42897–42912 di 81643 risultati

Scirocco

Andrea, poliziotto silenzioso, ex militante di sinistra. Cristiano, che in carcere sconta un omicidio politico, legge Manzoni e ha fatto i conti fino in fondo con la violenza, austero come un monaco. Il narratore, un detective ingenuo e disilluso, sempre un passo indietro agli eventi. Sono eredi di tutte le ferite dei Settanta. E poi Lara, giovane e bellissima, e Ferodo, hacker cinico e nichilista, che con i Settanta non c’entrano nulla. Ognuno di loro è un mondo, ritratto con precisione e ironia. Si trovano coinvolti in un disegno oscuro, fino a scoprire che c’è di mezzo, tanti anni dopo la strage di Bologna, una minaccia enorme che incombe su tutti. Per sventarla si mettono in viaggio, sfidando pericoli di ogni genere; compreso Cristiano, che evade.

Andrea, poliziotto silenzioso, ex militante di sinistra. Cristiano, che in carcere sconta un omicidio politico, legge Manzoni e ha fatto i conti fino in fondo con la violenza, austero come un monaco. Il narratore, un detective ingenuo e disilluso, sempre un passo indietro agli eventi. Sono eredi di tutte le ferite dei Settanta. E poi Lara, giovane e bellissima, e Ferodo, hacker cinico e nichilista, che con i Settanta non c’entrano nulla. Ognuno di loro è un mondo, ritratto con precisione e ironia. Si trovano coinvolti in un disegno oscuro, fino a scoprire che c’è di mezzo, tanti anni dopo la strage di Bologna, una minaccia enorme che incombe su tutti. Per sventarla si mettono in viaggio, sfidando pericoli di ogni genere; compreso Cristiano, che evade.

Only registered users can download this free product.

Scintille

“Parto con delle vecchie fotografie color ocra, le più recenti furono scattate mezzo secolo fa. Nella mappa mentale che mi sono predisposto Beirut è mia madre, Boryslaw è mio padre. Un amalgama impossibile? Eppure è il mio mondo, e non solo il mio.”Gilgul, nella Qabbalah ebraica, è il frenetico movimento delle anime vagabonde che ruotano intorno a noi quando la separazione dal corpo è dovuta a circostanze ingiuste o dolorose. Tanto violenti possono essere i conflitti che attendono gli spiriti rimasti sulla terra, che la tradizione parla addirittura di “scintille d’anime” prodotte dalla loro frantumazione.Con questo libro inatteso, di straordinaria intensità e autenticità, Gad Lerner ha deciso di addentrarsi nel suo gilgul familiare, nelle “scintille d’anime” della sua storia personale. Suo padre Moshé reca il trauma della Galizia yiddish spazzata via dalla furia della guerra, e mai davvero trapiantata in Medio Oriente. Dietro di lui si staglia enigmatica la figura di nonna Teta, incompresa e dileggiata perché estranea alla raffinatezza levantina della Beirut in cui è cresciuta Tali, la moglie di Moshé. Ma anche la Beirut degli anni Quaranta, luogo d’incanto senza pari, si rivela un recinto di beatitudine illusoria. Vano è il tentativo di rimuovere lo sterminio degli ebrei d’Europa e la Guerra d’indipendenza nella nativa Palestina: anche se taciuti, questi eventi si ripercuotono nella vicenda familiare generando malessere e inconsapevolezza. Le anime vagabonde nel gilgul reclamano di essere perpetuate nel riconoscimento, senza il quale non c’è serenità possibile.Il racconto si snoda da Beirut ad Aleppo, fino alla regione ucraina di Leopoli e Boryslaw, lo shtetl in cui perse la vita gran parte dei Lerner, per concludersi sorprendentemente al confine tra Libano e Israele, presidiato dai soldati italiani, dove si riuniscono le molteplici nazionalità dell’autore. Così l’indagine sulla memoria e sui conflitti familiari si rivela occasione per un viaggio nel mondo contemporaneo minato dalla crisi dei nazionalismi, tuttora alla ricerca di convivenza armonica. Un itinerario attraverso nuove e vecchie frontiere che scava nel passato per rivelarne il peso sul presente. Una storia appassionante, felicemente sospesa tra biografia e reportage..

“Parto con delle vecchie fotografie color ocra, le più recenti furono scattate mezzo secolo fa. Nella mappa mentale che mi sono predisposto Beirut è mia madre, Boryslaw è mio padre. Un amalgama impossibile? Eppure è il mio mondo, e non solo il mio.”Gilgul, nella Qabbalah ebraica, è il frenetico movimento delle anime vagabonde che ruotano intorno a noi quando la separazione dal corpo è dovuta a circostanze ingiuste o dolorose. Tanto violenti possono essere i conflitti che attendono gli spiriti rimasti sulla terra, che la tradizione parla addirittura di “scintille d’anime” prodotte dalla loro frantumazione.Con questo libro inatteso, di straordinaria intensità e autenticità, Gad Lerner ha deciso di addentrarsi nel suo gilgul familiare, nelle “scintille d’anime” della sua storia personale. Suo padre Moshé reca il trauma della Galizia yiddish spazzata via dalla furia della guerra, e mai davvero trapiantata in Medio Oriente. Dietro di lui si staglia enigmatica la figura di nonna Teta, incompresa e dileggiata perché estranea alla raffinatezza levantina della Beirut in cui è cresciuta Tali, la moglie di Moshé. Ma anche la Beirut degli anni Quaranta, luogo d’incanto senza pari, si rivela un recinto di beatitudine illusoria. Vano è il tentativo di rimuovere lo sterminio degli ebrei d’Europa e la Guerra d’indipendenza nella nativa Palestina: anche se taciuti, questi eventi si ripercuotono nella vicenda familiare generando malessere e inconsapevolezza. Le anime vagabonde nel gilgul reclamano di essere perpetuate nel riconoscimento, senza il quale non c’è serenità possibile.Il racconto si snoda da Beirut ad Aleppo, fino alla regione ucraina di Leopoli e Boryslaw, lo shtetl in cui perse la vita gran parte dei Lerner, per concludersi sorprendentemente al confine tra Libano e Israele, presidiato dai soldati italiani, dove si riuniscono le molteplici nazionalità dell’autore. Così l’indagine sulla memoria e sui conflitti familiari si rivela occasione per un viaggio nel mondo contemporaneo minato dalla crisi dei nazionalismi, tuttora alla ricerca di convivenza armonica. Un itinerario attraverso nuove e vecchie frontiere che scava nel passato per rivelarne il peso sul presente. Una storia appassionante, felicemente sospesa tra biografia e reportage..

Only registered users can download this free product.

La scintilla della passione

Inghilterra, 1817. Per rimediare a un terribile errore, l’affascinante Lady Francesca Haughston decide di trovare una sposa per Lord Sinclair, l’altezzoso e temibile Duca di Rochford, l’uomo che quindici anni prima aveva respinto ritenendolo un libertino. Così, convinta che per lei il tempo dell’amore sia ormai finito, l’intraprendente gentildonna seleziona un ristretto numero di candidate che le sembrano adatte a rivestire l’impegnativo ruolo di duchessa. Ma per quanto si sforzi di soffocare la gelosia, le è impossibile rimanere indifferente all’idea che Sinclair possa essere felice con un’altra. Perché forse la scintilla della passione che tanti anni prima li aveva travolti non si è ancora spenta.
(source: Bol.com)

Inghilterra, 1817. Per rimediare a un terribile errore, l’affascinante Lady Francesca Haughston decide di trovare una sposa per Lord Sinclair, l’altezzoso e temibile Duca di Rochford, l’uomo che quindici anni prima aveva respinto ritenendolo un libertino. Così, convinta che per lei il tempo dell’amore sia ormai finito, l’intraprendente gentildonna seleziona un ristretto numero di candidate che le sembrano adatte a rivestire l’impegnativo ruolo di duchessa. Ma per quanto si sforzi di soffocare la gelosia, le è impossibile rimanere indifferente all’idea che Sinclair possa essere felice con un’altra. Perché forse la scintilla della passione che tanti anni prima li aveva travolti non si è ancora spenta.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

La scimmia sulla schiena

Di origine ed educazione altoborghese, nevrotico, tossico–mane e tossicologo, accusato di uxoricidio, di uso e spaccio di droghe, William Burroughs, capostipite della beat generation, si differenzia dagli altri scrittori dediti agli stupefacenti per la fredda, impassibile obiettività scientifica con cui descrive e sperimenta su se stesso gli effetti delle varie droghe, dalla morfina allo yagè, che favorisce i fenomeni telepatici.La scimmia sulla schiena riflette queste esperienze con un linguag–gio di crudele precisione e colloca il suo autore, anarchico e “immoralista”, nel grande filone di denuncia e di protesta.

Di origine ed educazione altoborghese, nevrotico, tossico–mane e tossicologo, accusato di uxoricidio, di uso e spaccio di droghe, William Burroughs, capostipite della beat generation, si differenzia dagli altri scrittori dediti agli stupefacenti per la fredda, impassibile obiettività scientifica con cui descrive e sperimenta su se stesso gli effetti delle varie droghe, dalla morfina allo yagè, che favorisce i fenomeni telepatici.La scimmia sulla schiena riflette queste esperienze con un linguag–gio di crudele precisione e colloca il suo autore, anarchico e “immoralista”, nel grande filone di denuncia e di protesta.

Only registered users can download this free product.

La scimmia pensa, la scimmia fa

I libri di Palahniuk sono il riflesso di una realtà sempre
più assurda studiata con occhio clinico e – a suo
modo – appassionato. Un universo al contempo comico
e macabro che ci rimanda alla sua storia personale,
alle prove che ha dovuto superare e al suo gusto
per le esperienze singolari. Un gusto che ritroviamo
anche nei saggi de La scimmia pensa, la scimmia fa,
una raccolta che mostra perfettamente come la realtà
nuda e cruda non abbia niente da invidiare alla fantasia
più sfrenata: orge nei locali sperduti in mezzo
al nulla nel West contemporaneo, tornei di mietitrebbiatrici
e spedizioni su sottomarini nucleari… Ma soprattutto
Palahniuk ci racconta le sue vite passate e
presenti (gli anni spesi tra lavori pesantissimi di giorno
e volontariato in ospedali di notte, le circostanze
terribili dell’assassinio di suo padre e del processo al
killer), gettando una luce inattesa e impietosa sui personaggi
e sulle situazioni al centro dei suoi romanzi.
E, come sempre succede, anche la lettura di questo
libro di Palahniuk finisce per rivelarsi un’esperienza
unica, travolgente, tragica e bizzarra.
(source: Bol.com)

I libri di Palahniuk sono il riflesso di una realtà sempre
più assurda studiata con occhio clinico e – a suo
modo – appassionato. Un universo al contempo comico
e macabro che ci rimanda alla sua storia personale,
alle prove che ha dovuto superare e al suo gusto
per le esperienze singolari. Un gusto che ritroviamo
anche nei saggi de La scimmia pensa, la scimmia fa,
una raccolta che mostra perfettamente come la realtà
nuda e cruda non abbia niente da invidiare alla fantasia
più sfrenata: orge nei locali sperduti in mezzo
al nulla nel West contemporaneo, tornei di mietitrebbiatrici
e spedizioni su sottomarini nucleari… Ma soprattutto
Palahniuk ci racconta le sue vite passate e
presenti (gli anni spesi tra lavori pesantissimi di giorno
e volontariato in ospedali di notte, le circostanze
terribili dell’assassinio di suo padre e del processo al
killer), gettando una luce inattesa e impietosa sui personaggi
e sulle situazioni al centro dei suoi romanzi.
E, come sempre succede, anche la lettura di questo
libro di Palahniuk finisce per rivelarsi un’esperienza
unica, travolgente, tragica e bizzarra.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Scimmia nera

Una strana inchiesta sulla violenza infantile conduce un giornalista moscovita nei sotterranei di un laboratorio, dove vengono tenuti in osservazione alcuni bambini-assassini. L’inchiesta diviene per lui un assillo: va in cerca di testimoni, interroga professori, poliziotti e uomini politici che possiedono, a suo avviso, informazioni importanti che non sono intenzionati a condividere. Intanto, anche la sua vita privata si sgretola… Ma forse tutta la storia è frutto di un’ossessione, e la violenza si cela dovunque?

Una strana inchiesta sulla violenza infantile conduce un giornalista moscovita nei sotterranei di un laboratorio, dove vengono tenuti in osservazione alcuni bambini-assassini. L’inchiesta diviene per lui un assillo: va in cerca di testimoni, interroga professori, poliziotti e uomini politici che possiedono, a suo avviso, informazioni importanti che non sono intenzionati a condividere. Intanto, anche la sua vita privata si sgretola… Ma forse tutta la storia è frutto di un’ossessione, e la violenza si cela dovunque?

Only registered users can download this free product.

La scienza occulta nelle sue linee generali

“La scienza occulta è la scienza di ciò che avviene nell’occulto, in quanto non viene percepito fuori nella natura, ma là dove l’anima si orienta quando indirizza la propria interiorità allo spirito. Sebbene il libro si occupi di indagini non accessibili all’intelletto legato al mondo dei sensi, pure nulla vi è detto che non sia comprensibile alla ragione scevra da preconcetti e ad un sano senso della verità”.

“La scienza occulta è la scienza di ciò che avviene nell’occulto, in quanto non viene percepito fuori nella natura, ma là dove l’anima si orienta quando indirizza la propria interiorità allo spirito. Sebbene il libro si occupi di indagini non accessibili all’intelletto legato al mondo dei sensi, pure nulla vi è detto che non sia comprensibile alla ragione scevra da preconcetti e ad un sano senso della verità”.

Only registered users can download this free product.

La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene

Se la storia del gusto italiano ha avuto un ricettario per eccellenza, questo è certamente La scienza in cucina. Così, a oltre cento anni e decine di edizioni di distanza, “l’Artusi” appare oggi come uno strumento privilegiato per rileggere in filigrana, in forma di ricette, le scelte e i consumi che, attraverso fasi alterne di povertà e benessere, hanno contribuito a creare un’identità nazionale. Molte fra le questioni sollevate qui sui cibi e sui sapori rimandano infatti ad altre domande, più gravi, che riguardano conflitti di generazioni e mentalità. Attraverso la storia delle parole, l’origine delle ricette, gli scambi epistolari con i lettori, spesso forieri di consigli preziosi, la fortuna che alcune intuizioni avranno nella storia alimentare italiana, Alberto Capatti ci conduce con curiosa sapienza a investigare le pieghe di un ricettario che funge ancora da guida per cuochi e cuoche che ne hanno rimosso l’origine, smarrito l’autore, alterato le regole, ma non hanno rinunciato a ripeterne i piatti e, soprattutto, a interpretarne il sogno di felicità, ribadito quotidianamente attraverso la condivisione di una tavola apparecchiata.
**

Se la storia del gusto italiano ha avuto un ricettario per eccellenza, questo è certamente La scienza in cucina. Così, a oltre cento anni e decine di edizioni di distanza, “l’Artusi” appare oggi come uno strumento privilegiato per rileggere in filigrana, in forma di ricette, le scelte e i consumi che, attraverso fasi alterne di povertà e benessere, hanno contribuito a creare un’identità nazionale. Molte fra le questioni sollevate qui sui cibi e sui sapori rimandano infatti ad altre domande, più gravi, che riguardano conflitti di generazioni e mentalità. Attraverso la storia delle parole, l’origine delle ricette, gli scambi epistolari con i lettori, spesso forieri di consigli preziosi, la fortuna che alcune intuizioni avranno nella storia alimentare italiana, Alberto Capatti ci conduce con curiosa sapienza a investigare le pieghe di un ricettario che funge ancora da guida per cuochi e cuoche che ne hanno rimosso l’origine, smarrito l’autore, alterato le regole, ma non hanno rinunciato a ripeterne i piatti e, soprattutto, a interpretarne il sogno di felicità, ribadito quotidianamente attraverso la condivisione di una tavola apparecchiata.
**

Only registered users can download this free product.

La scienza delle serie tv

Un professore di chimica potrebbe davvero fabbricare droga come Walter White in “Breaking Bad”? Tra quanto avremo il teletrasporto di “Star Trek”? E qual è il modo migliore di reagire a un’epidemia zombie come quella di “The Walking Dead”? Si può parlare di scienza anche stando comodamente in poltrona di fronte alla televisione. Le serie tv sono diventate prodotti di culto, e le più celebri sono proprio quelle fantascientifiche, mediche o di investigazione, che al loro interno raccontano molta scienza. Cosa c’è di vero in ciò che mostrano? Dalla nascita del cosmo in “The Big Bang Theory”, passando per le fantadiagnosi del “Dr. House”, i complotti alieni di “X-Files” e la natura del tempo in “True Detective”, Andrea Gentile svela il lato nascosto dei nostri show preferiti, con un linguaggio semplice e spiegazioni alla portata di tutti.
**

Un professore di chimica potrebbe davvero fabbricare droga come Walter White in “Breaking Bad”? Tra quanto avremo il teletrasporto di “Star Trek”? E qual è il modo migliore di reagire a un’epidemia zombie come quella di “The Walking Dead”? Si può parlare di scienza anche stando comodamente in poltrona di fronte alla televisione. Le serie tv sono diventate prodotti di culto, e le più celebri sono proprio quelle fantascientifiche, mediche o di investigazione, che al loro interno raccontano molta scienza. Cosa c’è di vero in ciò che mostrano? Dalla nascita del cosmo in “The Big Bang Theory”, passando per le fantadiagnosi del “Dr. House”, i complotti alieni di “X-Files” e la natura del tempo in “True Detective”, Andrea Gentile svela il lato nascosto dei nostri show preferiti, con un linguaggio semplice e spiegazioni alla portata di tutti.
**

Only registered users can download this free product.

La scienza del diventare ricchi

Hai sempre pensato di essere destinato a vivere nella scarsità e nella mancanza? Hai bisogno di soldi e non sai come fare?
Da oggi attingere alla fonte dell’abbondanza e della prosperità sarà semplice: Wallace wattles spiega un metodo scientifico infallibile per ottenere la ricchezza che si desidera.
“Un manuale pratico e non filosofico”, così come lo stesso Wattles lo definisce, un documento moderno e attuale che, però, affonda le radici nelle teorie di straordinari pensatori come Cartesio, Spinosa, Schopenauer e Hegel.Tante indispensabili istruzioni, espresse con chiarezza e semplicità, sul giusto modi di agire e di far affari nella vita quotidiana, per passare da un atteggiamento passivo a una mentalità creativa, per mantenere costanti la fermezza dei propri propositi e la fiducia in ciò che si fa.
Da oggi puoi plasmare a tuo piacimento la tua realtà; infatti c’è una sostanza che è il principio primario di tutto ciò che esiste.
L’uomo può imprimervi il proprio pensiero determinando la creazione della ”cosa” da lui pensata.
Una lettura destinata a chi vuole scoprire e far fruttare i propri talenti, unendo la forza del pensiero creativo all’efficacia delle azioni quotidiane.
(source: Bol.com)

Hai sempre pensato di essere destinato a vivere nella scarsità e nella mancanza? Hai bisogno di soldi e non sai come fare?
Da oggi attingere alla fonte dell’abbondanza e della prosperità sarà semplice: Wallace wattles spiega un metodo scientifico infallibile per ottenere la ricchezza che si desidera.
“Un manuale pratico e non filosofico”, così come lo stesso Wattles lo definisce, un documento moderno e attuale che, però, affonda le radici nelle teorie di straordinari pensatori come Cartesio, Spinosa, Schopenauer e Hegel.Tante indispensabili istruzioni, espresse con chiarezza e semplicità, sul giusto modi di agire e di far affari nella vita quotidiana, per passare da un atteggiamento passivo a una mentalità creativa, per mantenere costanti la fermezza dei propri propositi e la fiducia in ciò che si fa.
Da oggi puoi plasmare a tuo piacimento la tua realtà; infatti c’è una sostanza che è il principio primario di tutto ciò che esiste.
L’uomo può imprimervi il proprio pensiero determinando la creazione della ”cosa” da lui pensata.
Una lettura destinata a chi vuole scoprire e far fruttare i propri talenti, unendo la forza del pensiero creativo all’efficacia delle azioni quotidiane.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

La sciarpa

La sciarpa è un caro ricordo. Carissimo. Con lei ho strangolato tutte le donne della mia vita. Eppure le amavo, eppure non c’è niente del mostro in me… esternamente. Nella vita faccio lo scrittore. Voglio arrivare lontano, ma l’industria si è accorta del mio talento. Tra poco a Hollywood faranno un fil dal mio primo romanzo ed io dovrei dedicarlo alle donne. Loro, come dire?, mi aiutano a creare: se non le uccidessi non saprei cosa scrivere. Sono schizofrenico? Lascio a voi le etichette, ma da qualche parte ho un parente che si chiama Norma Bates. Solo che io sono peggio. Molto più cattivo. E stanotte è notte di caccia…

La sciarpa è un caro ricordo. Carissimo. Con lei ho strangolato tutte le donne della mia vita. Eppure le amavo, eppure non c’è niente del mostro in me… esternamente. Nella vita faccio lo scrittore. Voglio arrivare lontano, ma l’industria si è accorta del mio talento. Tra poco a Hollywood faranno un fil dal mio primo romanzo ed io dovrei dedicarlo alle donne. Loro, come dire?, mi aiutano a creare: se non le uccidessi non saprei cosa scrivere. Sono schizofrenico? Lascio a voi le etichette, ma da qualche parte ho un parente che si chiama Norma Bates. Solo che io sono peggio. Molto più cattivo. E stanotte è notte di caccia…

Only registered users can download this free product.

Lo sciamano

Rob Cole, discendente di quel Rob Cole già incontrato in “Medicus”, inizia a esercitare la professione a Boston. Deluso da un insoddisfacente legame sentimentale e insofferente alla chiusa vita di città, decide di stabilirsi in un piccolo e remoto centro dell’Illinois. Qui stringe un profondo legame con un popolo di pellerossa, già decimato da sanguinosi conflitti con i soldati bianchi e in condizioni di estremo degrado, ma è proprio qui che Rob trova la sua serenità più completa.
**
### Sinossi
Rob Cole, discendente di quel Rob Cole già incontrato in “Medicus”, inizia a esercitare la professione a Boston. Deluso da un insoddisfacente legame sentimentale e insofferente alla chiusa vita di città, decide di stabilirsi in un piccolo e remoto centro dell’Illinois. Qui stringe un profondo legame con un popolo di pellerossa, già decimato da sanguinosi conflitti con i soldati bianchi e in condizioni di estremo degrado, ma è proprio qui che Rob trova la sua serenità più completa.

Rob Cole, discendente di quel Rob Cole già incontrato in “Medicus”, inizia a esercitare la professione a Boston. Deluso da un insoddisfacente legame sentimentale e insofferente alla chiusa vita di città, decide di stabilirsi in un piccolo e remoto centro dell’Illinois. Qui stringe un profondo legame con un popolo di pellerossa, già decimato da sanguinosi conflitti con i soldati bianchi e in condizioni di estremo degrado, ma è proprio qui che Rob trova la sua serenità più completa.
**
### Sinossi
Rob Cole, discendente di quel Rob Cole già incontrato in “Medicus”, inizia a esercitare la professione a Boston. Deluso da un insoddisfacente legame sentimentale e insofferente alla chiusa vita di città, decide di stabilirsi in un piccolo e remoto centro dell’Illinois. Qui stringe un profondo legame con un popolo di pellerossa, già decimato da sanguinosi conflitti con i soldati bianchi e in condizioni di estremo degrado, ma è proprio qui che Rob trova la sua serenità più completa.

Only registered users can download this free product.

Schiuma della terra

Scritto mentre era rifugiato a Londra nel 1941, “Schiuma della terra” racconta le avventure di Koestler nella Francia del 1939-40, dallo scoppio della guerra all’invasione tedesca, all’espatrio clandestino dell’autore. “Straniero indesiderabile”, ebreo e antifascista, prima rinchiuso in un campo di prigionia sui Pirenei, poi fuggiasco per la Francia in rotta, arruolato nella Legione straniera, Koestler riassume nelle sue concitate avventure il destino di una generazione di esuli che nell’età dei totalitarismi furono braccati e perseguitati, a un tempo protagonisti e vittime della storia.
**

Scritto mentre era rifugiato a Londra nel 1941, “Schiuma della terra” racconta le avventure di Koestler nella Francia del 1939-40, dallo scoppio della guerra all’invasione tedesca, all’espatrio clandestino dell’autore. “Straniero indesiderabile”, ebreo e antifascista, prima rinchiuso in un campo di prigionia sui Pirenei, poi fuggiasco per la Francia in rotta, arruolato nella Legione straniera, Koestler riassume nelle sue concitate avventure il destino di una generazione di esuli che nell’età dei totalitarismi furono braccati e perseguitati, a un tempo protagonisti e vittime della storia.
**

Only registered users can download this free product.

Lo schiavo Hanis

Egitto, al tempo della VI dinastia. Hanis è uno schiavo, ma la sua aspirazione è di diventare uno scriba. Con la sua tenacia, riesce ad istruirsi e compie una rapida scalata al potere. E sullo sfondo della prima rivoluzione democratica della storia, la rivolta degli schiavi, vive una tormentata storia d’amore.

Egitto, al tempo della VI dinastia. Hanis è uno schiavo, ma la sua aspirazione è di diventare uno scriba. Con la sua tenacia, riesce ad istruirsi e compie una rapida scalata al potere. E sullo sfondo della prima rivoluzione democratica della storia, la rivolta degli schiavi, vive una tormentata storia d’amore.

Only registered users can download this free product.

Lo schiavo di Roma

Nel 72 a.C. Roma è alle corde, ripetutamente sconfitta da un esercito che non proviene dalle barbare lande del Nord né dalle terre nemiche dell’Asia, bensì dalla stessa penisola. È l’esercito di Spartaco, che, coi suoi schiavi ribelli, sta mettendo a ferro e fuoco la Campania e il sud dell’Italia. E proprio a due schiavi in fuga da una villa nei pressi di Pozzuoli viene attribuito l’omicidio di Lucio Licinio, cugino del potente Marco Licinio Crasso. Il cadavere, sfigurato, è stato rinvenuto nell’atrium; accanto al corpo c’è soltanto un lembo di mantello intriso di sangue e sei lettere incise nel pavimento di marmo: SPARTA. Crasso, che sta per mettersi alla testa di otto legioni per soffocare la rivolta, decide di seguire un’antica, crudelissima usanza romana; di lì a tre giorni, punirà la morte del congiunto con la vita di tutti gli altri schiavi della casa: novantanove persone, novantanove innocenti. Solo Gordiano il Cercatore, chiamato da un misterioso cliente a far luce sull’omicidio, può fermare quell’insensata carneficina e scoprire la verità. Ma l’indagine si rivelerà più insidiosa del previsto e metterà in pericolo tutto ciò che Gordiano più ama, nonché la sua stessa vita.
**

Nel 72 a.C. Roma è alle corde, ripetutamente sconfitta da un esercito che non proviene dalle barbare lande del Nord né dalle terre nemiche dell’Asia, bensì dalla stessa penisola. È l’esercito di Spartaco, che, coi suoi schiavi ribelli, sta mettendo a ferro e fuoco la Campania e il sud dell’Italia. E proprio a due schiavi in fuga da una villa nei pressi di Pozzuoli viene attribuito l’omicidio di Lucio Licinio, cugino del potente Marco Licinio Crasso. Il cadavere, sfigurato, è stato rinvenuto nell’atrium; accanto al corpo c’è soltanto un lembo di mantello intriso di sangue e sei lettere incise nel pavimento di marmo: SPARTA. Crasso, che sta per mettersi alla testa di otto legioni per soffocare la rivolta, decide di seguire un’antica, crudelissima usanza romana; di lì a tre giorni, punirà la morte del congiunto con la vita di tutti gli altri schiavi della casa: novantanove persone, novantanove innocenti. Solo Gordiano il Cercatore, chiamato da un misterioso cliente a far luce sull’omicidio, può fermare quell’insensata carneficina e scoprire la verità. Ma l’indagine si rivelerà più insidiosa del previsto e metterà in pericolo tutto ciò che Gordiano più ama, nonché la sua stessa vita.
**

Only registered users can download this free product.

Lo schiavo del manoscritto

La storia dello schiavo è depositata nel manoscritto H. 6 che è stato redatto nel 1156 e ritrovato nella sinagoga di Ben Ezra al Cairo. Questa sinagoga è stata il più ricco archivio di testi arabo-ebraici. Con in mano soltanto il frammento di una lettera Ghosh si mette alla ricerca di un ignoto schiavo di cui non conosce neppure il nome, e che tuttavia gli appare come una chiave per intendere e raccontare i legami tra la sua India e l’Antico Egitto. Punti di partenza e centro della vicenda sono due piccoli villaggi egiziani di oggi. Nei vicoli di terra battuta, nelle amicizie con i loro abitanti, nel profondo rispetto reciproco e nelle differenze di usi e religioni l’autore cerca vecchi legami. Così le storie dell’antico schiavo e del ricercatore si intrecciano.

La storia dello schiavo è depositata nel manoscritto H. 6 che è stato redatto nel 1156 e ritrovato nella sinagoga di Ben Ezra al Cairo. Questa sinagoga è stata il più ricco archivio di testi arabo-ebraici. Con in mano soltanto il frammento di una lettera Ghosh si mette alla ricerca di un ignoto schiavo di cui non conosce neppure il nome, e che tuttavia gli appare come una chiave per intendere e raccontare i legami tra la sua India e l’Antico Egitto. Punti di partenza e centro della vicenda sono due piccoli villaggi egiziani di oggi. Nei vicoli di terra battuta, nelle amicizie con i loro abitanti, nel profondo rispetto reciproco e nelle differenze di usi e religioni l’autore cerca vecchi legami. Così le storie dell’antico schiavo e del ricercatore si intrecciano.

Only registered users can download this free product.