42609–42624 di 75864 risultati

Padrone della vita, padrone della morte

Quante volte il tema della sovrappopolazione si è affacciato alla ribalta della fantascienza? Tante quanti sono gli uomini affamati che si aggireranno sulla crosta di questo mondo impoverito nel prossimo futuro, diranno in coro i nostri lettori. Ma poche volte la soluzione del problema è stata affrontata con il vigore e la forza d’urto di questo tipico romanzo di Silverberg, un libro che si legge d’un fiato e che appartiene all’epoca della sua produzione avventurosa e utopica. La lotta del suo protagonista e forse una delle più drammatiche, autentiche, terribili battaglie che la fantascienza americana abbia raccontato nell’era moderna.
Copertina di Oscar Chichoni

Il padrino

UN SUCCESSO SENZA PRECEDENTI CHE CONTINUA A RAPPRESENTARE IL QUADRO PIÙ AUTENTICO E CLASSICO DELLA MAFIA ITALO-AMERICANA.Il libro che ha ispirato il capolavoro di Francis Ford Coppola.Protagonista del «Padrino» è Don Vito Corleone, capo delle cinque famiglie che esercitano il loro potere nel mondo della mafia newyorchese. Il Padrino è uomo d’onore con un preciso codice morale, generoso con gli amici quanto implacabile con i nemici. Dalla casa di Long Island, circondato da una famiglia patriarcale, comanda il vasto impero sotterraneo della malavita americana: gioco, corse di cavalli, prostituzione, neppure il mondo di Hollywood sfugge alla sua influenza. Don Vito è un uomo ragionevole, ma per chi rifiuta di ragionare a modo suo, la punizione è rapida e crudele, di una crudeltà raffinata che se non toglie all’avversario la vita lo priva della volontà di reagire. «Il Padrino» è un romanzo ricco di tensione e di colpi di scena, ma anche un documento, tuttora incredibilmente autentico, di una società violenta che non esita di fronte al ricatto, all’omicidio e alla tortura per imporre le proprie leggi. I legami della «famiglia», i rituali del «rispetto», gli intrecci tra potere politico e malavita, gli spietati regolamenti di conti, la vita quotidiana dei boss e dei loro sicari, il ruolo dei consiglieri, la capillare organizzazione degli affari illeciti, gli amori, i matrimoni, i funerali, i tradimenti e le vendette: Mario Puzo ha messo vita e verità in ogni più piccolo particolare realizzando un affresco narrativo di grande impatto, un romanzo che è da tempo divenuto un classico.

Ovunque con te

Nessuno vuole che stiano insieme, ma a volte la persona giusta è quella che meno ti aspetti e la strada che più temi è spesso quella che ti porterà a casa. Emily ha diciassette anni ed è felice della propria vita così com’è: genitori amorevoli, buoni amici e un’ottima scuola, in un quartiere tranquillo. Certo, non può negare di essere curiosa riguardo al suo padre biologico, quello che ha preferito unirsi a un club di motociclisti – il Regno del Terrore – piuttosto che essere genitore; questo non significa, però, che lei vorrebbe far parte di quel mondo. Quando però una timida visita si trasforma in una lunga vacanza estiva tra parenti che non sapeva di avere, una cosa le è chiara: niente è come sembra. Il club, suo padre, e nemmeno Oz, un ragazzo che ti ipnotizza con i suoi occhi blu e che può aiutarla a capire quella vita. Oz desidera una cosa sola: unirsi al Regno del Terrore. Loro sono quelli buoni. Proteggono la gente. Loro sono… una famiglia. Mentre Emily è in città, Oz glielo dimostrerà. Così, quando il padre di lei gli chiede di tenerla al sicuro da una banda rivale con un conto da regolare, per Oz è un sogno che diventa realtà. quello che non sa è che Emily potrebbe infrangerlo, quel sogno. Contenuto extra: include il primo capitolo de Per sempre con te, il secondo romanzo della serie THUNDER ROAD. “Una fuga romantica ed emozionante… i lettori lo adoreranno.” Library School Journal “Una storia d’amore che si accende a ogni sguardo. Meravigliosa.” Publishers Weekly “Segreti, emozioni, protagonisti indimenticabili… questa è la serie Thunder Road.” RT Book Reviews

(source: Bol.com)

L’ottavo nodo

“Quando mi guardo allo specchio, io vedo un albero.”
Walter è ricco, gay e conduce una vita dissoluta. Walter è un serial killer che attira ragazzi ingenui nella sua casa e poi li uccide. Luca è uno studente. Giovane, bello e innamorato. Luca è la prima vittima di Walter. Si è recato all’appuntamento, è entrato nella sua casa, è stato seviziato e ucciso. Tutto ciò è accaduto nel settimo nodo. Ma c’è un’altra vita, un altro tempo, un altro nodo. L’ottavo nodo. Nell’ottavo nodo tutto ciò non è successo. Luca non è mai andato a quell’appuntamento. È ancora vivo e Walter non è diventato un assassino. Non ancora, almeno. Qualcuno vuole che accada. È disposto a compiere qualsiasi azione, anche le più orribili, pur di farlo accadere. Vuole costringere Walter a uccidere Luca. In questo gioco perverso i ruoli possono cambiare, anche la vittima può diventare un carnefice, nessuno è innocente. Un thriller mozzafiato, senza un attimo di tregua, che saprà sorprendervi. Un’insolita storia d’amore al di là del tempo e dello spazio.
Romanzo di 43.000 parole. Bonus aggiuntivo il Portfolio dell’autore.
**
### Sinossi
“Quando mi guardo allo specchio, io vedo un albero.”
Walter è ricco, gay e conduce una vita dissoluta. Walter è un serial killer che attira ragazzi ingenui nella sua casa e poi li uccide. Luca è uno studente. Giovane, bello e innamorato. Luca è la prima vittima di Walter. Si è recato all’appuntamento, è entrato nella sua casa, è stato seviziato e ucciso. Tutto ciò è accaduto nel settimo nodo. Ma c’è un’altra vita, un altro tempo, un altro nodo. L’ottavo nodo. Nell’ottavo nodo tutto ciò non è successo. Luca non è mai andato a quell’appuntamento. È ancora vivo e Walter non è diventato un assassino. Non ancora, almeno. Qualcuno vuole che accada. È disposto a compiere qualsiasi azione, anche le più orribili, pur di farlo accadere. Vuole costringere Walter a uccidere Luca. In questo gioco perverso i ruoli possono cambiare, anche la vittima può diventare un carnefice, nessuno è innocente. Un thriller mozzafiato, senza un attimo di tregua, che saprà sorprendervi. Un’insolita storia d’amore al di là del tempo e dello spazio.
Romanzo di 43.000 parole. Bonus aggiuntivo il Portfolio dell’autore.

Otherside. Il coraggio degli outsider (Different Worlds, #2.5)

Il passato è un macigno che grava da sempre sulle spalle degli esseri umani. Macchia il cuore e ne corrompe l’anima. Influenza il presente e rende il futuro una tremenda oasi incerta. È così per Brian Laurence, che deve fare i conti con un senso di colpa che lo dilania, oscurando tutto quello che la vita potrebbe offrirgli. Esattamente come Scarlett. Cresciuta nell’influente famiglia Draft, ha sempre vissuto nel lusso, consumandosi nel desiderio di ricevere affetto. Un sogno utopico che ha rinchiuso il suo cuore caldo in una corazza di ghiaccio gelido. David Thomson e Julian Leroy si conoscono sin dall’infanzia, e sanno che possono contare soltanto su loro stessi. Il mondo non accetta quello che non comprende, e la giovane età rischia di portare più danni che benefici. La morte prematura dei genitori, getta Michael Hunter in un labirinto tenebroso e senza fine. Un castigo capace di destabilizzare chiunque, nascondendo alla vista e al cuore qualsiasi altra cosa.
In attesa di «Lastworld», il capitolo conclusivo della serie «The Different Worlds», un intermezzo prequel che scava nelle tormentate nebbie del dolore, permettendo ai lettori di conoscere più da vicino i tormenti che hanno plasmato i personaggi outsider della trilogia.
**
### Sinossi
Il passato è un macigno che grava da sempre sulle spalle degli esseri umani. Macchia il cuore e ne corrompe l’anima. Influenza il presente e rende il futuro una tremenda oasi incerta. È così per Brian Laurence, che deve fare i conti con un senso di colpa che lo dilania, oscurando tutto quello che la vita potrebbe offrirgli. Esattamente come Scarlett. Cresciuta nell’influente famiglia Draft, ha sempre vissuto nel lusso, consumandosi nel desiderio di ricevere affetto. Un sogno utopico che ha rinchiuso il suo cuore caldo in una corazza di ghiaccio gelido. David Thomson e Julian Leroy si conoscono sin dall’infanzia, e sanno che possono contare soltanto su loro stessi. Il mondo non accetta quello che non comprende, e la giovane età rischia di portare più danni che benefici. La morte prematura dei genitori, getta Michael Hunter in un labirinto tenebroso e senza fine. Un castigo capace di destabilizzare chiunque, nascondendo alla vista e al cuore qualsiasi altra cosa.
In attesa di «Lastworld», il capitolo conclusivo della serie «The Different Worlds», un intermezzo prequel che scava nelle tormentate nebbie del dolore, permettendo ai lettori di conoscere più da vicino i tormenti che hanno plasmato i personaggi outsider della trilogia.

L’ostaggio

Per tre ragazzi doveva essere soltanto una facile rapina, ma uno di loro perde la testa e uccide il proprietario della pompa di benzina. Inizia così una fuga impazzita, che si conclude in un’anonima villa della sterminata periferia di Los Angeles. Una casa nella quale abita Walter Smith, il contabile della più importante cosca mafiosa della costa occidentale. Nel giro di poche ore l’edificio viene circondato da una sofisticata task force di negoziatori di ostaggi, comandata da Jeff Talley. I poliziotti non sono soli: invisibili arrivano anche gli uomini della mafia, onnipresenti e determinati a tutto pur di non far cadere i preziosi archivi di Smith nelle mani sbagliate. E il compito di Talley, già delicato, diventa quasi impossibile quando la mafia riesce a identificarlo e a ricattarlo. Un romanzo ad altissima tensione, uno dei libri di azione più intensi dell’ultimo decennio dal maestro del thriller Robert Crais.

Ossessione color cremisi

Londra, 1888 – Nessuna donna può dirsi al sicuro, mentre le gelide nebbie invadono le strade della metropoli sulle riva del Tamigi. Né le più sfortunate, nei vicoli di Whitechapel, dove la minaccia di Jack lo Squartatore si annida nell’ombra. Né le dame dell’alta società vittoriana, schiave di rigide convenzioni e riti soffocanti, sottomesse a padri e mariti. Olivia Lancaster non fa eccezione. Figlia di un nobile molto in vista, viene promessa in sposa al più viscido e rivoltante degli uomini, nonostante lei si opponga con tutte le sue forze. D’altra parte Olivia è una ribelle per natura. Erborista e filantropa, non si considera affatto inferiore in quanto donna ed è disposta a rischiare di persona pur di ottenere ciò che vuole. Anche l’uomo che desidera. Ethan Rowland, Conte di Stafford è stato il suo sogno proibito fin da quando era una fanciulla ed ora è pronta persino a incastrarlo con una scena di seduzione per compromettersi con lui e indurlo alle nozze riparatrici. Ma se Ethan si trova d’accordo nel godere delle grazie peccaminose di Olivia, di certo non è uomo che ami essere manovrato. Nemmeno dalla più sensuale e scandalosa lady di tutta l’Inghilterra.
(source: Bol.com)

Osservazioni sui colori

Attraverso queste *Osservazioni sui colori* il filosofo viennese costruisce una vera e propria grammatica del vedere. D’altra parte il tema del colore è una costante nella riflessione di Wittgenstein: riferimenti, riflessioni ed esemplificazioni sul tema ricorrono infatti diffusamente nei suoi scritti e già nel *Tractatus logico-phitosophicus*. Considerando la varietà di questi riferimenti, si può cosí dire che ciò costituisce una sorta di laboratorio intellettuale nel quale vengono analizzati i rapporti tra logica ed esperienza.

L’osservatore

“Nella sua saletta di proiezione, Ludovic prese dalla scatola l’ultima bobina. Non aveva etichette. Ma lui era un collezionista e, come tutti i collezionisti, da sempre sognava d’imbattersi nel capolavoro perduto di qualche grande regista. Era già successo ad altri, poteva succedere anche a lui, no? Sulla pellicola, c’era una scritta: 50 FOTOGRAMMI AL SECONDO. Strano, pensò. La velocità normale è di 24 fotogrammi al secondo… Montò la pellicola nel proiettore e lo fece partire. Sullo schermo bianco apparve una macchia nerastra. Poi, in alto a destra, prese forma un cerchio bianco. Forse è un difetto della pellicola, si disse Ludovic. Il film cominciò. Dopo qualche istante, Ludovic si alzò, fece qualche passo, poi inciampò e cadde pesantemente a terra. Non ci vedeva più. Era diventato cieco.” In cerca d’aiuto, Ludovic compone un numero a caso sul cellulare. A rispondere è una sua vecchia amica, Lucie Hennebelle, che si precipita da lui per accompagnarlo in ospedale. Ma Lucie è anche una poliziotta e, per far luce sull’accaduto, mostra il fi lm “maledetto” al dottor Tournelle, uno psicanalista, scoprendo che è pieno di violentissime immagini subliminali. Poco dopo, però, Tournelle viene ucciso: l’assassino gli ha tagliato le mani, cavato gli occhi e messo in bocca il biglietto da visita di Lucie… Nel frattempo, nel nord della Francia, l’ispettore Sharko è alle prese con una serie di orribili delitti: in un cantiere, sono stati ritrovati ben cinque cadaveri, con le mani tagliate e senza occhi. Un modus operandi che, secondo l’Interpol, è identico a quello di alcuni omicidi avvenuti al Cairo sedici anni prima. Ma è anche identico a quello del caso di cui si sta occupando Lucie….

Ossa fredde

Kate Hanson, psicologa forense e professoressa universitaria, è una delle più fidate collaboratrici della polizia di Birmingham. Quando, nei dintorni della città, vengono ritrovate le ossa di una ragazza, tutto fa pensare a Molly James, un’adolescente scomparsa diversi anni prima di cui si è persa ogni traccia. Il caso è complesso e l’Unità delitti insoluti lo affida subito alla Hanson: la più brava; l’unica in grado di risolverlo. Non appena Kate con la sua squadra analizza i resti e riesamina l’intera documentazione, le appare evidente che molti, troppi particolari sono stati trascurati al momento della scomparsa della ragazza, e la cosa non sembra casuale. Ma proprio mentre le indagini sono a un punto morto, vengono alla luce altri resti umani nella radura in cui Molly era stata seppellita: due ragazze, entrambe sparite più o meno nello stesso periodo, molto simili a lei. L’assassino quindi è un killer seriale, un «recidivo», che sceglie le sue prede in base a criteri prestabiliti e che si diverte a rimuovere con precisione chirurgica il tessuto dei loro volti. Il primo romanzo di una serie destinata a conquistare il mondo del legal thriller. Grazie anche a Kate Hanson, personaggio femminile affascinante: un misto tra la dottoressa Brennan di Kathy Reichs e il Gilbert Grissom di CSI.

Ossa della Terra

Richard Leyster si occupa di dinosauri e il suo mondo naturale è il Mesozoico, ma quando gli viene offerta l’impensabile opportunità di andarci, si imbatte in una forma di vita molto più misteriosa del previsto. Tramutatosi in investigatore, dovrà scoprire cosa si nasconde nel passato e, al tempo stesso, non fare niente che possa creare una contraddizione nel flusso cronologico. Se il sogno dei paleontologi è visitare altre epoche, Leyster dovrà tenere conto anche del fattore umano e prevenire gli scopi poco chiari di gente disposta a tutto, compresi i fanatici del suo tempo. Ma la passione per il mistero resta la più forte e Richard Leyster va…
Copertina di Franco Brambilla

L’ospite inquietante

Il nichilismo che è la negazione di ogni valore è anche quello che Nietzsche chiama “il più inquietante fra tutti gli ospiti”. Siamo nel mondo della tecnica e la tecnica non tende a uno scopo, non produce senso, non svela verità. Fa solo una cosa: funziona. Finiscono sullo sfondo, corrosi dal nichilismo, i concetti di individuo, identità, libertà, senso, ma anche quelli di natura, etica, politica, religione, storia, di cui si è nutrita l’età pretecnologica. Chi più sconta la sostanziale assenza di futuro che modella l’età della tecnica sono i giovani, contagiati da una progressiva e sempre più profonda insicurezza, condannati a una deriva dell’esistere che coincide con il loro assistere allo scorrere della vita in terza persona. I giovani rischiano di vivere parcheggiati nella terra di nessuno dove la famiglia e la scuola non “lavorano” più, dove il tempo è vuoto e non esiste più un “noi” motivazionale. Le forme di consistenza finiscono con il sovrapporsi ai “riti della crudeltà” o della violenza (gli stadi, le corse in moto ecc.).C’è una via d’uscita? Si può mettere alla porta l’ospite inquietante? Nell’ultimo capitolo, Il segreto della giovinezza, Galimberti lascia pensare che disvelare ai giovani la loro “pienezza”, la loro “espansività” sia il primo passo per ricondurre a verità il salmo 127: “Come frecce in mano a un eroe sono i figli della giovinezza”..

Un oscuro scruttare: romanzo

Los Angeles, 1994: una droga misteriosa, la sostanza M, invade il mercato seminando follia e morte. La sua origine è ignota come la sua composizione e l’organizzazione che la diffonde. Bob Arctor, agente della sezione narcotici, si infiltra tra i tossici che ne fanno uso per scoprire chi dirige le fila del traffico illegale: un abito speciale nasconde ai colleghi la sua identità e una sofisticata apparecchiatura elettronica gli consente addirittura di spiare sé stesso nella sua nuova condizione di drogato. Bob giungerà alla verità solo dopo essere sprofondato nel buio e nella disperazione della dipendenza. Canto del cigno di una generazione, Un oscuro scrutare è una vetta amara e lirica dell’opera di Philip K. Dick, e allo stesso tempo un romanzo sospeso tra giallo e fantascienza ambientato in un futuro dominato dalla tecnologia e dalla manipolazione sociale.

Oscuro

Sei viva, respiri, provi a muoverti, ma non puoi. Sei legata in un letto e non ricordi cosa sia successo. Cosa proveresti se ti svegliassi imprigionata? Cosa faresti se la tua prima immagine fosse quella di Amir Shakib? Questo è ciò che accade a Lena Morozov, prelevata con la forza dal Settore Zero per portare a termine una missione a lei sconosciuta. Amir Shakib è pura oscurità, è marcio dentro, conosce il dolore, ma non lo sente più. Nessuno meglio di lui è capace di isolare le emozioni, annientare un’anima, sbriciolarla tra le dita e ricostruirla a sua immagine. Così le vite di Lena e Amir si incrociano. Lui è il suo Maestro e lei è la sua allieva. Lei cerca di resistere, lui deve spezzarla. Ma quando Amir riesce a entrarle nella mente, Lena non si aspetta di dover combattere anche contro la brama oscura, il desiderio di avvicinarsi al proibito, a colui che distrugge qualunque cosa tocchi. Lena sa che è sbagliato, ma ne è attratta, Amir sa che non deve, ma vuole. Insegnarle a sopravvivere, sarà l’obbiettivo, tenerla con sé, l’unico desiderio.
**

L’oscurità della notte (Fanucci Editore)

Nell’ultimo periodo, la vita è stata stranamente tranquilla per Cat e Bones, ma i due vampiri avrebbero dovuto immaginare che il tempo di abbassare la guardia non è ancora giunto. Una rivelazione sconvolgente sta per porre fine alla fragile pace che resiste tra gli umani e i non morti, portando la tensione a un livello senza precedenti. A quanto pare un agente della CIA, fuori controllo, è coinvolto in pericolose attività segrete che se portate a compimento potrebbero segnare per sempre le sorti delle forze in campo. Il mondo è sull’orlo di una guerra devastante, da scongiurare a ogni costo: per Cat e Bones è il momento di uscire allo scoperto e tornare in azione. Spetta a loro intraprendere questa lotta contro il tempo per sfuggire a un destino che sembra peggiore della morte, perché più segreti riusciranno a svelare, più mortali si riveleranno le conseguenze. E se falliranno, le loro vite e quelle di coloro che amano finiranno sull’orlo di una fossa.
Un mix di emozioni forti, humour nero e una scrittura da manuale al servizio di una trama avvincente. Un romanzo destinato, come i suoi predecessori, a diventare un successo internazionale.
Nella lista dei bestseller secondo USA Today e The New York Times. Un’autrice pubblicata in venti Paesi.
**
### Sinossi
Nell’ultimo periodo, la vita è stata stranamente tranquilla per Cat e Bones, ma i due vampiri avrebbero dovuto immaginare che il tempo di abbassare la guardia non è ancora giunto. Una rivelazione sconvolgente sta per porre fine alla fragile pace che resiste tra gli umani e i non morti, portando la tensione a un livello senza precedenti. A quanto pare un agente della CIA, fuori controllo, è coinvolto in pericolose attività segrete che se portate a compimento potrebbero segnare per sempre le sorti delle forze in campo. Il mondo è sull’orlo di una guerra devastante, da scongiurare a ogni costo: per Cat e Bones è il momento di uscire allo scoperto e tornare in azione. Spetta a loro intraprendere questa lotta contro il tempo per sfuggire a un destino che sembra peggiore della morte, perché più segreti riusciranno a svelare, più mortali si riveleranno le conseguenze. E se falliranno, le loro vite e quelle di coloro che amano finiranno sull’orlo di una fossa.
Un mix di emozioni forti, humour nero e una scrittura da manuale al servizio di una trama avvincente. Un romanzo destinato, come i suoi predecessori, a diventare un successo internazionale.
Nella lista dei bestseller secondo USA Today e The New York Times. Un’autrice pubblicata in venti Paesi.

Oscuri abissi di desiderio

1888. L’East End di Londra è ancora stretto nell’incubo di Jack lo Squartatore, ma non è l’unico pericolo da cui una giovane donna debba guardarsi. Elisabeth Currant è cresciuta in una famiglia della media borghesia, ma la morte del padre e i conseguenti problemi economici hanno finito per portarla in una delle terribili strutture per indigenti di Whitechapel. È fuggendo da una situazione disperata che si imbatte in sir Louis Roswell Spencer, che la salva dall’incubo in cambio del suo aiuto. Sta indagando nella morte di una donna uccisa dell’East End da una mano diversa da quella dello Squartatore… una giovane di ottima famiglia, trovata strangolata e vestita come una prostituta. Quale oscuro intreccio di desiderio e follia ha condotto alla sua uccisione? E come potrà Elisabeth sottrarsi al proprio desiderio, che la sta spingendo inesorabilmente tra le braccia di un uomo di una classe sociale diversissima dalla sua e per di più sposato?-“Annuii e cercai di guardarlo in faccia, ma l’interno della carrozza era troppo buio. Fu l’alcool a rendermi avventata a sufficienza da chiedere: «Era la sua amante?».Sir Louis scosse la testa, ma non ne sembrò turbato. «No, no. La conoscevo da troppo tempo». Si sporse su di me e mi baciò.Il cuore iniziò a battermi nel petto come un tamburo. Sir Louis mi aveva presa alla sprovvista, ma ora che sentivo le sue labbra sulle mie… mi sembrava di morire, da quanto era bella la sensazione.Lui mi accarezzò una guancia e continuò a baciarmi. Il tempo sembrò accelerare. Avrei voluto che quel viaggio in carrozza continuasse per anni e anni, per poter restare tra le sue braccia, con la sua bocca premuta sulla mia. A un certo punto oltre alle sue labbra sentii anche la sua lingua.Trovai la cosa incredibilmente eccitante. Mi sentivo sempre più intontita e disinibita e avrei voluto che quello che stava succedendo continuasse in eterno.”CONTIENE SCENE ESPLICITE – CONSIGLIATO A UN PUBBLICO ADULTO