoi scritti, pubblicati per la prima volta nel 1618, spiccano le poesie e i trattati sui temi più vari. La sua opera esce nell’edizione digitale approntata da Utet, con collegamenti ipertestuali al compendio critico.

Omicidio nello Yorkshire

Il cadavere di una donna viene ritrovato dopo tre mesi dalla sua scomparsa sotto il pavimento di una casa in ristrutturazione. Dell'omicidio vengono accusati il marito la sua amante, proprietaria della casa. Ma niente è come sembra e l'investigatore privato Thorndyke accetta di aiutare l'avvocato difensore dei due sospettati. Soltanto lui riuscirà a trovare tutti gli indizi che porteranno a scoprire i veri colpevoli e una sorprendente verità sul caso. Un giallo inedito del più famoso investigatore rivale di Sherlock Holmes.