43345–43360 di 66541 risultati

I peccati di Callander Square

In una delle silenziose, esclusive piazze della Londra migliore in una giornata autunnale mite e leggermente nebbiosa due giardinieri che scavano per piantare un albero, trovano i resti di due bambini. L’ispettore Pitt innamoratissimo della bella Charlotte, conosciuta nell’inchiesta precedente, è incaricato di far luce sull’orrendo caso che ha palesemente attinenza con la bella società. Per fortuna che ad aiutarlo, nel labirinto di una Londra ottocentesca perbenista di facciata e goticamente orrenda in privato, sono sua moglie e la cognata Emily intrepide collezioniste di pettegolezzi, scandalucci, segreti e peccati veniali e magari capitali.

I peccati di Callander Square

In una delle silenziose, esclusive piazze della Londra migliore in una giornata autunnale mite e leggermente nebbiosa due giardinieri che scavano per piantare un albero, trovano i resti di due bambini. L’ispettore Pitt innamoratissimo della bella Charlotte, conosciuta nell’inchiesta precedente, è incaricato di far luce sull’orrendo caso che ha palesemente attinenza con la bella società. Per fortuna che ad aiutarlo, nel labirinto di una Londra ottocentesca perbenista di facciata e goticamente orrenda in privato, sono sua moglie e la cognata Emily intrepide collezioniste di pettegolezzi, scandalucci, segreti e peccati veniali e magari capitali.

Pecador: Flor de Cuba

Cresciuto per le strade di Little Havana, dopo un’adolescenza turbolenta e una veloce ascesa nel mondo della criminalità organizzata, Rafael Guerrera si ritrova a soli ventisette anni a gestire un impero, come il più giovane narcotrafficante di Miami.
Affascinante seduttore, insolente e prepotente, amante del lusso e del denaro, ma soprattutto un assassino a sangue freddo, Rafael ha sempre tenuto fede a un’unica promessa: mai fare del male a donne e bambini.
A causa di un processo imminente, è però costretto a trasgredire alla sua promessa e ordina ai suoi uomini di rapire Madalena De La Cruz, figlia di un boss rivale e unica testimone di un duplice omicidio commesso dal braccio destro del clan Guerrera, Santi Pacheco.
Pur di non far testimoniare la ragazza in tribunale e lasciarle distruggere il suo clan, Rafael decide di tenerla in ostaggio fino alla fine del processo.
Quando i suoi uomini gli portano una giovane donna, bella come un angelo, innocente e fragile, Rafael rimane sconvolto. E il suo impero comincia a crollare, ma non per quello che aveva temuto: soltanto a causa dell’amore per una donna, l’unica che non avrebbe mai dovuto amare e l’unica che non potrà mai avere.
***Nota: Per gli argomenti trattati, il linguaggio e per le esplicite scene di sesso e violenza, il romanzo è consigliato a un pubblico adulto e consapevole.***
“Pecador” è un crime romance che parla d’amore, di violenza, di peccato e sangue, con scene di adrenalina pura e passione sfrenata. Il romanzo è autoconclusivo, quindi può essere letto come volume unico. In seguito verranno pubblicati vari spin-off, prequel e sequel.
Ispirato a Romeo e Giulietta, è la storia d’amore fra due giovani che dovrebbero odiarsi, ma che il destino fa innamorare, per sconvolgere le loro vite.
Il punto di vista di Rafael è descritto da Connie Furnari.
Il punto di vista di Madalena è descritto da Aura Conte.
Serie PECADOR – per ordine temporale:
1) Jaguar – spin off prequel scritto da Connie Furnari.
2) Pecador: Flor de Cuba (libro 1): scritto da Aura Conte e Connie Furnari.
3) Damaged – spin off sequel scritto da Aura Conte.
4) Pecador: Amor y Muerte (libro 2): scritto da Aura Conte e Connie Furnari.
**
### Sinossi
Cresciuto per le strade di Little Havana, dopo un’adolescenza turbolenta e una veloce ascesa nel mondo della criminalità organizzata, Rafael Guerrera si ritrova a soli ventisette anni a gestire un impero, come il più giovane narcotrafficante di Miami.
Affascinante seduttore, insolente e prepotente, amante del lusso e del denaro, ma soprattutto un assassino a sangue freddo, Rafael ha sempre tenuto fede a un’unica promessa: mai fare del male a donne e bambini.
A causa di un processo imminente, è però costretto a trasgredire alla sua promessa e ordina ai suoi uomini di rapire Madalena De La Cruz, figlia di un boss rivale e unica testimone di un duplice omicidio commesso dal braccio destro del clan Guerrera, Santi Pacheco.
Pur di non far testimoniare la ragazza in tribunale e lasciarle distruggere il suo clan, Rafael decide di tenerla in ostaggio fino alla fine del processo.
Quando i suoi uomini gli portano una giovane donna, bella come un angelo, innocente e fragile, Rafael rimane sconvolto. E il suo impero comincia a crollare, ma non per quello che aveva temuto: soltanto a causa dell’amore per una donna, l’unica che non avrebbe mai dovuto amare e l’unica che non potrà mai avere.
***Nota: Per gli argomenti trattati, il linguaggio e per le esplicite scene di sesso e violenza, il romanzo è consigliato a un pubblico adulto e consapevole.***
“Pecador” è un crime romance che parla d’amore, di violenza, di peccato e sangue, con scene di adrenalina pura e passione sfrenata. Il romanzo è autoconclusivo, quindi può essere letto come volume unico. In seguito verranno pubblicati vari spin-off, prequel e sequel.
Ispirato a Romeo e Giulietta, è la storia d’amore fra due giovani che dovrebbero odiarsi, ma che il destino fa innamorare, per sconvolgere le loro vite.
Il punto di vista di Rafael è descritto da Connie Furnari.
Il punto di vista di Madalena è descritto da Aura Conte.
Serie PECADOR – per ordine temporale:
1) Jaguar – spin off prequel scritto da Connie Furnari.
2) Pecador: Flor de Cuba (libro 1): scritto da Aura Conte e Connie Furnari.
3) Damaged – spin off sequel scritto da Aura Conte.
4) Pecador: Amor y Muerte (libro 2): scritto da Aura Conte e Connie Furnari.
### L’autore
Aura Conte è nata a Messina nel 1983 ed è laureata presso la facoltà di Scienze della Formazione. Scrive libri multi-genere sia in italiano che in inglese, spaziando dai romanzi storici a quelli fantasy. Non è sposata, non ha figli ma è dipendente da internet, social media e letture in lingua originale. Ha pubblicato il suo primo libro nel 2009 (“Purpureo Re-Birth”) e di recente, ha pubblicato in seconda edizione un suo romanzo storico “La sposa del capitano” con Libro/mania (progetto editoriale di De Agostini e Newton Compton). Sito ufficiale: auraconte.com Connie Furnari è nata a Catania. Laureata in lettere, appassionata di cinema, pittura e film d’animazione, è un’autrice Rizzoli. Ha pubblicato con varie case editrici, in self publishing e ha vinto diversi premi letterari. È una scrittrice multi-genere, predilige scrivere il fantasy e il paranormal, ma si dedica anche al romance, al thriller, alla narrativa per bambini e ragazzi, e ad altri generi letterari. Tutte le sue opere sono facilmente reperibili on line, sia in digitale che in cartaceo. Vive tra centinaia di libri e dvd, ed è presente nei social network. Ama leggere, disegnare manga, e dipingere quadri.

La paziente

Genova, 1942.

Un colonnello dei carabinieri tormentato da

un rimorso divorante.

Un giovane psichiatra tedesco dagli occhi

azzurrissimi e profondi, che nasconde un indicibile

segreto.

Un tetro manicomio, nella pace delle colline

che si affacciano sul mare.

Una donna bellissima e molto amata, preda

di un demone oscuro che la induce a dipingere

sul muro con il suo stesso sangue.

Una serie di omicidi efferati.

L’ombra della guerra, che si allunga su tutti

come l’ala nera di una più grande follia.

E la TEC, appena diventata di moda: terapia

elettroconvulsivante. Elettroshock.

Occhi imploranti, occhi spietati, occhi spalancati

per il terrore.

C’è poco tempo per fermare la follia che

cresce…

Quello che avete tra le mani è un romanzo

dal ritmo serrato, che mozza il fiato, e un’indagine

appassionata e dolente sulle menzogne

dell’animo umano e sul coraggio necessario

a svelarle.

È un rigoroso romanzo storico e insieme un

libro più che mai contemporaneo per la forza

delle sue immagini, vivide come in un film

sul grande schermo. È un thriller che scava

nelle profondità dell’amore e della paura,

senza chiudere gli occhi davanti a nulla.

(source: Bol.com)

La paziente n. 9

Genova, 1942. Un colonnello dei carabinieri tormentato da un rimorso divorante. Un giovane psichiatra tedesco dagli occhi azzurrissimi e profondi, che nasconde un indicibile segreto. Un tetro manicomio, nella pace delle colline che si affacciano sul mare. Una donna bellissima e molto amata, preda di un demone oscuro che la induce a dipingere sul muro con il suo stesso sangue. Una serie di omicidi efferati. L’ombra della guerra, che si allunga su tutti come l’ala nera di una più grande follia. E la TEC, appena diventata di moda: terapia elettroconvulsivante. Elettroshock. Occhi imploranti, occhi spietati, occhi spalancati per il terrore. C’è poco tempo per fermare la follia che cresce. Quello che avete tra le mani è un romanzo dal ritmo serrato, che mozza il fiato, e un’indagine appassionata e dolente sulle menzogne dell’animo umano e sul coraggio necessario a svelarle. È un rigoroso romanzo storico e insieme un libro più che mai contemporaneo per la forza delle sue immagini, che scava nelle profondità dell’amore e della paura, senza chiudere gli occhi davanti a nulla.
**

La paura

«La grande novità di questo romanzo, il cui titolo rappresentava già di per sé una sfida, era il fatto che nelle sue pagine si diceva: ho paura». Co­sì scriveva l’autore presentando, a vent’an­ni di distanza dalla sua uscita, una nuova e­di­zione dell’opera «infamante» che nel 1939, alla vigilia di un’altra guerra, era stata pu­dicamente ritirata dalle librerie. Eppure, se La paura è un libro unico, diver­so da tutti quelli pubblicati a caldo per denunciare la barbarie della prima guerra mondiale, non è solo a causa dell’in­solenza con cui dà voce a ciò che a detta di molti andrebbe taciuto: lo è anche, e soprat­tutto, per la forza vi­sio­naria della scrittura. Fin dalle prime pagine, infatti, si resta sbalorditi di fronte all’efficacia di Che­vallier, il quale (accompagnando il suo alter ego dal tragicomico «carnevale» dell’arruolamento all’impat­to con i campi di bat­taglia, dal lungo ricovero in ospedale al ri­torno al fronte, fino al lugubre silenzio che sembra avvolgere la terra intera dopo il «Cessate il fuoco!») sa coniugare con mano saldissima la verità impietosa della testi­monianza con la forza affabulatrice del ro­manzo. E riesce, condensandoli in una lin­gua di purezza estrema a farci percepire, quasi fisicamente, l’or­rore, lo sgomento e la di­spe­ra­zione; a farci vedere l’«esplo­sione di luce irreale» dei razzi, i cadaveri dilaniati, il «labirinto silenzioso e desolato delle trin­cee»; ad alternare l’asprez­za delle rifles­sioni del narratore alla vivacità autentica­mente plebea delle conversazioni; a met­tere in scena la vanità grottesca degli ufficiali, le vigliaccherie di alcuni e l’eroi­smo di molti; a farci condi­videre la cocciuta voglia di vivere e l’osses­siva paura di morire di tutti – e a svelare, in episodi narrati con caustica ironia, i mec­canismi perversi che regolano, nel corso di un conflitto, i rapporti tra chi comanda e chi può sol­tanto obbedire.

Paura

Irene Wagner, bella viennese della migliore borghesia e moglie di un noto penalista, sta scendendo rapida le scale di una casa non sua dopo aver fatto visita all’amante, un giovane pianista. Ma lì, su un pianerottolo, il fato la attende sotto le spoglie di una sordida ricattatrice. Quella donna sa tutto di lei. E Irene cede, e paga. Da quel momento comincia l’incubo: le richieste di denaro aumentano vertiginosamente, e lo sguardo indagatore del marito, l’avvocato Wagner, ormai la atterrisce – certo sospetta qualcosa, forse ha subodorato l’inganno. E quello che le ha fatto notare un giorno, come per caso, raccontandole delle sue esperienze professionali, è atrocemente vero: il colpevole soffre più per la paura di essere scoperto, per l’ansia di dover nascondere il delitto, che non per il terrore del castigo – la pena, anzi, è catartica. Che fosse un tacito invito alla confessione? Maestro della suspense, Zweig pedina l’adultera, tormentata dalla ricattatrice non meno che da se stessa e divisa fra angoscia e rimorso; ne mette a nudo la psicologia, ne dipinge gli incubi, ne svela le riflessioni, tra passi falsi, decisioni sempre rinviate e scene isteriche all’amante, da lei ritenuto complice della ricattatrice: sino al coup de théâtre finale – del quale, per una volta, non sarà inopportuno dire che toglie il respiro.

Il patto. Rex Deus. L’armata del diavolo (Rex Deus Saga Vol. 1)

Dal vincitore della 60a edizione del Premio Bancarella
1 luglio 1544. L’armata del corsaro Khayr al-Dīn Barbarossa, grand’ammiraglio della flotta ottomana, mette a ferro e fuoco l’isola d’Elba. Lo scopo è la liberazione di un ragazzo turco, tenuto in ostaggio da dieci anni. Il giovane è il figlio di Sinan il Giudeo, generale delle galee barbaresche, e risiede nell’isola sotto la custodia del principe di Piombino. Il Barbarossa lo rivuole indietro per indurre Sinan a rivelargli un mistero tramandato dai tempi di Gesù, il Rex Deus, di cui è venuto a conoscenza durante le sue scorrerie nei mari. Se fosse svelato, sarebbe in grado di far tremare le fondamenta della religione cristiana. Il figlio di Sinan, battezzato con il nome di Cristiano d’Hercole, si troverà così, senza volerlo, al centro di un pericoloso gioco di intrighi, vendette e tradimenti…
Marcello Simoni
(Comacchio, 1975), ex archeologo, laureato in Lettere, lavora come bibliotecario. Ha pubblicato diversi saggi storici, ha partecipato all’antologia 365 racconti horror per un anno, a cura di Franco Forte (2011). Altri suoi racconti sono usciti per la rivista letteraria «Writers Magazine Italia». Il suo primo romanzo, Il mercante di libri maledetti (pubblicato in Spagna nel 2010 con il titolo El secreto de los cuatro ángeles), ha riscosso un grandissimo successo di pubblico e di critica: è stato tradotto in undici Paesi, ha vinto il Premio Bancarella 2012 e il Premio Emilio Salgari 2012 ed è candidato al Premio Fiesole 2012.
**
### Sinossi
Dal vincitore della 60a edizione del Premio Bancarella
1 luglio 1544. L’armata del corsaro Khayr al-Dīn Barbarossa, grand’ammiraglio della flotta ottomana, mette a ferro e fuoco l’isola d’Elba. Lo scopo è la liberazione di un ragazzo turco, tenuto in ostaggio da dieci anni. Il giovane è il figlio di Sinan il Giudeo, generale delle galee barbaresche, e risiede nell’isola sotto la custodia del principe di Piombino. Il Barbarossa lo rivuole indietro per indurre Sinan a rivelargli un mistero tramandato dai tempi di Gesù, il Rex Deus, di cui è venuto a conoscenza durante le sue scorrerie nei mari. Se fosse svelato, sarebbe in grado di far tremare le fondamenta della religione cristiana. Il figlio di Sinan, battezzato con il nome di Cristiano d’Hercole, si troverà così, senza volerlo, al centro di un pericoloso gioco di intrighi, vendette e tradimenti…
Marcello Simoni
(Comacchio, 1975), ex archeologo, laureato in Lettere, lavora come bibliotecario. Ha pubblicato diversi saggi storici, ha partecipato all’antologia 365 racconti horror per un anno, a cura di Franco Forte (2011). Altri suoi racconti sono usciti per la rivista letteraria «Writers Magazine Italia». Il suo primo romanzo, Il mercante di libri maledetti (pubblicato in Spagna nel 2010 con il titolo El secreto de los cuatro ángeles), ha riscosso un grandissimo successo di pubblico e di critica: è stato tradotto in undici Paesi, ha vinto il Premio Bancarella 2012 e il Premio Emilio Salgari 2012 ed è candidato al Premio Fiesole 2012.

Patto di sangue

Tutto ha inizio con una telefonata che nessuna figlia vorrebbe mai ricevere. L’investigatrice privata Vicki Nelson viene a sapere che sua madre è morta. La Nelson, che lavora come segretaria al Dipartimento di Scienze della Queen’s University, è informata dal suo superiore che la causa della morte è stata attribuita a un attacco cardiaco, e che adesso lei è attesa a Kingston per il funerale. Ma quella che comincia come una normale tragedia personale diventa però il caso più spaventoso di tutta la carriera di Vicki. Infatti, quando Vicki arriva a Kingston scopre che il corpo della defunta Marjory Nelson è misteriosamente scomparso dall’agenzia di pompe funebri dove si trovava. Vicki, il vampiro Henry Fitzroy, suo collega di indagini e a volte amante, e il suo ex collega della Squadra Omicidi, il detective Mike Celluci, sono allora costretti a indagare per capire le ragioni di cosa si nasconda dietro quell’incredibile rapimento.
**

Il patto di lucidità o l’intelligenza del male

Se il terrorismo è il male, è di comprendere il male che abbiamo bisogno. Il testo indica dunque contemporaneamente la comprensione che dobbiamo avere del dispiegarsi del male nella natura e nella storia ma anche l’astuzia di cui possono dar prova coloro che sono l’incarnazione stessa del male: i terroristi. L’autore propone così il suo “patto di lucidità”, che dovrebbe liberarci dall’illusione di poter sradicare una volta per sempre il male da questo mondo, magari usando guerra e repressione.
**

Il patto dell’onice nera

Il mondo di Sibylle va in frantumi quando Claude, il marito, le chiede il divorzio. Grazie al sostegno delle sue tre strambe amiche riprende in mano la vita e ritrova l’ispirazione per dipingere. Entra anche a far parte di un Club particolare: un concetto di raffinato erotismo. Tremante d’imbarazzo ha il suo primo memorabile incontro con Drakkar, un uomo mascherato con il quale scoprirà sensazioni incredibili. Ogni incontro con lui sarà un’esperienza profonda, che aprirà alcune porte chiuse dentro di lei. L’uomo le donerà emozioni sconosciute, alternando fermezza e dolcezza, facendola sentire protetta, sensuale e bellissima. La passione diverrà sempre più intima e farà risplendere la femminilità di Sibylle in tutta la sua magnificenza. Ma a turbare la sua nuova serenità sarà il suo ex marito Claude, che rivedrà dove meno si aspetta di incontrarlo…

Il patto dei leoni

Primavera 1471, sullo sfondo della politica e delle guerre del primo Rinascimento, i funzionari del Banco di Niccolò a Venezia, Roma e Bruges attendono il ritorno del fondatore. Il ritorno di Nicholas de Fleury, mercante e Maestro dei segreti che, strappato il figlio alla moglie Gelis, è scomparso. Ma presto sarà di nuovo sulla scena, coinvolto negli intrighi di potere dei leoni d’Europa, Carlo di Borgogna, Luigi di Francia, Giacomo di Scozia e Giacomo di Cipro. E questa volta Nicholas sceglierà la Scozia. Ma non sarà che una tappa del suo viaggio, la destinazione successiva, l’Islanda, potrà forse distoglierlo dai suoi piani alimentati da emozioni potenti, e rappresentare una svolta nella sua vita e nella lunga, strana guerra con la bella moglie.

Il patto dei giusti

31 dicembre 1936. Seppur a malincuore, il presidente Roosevelt è costretto ad approvare la costruzione di un nuovo, immenso museo, destinato ad accogliere la collezione di dipinti di Andrew Mellon, ex segretario del Tesoro degli Stati Uniti. Ma l’opposizione di Roosevelt non ha nulla a che fare con l’arte, è Andrew Mellon di cui il presidente ha paura. Quel progetto faraonico, infatti, è solo una facciata per nascondere un pericoloso segreto… Venezia, oggi. Doveva essere una missione semplice. Imbarcarsi su una nave in partenza per una crociera nel Mediterraneo e sorvegliare Paul Larks, ex funzionario del dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, sospettato di aver sottratto alcuni documenti top secret. Quando Stephanie Nelle gli aveva proposto l’incarico, a Cotton Malone era quasi sembrata una vacanza. Tuttavia, una volta arrivato a Venezia, Malone è costretto a ricredersi: nel giro di poche ore, viene coinvolto in una sparatoria, catturato e sedato. Non appena riprende i sensi, Malone si ritrova in una camera vuota: impugna una pistola e accanto a lui c’è il cadavere di Larks. Chi l’ha ucciso? E perché vuole far ricadere la colpa su di lui? Per salvarsi la vita, Malone deve scoprire la verità. Anche a costo di svelare un segreto che potrebbe mettere gli Stati Uniti in ginocchio…

Steve Barry è autore della serie ”*Le avventure di Cotton Malone*”:

1 – L’ultima cospirazione
2 – Le ceneri di Alessandria
3 – L’ombra del leone
4 – La tomba di ghiaccio
5 – Il tesoro dell’Imperatore
6 – L’esercito fantasma
7 – Il sigillo dei traditori
8 – Le chiavi del potere
9 – La congiura del silenzio
10 – Il patto dei giusti
(source: Bol.com)

Il patto con il vampiro

I diari della famiglia DraculaPer questo stupefacente debutto narrativo Jeanne Kalogridis ha scelto di confrontarsi con uno dei classici più avvincenti e terrificanti della letteratura dell’orrore: Dracula di Bram Stoker. Misterioso e sensuale, questo romanzo, scritto in forma di diario, pone l’inquietante figura di Dracula al centro di un puzzle particolarmente intricato. Partendo cinquant’anni prima dell’inizio del romanzo di Stoker, Il patto con il Vampiro svela infatti l’esistenza di un antico e segreto accordo nella famiglia Dracula. Arkady, pronipote del principe Vlad Tsepesh, meglio conosciuto come Dracula, vive nell’incubo di una terribile minaccia, costretto a procurare sempre nuove vittime al suo adorato prozio per salvare la vita alle persone amate. Coinvolto in un abisso di morte e di sangue, Arkady oserà ribellarsi al suo tragico destino e sfidare Dracula, per il bene della sua famiglia.Pubblicato per la prima volta dalla Newton Compton nel 1997, Il patto con il Vampiro fa parte della trilogia I diari della famiglia Dracula che ha venduto più di 100.000 copie in Italia.’Il patto con il Vampiro è già un classico. Jeanne Kalogridis ha creato un genere davvero agghiacciante.’Robert Bloch’Il patto con il Vampiro è il primo volume di una trilogia che credo diventerà sempre più avvincente. La Kalogridis ha una straordinaria capacità descrittiva e una profonda consapevolezza della claustrofobia della vita familiare.’The New York Times Book Review’La scrittura della Kalogridis è elegante, tesa e sensuale. Le scene di crimini abominevoli sono deliziosamente disgustose.’New Woman Jeanne Kalogridisnata in Florida nel 1954, attualmente vive in California. Ha insegnato inglese all’Università americana di Washington. Autrice di romanzi storici, scrittrice di culto grazie al successo ottenuto con I diari della famiglia Dracula, ha al suo attivo numerosi bestseller mondiali. Oltre alla fortunata trilogia su Vlad Tsepesh, la Newton Compton ha pubblicato anche il romanzo Il labirinto delle streghe.
(source: Bol.com)

Il patto col fantasma

Edizione integraleIntroduzione di Marisa SestitoIl patto col fantasma (1848) è sicuramente il racconto più cupo della raccolta; nonostante l’inevitabile lieto fine infatti, il testo ruota intorno a un tema difficile e perturbante, su cui Dickens ha già scr tto e su cui tornerà a scrivere, quello dello sdoppiamento della personalità. Protagonista e motore dell’azione, accanto all’alchimista, è il suo spettro, figura vagamente demoniaca che offre all’altro se stesso la speranza fallace dell’oblio. Ma l’oblio del passato e dell’antica ferita, porta con sé non solo la morte del proprio dolore, ma anche la frigidità emotiva, la cancellazione della sensibilità e del sentimento che soli rendono la vita degna di essere vissuta. È questa la lezione che il fosco personaggio apprende nel corso del racconto, accogliendo in sé la memoria come un tesoro prezioso e irrinunciabile.Charles Dickensnacque a Portsmouth nel 1812. Trascorse l’infanzia a Chatham e poi seguì il padre in un traumatico trasferimento a Londra. Della metropoli in cui visse fece il centro ispiratore della sua arte, il centro di un quadro vivo e mobile, un caleidoscopio armonico e colorato di personaggi, conflitti sociali, umori e fermenti della sua epoca. Morì nel 1870. La Newton Compton ha pubblicato Le due città, Grandi speranze, Oliver Twist, Tempi difficili e, nella collana Mammut, David Copperfield e I grandi romanzi.
(source: Bol.com)

Patrick

Far innamorare un vampiro può essere pericoloso. Ne sa qualcosa Anita, antropologa italiana affascinata dal mondo degli immortali e decisa a raccogliere prove sulla loro esistenza. Quando la ragazza si ritrova, suo malgrado, oggetto del desiderio di un giovane e sprovveduto vampiro, viene convocato Patrick Moran, uno degli Antichi più temuti, il quale, rendendosi conto della minaccia, decide che c’è un’unica soluzione: uccidere Anita. Sì, perché Anita, in quanto Discendente, è in parte immune dalla manipolazione mentale che i vampiri sono soliti esercitare per controllare gli umani. Ma Patrick ha un cuore e non se la sente di eliminare un’innocente. Non solo. Con lei Patrick riscopre sentimenti umani che credeva ormai perduti. Ma il pericolo degli altri Antichi incombe su di loro.