44561–44576 di 75864 risultati

La conquista di Plassans

Il quarto romanzo della saga dei Rougon-Macquart venne scritto nel 1874 e pubblicato a puntate sul giornale ‘Le Siècle’. Si lega strettamente alla prima parte del ciclo ed è ambientato nuovamente a Plassans, cittadina immaginaria, nella quale si sviluppano giochi di potere, adulteri, intrighi e violenze di personaggi che Zola aveva ideato e approfondito nel corso delle sue carriera e attraverso numerose opere. È qui protagonista un abate, Faujas, che arriva in città e inizia a costruire intrighi, trame e calunnie per confondere la vita della famiglia Mouret. La narrazione incalzante è irresistibile, il clima di violenza e orrore assolutamente strepitoso grazie alla cura e alla sensibilità descrittiva di un maestro supremo della letteratura naturalista. Potrete cogliere in questo romanzo il racconto veritiero di una battaglia secolare, quella tra gli interessi del clero e l’influenza politica nella Francia di provincia della seconda parte dell’Ottocento, ma anche gustarvi il dramma umano che ne scaturisce nella sua forza espressiva più verace. All’interno – come in tutti i volumi Fermento – gli “Indicatori” per consentire al lettore un agevole viaggio dentro il libro.

La conquista della felicità

NOBEL LETTERATURA 1950 «Oso sperare che qualcuno, in mezzo alla moltitudine di uomini e di donne che soffrono di infelicità senza goderne, possa trovare qui diagnosticato il suo caso e, in pari tempo, qualche suggerimento sul metodo da seguire per guarirne. È nella convinzione che, mediante sforzi ben indirizzati, molti infelici possano liberarsi della loro infelicità e diventare felici, che ho scritto questo libro.»

La conquista dell’America. Ediz. integrale

“Voglio trattare della scoperta che l’io fa dell’altro”. Nel secolo che segue il primo viaggio di Cristoforo Colombo, le regioni dei Caraibi e del Messico sono lo scenario di avvenimenti fra i più sconvolgenti della storia degli uomini. Tzvetan Todorov ripercorre quelle vicende, leggendole attraverso le più famose cronache e relazioni di Cortés, Las Casas, Duràn, Sahagùn, non tanto quanto incontro-scontro fra due civiltà, quanto come scoperta e impatto.
**

Conosci e proteggi la tua sicurezza informatica

Una panoramica completa sul mondo della sicurezza e certezza digitale. Qui trovi argomenti forse nuovi o forse no, sui quali tu e i tuoi clienti dovete avere maggiore lucidità. Temi affascinanti quali la conservazione sostitutiva e digitale, la fatturazione elettronica, la firma digitale, le firme elettroniche, la privacy, i processi digitali aziendali e la cartella clinica elettronica. Un libro per te che hai bisogno di comprendere quale sicurezza offra il mondo digitale che ti ruota attorno. Sai come conservare una PEC? Sei sicuro di archiviare correttamente tutti i documenti informatici che armeggi tra computer e smartphone? Come gestisci il tuo rapporto informatico con la sanità? Hai mai gestito una ricetta medica digitale o il tuo fascicolo sanitario elettronico? Nel momento in cui metti una firma elettronica avanzata su una tavoletta grafica alle Poste o in banca, devi essere cosciente dei tuoi diritti digitali. Diritti che probabilmente non sai di avere. Siamo circondati dall’avanguardia digitale ma ne sappiamo poco o nulla: questa guida ti aiuterà ad affrontare correttamente il radicale passaggio dalla carta ai bit.

Conoscere una donna

Yoel è un uomo del servizio segreto israeliano. Ha imparato la sottile arte dell’ascoltare, del guardare e dello scoprire. Dopo la morte della moglie in un incidente, si ritrova solo di fronte a una realtà ben altrimenti misteriosa: chi era veramente sua moglie Ivria, su quali segrete complicità si basava il loro rapporto? E ancora: di che pasta è fatta sua figlia, come provare a capirla e venirle incontro? Dopo le dimissioni dai servizi segreti Yoel crede per un attimo di poter applicare alla propria esistenza modi e metodi appresi nei lunghi anni di esercizio: appostamenti, confidenze rubate, induzione e deduzione. Eppure c’è qualcosa che continua a resistergli. Ècome se i suoi occhi dovessero trovare una diversa, difficile, dolorosa messa a fuoco. Cominciando a lasciarsi contaminare dai piccoli eventi della quotidianità, nonché dai molti diversi personaggi che la abitano, dietro il mistero Yoel scopre una totale spaesante assenza di mistero. Conoscere una donna è uno dei capolavori della letteratura israeliana, una sorprendente e inconsueta storia d’amore.

La conoscenza necessaria

‘Quando la nostra civiltà crollerà, sarete capaci di cavarvela, almeno nelle cose più semplici?’ Questa domanda ha il potere di spiazzarci e di insinuare in noi una certa inquietudine perché, pur essendo abituati a pensare che soddisfare le esigenze di base sia facile, basta immaginarci per un momento nei panni di Robinson Crusoe postapocalittici, privi di accesso a Internet e a biblioteche ben fornite, per renderci conto di quanto scarse siano le nostre conoscenze davvero utili a risolvere i problemi della vita di tutti i giorni. E anche se per un certo periodo potremo attingere ai resti della civiltà scomparsa, dovremo pur sempre decidere quali privilegiare e come servircene, e valutare se sia preferibile stabilirci in metropoli deserte ma ricche di infrastrutture oppure in sobborghi rurali dove abbondano le risorse naturali. Per orientarci in queste scelte cruciali, cosa potrebbe essere più utile di un ‘manuale di sopravvivenza alla catastrofe’? Bene, adesso c’è.
Lewis Dartnell, astrobiologo e studioso di scienze planetarie, ci fornisce infatti tutte le informazioni necessarie su come procurarci il cibo, costruirci una casa, guarire da ferite e malattie, produrre fibre tessili per poi trasformarle in indumenti, e altre attività ugualmente importanti. Il suo vero scopo, però, è mostrare la centralità della più grande invenzione umana, quella che rende possibili e feconde tutte le altre: il metodo scientifico, fenomenale macchina generatrice di conoscenza. È questo che deve essere tramandato ai superstiti, per evitare la condanna a un’incerta e lunghissima ripetizione ‘alla cieca’ della storia passata.
Ecco allora che spazi urbani riconquistati dalle foreste, in cui i grattacieli diventano torri vegetali, o devastati da esplosioni, crolli e incendi indomabili, potrebbero aprirsi alla rinascita di una civiltà che offrirà un panorama fantascientifico di carcasse di auto trainate come calessi da cavalli o buoi, e oceani solcati da navi a vela dotate di bussole e sestanti…
Nel frattempo, in attesa dell’apocalisse prossima ventura, la riflessione su ciò che è indispensabile sapere per garantirci la sopravvivenza ci apre gli occhi sulla ricchezza storica e la complessità tecnologica sottese alla nostra solo apparentemente ‘semplice’ vita quotidiana.
Lewis Dartnell, astrobiologo, è ricercatore presso lo Space Research Center dell’Università di Leicester. Divulgatore scientifico e giornalista televisivo, ha pubblicato: Life in the Universe: A Beginner’s Guide (2007) e, con Dorling Kindersley, il libro illustrato per l’infanzia My Tourist’s Guide to the Solar System and Beyond (2012).
(source: Bol.com)

Connessioni di sangue

Le adolescenti di una piccola cittadina stanno scomparendo una dopo l’altra, senza lasciare tracce. Le autorità sono convinte che siano fuggite, forse attratte dalla città, ma chi ha indagato i meccanismi del crimine sa che si tratta di una spiegazione troppo debole. Tocca allo psicologo Tony Hill trovare il filo rosso che lega le sparizioni. Hill conosce alla perfezione la psiche dei killer più efferati, sa che l’assassino più lucido può nascondersi negli insospettabili con cui abbiamo a che fare tutti i giorni, ma nemmeno lui può immaginare che volto abbia, quanto sia seduttivo per le vittime il suo sinistro richiamo, quanto forte la sua sete di sangue. Quando uno dei suoi studenti viene ucciso, dando inizio a un conto alla rovescia inesorabile verso il crimine successivo, Hill comprende che tra tutti i criminali a cui aveva dato la caccia, nessuno aveva mai agito in maniera così lucida, terrificante, elusiva. Si ritroverà coinvolto in un gioco spietato, nel quale sarà sempre più difficile fare la mossa giusta, e distinguere tra chi è il cacciatore e chi la preda.Dopo Il canto delle sirene, vincitore del Gold Dagger Award, il secondo romanzo della serie dedicata allo psicologo Tony Hill e alla detective Carol Jordan.

Connessione computer

Sparso in un sistema solare sovraffollato, esiste un piccolo gruppo di immortali. La loro età varia dalle migliaia d’anni di Haec-Hoc, uomo di Neanderthal, ai soli 250 di Daniel Curzon, ragazzino terribile. Il procedimento dell’immortalità però non attecchisce su tutti. E in effetti Curzon, soprannominato Guig, non è ancora riuscito a produrre un nuovo immortale da aggiungere al gruppo. Ma Guig ha un bersaglio: il dottor Sequoya Guess, un brillantissimo giovane fisico cherokee. Finché un incidente durante il programma spaziale diretto dal dottor Guess sembra rovinare il piano di Guig.

Il coniglio bianco

Jan ha trentasette anni, una moglie bella e intelligente, due figli di cui va fiero e la carriera apparentemente perfetta del dirigente strapagato. Ma quando, un po’ per noia e un po’ per ambizione, accetta l’offerta di lavoro di un colosso internazionale della telefonia mobile, non immagina di aver messo a repentaglio tutto ciò che gli è caro. Quello dei cellulari è un settore in fortissima espansione, eppure il primo incarico di Jan prevede lo smantellamento della sede di Bangalore, la Silicon Valley indiana. Ben presto, Jan inizia a sospettare che nella sua azienda siano in molti ad avere qualcosa da nascondere. E a volerlo usare come semplice pedina in un gioco molto più grande e cattivo di lui. Scritto da un vero insider, da anni top manager nel settore delle telecomunicazioni, Il coniglio bianco è un thriller ad alto tasso di adrenalina che ci mette di fronte a scomode verità. In grado di cambiare per sempre il nostro rapporto con lo smartphone, feticcio indiscusso dei tempi in cui viviamo.
(source: Bol.com)

La congiura di Catilina

Tra gli episodi più torbidi e controversi della storia romana, le vicende della congiura di Catilina, ambizioso patrizio romano che progetta di sovvertire l’ordine della Res publica strenuamente difeso da Cicerone, sono raccontate da Sallustio con una prosa ricca e serrata, in grado di avvincere il lettore ancora oggi. L’edizione Utet, a cura di Paolo Frassinetti e Lucia Di Salvo, presenta il testo latino collegato alla traduzione italiana attraverso link ipertestuali.

La congiura delle tre pergamene

Un grande thriller storico Tra Ken Follett e Dan Brown Un grande thriller «Da leggere assolutamente.» Matteo Strukul, autore del bestseller I Medici Firenze, 1501. Il giovane Martino, erede della ricca famiglia dei Durante, torna a casa dopo un breve e sfortunato viaggio d’affari organizzato dal suo amico banchiere Dante Strozzi. Ma un’amara sorpresa lo attende: sua moglie Aurora e il figlio di due anni, Zaccaria, sono stati rapiti da una banda sanguinaria come testimoniano i pochi sopravvissuti all’assalto nella tenuta. Ricevuta la richiesta di riscatto, Martino si mette in marcia verso Milano, non prima di aver tentato inutilmente di mettersi in contatto con messer Strozzi. Che sia stato lui a tradirlo? Lungo l’itinerario Martino, dopo aver subito un feroce agguato, viene accolto nell’abbazia di Viboldone dove padre Ludovico, vicario della confraternita degli Umiliati, lo aiuta a ristabilirsi prima di ripartire. Non solo. Gli consegna anche un misterioso testo antico che dovrà recapitare a un frate a Milano. Da quel momento l’avventura del giovane Durante si complica sempre di più. Martino vuole solo salvare la sua famiglia, ma il nemico che deve affrontare – forse una setta? – cela un piano oscuro e si annida tra le ville di ricchi signori, all’interno della Chiesa e nelle stanze del potere. Perché Martino è un loro obiettivo? Qual è la sua colpa? E cosa c’entra lui con quella pergamena piena di simboli indecifrabili? Strani simboli nascondono un oscuro segreto Chi riuscirà a decifrarli avrà un potere immenso Hanno scritto di Matteo Di Giulio: «Di Giulio è tra gli eredi di Scerbanenco.» Il Sole 24 Ore «Un affascinante romanzo in grado di incollarti gli occhi alle pagine. Da leggere assolutamente.» Matteo Strukul, autore della trilogia bestseller I Medici Matteo Di GiulioNato a Milano, è scrittore, saggista e traduttore. Come critico cinematografico ha collaborato con festival e riviste italiani e internazionali. È autore dei romanzi La Milano d’acqua e sabbia (2009), Quello che brucia non ritorna (2010), I delitti delle sette virtù (2013) e Figli della stessa rabbia (2016).

La congiura del silenzio

Washington, 1861. Non tutto è come sembra. .. Con queste enigmatiche parole, Abraham Lincoln riceve dalle mani del suo predecessore una lettera e alcuni documenti. Come ogni presidente prima di lui, leggendo quelle carte Lincoln viene a conoscenza di un segreto sconvolgente che, se rivelato, potrebbe placare i venti di guerra che soffiano sull’Unione. Ma le conseguenze sarebbero devastanti… Copenhagen, oggi. La persona giusta al momento giusto. Così lo ha definito Stephanie Nelle, il suo ex capo al dipartimento di Giustizia, quando gli ha chiesto di ritrovare un agente della Sezione Magellano, rapito mentre era in missione in Danimarca. E infatti solo Cotton Malone poteva arrivare in tempo in Svezia per salvare da morte certa Berry Kirk, l’unico testimone del rapimento. Tuttavia gli bastano pochi minuti per rendersi conto che Berry Kirk non è affatto chi dice di essere, bensì proprio uno degli uomini su cui stava indagando l’agente scomparso. E adesso Malone non ha scelta: per uscire vivo da quella situazione, deve stare al gioco. Anche se ciò significa lasciarsi condurre sulle tracce di una verità antichissima, una verità che nessuno ha mai avuto il coraggio di divulgare e che, se finisse nelle mani sbagliate, potrebbe segnare la fine dell’intero genere umano…

La congiura dei Pazzi: Intrighi politici, sangue e vendetta nella Firenze dei Medici

Nel 1478 Firenze, capitale dell’umanesimo e centro economico e politico di una nuova Europa proiettata fuori dal Medioevo, è saldamente governata da Lorenzo il Magnifico, ma il suo potere non è esente da forti e violente opposizioni. Domenica 26 aprile, nella cattedrale di Santa Maria del Fiore, durante la messa avviene il più sanguinoso attacco alla famiglia dei Medici: la congiura dei Pazzi. Lorenzo pur ferito riesce a salvarsi, suo fratello Giuliano muore sotto i colpi dei congiurati.
La vendetta scatta fulminea e inesorabile. I cospiratori vengono impiccati ed esposti alle finestre del Palazzo della Signoria. Ha inizio la totale rovina dei Pazzi. Quanti di loro non vengono giustiziati devono cambiare nome e restare in esilio per restare in esilio per sempre, gli emblemi di famiglia vengono distrutti, i beni confiscati.
Lauro Martines, autorevole studioso del Rinascimento, racconta uno dei più truci episodi della storia fiorentina, riportandoci nel cuore di un’epoca straordinaria, in cui, accanto ai potenti impulsi alla crescita economica, politica, culturale, urbanistica, prospera un’indomabile volontà di potenza e sopraffazione perpetrata con ogni possibile inganno, intrigo, vendetta.

Congetture su April: I misteri di Quirke

John Banville, nato in Irlanda nel 1945, è uno dei più grandi romanzieri contemporanei. Amatissimo dalla critica (solo per fare un esempio, nel 2014 Pietro Citati sul Corriere della Sera ha definito il suo L’intoccabile “un romanzo straordinario: certo il più bello degli ultimi quarant’anni” per “la vastità, la ricchezza, il terribile riso”), Banville nel corso della sua carriera ha vinto i premi più prestigiosi, fra cui il Booker Prize per Il Mare, il Premio Franz Kafka, il Premio Nonino, l’Irish Book Awards, l’European Literary Award, l’Irish PEN Award e il Premio Principe delle Asturie per la sua opera. Diversi critici e giornalisti lo considerano, con Philip Roth e Haruki Murakami, come uno dei possibili vincitori del prossimo Premio Nobel per la Letteratura. Banville è conosciuto per la sua prosa precisa e fredda, caratterizzata da un’inventiva Nabokoviana, e per il suo umorismo nero. Fra le sue opere, anche una serie di “romanzi gialli” di altissima qualità, ambientati nella Dublino anni ’50, che hanno come protagonista l’anatomopatologo Quirke. Dai romanzi di Quirke la BBC e RTÉ hanno tratto una serie TV nel 2014. April Latimer, giovane medico di buona famiglia e dubbia reputazione, sembra svanita nel nulla: gli amici non la sentono da giorni, al lavoro la credono malata, nulla nel suo appartamento lascia presagire una partenza programmata. Nell’indifferenza generale, solo la sua amica Phoebe, figlia dell’anatomopatologo Quirke, sembra porsi delle domande, sorretta nella sua ostinazione da un brutto presentimento che le circostanze non fanno che incoraggiare. Troppe, infatti, le resistenze inaspettate, le zone d’ombra, l’imbarazzo contro cui si scontrano i suoi cauti tentativi di saperne di più: d’un tratto tutto appare più confuso e compromesso di quanto potesse immaginare, caliginoso e denso come la nebbia che incombe su Dublino, fredda e ostile come non mai negli ultimi scampoli d’inverno. Forse April non è quella che ha fatto credere di essere, né c’è da fidarsi della sua fin troppo rispettabile famiglia; anche all’interno del loro gruppo all’apparenza compatto – scopre Phoebe – c’erano segreti, intese, rivalità ben più profonde di quanto lei abbia mai sospettato. L’unico su cui contare è Quirke, reduce da un soggiorno in una clinica di riabilitazione per alcolisti e intenzionato a fare il padre come si deve, ma ancora vulnerabile alle più umane delle tentazioni: un’auto sportiva che non sa guidare, un whisky di troppo di tanto in tanto, per scaldarsi cuore e ossa, e, forse, un nuovo amore. Così, tra colpi di scena e rivelazioni dolorose, padre e figlia si sperimentano con timidezza in un inedito gioco di squadra – per una volta alleati, se non proprio famiglia – e si avviano insieme alla scoperta dell’impietosa verità.«John Banville è indubbiamente una delle figure di maggior spicco tra gli scrittori di lingua inglese degli ultimi decenni, e in particolare nel quadro della singolare, quasi irresistibile fioritura letteraria irlandese… Banville scandaglia i suoi personaggi travagliati, quasi fantasmatici, spesso peccatori per la morale comune. I suoi romanzi procedono come serrate partite a scacchi.»Claudio Gorlier«Un maestro la cui prosa regala un piacere continuo e quasi fisico.»Martin Amis

La Confraternita del pugnale nero. La guida definitiva.

Tutto quello avreste sempre voluto sa pere sulla confraternita è in queste pa gine: una vera chicca per appassionati, che alza il velo sugli aspetti più intimi della vita dei fratelli. Apre il volume un avvincente racconto inedito, che mostra Zsadist alle prese con la paternità e lascia intravedere qualcosa a cui non eravamo abituati: un’insolita tenerezza… Poi è la volta dei Dossier della confraternita, in triganti interviste “strettamente perso nali”, in cui J.R. Ward ci racconta gusti, predilezioni e divertenti manie dei no stri eroi. Ma ci sono anche scorci di vita quotidiana, Scene eliminate (proprio come nei film…) e spassosi battibecchi “in bacheca”, in cui Wrath & co. danno il meglio di sé. Anche l’autrice prende la parola in prima persona per raccontare la genesi della saga, i suoi esordi come scrittrice di romance e dare alcuni pre ziosi consigli a quanti intendono cimen tarsi nella scrittura. Il resto è tutto da scoprire e lo lasciamo ai lettori. Ma i fan dei fratelli sono avvisati: vedranno cose che noi umani non possiamo neanche immaginare…