44705–44720 di 63547 risultati

Una scala per il cielo

La vita assomiglia a una lunga scala, ma percorrendola capita di incontrare gradini alti e impervi. Lorna Byrne, vedova e madre di quattro figli, lo sa bene. Fin da bambina, però, possiede un grande dono che l’ha aiutata a superare quegli ostacoli: può vedere e comunicare con gli angeli e con gli spiriti di chi si trova in paradiso. In queste pagine, attraverso tanti incontri e storie vissute da Lorna in prima persona, scopriamo che nel corso della nostra vita non ci manca mai l’affetto e il sostegno degli angeli custodi, presenze luminose che ci avvolgono e ci riscaldano in ogni istante. Gli angeli, pur possedendo la straordinaria saggezza e conoscenza che deriva dalla loro vicinanza a Dio, ci assomigliano più di quanto crediamo: possono avere parvenze umane e indossare vestiti eleganti, possono divertirsi, scherzare e sorridere. Con il loro aiuto niente è impossibile, basta chiedere: alleviano le sofferenze, ci consolano, ci fanno ritrovare la fiducia in noi stessi, ci prendono per mano per condurci fuori dalle situazioni difficili in cui tutti, prima o poi, ci ritroviamo. Ma Lorna offre anche tante visioni del passato e del futuro che ci rassicurano sul destino che ci attende terminato il nostro viaggio su questa Terra. Leggiamo con commozione dell’incontro con il defunto marito Joe, che all’autrice viene concesso di rivedere per un’ultima volta, bello e giovane come all’epoca del loro primo appuntamento, e riviviamo con lei la lunga e struggente storia d’amore tra due spiriti, Marie e Edward, il cui rapporto – ostacolato dalle famiglie e da una mentalità chiusa e arretrata – conoscerà una tragica conclusione. Dopo il grande successo mondiale di Un angelo tra i capelli, Lorna Byrne ci regala ancora una volta un libro di emozioni intense, ma soprattutto di conforto e di speranza. Perché la sua missione è proprio quella di farci scoprire che, anche nei momenti più bui della nostra vita, non siamo mai soli.
**
### Sinossi
La vita assomiglia a una lunga scala, ma percorrendola capita di incontrare gradini alti e impervi. Lorna Byrne, vedova e madre di quattro figli, lo sa bene. Fin da bambina, però, possiede un grande dono che l’ha aiutata a superare quegli ostacoli: può vedere e comunicare con gli angeli e con gli spiriti di chi si trova in paradiso. In queste pagine, attraverso tanti incontri e storie vissute da Lorna in prima persona, scopriamo che nel corso della nostra vita non ci manca mai l’affetto e il sostegno degli angeli custodi, presenze luminose che ci avvolgono e ci riscaldano in ogni istante. Gli angeli, pur possedendo la straordinaria saggezza e conoscenza che deriva dalla loro vicinanza a Dio, ci assomigliano più di quanto crediamo: possono avere parvenze umane e indossare vestiti eleganti, possono divertirsi, scherzare e sorridere. Con il loro aiuto niente è impossibile, basta chiedere: alleviano le sofferenze, ci consolano, ci fanno ritrovare la fiducia in noi stessi, ci prendono per mano per condurci fuori dalle situazioni difficili in cui tutti, prima o poi, ci ritroviamo. Ma Lorna offre anche tante visioni del passato e del futuro che ci rassicurano sul destino che ci attende terminato il nostro viaggio su questa Terra. Leggiamo con commozione dell’incontro con il defunto marito Joe, che all’autrice viene concesso di rivedere per un’ultima volta, bello e giovane come all’epoca del loro primo appuntamento, e riviviamo con lei la lunga e struggente storia d’amore tra due spiriti, Marie e Edward, il cui rapporto – ostacolato dalle famiglie e da una mentalità chiusa e arretrata – conoscerà una tragica conclusione. Dopo il grande successo mondiale di Un angelo tra i capelli, Lorna Byrne ci regala ancora una volta un libro di emozioni intense, ma soprattutto di conforto e di speranza. Perché la sua missione è proprio quella di farci scoprire che, anche nei momenti più bui della nostra vita, non siamo mai soli.

Uno scacco di maigret

Mentre si faceva la barba, Maigret si sentiva in colpa. Forse perché provava un astio personale nei confronti di Fumal? A un tratto si domandò se aveva compiuto fino in fondo il suo dovere. Il macellaio all’ingrosso si era presentato per chiedergli protezione. Certo, si era comportato in modo aggressivo, si era fatto raccomandare dal ministro e aveva rivolto al commissario minacce appena velate.
Ciò nonostante lui era tenuto a fare il suo mestiere. Aveva davvero fatto tutto il possibile? Si era recato di persona in boulevard de Courcelles, ma non si era preso la briga di controllare ogni porta, ogni uscita, pensando di rimandare quel compito al giorno dopo, così come quello di interrogare i domestici uno per uno …Avrebbe agito diversamente se l’uomo non gli fosse stato antipatico, se non avesse avuto un vecchio conto in sospeso con lui, se si fosse trattato di qualunque altro importante uomo d’affari di Parigi?

uno scacco di maigret (oscar mondadori)

Mentre si faceva la barba, Maigret si sentiva in colpa. Forse perché provava un astio personale nei confronti di Fumal? A un tratto si domandò se aveva compiuto fino in fondo il suo dovere. Il macellaio all’ingrosso si era presentato per chiedergli protezione. Certo, si era comportato in modo aggressivo, si era fatto raccomandare dal ministro e aveva rivolto al commissario minacce appena velate.Ciò nonostante lui era tenuto a fare il suo mestiere. Aveva davvero fatto tutto il possibile? Si era recato di persona in boulevard de Courcelles, ma non si era preso la briga di controllare ogni porta, ogni uscita, pensando di rimandare quel compito al giorno dopo, così come quello di interrogare i domestici uno per uno …Avrebbe agito diversamente se l’uomo non gli fosse stato antipatico, se non avesse avuto un vecchio conto in sospeso con lui, se si fosse trattato di qualunque altro importante uomo d’affari di Parigi?

Scacco al tempo

Carr Mackay ha un lavoro tranquillo, una fidanzata che lo spinge a far carriera e una vita tutto sommato ben pianificata. Ma ecco che un giorno conosce una strana ragazza, bella e alquanto terrorizzata, e da quel momento la sua vita scivola verso un’imprevedile scoperta. Si accorge di possedere un oscuro potere che il mondo intorno a lui sembra aver perduto, e soprattutto che il tempo non è uguale per tutti. Che non tutti sono obbligati a rispettare la sceneggiatura cosmica imposta silenziosamente al genere umano dall’ordine delle cose. Da quel giorno, la vita di Carr Mackay cambia in modo radicale e spaventoso, perché fra le marionette che tutt’intorno continuano la recita prestabilita, si nascondono altri ribelli niente affatto amichevoli…

La Scacchiera Nera – 3. Il Maestro degli Inganni

Nello stesso istante, a migliaia di chilometri di distanza, tre ragazzi entrano in possesso della Scacchiera Nera. Il Guerriero, l’Arciere e il Ladro Nero sono le sole pedine rimaste in gioco e sembrano invitarli a fare la prima mossa…
Ryan, il Guerriero del Fuoco, Morten, l’Arciere d’Acqua e Milla, il Ladro Nero, si sono trovati loro malgrado a interpretare ruoli che non gli appartenevano nello spietato mondo della Scacchiera Nera. Ora, due nuove pedine comparse da poco potrebbero dimostrarsi decisive per stabilire le sorti della secolare Guerra contro l’Ingannatore. Ma la sua ultima mossa sembra aver capovolto ogni cosa, portando tra le file dei suoi Luogotenenti un nuovo, insospettabile alleato: il Guerriero del Fuoco. Ryan tradirà i suoi amici o intende battere il Maestro degli Inganni al suo stesso gioco?
**
### Sinossi
Nello stesso istante, a migliaia di chilometri di distanza, tre ragazzi entrano in possesso della Scacchiera Nera. Il Guerriero, l’Arciere e il Ladro Nero sono le sole pedine rimaste in gioco e sembrano invitarli a fare la prima mossa…
Ryan, il Guerriero del Fuoco, Morten, l’Arciere d’Acqua e Milla, il Ladro Nero, si sono trovati loro malgrado a interpretare ruoli che non gli appartenevano nello spietato mondo della Scacchiera Nera. Ora, due nuove pedine comparse da poco potrebbero dimostrarsi decisive per stabilire le sorti della secolare Guerra contro l’Ingannatore. Ma la sua ultima mossa sembra aver capovolto ogni cosa, portando tra le file dei suoi Luogotenenti un nuovo, insospettabile alleato: il Guerriero del Fuoco. Ryan tradirà i suoi amici o intende battere il Maestro degli Inganni al suo stesso gioco?

SBARCO NEL CRATERE

Un oggetto non identificato precipita, sollevando un’immensa colonna d’acqua, in un lago vulcanico in una zona montagnosa degli Stati Uniti. E subito cominciano i sintomi classici dell’invasione: campi magnetici paralizzanti, raggi misteriosi, sparizioni di persone. Ma Murray Leinster, uno dei più smaliziati scrittori che abbia la f.s., non si contenta di così poco, e arricchisce questo tema sempre gradito ai lettori di nuovi, imprevedibili sviluppi, di un folgorante colpo di scena.
Contiene:
LA VELA DELLO SPAZIO
Gateway to strangeness (1962) – JACK VANCE
Copertina: Karel Thole

SATURNO TRE

Un tipo ambiguo, il capitano James. E ancora più ambiguo è Hector, I’androide smontato e imballato in diverse casse, che James ha portato con sè nella base spaziale di Saturno Tre. Sarà, ma non m’ha veramente l’aria di un robot, dice infatti la protagonista guardando i pezzi che riempiono la prima cassa. Ma aspettiamo a giudicare, tanto più sapendo che nella versione cinematografica (con Kirk Douglas) il creatore americano di Hector s’è ispirato a una serie di tavole anatomiche del designer italiano Leonardo da Vinci.
Copertina di Karel Thole

Saturnalia

Roma, 46 d.C. Appena tornato nell’Urbe dopo un viaggio nelle Gallie, Publio Aurelio Stazio si trova coinvolto nei festeggiamenti dei Saturnalia, una sorta di rito carnevalesco dell’antichità durante il quale i ruoli sociali si invertono: gli schiavi si trasformano in padroni e i padroni in schiavi. Un’occasione dissacrante, liberatoria, soprattutto giorni di sfrenata allegria per tutti. O quasi tutti. Non sono molto allegre, infatti, le vittime di un assassino che, approfittando della confusione e dei mascheramenti, ha messo a punto una serie di omicidi apparentemente scollegati. Ci vorrà il fiuto di Aurelio per cogliere il filo sottile che unisce tra loro le vittime e giungere così al colpevole. Non prima di aver affrontato quella che è forse l’indagine più pericolosa della sua carriera.
**
### Sinossi
Roma, 46 d.C. Appena tornato nell’Urbe dopo un viaggio nelle Gallie, Publio Aurelio Stazio si trova coinvolto nei festeggiamenti dei Saturnalia, una sorta di rito carnevalesco dell’antichità durante il quale i ruoli sociali si invertono: gli schiavi si trasformano in padroni e i padroni in schiavi. Un’occasione dissacrante, liberatoria, soprattutto giorni di sfrenata allegria per tutti. O quasi tutti. Non sono molto allegre, infatti, le vittime di un assassino che, approfittando della confusione e dei mascheramenti, ha messo a punto una serie di omicidi apparentemente scollegati. Ci vorrà il fiuto di Aurelio per cogliere il filo sottile che unisce tra loro le vittime e giungere così al colpevole. Non prima di aver affrontato quella che è forse l’indagine più pericolosa della sua carriera.

Satiricon

Straordinario réportage sulle abitudini di una certa società imperiale piena di arricchiti, di matrone mondane e lussuriose, di poetastri e di parassiti, il Satiricon è scritto in una pluralità di registri linguistici – che ricalcano il latino parlato e volgare – capaci di dare originalità e carattere a ciascun personaggio della brulicante e straripante umanità che vi è rappresentata. Un testo caleidoscopico, che per il carattere aperto della narrazione si avvicina al romanzo picaresco e che, per la struttura parodistica e satirica, è stato paragonato al Don Chisciotte.
(source: Bol.com)

Satana cerca moglie

Un naufrago della vita, un cagnolino randagio: niente più di questo è Tony, il trovatello che Luque di Mayo, il potentissimo e cinico hidalgo, ha raccolto in una taverna spagnola e portato sul suo yacht per farne, a suo capriccio, il proprio giocattolo. Però… Però che cosa si nasconde in realtà nel cuore nero di colui che i superstiziosi chiamano «Satana», il diavolo? E che cosa, o meglio, chi si nasconde sotto gli stracci del trovatello? Una giovanissima e innocente orfana allevata in convento e pronta a dare tutta sé stessa a chi le tende una mano amica. Saprà resistere Satana alla tentazione?