4545–4560 di 82931 risultati

Un’avventura da ricordare

All’improvvisa dipartita del fratello, Anthony Elliot, conte di Greyley, eredita i cinque nipoti monelli. L’unico modo per venirne a capo è assumere Anna Thraxton, la miglior governante d’Inghilterra. Appartenente a una famiglia decaduta, Anna deve pensare a mantenere se stessa e l’anziano nonno. Tuttavia, nell’attimo in cui incontra Anthony è lui a diventare il suo unico desiderio. Con un unico problema, affatto trascurabile: Anthony è fidanzato con un’altra… **
### Sinossi
All’improvvisa dipartita del fratello, Anthony Elliot, conte di Greyley, eredita i cinque nipoti monelli. L’unico modo per venirne a capo è assumere Anna Thraxton, la miglior governante d’Inghilterra. Appartenente a una famiglia decaduta, Anna deve pensare a mantenere se stessa e l’anziano nonno. Tuttavia, nell’attimo in cui incontra Anthony è lui a diventare il suo unico desiderio. Con un unico problema, affatto trascurabile: Anthony è fidanzato con un’altra…

Un’altra libertà: Contro i nuovi profeti del paradiso in terra

Avanza la dittatura dei “nuovi diritti” che, in nome di un’idea di libertà individuale senza limiti né confini, finisce per compromettere i diritti dei più deboli e i fondamenti della nostra civiltà. Ma davvero la libertà dell’uomo consiste nel trasformare ogni desiderio in diritto esigibile per andare oltre se stesso? Oppure esiste un’altra libertà, che si nutre della verità naturale e del rapporto con gli altri? È questo l’interrogativo, cattolico e laico, al quale un principe della Chiesa e un politico e professore liberal-conservatore provano a dare risposta. Ripercorrendo le più grandi sfide antropologiche del nostro tempo – la vita e la morte, la genitorialità e le tecnoscienze, il rapporto con l’ambiente e le migrazioni – essi dimostrano come riconoscere il senso del limite non significhi rifiutare il progresso e negare la libertà dell’uomo, ma piuttosto riscoprirne il significato più profondo, che assume senso sia per chi crede, sia per chi non crede ma ha a cuore le sorti dell’Occidente e della stessa umanità.

Un’ isola per ricominciare

ROMANZO INEDITO
**Glenmore Island** 3
Sexy ma pericoloso: così i residenti dell’isola di Glenmore ricordano Conner MacNeil. Adesso lui è tornato e, sebbene sia un chirurgo affermato, la malizia nei suoi occhi promette ancora scintille. Infatti Conner userà tutto il suo fascino per conquistare i pazienti e l’infermiera Flora Harris.
Flora è convinta di essere stata l’unica ragazza, a scuola, a non aver mai ricevuto un bacio da Conner MacNeil. Ma adesso il suo sguardo intenso e seducente le fa desiderare di trascorrere momenti proibiti solo tra le sue braccia. **
### Sinossi
ROMANZO INEDITO
**Glenmore Island** 3
Sexy ma pericoloso: così i residenti dell’isola di Glenmore ricordano Conner MacNeil. Adesso lui è tornato e, sebbene sia un chirurgo affermato, la malizia nei suoi occhi promette ancora scintille. Infatti Conner userà tutto il suo fascino per conquistare i pazienti e l’infermiera Flora Harris.
Flora è convinta di essere stata l’unica ragazza, a scuola, a non aver mai ricevuto un bacio da Conner MacNeil. Ma adesso il suo sguardo intenso e seducente le fa desiderare di trascorrere momenti proibiti solo tra le sue braccia.

Un uomo perfetto

Quando in un solo attimo il fascino di un uomo trasforma una donna in una vera regina. Dell’amore.
Elizabeth Brown è stata assunta nella biblioteca di Sullivan House e questo, per lei, è il cosidetto lavoro perfetto. Avere a che fare con vecchi e polverosi volumi è ciò che sa fare meglio. Trattare con il sesso forte, invece, non è esattamente la sua specialità, soprattutto quando si tratta di un inaspettatamente affascinante datore di lavoro. Così, quando Elizabeth si trova di fronte a Rogan Sullivan, non sa bene come comportarsi, sa solo che la tentazione di cedere ai propri sensi si fa via via più forte. E tutti i suoi timori sugli uomini e la loro inaffidabilità sembrano non contare più nulla.

Un Universo comprensibile: Interazione tra Scienza e Teologia

‘La cosa più incomprensibile del mondo è il fatto che sia comprensibile’, ebbe a dire un giorno Albert Einstein. A ben pensarci, non è stupefacente che l’Universo abbia un’intima essenza razionale e matematica, tale da abilitare la mente umana a indagarlo e a conoscerlo? Questo libro tratta dell’evoluzione storica del concetto di razionalità, dal mondo greco classico fino ai nostri giorni, passando attraverso i contributi, spesso sottovalutati o mal compresi, dei Padri della Chiesa e dei teologi medievali. Se non si tengono nel giusto conto i risultati del costruttivo e serrato confronto tra scienza e religione sul tema della comprensibilità del mondo, non si possono cogliere le specificità delle figure di due ‘giganti’ come Galileo e Newton, della scoperta del metodo scientifico e dei conseguenti trionfi della scienza moderna. L’interazione conflittuale tra scienza e teologia attraversa i secoli e rappresenta una delle pagine più entusiasmanti della storia del pensiero umano. **
### Recensione
“Questo libro è un opera ben meditata da parte di due autori professionalmente esperti in fisica, in astronomia e in teologia. La loro preparazione sulla storia delle relazioni tra scienza, filosofia e teologia è eccellente e, nello sviluppo del loro discorso, essi mantengono un atteggiamento di rispetto per le prove empiriche e di considerazione per la razionalità. Benché io non sia d’accordo con tutte le loro conclusioni su questioni che sono di così grande complessità, mi ha favorevolmente colpito l’imparzialità delle loro argomentazioni”. ABNER SHIMONY
Professore Emerito di Filosofia e Fisica, Università di Boston
### Sinossi
‘La cosa più incomprensibile del mondo è il fatto che sia comprensibile’, ebbe a dire un giorno Albert Einstein. A ben pensarci, non è stupefacente che l’Universo abbia un’intima essenza razionale e matematica, tale da abilitare la mente umana a indagarlo e a conoscerlo? Questo libro tratta dell’evoluzione storica del concetto di razionalità, dal mondo greco classico fino ai nostri giorni, passando attraverso i contributi, spesso sottovalutati o mal compresi, dei Padri della Chiesa e dei teologi medievali. Se non si tengono nel giusto conto i risultati del costruttivo e serrato confronto tra scienza e religione sul tema della comprensibilità del mondo, non si possono cogliere le specificità delle figure di due ‘giganti’ come Galileo e Newton, della scoperta del metodo scientifico e dei conseguenti trionfi della scienza moderna. L’interazione conflittuale tra scienza e teologia attraversa i secoli e rappresenta una delle pagine più entusiasmanti della storia del pensiero umano.

Un Tranquillo Giovedì Di Fine Agosto

Come godersi l’estate aiutando il prossimo e, soprattutto, come rischiare immancabilmente di rimetterci l’osso del collo e di rovinare l’estate a chiunque abbia avuto la malsana idea di chiedervi aiuto.
Roma deserta, il caldo tropicale, un’indigestione di mare, gelati e cocomero e, finalmente, quattro settimane di meritatissimo riposo…
…se solo parenti, amici e ogni singolo conoscente dai tempi dell’asilo non vi lasciassero in balìa di piantagioni da innaffiare, chihuahua indemoniati e nonne catalettiche, nella tempesta perfetta di un giorno in cui tutto ciò che può andare storto finisce irrimediabilmente per andare peggio!
Questo racconto è incluso nella raccolta *Disastri assortiti* , disponibile anche in versione cartacea. **
### Sinossi
Come godersi l’estate aiutando il prossimo e, soprattutto, come rischiare immancabilmente di rimetterci l’osso del collo e di rovinare l’estate a chiunque abbia avuto la malsana idea di chiedervi aiuto.
Roma deserta, il caldo tropicale, un’indigestione di mare, gelati e cocomero e, finalmente, quattro settimane di meritatissimo riposo…
…se solo parenti, amici e ogni singolo conoscente dai tempi dell’asilo non vi lasciassero in balìa di piantagioni da innaffiare, chihuahua indemoniati e nonne catalettiche, nella tempesta perfetta di un giorno in cui tutto ciò che può andare storto finisce irrimediabilmente per andare peggio!
Questo racconto è incluso nella raccolta *Disastri assortiti* , disponibile anche in versione cartacea.

Un ricatto di troppo

È il 1942 e imperversa la seconda guerra mondiale. In una Parigi occupata, manca il tabacco e Nestor Burma è tremendamente nervoso. Per fortuna l’amico e giornalista Marc Covet gli ha suggerito dove potersene procurare un poco. Lungo la strada suonano le sirene e Burma è costretto a trovare riparo dai bombardamenti in un rifugio insieme, tra gli altri, a un’affascinante e misteriosa fanciulla. Inizia così un altro giallo che vede Dinamite Burma impegnato a risolvere un mistero che inizia addirittura nel 1938, con il furto di diversi lingotti d’oro mai ritrovati. **

Un minuto di silenzio

È un giorno d’estate sulla costa tedesca del Mare del Nord, l’estate di un anno in cui i giovani ascoltano volentieri alla radio Benny Goodman e Ray Charles e per le vie della piccola città portuale di Hirtshafen si sente suonare ancora l’organetto.
Christian e Stella sono usciti in mare con un dinghy, una piccola imbarcazione a vela perfetta per il vento forte e teso del Mare del Nord che increspa magnificamente quelle acque cristalline, e spazza chilometri e chilometri di maestose falesie e spiagge di sabbia finissima.
Giunti sulla spiaggia dell’Isola degli uccelli, una minuscola striscia di terra in mezzo al mare su cui volteggiano come un turbine bianco centinaia di uccelli marini, i due giovani sono stati sorpresi da un’improvvisa tempesta di vento e pioggia.
Christian ha condotto Stella in una baracca rivestita di canne sulla spiaggia, un rifugio dove un vecchio ornitologo è solito venire durante la bella stagione. La porta era ancora appesa sui cardini, sulla stufa di ferro vi erano ancora una pentola e un bicchiere d’alluminio, e al centro un giaciglio fatto di alghe secche e tavole di legno inchiodate.
Stella si è messa subito a sedere su quel letto improvvisato, la sigaretta in bocca e una canzone sconosciuta sulle labbra. Bellissima, i capelli neri e gli occhi chiari e splendenti, ha sorriso a Christian e l’ha invitato a sedersi accanto a lei.
Christian le è scivolato accanto, le ha posato una mano sulla spalla e, desiderando che quel contatto fisico durasse più a lungo possibile, le ha accarezzato la schiena.
Solo allora Stella ha gettato la testa all’indietro e l’ha guardato sorpresa, come se avesse sentito o scoperto qualcosa d’inatteso, qualcosa che non aveva previsto, qualcosa che pensava impossibile…
Così, in questo romanzo, comincia la storia d’amore tra Christian, giovane figlio di un «pescatore di massi» del Mare del Nord, e Stella Petersen, la sua professoressa d’inglese al liceo Lessing di Hirtshafen.

Un dono prezioso

La Shenandoah Valley, in Virginia, al riparo delle Blue Ridge Mountains, è molto distante da Hollywood. Ed è esattamente lì che Cilla McGowan preferisce vivere, lontano da tutto e da tutti. Cilla, un tempo enfant prodige del grande schermo, è ora una restauratrice di case, che cura daL pavimento al soffitto con le sue stesse mani, e si sta dedicando a quella che era la fattoria di sua nonna, ora sull’orlo della rovina. Nessuno però aveva potuto far nulla per sua nonna, la leggendaria Janet Hardy, un’attrice dalla voce strabiliante e la vita irrequieta, capace di ammaliare i più importanti rappresentanti del jet set con il suo fascino. Da sempre, la notte, Janet infesta i sogni di sua nipote, e da sempre, di giorno, è la madre di Cilla a tormentarla: dopo averla spinta sulle scene fin dalla più tenera età, impedendole di avere un’infanzia normale, ha sempre ostentato un’esistenza eccessiva, con ben cinque matrimoni alle spalle. Rifugiandosi nella East Coast, Cilla vuole staccarsi dai demoni che perseguitano la sua mente e ritrovare un senso di normalità.

Un bel delitto per mammina

David è un ispettore della Squadra Omicidi di New York, uno di quelli bravi. Ma ora deve affrontare il lutto per la morte della moglie. Meglio andarsene dalla città che non dorme mai, meglio accettare il ruolo di investigatore che gli offre un’amica, difensore d’ufficio a Mesa Grande, Colorado. E mammina? Perché a Mesa Grande, David non potrà più contare sui consigli della sua anziana madre, che sul lato oscuro della natura umana ne sa una più del diavolo. A meno che mammina non lo raggiunga proprio quando David si trova per le mani un caso di omicidio veramente diabolico. E gli faccia da guida in un labirinto di indizi che non sembrano portare da nessuna parte.

Un barattolo mostruoso N.2

**INDIETRO! STATE TUTTI INDIETRO!**
La bocca di Trigger si spalancò e l’enorme lingua del cane leccò la guancia di Evan. I capelli color carota di Evan si ricoprirono di appiccicosa saliva di cane.
— No… ti prego! — gridò Evan. — Ho solo dodici anni! Sono troppo giovane per morire”
Il ragazzo riprese ad urlare, ma i denti di Trigger lo strinsero alla vita, togliendogli il respiro.

Uccidete Il Drago

In un edificio di un sobborgo degradato di Stoccolma viene ritrovato il corpo di un uomo alcolizzato. È circondato da bottiglie vuote, nell’appartamento regna il caos, e tutto fa pensare a una lite tra ubriachi finita male. È quello che ci vuole per Evert Bäckström, il commissario più impresentabile del corpo di polizia svedese, ora destinato ad avere finalmente il suo momento di gloria. Le sue indagini, come sempre tutt’altro che convenzionali, portano a una pista completamente diversa. Un semplice omicidio tra compagni di bevute o un intrigo politico? Incrocio tra commedia e noir più nero, Uccidete il drago è, a detta dell’autore, una favola cattiva per adulti. Con il suo caratteristico sarcasmo, Persson ritrae il lavoro quotidiano della polizia, dove impegno e dedizione si alternano a corruzione e cinismo, dando vita a un’indagine a tratti grottesca, ma sempre amaramente autentica.

Uccidere i mostri

Una delle più divertenti ed appassionanti vicende che la fantascienza abbia prodotto. Gl’interrogativi nascono a catena sin dalle prime scoppiettanti pagine del romanzo di Vernon Sullivan. Per quale motivo le più belle ragazze di Los Angeles scompaiono senza lasciar traccia. Perché un giovanissimo e fascinoso atleta viene rapito per essere sottoposto ad uno sconcertante esperimento di genetica? Quale mistero si nasconde dietro tre fotografie di cui una spietata banda cerca di entrare in possesso? E perché il governo federale è tanto interessato a quel che accade nell’isola del dottor Schutz? Interrogativi destinati a dare avvio a una «incredibile» vicenda fantascientifica, in cui l’abilita di Vernon Sullivan mescola con vivo senso di espressione e sapiente ironia tre elementi dissimili tra loro, fantascienza, romanzo nero, ed erotismo. Il tutto per dar vita ad una dissacrante parodia della letteratura di «genere» che però non è per questo, un racconto meno denso di fatti ed emozioni: l’umorismo è soltanto il fulcro attraverso cui Sullivan deccanta la sua materia, per togliere alla vicenda un sapore di banalità.

Uccellino del paradiso

1983: un efferato delitto sconvolge la cittadina di Sparta, nella provincia americana. L’affascinante Zoe Kruller, cameriera in una gelateria e cantante di bluegrass che insegue la celebrità, viene brutalmente strangolata nella casa dove vive con un’amica dopo aver lasciato il marito, di origine pellerossa, e il figlio Aaron. I sospetti cadono sull’avvenente Eddy Diehl, che aveva una relazione con lei. E nell’ambiente torbido e soffocante di Sparta l’accusa mette in moto un meccanismo perverso che distruggerà il ménage familiare e la vita di quest’uomo. Testimone silenziosa della vicenda è Krista, la figlia di Eddy, profondamente legata al padre e convinta della sua innocenza. È lei a rievocare sul filo della memoria la figura paterna e gli anni trascorsi sotto il segno d’un terribile trauma. Ma la sua esistenza si intreccia anche con quella di Aaron, ragazzo difficile e problematico che reca nei tratti e nell’indole l’impronta del suo retaggio indiano. Accomunati dalla dolorosa perdita dei genitori che ha posto bruscamente fine alla loro infanzia, si ritroveranno coinvolti in un amore acerbo e inespresso, con il quale riusciranno a confrontarsi solo da adulti.
Cupo e abbagliante, romantico e avvolgente, Uccellino del Paradiso è un romanzo di formazione che combina sottilmente una lirica sensualità con una tragica violenza, un racconto dove la tenerezza si intreccia indissolubilmente con la crudeltà. Ambientato nella regione settentrionale dello Stato di New York che è per la Oates un autentico “luogo dell’anima”, Uccellino del Paradiso segna una nuova tappa di quel viaggio nei recessi più profondi della società americana che la scrittrice ha da tempo intrapreso con poetica lucidità, confermandosi ancora una volta tra le più sapienti e sensibili protagoniste del panorama letterario contemporaneo.