42497–42512 di 65579 risultati

L’osteria volante

Un romanzo visionario, paradossale, dissacrante. Per Chesterton il futuro è contrassegnato da un controllo esasperato sulla popolazione e da una sistematica privazione di libertà, un dominio sull’uomo dettato dai grandi potentati economici. Un ”mondo nuovo” in cui anche l’alcool è bandito. Ma un capitano coraggioso si ribella allo stato delle cose e parte all’attacco con il suo incredibile ”Pub volante”. Un Pub che ha tutte le carte in regola per rivoluzionare il modo di vivere e di pensare della gente.
(source: Bol.com)

L’oste dell’ultima ora

Chi era l’oste che servì il vino alle nozze di Cana?
Dalla fantasia di Valerio Massimo Manfredi,
il ritratto di un personaggio umile e forte
a tu per tu con il mistero che cambia la Storia.
La Storia è piena di testimoni inconsapevoli degli eventi che hanno cambiato il corso dell’umanità.
Lo sa bene Valerio Massimo Manfredi, la cui opera letteraria è da sempre attenta, quasi manzonianamente, agli “umili”: a quegli apparenti comprimari sul grande palcoscenico del mondo, capaci però di restituirci uno sguardo più semplice ed essenziale, realistico ed anti-retorico. In una parola, più umano.
Figlio di contadini senza terra nella Galilea sotto il giogo romano, il protagonista di questo lungo racconto è costretto a guadagnarsi da vivere inventandosi nuovi lavori. Marinaio senza fortuna, taglialegna e carpentiere, vignaiuolo a servizio di un piccolo possidente. Finalmente decide di mettersi in proprio, e di aprire una promettente rivendita di vino. Sembra la storia di un uomo qualunque e della sua intraprendenza in un’atmosfera di tempi nuovi, in cui molte cose stanno cambiando. Ed è così: qualcosa di assolutamente nuovo, inaudito e sconvolgente sta accadendo vicino a lui. La novità di una predicazione, di una testimonianza che cambierà per sempre la Storia, e che ha le fattezze umane del figlio di un falegname di Nazareth.
Il contatto avviene durante un banchetto di nozze, a Cana. L’oste è incaricato del vino, ma disgraziatamente ne ha portato troppo poco. Sarà allora testimone privilegiato di un fatto che stenterà, anzi non riuscirà proprio a spiegarsi.
Ma il suo rapporto con il Nazareno e la sua strana compagnia di discepoli non finirà lì. Qualche tempo dopo, durante la Pasqua a Gerusalemme, gli verranno a chiedere ancora del vino: per celebrare quella che sembra una sera triste come una cena d’addio…
Valerio Massimo Manfredi inaugura la collana di Wingsbert House dedicata ai grandi narratori di ieri e di oggi che raccontano il vino, le sue storie, la sua filosofia. Archeologo di formazione, Manfredi è uno degli scrittori italiani più letti e amati nel mondo. È anche sceneggiatore per il cinema e conduttore televisivo. Il suo ultimo romanzo, Il mio nome è Nessuno. Il ritorno (Mondadori) è uscito in libreria nel settembre 2013.
**
### Sinossi
Chi era l’oste che servì il vino alle nozze di Cana?
Dalla fantasia di Valerio Massimo Manfredi,
il ritratto di un personaggio umile e forte
a tu per tu con il mistero che cambia la Storia.
La Storia è piena di testimoni inconsapevoli degli eventi che hanno cambiato il corso dell’umanità.
Lo sa bene Valerio Massimo Manfredi, la cui opera letteraria è da sempre attenta, quasi manzonianamente, agli “umili”: a quegli apparenti comprimari sul grande palcoscenico del mondo, capaci però di restituirci uno sguardo più semplice ed essenziale, realistico ed anti-retorico. In una parola, più umano.
Figlio di contadini senza terra nella Galilea sotto il giogo romano, il protagonista di questo lungo racconto è costretto a guadagnarsi da vivere inventandosi nuovi lavori. Marinaio senza fortuna, taglialegna e carpentiere, vignaiuolo a servizio di un piccolo possidente. Finalmente decide di mettersi in proprio, e di aprire una promettente rivendita di vino. Sembra la storia di un uomo qualunque e della sua intraprendenza in un’atmosfera di tempi nuovi, in cui molte cose stanno cambiando. Ed è così: qualcosa di assolutamente nuovo, inaudito e sconvolgente sta accadendo vicino a lui. La novità di una predicazione, di una testimonianza che cambierà per sempre la Storia, e che ha le fattezze umane del figlio di un falegname di Nazareth.
Il contatto avviene durante un banchetto di nozze, a Cana. L’oste è incaricato del vino, ma disgraziatamente ne ha portato troppo poco. Sarà allora testimone privilegiato di un fatto che stenterà, anzi non riuscirà proprio a spiegarsi.
Ma il suo rapporto con il Nazareno e la sua strana compagnia di discepoli non finirà lì. Qualche tempo dopo, durante la Pasqua a Gerusalemme, gli verranno a chiedere ancora del vino: per celebrare quella che sembra una sera triste come una cena d’addio…
Valerio Massimo Manfredi inaugura la collana di Wingsbert House dedicata ai grandi narratori di ieri e di oggi che raccontano il vino, le sue storie, la sua filosofia. Archeologo di formazione, Manfredi è uno degli scrittori italiani più letti e amati nel mondo. È anche sceneggiatore per il cinema e conduttore televisivo. Il suo ultimo romanzo, Il mio nome è Nessuno. Il ritorno (Mondadori) è uscito in libreria nel settembre 2013.

Ossessioni

Una giovane pittrice agli esordi viene tacciata da un critico di “mancanza di profondità”: la ricerca della profondità si trasforma in un’idea fissa che la condurrà a soluzioni estreme. Un pensionato parigino trascorre le sue giornate giocando a scacchi, tormentato dal pensiero dominante di vincere: una vittoria che gli costerà la solitudine. Un vecchio orafo è ossessionato dall’idea che il segreto del mondo sia racchiuso nelle forme ammalianti delle conchiglie: la Conchiglia è il principio metafisico su cui tutto si basa, ed è anche la malattia che lo sta distruggendo.

Ossessione nascosta

Una professionista del raggiro.
Fare da modello durante una lezione di presa di coscienza erotica non è facile, ma io, Rocco Easton, posso farcela. Tutto pur di smascherare gli ingannevoli giochetti di Jessica Winslow.
Una dea del sesso.
Lei è bellissima. Si muove come una pantera flessuosa mentre insegna alle sue allieve a essere sensuali e consapevoli della loro carica seduttiva. Incanterebbe chiunque. Se per scoprire la sua truffa dovrò portarmela a letto, sono pronto. Sarà un piacevole diversivo mentre compio il mio dovere.
Una donna innocente.
Mi è bastato avere le sue mani addosso per capire l’errore. Jessica non è colpevole di nulla, solo di avermi incendiato i sensi.
**
### Sinossi
Una professionista del raggiro.
Fare da modello durante una lezione di presa di coscienza erotica non è facile, ma io, Rocco Easton, posso farcela. Tutto pur di smascherare gli ingannevoli giochetti di Jessica Winslow.
Una dea del sesso.
Lei è bellissima. Si muove come una pantera flessuosa mentre insegna alle sue allieve a essere sensuali e consapevoli della loro carica seduttiva. Incanterebbe chiunque. Se per scoprire la sua truffa dovrò portarmela a letto, sono pronto. Sarà un piacevole diversivo mentre compio il mio dovere.
Una donna innocente.
Mi è bastato avere le sue mani addosso per capire l’errore. Jessica non è colpevole di nulla, solo di avermi incendiato i sensi.

L’ossessione di Jared

Un caso? Una delle strane coincidenze della vita? O è scritto nel loro destino? In occasione dell’imminente mostra della collezione Bannister, Jared, ufficiale dell’Interpol, e Danica, esperta gemmologa, si rincontrano. Sono passati dieci anni dalla fine del loro breve e tumultuoso matrimonio, ma loro non hanno mai smesso di amarsi. Il loro rapporto, però, è minacciato da vecchi rancori e amarezze. Sono forse una di quelle coppie che si desiderano disperatamente, ma che non riescono a vivere insieme?

L’ossessione di Jared è il terzo dei quattro romanzi della miniserie VIAGGIO NEL MISTERO.

Ossessione

Naomi Bowes ha perso la sua innocenza il giorno in cui ha seguito il padre nel bosco, scoprendo la portata degli orribili crimini commessi dall’uomo. Da allora la felicità per lei è un lontano ricordo. Col passare degli anni, però, è riuscita ad andare avanti e a ricostruirsi una nuova vita a chilometri di distanza da tutto ciò che rappresenta il suo passato. Oggi è una fotografa di successo e vive, sotto il nome di Naomi Carson, in una vecchia casa disordinata, il luogo perfetto per un’esistenza anonima e silenziosa. Grazie all’aiuto dei gentili abitanti di Sunrise Cove, in particolare del determinato Xander Keaton, Naomi riuscirà a poco a poco ad abbattere ogni muro e liberarsi della solitudine che da sempre la accompagna. Uno spiraglio di luce e speranza farà capolino nella sua vita, insieme alla voglia di poter vivere come ha sempre desiderato. Ma le colpe di suo padre rischiano di diventare un’ossessione: in città, qualcuno conosce i suoi segreti e a Naomi non resta che scoprire l’identità del proprio persecutore prima che sia troppo tardi…Un’imponente storia di forza e coraggio per sopravvivere alle ombre del passato.

Ossessione

Rick Shepherd è entrato in Giamaica illegalmente. Risulta aver avuto problemi mentali, e testimoni lo descrivono preda di stati confusionali. Ha presenziato al funerale del fratello di un pericoloso criminale. È ricercato per omicidio in Illinois. Sa dove possono essere rinvenuti i resti di donne sequestrate e uccise. Infine, è stato visto inoltrarsi a piedi nelle acque del mare, fino a scomparire nel nulla. Perché mai Rick Shepherd, programmatore di computer, dovrebbe essere coinvolto in tutto questo? Gli investigatori non se lo sanno spiegare. Se potessero chiederlo a lui, la risposta sarebbe semplice: Larissa. Quella ragazza lo aveva stregato. E lui voleva ritrovarla, a qualsiasi costo.

Le osservazioni

Bessy Buckley si è svegliata presto stamattina, ha indossato il suo vestito migliore e si è avventurata sulla strada grande per Edimburgo. Attraversare la Terra del Diavolo, il pezzo di Scozia che unisce Glasgow a Edimburgo, non è una cosa semplice per una ragazza che ha quindici anni nel 1863. Ma Bessy è sveglia, così sveglia che deve averla fatta grossa a Glasgow, visto che, non appena ha scorto due poliziotti a cavallo, ha abbandonato la strada grande e si è precipitata nei sentieri di campagna. Davanti a un viottolo, indicato da un’insegna che diceva “Castello di Haivers”, Bessy non ha esitato: l’ha imboccato. Dopo tutto, si è avventurata nella Terra del Diavolo per trovare lavoro presso una famiglia importante e magari sposare un giovane nobile…
**

Ossario

Mentre lantropologa forense Tempe Brennan cerca di dare una risposta alle ferite e alle fratture riscontrate sul corpo di un presunto suicida ritrovato in uno sgabuzzino, uno sconosciuto le consegna la fotografi a di un antico scheletro. Quella foto, a detta delluomo, racchiuderebbe la soluzione del caso e incastrerebbe il colpevole. Una serie di indizi e supposizioni portano Tempe e il detective Andrew Ryan, suo fi danzato, in Israele, per indagare sul contrabbando di reperti archeologici. Il mistero si fa sempre più fi tto quando Tempe scopre lesistenza di un ossario a Masnada, di un sudario, e di una tomba che potrebbe contenere i resti dei familiari di Gesù. Cosa lega lossario allantico scheletro della fotografia? Tempe sta per scoprirlo, ma il prezzo della verità potrebbe essere la sua stessa vita

Le ossa del ragno

Dalle acque di un lago nel Québec affiora un involucro di plastica contenente i resti umani di un uomo morto per asfissia associata ad attività autoerotica. Dalle analisi risulta che il cadavere è quello di John Charles Lowery, dichiarato morto nel lontano 1968 in Vietnam, dove, a causa della sua passione per i ragni, gli era stato affibbiato il soprannome di ”Spider”. A chi appartengono allora le spoglie restituite quarant’anni prima alla famiglia di Lowery e sepolte nel North Carolina? Temperance Brennan, impegnata a identificare le ossa senza nome, arriva alle Hawaii, al JPAC, l’ente responsabile dell’identificazione dei cittadini americani morti in guerra. Tra misteriose sparizioni e identità violate, la vera storia di Lowery assume sempre più i contorni di uno scandalo, portando alla luce segreti mai confessati.

(source: Bol.com)

L’ospite

L’ospite è il titolo di questa raccolta di novelle pubblicata da Grazia Deledda e curata da Carlo Mulas.
“L’ospite” contiene quattro novelle: L’ospite, Un giorno, Don Evéno e Due miracoli, ed è la terza raccolta di novelle edite dalla Deledda, attraverso le quali si affermò nel panorama letterario, non solo come originale autrice di romanzi, ma anche come una delle migliori interpreti italiane nella produzione di novelle e racconti.
“L’ospite” è un’opera al femminile e non è un caso che la Deledda l’abbia dedicata a Grazia Pierantoni Mancini, scrittrice e traduttrice di grande prestigio non solo in Italia ma anche all’estero. Sì, perché le protagoniste di questi racconti sono proprio le donne, così simili e così diverse tra loro, ma fortemente rappresentative di un universo che la scrittrice nuorese indagherà in maniera magistrale nel corso della sua evoluzione artistica e della costruzione del proprio stile narrativo.
**
### Sinossi
L’ospite è il titolo di questa raccolta di novelle pubblicata da Grazia Deledda e curata da Carlo Mulas.
“L’ospite” contiene quattro novelle: L’ospite, Un giorno, Don Evéno e Due miracoli, ed è la terza raccolta di novelle edite dalla Deledda, attraverso le quali si affermò nel panorama letterario, non solo come originale autrice di romanzi, ma anche come una delle migliori interpreti italiane nella produzione di novelle e racconti.
“L’ospite” è un’opera al femminile e non è un caso che la Deledda l’abbia dedicata a Grazia Pierantoni Mancini, scrittrice e traduttrice di grande prestigio non solo in Italia ma anche all’estero. Sì, perché le protagoniste di questi racconti sono proprio le donne, così simili e così diverse tra loro, ma fortemente rappresentative di un universo che la scrittrice nuorese indagherà in maniera magistrale nel corso della sua evoluzione artistica e della costruzione del proprio stile narrativo.

L’ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani

Il nichilismo che è la negazione di ogni valore è anche quello che Nietzsche chiama “il più inquietante fra tutti gli ospiti”. Siamo nel mondo della tecnica e la tecnica non tende a uno scopo, non produce senso, non svela verità. Fa solo una cosa: *funziona*. Finiscono sullo sfondo, corrosi dal nichilismo, i concetti di individuo, identità, libertà, senso, ma anche quelli di natura, etica, politica, religione, storia, di cui si è nutrita l’età pretecnologica. Chi più sconta la sostanziale assenza di futuro che modella l’età della tecnica sono i giovani, contagiati da una progressiva e sempre più profonda insicurezza, condannati a una deriva dell’esistere che coincide con il loro assistere allo scorrere della vita in terza persona. I giovani rischiano di vivere parcheggiati nella terra di nessuno dove la famiglia e la scuola non “lavorano” più, dove il tempo è vuoto e non esiste più un “noi” motivazionale. Le forme di consistenza finiscono con il sovrapporsi ai “riti della crudeltà” o della violenza (gli stadi, le corse in moto ecc.).
C’è una via d’uscita? Si può mettere alla porta l’ospite inquietante? Nell’ultimo capitolo, *Il segreto della giovinezza*, Galimberti lascia pensare che disvelare ai giovani la loro “pienezza”, la loro “espansività” sia il primo passo per ricondurre a verità il salmo 127: “Come frecce in mano a un eroe sono i figli della giovinezza”.

Ospedale da Combattimento

Lontano, al confine della Galassia dove i sistemi stellari sono distanti l’uno dall’altro e l’oscurità è quasi assoluta, l’Ospedale da Combattimento del Settore Dodici galleggia nello spazio. Nei suoi trecentottantaquattro livelli sono riprodotti gli ambienti di tutte le forme di vita intelligente della Federazione Galattica, uno spettro biologico che va dalle gelide forme di vita al metano, attraverso i tipi più normali rappresentati dai respiratori di ossigeno e cloro, fino agli esseri più esotici, che vivono grazie alla conversione diretta delle radiazioni. L’ospedale rappresenta un miracolo di ingegneria, tecnica e psicologia e tutti i medici si vantano che nessun caso clinico sia troppo grande o disperato per la loro capacità.

Un oscuro segreto

IL PRIMO VOLUME DELLA SERIE DI ALEX CRAFT!Alex Craft è una strega e può parlare con i morti, ma questo non significa che le piaccia quello che hanno da dire…Come consulente della polizia, Alex Craft ha avuto a che fare spesso con la magia nera, ma nulla le è mai apparso così pericoloso come questo ultimo caso. Qualcosa di insolito cerca di aggredirla e qualcuno, subito dopo, cerca di ucciderla, qualcuno che non vuole che lei sappia cosa hanno da dire i morti questa volta. Per scoprire la verità, Alex Craft dovrà lavorare a stretto contatto con l’affascinante quanto misterioso detective della sezione omicidi Falin Andrews, e il loro incontro potrebbe trasformarsi in qualcosa di intimo e seducente…

(source: Bol.com)

Un oscuro bisogno di uccidere. Storie nere tra follia e malvagità

Ci sono storie di cronaca nera che rimangono scritte in maniera indelebile nella nostra memoria. Tutti noi ricordiamo almeno uno dei grandi casi di omicidio che hanno riempito le pagine dei giornali di questi ultimi anni. Magari perché ci è sembrato, in quel momento, particolarmente assurdo, o perché le indagini che ne sono seguite ci hanno tenuto con il fiato sospeso, proprio come in un romanzo giallo. E quando poi l’assassino è stato catturato, non abbiamo potuto fare a meno di domandarci se fossimo di fronte a un malato di mente oppure a un lucido e consapevole criminale. Se noi ci poniamo questa domanda quasi per gioco e rinunciamo a darci una risposta definitiva, c’è chi, come Massimo Picozzi, a simili dubbi deve rispondere per professione.

Oscuri segreti di famiglia

**«Non mi ero accorta di trattenere il respiro fino a quando non ho girato l’ultima pagina.»
Angela Marsons
Un grande thriller
Bestseller internazionale
Hanno detto che la bambina è scomparsa quella notte. Stavano mentendo. 
“Chiedo scusa a tutti per l’email collettiva, ma ho disperatamente bisogno del vostro aiuto. La mia figlioccia, Coco jackson, è scomparsa dalla casa della sua famiglia a Bournemouth nella notte tra domenica e lunedì 30 agosto, il fine settimana scorso. Coco ha tre anni.”**
Quando la piccola Coco sparisce durante una festa di compleanno in famiglia, i media impazziscono. I suoi genitori, infatti, sono ricchi e influenti, così come gli amici che ospitavano nella loro casa al mare. Ma che cos’è successo davvero a Coco? Dodici anni dopo le persone presenti durante quella terribile notte si ritrovano per la prima volta riunite ancora, per celebrare il funerale del padre della bambina scomparsa. E i segreti del passato cominceranno gradualmente a riemergere. 
**Miglior libro dell’anno per il Guardian
Un thriller che non lascia scampo**
«Non mi ero accorta di trattenere il respiro fino a quando non ho girato l’ultima pagina.»
**Angela Marsons**
«Spaventoso come l’inferno. Personaggi fantastici.»
**Stephen King**
«La Marwood sta emergendo come un vero maestro della suspense britannica contemporanea.»
**Booklist**
«Un mistero crudele e ingegnoso. Pieno di colpi di scena, appassionante e mostruosamente divertente.»
**New York Times**
«Geniale.»
**The Atlantic**
**Alex Marwood**
È lo pseudonimo di una giornalista inglese. Il suo libro di esordio, *The Wicked Girls*, ha vinto il premio Edgar come il miglior romanzo. *Gli insospettabili delitti della casa in fondo alla strada* (Newton Compton), suo secondo lavoro, ha vinto il premio Macavity come Miglior Romanzo Mystery, ed è stato selezionato per i premi Anthony e Barry come miglior Paperback Originale. James Franco e Ahna O’Reilly hanno acquisito i diritti per realizzarne un film.* Oscuri segreti di famiglia *è il suo nuovo attesissimo romanzo.