4337–4352 di 80678 risultati

Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l’origine dei nostri tempi

Le ricorrenti crisi finanziarie degli ultimi quarant’anni non sono incidenti di percorso, ma riflettono tendenze storiche di lungo periodo. Giovanni Arrighi ha dimostrato che, da secoli, quando la produzione di beni e il commercio non bastano più a garantire alti profitti, l’accumulazione del capitale si sposta nella sfera della finanza e della speculazione. Ne conseguono instabilità economica, incertezza politica e nuovi conflitti sociali, che possono rappresentare il preludio a una svolta epocale negli equilibri globali. Il capitalismo si è evoluto attraverso una sequenza di «lunghi secoli», ciascuno dei quali ha insediato una nuova potenza al centro dell’economia-mondo. Al capitalismo genovese e veneziano seguì nel XVII secolo un ciclo economico olandese, la cui crisi aprì la strada all’impero britannico e infine alla leadership globale degli Stati Uniti. In passato fu l’ascesa della finanza a preannunciare la transizione da un ciclo all’altro: dietro le turbolenze economiche del nostro tempo si cela forse la fine del dominio statunitense? «Il lungo XX secolo» proietta le vicende del Novecento in un quadro storico di lunga durata, che mette in luce il rapporto quasi simbiotico tra il capitalismo e la formazione dello stato moderno. Conduce il lettore attraverso imperi e colonie, porti commerciali e campi di battaglia, colossi industriali e banche internazionali, fin dentro le stanze segrete in cui si incontrano politica e alta finanza, potere e denaro. E a vent’anni dalla prima edizione si conferma un capolavoro di sociologia della storia, indispensabile per comprendere le trasformazioni del presente in una prospettiva sistemica mondiale.

Le ricorrenti crisi finanziarie degli ultimi quarant’anni non sono incidenti di percorso, ma riflettono tendenze storiche di lungo periodo. Giovanni Arrighi ha dimostrato che, da secoli, quando la produzione di beni e il commercio non bastano più a garantire alti profitti, l’accumulazione del capitale si sposta nella sfera della finanza e della speculazione. Ne conseguono instabilità economica, incertezza politica e nuovi conflitti sociali, che possono rappresentare il preludio a una svolta epocale negli equilibri globali. Il capitalismo si è evoluto attraverso una sequenza di «lunghi secoli», ciascuno dei quali ha insediato una nuova potenza al centro dell’economia-mondo. Al capitalismo genovese e veneziano seguì nel XVII secolo un ciclo economico olandese, la cui crisi aprì la strada all’impero britannico e infine alla leadership globale degli Stati Uniti. In passato fu l’ascesa della finanza a preannunciare la transizione da un ciclo all’altro: dietro le turbolenze economiche del nostro tempo si cela forse la fine del dominio statunitense? «Il lungo XX secolo» proietta le vicende del Novecento in un quadro storico di lunga durata, che mette in luce il rapporto quasi simbiotico tra il capitalismo e la formazione dello stato moderno. Conduce il lettore attraverso imperi e colonie, porti commerciali e campi di battaglia, colossi industriali e banche internazionali, fin dentro le stanze segrete in cui si incontrano politica e alta finanza, potere e denaro. E a vent’anni dalla prima edizione si conferma un capolavoro di sociologia della storia, indispensabile per comprendere le trasformazioni del presente in una prospettiva sistemica mondiale.

Only registered users can download this free product.

Il libro dei profumi perduti

Jac L’Étoile è da sempre in fuga dal passato. Ultima erede di una grande e decaduta famiglia di profumieri francesi, è tormentata dal ricordo di un amore perduto e da misteriose visioni innescate dalle fragranze esotiche che respira fin da bambina. Per liberarsene è fuggita a New York, dove lavora come studiosa di mitologia e autrice televisiva. Ma il passato riemerge quando il fratello Robbie, deciso a tentare il tutto per tutto pur di risollevare le sorti della famiglia, le annuncia di aver ritrovato un antico testo, Il libro dei profumi perduti, e alcune tracce del leggendario profumo delle anime gemelle, un’essenza in grado di risvegliare memorie di vite trascorse e fornire così la prova della reincarnazione. È l’inizio di un’avventura sconvolgente che costringerà Jac a fare i conti con i propri fantasmi e ad affrontare oscuri nemici per i quali la posta in gioco non sono i sentimenti, ma il potere. Dall’Egitto di Cleopatra alla Francia rivoluzionaria, dalle montagne del Tibet alle catacombe di Parigi, Il libro dei profumi perduti è un vero e proprio thriller dell’anima, un travolgente susseguirsi di intrighi, passioni e colpi di scena capace di regalare forti emozioni a ogni pagina. **
### Sinossi
Jac L’Étoile è da sempre in fuga dal passato. Ultima erede di una grande e decaduta famiglia di profumieri francesi, è tormentata dal ricordo di un amore perduto e da misteriose visioni innescate dalle fragranze esotiche che respira fin da bambina. Per liberarsene è fuggita a New York, dove lavora come studiosa di mitologia e autrice televisiva. Ma il passato riemerge quando il fratello Robbie, deciso a tentare il tutto per tutto pur di risollevare le sorti della famiglia, le annuncia di aver ritrovato un antico testo, Il libro dei profumi perduti, e alcune tracce del leggendario profumo delle anime gemelle, un’essenza in grado di risvegliare memorie di vite trascorse e fornire così la prova della reincarnazione. È l’inizio di un’avventura sconvolgente che costringerà Jac a fare i conti con i propri fantasmi e ad affrontare oscuri nemici per i quali la posta in gioco non sono i sentimenti, ma il potere. Dall’Egitto di Cleopatra alla Francia rivoluzionaria, dalle montagne del Tibet alle catacombe di Parigi, Il libro dei profumi perduti è un vero e proprio thriller dell’anima, un travolgente susseguirsi di intrighi, passioni e colpi di scena capace di regalare forti emozioni a ogni pagina.

Jac L’Étoile è da sempre in fuga dal passato. Ultima erede di una grande e decaduta famiglia di profumieri francesi, è tormentata dal ricordo di un amore perduto e da misteriose visioni innescate dalle fragranze esotiche che respira fin da bambina. Per liberarsene è fuggita a New York, dove lavora come studiosa di mitologia e autrice televisiva. Ma il passato riemerge quando il fratello Robbie, deciso a tentare il tutto per tutto pur di risollevare le sorti della famiglia, le annuncia di aver ritrovato un antico testo, Il libro dei profumi perduti, e alcune tracce del leggendario profumo delle anime gemelle, un’essenza in grado di risvegliare memorie di vite trascorse e fornire così la prova della reincarnazione. È l’inizio di un’avventura sconvolgente che costringerà Jac a fare i conti con i propri fantasmi e ad affrontare oscuri nemici per i quali la posta in gioco non sono i sentimenti, ma il potere. Dall’Egitto di Cleopatra alla Francia rivoluzionaria, dalle montagne del Tibet alle catacombe di Parigi, Il libro dei profumi perduti è un vero e proprio thriller dell’anima, un travolgente susseguirsi di intrighi, passioni e colpi di scena capace di regalare forti emozioni a ogni pagina. **
### Sinossi
Jac L’Étoile è da sempre in fuga dal passato. Ultima erede di una grande e decaduta famiglia di profumieri francesi, è tormentata dal ricordo di un amore perduto e da misteriose visioni innescate dalle fragranze esotiche che respira fin da bambina. Per liberarsene è fuggita a New York, dove lavora come studiosa di mitologia e autrice televisiva. Ma il passato riemerge quando il fratello Robbie, deciso a tentare il tutto per tutto pur di risollevare le sorti della famiglia, le annuncia di aver ritrovato un antico testo, Il libro dei profumi perduti, e alcune tracce del leggendario profumo delle anime gemelle, un’essenza in grado di risvegliare memorie di vite trascorse e fornire così la prova della reincarnazione. È l’inizio di un’avventura sconvolgente che costringerà Jac a fare i conti con i propri fantasmi e ad affrontare oscuri nemici per i quali la posta in gioco non sono i sentimenti, ma il potere. Dall’Egitto di Cleopatra alla Francia rivoluzionaria, dalle montagne del Tibet alle catacombe di Parigi, Il libro dei profumi perduti è un vero e proprio thriller dell’anima, un travolgente susseguirsi di intrighi, passioni e colpi di scena capace di regalare forti emozioni a ogni pagina.

Only registered users can download this free product.

Il grande libro di Dracula

Dall’epoca in cui la penna di Bram Stoker lo forgiò, Dracula, il Principe delle Tenebre, il più celebre di tutti i vampiri, continua a esercitare un fascino unico e del tutto speciale non solo sui lettori, ma anche su tutti gli scrittori, i registi e gli sceneggiatori che a lui si sono ispirati, creando opere di straordinaria suggestione. Come quelle raccolte in questo volume un’antologia con le storie più tenebrose e inquietanti che siano mai state scritte su una figura entrata ormai nell’immaginario comune. A firmare questi racconti sono penne d eccezione, grandi maestri della Dark Fantasy come Ramsey Campbell, Hugh B. Cave, Thomas Ligotti, Paul J. McAuley, Basii Copper, Christopher Fowler, Nancy Holder, Michael Marshall Smith, Graham Masterton, Kim Newman, Brian Stableford, F. Paul Wilson, Nancy Kilpatrick. Nel volume viene proposta anche una versione del Dracula di Stoker che non è più stata pubblicata dal 1897.

Dall’epoca in cui la penna di Bram Stoker lo forgiò, Dracula, il Principe delle Tenebre, il più celebre di tutti i vampiri, continua a esercitare un fascino unico e del tutto speciale non solo sui lettori, ma anche su tutti gli scrittori, i registi e gli sceneggiatori che a lui si sono ispirati, creando opere di straordinaria suggestione. Come quelle raccolte in questo volume un’antologia con le storie più tenebrose e inquietanti che siano mai state scritte su una figura entrata ormai nell’immaginario comune. A firmare questi racconti sono penne d eccezione, grandi maestri della Dark Fantasy come Ramsey Campbell, Hugh B. Cave, Thomas Ligotti, Paul J. McAuley, Basii Copper, Christopher Fowler, Nancy Holder, Michael Marshall Smith, Graham Masterton, Kim Newman, Brian Stableford, F. Paul Wilson, Nancy Kilpatrick. Nel volume viene proposta anche una versione del Dracula di Stoker che non è più stata pubblicata dal 1897.

Only registered users can download this free product.

Il Gioco E Il Massacro

Esattamente come in “Una e una notte” (1959), anche in questo libro del 1970 due racconti ‒ sono parole di Flaiano ‒ «Si riflettono l’uno nell’altro e si completano, ed è questo il fine che li unisce». Due racconti che parlano di singolari, amare metamor­fosi: quella di Lorenzo Adamante, arredatore e produttore cinematografico, una faccia che ricorda Humphrey Bogart negli ultimi anni, una invincibile vocazione alla battuta gelida e tagliente («Tutto quello che vuole è morire in odore di pubblicità» dice di uno scrittore vanitoso e con smanie mistiche), una diffusa fama di omosessualità che pare misteriosamente dissolversi nella relazione con An­na Bac. E quella di Liza Baldwin, la giovane ricca, bellissima, «certamente kennediana» eppure stanca e sull’orlo della nevrosi, con cui Giorgio Fabro, catapultato a New York per sviluppare il soggetto di un film, va a vivere: per scoprirla poi, con stupore, donna-cane. Il fatto è che, come i suppliziati di una volta, «chiusi in casse dalle quali sporgevano soltanto con la testa», Adamante e Liza si rispecchiano e ci raccontano, per ingannare il tormento, «le loro storie, sempre meno improbabili in una società dove la metamorfosi è una vita di ricambio, tra il gioco e il massacro». **
### Sinossi
Esattamente come in “Una e una notte” (1959), anche in questo libro del 1970 due racconti ‒ sono parole di Flaiano ‒ «Si riflettono l’uno nell’altro e si completano, ed è questo il fine che li unisce». Due racconti che parlano di singolari, amare metamor­fosi: quella di Lorenzo Adamante, arredatore e produttore cinematografico, una faccia che ricorda Humphrey Bogart negli ultimi anni, una invincibile vocazione alla battuta gelida e tagliente («Tutto quello che vuole è morire in odore di pubblicità» dice di uno scrittore vanitoso e con smanie mistiche), una diffusa fama di omosessualità che pare misteriosamente dissolversi nella relazione con An­na Bac. E quella di Liza Baldwin, la giovane ricca, bellissima, «certamente kennediana» eppure stanca e sull’orlo della nevrosi, con cui Giorgio Fabro, catapultato a New York per sviluppare il soggetto di un film, va a vivere: per scoprirla poi, con stupore, donna-cane. Il fatto è che, come i suppliziati di una volta, «chiusi in casse dalle quali sporgevano soltanto con la testa», Adamante e Liza si rispecchiano e ci raccontano, per ingannare il tormento, «le loro storie, sempre meno improbabili in una società dove la metamorfosi è una vita di ricambio, tra il gioco e il massacro».

Esattamente come in “Una e una notte” (1959), anche in questo libro del 1970 due racconti ‒ sono parole di Flaiano ‒ «Si riflettono l’uno nell’altro e si completano, ed è questo il fine che li unisce». Due racconti che parlano di singolari, amare metamor­fosi: quella di Lorenzo Adamante, arredatore e produttore cinematografico, una faccia che ricorda Humphrey Bogart negli ultimi anni, una invincibile vocazione alla battuta gelida e tagliente («Tutto quello che vuole è morire in odore di pubblicità» dice di uno scrittore vanitoso e con smanie mistiche), una diffusa fama di omosessualità che pare misteriosamente dissolversi nella relazione con An­na Bac. E quella di Liza Baldwin, la giovane ricca, bellissima, «certamente kennediana» eppure stanca e sull’orlo della nevrosi, con cui Giorgio Fabro, catapultato a New York per sviluppare il soggetto di un film, va a vivere: per scoprirla poi, con stupore, donna-cane. Il fatto è che, come i suppliziati di una volta, «chiusi in casse dalle quali sporgevano soltanto con la testa», Adamante e Liza si rispecchiano e ci raccontano, per ingannare il tormento, «le loro storie, sempre meno improbabili in una società dove la metamorfosi è una vita di ricambio, tra il gioco e il massacro». **
### Sinossi
Esattamente come in “Una e una notte” (1959), anche in questo libro del 1970 due racconti ‒ sono parole di Flaiano ‒ «Si riflettono l’uno nell’altro e si completano, ed è questo il fine che li unisce». Due racconti che parlano di singolari, amare metamor­fosi: quella di Lorenzo Adamante, arredatore e produttore cinematografico, una faccia che ricorda Humphrey Bogart negli ultimi anni, una invincibile vocazione alla battuta gelida e tagliente («Tutto quello che vuole è morire in odore di pubblicità» dice di uno scrittore vanitoso e con smanie mistiche), una diffusa fama di omosessualità che pare misteriosamente dissolversi nella relazione con An­na Bac. E quella di Liza Baldwin, la giovane ricca, bellissima, «certamente kennediana» eppure stanca e sull’orlo della nevrosi, con cui Giorgio Fabro, catapultato a New York per sviluppare il soggetto di un film, va a vivere: per scoprirla poi, con stupore, donna-cane. Il fatto è che, come i suppliziati di una volta, «chiusi in casse dalle quali sporgevano soltanto con la testa», Adamante e Liza si rispecchiano e ci raccontano, per ingannare il tormento, «le loro storie, sempre meno improbabili in una società dove la metamorfosi è una vita di ricambio, tra il gioco e il massacro».

Only registered users can download this free product.

Il gioco del silenzio

*Una famiglia maledetta. Una villa piena di segreti. Con una sola regola: se parli, muori.*
Cristina era una criminologa, forse la migliore, ma ha lasciato la professione per occuparsi a tempo pieno di suo figlio Leone, che soffre di un disturbo di iperattività. Ma questa è solo la versione ufficiale, che ha creato per ingannare persino se stessa. La verità è che l’ultimo caso della sua carriera l’ha letteralmente distrutta, costringendola a cambiare vita e a rifugiarsi in una routine scandita da rigorose abitudini. Poi, un giorno, il telefono squilla. Uno zio a lei molto caro si è suicidato, nel paese sul lago di Como dove è cresciuta e dal quale è fuggita molti anni prima. Troppi incubi, troppi fantasmi, per Cristina, in quelle acque scure e profonde. Tornare sul lago significa ritrovare suo padre, con il quale ha un rapporto tormentato, e soprattutto rimettere piede nella Villa degli Orologi, la spaventosa tenuta dalla quale i Radlach controllano non solo gli affari di tutta la zona, ma anche le vite di chi vi abita. La donna resiste con ogni forza alla tentazione di indagare sulla morte dello zio, perché intuisce che la verità si annida nel groviglio di segreti che lega la storia della sua famiglia a quella dei Radlach. Ma quando Leone troverà in soffitta un orologio da taschino con una misteriosa dedica, diventerà impossibile non aprire il cassetto doloroso dei ricordi. Tra antiche leggende, strane visioni e pericoli più che reali, Rob Keller costruisce un inarrestabile sistema di ingranaggi narrativi, nel quale le tenebre del lago impallidiscono di fronte a quelle ben più inquietanti dell’animo umano. **
### Sinossi
*Una famiglia maledetta. Una villa piena di segreti. Con una sola regola: se parli, muori.*
Cristina era una criminologa, forse la migliore, ma ha lasciato la professione per occuparsi a tempo pieno di suo figlio Leone, che soffre di un disturbo di iperattività. Ma questa è solo la versione ufficiale, che ha creato per ingannare persino se stessa. La verità è che l’ultimo caso della sua carriera l’ha letteralmente distrutta, costringendola a cambiare vita e a rifugiarsi in una routine scandita da rigorose abitudini. Poi, un giorno, il telefono squilla. Uno zio a lei molto caro si è suicidato, nel paese sul lago di Como dove è cresciuta e dal quale è fuggita molti anni prima. Troppi incubi, troppi fantasmi, per Cristina, in quelle acque scure e profonde. Tornare sul lago significa ritrovare suo padre, con il quale ha un rapporto tormentato, e soprattutto rimettere piede nella Villa degli Orologi, la spaventosa tenuta dalla quale i Radlach controllano non solo gli affari di tutta la zona, ma anche le vite di chi vi abita. La donna resiste con ogni forza alla tentazione di indagare sulla morte dello zio, perché intuisce che la verità si annida nel groviglio di segreti che lega la storia della sua famiglia a quella dei Radlach. Ma quando Leone troverà in soffitta un orologio da taschino con una misteriosa dedica, diventerà impossibile non aprire il cassetto doloroso dei ricordi. Tra antiche leggende, strane visioni e pericoli più che reali, Rob Keller costruisce un inarrestabile sistema di ingranaggi narrativi, nel quale le tenebre del lago impallidiscono di fronte a quelle ben più inquietanti dell’animo umano.

*Una famiglia maledetta. Una villa piena di segreti. Con una sola regola: se parli, muori.*
Cristina era una criminologa, forse la migliore, ma ha lasciato la professione per occuparsi a tempo pieno di suo figlio Leone, che soffre di un disturbo di iperattività. Ma questa è solo la versione ufficiale, che ha creato per ingannare persino se stessa. La verità è che l’ultimo caso della sua carriera l’ha letteralmente distrutta, costringendola a cambiare vita e a rifugiarsi in una routine scandita da rigorose abitudini. Poi, un giorno, il telefono squilla. Uno zio a lei molto caro si è suicidato, nel paese sul lago di Como dove è cresciuta e dal quale è fuggita molti anni prima. Troppi incubi, troppi fantasmi, per Cristina, in quelle acque scure e profonde. Tornare sul lago significa ritrovare suo padre, con il quale ha un rapporto tormentato, e soprattutto rimettere piede nella Villa degli Orologi, la spaventosa tenuta dalla quale i Radlach controllano non solo gli affari di tutta la zona, ma anche le vite di chi vi abita. La donna resiste con ogni forza alla tentazione di indagare sulla morte dello zio, perché intuisce che la verità si annida nel groviglio di segreti che lega la storia della sua famiglia a quella dei Radlach. Ma quando Leone troverà in soffitta un orologio da taschino con una misteriosa dedica, diventerà impossibile non aprire il cassetto doloroso dei ricordi. Tra antiche leggende, strane visioni e pericoli più che reali, Rob Keller costruisce un inarrestabile sistema di ingranaggi narrativi, nel quale le tenebre del lago impallidiscono di fronte a quelle ben più inquietanti dell’animo umano. **
### Sinossi
*Una famiglia maledetta. Una villa piena di segreti. Con una sola regola: se parli, muori.*
Cristina era una criminologa, forse la migliore, ma ha lasciato la professione per occuparsi a tempo pieno di suo figlio Leone, che soffre di un disturbo di iperattività. Ma questa è solo la versione ufficiale, che ha creato per ingannare persino se stessa. La verità è che l’ultimo caso della sua carriera l’ha letteralmente distrutta, costringendola a cambiare vita e a rifugiarsi in una routine scandita da rigorose abitudini. Poi, un giorno, il telefono squilla. Uno zio a lei molto caro si è suicidato, nel paese sul lago di Como dove è cresciuta e dal quale è fuggita molti anni prima. Troppi incubi, troppi fantasmi, per Cristina, in quelle acque scure e profonde. Tornare sul lago significa ritrovare suo padre, con il quale ha un rapporto tormentato, e soprattutto rimettere piede nella Villa degli Orologi, la spaventosa tenuta dalla quale i Radlach controllano non solo gli affari di tutta la zona, ma anche le vite di chi vi abita. La donna resiste con ogni forza alla tentazione di indagare sulla morte dello zio, perché intuisce che la verità si annida nel groviglio di segreti che lega la storia della sua famiglia a quella dei Radlach. Ma quando Leone troverà in soffitta un orologio da taschino con una misteriosa dedica, diventerà impossibile non aprire il cassetto doloroso dei ricordi. Tra antiche leggende, strane visioni e pericoli più che reali, Rob Keller costruisce un inarrestabile sistema di ingranaggi narrativi, nel quale le tenebre del lago impallidiscono di fronte a quelle ben più inquietanti dell’animo umano.

Only registered users can download this free product.

Il giardino delle spezie segrete

Incantevole, magico, emozionante. Vi conquisterà il cuore.
Una storia d’amore può sopravvivere a un terribile segreto?
È il 1665 e nonostante Londra sia sconvolta dall’epidemia di peste, Susannah cresce serena dietro il bancone della farmacia del padre. Circondata da erbe e spezie, la ragazza si dedica all’antica arte di curare con le piante, cercando di inventare sempre nuove pozioni e misture. Cornelius, suo padre, oltre ad averle insegnato tutti i segreti delle piante medicinali, le ha trasmesso il piacere per le buone letture e la passione per la conoscenza.
Il rapporto tra padre e figlia, per anni armonioso e intenso nonostante l’assenza della madre, morta dando alla luce il fratellino di Susannah, finisce il giorno in cui Cornelius decide di risposarsi con la giovane e capricciosa Arabella. Susannah è disperata perché d’un tratto deve dividere le attenzioni e l’affetto del padre con la matrigna che per di
più è prepotente e presuntuosa, come i suoi tre figli.
L’arrivo in città dell’affascinante Henry Savage, un ricco mercante, sembra essere l’occasione per Susannah di emanciparsi da questa situazione e, dopo alcune titubanze, accetta la sua proposta di matrimonio. Ma Henry si rivela un uomo complesso e sfuggente, tormentato da un oscuro passato, i cui segreti a poco a poco iniziano ad affiorare. In una Londra in cui la peste continua a mietere vittime, riuscirà Susannah a curare il proprio cuore e mettere in pratica la conoscenza delle erbe per salvare la sua gente da una terribile calamità?
Una storia emozionante in una Londra assediata dalla peste
Una donna ostinata
Un’arte magica
Un’indimenticabile storia piena di mistero
«Una gioia dei sensi. Con la stessa lingua sensuale del Profumo di Patrick Süskind, Charlotte Betts dà vita a un romanzo che coinvolge e appassiona tutti gli amanti del genere, ambientato in uno dei periodi più conturbanti della storia di Londra.»
Magazine Holiday
«Una grande storia d’amore in un’epoca di guerre, sofferenze e pregiudizi.»
Katherine Webb, autrice di L’eredità segreta
«Romantico e coinvolgente. È uno di quei romanzi che vi farà viaggiare nel tempo.»
Katie Fforde, scrittrice bestseller Sunday Times
Charlotte Betts
Si è occupata di moda, arredamento e gestione immobiliare. Il giardino delle spezie segrete, suo romanzo d’esordio, ha vinto diversi premi ed è stato finalista al Choc Lit’s Best Historical Read.

Incantevole, magico, emozionante. Vi conquisterà il cuore.
Una storia d’amore può sopravvivere a un terribile segreto?
È il 1665 e nonostante Londra sia sconvolta dall’epidemia di peste, Susannah cresce serena dietro il bancone della farmacia del padre. Circondata da erbe e spezie, la ragazza si dedica all’antica arte di curare con le piante, cercando di inventare sempre nuove pozioni e misture. Cornelius, suo padre, oltre ad averle insegnato tutti i segreti delle piante medicinali, le ha trasmesso il piacere per le buone letture e la passione per la conoscenza.
Il rapporto tra padre e figlia, per anni armonioso e intenso nonostante l’assenza della madre, morta dando alla luce il fratellino di Susannah, finisce il giorno in cui Cornelius decide di risposarsi con la giovane e capricciosa Arabella. Susannah è disperata perché d’un tratto deve dividere le attenzioni e l’affetto del padre con la matrigna che per di
più è prepotente e presuntuosa, come i suoi tre figli.
L’arrivo in città dell’affascinante Henry Savage, un ricco mercante, sembra essere l’occasione per Susannah di emanciparsi da questa situazione e, dopo alcune titubanze, accetta la sua proposta di matrimonio. Ma Henry si rivela un uomo complesso e sfuggente, tormentato da un oscuro passato, i cui segreti a poco a poco iniziano ad affiorare. In una Londra in cui la peste continua a mietere vittime, riuscirà Susannah a curare il proprio cuore e mettere in pratica la conoscenza delle erbe per salvare la sua gente da una terribile calamità?
Una storia emozionante in una Londra assediata dalla peste
Una donna ostinata
Un’arte magica
Un’indimenticabile storia piena di mistero
«Una gioia dei sensi. Con la stessa lingua sensuale del Profumo di Patrick Süskind, Charlotte Betts dà vita a un romanzo che coinvolge e appassiona tutti gli amanti del genere, ambientato in uno dei periodi più conturbanti della storia di Londra.»
Magazine Holiday
«Una grande storia d’amore in un’epoca di guerre, sofferenze e pregiudizi.»
Katherine Webb, autrice di L’eredità segreta
«Romantico e coinvolgente. È uno di quei romanzi che vi farà viaggiare nel tempo.»
Katie Fforde, scrittrice bestseller Sunday Times
Charlotte Betts
Si è occupata di moda, arredamento e gestione immobiliare. Il giardino delle spezie segrete, suo romanzo d’esordio, ha vinto diversi premi ed è stato finalista al Choc Lit’s Best Historical Read.

Only registered users can download this free product.

Il Gelo

Novella Yaoi
In un mondo popolato da splendidi e possenti guerrieri il coraggioso giovane duca Lian salva il suo principe dal potente re Thiar.
La sua ricompensa ? Una taglia davvero speciale.
Il doppio del suo peso in oro, purchè venga consegnato a Thiar vivo e intatto.
Il re lo vuole intensamente, ma perché mai vivo e intatto ?
Attenzione
scene di sesso esplicito, consenso dubbio, mpreg **
### Sinossi
Novella Yaoi
In un mondo popolato da splendidi e possenti guerrieri il coraggioso giovane duca Lian salva il suo principe dal potente re Thiar.
La sua ricompensa ? Una taglia davvero speciale.
Il doppio del suo peso in oro, purchè venga consegnato a Thiar vivo e intatto.
Il re lo vuole intensamente, ma perché mai vivo e intatto ?
Attenzione
scene di sesso esplicito, consenso dubbio, mpreg

Novella Yaoi
In un mondo popolato da splendidi e possenti guerrieri il coraggioso giovane duca Lian salva il suo principe dal potente re Thiar.
La sua ricompensa ? Una taglia davvero speciale.
Il doppio del suo peso in oro, purchè venga consegnato a Thiar vivo e intatto.
Il re lo vuole intensamente, ma perché mai vivo e intatto ?
Attenzione
scene di sesso esplicito, consenso dubbio, mpreg **
### Sinossi
Novella Yaoi
In un mondo popolato da splendidi e possenti guerrieri il coraggioso giovane duca Lian salva il suo principe dal potente re Thiar.
La sua ricompensa ? Una taglia davvero speciale.
Il doppio del suo peso in oro, purchè venga consegnato a Thiar vivo e intatto.
Il re lo vuole intensamente, ma perché mai vivo e intatto ?
Attenzione
scene di sesso esplicito, consenso dubbio, mpreg

Only registered users can download this free product.

Il fiume nero

Tredicesimo secolo, antica isola di Sri Lanka. La chiamano «lacrima d’India» per la sua vicinanza al continente indiano, ma il popolo dell’isola non sa che sta per piangere lacrime brucianti: l’invasione dell’esercito del re straniero Magha il Kalinga è fulminea e spietata e l’usurpatore, sanguinario e umorale, risparmia ben poche persone. Tra queste, Asanka, il poeta di corte, che ha salva la vita a una condizione: deve tradurre nella lingua locale lo Shishupala Vadha, il più grande poema epico sanscrito. Un testo amatissimo da Magha, che vuole farne lo strumento per assoggettare anche culturalmente il popolo. Il mondo di Asanka crolla d’un colpo: anche l’amore clandestino con una bellissima serva di palazzo, Sarasi, a cui lui insegnava i segreti della scrittura, ora è in pericolo. Ma accade qualcosa di sorprendente. In un gesto istintivo e non calcolato, Asanka azzarda modifiche significative all’opera e in ogni capitolo che traduce, subito distribuito al popolo, inserisce critiche sempre più feroci all’usurpatore. A poco a poco, l’orgoglio e il desiderio di ribellione del popolo si risvegliano, e i versi divengono un vento crescente che alimenta i focolai di insurrezione. È un gioco sottile e pericoloso, che rischia di mettere a repentaglio tutto ciò a cui Asanka tiene, ma è l’unico gioco che valga la pena giocare, perché Asanka adesso sa che il potere della spada è nullo a confronto con quello della parola

Tredicesimo secolo, antica isola di Sri Lanka. La chiamano «lacrima d’India» per la sua vicinanza al continente indiano, ma il popolo dell’isola non sa che sta per piangere lacrime brucianti: l’invasione dell’esercito del re straniero Magha il Kalinga è fulminea e spietata e l’usurpatore, sanguinario e umorale, risparmia ben poche persone. Tra queste, Asanka, il poeta di corte, che ha salva la vita a una condizione: deve tradurre nella lingua locale lo Shishupala Vadha, il più grande poema epico sanscrito. Un testo amatissimo da Magha, che vuole farne lo strumento per assoggettare anche culturalmente il popolo. Il mondo di Asanka crolla d’un colpo: anche l’amore clandestino con una bellissima serva di palazzo, Sarasi, a cui lui insegnava i segreti della scrittura, ora è in pericolo. Ma accade qualcosa di sorprendente. In un gesto istintivo e non calcolato, Asanka azzarda modifiche significative all’opera e in ogni capitolo che traduce, subito distribuito al popolo, inserisce critiche sempre più feroci all’usurpatore. A poco a poco, l’orgoglio e il desiderio di ribellione del popolo si risvegliano, e i versi divengono un vento crescente che alimenta i focolai di insurrezione. È un gioco sottile e pericoloso, che rischia di mettere a repentaglio tutto ciò a cui Asanka tiene, ma è l’unico gioco che valga la pena giocare, perché Asanka adesso sa che il potere della spada è nullo a confronto con quello della parola

Only registered users can download this free product.

Il filtro. Quello che internet ci nasconde

Ti svegli una mattina e ti trovi in un mondo in cui tutti la pensano come te. Tutti hanno le tue stesse idee politiche, le tue convinzioni religiose, i tuoi gusti culinari. Nessuna discussione con chi la pensa diversamente. Benvenuto nell’era della personalizzazione. Nel dicembre 2009 Google ha cominciato ad alterare i risultati delle ricerche a seconda delle abitudini dei suoi utenti. La corsa a raccogliere la maggior quantità possibile di dati personali su cui customizzare la nostra esperienza online è diventata una guerra che i giganti di internet – Google, Facebook, Apple e Microsoft – stanno combattendo senza tregua. Dietro le quinte, una schiera sempre più folta di società di raccolta dati sta mappando le nostre informazioni personali, dalle preferenze politiche al paio di scarpe che abbiamo adocchiato online, per venderle agli inserzionisti. Il risultato: ognuno vive la propria vita in un mondo fatto a misura di marketing che finisce per diventare costrittivo, ciò che Eli Pariser chiama la “bolla dei filtri”. Un’isola di sole notizie gradevoli, attinenti ai nostri interessi e conformi alle nostre convinzioni, che lascia sempre meno spazio a punti di vista diversi e a incontri inaspettati, limita la scoperta di fonti di creatività e innovazione, e restringe il libero scambio delle idee. Un’invisibile e inquietante rivoluzione che distorce il nostro modo di apprendere, conoscere e informarci, fino a stravolgere la formazione dell’opinione pubblica e il funzionamento della democrazia. **

Ti svegli una mattina e ti trovi in un mondo in cui tutti la pensano come te. Tutti hanno le tue stesse idee politiche, le tue convinzioni religiose, i tuoi gusti culinari. Nessuna discussione con chi la pensa diversamente. Benvenuto nell’era della personalizzazione. Nel dicembre 2009 Google ha cominciato ad alterare i risultati delle ricerche a seconda delle abitudini dei suoi utenti. La corsa a raccogliere la maggior quantità possibile di dati personali su cui customizzare la nostra esperienza online è diventata una guerra che i giganti di internet – Google, Facebook, Apple e Microsoft – stanno combattendo senza tregua. Dietro le quinte, una schiera sempre più folta di società di raccolta dati sta mappando le nostre informazioni personali, dalle preferenze politiche al paio di scarpe che abbiamo adocchiato online, per venderle agli inserzionisti. Il risultato: ognuno vive la propria vita in un mondo fatto a misura di marketing che finisce per diventare costrittivo, ciò che Eli Pariser chiama la “bolla dei filtri”. Un’isola di sole notizie gradevoli, attinenti ai nostri interessi e conformi alle nostre convinzioni, che lascia sempre meno spazio a punti di vista diversi e a incontri inaspettati, limita la scoperta di fonti di creatività e innovazione, e restringe il libero scambio delle idee. Un’invisibile e inquietante rivoluzione che distorce il nostro modo di apprendere, conoscere e informarci, fino a stravolgere la formazione dell’opinione pubblica e il funzionamento della democrazia. **

Only registered users can download this free product.

Il ferro

Al piano terreno d’una vecchia villa toscana, in altri tempi costrutta a emulare la magnificenza medicea e la copia d’acque e di cipressi tiburtina, appare una sala rotonda, arieggiante quella dal Sanzio disegnata per Giulio de’ Medici su la pendice del Monte Mario, fatta di due absidi laterali a pilastri e a nicchie, collegate qui dall’architrave d’una larga apertura rettangolare onde si scopre un vestibolo a tre arcate in vista d’un giardino simmetrico.

Al piano terreno d’una vecchia villa toscana, in altri tempi costrutta a emulare la magnificenza medicea e la copia d’acque e di cipressi tiburtina, appare una sala rotonda, arieggiante quella dal Sanzio disegnata per Giulio de’ Medici su la pendice del Monte Mario, fatta di due absidi laterali a pilastri e a nicchie, collegate qui dall’architrave d’una larga apertura rettangolare onde si scopre un vestibolo a tre arcate in vista d’un giardino simmetrico.

Only registered users can download this free product.

Il Druido supremo di Shannara – 1. Jarka Ruus

Sono passati vent’anni dal viaggio della nave volante Jerle Shannara. Adesso Grianne Ohmsford non si fa più chiamare Strega di Ilse e ha votato la sua vita al progresso delle Quattro Terre mediante lo sfruttamento delle conoscenze dei Druidi, che adesso presiede, e cerca da anni di arrivare a una pace duratura tra i Liberi e la Federazione.
Non tutti, però, la pensano come lei. Sono molti i druidi convinti che il loro destino sia quello di dominare le altre razze. E qualcuno non si limita solo a parlare: Grianne, vittima di un tradimento, scompare senza lasciare traccia. Potrebbe essere l’inizio di una nuova era oscura, ma Tagwen, assistente di Grianne, è deciso a tutto pur di ritrovare la donna e preservare il potere del Druido Supremo. Anche a scendere nelle misteriose terre del Divieto, un mondo dove anticamente gli Elfi esiliarono tutte le creature del male. **
### Sinossi
Sono passati vent’anni dal viaggio della nave volante Jerle Shannara. Adesso Grianne Ohmsford non si fa più chiamare Strega di Ilse e ha votato la sua vita al progresso delle Quattro Terre mediante lo sfruttamento delle conoscenze dei Druidi, che adesso presiede, e cerca da anni di arrivare a una pace duratura tra i Liberi e la Federazione.
Non tutti, però, la pensano come lei. Sono molti i druidi convinti che il loro destino sia quello di dominare le altre razze. E qualcuno non si limita solo a parlare: Grianne, vittima di un tradimento, scompare senza lasciare traccia. Potrebbe essere l’inizio di una nuova era oscura, ma Tagwen, assistente di Grianne, è deciso a tutto pur di ritrovare la donna e preservare il potere del Druido Supremo. Anche a scendere nelle misteriose terre del Divieto, un mondo dove anticamente gli Elfi esiliarono tutte le creature del male.

Sono passati vent’anni dal viaggio della nave volante Jerle Shannara. Adesso Grianne Ohmsford non si fa più chiamare Strega di Ilse e ha votato la sua vita al progresso delle Quattro Terre mediante lo sfruttamento delle conoscenze dei Druidi, che adesso presiede, e cerca da anni di arrivare a una pace duratura tra i Liberi e la Federazione.
Non tutti, però, la pensano come lei. Sono molti i druidi convinti che il loro destino sia quello di dominare le altre razze. E qualcuno non si limita solo a parlare: Grianne, vittima di un tradimento, scompare senza lasciare traccia. Potrebbe essere l’inizio di una nuova era oscura, ma Tagwen, assistente di Grianne, è deciso a tutto pur di ritrovare la donna e preservare il potere del Druido Supremo. Anche a scendere nelle misteriose terre del Divieto, un mondo dove anticamente gli Elfi esiliarono tutte le creature del male. **
### Sinossi
Sono passati vent’anni dal viaggio della nave volante Jerle Shannara. Adesso Grianne Ohmsford non si fa più chiamare Strega di Ilse e ha votato la sua vita al progresso delle Quattro Terre mediante lo sfruttamento delle conoscenze dei Druidi, che adesso presiede, e cerca da anni di arrivare a una pace duratura tra i Liberi e la Federazione.
Non tutti, però, la pensano come lei. Sono molti i druidi convinti che il loro destino sia quello di dominare le altre razze. E qualcuno non si limita solo a parlare: Grianne, vittima di un tradimento, scompare senza lasciare traccia. Potrebbe essere l’inizio di una nuova era oscura, ma Tagwen, assistente di Grianne, è deciso a tutto pur di ritrovare la donna e preservare il potere del Druido Supremo. Anche a scendere nelle misteriose terre del Divieto, un mondo dove anticamente gli Elfi esiliarono tutte le creature del male.

Only registered users can download this free product.

Il Dominio Dello Scorpione

In un futuro immaginario i figli dei leader del mondo sono tenuti in ostaggio per garantire la pace globale.
Un romanzo che terrà i lettori con il fiato sospeso, una narrazione precisa e appassionante, una trama e un intreccio senza precedenti. Le regole dello scorpione, salutato da molti come il miglior fantasy YA dell’anno, si preannuncia come il titolo più caldo della stagione Greta è la duchessa di Halifax e la principessa della Confederazione polare, una superpotenza nata in Canada. Lei però è anche una dei Figli della Pace, i bambini tenuti in ostaggio dal vero dominatore del mondo, Talis, una super intelligenza artificiale.
Gli ostaggi di Talis sono gli elementi chiave di un sistema perverso che limita le guerre nel mondo. Se una delle superpotenze entra in guerra, l’ostaggio corrispondente muore, se la nazione di Greta entra in guerra, Greta perderà la vita.
Questo sistema è perdurato per centinaia di anni, nessuno dei grandi leader vuole vedere il proprio figlio morto assassinato. Greta vive con i figli e le figlie dei leader del mondo, in un luogo chiamato Prefettura, e sarà liberà solo al compimento del diciottesimo anni di età. Greta, come i suoi compagni, saprebbe morire con dignità se occorresse, si è preparata tutta la vita ad adempiere ai suoi doveri di Figlia della pace.
Tutto cambia quando incontra un suo compagno di prigionia, Elian, rampollo della Nuova Alleanza Americana appena arrivato in catene. Elian sfida spesso l’intelligenza artificiale che controlla ogni cosa e spesso viene duramente punito, e Greta non può che essere furiosa perché l’apparente calma della Prefettura è continuamente minacciata. Lentamente però il coraggio di Elian le fa aprire gli occhi sulla brutalità delle regole a cui gli ostaggi sono sottoposti. Così tutto cambia per Greta, anche lei è dotata di una grande forza interiore. La nazione di Elian dichiara guerra a quella di Greta e improvvisamente invade la Prefettura, prendendo tutti in ostaggio. Adesso è Talis a essere furioso e la punizione sarà terribile: questo non può che voler dire che Greta ed Elian saranno uccisi, a meno che Greta non riesca a trovare un modo per salvare entrambi. **
### Sinossi
In un futuro immaginario i figli dei leader del mondo sono tenuti in ostaggio per garantire la pace globale.
Un romanzo che terrà i lettori con il fiato sospeso, una narrazione precisa e appassionante, una trama e un intreccio senza precedenti. Le regole dello scorpione, salutato da molti come il miglior fantasy YA dell’anno, si preannuncia come il titolo più caldo della stagione Greta è la duchessa di Halifax e la principessa della Confederazione polare, una superpotenza nata in Canada. Lei però è anche una dei Figli della Pace, i bambini tenuti in ostaggio dal vero dominatore del mondo, Talis, una super intelligenza artificiale.
Gli ostaggi di Talis sono gli elementi chiave di un sistema perverso che limita le guerre nel mondo. Se una delle superpotenze entra in guerra, l’ostaggio corrispondente muore, se la nazione di Greta entra in guerra, Greta perderà la vita.
Questo sistema è perdurato per centinaia di anni, nessuno dei grandi leader vuole vedere il proprio figlio morto assassinato. Greta vive con i figli e le figlie dei leader del mondo, in un luogo chiamato Prefettura, e sarà liberà solo al compimento del diciottesimo anni di età. Greta, come i suoi compagni, saprebbe morire con dignità se occorresse, si è preparata tutta la vita ad adempiere ai suoi doveri di Figlia della pace.
Tutto cambia quando incontra un suo compagno di prigionia, Elian, rampollo della Nuova Alleanza Americana appena arrivato in catene. Elian sfida spesso l’intelligenza artificiale che controlla ogni cosa e spesso viene duramente punito, e Greta non può che essere furiosa perché l’apparente calma della Prefettura è continuamente minacciata. Lentamente però il coraggio di Elian le fa aprire gli occhi sulla brutalità delle regole a cui gli ostaggi sono sottoposti. Così tutto cambia per Greta, anche lei è dotata di una grande forza interiore. La nazione di Elian dichiara guerra a quella di Greta e improvvisamente invade la Prefettura, prendendo tutti in ostaggio. Adesso è Talis a essere furioso e la punizione sarà terribile: questo non può che voler dire che Greta ed Elian saranno uccisi, a meno che Greta non riesca a trovare un modo per salvare entrambi.

In un futuro immaginario i figli dei leader del mondo sono tenuti in ostaggio per garantire la pace globale.
Un romanzo che terrà i lettori con il fiato sospeso, una narrazione precisa e appassionante, una trama e un intreccio senza precedenti. Le regole dello scorpione, salutato da molti come il miglior fantasy YA dell’anno, si preannuncia come il titolo più caldo della stagione Greta è la duchessa di Halifax e la principessa della Confederazione polare, una superpotenza nata in Canada. Lei però è anche una dei Figli della Pace, i bambini tenuti in ostaggio dal vero dominatore del mondo, Talis, una super intelligenza artificiale.
Gli ostaggi di Talis sono gli elementi chiave di un sistema perverso che limita le guerre nel mondo. Se una delle superpotenze entra in guerra, l’ostaggio corrispondente muore, se la nazione di Greta entra in guerra, Greta perderà la vita.
Questo sistema è perdurato per centinaia di anni, nessuno dei grandi leader vuole vedere il proprio figlio morto assassinato. Greta vive con i figli e le figlie dei leader del mondo, in un luogo chiamato Prefettura, e sarà liberà solo al compimento del diciottesimo anni di età. Greta, come i suoi compagni, saprebbe morire con dignità se occorresse, si è preparata tutta la vita ad adempiere ai suoi doveri di Figlia della pace.
Tutto cambia quando incontra un suo compagno di prigionia, Elian, rampollo della Nuova Alleanza Americana appena arrivato in catene. Elian sfida spesso l’intelligenza artificiale che controlla ogni cosa e spesso viene duramente punito, e Greta non può che essere furiosa perché l’apparente calma della Prefettura è continuamente minacciata. Lentamente però il coraggio di Elian le fa aprire gli occhi sulla brutalità delle regole a cui gli ostaggi sono sottoposti. Così tutto cambia per Greta, anche lei è dotata di una grande forza interiore. La nazione di Elian dichiara guerra a quella di Greta e improvvisamente invade la Prefettura, prendendo tutti in ostaggio. Adesso è Talis a essere furioso e la punizione sarà terribile: questo non può che voler dire che Greta ed Elian saranno uccisi, a meno che Greta non riesca a trovare un modo per salvare entrambi. **
### Sinossi
In un futuro immaginario i figli dei leader del mondo sono tenuti in ostaggio per garantire la pace globale.
Un romanzo che terrà i lettori con il fiato sospeso, una narrazione precisa e appassionante, una trama e un intreccio senza precedenti. Le regole dello scorpione, salutato da molti come il miglior fantasy YA dell’anno, si preannuncia come il titolo più caldo della stagione Greta è la duchessa di Halifax e la principessa della Confederazione polare, una superpotenza nata in Canada. Lei però è anche una dei Figli della Pace, i bambini tenuti in ostaggio dal vero dominatore del mondo, Talis, una super intelligenza artificiale.
Gli ostaggi di Talis sono gli elementi chiave di un sistema perverso che limita le guerre nel mondo. Se una delle superpotenze entra in guerra, l’ostaggio corrispondente muore, se la nazione di Greta entra in guerra, Greta perderà la vita.
Questo sistema è perdurato per centinaia di anni, nessuno dei grandi leader vuole vedere il proprio figlio morto assassinato. Greta vive con i figli e le figlie dei leader del mondo, in un luogo chiamato Prefettura, e sarà liberà solo al compimento del diciottesimo anni di età. Greta, come i suoi compagni, saprebbe morire con dignità se occorresse, si è preparata tutta la vita ad adempiere ai suoi doveri di Figlia della pace.
Tutto cambia quando incontra un suo compagno di prigionia, Elian, rampollo della Nuova Alleanza Americana appena arrivato in catene. Elian sfida spesso l’intelligenza artificiale che controlla ogni cosa e spesso viene duramente punito, e Greta non può che essere furiosa perché l’apparente calma della Prefettura è continuamente minacciata. Lentamente però il coraggio di Elian le fa aprire gli occhi sulla brutalità delle regole a cui gli ostaggi sono sottoposti. Così tutto cambia per Greta, anche lei è dotata di una grande forza interiore. La nazione di Elian dichiara guerra a quella di Greta e improvvisamente invade la Prefettura, prendendo tutti in ostaggio. Adesso è Talis a essere furioso e la punizione sarà terribile: questo non può che voler dire che Greta ed Elian saranno uccisi, a meno che Greta non riesca a trovare un modo per salvare entrambi.

Only registered users can download this free product.

Il doge

Only registered users can download this free product.

Il diritto di opporsi

**Il libro da cui è tratto il film omonimo con Michael B. Jordan, Jamie Foxx e Brie Larson.**
Bryan Stevenson era un giovane avvocato da poco laureatosi a Harvard quando decise di trasferirsi a Montgomery, in Alabama, e fondare la Equal Justice Initiative, un’organizzazione senza scopo di lucro impegnata a porre fine all’incarcerazione di massa e alle pene estreme, a sfidare l’ingiustizia razziale ed economica e a proteggere i diritti umani fondamentali delle persone più deboli e vulnerabili. Al resoconto della sua formazione Stevenson intreccia le storie delle persone che ha difeso e che lo hanno condotto in un groviglio di cospirazioni, macchinazioni politiche, inganni legali e razzismo diffuso, modificando profondamente la sua concezione della giustizia. Tra i vari casi spicca quello di Walter McMillian, un afroamericano condannato a morte per l’omicidio di una ragazza bianca, nonostante innumerevoli prove dimostrassero la sua innocenza.
*Il diritto di opporsi* è un’indimenticabile testimonianza del coraggio, della perseveranza e dell’umanità necessarie a perseguire una giustizia più equa, ma anche una struggente denuncia contro la pena di morte.
Da questo libro, un bestseller da un milione e mezzo di copie vendute che da duecento settimane è ai vertici delle classifiche americane, è stato tratto il film con Michael B. Jordan, Jamie Foxx e Brie Larson.
**«Nessun avvocato, dopo Atticus Finch, ha fatto una tale differenza nel Sud degli Stati Uniti… *Il diritto di opporsi* è la sua potente storia».
John Grisham**
**«Bryan Stevenson è il Nelson Mandela americano, un brillante avvocato che combatte con coraggio per garantire giustizia per tutti. *Il diritto di opporsi* dovrebbe essere letto in ogni paese civile del mondo per scoprire cosa succede quando vendetta e punizione sostituiscono giustizia e misericordia».
Desmond Tutu, premio Nobel per la pace**
**«Il libro più toccante e potente mai scritto sulla pena di morte».
«Financial Times»**
**«Commovente come *Il buio oltre la siepe* ».
«The New York Review of Books»**

**Il libro da cui è tratto il film omonimo con Michael B. Jordan, Jamie Foxx e Brie Larson.**
Bryan Stevenson era un giovane avvocato da poco laureatosi a Harvard quando decise di trasferirsi a Montgomery, in Alabama, e fondare la Equal Justice Initiative, un’organizzazione senza scopo di lucro impegnata a porre fine all’incarcerazione di massa e alle pene estreme, a sfidare l’ingiustizia razziale ed economica e a proteggere i diritti umani fondamentali delle persone più deboli e vulnerabili. Al resoconto della sua formazione Stevenson intreccia le storie delle persone che ha difeso e che lo hanno condotto in un groviglio di cospirazioni, macchinazioni politiche, inganni legali e razzismo diffuso, modificando profondamente la sua concezione della giustizia. Tra i vari casi spicca quello di Walter McMillian, un afroamericano condannato a morte per l’omicidio di una ragazza bianca, nonostante innumerevoli prove dimostrassero la sua innocenza.
*Il diritto di opporsi* è un’indimenticabile testimonianza del coraggio, della perseveranza e dell’umanità necessarie a perseguire una giustizia più equa, ma anche una struggente denuncia contro la pena di morte.
Da questo libro, un bestseller da un milione e mezzo di copie vendute che da duecento settimane è ai vertici delle classifiche americane, è stato tratto il film con Michael B. Jordan, Jamie Foxx e Brie Larson.
**«Nessun avvocato, dopo Atticus Finch, ha fatto una tale differenza nel Sud degli Stati Uniti… *Il diritto di opporsi* è la sua potente storia».
John Grisham**
**«Bryan Stevenson è il Nelson Mandela americano, un brillante avvocato che combatte con coraggio per garantire giustizia per tutti. *Il diritto di opporsi* dovrebbe essere letto in ogni paese civile del mondo per scoprire cosa succede quando vendetta e punizione sostituiscono giustizia e misericordia».
Desmond Tutu, premio Nobel per la pace**
**«Il libro più toccante e potente mai scritto sulla pena di morte».
«Financial Times»**
**«Commovente come *Il buio oltre la siepe* ».
«The New York Review of Books»**

Only registered users can download this free product.

Il dio del massacro

Fin dalle primissime battute di questa commedia al tempo stesso esilarante e feroce appare chiaro perché Roman Polanski abbia deciso di portarla sullo schermo – e perché attori come Isabelle Huppert, Ralph Fiennes e James Gandolfini abbiano voluto interpretarla a teatro. Poche volte, infatti, un autore è stato capace di squarciare con altrettanto soave crudeltà i veli destinati a ricoprire la costitutiva barbarie della creatura umana. Nel lindo, assennato salotto borghese in cui due coppie di genitori si incontrano per cercare di risolvere, da persone adulte e civili quali essi ritengono di essere, una questione in fondo di poco conto (una lite scoppiata ai giardinetti tra i rispettivi figli), vediamo sgretolarsi a poco a poco le maschere di benevolenza, tolleranza, buona creanza, e di correttezza politica, apertura mentale, dirittura morale; e sotto quelle maschere apparire il ghigno del nume efferato e oscuro che ci governa sin dalla notte dei tempi: il dio del massacro, appunto. Con uno humour corrosivo e una sorta di noncurante cinismo (e senza mai assumere il tono del moralista), in una lingua volutamente media, che sfodera tutto il suo micidiale potere, Yasmina Reza costruisce un brillante psicodramma, porgendo allo spettatore (e al lettore) uno specchio deformante nel quale scoprirà, non senza un acido imbarazzo, qualcosa che lo riguarda molto da vicino.

Fin dalle primissime battute di questa commedia al tempo stesso esilarante e feroce appare chiaro perché Roman Polanski abbia deciso di portarla sullo schermo – e perché attori come Isabelle Huppert, Ralph Fiennes e James Gandolfini abbiano voluto interpretarla a teatro. Poche volte, infatti, un autore è stato capace di squarciare con altrettanto soave crudeltà i veli destinati a ricoprire la costitutiva barbarie della creatura umana. Nel lindo, assennato salotto borghese in cui due coppie di genitori si incontrano per cercare di risolvere, da persone adulte e civili quali essi ritengono di essere, una questione in fondo di poco conto (una lite scoppiata ai giardinetti tra i rispettivi figli), vediamo sgretolarsi a poco a poco le maschere di benevolenza, tolleranza, buona creanza, e di correttezza politica, apertura mentale, dirittura morale; e sotto quelle maschere apparire il ghigno del nume efferato e oscuro che ci governa sin dalla notte dei tempi: il dio del massacro, appunto. Con uno humour corrosivo e una sorta di noncurante cinismo (e senza mai assumere il tono del moralista), in una lingua volutamente media, che sfodera tutto il suo micidiale potere, Yasmina Reza costruisce un brillante psicodramma, porgendo allo spettatore (e al lettore) uno specchio deformante nel quale scoprirà, non senza un acido imbarazzo, qualcosa che lo riguarda molto da vicino.

Only registered users can download this free product.