45441–45456 di 66541 risultati

DARKNESS – IL PECCATO RITORNA- Vol. 2 (sin and darkness)

Fin dal primo istante, Honey ha capito quale dovrebbe essere la scelta giusta per essere felice. Ma preda dei suoi “demoni” decide invece di fuggire. Si ritrova così a Los Angeles, dove tenta di lasciarsi alle spalle le sue colpe: una relazione con Derek, vissuta nel peccato, e l’altra con il tenebroso Christopher, che l’ha spinta a lasciar emergere il suo lato più intimo e che sa leggerle in profondità. Quando capisce però che la sua è solo una fuga dalla vita vera e forse anche da una possibile felicità, fa ritorno a New York. Qui scopre che dal passato di Christopher e Derek riemerge una persona che pensavano di aver cancellato dalla loro vita per sempre. Ora Honey è a un bivio: rivelare o meno a uno di loro cosa prova davvero, oppure chiudere i sentimenti in un cassetto e continuare la sua vita.
Tra colpi di scena, passione e perversione, Darkness vi accompagnerà in una potente storia d’amore, dolce e oscura proprio come i suoi protagonisti.
DALLA STESSA AUTRICE:
L’effetto del peccato (primo volume della serie sin and darkness)
Basta un istante per ritrovarsi
Non posso perderti
Per contattare l’autrice:
[email protected]
**
### Sinossi
Fin dal primo istante, Honey ha capito quale dovrebbe essere la scelta giusta per essere felice. Ma preda dei suoi “demoni” decide invece di fuggire. Si ritrova così a Los Angeles, dove tenta di lasciarsi alle spalle le sue colpe: una relazione con Derek, vissuta nel peccato, e l’altra con il tenebroso Christopher, che l’ha spinta a lasciar emergere il suo lato più intimo e che sa leggerle in profondità. Quando capisce però che la sua è solo una fuga dalla vita vera e forse anche da una possibile felicità, fa ritorno a New York. Qui scopre che dal passato di Christopher e Derek riemerge una persona che pensavano di aver cancellato dalla loro vita per sempre. Ora Honey è a un bivio: rivelare o meno a uno di loro cosa prova davvero, oppure chiudere i sentimenti in un cassetto e continuare la sua vita.
Tra colpi di scena, passione e perversione, Darkness vi accompagnerà in una potente storia d’amore, dolce e oscura proprio come i suoi protagonisti.
DALLA STESSA AUTRICE:
L’effetto del peccato (primo volume della serie sin and darkness)
Basta un istante per ritrovarsi
Non posso perderti
Per contattare l’autrice:
[email protected]

Dark dream

Sabine è l’ossessione di ogni uomo, un’incantatrice in grado di far cadere persino il più temibile dei guerrieri. E ora che Woede è diventato la sua preda più ambita, lei non gli dà tregua, vuole sedurlo a ogni costo. Suo malgrado, il gelido demone non riesce a sfuggirle, e non può far altro che desiderare quel corpo da sogno. Ma il gioco prenderà presto un’altra piega, e sarà Woede a condurlo, tormentando la splendida incantatrice con le sue personalissime armi. Non avrebbero mai dovuto incontrarsi, ma nulla potranno contro le insidie della lussuria. Saranno disposti a sacrificarsi l’uno per l’altra, riuscendo così a sconfiggere il nemico che minaccia entrambi? La resa dei conti è vicina, e loro dovranno scegliere da che parte stare, se da quella dell’amore o del potere. La risposta è proprio lì, dove nessuno dei due finora ha mai osato cercare.
**

Dark Desire (Leggereditore Narrativa)

Cadeon Woede non avrà pace finché non riuscirà a espiare la colpa che lo perseguita da tanto, troppo tempo.Uno spiraglio si apre in lui quando incontra l’affascinante Holly Ashwin. In lei vede la chiave per fuggire dalla sua terribile condanna, l’unica salvezza alla pena infinita che lo perseguita. Ciò che ancora non sa però, è che la donna lo attirerà a sè tormentandolo più del suo stesso passato. Cresciuta come una semplice umana, Holly è inconsapevole della dimensione oscura che la circonda, fino a che un demone brutale e magnetico decide di diventare il suo protettore, immergendola in un’atmosfera fatta di ombre e sensualità. E se dapprima il timore dell’ignoto la frena, a poco a poco non potrà fare a meno di soccombere al suo abbraccio di fuoco. Riuscirà Cadeon a conquistare la fiducia dell’unica donna che abbia mai saziato i suoi desideri più nascosti… ma soprattutto, potrà mai rapire fino in fondo il suo cuore?Dopo i successi Dark Love, Dark Pleasure, Dark Passion, Dark Night e il recente prequel Dark Forever, la saga Gli Immortali si arricchisce di un nuovo splendido romanzo.
**
### Sinossi
Cadeon Woede non avrà pace finché non riuscirà a espiare la colpa che lo perseguita da tanto, troppo tempo.Uno spiraglio si apre in lui quando incontra l’affascinante Holly Ashwin. In lei vede la chiave per fuggire dalla sua terribile condanna, l’unica salvezza alla pena infinita che lo perseguita. Ciò che ancora non sa però, è che la donna lo attirerà a sè tormentandolo più del suo stesso passato. Cresciuta come una semplice umana, Holly è inconsapevole della dimensione oscura che la circonda, fino a che un demone brutale e magnetico decide di diventare il suo protettore, immergendola in un’atmosfera fatta di ombre e sensualità. E se dapprima il timore dell’ignoto la frena, a poco a poco non potrà fare a meno di soccombere al suo abbraccio di fuoco. Riuscirà Cadeon a conquistare la fiducia dell’unica donna che abbia mai saziato i suoi desideri più nascosti… ma soprattutto, potrà mai rapire fino in fondo il suo cuore?Dopo i successi Dark Love, Dark Pleasure, Dark Passion, Dark Night e il recente prequel Dark Forever, la saga Gli Immortali si arricchisce di un nuovo splendido romanzo.

Darei la vita

“Dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna”: è una frase celebre attribuita a Virginia Woolf, e spesso di queste donne si conosce a malapena il nome. Mogli o amanti che hanno avuto un ruolo importante nella vita di pittori, scrittori, compositori, scultori, psicologi, scienziati di cui a volte hanno condiviso, nell’ombra, anche i talenti. Vite intense, appassionate, a volte drammatiche, altre frustranti, raramente illuminate di riflesso dalla fama dei compagni. Alcune delle loro esistenze, che vanno da inizio Ottocento all’ultimo quarto del Novecento, sono riportate alla luce in questo libro, che ricostruisce attraverso le loro straordinarie vicende d’amore una sorta di “controstoria” dell’arte, della letteratura e della scienza dell’epoca. Meriti immensi mai riconosciuti per qualcuna, come Mileva Marić, compagna di Albert Einstein, che presto abbandonò le sue aspirazioni scientifiche per appoggiare quelle del padre della relatività. Infedeltà da sopportare per alcune, o da infliggere per altre – come Oona O’Neill, che abbandona J.D. Salinger per sposare diciottenne Charlie Chaplin. Alcune, più o meno consapevolmente, rinchiuse nel loro ruolo di fonte di ispirazione – è il caso di Alice Liddell, la piccola amica di Lewis Carroll -, altre impegnate a sostenere e spronare il genio del compagno, come Gala, la musa di Salvador Dalí. C’è chi muore per amore, chi finisce internata per la sua vitalità in contrasto con i tempi; poche, come Lou von Salomé, riescono ad affermarsi e uscire dall’ombra dei grandi uomini cui si accompagnano. Per tutte il destino comune di vivere ad altissima tensione: affascinanti e ambigue, passionali e generose, coraggiose e determinate. E degne di essere ricordate.
**
### Sinossi
“Dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna”: è una frase celebre attribuita a Virginia Woolf, e spesso di queste donne si conosce a malapena il nome. Mogli o amanti che hanno avuto un ruolo importante nella vita di pittori, scrittori, compositori, scultori, psicologi, scienziati di cui a volte hanno condiviso, nell’ombra, anche i talenti. Vite intense, appassionate, a volte drammatiche, altre frustranti, raramente illuminate di riflesso dalla fama dei compagni. Alcune delle loro esistenze, che vanno da inizio Ottocento all’ultimo quarto del Novecento, sono riportate alla luce in questo libro, che ricostruisce attraverso le loro straordinarie vicende d’amore una sorta di “controstoria” dell’arte, della letteratura e della scienza dell’epoca. Meriti immensi mai riconosciuti per qualcuna, come Mileva Marić, compagna di Albert Einstein, che presto abbandonò le sue aspirazioni scientifiche per appoggiare quelle del padre della relatività. Infedeltà da sopportare per alcune, o da infliggere per altre – come Oona O’Neill, che abbandona J.D. Salinger per sposare diciottenne Charlie Chaplin. Alcune, più o meno consapevolmente, rinchiuse nel loro ruolo di fonte di ispirazione – è il caso di Alice Liddell, la piccola amica di Lewis Carroll -, altre impegnate a sostenere e spronare il genio del compagno, come Gala, la musa di Salvador Dalí. C’è chi muore per amore, chi finisce internata per la sua vitalità in contrasto con i tempi; poche, come Lou von Salomé, riescono ad affermarsi e uscire dall’ombra dei grandi uomini cui si accompagnano. Per tutte il destino comune di vivere ad altissima tensione: affascinanti e ambigue, passionali e generose, coraggiose e determinate. E degne di essere ricordate.

Danzando con la fortuna. I Borgia

Nell’Italia della fine del XV secolo e degli inizi del XVI, con il Nord occupato dall’esercito francese, Venezia che guerreggia contro i turchi e le lande selvagge del Sud sotto il controllo degli spagnoli, brilla la stella dei Borgia. La Fortuna, divinità sempre imprevedibile, trascura spesso, com’è noto, gli uomini di specchiata virtù e prova un piacere perverso nel prediligere quelli capaci di grande determinazione e spietatezza. Rodrigo Borgia, salito al soglio pontificio come papa Alessandro VI, è un uomo di tal fatta, un uomo baciato dalla fortuna. Di fronte ai cannoni nemici fuori Roma, apre le porte e li invita a entrare. Quando un fulmine spacca un camino in Vaticano, facendogli crollare un soffitto in testa, rimane tranquillamente seduto sotto una montagna di detriti per emergerne poi con un sorriso beato. Maestro di corruzione politica, si impegna alacremente a realizzare il suo scopo: la fondazione di uno Stato Borgia in Italia. Roma ha già avuto papi senza scrupoli, uomini che hanno favorito, in tutta discrezione, i propri «nipoti». Alessandro vi, tuttavia, si spinge molto più in là: riconosce apertamente i propri figli illegittimi, preziose armi nella creazione di un potere dinastico. Cesare, il figlio maggiore, un tempo cardinale, marcia in testa a un esercito di mercenari per conquistare città-stato storicamente appartenute alla Chiesa, suscitando l’ammirazione di Niccolò Machiavelli, che a lui si ispirerà per redigere la sua grande opera sulla politica moderna, “Il principe”. Lucrezia, la figlia, contrae matrimoni al solo scopo di accrescere le fortune politiche della famiglia, passando dal talamo di Giovanni Sforza a quello di Alfonso d’Aragona, per approdare infine alla corte di Alfonso d’Este, duca di Ferrara, dove da perfetta mecenate rinascimentale accoglie poeti e umanisti, da Ercole Strozzi a Pietro Bembo, che resta soggiogato dal suo fascino e dalla sua incomparabile bellezza. Una danza con la fortuna da parte di una dinastia che ha segnato la storia d’Italia e che, nella prosa di Sarah Dunant, dà origine a personaggi sfaccettati e complessi, animati da un così forte desiderio di vita e di potere da non indietreggiare dinanzi a niente e nessuno.
**

Danza delle ombre felici

Quindici narrazioni di una quindicina di pagine ciascuna, una meraviglia al quadrato, per la prima raccolta di racconti di Alice Munro, uscita nel 1968.
Nel racconto Il cowboy della Walker Brothers è il rapporto tra padre e figlia a dominare i pensieri della bambina, fiera del privilegio di attraversare il territorio con un uomo disposto a portarla con sé, ma deciso a lasciarla sulla soglia del proprio mistero.
Lo studio incomincia con queste parole: ‘La soluzione alla mia vita mi venne in mente una sera mentre stiravo una camicia’. È la soluzione woolfiana della ‘stanza tutta per sé’, nel cui quieto silenzio si dovrebbe poter rimediare la libertà necessaria alla scrittura. Ma un intruso cortese si intromette in quella solitudine come un pensiero molesto, come il tarlo di un’inadeguatezza e il presagio della futura domanda: Chi ti credi di essere? Quasi in risposta, Munro afferma che La pace di Utrecht fu ‘la prima storia che dovevo assolutamente scrivere’, lo spartiacque artistico dopo il quale ‘mi resi conto che alcune cose dovevano essere scritte da me’.
Ad esempio la fuga, o meglio le molteplici fughe, da un mondo, da una lingua materna, che il morbo di Parkinson ha reso fonte di imbarazzo, dal dovere di esserci in conflitto con il desiderio di andare. Nel racconto, il conflitto si inscrive nelle vite parallele di due sorelle: Maddy, che è rimasta, e Helen, che ha fatto dell’andare via l’inizio di un affrancamento e la condanna a un ritorno inconsumabile.
In Danza delle ombre felici l’anziana maestra di pianoforte Miss Marsalles si ostina a invitare le madri dei suoi allievi a un noioso saggio di fine corso. Il prestigio dell’insegnante si è andato ridimensionando come le case in cui abita, e quel rinfresco estivo ha ormai assunto i contorni di un rito doveroso e snervante. All’improvviso tuttavia accade che l’impensabile si manifesti con un inatteso scampolo di perfezione musicale. Lungi dall’essere salvifico, il modesto miracolo avrà come unico effetto quello di strappare il tessuto grigio di una comunità infeconda, ora turbata da un dono che è incapace di ricevere.

Susanna Basso

(source: Bol.com)

La danza della realtà

La danza della realtà è senza dubbio l’opera più importante, rivelatrice e ipnotizzante di Alejandro Jodorowsky. È un’autobiografia che va letta come il romanzo di una vita sorprendente, un’opera che scandisce il percorso di un uomo alla ricerca delle verità ultime e fornisce le chiavi del suo universo filosofico e sciamanico. L’infanzia dolorosa che aprì la sua sensibilità all’esistenza delle cose, la militanza a Parigi nelle file del surrealismo, la stregoneria medioevale scoperta attraverso lo studio dei tarocchi, la magia degli sciamani messicani, il taoismo zen, gli incontri “destinali”, l’inesausta scorribanda tra le arti e i saperi in tutte le latitudini delle culture. Da queste vicende e da un’infinità di altre esperienze vissute con intensità vertiginose deriva la psicomagia, una pratica che restituisce all’arte e all’immaginazione la loro primitiva funzione curativa dell’animo umano.”Il nostro abituale parametro di valutazione è l’angusto paradigma delle nostre credenze e dei nostri condizionamenti. Della realtà misteriosa, vasta e imprevedibile, percepiamo soltanto ciò che filtra attraverso il nostro minuscolo punto di vista. L’immaginazione attiva è la chiave di una visione più ampia, permette di mettere a fuoco la vita da punti di vista che non sono i nostri, immaginando altri livelli di coscienza superiori al nostro. Se fossi una montagna o il pianeta o l’universo, che cosa direi? Che cosa direbbe un grande maestro? E se Dio parlasse attraverso la mia bocca, quale sarebbe il suo messaggio? E se io fossi la Morte?…”.
(source: Bol.com)

Dante, Paolo e Francesca

«Con questa “novella” ho cercato di raccontare come a mio avviso i sommi poeti – così come i grandi scrittori – siano capaci di trasformare ogni vicenda personale e quotidiana in arte sublime e universale, di compiere dunque una sorta di trasmutazione del metallo in oro, un’alchimia artistica che si allontana dalla concezione della “musa ispiratrice”.»
*Marco Vichi*
**
### Sinossi
«Con questa “novella” ho cercato di raccontare come a mio avviso i sommi poeti – così come i grandi scrittori – siano capaci di trasformare ogni vicenda personale e quotidiana in arte sublime e universale, di compiere dunque una sorta di trasmutazione del metallo in oro, un’alchimia artistica che si allontana dalla concezione della “musa ispiratrice”.»
*Marco Vichi*

DANTE I SEGRETI DEL IX GIRONE

Questo libro è il frutto della passione per Dante e dei mille misteri che circondano la sua vita e le sue opere.
Se sei rimasto perplesso per il titolo, (IX GIRONE E NON IX CERCHIO) beh è comprensibile… ma dopo tutto, avendo autopubblicato il libro, dovevo suscitare l’interesse…
Dante – i segreti del IX girone
In punto di morte Dante, confessa al suo fidato amico Francesco un grande ed oscuro segreto, rivelatogli da Lucifero nel IX cerchio, quando si trovava con Virgilio al suo cospetto.
Un era lontana e dimenticata, dove il tradimento più subdolo ebbe compimento.. il vero motivo per cui la luce di Lucifero divenne la tenebra dell’inferno… l’apocalisse è un evento temuto e futuro, o un racconto di ciò che in passato è già accaduto?
Quale grave colpa ha Lucifero per regnare negli inferi?
Buona lettura!
**
### Sinossi
Questo libro è il frutto della passione per Dante e dei mille misteri che circondano la sua vita e le sue opere.
Se sei rimasto perplesso per il titolo, (IX GIRONE E NON IX CERCHIO) beh è comprensibile… ma dopo tutto, avendo autopubblicato il libro, dovevo suscitare l’interesse…
Dante – i segreti del IX girone
In punto di morte Dante, confessa al suo fidato amico Francesco un grande ed oscuro segreto, rivelatogli da Lucifero nel IX cerchio, quando si trovava con Virgilio al suo cospetto.
Un era lontana e dimenticata, dove il tradimento più subdolo ebbe compimento.. il vero motivo per cui la luce di Lucifero divenne la tenebra dell’inferno… l’apocalisse è un evento temuto e futuro, o un racconto di ciò che in passato è già accaduto?
Quale grave colpa ha Lucifero per regnare negli inferi?
Buona lettura!

Il danno

Immediatamente, fin dalle prime frasi del romanzo, veniamo catturati dall’incessante lavorio di una mente sconvolta. È la mente dell’uomo che si presenta con queste parole: “Non sono morto nel mio cinquantesimo anno. E ora poche persone, tra quelle che mi conoscono, ritengono che questa non sia stata una tragedia”. Ed è quest’uomo, il protagonista, a narrarci la propria storia. La sua vita, dipanatasi su una superficie levigata – ha svolto una brillante carriera politica, ha sposato una donna intelligente e bella con la quale ha messo al mondo un figlio pieno di talento e una figlia dolcissima – è stata però costruita su un vuoto di passioni. È stato un “abile dissimulatore” che con facilità ha saputo svolgere il ruolo di figlio, marito, padre, politico, sempre con ottimi risultati. Fino a quando incontra una donna – strana, misteriosa e segnata dal proprio passato – che subito esercita su di lui un pericoloso potere. Un dominio sessuale e psicologico di fronte al quale egli soccombe senza riserve, nonostante lei l’abbia messo in guardia contro se stessa e lui sappia che rappresenta una minaccia per tutto il suo mondo poiché è la donna che il figlio intende sposare… Nell'”Universale Economica” il bestseller da cui Louis Malle ha tratto il film omonimo.
(source: Bol.com)

I dannati di Vlassov

Durante il conflitto in Europa, circa 3 milioni di russi affiancarono le forze armate di Hitler. Dal Caucaso ai Paesi baltici, dall’Ucraina alle pianure attraversate dal Don e dal Volga, si schierarono con gli invasori e presero le armi per battersi contro l’Armata Rossa. Quando fu evidente la sconfitta della Germania, masse di militari e civili provenienti dai territori occupati ad est dalla Wehrmacht preferirono seguire l’alleato in ritirata e rifugiarsi in occidente piuttosto che ritornare sotto il giogo di Stalin. Gli anglo-americani, cedendo alle pressioni di Mosca, consegnarono tutti i russi anticomunisti, contro la loro volontà e con cinismo, nelle mani del boia sovietico: cosacchi, baltici, caucasici, ucraini, donne, vecchi e bambini furono così condannati a morte certa, destinati a riempire fosse comuni o i campi dell’Arcipelago Gulag. Un’oscura e tragica pagina, in particolare quella dell’armata del generale Vlassov, ancora oggi poco conosciuta o ignorata, raccontata sulla base di un’attenta ricerca condotta su documenti, scritti, diari e testimonianze dell’epoca.

I dannati della terra

Nell’opera di Fanon, e in particolare in questo suo libro, si è realizzata la presa di coscienza del significato universale della rivoluzione dei popoli coloniali e dell’avvento del “terzo mondo” come protagonista della nuova storia. Anche se il libro getta le sue radici nella rivoluzione algerina, e si alimenta della sua straordinaria esperienza, esso trascende di gran lunga l’ambito di una particolare nazione, per studiare l’intero processo su un piano internazionale, che tende a dare alla storia un’universalità effettiva e a fare dell’umanità intera il suo soggetto consapevole. La prefazione è di Jean-Paul Sartre.

Dannate ragazze

Novembre 1991. La notte di Halloween Craig Ellison, star della squadra di basket della scuola superiore di Battle Creek, si avventura nel bosco da solo e scompare. Tre giorni dopo lo ritrovano con una pallottola in testa e una pistola in mano, e quel gesto all’apparenza inspiegabile sconvolge profondamente i membri di quella tranquilla cittadina della Pennsylvania, già turbati da voci inquietanti sulla presenza di sette sataniche nella zona.
Hannah Dexter, diciassettenne brillante ma solitaria, incontra Lacey Champlain poco tempo dopo la tragedia. Capelli nerissimi, look goth e una passione per Kurt Cobain che sfiora l’ossessione, Lacey è una ragazza carismatica e dal fascino perverso che si insinua nella vita e nella mente dell’impressionabile Dex, plasmandone il carattere a propria immagine e somiglianza fino a risvegliare una parte ribelle e oscura di lei che le trascina in una spirale di violenza sempre più febbrile e pericolosa.
Sconvolgente storia d’amore e di violenza, e al tempo stesso lucido ritratto di un’amicizia totalizzante e malata sullo sfondo claustrofobico di una cittadina di provincia, Dannate ragazze è una fotografia spietata e indimenticabile dell’adolescenza femminile: brave ragazze e ragazze perdute, forti e deboli, amiche e nemiche. Anime in fiamme che si levano sempre più alte… e talvolta svaniscono in una vampata.
“Singolarmente, due nessuno. Insieme, radioattive. Robin Wasserman cattura quell’istante dell’adolescenza in cui la tua migliore amica è tutto. Anche la tua fine.” –
Costanza Rizzacasa d’Orsogna, Corriere della Sera
**
### Sinossi
Novembre 1991. La notte di Halloween Craig Ellison, star della squadra di basket della scuola superiore di Battle Creek, si avventura nel bosco da solo e scompare. Tre giorni dopo lo ritrovano con una pallottola in testa e una pistola in mano, e quel gesto all’apparenza inspiegabile sconvolge profondamente i membri di quella tranquilla cittadina della Pennsylvania, già turbati da voci inquietanti sulla presenza di sette sataniche nella zona.
Hannah Dexter, diciassettenne brillante ma solitaria, incontra Lacey Champlain poco tempo dopo la tragedia. Capelli nerissimi, look goth e una passione per Kurt Cobain che sfiora l’ossessione, Lacey è una ragazza carismatica e dal fascino perverso che si insinua nella vita e nella mente dell’impressionabile Dex, plasmandone il carattere a propria immagine e somiglianza fino a risvegliare una parte ribelle e oscura di lei che le trascina in una spirale di violenza sempre più febbrile e pericolosa.
Sconvolgente storia d’amore e di violenza, e al tempo stesso lucido ritratto di un’amicizia totalizzante e malata sullo sfondo claustrofobico di una cittadina di provincia, Dannate ragazze è una fotografia spietata e indimenticabile dell’adolescenza femminile: brave ragazze e ragazze perdute, forti e deboli, amiche e nemiche. Anime in fiamme che si levano sempre più alte… e talvolta svaniscono in una vampata.
“Singolarmente, due nessuno. Insieme, radioattive. Robin Wasserman cattura quell’istante dell’adolescenza in cui la tua migliore amica è tutto. Anche la tua fine.” –
Costanza Rizzacasa d’Orsogna, Corriere della Sera

Dando buca a Godot

È difficile immaginare di leggere questo libro senza una matita e un taccuino a portata di mano. Perché il gioco linguistico, come la risata, è contagioso. E ciascuno potrà aggiungervi il proprio. Se Il fagiano Jonathan Livingstone (nel gioco sui titoli dei libri ‘meno ambiziosi’) vi pare offensivo, che dire di Un’email di Jacopo Ortis, o del Bulgakov degradato a Il supplente e Margherita? Se invece amate il cinema si può cominciare col Fellini dimezzato di Quattro piú. Su Twitter è anche nata una variante mescolando il titolo di diversi film, come nel capolavoro mai girato Tre metri sopra il cielo sopra Berlino o nell’ambiguo Un borghese piccolo piccolo grande uomo. Se si aggiunge una definizione si può rischiare con ‘Ti boccia già all’appello: Fotte prima degli esami’. E per i piú esperti, si continua con i tautogrammi, i falsi prefissi, i palindromi, gli acrostici, i falsi derivati, le parodie. Il mondo si deforma, perde per un attimo la sua identità, e di fronte a noi se ne spalanca uno parallelo, un po’ sghembo, assurdo, sorprendente, che prende forma nel nostro taccuino.
***
E ora, in ordine sparso, ecco alcuni fotogrammi:
ANCHE PRINCIPI E PRINCIPESSE INCANUTISCONO
…E vissero felici e con tinte.
***
IL CUOCO HA AVUTO LA PEGGIO NELLA ZUFFA
L’inguine al pesto.
***
LA CUGINA SPAGNOLA DI SHREK
Garcia l’Orca.
***
RITIRATA STRATEGICA
La strategia del bagno.
***
IL MOSCHETTIERE ILLUMINATO
Siddhartagnan.
***
NON CAPISCI DOVE ESATTAMENTE TI PRUDE?
Gratta, evinci.
(source: Bol.com)

Dance Dance Dance

Murakami Haruki in uniform edition Super ET, con le copertine di Noma Bar. *** Il protagonista, un giornalista free lance costretto dalle circostanze ad improvvisarsi detective, si muove tra cadaveri veri e presunti attraverso una Tokyo iperrealistica e notturna, una Sapporo resa ovattata da una nevicata perenne e la tranquillità illusoria dell’antica cittadina di Hakone. Una giovane ragazza dotata di poteri paranormali, lo accompagna nella sua ricerca. Ma troviamo anche una receptionist troppo nervosa, un attore dal fascino irresistibile, un poeta con un braccio solo; e un salotto, a Honolulu, dove sei scheletri guardano la televisione. Esiste un collegamento fra tutte queste cose, un senso anche per chi ha perso l’orientamento. L’unico modo per trovarlo è non avere troppa paura, e un passo dopo l’altro continuare a danzare.