43169–43184 di 68366 risultati

Il bacio della tempesta

Meredith Gentry, erede al trono della corte Unseelie, ormai si allontana di rado dal palazzo della zia Andais, signora dell’Aria e delle Tenebre, perché il suo compito primario è concepire un erede. Se rimanesse incinta, potrebbe aspirare a diventare regina; se dovesse fallire, al trono salirebbe Cel, suo cugino, un individuo crudele e spietato, disposto a tutto pur di eliminarla. Quindi deve stare molto attenta. Soprattutto ora che lei e Mistral, il nuovo capitano delle guardie, sono diventati amanti, infrangendo l’esplicito ordine della regina Andais, e che la loro unione ha magicamente trasformato gli aridi Giardini Morti in una magnifica oasi di piante rigogliose e di fiori lussureggianti. Merry è convinta di avere trovato la prova definitiva che la corte Unseelie sta per tornare al suo antico splendore: se così fosse, avrebbe finalmente inizio una nuova era di pace. Ma il destino è in agguato: per sbaglio, Merry entra nel territorio degli sluagh, i sanguinari guerrieri confinanti coi sidhe, viene accusata di tradimento e presa in ostaggio…

Il bacio della donna ragno

Nell’Argentina degli anni settanta, sotto la dittatura militare, due uomini si trovano a condividere la cella in una prigione di Buenos Aires. Luis Alberto Molina è un omosessuale condannato a una reclusione di otto anni per il reato di corruzione di minorenni, Valentín Arregui Paz è un militante politico arrestato mentre promuoveva azioni di disturbo in una fabbrica. Non potrebbero avere caratteri più distanti: dolce e trasognato il primo, che passa il tempo a inseguire i suoi ideali di bellezza e amore romantico; duro e intransigente l’altro, la cui vita ruota tutta attorno al dovere e all’impegno. Eppure la vicinanza coatta, la condivisione della quotidianità di carcerati e soprattutto i racconti, particolareggiati e appassionati, dei film che fa Molina finiscono per schiudere nuovi orizzonti nell’oscurità della prigionia. Cade la barriera di incomprensione tra loro e si apre la porta a una relazione nuova. In un racconto serrato e coinvolgente, quasi tutto basato sui dialoghi dei due protagonisti, tra evanescenti evocazioni di vecchie pellicole e note a piè di pagina di commento, Puig segue l’evoluzione del rapporto verso una sempre maggiore intimità nonostante la feroce realtà del carcere, del ricatto, della tortura.

Il bacio del libertino

Inghilterra, 1659. Quando William de Veres si presenta alla sua porta, ferito e braccato dai soldati di Cromwell, Elizabeth Walters lo accoglie, lo cura e si concede a lui senza riserve. Quella notte d’amore, tuttavia, si rivela la sua rovina: accusata di aver dato asilo a una spia di Carlo Stuart, viene privata di tutti i suoi beni e gettata su una strada. Qualche anno dopo, quando Carlo viene richiamato in patria e sale al trono, la giovane decide di chiedere la restituzione delle proprie terre e si presenta a corte. William, che intanto è diventato uno dei più chiacchierati libertini di Londra, decide di aiutarla, trasformandola in una seducente cortigiana dotata del fascino necessario per farsi notare dal re e perorare la propria causa. Inevitabilmente, tra i due giovani si riaccende la passione, ma Elizabeth è restia a fidarsi di William. Com’è possibile che un libertino spregiudicato come de Veres possa rinunciare ai fasti della corte per una come lei? Una storia d’amore intensa e sensuale, sullo sfondo della guerra civile che sconvolse l’Inghilterra del XVII secolo.

Il bacio d’argento

La tristezza di Zoe non è il solito mal di vivere dell’adolescenza: da quando sua madre si è ammalata e suo padre si e dedicato esclusivamente ad assisterla, la vita sembra improvvisamente averle tolto tutto quello che serve a essere felici. In più Lorraine, la sua migliore amica, sta per trasferirsi lontano. La solitudine, l’incomprensione e il dolore avvolgono Zoe come una nebbia, da cui lei teme di non poter più uscire; finché un incontro casuale con un giovane strano e conturbante non le instilla un’inquietudine vaga, uno struggimento insolito, come una promessa di piacere. E così Zoe prova il turbamento del primo amore, un amore che Simon, il misterioso ragazzo, sembra condividere ma anche temere. Perché Simon porta con sé la maledizione di coloro che si nutrono del sangue dei vivi: sono vampiri, vivono per la caccia, e il loro desiderio è legato alla morte della loro preda. Ma Simon vuole davvero solo il sangue di Zoe? E lei potrà mai accettare di amare qualcuno che incarna quello che lei teme di più: una vita come una malattia, una notte senza fine, e senza mai la speranza di un riposo? Età di lettura: da 14 anni.

Un bacio alla vaniglia

Sono passati due anni da quando Riley Brown, col cuore ridotto in mille pezzi, si è trasferita sullʼisola di Sugarberry per dimenticare il suo ex e cominciare una nuova vita. Adesso vive col fedele cagnone Brutus e lavora per unʼagenzia immobiliare, unʼattività che le permette di avere tempo libero da dedicare alla sua vera passione: la fotografia, in particolare di cibo e dolci. Ed è grazie a questo hobby che Riley ha conosciuto Leilani, la proprietaria della pasticceria di Sugarberry, ed è entrata a far parte del «cupcake club», un gruppo di persone simpatiche e disponibili che tra una ricetta e lʼaltra è diventata come una grande famiglia. Tutto bene, dunque, se non fosse che, a essere sincera, Riley sente che alla sua vita manca qualcosa, come un tocco di soffice glassa alla vaniglia su un cupcake. E lʼingrediente magico che aspettava potrebbe essere il famoso – e terribilmente sexy – scrittore Quinn Brannigan: in cerca di un luogo tranquillo dove scrivere il suo nuovo romanzo, Quinn si è ricordato dellʼincantevole Sugarberry, lʼisola dove ha trascorso le più belle estati della sua infanzia, e ha preso in affitto una casa sulla spiaggia grazie allʼaiuto di Riley. Lei lo ha subito colpito, e non solo per la sua bellezza solare: per quanto provi a concentrarsi sul lavoro, non riesce a togliersela dalla testa. Ma sebbene Riley e Quinn si sforzino di resistere alla crescente attrazione che li lega, il destino – con lo zampino dei membri del «cupcake club» – ha in serbo un programma molto speciale per loro…

Il bacio al lebbroso

Le baiser au lépreux, romanzo dello scrittore francese François Mauriac, pubblicato a Parigi nel 1922. Jean Péloueyre, nell’esaltazione derivatagli dalla lettura di pagine del Nietzsche sulla morale degli schiavi e su quella dei padroni, vuol passare tra questi ultimi con un matrimonio: sposa una giovane e splendida creatura, ma essa ha ripugnanza per lui, gracile e malato. Egli si allontana e torna solo quando lei, invaghita di un medico, lo chiama in aiuto. Jean era partito per curare un tisico e ne contrae il morbo; ora può morire per il bene che ha fatto contrapponendo la morale cristiana a quella neopagana del filosofo tedesco. La giovane sposa comprenderà il suo sacrificio in un estremo saluto e valuterà il segreto mondo spirituale del morente.

Baciare uno sconosciuto a Central Park (Life)

COSE DA FARE PRIMA DEI TRENT’ANNI 1. Andare a letto con un misterioso straniero (se possibile, Javier Bardem). 2. Diventare la regina del mambo. 3. Usare tutte e otto le lettere dello Scarabeo in una sola parola! «Zizzania», per esempio, sarebbe eccellente. 4. Nuotare nuda nel mare all’alba. 5. Baciare uno sconosciuto a Central Park. Quando Liv muore per il gruppo di amici rimasti tutto si ferma: niente più lunghe serate di chiacchiere, risate e mille sogni da realizzare, solo tanti sensi di colpa e la fatica di andare avanti come se nulla fosse. Anche se si conoscono dall’università, le loro vite hanno preso ormai strade diverse. Mia ha avuto un figlio da quello che doveva essere l’avventura di una sera; Melody e Norm vivono un matrimonio soffocante; Fraser ha abbandonato i sogni da rockstar per diventare tecnico del suono e Anna passa da un lavoro all’altro senza troppe prospettive. Ma quando a un anno dalla morte di Liv si ritrovano per ricordarla, Norm ha qualcosa da comunicare a tutti gli altri: ha trovato una lista con tutto ciò che l’amica avrebbe voluto fare prima di compiere trent’anni. Realizzare i suoi desideri diventa la loro missione. Ognuno di loro scoprirà qualcosa di sé, oltre che dell’amica scomparsa. E mentre vengono a galla segreti, vecchi rancori e incomprensioni, troveranno il modo di chiudere i conti con il passato e ricominciare finalmente a vivere. Una storia di sogni, amore e amicizia, che pagina dopo pagina ci trascina in un vortice di risate, lacrime, nostalgia, rimpianti e commozione. Perché tutti noi abbiamo in un cassetto la nostra personale lista di cose da fare prima dei trent’anni…

Baci scoperti

Il seguito della storia d’amore più attesa dalle lettrici di Wattpad, Baci nell’ombra. Dalla Rete all’esordio in libreria, la conferma di una vera autrice. Sono trascorsi pochi giorni dal loro primo bacio; in quegli istanti il tempo si è fermato, in una bolla che sembrava “per sempre”. Ma per Jennifer e Josh arriva presto il momento di svegliarsi da quel sogno. Il passato, infatti, continua a ostacolarli e non riguarda solo loro due, ma tutto ciò che hanno di più caro a Manhattan: nelle loro vite si riaffacciano ex fidanzate bugiarde, fratelli in prigione, vecchie conoscenze che cercano vendetta. E così, entrambi sembrano sicuri, quel bacio è stato un errore, meglio rimanere amici e concentrarsi sui problemi. Ma i sentimenti, se non rivelati, allontanano le persone. Riusciranno a combattere le ombre del passato per abbandonarsi finalmente all’amore?

Baci nell’ombra

EDIZIONE SPECIALE DIGITALE CON CAPITOLI INEDITI. UN REGALO DELL’AUTRICE ALLE SUE LETTRICI! Non so perché cerchi di allontanarlo così tanto. Gli dico di starmi lontano, ma in silenzio gli chiedo di starmi vicino. Capelli rossi raccolti in una coda alta, lentiggini sparse un po’ ovunque e passo sicuro: nel cortile della New York School of Economics Jennifer Milton non passa di certo inosservata. Da quando ha lasciato Londra per Manhattan con suo padre, John Milton, ricco uomo d’affari, nella enorme scuola newyorkese non si parla d’altro. Jennifer vorrebbe solo rifugiarsi tra i suoi libri senza guardare in faccia nessuno, ma un giorno in biblioteca sbatte contro a Josh Cliver, faccia da schiaffi e sorriso malizioso, segnato da un passato difficile tanto quanto lei. Le sue guance prendono fuoco e la sua sicurezza vacilla; tra loro è guerra, da subito. Perché se abbassassero le difese, lo sanno, verrebbero travolti dall’amore. Milioni di lettori hanno sognato ogni giorno con Jennifer e Josh e hanno reso possibile un altro sogno: il romanzo più atteso di Wattpad arriva finalmente in libreria!
(source: Bol.com)

Babylon-Berlin

Berlino, 1929. La capitale tedesca è una città sull’orlo dell’abisso, dove covano tutte le tensioni, tutte le angosce e tutte le deliranti ambizioni di un paese uscito a pezzi dalla guerra. Rivendicazioni operaie, complotti ultrareazionari, lotte politiche creano un cocktail micidiale in quella che è la più americana delle metropoli europee. Il giovane commissario Gereon Rath, appena arrivato da Colonia, oltre che con la frenesia della città deve vedersela con la propria insofferenza per essere stato confinato alla Buoncostume. Mettere in gabbia prostitute che sui set pornografici si accoppiano con i sosia della defunta grandezza prussiana – dall’ex imperatore Guglielmo ii a Federico il Grande al generale Hindenburg – non è esattamente la sua aspirazione. Mentre Gereon e la sua squadra si immergono nella vita notturna popolata di night clandestini per ogni gusto, di coca e traffici illeciti, scoppia qualcosa di simile a una guerra civile. Il primo maggio i comunisti infrangono il divieto di manifestare e su interi quartieri popolari cala uno stato d’assedio, alla fine del quale i morti si contano a decine, quasi tutti vittime di pallottole partite da armi della polizia. I giornali parlano con sdegno di “Maggio di sangue”. Il prefetto cerca di sviare l’attenzione sul caso di un misterioso omicidio: da un canale è stata ripescata un’auto di lusso con al volante un uomo in abiti elegantissimi, le mani maciullate in seguito a torture. Segni d’identità: nessuno. Testimoni: zero.

Babilonia

In un posto chiamato Deuil-l’Alouette (che, tradotto alla lettera, sarebbe «Lutto-l’Allodola»), un posto qualunque nella periferia di Parigi, una donna qualunque, con un buon lavoro, un marito, un figlio, una sorella e dei vicini di casa, si lascia coinvolgere, nel corso di una strana notte di quasi primavera, in una faccenda che potrebbe costarle assai cara. Per affettuosa solidarietà con un uomo di cui non sa molto, tranne che è solo, profondamente solo. O forse perché, di colpo, ha voglia, foss’anche per un’ora, di respirare fuori dalla soffocante banalità del quotidiano, di farsi un giro «on the wild side» – di immergersi in una «dimensione di tenebra». Tirando con la consueta, stupefacente maestria le fila di una vicenda in cui il comico e il tragico si mescolano in maniera inestricabile come in una sorta di perverso vaudeville, Yasmina Reza dà voce alle angosce più segrete, e mette in scena il suo beffardo teatrino della crudeltà scavando ancora una volta in quello spazio di connivenze e mostruosità che può diventare la coppia; e ci ricorda che – non diversamente dagli ebrei, che «sulle rive dei fiumi di Babilonia» sedevano e piangevano «al ricordo di Sion» – ciascuno vive in esilio: da se stesso, da ciò che avrebbe voluto essere, e dagli altri.

Azione necessaria

Lui non crede a una parola di quello che dice, ma farà tutto il necessario per proteggerla Il detective B. Cameron Davis vuole condurre l’indagine riguardante gli omicidi di alcune prostitute sulla base di prove concrete, e non sulle psico-balle della consulente “svitata” del quinto distretto di polizia. Così, nonostante la loro attrazione ardente, lui non crede alle visioni inquietanti di Helen Gibson relative a uno degli omicidi. Ma quando Helen fornisce una svolta decisiva nel caso che blocca la polizia da anni, il detective Davis non può più ignorare la realtà.   Mentre la loro frenetica ricerca del killer li guida attraverso i vicoli squallidi di Washington, la bellezza biondo platino strega il cuore segnato di B. spingendolo a violare il mondo isolato della donna. Riusciranno insieme a districare la rete oscura del killer, prima che li intrappoli entrambi?

Azarel

Tra Gyuri e la sua famiglia l’incomprensione è totale. Allevato secondo i principi della Torah, e in un totale isolamento, dal nonno Geremia, un rabbino ultraortodosso convinto che il contatto con i *pagani* contribuirà a *bruciare il popolo ebraico nel forno dell’esilio* – parole terribilmente profetiche in un libro pubblicato per la prima volta nel 1937 -, solo alla morte del vecchio il bambino torna dai genitori. Intelligente e fragile, Gyuri ben presto avverte il contrasto tra il modo in cui era vissuto fino ad allora, incentrato su una fede primitiva e assoluta, basata sulla verità e sulla purezza, e la nuova realtà, fatta di una religione ipocrita e di continui compromessi col mondo moderno. Inizia così a mettere in atto una ribellione che si fa sempre più scoperta. Nulla e nessuno si salva dalla sua analisi spietata e dissacrante e dalle sue continue provocazioni, mentre con la sua veemente logica infantile fa a pezzi il mondo degli adulti. Alla fine, incapace dell’obbedienza che il padre si aspetta da lui, Gyuri fugge di casa, mendica per le strade e precipita in una profonda forma di eccitazione che lo porta a rasentare la follia.

Ayla figlia della terra

Inizia con questo romanzo la storia di Ayla, eroina della preistoria. Nata da una nuova stirpe che si sta diffondendo in Occidente, mentre il settentrione dell’Europa è coperto di ghiaccio, Ayla, ancora bambina, è scampata a un terremoto ed è stata raccolta dal Clan dell’Orso delle Caverne. Tutto, in lei, indica che appartiene a quelli che i Testapiatta del Clan chiamano “Altri”: i capelli biondi, gli occhi azzurri, l’alta statura, la capacità di ridere, piangere, parlare. Eppure, nonostante le diversità, la ragazzina trova affetto e protezione nei genitori adottivi e stringe, a poco a poco, un profondo legame coi membri del Clan, anche se alcuni, insospettiti da quei comportamenti strani, vorebbero allontanarla.