44689–44704 di 68366 risultati

La resa dei sensi

Tre sorelle, un unico impero. Chi tra loro si dimostrerà più abile negli affari erediterà tutto. L’impero finanziario, la casa e soprattutto l’affetto del padre. Una sfida destinata a dividere o a unire per sempre.
Le tre sorelle Titan hanno tutte trovato l’amore, ma la loro felicità non potrà dirsi completa finché non sarà risolta al questione con il fratellastro Garth Duncan, che trama per rovinare l’intera famiglia. Spetta a questo punto all’amica Dana Birch, affascinante e indomabile poliziotta, provvedere alla loro sicurezza, così decide di tenere d’occhio Garth da vicino. Insieme verranno a conoscenza di una verità dolorosa, ma non sarà l’unica cosa che scopriranno. Il loro forte antagonismo nasconde infatti una profonda attrazione. Che Dana abbia finalmente trovato pane per i propri denti?
**
### Sinossi
Tre sorelle, un unico impero. Chi tra loro si dimostrerà più abile negli affari erediterà tutto. L’impero finanziario, la casa e soprattutto l’affetto del padre. Una sfida destinata a dividere o a unire per sempre.
Le tre sorelle Titan hanno tutte trovato l’amore, ma la loro felicità non potrà dirsi completa finché non sarà risolta al questione con il fratellastro Garth Duncan, che trama per rovinare l’intera famiglia. Spetta a questo punto all’amica Dana Birch, affascinante e indomabile poliziotta, provvedere alla loro sicurezza, così decide di tenere d’occhio Garth da vicino. Insieme verranno a conoscenza di una verità dolorosa, ma non sarà l’unica cosa che scopriranno. Il loro forte antagonismo nasconde infatti una profonda attrazione. Che Dana abbia finalmente trovato pane per i propri denti?

Requiem per laurie

Un professore di lettere, una cittadina di provincia, la tranquilla vita di tutti i giorni. Poi, all’improvviso, in classe entra un’allieva particolarmente intelligente. Ragazzina scontrosa, torturata, dalla vita misteriosa. Non è capace di farsi molti amici, tanto è vero che ben presto le sue compagne di scuola sono costrette a intonare un «requiem» per lei. E il povero professore di lettere scopre un mondo che gli fa paura, il mondo dei sobborghi e dei locali malfamati. Ma vi si immerge fino al collo, nel tentativo di scoprire il perché della morte della sua allieva. Da professore a «detective» il passo è lungo, soprattutto quando la Polizia non vuole saperne di essere aiutata da un «saccentone» buono solo a declinare verbi. Ma l’insegnante non si arrende e, dopo essersi scontrato con vari «duri» e dopo aver preso botte a non finire, riuscirà a risolvere il mistero di Laurie, la ragazzina morta troppo presto.

La reputazione

Come si crea o si distrugge la reputazione? Le ragioni di un anonimato prolungato o di una celebrità folgorante, del peggioramento o del miglioramento della nostra immagine, per lo più ci sfuggono. Eppure la reputazione attraversa da un capo all’altro le nostre vite. Da un lato ci preoccupiamo talmente tanto della nostra immagine che ci capita di commettere gesti inconsulti nella vana speranza di tenere sotto controllo l’opinione che gli altri hanno di noi. Dall’altro facciamo talmente tanto affidamento sulla reputazione degli altri che possiamo arrivare a scegliere, basandoci solamente su di essa, un medico, il candidato politico da votare, un giornale, o anche a far nostra un’idea. Il fatto è che la reputazione tocca la nostra esistenza nel suo aspetto più intimo. Questa nozione essenziale è stata stranamente trascurata dalle scienze sociali. Attraverso un percorso multidisciplinare, Gloria Origgi ci mostra che la reputazione non è mai stata così cruciale come nelle società contemporanee: intimamente legata ai temi dell’informazione e della comunicazione, la sua presenza pervasiva e ubiqua – sui motori di ricerca, nei social network, in seno alla comunità scientifica e ai modi con cui essa produce e valida il sapere – ha il valore di un segnale in grado di orientare potentemente i giudizi, le scelte e le azioni di tutti noi. Ecco perché diventa fondamentale conoscere i meccanismi attraverso cui si forma, si diffonde e ci condiziona anche quando crediamo di esserne immuni.

(source: Bol.com)

La Repubblica di Barbapapà

Dopo aver lavorato quattordici anni a ”Repubblica” e diciassette all”’Espresso”, Giampaolo Pansa svela in questo libro protagonisti, retroscena e faziosità che hanno portato il quotidiano diretto da Eugenio Scalfari a diventare un impero editoriale con pochi uguali nel nostro Paese. Grazie ai molti ricordi personali e a un diario tenuto per decenni, l’autore riporta sulla scenale stagioni che hanno reso forte ”Repubblica”: l’epoca violenta del Settantasette, l’assassinio di Moro, il caso P2, le battaglie con il Psi di Craxi e il Pci di Berlinguer, l’intesa con De Mita, la guerra contro Berlusconi per il possesso della Mondadori. E nel far emergere vizi e virtù dei personaggi che nel corso degli anni hanno affiancato o contrastato ”Barbapapà”, Pansa non solo ripercorre le vicende di ”Repubblica” con il ritmo e i colpi di scena di un thriller politico, ma costruisce anche un ampio percorso di vita italiana che appartiene a tutti noi.
(source: Bol.com)

La Repubblica delle stragi impunite

I documenti inediti dei fatti di sangue che hanno sconvolto il nostro paese La storia recente dell’Italia è attraversata da una lunga linea rossa, che va dalla bomba di piazza Fontana alle morti di Falcone e Borsellino. Terribili eccidi di persone innocenti, sacrificate a trame segrete e oscure ragioni di Stato. Stragi ancora impunite, che hanno avvelenato il clima politico e sociale del nostro Paese e aumentato la sfiducia del popolo italiano verso le istituzioni. Ferdinando Imposimato – giudice da sempre in prima linea, che durante la sua carriera ha indagato su alcune delle pagine più drammatiche della parabola repubblicana – ricostruisce, con documenti inediti e una originale visione d’insieme, i fatti di sangue orditi da terroristi di destra e di sinistra, servizi segreti deviati, bande armate. Un’analisi lucida ed efficace, che non può non sollevare degli angoscianti interrogativi: quale ruolo ha avuto la politica nella stagione delle stragi di Stato? Perché alcuni uomini delle istituzioni hanno favorito quelle menti criminali? Quale collegamento esisteva tra la strategia della tensione e Gladio, tra gli americani e gli attentati che hanno drammaticamente caratterizzato gli anni di piombo e quelli a seguire? Una rivoluzionaria indagine sulle pagine più oscure della storia italiana Siete pronti per la verità? Ferdinando Imposimato nato nel 1936, avvocato penalista, magistrato, è Presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione. È stato giudice istruttore in alcuni dei più importanti casi di cronaca degli ultimi anni, tra cui il rapimento di Aldo Moro, l’omicidio di Vittorio Bachelet, l’attentato a Giovanni Paolo II. Grand’ufficiale dell’ordine al merito della Repubblica italiana, ha ricevuto diverse onorificenze in patria e all’estero per il suo impegno civile. È stato anche senatore, prima nelle liste del PDS e poi del PD. È autore di numerosi saggi, tra cui ricordiamo Vaticano. Un affare di Stato e, con Sandro Provvisionato, Doveva morire. Chi ha ucciso Aldo Moro e Attentato al Papa. Per saperne di più, visitate il suo blog: ferdinandoimposimato.blogspot.com.

Relazioni pericolose in cucina – Il menù di Cornelia Lee Johnson

6 portate, 6 ricette prelibate collegate a 6 racconti erotici. La relazione tra Paolo e Laura è nata in ascensore. Complice la momentanea, quanto provvidenziale, mancanza di corrente. La paura del buio e il fatto di essere rinchiusi in un luogo buio e piccolo ha fatto sì che i due ragazzi si scambiassero il primo bacio.
La passione divampa, inattesa e travolgente, ma il repentino ripristino della rete elettrica li riporta con i piedi per terra. La loro performance viene momentaneamente interrotta.
La loro complicità riparte davanti a un piatto di crostini ai formaggi, dove per la prima volta i due si lasciano andare a giochi amorosi e non solo ai loro appetiti culinari.
I loro cibi preferiti diventano quindi un pretesto per passare serate eccitanti, per inventare nuovi modi di godere di ogni piacere: da quello della gola a quello del corpo.
La loro storia si snoderà tra ottime ricette e pomeriggi piccanti, passati a cucinare insieme e ad assaggiarsi a vicenda.
I cibi afrodisiaci funzionano meglio solo se ci si mette un po’ di fantasia.
Laura rimirò la sua immagine allo specchio. Il vestitino aderente che indossava le stava divinamente. Alzò un sopracciglio e fece un mezzo giro su se stessa, compiaciuta da quel che vedeva. L’idea di rivedere Paolo la elettrizzava, soprattutto dopo quello che era accaduto in ascensore.
Un brivido le corse lungo la schiena. Stasera non ci sarà nessuno a interromperci, e tu sarai tutto mio! Bisbigliò infilandosi le scarpe.
(Tratto da: “La prima volta)

Una relazione sconveniente

* **An Unsuitable Attachment** * is set in a parish outside of London. There the novel’s “unattached” characters work out a confusing web of matchmaking and forming attachments. A new eligible bachelor in the neighborhood, Rupert Stonebird, finds himself choosing between two very different women.
Sophie, the wife of the Vicar of St. Basil, becomes determined to match her sister Penelope with Rupert, a plan that would seem to work well until a graceful and quite suitable Iantha Broome also becomes a member of the community. As Rupert grapples with courting either Penelope or Iantha, Iantha finds herself with two more suitors. This elegant novel will keep readers enthralled as unsuitable and suitable attachments unfold.

Relatività: esposizione divulgativa

Nello stato magmatico della fisica novecentesca Albert Einstein è il nucleo solido, la roccia stabilmente configurata che sta al centro. Di qui la sua posizione di “classico”, come testimonia al più alto livello questa esposizione della teoria della relatività. Una teoria che ha segnato un vero mutamento di paradigma, non solo in campo scientifico: la potenza teorica dell’equivalenza relativistica massa-energia ha trovato, come sappiamo, la sua tragica verifica a Hiroshima, nel terrificante potenziale distruttivo della bomba atomica. Oggi, a oltre un secolo dalla originaria formulazione einsteiniana, è la comprensione della “relatività della relatività” che vuol essere perseguita. A introdurre il lettore a questa nuova dimensione provvede un’antologia di scritti di quegli autori che fondarono la scienza fisico-matematica classica e ne avviarono l’evoluzione in senso relativistico.

Le regole della seduzione

Hayden Rothwell, misterioso e sensuale, è entrato senza preavviso e senza invito nella vita di Alexia Welbourne, e portandola alla miseria le ha negato qualsiasi speranza di sposarsi. Ma nel momento stesso in cui lei cede al fascino dell’uomo che l’ha rovinata, si ritrova inaspettatamente a essere sua moglie. Quello che però Hayden non sospetta, è che ormai le regole del gioco sono diventate quelle di Alexia…

Le regole del cuore

Quando accetta il difficile incarico di dirigere il centro di cardiologia del St Brigid’s Hospital di Dublino, Clara Casey, un’autorevole cardiologa, donna elegante e raffinata, sta attraversando una profonda crisi personale. Quello che Clara ancora non sa è che il suo nuovo, impegnativo lavoro le cambierà la vita: le persone straordinarie che mettono cuore e anima nell’ambizioso progetto della clinica, infatti, le permetteranno di ritrovare il cammino verso la felicità. E questo vale non soltanto per lei… Infatti per Ania, una dolce e intraprendente ragazza polacca, l’incontro con Clara Casey è un piccolo miracolo: non aveva pensato di lasciare per sempre la sua patria, ma forse ricominciare tutto da capo le aggiustetà il cuore infranto. Anche Declan, un giovane medico dall’animo gentile, non vede l’ora di iniziare la sua collaborazione alla clinica, ma quello che sarebbe dovuto essere un impiego provvisorio gli porterà molto più di quanto si aspettasse. Perché incontra la bellissima Fiona, infermiera sensibile e amatissima, che non è ancora riuscita a lasciarsi alle spalle un passato tormentato… Con Le regole del cuore, Maeve Binchy ci regala una storia in cui dramma, conflitto e relazioni tumultuose si intrecciano all’entusiasmo, all’umorismo e all’empatia che l’hanno resa una delle scrittrici più amate in tutto il mondo.
**

La regola dell’equilibrio

Leggi un estratto

***

Un eroe restio. Un dubbio morale assoluto.

È una primavera strana, indecisa, come l’umore di Guido Guerrieri. Messo all’angolo da una vicenda personale che lo spinge a riflettere sulla propria esistenza, Guido pare chiudersi in sé stesso. Come interlocutore preferito ha il sacco da boxe che pende dal soffitto del suo soggiorno. A smuovere la situazione arriva un cliente fuori del comune: un giudice nel pieno di una folgorante carriera, suo ex compagno di università, sempre primo negli studi e nei concorsi. Si rivolge a lui perché lo difenda dall’accusa di corruzione, la peggiore che possa ricadere su un magistrato. Quasi suo malgrado, Guerrieri si lascia coinvolgere dal caso e a poco a poco perde lucidità, lacerato dalla tensione fra regole formali e coscienza individuale. In un susseguirsi di accadimenti drammatici e squarci comici, ad aiutarlo saranno l’amico poliziotto, Carmelo Tancredi, e un investigatore privato, un personaggio difficile da decifrare: se non altro perché è donna, è bella, è ambigua, e gira con una mazza da baseball.

‘Quando chiudemmo il verbale e l’udienza, lo spiacevole sentore della parola calunnia aleggiava sul procedimento. Tutti sapevamo che in qualche modo sarebbe rimasto lí, e tutti sapevamo che la procura avrebbe dovuto trovare qualcosa di molto solido, se non voleva che quel fascicolo finisse nella discarica delle archiviazioni o dei proscioglimenti’.
(source: Bol.com)

La regola del gioco

Anna Curtis è un sostituto procuratore alle prime armi a Washington DC, ma ha già una certa dimestichezza con la brutalità degli abusi domestici di cui si occupa ogni giorno. Il caso di Laprea Johnson, però, ha qualcosa che la scuote nel profondo. Laprea è stata martoriata dal fidanzato, D’marco Davis, la mattina dopo San Valentino. Ma davanti ai giudici la ragazza inaspettatamente ritratta per scagionare D’marco, che viene rilasciato: Anna teme di non aver insistito abbastanza nel convincere Laprea ad andare fino in fondo. Subito dopo il processo ritrova l’amicizia di Nick Wagner, un ex compagno di studi a Harvard e difensore di D’marco, che in poco tempo si trasforma in qualcosa di più profondo, fino a quando il tragico omicidio di Laprea, di cui D’marco sarà accusato, renderà il loro rapporto ambiguo e complicato. Professione e sentimenti iniziano a intrecciarsi pericolosamente nella vita di Anna, mettendo in discussione il suo lavoro, ma non la sua idea di giustizia. E la sete di verità la porterà a rischiare più di quanto la vita le abbia mai chiesto finora.Una protagonista forte e determinata come solo una donna può essere, per un legal thriller pieno d’azione che terrà i lettori incollati alle pagine.

(source: Bol.com)

La regola dei pesci

‘Non abbiamo fatto altro che gli scemi, come centinaia di ragazzi, ma per noi quattro era diverso. Tutto era mitico, assoluto e calmo al tempo stesso. Eravamo un corpo solo’.

Quando a settembre riapre la scuola, il liceo Tommaseo viene travolto da una scoperta che lascia tutti senza fiato: quattro ragazzi, gli unici maschi della quinta C, sono spariti. Erano in vacanza in Grecia, ma dal 22 luglio nessuno sa piú niente di loro. E mentre un funzionario della Farnesina viene incaricato di assistere i genitori nel tentativo di capire cosa sia successo, uno dei quattro torna a casa, illeso ma chiuso in un mutismo inattaccabile. Fra di loro c’era un patto, e romperlo significherebbe tradire la fiducia degli altri.
Dopo aver raccontato gli adolescenti in un romanzo che ha fatto il giro delle scuole di mezza Italia -Qualcosa c’inventeremo -, Giorgio Scianna sceglie di esplorare, senza mai giudicare, la complessa realtà di chi ha diciotto anni oggi. Perché è quella l’età in cui si prendono le misure di se stessi e del mondo, in cui la sete d’avventura si muove verso direzioni impensabili. La ribellione può assumere molte forme, tante quante sono le speranze.
La regola dei pesci possiede il dono rarissimo di parlare a tutte le generazioni, rimanendo in perfetto equilibrio fra la cronaca piú recente e il romanzo di formazione. Con una voce sincera e tersa, l’autore immagina che cosa può accadere quando un grido d’aiuto rimane inascoltato.
‘I pesci riescono a muoversi tutti insieme senza scontrarsi e senza perdere nessuno. Basta fidarsi del movimento degli altri’.’Non abbiamo fatto altro che gli scemi, come centinaia di ragazzi, ma per noi quattro era diverso. Tutto era mitico, assoluto e calmo al tempo stesso. Eravamo un corpo solo’.

Quando a settembre riapre la scuola, il liceo Tommaseo viene travolto da una scoperta che lascia tutti senza fiato: quattro ragazzi, gli unici maschi della quinta C, sono spariti. Erano in vacanza in Grecia, ma dal 22 luglio nessuno sa piú niente di loro. E mentre un funzionario della Farnesina viene incaricato di assistere i genitori nel tentativo di capire cosa sia successo, uno dei quattro torna a casa, illeso ma chiuso in un mutismo inattaccabile. Fra di loro c’era un patto, e romperlo significherebbe tradire la fiducia degli altri.
Dopo aver raccontato gli adolescenti in un romanzo che ha fatto il giro delle scuole di mezza Italia -Qualcosa c’inventeremo -, Giorgio Scianna sceglie di esplorare, senza mai giudicare, la complessa realtà di chi ha diciotto anni oggi. Perché è quella l’età in cui si prendono le misure di se stessi e del mondo, in cui la sete d’avventura si muove verso direzioni impensabili. La ribellione può assumere molte forme, tante quante sono le speranze.
La regola dei pesci possiede il dono rarissimo di parlare a tutte le generazioni, rimanendo in perfetto equilibrio fra la cronaca piú recente e il romanzo di formazione. Con una voce sincera e tersa, l’autore immagina che cosa può accadere quando un grido d’aiuto rimane inascoltato.
‘I pesci riescono a muoversi tutti insieme senza scontrarsi e senza perdere nessuno. Basta fidarsi del movimento degli altri’.

(source: Bol.com)

La regola dei 15 minuti

Come smettere di rimandare e prendere il controllo della tua vita in un quarto d’ora Un libro rivoluzionario Per cambiare vita bastano 15 minuti! È possibile trovare un modo per affrontare tutto quello che tendiamo sempre a rimandare? Cominciare a fare sport per tenerci in forma, cercare un lavoro, compilare la dichiarazione dei redditi, imparare qualcosa che per noi è nuova. Ma anche migliorare la qualità della vita, combattendo quella tristezza che ci assilla o quelle abitudini poco sane che abbiamo contratto. A volte si tratta soltanto di eliminare il gran disordine che regna sulla nostra scrivania. Qualunque cosa sia, tutto ciò di cui abbiamo bisogno sono 15 minuti! La cosa più difficile da superare, quando si sta tentando di fare qualcosa che troviamo scoraggiante, è proprio iniziare. Quella montagna di scartoffie di fronte a noi sembra impossibile da smaltire, potrebbero servire ore per sistemarla: ma 15 minuti non sono ore! 15 minuti sono gestibili, possono dare risultati, possono renderci soddisfatti di noi stessi e fornirci una spinta per proseguire. Questo libro è ideale per coloro che hanno bisogno di gratificazione immediata quando fanno qualcosa, ma anche per chi apprezza i vantaggi della coerenza e della dedizione. ‘Questo libro ha proprio cambiato il mio modo di pensare. Lo consiglio a chiunque, specialmente alle mamme superimpegnate!’ ‘Essendo una perfezionista, ho sempre lottato contro l’idea di portare a termine le cose in modo tempestivo. Con conseguenze pesanti sulla mia vita, sul lavoro e sulla mia casa… questo libro ha avuto un ruolo importante nell’aiutarmi a superare completamente questa “malattia”.’ Caroline Buchananha lavorato per quattordici anni per ‘Now magazine’ e prima ancora per ‘Here magazine’ e ‘Candis’, tenendo rubriche nelle quali dava consigli utili per risolvere problemi personali. Ha scritto tre libri di self-help.
(source: Bol.com)