43713–43728 di 66541 risultati

Nel mio paese straniero

Nei mesi di reclusione nel manicomio criminale di una cittadina prussiana, Hans Fallada decise di stendere il diario della sua vita sotto il Nazismo. Un resoconto personale che racconta la complicata vita di un intellettuale nella Germania di Hitler.

(source: Bol.com)

Nel mare del tempo

È passato un anno dalla tragica conclusione dell’intrigo archeologico in cui Katherine Sinclaire ha rischiato di perdere la vita. L’ incubo al quale sperava di essere sfuggita torna ad assillarla per mano di un nemico insospettabile. Durante la presentazione del suo primo romanzo, un uomo si spara di fronte a lei dopo averle lanciato un anello antico con incisi due nomi. Tormentata da una catena di omicidi e da cinque libri enigmatici, Katherine sarà di nuovo risucchiata in una caccia al tesoro sanguinaria che la metterà sulle tracce di Angelica, una donna misteriosa vissuta nel Medioevo. Seguendo i dipinti che la ritraggono, Katherine finirà nei cunicoli sotterranei battuti dagli eretici in fuga, e creati da uno stratega per proteggere uno dei più straordinari segreti della storia.
In un tumultuoso viaggio dalla Bretagna, la terra delle maree, ai nascondigli prealpini di Fra Dolcino, Katherine capirà di essere legata ad Angelica da un filo invisibile ma fortissimo… più forte del destino che sta per guidarla verso una scelta da cui non c’è ritorno.

Nel letto del milionario

Dalla Grecia agli Stati Uniti, dall’Italia all’Inghilterra, innamorarsi di un milionario non è poi così difficile. Ma riuscire a rapirne il cuore non è un’impresa da tutti.
Alexa Harcourt non passa mai più di un paio di notti di seguito insieme a Guy de Rochemont. Al suo arrivo nella villa italiana o nell’attico di Montecarlo l’aspettano abiti firmati e gioielli inestimabili, ma lei sa di essere solo la sua amante. Il nome dei de Rochemont è sinonimo di ricchezza e potere; affascinanti ereditiere si contendono l’onore di infilare l’ambito anello al loro dito per mano sua, ma l’unica che lui vuole è anche la sola che non ha le carte in regola per diventare sua moglie. O no?
**
### Sinossi
Dalla Grecia agli Stati Uniti, dall’Italia all’Inghilterra, innamorarsi di un milionario non è poi così difficile. Ma riuscire a rapirne il cuore non è un’impresa da tutti.
Alexa Harcourt non passa mai più di un paio di notti di seguito insieme a Guy de Rochemont. Al suo arrivo nella villa italiana o nell’attico di Montecarlo l’aspettano abiti firmati e gioielli inestimabili, ma lei sa di essere solo la sua amante. Il nome dei de Rochemont è sinonimo di ricchezza e potere; affascinanti ereditiere si contendono l’onore di infilare l’ambito anello al loro dito per mano sua, ma l’unica che lui vuole è anche la sola che non ha le carte in regola per diventare sua moglie. O no?

Nel labirinto delle ombre

I morti di Pico Mundo, città impolverata dal deserto del Mojave, non hanno smesso di andare a trovare Odd Thomas per chiedergli giustizia. E Odd lo “Strano”, ventunenne senza età, cuoco di tavola calda nel Luogo delle ombre, il romanzo che l’ha immortalato, e occulto braccio destro del capo della polizia Wyatt Porter, non ha smesso di avvertire il “vivo” tepore e il tetro sgomento di chi fu vittima di un crimine. Sarà la compassione – o la certezza che la vita ha un significato, come lo ha la morte -, a condurlo sul luogo di un agghiacciante delitto: il cadavere del dottor Wilbur Jessup giace nella sua dimora, ai piedi del letto, selvaggiamente brutalizzato. Ma qualcun altro potrebbe essere in pericolo: Danny Jessup, figlio adottivo di Wilbur e amico d’infanzia di Odd, soprannominato “ossa di vetro” perché affetto fin da bambino da una rara malattia genetica che lo rende fragile come un grissino. Di lui non v’è traccia. Il filo della verità si dipana nel labirinto delle ombre, sopra e sotto terra, verso un diroccato casinò indiano, dove qualcuno, con la fissa dei riti ancestrali, ha uno strano hobby…

Nel fuoco

Ed Tully e Connor Ford non potrebbero essere pi. diversi: Ed un musicista esuberante ed estroverso; Connor. Un cowboy taciturno con l’hobby della fotografia. Sono amici per la pelle, e hanno in comune due passioni: la prima. passare le vacanze a paracadutarsi in zone impervie per spegnere gli incendi che divampano nelle foreste; la seconda. Julia Bishop, la ragazza di Ed, di cui si innamora anche Connor. Quando un fulmine scatena un inferno di fuoco nella foresta in cui i tre giovani stanno trascorrendo l’estate, la loro vita cambia. La sorte mette a dura prova le esistenze di tutti, ma alla fine, l’amore briller. Su ogni cosa, come una fiamma purificatrice.
(source: Bol.com)

Nel bosco

‘Addentrarsi Nel bosco significa incamminarsi nella profondità della vita e del suo significato.’ Martin Sixsmith, autore di Philomena

Una mattina dell’estate del 1986, Christopher Knight, allora ventenne, invece di andare al lavoro, guida fino ai vasti boschi del Maine centrale, a poco più di un’ora da casa sua. Si inoltra nel verde e lì rimane nascosto fino al giorno in cui viene arrestato per furto. Sono trascorsi 27 anni.
Per tutto quel tempo ha vissuto da solo, senza parlare con nessuno, escogitando modi per procacciarsi il cibo e sopravvivere al freddo in inverno e all’assalto degli insetti in estate. Ogni tanto rubava dalle case di villeggiatura incustodite batterie, vestiti, alimentari, libri, solo il poco che gli serviva per vivere, ma seminando la paura, e diventando quasi una leggenda.
Cosa abbia spinto un ragazzo a lasciare casa, famiglia, amici per diventare signore dei boschi, è una domanda che incuriosisce molti. Intrigato dal caso, il giornalista Michael Finkel si mette in contatto con lui in carcere, per cercare di sondare il mistero di quello che è probabilmente l’ultimo vera eremita.
La sua è una storia universale perché ha a che fare con l’inevitabilità della solitudine in una società che fa di tutto per tenerla lontana, con il fascino che la natura selvaggia esercita sulle nostre vite ordinate, sulla sofferenza e sulla complessità dei bisogni umani.

(source: Bol.com)

Nei tuoi occhi (Mates Vol. 3)

Cresciuto per diventare l’Alfa del branco di Yafenack, Samuel Goodwin dedica la sua vita a studiare le leggi dei mutaforma, a rendere il proprio corpo più forte e ad apprendere nozioni da suo padre. Ma nonostante tutti i suoi sforzi, Samuel non riesce a rapportarsi con le persone, comprese quelle che dovrebbe guidare.
Quando incontra Korban Keller, il figlio dell’Alfa del branco vicino, reagisce in maniera emotiva invece che intellettuale per la prima volta nella sua vita. Si sente infastidito da come il mutaforma lo destabilizza e così, prima cerca di intimidirlo e poi lo evita disperatamente. Ciò che non riesce a fare, però, è dimenticare i caldi occhi di Korban, il suo sorriso e la sua personalità solare.
Quando una battaglia tra i loro padri finisce tragicamente, Samuel fatica a condurre il branco mentre Korban tenta di sfondare le sue barriere emotive.
Due uomini molto diversi con un passato tumultuoso devono superare sfide che arrivano da ogni dove e riuscire a guardare oltre le regole della loro società per rendersi conto di essere destinati l’uno all’altro.
**
### Sinossi
Cresciuto per diventare l’Alfa del branco di Yafenack, Samuel Goodwin dedica la sua vita a studiare le leggi dei mutaforma, a rendere il proprio corpo più forte e ad apprendere nozioni da suo padre. Ma nonostante tutti i suoi sforzi, Samuel non riesce a rapportarsi con le persone, comprese quelle che dovrebbe guidare.
Quando incontra Korban Keller, il figlio dell’Alfa del branco vicino, reagisce in maniera emotiva invece che intellettuale per la prima volta nella sua vita. Si sente infastidito da come il mutaforma lo destabilizza e così, prima cerca di intimidirlo e poi lo evita disperatamente. Ciò che non riesce a fare, però, è dimenticare i caldi occhi di Korban, il suo sorriso e la sua personalità solare.
Quando una battaglia tra i loro padri finisce tragicamente, Samuel fatica a condurre il branco mentre Korban tenta di sfondare le sue barriere emotive.
Due uomini molto diversi con un passato tumultuoso devono superare sfide che arrivano da ogni dove e riuscire a guardare oltre le regole della loro società per rendersi conto di essere destinati l’uno all’altro.

Nei luoghi perduti della follia

I libri ai quali Eugenio Borgna ha abituato i suoi lettori sono grandi arazzi, ampie sinfonie, in cui temi e motivi si inseguono e si riannodano in una trama di voci, in un intreccio di conversazioni, in un intrattenersi nello spazio della parola infinito, infinitamente modulato, variato, interrotto, sospeso, ripreso. Ogni filo tematico, ogni percorso problematico compare sulla scena del discorso, sfuma, riemerge, arricchito di inedite rifrazioni. Ed è forse proprio la capacità di Eugenio Borgna di suscitare intricate tessiture di significati intorno al nucleo inafferrabile di un enigma, di un’avventura esistenziale, di un’esperienza di dolore o di sofferenza, di angoscia o di follia, a circoscrivere la cifra più peculiare del suo lavoro attuale e del lungo cammino che lo ha condotto alle odierne posizioni. Quanto Borgna ci ha restituito in questi ultimi anni ha infatti alle sue spalle un percorso e un’avventura di oltre quarant’anni, fatti di lezioni universitarie, seminari, conferenze, e poi ancora relazioni a convegni, articoli specialistici, saggi destinati a libri e riviste, interventi di ricerca o di battaglia. Solo una parte di questo immenso lavoro è confluita, a partire dalla fine degli anni ottanta, nei libri con cui si è segnalato all’attenzione di un pubblico sempre più numeroso. Questa serie di libri, ormai celebri e ampiamente discussi, è una vera e propria punta dell’iceberg di un intero continente sommerso in cui è custodito il suo sforzo martellante di approfondimento, di ridefinizione, di verifica, di interrogazione. Un intero continente che rischiava di restare consegnato alle biblioteche e agli archivi di riviste specialistiche e di periodici di argomento psichiatrico, psicologico, medico, talvolta filosofico o teologico. Con questa raccolta si può cominciare a valutare la complessità del pensiero di uno tra i più importanti protagonisti della psichiatria italiana contemporanea..

(source: Bol.com)

Il negoziatore

Disarmo USA-URSS: qualcuno lo vede come fumo negli occhi ed é disposto a tutto pur di evitare il rischio della pace. Una diabolica congiura in cui sono coinvolti personaggi al di sopra di ogni sospetto.
**

Negli occhi dello sciamano

Hernán Mamani ha una storia da raccontare. Una storia intensa e coinvolgente, che parla di risveglio, di rinascita e di conquista di una nuova vita. È un uomo che, nato in un piccolo villaggio andino, ha ceduto alle lusinghe della civiltà occidentale. Ma dopo anni trascorsi a Lima e aver realizzato in parte i suoi sogni di ragazzo, il suo corpo si ribella. Fiaccato da una grave malattia, decide di fare ritorno al suo paese, tra quegli indios che sono la sua gente. Ed è qui che, grazie alle sapienti cure del padre, recupera la salute. Ma la sua ripresa non è solo fisica. Perché grazie a una conoscenza antica che credeva perduta, eredità delle antiche tradizioni sciamaniche, riscopre il potere dei sogni, l’importanza di saper ascoltare il proprio cuore più che la mente e il rispetto per la natura. D’ora in avanti questo sarà il suo credo. E ora che, grazie anche all’incontro con un maestro spirituale andino, ha ritrovato la strada smarrita un tempo, lo attende un compito preciso: diffondere il messaggio che ha fatto proprio, e fornire agli uomini gli strumenti per stringere un nuovo patto con la “Pachamama”, la Madre Terra. Perché solo traendo da essa la forza, il cuore dell’uomo tornerà puro e riscoprirà la vera felicità, contribuendo allo stesso tempo a rendere questo mondo migliore.
(source: Bol.com)

Neghentopia

Un mondo al crepuscolo. Un ragazzino che uccide e che dimentica di farlo. Deserti di polvere, vagabondi notturni, paesaggi sconvolti. Mentre una Bestia misteriosa li insegue, Lucius e il suo passero vanno dritti verso la notte. Senza speranza. Perché il piccolo assassino è tutto ciò che resta dell’umanità, un passaggio di testimone oltre le terre del nulla.
Il testo è corredato da 26 illustrazioni in bianco e nero di Rocco Lombardi. Immagini di grande forza che rendono perfettamente tangibili il mondo allucinato dei personaggi, la tensione della narrazione, la vacuità del deserto.

Nefer. Il segreto della pietra di luce

Nel deserto dell’Alto Egitto, il sole infuocato arroventa le case di un villaggio inaccessibile. Set Maat è il suo nome, “Il Luogo della Verità”. Tra le sue mura inviolabili è racchiusa la Pietra di Luce, il fondamento del potere supremo dei faraoni, la chiave dell’eternità, il Segreto. La custodiscono gli abitanti del villaggio, sacerdoti e artigiani a un tempo, uomini e donne dediti alla ricerca della bellezza e della spiritualità, riuniti in una confraternita di artisti consacrati a un’unica missione: costruire la dimora eterna di Ramses il grande. Tra loro vi è Nefer il Silenzioso, erede di una famiglia di scultori che ancora attende dalla dea Maat la chiamata a lavorare alle tombe dei re.
**

Le nebbie di ravenswood

Inghilterra, 1205
La nebbia si addensa sul castello di Ravenswood, dove Lord Durand, rimasto di recente vedovo, aspetta l’arrivo di Re Giovanni, che sta organizzando un’armata per combattere contro Filippo di Francia. Nella sua solitudine, l’unica consolazione è la presenza di Cristina le Gros, moglie del mercante del villaggio, chiamata a corte come nutrice della figlia neonata. La donna, che è molto apprezzata tra i nobili per le sue capacità di profumiera, ha ottenuto in dono da Durand un prezioso erbario e l’accesso al giardino privato della moglie defunta. Ed è proprio lì, tra fiori rari e piante odorose, che i due scoprono l’intensa attrazione che li unisce, un’attrazione illecita, che entrambi si sforzano di soffocare. Ma quando Cristina viene ingiustamente accusata di furto, Durand è pronto a rinunciare all’onore e alla ricchezza pur di salvarla.

Nebbia sul Naviglio

Le tappe del lungo percorso ‘noir’ di Scerbanenco in venti racconti gialli e neri pubblicati su giornali e riviste tra il 1936 e il 1948 e mai apparsi in volume. Piccoli capolavori sconosciuti che svelano aspetti sorprendenti dell’autore, definito da Oreste del Buono una ‘autentica macchina per scrivere’.

(source: Bol.com)

Neanche gli Dèi

Il ritrovamento, in un laboratorio, di una sostanza che, secondo le nostre leggi fisiche, non può esistere, porta un gruppo di scienziati a entrare in contatto con una razza misteriosa ed evolutissima che abita in una realtà parallela alla nostra. La scoperta provoca in breve una vera e propria rivoluzione nella scienza. Grazie alla collaborazione tra i due universi i terrestri riescono a impadronirsi di una fonte di energia apparentemente inesauribile. Ma chi sono veramente gli esseri misteriosi che si presentano come portatori di benessere? Se sono veramente degli déi benevoli come mai dall’altra parte iniziano ad arrivare enigmatici segnali di pericolo? Un avvincente mistery cosmico nel quale Asimov, per la prima volta, si cimenta con la rappresentazione di creature extraterrestri.
**

Né qui né altrove: Una notte a Bari (Economica Laterza)

È forse il bisogno di riparare all’errore della distrazione il filo rosso che unisce luoghi e personaggi di Né qui né altrove: la storia di un’amicizia al maschile che attraversa il tempo e pone i protagonisti di fronte all’esigenza di archiviare un modo d’essere.Paola Ciccioli, “Panorama”Né qui né altrove è una riflessione sul difficile combinarsi di geografia, tempo e destino: sull’appartenenza e sui confini, sulla memoria e sulle storie.Margherita Losacco, “Alias”L’incontro di tre amici che non si vedevano da vent’anni si trasforma in una notte in giro per la città, tra ricordi e svelamenti, verso una nuova coscienza di sé.Claudia Rocco, “Il Messaggero”La trasformazione di un luogo e con esso della sua gente. L’occasione per recuperare un’istantanea di come eravamo e sovrapporla a cosa si è diventati oggi. Presente e passato, realtà e illusioni.Olga Mugnaini, “La Nazione”Né qui né altrove è una guida sentimentale della città di Bari in forma di romanzo. O anche un romanzo notturno che contiene al suo interno una preziosa mappa emotiva della città. O ancora l’invenzione squisitamente letteraria di un luogo che esiste, ma è altro da quello che scaturisce dalla pagina.Santa Di Salvo, “Il Mattino”Il successo di questo libro sta proprio nel gioco di Carofiglio di illudere il lettore di star ascoltando una confessione sulla sua vita di romanziere per poi, nei punti cruciali, ricordare la sua inclinazione per bugie e menzogne.Francesco Longo, “il Riformista”
**
### Sinossi
È forse il bisogno di riparare all’errore della distrazione il filo rosso che unisce luoghi e personaggi di Né qui né altrove: la storia di un’amicizia al maschile che attraversa il tempo e pone i protagonisti di fronte all’esigenza di archiviare un modo d’essere.Paola Ciccioli, “Panorama”Né qui né altrove è una riflessione sul difficile combinarsi di geografia, tempo e destino: sull’appartenenza e sui confini, sulla memoria e sulle storie.Margherita Losacco, “Alias”L’incontro di tre amici che non si vedevano da vent’anni si trasforma in una notte in giro per la città, tra ricordi e svelamenti, verso una nuova coscienza di sé.Claudia Rocco, “Il Messaggero”La trasformazione di un luogo e con esso della sua gente. L’occasione per recuperare un’istantanea di come eravamo e sovrapporla a cosa si è diventati oggi. Presente e passato, realtà e illusioni.Olga Mugnaini, “La Nazione”Né qui né altrove è una guida sentimentale della città di Bari in forma di romanzo. O anche un romanzo notturno che contiene al suo interno una preziosa mappa emotiva della città. O ancora l’invenzione squisitamente letteraria di un luogo che esiste, ma è altro da quello che scaturisce dalla pagina.Santa Di Salvo, “Il Mattino”Il successo di questo libro sta proprio nel gioco di Carofiglio di illudere il lettore di star ascoltando una confessione sulla sua vita di romanziere per poi, nei punti cruciali, ricordare la sua inclinazione per bugie e menzogne.Francesco Longo, “il Riformista”